mercoledì 13 dicembre 2017

Bologna. Intero quartiere invaso dalla sfilata islamica per Maometto

Circola sulla rete un video in cui si vedono sfilare centinaia di maschi islamici sciiti per l’anniversario della nascita di Maometto, mentre quella di Nostro Signore Gesù Cristo appare sempre più eclissata nei simboli, nelle tradizioni, nella coscienza civile con seri rischi per la vita spirituale.
Questa è Bologna in via San Donato: l’Islam cresce e avanza”, scrivono i ragazzi di Generazione Identitaria che lo hanno diffuso [qui]. In poco tempo, da una presenza musulmana insignificante, siamo arrivati a manifestazioni e sfilate che danno il senso dell’occupazione nelle nostre città. Tra qualche altro anno, se non interverranno provvedimenti seri saremo ai livelli di altre città europee.
Ciò vale nel caso proseguano i flussi attuali. Quelli del Pd. E vedremmo il nostro Paese, in pochi anni, quasi raggiungere nazioni come Francia, Regno Unito e Germania, che oggi l’Italia segue molto ‘indietro’ con poco più del 3%.
In pratica gli islamici quadruplicheranno, mentre nell’Europa in generale triplicheranno. Immaginatevi un partito islamico (già peraltro in fieri senza che nessun politico se ne preoccupi) che possa contare su un bacino elettorale di circa il 15 per cento. In pratica, nessun governo potrebbe nascere senza il consenso politico degli islamici. Del resto è lo scenario, previsto per i prossimi anni in Italia, dall’analisi demografica del noto istituto di ricerca americano Pew Research Center.
Nel frattempo, pare che pericolosissimi fascisti facciano cagare sotto gli italiani (quelli pilotati dai media di regime) che da qualche tempo non riescono a prendere sonno a fronte del pericolo fascista, nazista, sessista, nazionalista, populista, maschilista, razzista, omofobo, sovranista e via dicendo; ma non si preoccupano di fenomeni come questo e ciò che rappresentano veramente in seno alle nostre società già irriconoscibili.
Anche per questo il PD, insieme a tutte le sue altre facce, compresi i 5Stelle, deve assolutamente restare fuori dal governo.

39 commenti:

Anonimo ha detto...

Per i residui italiani :
Pensavate che facendo i carini con loro , dicendo prego , accomodatevi , non fate complimenti , avrebbero dato segni di gratitudine per l'ospitalita' ? Non lo sapevate che il personale volontario e pieno di privilegi che si da' alla politica e' solo per aumentare il senso di potere ? Non sapevate che non abbiamo piu' una Patria , che ci hanno fatto diventare una colonia ? Non capite ancora che dovevamo , per il nostro bene , alzarci in piedi ? Non capite che stiamo firmando la liberatoria per essere ammazzati ?
Il maligno trionfera' sull'Italia ?
Continuiamo a cullarci sugli allori , gli altri lavorano per noi !

Il biotestamento non è per il fine vita, ma per il fine civiltà
https://giulianoguzzo.com/2017/12/12/il-biotestamento-non-e-per-il-fine-vita-ma-per-il-fine-civilta/

Anonimo ha detto...

Dalle sezioni d’infanzia alle superiori, il tasso degli alunni provenienti da famiglie islamiche è al 15% (numeri da allarme sociale, poi dicono che non c’è invasione!) e così arrivano proteste contro l’iniziativa della Natività in tutte le scuole del consigliere delegato all’istruzione Alessandro Basso.

Protesta l’imam Mohamed Hosny: «L’albero è un bellissimo simbolo del Natale nelle scuole ed è per tutti – ha detto –. Per quanto riguarda la croce o un simbolo di chiara identità religiosa come il presepe, meglio evitarli nelle scuole. Questo, nel massimo rispetto per tutte le fedi e tutte le religioni».

E in effetti, man mano che si avvicineranno al fatidico 50 per cento, pretenderanno sempre di più. Fino all’imposizione del Corano nelle scuole. E della preghiera islamica: l’Islam si è sempre imposto attraverso l’immigrazione.
https://voxnews.info/2017/12/12/imam-contro-presepe-in-scuole-italiane-meglio-evitarlo/

irina ha detto...

Parliamone con Napolitano, Monti, Letta, Renzi, Gentiloni. No?

Anonimo ha detto...

