domenica 18 maggio 2014

Francescani dell’Immacolata: la (nuova) Curia Generalizia senza carità e misericordia verso i Confratelli

Il testo che segue è ripreso da Messa in Latino. Diventa lungo, ma il titolo va completato:
Francescani dell’Immacolata: la (nuova) Curia Generalizia senza carità e misericordia verso i Confratelli, della cui 'diaspora' è responsabile.
Peccato che, nella conclusione non si tenga conto che il provvedimento è stato avallato proprio dal papa, il quale finora è apparso indifferente a qualunque supplica o richiesta di attenzione e cura pastorale, soprattutto da parte dei fedeli coinvolti anche in altre - peraltro arbitrarie e non motivate - abolizioni del Rito antico, senza alcun rispetto della sensibilità spirituale tradizionale, che non è una moda, ma un sensus fidei inalienabile, che sarà il Signore ad aiutarci a custodire.

La Curia Generalizia dei Francescani dell’Immacolata ha risposto ad un articolo apparso sul noto sito Rorate Coeli (QUI).

Il sito anglofono  aveva infatti scritto che “che un considerevole numero di frati FI - forse 100-150 – avrebbero presentato una petizione alla Curia romana per essere scardinati dall’ordine, di diritto pontificio, (rinunciando al diritto pontificio) per preferire la soluzione di comunità posta sotto la giurisdizione canonica dei vescovi diocesani”.

La Rev.ma Curia Generalizia dei Francescani dell’Immacolata, confermando l'uscita dall'Ordine dei Frati e dei Seminaristi, anche se, secondo loro, in numero minore, ha replicato dal sito ufficiale dell’Ordine (QUI) all'articolo di Rorate Coeli adoperando un linguaggio pesantemente sprezzante e discriminante che ignora totalmente il continuo “inno alla misericordia e alla carità” che il Santo Padre Francesco quotidianamente raccomanda ai Consacrati e ai fedeli poiché “la misericordia divina è una grande luce di amore e di tenerezza, è la carezza di Dio”.
Scrive la Rev.ma Curia Generalizia dei Francescani dell'Immacolata:
“In realtà si tratta solo (sic ! N.d.R.) di una quindicina (sic ! N.d.R.) di sacerdoti e altrettanti studenti di voti temporanei sul totale di 378 frati.
(Per la Rev.ma Curia Generalizia dei Francescani dell’Immacolata sono i numeri che contano ! N.d.R - Numeri che peraltro non ci è dato verificare e dei quali in occasione della lettura del questionario hanno dato interpretazioni opinabili..)
La notizia serve per creare agitazione e incoraggiare eventuali titubanti attraverso la dinamica psicologica dell'emulazione (la Rev.ma Curia Generalizia dei Francescani dell’Immacolata non si chiede perché i poveri frati dopo un anno di Calvario – senza uno straccio di accusa nei confronti dei Fondatori/ ex Superiori, senza alcunchè di imputazione reale è in atto uno dei più duri commissariamenti di un Ordine religioso che la Storia della Chiesa ricordi in un crescente massacro spirituale e reale di tanti giovani Frati. E' ovvio che i vocati dell’Ordine hanno in cuore una santa “agitazione” necessaria per salvare la loro specifica vocazione religiosa e sacerdotale! N.d.R.)
I quindici chierici non avrebbero nemmeno trovato da due mesi un vescovo diocesano accogliente. ( La Rev.ma Curia Generalizia dei Francescani dell’Immacolata è contenta di questo :  grazie ai propri “buoni uffizi” i poveri loro Confratelli si trovano - ancora -  in mezzo la strada ! Che bella  notizia per la Rev.ma Curia Generalizia dell'Ordine ! A quei Consacrati ricordiamo umilmente che il Santo Padre Francesco ha tantissime volte esortato ad abbondare in carità e in misericordia : “…l’esercizio della pazienza e della misericordia da parte della comunità è segno di maturità nella fede. La libertà di ciascuno non deve essere forzata, e si deve rispettare anche la eventuale scelta di chi decidesse di cercare ... altre forme di vita… N.d.R.)
È solo una strategia sabotativa e distruttiva degli ex superiori che non vogliono l'uscita dalla crisi per motivi ideologici e d'interesse personale. (Questi sarebbero i “toni” cattolicamente caritatevoli usati da una Rev.ma Curia Generalizia di un Ordine religioso? Sembrerebbe di aver sbagliato sito…)
Raccomandiamo umilmente alla Rev.ma Curia Generalizia dei Francescani dell’Immacolata di ripassare il Catechismo della Chiesa Cattolica : “Gesù fa della carità il comandamento nuovo. Amando i suoi « sino alla fine » (Gv 13,1), egli manifesta l'amore che riceve dal Padre. Amandosi gli uni gli altri, i discepoli imitano l'amore di Gesù, che essi ricevono a loro volta.” e di leggere quanto Papa Francesco insegna e raccomanda, soprattutto ai Consacrati, in materia di carità e di misericordia.

