domenica 1 ottobre 2017

1 ottobre 2017. Continuiamo l'Operazione 'Assalto al Cielo' del 1° di ogni mese col Cardinale Burke

Rimaniamo fedeli a questa esperienza forte di preghiera che ci vede uniti già da oltre un anno. E intensifichiamola, soprattutto in relazione alle recenti vicende che vedono il nostro Cardinale, impegnato a riaffermare con parresìa l'insegnamento costante della Chiesa. Ricordiamo che quest'anno ricorre il centenario delle apparizioni di Fatima.
Chi è interessato può consultare i precedenti a partire da qui.

Oggi, domenica 1° ottobre, come il primo giorno di ogni mese, Sua Eminenza il Cardinale Raymond Leo Burke celebrerà la Santa Messa alle h 7:00am a Roma, presso la sua Cappella privata, e, dopo, pregherà il Santo Rosario per 'prendere d'assalto il Cielo' con la Preghiera. 

Ricordiamo a tutti voi, compagni Guerrieri del Rosario che ci uniremo dai quattro angoli della terra per elevare insieme la nostra voce al Cielo. Gli oltre 99.000 Guerrieri del rosario reciteranno il Santo Rosario e prenderanno d'assalto il Cielo con la Preghiera, in unione alla Santa Messa celebrata dal Cardinale Burke.
Quando direte il vostro Rosario, ricordate di pregare per le intenzioni di tutti i Guerrieri del Rosario, così come loro pregano anche per le vostre.
« Il potere del Rosario è superiore ad ogni descrizione! » affermava l'Arcivescovo Fulton Sheen. Usate dunque questa preghiera potente per prendere d'assalto il Cielo e rivolgere a Dio e alla Benedetta Vergine Maria le seguenti intenzioni:
  • In riparazione dei peccati e delle offese nei confronti del Cuore Immacolato di Maria;
  • Per il Papa, per vescovi, preti e religiosi in tutto il mondo. Che possano crescere nell'amore di Dio e della Sua Santa Chiesa. E che possano avere la forza, la saggezza ed il coraggio per insegnare sempre la Verità, difendere la Fede e condurre le anime alla salvezza eterna;
  • Perché la cultura della vita sconfigga la cultura della morte;
  • Perché tutti coloro che tutelano l'ordine e la giustizia possano essere protetti da San Michele Arcangelo nel compimento dei loro doveri quotidiani;
  • Perché ognuno di noi cresca nella devozione alla Vergine Benedetta e si radichi sempre più nel Sacro Cuore di Gesù;
  • Perché possa essere dissipata ogni confusione dai cuori e dalle menti di tutti gli uomini e possa risplendere in essi la Luce della Verità;
  • Per le nostre famiglie e per l'istituto familiare così sotto attacco nel nostro mondo;
  • Per la conversione di tutti alla vera fede e perché i peccatori cambino vita;
  • Perché si estenda sempre più la schiera delle anime fedeli;
  • Per la nostra amata Nazione e per ogni nazione della terra. Noi italiani preghiamo anche perché l'Italia non venga travolta dal nemico esterno (invasione musulmana + poteri forti) e da quello interno; perché ritrovi la sua unità nel vero Cattolicesimo;
  • Per tutte le intenzioni personali che vengono affidate alla Operation Storm Heaven 'Operazione Assalto al cielo'

19 commenti:

Anonimo ha detto...

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/chiesa-ormai-divisa-e-protestantizzata-1447729.html

tralcio ha detto...

L'avrete visto: Foglietto della Santa Messa -oggi, quarta pagina.

«MENTRE il passato non può essere cambiato, la memoria e il modo di fare memoria possono essere trasformati. Ci impegniamo a crescere ulteriormente nella comunione radicata nel battesimo, cercando di rimuovere i rimanenti ostacoli che ci impediscono di raggiungere la piena unità». Così recita la Dichiarazione congiunta che papa Francesco e il vescovo Munib Younan, presidente della Federazione luterana mondiale (Flm) hanno firmato il 31 ottobre, a Lund, in occasione della preghiera ecumenica in cui luterani e cattolici hanno commemorato insieme la Riforma di Martin Lutero e i 50 anni del dialogo ecumenico avviato tra Cattolici e Luterani con il Concilio Vaticano II. Un evento che ha aperto il Giubileo delle Chiese protestanti: a mezzo millennio dall’affissione sul portone della chiesa di Wittenberg delle 95 tesi di Lutero contro le indulgenze, le due Chiese esprimono gratitudine per i “doni spirituali e teologici” della Riforma protestante e mettono al centro della loro testimonianza la riconciliazione, il superamento delle fratture storiche, il riconoscimento degli errori, l’accoglienza dello straniero.
Un appello viene lanciato «a tutte le parrocchie e comunità luterane e cattoliche, perché siano coraggiose e creative, gioiose e piene di speranza nel loro impegno a continuare la grande avventura che ci aspetta». Da notare che mentre si sottoscriveva la dichiarazione teologica, Caritas internationalis e il World service della Flm firmavano un accordo di collaborazione per la costruzione della pace, per i poveri, i profughi, i migranti e lo sviluppo sostenibile. Perché ecumenismo teologico ed ecumenismo pratico non possono andare disgiunti. Vittoria Prisciandaro