L'Italia è morta; lo dimostra la ridicola "resistenza" contro Bergoglio da parte del "centro della cattolicità", con ancora piu ridicole "suppliche filiali". I musulmani solo occupano gli spazi vuoti lasciati dal più decadente popolo del mondo, come i massoni occupano gli spazi vuoti nel Vaticano.

mic ha detto...

Bando al disfattismo!
L'Italia non è morta, così come la Chiesa non è vinta dalle forze sovversive che pure impazzano.
La ragione della diffusione di queste notizie non è creare allarmismi, ma consapevolezza, per poter correre ai ripari finché possiamo essere in tempo.

Annalisa L. ha detto...

Sono certa,PURTROPPO,e non lo nego che...se ci fosse stata una sfilata Cristiana per Gesù per Maria e per i Santi... a casa nostra,nelle nostre città ...gli islamici avrebbero protestato contro i CRISTIANI e tutta la nostra CHIESA (UNA SANTA CATTOLICA ed APOSTOLICA) si sarebbe schierata a favore dei musulmani, per evitare di dare scandalo con la nostra religione, per far sì che si sentissero integrati ed a loro perfetto agio.
E tutto questo per rispetto totale dei nostri ospiti.
E noi ? Prostrati sempre ai loro comodi,alla loro religione,ai loro eccessi... alla paura quotidiana di un possibile attacco terroristico ...li invitiamo a pregare con noi nelle nostre Chiese ,imbarbarendo i nostri riti...
Il mite, l'umile fraticello d'Assisi, ricordiamolo sempre, andò dal Soldano per convertirlo, non per essere convertito... e fu da Lui ammirato ...

Anonimo ha detto...

Mi unisco a quanto scritto da Annalisa. Le espressioni cattoliche devono essere evitate per rispetto ai non cattolici ma non é il contrario. In Francia alla scuola dei miei figli fu chiesto da alcuni genitori SOLO per il venerdi Santo (qui non é vacanza a scuola) di poter avere il pesce alla mensa. Il Comune si rivoltò in nome della laicità statale. Tuttavia ogni giorno in cui c é carne di maiale hanno una variante per musulmani e alla festa della scuola di fine anno vietate le salsicce alla griglia, abolite. Fu proposto anche di anticiparla di molto x via del ramadam.. Vi accorgerete anche in Italia che il dialogo di cui si parla é finto. Il dialogo esiste se si ha qualcosa da dire da ambedue le parti, non se si tappa la bocca ad una delle due, non é dialogo ma imposizione.

Anonimo ha detto...

perché convertirsi al Cattolicesimo oggi ? L'Islam indubbiamente ha conservato la sua tradizione. Il solo problema è che è una religione falsa e il Cattolicesimo l'unica vera. secondo me sbagliate a ignorare la Valtorta: la sua è un'opera straordinariamente efficace sul piano dell'apologetica e non solo. Questo blog però è veramente un'oasi nel deserto. Quindi grazie mille a Mic e a tutti i collaboratori del blog !

Sacerdos quidam ha detto...

"E noi ? ...li invitiamo a pregare con noi nelle nostre Chiese ,imbarbarendo i nostri riti...
Il mite, l'umile fraticello d'Assisi, ricordiamolo sempre, andò dal Soldano per convertirlo, non per essere convertito... e fu da Lui ammirato ..."

Già. Ma ecco invece come Papa Giovanni Paolo II presentava la figura di San Francesco ad eretici, ebrei e pagani da lui chiamati, nel 1986, ad Assisi a pregare:
"Miei fratelli e sorelle, Capi e rappresentanti delle Chiese cristiane e comunità ecclesiali e delle religioni del mondo, Cari amici. Ho l’onore e il piacere di dare a voi tutti benvenuto in questa città di Assisi per la Giornata mondiale di preghiera.
... Ho scelto questa città come luogo per la nostra Giornata di preghiera in un vero silenzio interiore per il particolare significato dell’uomo santo qui venerato - san Francesco - conosciuto e riverito da tanti attraverso il mondo come simbolo della pace, riconciliazione e fraternità."
(https://w2.vatican.va/content/john-paul-ii/it/speeches/1986/october/documents/hf_jp-ii_spe_19861027_prayer-peace-assisi.html)

San Francesco ridotto a "simbolo della pace, riconciliazione e fraternità" (come si vede, Papa Bergoglio oggi non fa che continuare sulla stessa linea).
Dopo 'Assisi 1986' tutti gli altri mali son venuti da sè.