56 commenti:

Anonimo ha detto...

che dire di queste Autorità ? da misericordiosi a ......miserabili!
O sono sempre stati miserabili anche quando si definivano misericordiosi ?

Enrico ha detto...

Sono notizie che, nello stato attuale, fanno bene.
Mostrano senza infingimenti cosa pensa la gerarchia, anche dei fondatori dei FI.
E mostrano luminosi esempi di frati che scelgono la via della resistenza irregolare per restare fedeli a NSGC e alla loro vocazione.

mic ha detto...

E mostrano luminosi esempi di frati che scelgono la via della resistenza irregolare per restare fedeli a NSGC e alla loro vocazione.

Purtroppo non vengono alla luce e credo che ciò non faccia bene né a loro (che tanto peggio di così!) né ai fedeli.

Anonimo ha detto...

non vengono affatto alla luce, la gente non ne sa nulla, tutto è OCCULTO al grande pubblico per non guastare la propaganda pro-Bergoglio.
Vera disinformatja di regime.
E i frati non reclamano diritti, ma non so se questa si possa lodare come obbedienza gradita a Dio.

Enrico ha detto...

E una curia così piccata e scomposta? Certo la faccenda non gli è indifferente ...
Ma forse mi sbaglio

Enrico ha detto...

Per "luminoso" non intendevo "pubblico".
Mi rallegra sapere che ci sono Frati che cambiano aria, anche se extra moenia non se ne sa gran che.
Tutto qui.

Mazzarino ha detto...

Si rifacevano a padre Kolbe. Quello che aveva capito sul nascere l'azione massomarrana sui massimi livelli della Chiesa Cattolica. Quello che disse che l'ecumenismo è il Nemico dell'Immacolata. Andarono alla marcia per la vita senza se e senza ma, mentre la gerarchia trattava su aborto ed eutanasia.
Dovevano essere annientati o almeno misericordiosamente lobotomizzati. E' vero che nasceva il problema degli sguardi fissi che non piacciono al segretario generale della CEI ma è anche vero che oggi è la psicologia che nella Chiesa "fa miracoli". Vista la porcata del questionario, se mastro volpino dice 15 è quasi certo che debba leggersi almeno 150. E se il vescovo di Roma invita ad aprire canoniche e conventi a musulmani ed immigrati, "starebbe bene" che un altro vescovo non accogliesse dei confratelli? Suvvia, la novità sta proprio qui. E' nato un asse fra molti vescovi che intendono accoglierli e probabilmente è pronto un nuovo statuto.

Esistenzialmente Periferico ha detto...

Non ti sbagli. La Curia Generalizia dei FFI risponde in modo inviperito:

1) tentando di minimizzare: sarebbero solo una "quindicina" di sfigati

2) tentando di impaurire: da "due mesi" ancora non avrebbero trovato un vescovo

3) trasformando il proprio vero terrore (che quella richiesta di dispensa dilaghi) in un atto di autoassoluzione ("visto? sono scappati tutti grazie a Rorate Caeli, mica per colpa del Kommissariamento!")


Piccola nota a margine: la nota inviperita della Curia Generalizia prima dice una quindicina e poi subito dopo dice quindici frati. Quattordici no? Sedici no? È già diventato un numero preciso? Questa smania di precisione con le cifre tonde tonde è tipica dei comunicati sovietici.

Le menzogne hanno le gambe corte: ma quando la Curia Generalizia verrà largamente smentita dai fatti, ricorderà la propria autoassoluzione: è stata tutta colpa di un blog "anglofono" vicino al "mondo tradizionalista" che ha lanciato la campagna di "emulazione"...

mic ha detto...

ricorderà la propria autoassoluzione: è stata tutta colpa di un blog "anglofono" vicino al "mondo tradizionalista" che ha lanciato la campagna di "emulazione"...

Così come ripeterà il mantra ricorrente per menti e cuori assopiti o disattenti o distratti o lontani: che l'accanimento sarebbe causa delle nostre perorazioni nonché di quelle di de Mattei et alii che peraltro sono state riprese e condivise dall'Orbe cattolico non solo tradizionale e persino da fonti laiche mosse da onestà intellettuale se non dal sensus fidei cattolico.

Regina, sine labe originali concepta, ora pro nobis!

bernardino ha detto...

Ricordiamoci sempre che Dio, certi Papi li dona, certi li tollera e certi li infligge.
Siamo nel mese Mariano, il Rosario tutti i giorni e Dio ci ascolta mentre la Vergine SS.ma ci protegge.

Luisa ha detto...