Vangelo odierno: pubblicane e prostitute passeranno davanti a certi credenti. Eh sì, perchè non basta credere se non c'è pentimento per il peccato. E se c'è pentimento si cambia vita.
Gesù trasforma, non "copre". Non basta dirsi peccatori se non c'è proponimento di conversione. Troppo comodo. E se un uomo "disturbato" 500 anni fa ha pensato di togliere spazio alla conversione, per ridurre tutto a una professione di fede che "significa" qualcosa, ma senza toccare la sostanza, beh, si facciano pure tutte le tavoltate che si vogliono, ma non c'è intimità con Gesù crocifisso. Non rinnego niente di me, ma lo affermo, peccando "fortiter", stando accantro a Gesù ma senza portare la croce e seguirLo.

fabriziogiudici ha detto...

No, io non l'ho visto... Stamattina ho partecipato ad un VO, e il Signore mi ha risparmiato l'incazzatura :-) perlomeno in diretta.

Comunque ne parla anche Ecclesia Mater:

http://www.scuolaecclesiamater.org/2017/10/pensieri-su-lutero-confronto-foglietto.html

Troppi preti stanno facendo finta di niente. Devono prendere posizione.

Marisa ha detto...

° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° °


O Maria, Vergine santa,
Madre di Dio e della Chiesa,
Regina del cielo e di tutti i popoli,
Tu che sei diventata l’Onnipotente per grazia,
accogli le suppliche che deponiamo nel Tuo Cuore immacolato,
per cui mezzo arriveranno infallibili al Sacro Cuore di Gesù Tuo Figlio.
Ottieni alla santa Chiesa un Pastore universale, a Lui fedele e obbediente,
che ci indichi di nuovo le vie dell’immutabile verità che salva
e ci difenda dai lupi di questo mondo accecato e perverso.
Abbatti il potere degli empi che illegittimamente ci guidano
e suscita per noi, mediante la penitenza per i nostri e altrui peccati,
governanti sottomessi all’eterna e benefica Legge divina.
Preservaci dalle calamità della guerra con cui Dio sta per castigare il mondo incredulo
e, se proprio non può essere evitata, concedi la vittoria ai Suoi eletti,
come già facesti più volte nelle eroiche battaglie delle armate cristiane,
che salvasti Tu stessa con l’imbattibile arma del santo Rosario.
Conduci alla perfetta conversione la stirpe di cui hai chiesto la consacrazione,
attirando alla piena comunione con la Sede di san Pietro
il suo capo civile e quello spirituale;
rendila vincitrice sulle potenze avverse,
come già respinse gli invasori e resistette ai negatori di Dio.
Libera dall’oppressione dell’ateismo materialista l’immenso popolo del lontano Oriente
che è pronto ad accogliere il Vangelo di Tuo Figlio e a far fiorire le sue virtù in Cristo,
onde generare schiere di evangelizzatori al proprio interno e verso il mondo intero.
Donaci una tenace perseveranza nell’unica vera fede e nella grazia divina
mediante la preghiera, i Sacramenti e l’osservanza dei Comandamenti,
perché possiamo essere protetti da tutto ciò che deve accadere.
Madre della Sapienza incarnata e Signora della Sua Casa,
difendici dal complotto dei deicidi nell’attacco finale al Tempio vivente che formiamo
e guidaci illesi attraverso la grande prova che ci attende in questa vita
prima del trionfo del Tuo Cuore immacolato e dell’avvento del Regno di Gesù,
che per mezzo di Te ci conduce alla salvezza e chiama ogni uomo a conversione,
per vivere e regnare in tutti noi, con il Padre e lo Spirito Santo, per i secoli dei secoli.
Amen.
Fiat, fiat!
Santissima Madre di Dio, salvaci!

° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° °

(pubblicata da Mic il 12.03.16)

Anonimo ha detto...

Una delle critiche che i tradizionalisti muovono al Pontefice è relativa ad una presunta svolta modernista. E' così?

Intanto bisognerebbe smettere di vedere tutto ciò che sta accadendo nella Chiesa come una contrapposizione tra correnti: "i tradizionalisti" e i "progressisti". La Chiesa non è un partito e le questioni fondamentali della dottrina e della morale non sono riducibili ad "opinioni" di una parte o di un'altra. Qui si tratta di essere cattolici o non di esserlo, cattolici o protestanti, cattolici o gnostici, cattolici o sostenitori di "tutte le religioni sono equivalenti", tanto la "misericordia" (!), autorizza a fare quello che si vuole e non c'è bisogno di nessuna conversione, se non quella che aderisce al "pensiero unico" che crede nel "nuovo ordine mondiale". Come dicevo prima si tratta di una tendenza di matrice modernista e protestantizzante che è in atto da una cinquantina d'anni e che ora è venuta allo scoperto del tutto in questi ultimi anni. Era un fuoco sotto la cenere che ora è stato rinvigorito

G.N. ha detto...