Marisa ha detto...

Caro imam Hosny,
non so da che paese musulmano lei provenga.
Le faccio comunque una domanda:
se uno di noi italiani si reca nel Suo paese di provenienza con una crocetta al collo - simbolo della nostra religione - che cosa gli accade?
Troverà "il massimo rispetto per tutte le fedi e tutte le religioni" che lei pretende dal popolo italiano?

Anonimo ha detto...

OT: Dal Giornale: Fare un funerale senza il prete? Presto sarà possibile. Nella diocesi di Bolzano-Bressanone, infatti, sta per iniziare un corso per formare alcuni cristiani laici affinché sostituiscano il clero nel celebrare i riti funebri.
Protestantizzazione sempre più spinta.

Anonimo ha detto...

Forse sarebbe il caso , come italiani , di controbattere . Senza aggressivita' , con rispetto ma con fermezza . Non contiamo sugli
altri , contiamo su noi stessi . Chi ha talenti per scrivere lo faccia , altri preghino , altri , al pari di Mons.Hinlica che incaricato da GPII di prendersi cura della Chiesa del silenzio , quando ando' in Russia , sparse per ogni dove tante Medaglie Miracolose , altri piazzino piccoli Presepi qua e la' nel proprio quartiere . Non siamo celebri per l'inventiva ?

L'Italia siamo anche noi , vivi e vegeti e possiamo aiutarci l'un l'altro a riflettere .

La Chiesa non e' vinta . Come altre volte nella sua storia e' nel tempo della Passione . Per farla inciampare hanno sfrattato anche S.Michele Arcangelo ma molti di noi lo hanno rimesso al Suo posto recitando alla fine della Messa la Sua preghiera oppure la Coroncina dei 4 Arcangeli . Molti si sono consacrati alla Vergine Maria e noi continuiamo a fare campagna elettorale per la Madonna dunque non abbiamo nulla da temere se cerchiamo in tutti i modi di rimanere tra le Sue braccia . Per il resto, quando non e' necessario , non rivanghiamo e rivanghiamo e rivanghiamo..... .

Aloisius ha detto...

Ormai non hanno più ostacoli, questo fa rabbrividire.
Per vedere la drammaticità della situazione, mi sono fatto un riassunto articolato di alcuni elementi evidenti, sotto gli occhi di tutti e più volte qui commentati.

1)AUMENTO DEMOGRAFICO DEGLI ISLAMICI.
Causato, in primo luogo, dall'aumento smisurato, scriteriato, promosso, prospettato come risorsa, di immigrati islamici.
In concomitanza, il fatto che sono poligami e che lo scopo dichiarato dell'Islam è dominare gli infedeli (Erdogan:"vi conquisteremo con il ventre delle nostre donne").
Molti europei ritengono che gli islamici vadano rispettati perchè sono tanti.

2) VIOLENZA TERRORISTICA.
"''ndo cojo, cojo" (significato intuibile anche per i non romani) da parte degli "isolati integralisti che non rappresentano l'islam".
Negazione sfacciata della matrice islamica e della violenza finalizzata al dominio comandata da Dio nel Corano.

3) FORZA ECONOMICA.
In Europa gli islamici, soprattutto sauditi, comprano, scalano banche e grandi società commerciali, mezzi di comunicazione
Gli stati arabi finanziano, direttamente e indirettamente, oltre al terrorismo, anche le moschee e tutte le iniziative per rafforzare e propagandare la religione islamica in Europa.

4) CONNIVENZA DELLE ISTITUZIONI.
Più gli islamici uccidono nel mondo, soprattutto i cristiani, o in Occidente impongono valori contrari alla stessa laicità, più ricevono rispetto, stima, difesa, accoglimento delle loro richieste. Incredibile.
I media se ne fanno portavoce, prospettano l'islam "vero" come ostaggio dei pochi cattivi,
L'islam è vittima anche dell'islamofobia, quindi lo si vuole considerare reato.

6) PAURA, IGNORANZA, SENSI DI COLPA.
L'Europa e la Chiesa hanno fatto del male per secoli ai poveri islamici, quindi "è normale" che loro adesso reagiscano in tal modo
Siamo debitori all'islam della cultura (hanno inventato i numeri, hanno tradotto i filosofi greci e altre bestialità varie....)
Conviene dire che si tutelano i diritti degli islamici, magari aumentando le moschee, invece di ammettere che si ha paura sinanche a criticarli.