Riporto qui il mio commento che in un precedente thread segnalava l`articolo di Mil.
Mil riprende e commenta il comunicato della nuova "Curia generale" dei FFI, che non è solo "severo" ma sprezzante e riflette l`aria che respirano i frati sottoposti al nuovo corso.
Solo un appunto all`articolo della Redazione di MIl che incita i nuovi dirigenti a seguire l`esempio di papa Bergoglio.
È perfettamente vero che se si conformassero alle parole riccorrenti del Papa sulla Misericordia, il commissario e i suoi aiutanti avrebbero un altro comportamento, è molto intelligente, corretto e giusto, ricordare quelle parole e rimandare quelle persone all`esempio dato dalle parole del Papa, ma Mil, e chi è informato con loro, non può ignorare che nella Chiesa non si muove foglia che papa Bergoglio non voglia, che è il Papa stesso ad aver voluto la soppressione della Messa Antica, che Volpi agisce seguendo le istruzioni e direttive del Papa, che è senza alcun dubbio la certezza di avere l`appoggio incondizionato del Papa che li rende così sicuri del loro potere.
Fra le parole e gli atti non c`è sempre coerenza, quel che stanno subendo i FFI è un esempio, ahinoi evidente, dell`incoerenza fra certe parole e la realtà dei fatti.

Anonimo ha detto...



La reazione stizzita di chi dirige attualmente i Francescani dell`Immacolata, o quel che resta di quella fiorente Congregazione, conferma in poche righe la loro antipatia per chi ha una sensibilità tradizionale ("il mondo tradizionalista"), la loro avversione per chi dirigeva in precedenza l`Ordine, hanno potuto esautorarli ma non sono riusciti ad espellerli dal cuore dei frati, non resta loro che tentare di renderli responsabili di quel che loro, e solo loro, stanno facendo, e cioè sabotare e distruggere.
Inqualificabili, infine, le parole su quei "quindici chierici" che non avrebbero trovato un solo vescovo per accoglierli.
Reazione stizzita che conferma l`aria che spira in quell`ambiente.
Avrete infine notato che se smentiscono a modo loro la notizia data da Rorate Caeli, non dicono una parola sull`altra notizia e cioè il piano di fare confluire forzosamente i frati francescani dell'Immacolata nell' Ordine dei Frati Minori Cappuccini.

Anonimo ha detto...

Sono sempre più convinto che FI siano stati eliminati perchè erano un fortissimo baluardo spirituale di fronte al Mondo. E ciò era chiaramente intollerabile secondo i canoni della Nuova Chiesa rigidamente conforme ai dogmi progressisti del suddetto Mondo con il quale si identifica completamente. Nell'ultimo anno avete mai letto una sola sola presa di posizione della Nuova Chiesa che fosse in contrasto a quelle laiche progressiste e relativiste?
Miles

Esistenzialmente Periferico ha detto...

Sono convinto che quel comunicato della Curia Generalizia (che era pronto da chissà quanto tempo) va letto anzitutto come Autoassoluzione Preventiva.

Come in Unione Sovietica, quando ci si accorgeva di non rispettare le assurde tappe del Piano Quinquennale, si apriva la caccia ai sabotatori e si "ritoccavano" le previsioni in modo da far quadrare i bilanci.

Immagino certi Cappuccini che già pregustavano di ripopolare i propri desolanti conventi con oltre trecento vocazioni in un sol colpo (obbligate attraverso il voto di ubbidienza - e arbitrariamente - a non celebrare Vetus Ordo)... E' logico che avessero pronta da tempo almeno un'autoassoluzione preventiva, anche se sembra ridicola: "è tutta colpa di un blog anglofono!"

Come dice il proverbio: il Volpi, e l'uva.

Anonimo ha detto...

Conosco frati usciti da questa communità, che a ragione della loro altissima fidelità a Cristo e al Magisterio, non hanno trovati vescovo dopo

5, 10, 20 anni....

L'odio dei modernisti per quest'ordine non è commiciato con Bergoglio...

Osservatore

Anonimo ha detto...

Conosco frati usciti da questa communità, che a ragione della loro altissima fidelità a Cristo e al Magisterio, non hanno trovati vescovo dopo

che fine hanno fatto i vescovi cattolici?

Anonimo ha detto...

Dobbiamo svegliarci alla realtà e vivere senza gli occhiali della coretezza politica ecclesiastica:

1) al Concilio i Modernisti hanno preso controllo della gierarchia cattolica

2) hanno promulgato documenti pieni con espressioni dubbie e eronnee

3) hanno usato il loro potere politico ecclesiastico per scegliere uomini eretici o deboli come vescovi e superiori

4) hanno eliminato dai seminarii tutti gli uomini con vocazioni sopranaturali che hanno la virilità per combattergli

5) hanno mantenuto un progresso verso apostasia lento lento per nascondersi

6) stanno preparando tutto per transformare la Chiesa Cattolica visibile alla Chiesa Anticristica

7) hanno prevalsi in quasi tutti i campi tramite un coerenza e lealtà ai loro principi assoluta e severissima

8) hanno fatto un quasi dogma: che non esiste verità in materia di fede, insegnando che la Tradizione e la Scrittura non è una regola per la Chiesa

--------

I cattolici hanno inveche nascosto se stessi in gruppetti e non hanno fatto l'unica cosa che possano fare per fare nascere la vera Chiesa...

cioè agire come Chiesa e scommunica gli eretici, nominandoli in persona...