Ho trovato il foglietto in una Chiesa francescana e dopo la Messa l'ho portato a casa .
L'articolo e' firmato da Vittoria Prisciandaro , chi e' costei ?
Una giornalista della S.Paolo

Un suo articolo in questo sito di filosofia orientale
http://www.gianfrancobertagni.it/materiali/misticaislamica/prisciandaro.htm

Altri articoli su FC , su Credere, sul Messaggero di S.Antonio , su Vita pastorale , su Jesus e altri periodici della S.Paolo
Scorrendo la pagina fb dalle preferenze posso farmi un'idea del suo pensiero,
https://it-it.facebook.com/vittoria.prisciandaro

In questo articolo su " comunita' cristiana di base "parla un po' di se'
http://www.cdbitalia.it/2013/10/14/40-anni-cdb-s-paolo-tracce-della-loro-presenza-a-roma/

http://www.cdbsanpaolo.it/
http://www.cdbsanpaolo.it/Cristianidibase.htm

http://www.cyberteologia.it/tag/vittoria-prisciandaro/

http://vitapastorale.it/numero-6-2017/

http://www.varesenews.it/2016/05/quarta-edizione-del-premio-cardinal-martini/520304/

Vanita' delle vanita'... ha detto...

Carlo Campanini incontra padre Pio
- da non perdere -
( durata 1:05:16 )

https://www.youtube.com/watch?v=POgDZZbOA-A

Anonimo ha detto...

Ho sentito che Sua Eminenza, il Card. Burke, avrebbe affermato in una conferenza in America che la FSSPX è scismatica e avrebbe inoltre sconsigliato di aderirvi e ricevere da essi i Sacramenti... non so più cosa pensare, davvero!

Anonimo ha detto...

Se non è follia questa:
http://www.informazioneitalia.com/rivalta-i-nostri-bambini-dovrebbero-imparare-larabo-polemica-in-consiglio-comunale/

mic ha detto...

Sul card. Burke e FSSPX
Per come lo conosco mi pare strano e improbabile. Spero riuscire a chiarire.

Anonimo ha detto...

Guarda Mic, che ti avevo anche postato il link con l'audio del card. Burke in cui diceva proprio quello che tu ritieni improbabile.

Eccolo ancora: https://akacatholic.com/breaking-cardinal-burke-slams-fsspx/

mic ha detto...

Continuo a stupirmi e non mi capacito.

Sacerdos quidam ha detto...

La FSSPX è considerata a torto 'scismatica' dal card. Burke perché essa non accetta dei punti del Vaticano II che contraddicono il Magistero perenne ed anteriore, ragion per cui la Santa Sede non le concede (ancora) la regolarizzazione canonica.
A questo punto, se fosse coerente, il card. Burke dovrebbe considerarsi altrettanto 'scismatico' in quanto si comporta esattamente come la FSSPX , non riguardo al Vaticano II ma all'Amoris laetitia, giustamente rifiutandone i contenuti (specialmente del cap.8) in quanto contrari alla dottrina costante della Chiesa in campo morale.
I paraocchi 'conservatori' del card. Burke gli impediscono però di accorgersi di questa sua plateale contraddizione.
Perché se lui ha tutto il diritto (e lo ha) di opporsi all'AL, allora la FSSPX ce l'ha altrettanto, anzi ancor più, nell'opporsi alle 'novità conciliari: e quindi, non è colpevole della mancata "riconciliazione" perché quest'ultima richiederebbe l'approvazione dell'errore. Approvazione che di recente è stata richiesta per l'ennesima volta alla FSSPX dal Card. Mueller poco prima di lasciare il suo incarico, come conditio sine qua non per essere 'riconciliati'...

Poveri conservatori, ciechi e guide di ciechi.

mic ha detto...

Prima di arrivare a conclusioni su card. Burke e FSSPX cercherei di chiarire, perché torno a ripetere che non mi convince.

Anonimo ha detto...

Sei forse sorda? Guarda che c’è l’audio a testimoniarlo!!!

mic ha detto...

Non sono sorda. Adesso ho sentito. Sono senza parole.

Certo lui parla da canonista e la situazione è complicata. Ma non si può liquidare in poche battute in termini così drastici.

mic ha detto...

E' in linea il nostro articolo pubblicato da E.P.

Sacerdos quidam ha detto...

Il card. Burke, se fosse vissuto al tempo della crisi ariana, avrebbe detto che Sant'Atanasio di Alessandria era scismatico e giustamente scomunicato, non avendo voluto 'riconciliarsi' con Papa Liberio accettandone gli ordini. Solo che quegli ordini erano contrari alla Fede, perché obbligavano S. Atanasio ad allinearsi agli intrallazzi di Liberio che giocava ambiguamente sui termini patteggiando con gli eretici.
Ma la cosa peggiore è che il Burke critica perfino la remissione delle scomuniche ai Vescovi della FSSPX operata da Papa Benedetto XVI. Questi legulei sono una vera piaga.

irina ha detto...

Tutto nasce dal fatto che hanno voluto il concilio pastorale, a priori; con valenza dogmatica, a posteriori. Detta semplice è presa per i fondelli. Soluzione:La defenestrazione di Roma del CVII.