7) STRUMENTALIZZAZIONE DISINVOLTA DELLE LIBERTA' CHE LORO NEGANO A NOI! come sopra già evidenziato.
L'opinione pubblica approva e chi dirige pubblici uffici li favorisce pure in nome della laicità, come ricordato da Anonimo 13.21 con quel fatto vissuto, veramente scandaloso.
Pur di levare il Crocifisso, abolire il Presepio e il Natale e vedere i cattolici emarginati - e sentirsi dei gran fichi nel fare questo! - i laicisti di sinistra e pentastellati venderebbero la madre.

8) OCCUPAZIONE DI TERRITORI DELLO STATO ITALIANO IN CUI SI APPLICA LA SHARIA.
Vedasi Molenbeek in Belgio, diventano micro-stati nello stato, in cui la polizia nemmeno osa entrare a far applicare la legge nazionale.

9) CROLLO DELLA CHIESA CATTOLICA.
Sacerdon Quidam ha ricordato, e fa bene a farlo sempre, le origini da cui nasce Bergoglio e il disastro attuale che conosciamo.
Diciamo solo che la Chiesa era l'ultimo baluardo a queste ed altre derive, mentre ora non lo è più.

Quindi abbiamo:
l'eresia al vertice della Chiesa, l'islam che avanza, il rinnegamento delle radici cristiane e di tutto l'immenso patrimonio culturale greco-romano, l'incentivazione dell'invasione e colonizzazione islamica, la già avvenuta colonizzazione culturale anglo-americana, leggi contro la vita e a favore dell'omosessualità, una crisi economica pilotata, una finta Unione Europea divenuta tiranna, l'annientamento graduale della classe media, disoccupazione e aumento della povertà, livellamento sociale verso il basso, tensioni internazionali crescenti, forse per favorire una bella guerra mondiale che riduca la popolazione mondiale

Cosa manca all'Apocalisse?
Il meteorite dallo spazio, eruzioni di supervulcani, terremoti e tsunami, ma per il resto
non vedo come non possano essere considerati segni apocalittici molto eloquenti

Sacerdos quidam ha detto...

Immaginiamo un medico che, dopo aver individuato in un farmaco assunto in passato da un paziente la causa scatenante della sua attuale grave malattia, e dopo ripetuti tentativi (inutili) di far comprendere la cosa al medico che lo ha in cura, si senta rispondere da quest'ultimo: "ma caro collega, non stia lì a rivangare e rivangare continuamente il passato. Sia positivo e faccia qualcosa di utile".
Surreale, no?

Anonimo ha detto...


IL punto essenziale per una svolta.

L'islam sì fa paura, si approfitta della nostra debolezza. Ma anche i maomettani hanno i loro problemi. C'è una guerra feroce in corso tra sunniti e sciiti da un lato, tra la componente laicizzante (proveniente dall'antico Baath, il socialismo nazionalista arabo) al potere in Egitto, in parte in Siria (con l'aiuto dei Russi), dall'altro. L'Arabia Saudita sembra abbia i suoi problemi interni, si è impelagata in una guerra nello Yemen dalla quale non sembra facile possa districarsi. L'isis è stato sconfitto, almeno territorialmente. Insomma, i seguaci di Maometto anche si ammazzano gagliardamente tra di loro.
Però, nonostante tutto, ha impostato l'islam una politica grazie alla quale ci sta schiacciando con il numero. L'invasione non potrebbe avvenire se non ci fosse la complicità delle classi dirigenti occidentali, decadenti e ottuse. Gerarchia cattolica compresa. Perché si abbia una svolta occorre che la Chiesa muti radicalmente politica. Occorre quindi che l'attuale Pontefice se ne vada. Deve esser costretto alle dimissioni o deposto, fate voi, a questo punto.
Poco male se, così facendo, si venisse a commettere qualche peccatuccio di "conciliarismo". Davide, spinto dalla necessità "non mangiò i pani della presentazione" (Lc 6, 3 ss.), riservati nella Casa di Dio ai soli sacerdoti, cosa proibitissima?
Quando ci fu il Grande Scisma d'Occidente (1378-1418) si arrivò ad avere 3 Papi. Due furono costretti a lasciare. Il terzo, Benedetto XIII, non voleva dimettersi. Fu sottoposto a processo dal Concilio di Costanza, con il suo rifiuto a dimettersi quale unico capo d'accusa, data la sua onestà personale. Fu deposto il 26 luglio 1417. Era legittima quella deposizione? In ogni caso, fu considerata valida e il Concilio elesse poi come Papa Ottone Colonna, Martino V. Elezione del tutto valida.
L'errore conciliarista non consiste nel considerare i Concili ecumenici una specie di istanza stabile controllante il papato? Se consiste anche nell'aver sottoposto a giudizio e deposto un Papa, che veniva considerato non legittimamente eletto da una parte della Cattolicità, resta il fatto che quella deposizione è stata considerata valida.
Rifacendosi al precedente di Benedetto XIII, non bisognerebbe aguzzare l'ingegno e trovare una precedura che si adatti al "caso Bergoglio"?
PP