-------------

Inveche abbiamo religiosi e sacerdoti e vescovi che vogliano fare comprimisi...

Romano

Anonimo ha detto...

Conosco almeno due vescovi che hanno già dato la loro disponibilità ad accettare i potenziali "ex FI", potenziali perhè finora è stato negato loro il permesso di uscire dall'Istituto proprio dal komissarien ... sono lì in attesa, nel rispetto dell'obbedienza, nella mansuetudine e nella profonda fede nella loro protettrice e padrona, l'Immacolata !
Ave Maria!

Luisa ha detto...

Sempre nella serie ci sono le parole e ci sono i fatti, oggi papa Bergoglio prima del Regina Coeli ha detto:

"Allora, davanti a questo conflitto, gli Apostoli prendono in mano la situazione: convocano una riunione allargata anche ai discepoli, discutono insieme la questione. Tutti. I problemi infatti non si risolvono facendo finta che non esistano! Ed è bello questo confronto schietto tra i pastori e gli altri fedeli.

«I problemi nella Chiesa – ha esortato Bergoglio - si risolvono confrontandoci, discutendo e pregando, con la certezza che le chiacchiere, le invidie e le gelosie non potranno mai portarci alla concordia e alla pace. Quando lasciamo allo Spirito santo la guida lui ci porta all'armonia. Niente chiacchiere, niente invidie e niente gelosie. Avete capito bene?».


Sì, abbiamo capito bene, e vorremmo che non fossero solo parole martellate a chi ascolta ma che chi le pronuncia sia il primo a farle sue e ad imporne la pratica a chi dipende da lui ed esegue le sue direttive.
Confronto schietto: c`è forse stato con i FFI?
È stato dato un seguito positivo alla loro domanda di essere ricevuti in udienza dal Papa per poter difendersi dalle accuse?
I responsabili dei FI sono stati ricevuti e ascoltati?
Sono state ascoltate le testimonianze, le suppliche, dei fedeli privati della loro guide spirituali e della Santa Messa Antica?
Ci sono le parole, tante parole, e ci sono i fatti, se, o quando, i fatti contraddicono pesantemente le parole dette da colui sulla coerenza del quale i cattolici dovrebbero contare e fidarsi, quelle parole corrono il rischio di finire per essere solo delle parole.

Rr ha detto...

Luisa, quelle parole, come quelle pronunciate mesi fa in almeno due occasioni, sono un' ingiunzione a non lasciar trapelare nulla, a far in modo che non un solo sussurro di dubbio, critica, disapprovazione, esca dal Vaticano. E che la si smetta di scrivere articoli o rilasciare interviste nelle quali si osi riaffermare la sana dottrina cattolica contro le aperture al mondo. Si lavino i panni sporchi in famiglia. altrimenti, alla prossima, scatta la Siberia- magari reale.
Rr

Zag ha detto...

"È solo una strategia sabotativa e distruttiva degli ex superiori che non vogliono l'uscita dalla crisi per motivi ideologici e d'interesse personale"

Trovo gravissima un'affermazione così generica. Bisognerebbe dire con chiarezza quali sono tali motivi ideologici e d'interesse personale in modo che il popolo di Dio sappia e possa capire perché viene distrutto un Ordine religioso.

Anonimo ha detto...

i fi sono un baluardo della fede cattolica, ecco perché messi a tacere. ricordiamo i diversi saggi in cui si parla di legami stretti tra chiesa e massoneria.
l'animale se non lo domi lo uccidi.
specie se questo animale è dotato di intelligenza.

RAOUL DE GERRX ha detto...

"«La misericordia di Dio è una carezza sulle nostre ferite»", déclarait récemment Bergoglio (7 aprile 2014).

La miséricorde de Dieu, oui.

Mais la miséricorde de Bergoglio n'est rien d'autre qu'un coup de pied au cul et elle est indigne d'un chrétien.

Anonimo ha detto...

Si, sono stati ricevuti da Parolin a febbraio erano in tre, a nome del deposto governo FFI, in udienza.
Hanno parlato a lungo ed esposto le loro motivazioni e consegnato una memoria.
Il Papa conosce anche la loro versione e difesa.
Non è un procedere strabico come credete.

mic ha detto...

Il Papa conosce anche la loro versione e difesa.
Non è un procedere strabico come credete.


E' un'informazione che sembra attendibile.
Che si possa sperare?
Vedremo...

Cattolico ha detto...

@ Anonimo (Romano) 22.38
La sua analisi in 8 punti, caro Romano, è degna di una "leectio magisdtralis", soprattutto perché aliena da compromessi, clerically correct, timore reverenziale, tutte cose su cui contano questi tiranni modernisti per consolidare il loro potere. Siamo in una vera e propria guerra, di religione oltre che di finanza e di politica massonica. Il diavolo ha lanciato il suo attacco finale, non lasciamoci confondere dalle falsità tipo misericordia beergogliana, o se si esce dall'0euro e dall'Europa si muore, oppure prendiamoci tutti i clandestini dell'Africa, spesiamoli noi (vitto, alloggio, cure mediche), faranno una bella vita gratis mentre i nostri poveri sui suicidano. Su la testa, amici (ricordate il film omonimo?), bisogna combattere la buona battaglia, che San Pio X e Pio XII ci aiutino da Lassù, pace e bene

Enrico ha detto...

Scusate la domanda ingenua, sono geograficamente lontanissimo da Roma e dalle notizie che vi circolano ...
Sperare in che cosa?

Anonimo ha detto...

No, quelle parole ripetute in modo martellante sono un monito a tutti coloro che non la pensano come lui, chi non s'accoda zitto e a casa, fra un po' verremo silenziati tutti quanti, laici e religiosi (pochi) che non accettano la NCB.....mala tempora currunt.....dictator perpetuus...

Annarè ha detto...

Il Papa uomo dei media è sicuramente informato più di noi su ciò che capita a questo ordine, il fatto è che ha cose più importanti da fare, tipo il settimanale novella 2000 in versione Vaticano 2000, poi deve viaggiare, telefonare,scrivere altri 150 libri, mica può pensare ai FFI, anzi meglio che spariscano in fretta un problema in meno da affrontare. Sveglia che è di, stiamo parlando di apostasia.

mic ha detto...

Enrico,
ad essere realista devo darti ragione.
L'unica speranza è nell'imprevedibilità del vdr...

Anonimo ha detto...

Antonio Socci sulla sua pagina facebook:


UNO DEI GRANDI SCANDALI DELLA CHIESA DI OGGI

Prosegue il vergognoso e immotivato smantellamento della famiglia religiosa più obbediente, orante e ascetica, piena di vocazioni: i Francescani dell'Immacolata.
Con metodi improntati al disprezzo della persona umana. Fino alla crudeltà!
QUANDO SI METTERA' FINE A QUESTA VERGOGNA????
FINO A QUANTO SI DOVRANNO VEDERE LE PECORELLE PIU' FEDELI PRESE A CALCI E GLI ANTICRISTIANI AFFETTUOSAMENTE RICEVUTI E VEZZEGGIATI ?
SI RINCORRE L'ELOGIO DELLA "REPUBBLICA" MA SI DIMENTICA CHE BISOGNA PIACERE A DIO PIUTTOSTO CHE A SCALFARI E A PANNELLA.
UN GIORNO VERRA' PER TUTTI IL GIUDIZIO DI DIO !!!
E QUEL GIORNO NON E' LONTANO PER NESSUNO !!!

Enrico ha detto...

A chi attribuisce la responsabilità del tutto Socci?
Papa Francesco sarebbe ancora una volta non informato e male informato dai cattivoni che lo circondano?

Cattolico ha detto...

Amici, l’Italia s’è desta..hem, volevo dire, Socci s’è desto, evviva ! speriamo che non cambi più idea e prosegua a far sentire la sua voce, alta e forte, perché ha una gran risonanza nel mondo del giornalismo cattolico. Bravo Antonio, mi congratulo con te.

Luisa ha detto...



" Si, sono stati ricevuti da Parolin a febbraio erano in tre, a nome del deposto governo FFI, in udienza.
Hanno parlato a lungo ed esposto le loro motivazioni e consegnato una memoria.
Il Papa conosce anche la loro versione e difesa.
Non è un procedere strabico come credete. "