Anonimo ha detto...


OT. Já viram o presépio LGBT da Praça de São Pedro ?

https://twitter.com/EdwardPentin/status/940510507785752576/photo/1?

Anonimo ha detto...

http://traditiomarciana.blogspot.it/2017/12/60-abitanti-e-120-presepi-cosi-in.html

irina ha detto...

Ma è vero del presepe blasfemo a piazza San Pietro?

Anonimo ha detto...


Erratum - saltata parte di una frase nel commento sul punto essenziale per una svolta.

Bisogna leggere: "...; tra la componente laicizzante, quella originatasi dal socialismo nazionalista arabo (Baath), al potere ancora in Egitto, in Siria (con l'aiuto dei Russi) e l' islam estremista rappresentato dai Fratelli Musulmani, dall'Isis etc., dall'altro. Insomma, il conflitto tra le fazioni religiose si intreccia a quello strettamente politico, all'interno dell'islam. Così i militari al potere in Egitto, che se non erro sono sunniti, combattono gli stessi nemici dello alawita (setta sciita) Assad in Siria. Grazie per lo spazio.
PP

Anonimo ha detto...

OT

oggi 13 dicembre si celebra Santa Lucia, vergine e martire, tra l'altro protettrice della vista.


PREGHIERA A SANTA LUCIA composta da SAN PIO X

O Santa, che dalla luce hai nome, a Te piena di fiducia ricorriamo affinché ne impetri una luce sacra, che ci renda santi, per non camminare nelle vie del peccato e per non rimanere avvolti nelle tenebre dell'errore.
Imploriamo altresì, per tua intercessione, il MANTENIMENTO DELLA LUCE NEGLI OCCHI, con una grazia abbondante per usarli sempre secondo il divino beneplacito, senza alcun detrimento dell'anima.
Fa, o Santa Lucia, che dopo averti venerata e ringraziata, per il tuo efficace patrocinio, su questa terra, arriviamo finalmente a godere con Te in paradiso della luce eterna del divino Agnello, il tuo dolce sposo Gesù.
Amen


Dal Divinum Officium di oggi:

Exáudi nos, Deus, salutáris noster: ut sicut de beátæ Lúciæ Vírginis et Mártyris tuæ festivitáte gaudémus; ita piæ devotiónis erudiámur afféctu.

Per Dóminum nostrum Iesum Christum, Fílium tuum: qui tecum vivit et regnat in unitáte Spíritus Sancti Deus, per ómnia sǽcula sæculórum.
Amen.

Anonimo ha detto...

Quando non e' necessario....qui si parla di mancata reattivita' degli italiani ad una situazione imposta dall'esterno e assecondata dall'interno . Chi vi potra' porre fine ? Solo la Madre di Dio ! Come ? Contribuendo con la nostra santificazione al trionfo del Suo Cuore Immacolato . Lei , io , tutti quelli di buona volonta' .

Alex da roma ha detto...

Per Annalisa 12:40 e Mic 12:30

Annalisa dice che se ci fosse stata una sfilata di cattolici per il Santo natale allora...Mic afferma che nulla è ancora perduto e che ancora si può reagire....BENE allora che si faccia!!! Organizziamo per il Santo Natale o per LEpifania una sfilata, di preghiera per le strade di una grande città di Italia. Chi legge, qui, fedeli di ogni "sensibilità religiosa", movimenti politici di centro e di destra (inclusi fratelli d'Italia e forza nuova) realtà ecclesiali varie (inclusa fsspx) si faccia promotore di questa iniziativa. La Fsspx molte volte ha organizzato sfilate di preghiera di riparazione. Potrebbe essere fatta la stessa cosa...