Chi può garantirci la verità di quel che afferma l`anonimo?
Possiamo sperare, e vorrei credere, che sia una versione credibile, ma a noi, ai fedeli, non è arrivata nessuna conferma.
Perchè tacere quell`incontro, se è avvenuto, perchè dare la parola solo all`accusa, perchè mostrare solo le foto, la foto, del Papa con i frati dissidenti, perchè comunicare gli incontro di Volpi con Bergoglio, e tacere , se è vero, che alcuni responsabili( ex) dei FI hanno incontrato Parolin, perchè padre Bruno che dirige il sito dei Fi non ne ha dato notizia?
Posso già immaginare le eventuali risposte: per padre Bruno la risposta è evidente, per il resto, perchè bisogna saper essere discreti e prudenti, perchè è meglio far tutto sulla punta dei piedi e della lingua, e via dicendo, forse è vero, forse chi lo pretende ha ragione, quel che io osservo sono i fatti, l`ultimo è un comunicato della nuova curia generale dei FI che dà ben poco da sperare sull`esito di quel commissariamento ideologico.
Non c`è nessun strabismo, i fatti parlano, i soli ad aver diritto di parola sono le autorità "en place", sappiamo chi gestisce i loro mezzi di comunicazione, e come se ne serve, visti i provvedimenti presi nessun dubbio può sussistere sui loro pensieri e anche sui sentimenti che nutrono verso coloro che stanno commissariando, l`ultimo comunicato li riflette in modo purtroppo evidente.
Basta osservare che padre Volpi, e chi lo aiuta, mentre stanno smantellando l`Ordine dei FFI, accusano gli ex-superiori dell`Ordine di tentare di sabotare e distruggere quel che loro stessi hanno iniziato e "costruito" con amore, impegno, umiltà e totale dedizione, nel rispetto del Magistero e nell`obbedienza e fedeltà alla Chiesa!

Annarè ha detto...

Credo che questa persecuzione sempre più dura ed assurda sia una grazia, speriamo che sia accolta, nel senso che finchè c'era un Papa che aveva almeno la parvenza di essere quanto meno ragionevole e di buon senso, ora sparendo pure questa parvenza, siamo tutti obbligati a svegliarci e a decidere dove stare. Non ci si può più arampicare sugli specchi, non è più possibile continuare a dire che il Papa non sa, che il Papa non centra, questo anno di Bergoglio dovrebbe aver svegliato un po' di illusi, magari Socci si comincia a rendere conto, anche se la massa è accecata, piano, piano qualcuno si risveglia dal coma.

il maccabeo ha detto...

Salve a tutti e buona Festa di San Pietro Celestino.
I due ultimi capoversi della nota dei golpisti FIM sono un capolavoro!
Come una maestrina stizzita prima si attribuisce senza provarlo una volontá sovversiva ai superiori precedenti dei FIM e poi si sbandiera la necessitá di meditare sulla caritá!
ha ha! ci sarebbe da ridere se...vabbé!
Detto questo, I FIM sono ammirabili per pazienza e fan bene a provar ogni possibilitá di dialogo, poichè anche la FSPX ci ha provato ciclicamente e anche ultimamente dal 2000 al 2013. E´sempre buona cosa infatti rimandare la patata bollente tra le mani dell´avversario.
La situazione del 2000 peró era diversa per la FSPX. Castrillon Hoyos provó ad aprire e pure Benedetto XVI fece verso la Tradizione e la FSPX quel che nessuno si aspettava anche fra i piú ottimisti. Ma qui i FIM sperimentano il cammino inverso: continue chiusure di commissari e golpisti e indifferenza, nel migliore dei casi, da parte del ...Papa della misericordia!
Dal mio modestissimo nulla invito i FIM di buona volontá a prendere contatto con Mons. Fellay per continuare con la FSPX una battaglia che dura da 45 anni, ma stavolta facendo pressione sugli ammodernanti che occupano il Vaticano non dalle relativamente lontane Svizzera, Francia e Germania, ma dall´Italia, e se possibile da Roma stessa, riaprendo ad es. quelle realtá cosí belle come i Seminari FIM, che sono la speranza fondamentale della Chiesa.
Finché a Roma non si sentiranno il fiato della Tradizione sul collo gli eco che giungono d´oltr´alpe, per quanto rispettabili, avranno poco effetto.
Bisogna aumentare la presenza della Tradizione in Italia e possibilmente a Roma. Ogni volta che la si fraziona si perde terreno nelle stanze vaticane.
E´la mia opinione...e la condivido!
Un saluto agli ottimi blogger e soprattutto alla sua autrice.

Annarè ha detto...

Concordo in pieno con Maccabeo.
Il fatto è, che non è sotto assedio solo l'ordine dei FFI, ma è proprio la tradizione e pertanto la fede ad essere colpita, pertanto sarebbe quanto meno ora di prendere coraggio e fare ciò che è giusto, mica solo per se stessi, ma per le anime, l'Italia, Roma sono assediate ed è ora che siano gli italiani a difendere la fede. Bisogna resistere e costruire buoni seminari, buone scuole, dare cose buone alle anime abbandonate da chi le dovrebbe nutrire e dovrebbe badare alla loro salvezza. Oggi ogni illusione dovrebbe crollare difronte a questo macello e l'atto più caritatevole è ricordarsi che per ogni anima Gesù si è fatto crocifiggere, poteva anche obbedire ai farisei, ma è morto per le nostre anime. Se il male imperversa, è perchè i buoni non fanno nulla. Orami non c'è più nulla, bisogna ricostruire tutto e stiamo ancora qui a cercare il dialogo con chi a mollato la fede, con i sordi ed i ciechi, quando ci sono anime da salvare (le nostre in primis) e un mondo da ricostruire secondo il Cuore di Gesù? Non siete soli, se anche non ci fosse nessun uomo di cui fidarsi, c'è sempre Dio e la Madonna. Se hanno salvato ancora una volta la FSSPX nonostante le bufere, non salveranno pure i FFI che si schierano sotto la loro bandiera? Penso che a questo punto non ci sia altro da perdere, vi hanno tolto le cose buone, non potete neppure servire Dio come merita, che serve stare li a servire il modernismo?