Anonimo ha detto...

Moderazione, scrupoli, accettazione, assuefazione, sottomissione. E sovversione.

Ricordatevi quello che ripeto sempre e ripeterò fino alla fine:
"loro" (Chiesa, politica, economia, società, scienza e "morale") fanno tutto quello che fanno perché sanno di poter fare tutto quello che vogliono impunemente (in tutti i sensi), ovvero sanno che, qualsiasi cosa facciano o propongano, tutti noi non reagiremo (se non a parole su Facebook e in qualche scritto o raccolta firme) e prima o poi accetteremo tutto. Ma proprio tutto. Solo questione di tempo.
La nostra accettazione è la loro forza nella sovversione del mondo.
E posso immaginare quanto ridano nel vedere che, oltretutto, ci facciamo guerra tra di noi, siamo i primi ad attaccare e criticare chi tenta di aprire gli occhi agli altri, di fare qualcosa per reagire. Loro ci manovrano perfettamente, e giocando con il nostro senso di moderazione e con gli scrupoli dei buoni, stanno distruggendo, passo dopo passo, giorno dopo giorno, la nostra civiltà senza nessuna moderazione e senza nessuno scrupolo.
Tramite la nostra assuefazione, ottengono la nostra sottomissione.
Un piano perfettamente diabolico.
(Massimo Viglione)

Anonimo ha detto...

Togli la Verità dall'esistenza umana e la libertà diviene violenza, l'amore odio, la vita morte. La libertà senza Verità perde la sua essenza: la speranza. Prima nego Dio, poi nego l'uomo, questo è comunismo realizzato ( escatologico). Ci hanno messo cento anni ma ce la stanno facendo! Con il plauso dei liberali, libertari, liberastocoso, cazzolici ecc ecc ecc

" Il comunismo è la posizione come negazione della negazione, e quindi il momento reale necessario per il prossimo sviluppo storico dell'emancipazione e restaurazione dell'uomo" ( K. Marx, citato in C. Fabro, introduzione al'ateismo moderno, EDIVI pg 19)

lister ha detto...

@ Annalisa, Alex e Prof. Viglione

Quando, in Piazza S. Pietro ci riunimmo, con Don Mauro Tranquillo, per recitare il Rosario in riparazione dell'azione eretica del "cosìddetto" di ospitare in S.Pietro i Vespri anglicani, io speravo di essere almeno in mille lì a pregare ed invece...
Eravamo -sì e no- una cinquantina, ma noi c'eravamo!
Solo col disfattismo denunciato da mic, "loro" prevarranno.
Non ci costringeranno all'assuefazione, non ci sottometteranno se non ce ne resteremo "calli calli" a casetta... Agiamo!

Anonimo ha detto...

EUTANASIA, DIVORZIO BREVE, UNIONI OMOSESSUALI, INVASIONE FAVORITA...

Non c'è dubbio che questa sia una delle peggiori legislature di questa Repubblica.

Anonimo ha detto...

Chiamano il bene male e il male bene ...
ma anche ogni capello del vostro capo è contato

Anonimo ha detto...

Dire "cose turche" è poco... ma è in tema.

La moschea si costruirà sulle terre che erano della Curia fiorentina

Curia vende all'imam i terreni per la moschea a Sesto fiorentino
Accanto al luogo di culto per i musulmani costruiranno un edificio cattolico

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/curia-vende-allimam-i-terreni-moschea-sesto-fiorentino-1474136.html

Anonimo ha detto...

Continua la privatizzazione dello stato e statalizzazione dell'uomo.

Marisa ha detto...

Intanto a Modena il vescovo lancia un editto sovietico.
Contro i musulmani?
Ma no, cosa avete capito?

http://www.bastabugie.it/mobile/articoli.php?id=4969

Avanti ! ha detto...

La meraviglia e l'interesse suscitato dal Comitato Giovanna Scopelli sembrava aver stimolato molti cristiani all'azione ma dopo due o tre exploit nel resto d'Italia tutto e' tornato come prima . Intendo con questo dire : se viene profanata una Chiesa o altro , subito dopo dovrebbe esserci un ComitatoX che ripara l'offesa arrecata a NSGC , pubblicamente in modo da avere la stessa risonanza . Come nel terzo principio della dinamica "Ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria".