Luís Luiz ha detto...

Anomalie, anomalie, anomalie... E tra poco l'anomalia assoluta a Gerusalemme.

Anonimo ha detto...

"bisogna resistere e costruire buoni seminari, buone scuole, dare cose buone alle anime abbandonate da chi le dovrebbe nutrire e dovrebbe badare alla loro salvezza. "

Se iniziative lodevoli del genere trovassero diocesi (e cioè vescovi) che le sponsorizza!
Pare non ce ne siano...

Anonimo ha detto...

Anzi, si fa il contrario:

... Il primo e fondamentale provvedimento del nuovo corso è stato diretto senza mezzi termini contro la liturgia del 1962 approvata dal B. Papa Giovanni XXIII, e di nuovo autorizzata dal Papa Benedetto XVI nel 2007; tuttavia in più sedi si è precisato dai responsabili che non è la liturgia l’oggetto della “correzione materna” da parte della Santa Sede. Poi si è chiuso il seminario. Dunque all’origine di tutto il male dei Francescani dell’Immacolata c’era il seminario, cioè il metodo didattico dei professori, oppure la materia che insegnavano, forse non conforme alla dottrina della Chiesa? - No – è stato risposto. - Il seminario è stato chiuso perché il numero degli studenti (circa 60!) era troppo esiguo -. Quindi la preoccupazione da parte della Sacra Congregazione dei Religiosi nei confronti dei FI era il numero troppo esiguo dei seminaristi. Meglio quindi chiudere, durante l’anno scolastico appena iniziato (il 9/12/2013), e far perdere almeno un anno di studio a tutti i seminaristi, sospendendo pure le ordinazioni sacerdotali e diaconali. Questa è sembrata la via più adatta per rinnovare la vita religiosa! Bisognerebbe allora applicare lo stesso criterio un po’ a tutti i seminari di oggi, soprattutto nei paesi occidentali, vista la mancanza generale di vocazioni, molto più che tra i Francescani dell’Immacolata che prima del commissariamento avevano un incremento delle vocazioni del 200% annuo; caso davvero raro di questi tempi! Più che provvedimenti correttivi per l’Istituto sembra di aver davanti agli occhi la Favola di Pinocchio (1883) di Carlo Collodi: «Quel povero diavolo è stato derubato di quattro monete d’oro: pigliatelo dunque e mettetelo subito in prigione» (cap XIX): la logica del giudice di Pinocchio è la stessa delle nostre nuove autorità....

http://www.riscossacristiana.it/il-peccato-contro-lo-spirito-santo-ed-francescani-dellimmacolata/

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Cattolico ha detto...

@ Maccabeo. Sono completamente d'accordo con lei, caro Maccabeo: bisogna stare col fiato sul collo ai modernisti, VdR incluso. E' a Roma che i FFII dovrebbero proseguire il loro cammino, seguire il loro carisma, gettando letteralmente alle ortiche Volpi e soci, finalmente liberi di quella libertà che viene da Cristo stesso, non dai falsi ipocriti della misericordia a senso unico! Da qualche tempo frequento la FSSPX e non vi dico che gioia ! ho ritrovato l'ambiente sereno e sincero della chiesa della mia fanciullezza e giovinezza (fino a metà anni '60). al confronto la chiesa attuale è un vero e proprio incubo, da ridere o da piangere. Preghiamo tutti per l'adesione dei FFII alla FSSPX, è l'unico modo per non perdere questa grande grazia del Signore: la presenza di questi santi Padri tra di noi. Pace e bene

Anonimo ha detto...

Che poi a ben guardare se per i FFI non ci fosse da piangere tutta questa storia sarebbe grottesca.Francesco il misericordioso dica apertamente una volta per tutte dove vuole andare a parare.Cosa rimprovera a questi frati? Cosa hanno fatto di così sbagliato? Ma tenere loro in castigo ,senza spiegarne il motivo ,mentre si ostenta massima cordialità ad un don Ciotti,è veramente ingiusto.In che mani è finita la Chiesa Cattolica. Bobo.

Anonimo ha detto...

in consonanza con le domande di Enrico, iero ho postato alcune righe circa Socci: commento censurato, tuttora non ho capito il perchè....

Anonimo ha detto...

beato lei Cattolico....come vorrei ritrovarla anch' io quella Chiesa, la vera Chiesa di sempre !.....non tutti avranno questo privilegio prima di morire

Anonimo ha detto...

...l'Italia, Roma sono assediate ed è ora che siano gli italiani a difendere la fede. Bisogna resistere e costruire buoni seminari, buone scuole, dare cose buone alle anime abbandonate .....

belle parole...ma qualcuno potrebbe dire che sono "un proclama" di gente fanatica e ribelle, che non vuole accettare il "nuovo corso della Chiesa, da cui indietro non si torna!"....

Anonimo ha detto...

gettando letteralmente alle ortiche Volpi e soci, finalmente liberi ....
ah certo !....ma in che modo, concretamente ? con quale mandato di espulsione, rilasciato da quale autorità che autorizzi questo "gettare alle ortiche"?

Anonimo ha detto...

“Nel momento decisivo di questa crisi, un personaggio non canonicamente eletto, elevato al soglio pontificio, si adopererà a propinare sagacemente a molti il veleno mortale del suo errore. Mentre gli scandali si moltiplicheranno, la nostra congregazione religiosa sarà divisa tra altre che saranno completamente distrutte, perché i loro membri non si opporranno, ma consentiranno all’errore. Ci saranno così tante e tali opinioni e divisioni tra la gente, e tra i religiosi e i chierici che, se quei giorni malefici non fossero abbreviati, come annunciato dal Vangelo, anche gli eletti cadrebbero nell’errore (se fosse possibile), se in tale uragano non fossero protetti dall’immensa misericordia di Dio...."

(Profezia di S. Francesco in punto di morte)
------------------
i loro membri non si opporranno, ma consentiranno all’errore.

Linus ha detto...

Salve, gradirei sapere la fonte della profezia di S.Francesco postata dall'anonimo delle 17,37.

bruno ha detto...

E mentre noi discorriamo alacremente:
Il papa destituice un vescovo argentino, tiene discorso alla cei ("non rifugiarsi nel passato....aprire alle diversità...."), le suore dell'Immacolata ricevono visite.....sgradite......

Cattolico ha detto...

@Anonimo 17:19 Caro anonimo, con la frase "gettando letteralmente alle ortiche Volpi e soci..." intendevo saltare il fosso, aderire alla FSSPX, costi quello che costi, pur di continuare ad essere sé stessi, consapevole che bisogna ubbidire a Dio prima che agli uomini, figuriamoci poi a dei veri i propri tiranni disumani, che più niente hanno di cristiano, di evangelico amore del prossimo. Ne va del bene delle anime, non solo delle loro 8fei FFII) ma anche di quelle che essi potrebbero così salvare dalla confusione e dall'accecamento. Eh su, santi Padri FFII, fatelo per noi, se non lo volete fare per voi stessi, è una preghiera sincera.

mic ha detto...

Ringrazio il Maccabeo, sono felice di incontrarlo qui. Ricordo di essermi dempre trovata in sintonia leggendolo sul blog di Tornielli che non seguo più ormai da tempo.
Sursum corda, da famuli del Signore :)

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 17,17 :il nuovo corso della Chiesa da cui indietro non si torna? E chi lo dice? Capisco che Francesco sembra ringiovanito di 20 anni almeno da quando è diventato Papa ma si parla pur sempre di un uomo di 77 anni.Bobo

anonimo 17:37 ha detto...

x Linus

tantissimi siti web riportano quella profezia, ad es. leggetela completa su

http://it.gloria.tv/?media=539562
col testo latino sottostante,
in cui è fin troppo chiara la conclusione:

"Vitæ sanctitas a suis professoribus habebitur in derisum, quare dignum non pastorem, sed exterminatorem mittet illis Dominus Jesus Christus".

la fonte è:

Opera Omnia S. FRANCISCI ASSISIATIS, col. 430 Paris Imp. Bibliothèque écclésiastique 1880 (dalle annotations de Louis-Hubert Remy)

Annarè ha detto...

Il problema principale è che non si può cooperare con il male, nemmeno per obbedienza. E siccome il modernismo è un'eresia già condannata da tempo, perchè sottomettersi ad essa? Qui non è più in causa l'umiltà e l'obbedienza, sempre dovute in sittuazioni normali, qui ci si domanda a chi state obbedendo, chi state servendo?

Anonimo ha detto...

Ai posteri l'ardua sentenza
http://www.riscossacristiana.it/salus-animarum-suprema-lex-di-roberto-de-mattei/

Anche a Radiomaria Don Nicola Bux e' " aparecido "
quindi sembrerebbe che il vulnus sia proprio la Messa VO !?!