Alla Sig.ra Guarini non si puo' certamente imputare la mancanza di spirito di iniziativa : ha lanciato la preghiera del Rosario a S.Pietro , la preghiera del Rosario a S.Maria Maggiore , ha dispensato le Medagliette Miracolose , ha invitato alla preghiera con Mons.Agostini al Divino Amore , ha invitato alla Consacrazione all'Immacolata nella Basilica di S.Pietro , scrive ,informa , corregge i fratelli scarsi nella dottrina...che altro dovrebbe fare ?!

Coraggio , dalle Alpi alle Piramidi , altri si rimbocchino le maniche .
Avanzano ? E anche noi avanziamo !
Siano lodati Gesu' e Maria .

lister ha detto...

@Marisa
Evidentemente, il vescovo (minuscolo) di Modena -fatto gravissimo- non conosce il Diritto Canonico:

"In modo proporzionato alla scienza, alla competenza e al prestigio di cui godono, essi [i Fedeli] hanno il diritto, e anzi talvolta anche il dovere, di manifestare ai sacri Pastori il loro pensiero su ciò che riguarda il bene della Chiesa; e di renderlo noto agli altri fedeli, salva restando l'integrità della fede e dei costumi e il rispetto verso i Pastori, tenendo inoltre presente l'utilità comune e la dignità della persona."
(Codice di Diritto Canonico, Can.212, paragr. 3)

Ma, già, questa è un'altra chiesa (minuscolo)

Quante opportunita' ! ha detto...

Al commento delle 17:35 aggiungo :
L'invito alla Celebrazione solenne della Messa in rito Domenicano antico nel priorato di San Clemente al Laterano con ......His Eminence, Raymond Leo Cardinal Burke, will lead the procession of the relics of St. Clement and be the celebrant for the Holy Sacrifice of the Mass on the patronal feast of the Basilica .

Grazie .

#nomoschea ha detto...

Dopo la Moschea a Sesto Fiorentino su un'area ceduta dall' Arcidiocesi, l' Ucoii ne cerca un' altra su Firenze... ed il Sindaco renziano Nardella ovviamente concorda...

Anonimo ha detto...

Con fede, coraggio e buon senso: così i cristiani fronteggiano la “spada di Cesare”
https://www.riscossacristiana.it/con-fede-coraggio-e-buon-senso-cosi-i-cristiani-fronteggiano-la-spada-di-cesare/

Anonimo ha detto...

E intanto:

http://blog.messainlatino.it/2017/12/moschea-sui-terreni-della-curia-la.html#comment-form

Anonimo ha detto...

Mentre dal Vaticano arrivano richieste sempre piu’ pressanti per accogliere immigrati, in Bulgaria c’e’ chi si oppone a questa politica folle e invita il governo di Sofia a smettere di accogliere altri immigrati.
A fare questa richiesta non è un gruppo razzista, tanto per usare una parola copiosamente utilizzata dai falsi buonisti di casa nostra, per i quali gli islamici sono “fratelli”, ma il Santo Sinodo della chiesa ortodossa bulgara.“La Chiesa ortodossa – ha comunicato il Santo Sinodo – prova compassione e chiede solidarietà per i profughi che ormai sono arrivati e hanno un vero, e non falso, bisogno di aiuto. Noi aiutiamo i profughi senza fare differenza per fede o nazionalità, ma riteniamo che il governo non debba in nessun modo accoglierne altri. Il Santo Sinodo ritiene inoltre che chi ha creato il problema dei migranti dovrà anche risolverlo e non è giusto che il popolo ortodosso bulgaro paghi il prezzo rischiando così di perdere il proprio Stato cristiano”.
http://ilsudconsalvini.info/la-chiesa-ortodossa-invita-la-bulgaria-non-accogliere-piu-profughi-migranti-islamici-un-grave-pericolo/

Anonimo ha detto...

https://cooperatores-veritatis.org/2017/12/19/cardinale-betori-tutta-litalia-paghera-la-sua-superba-generosita/

E’ di questi giorni il “regalo di Natale” di mons. Giuseppe Betori, arcivescovo cardinale di Firenze, a riguardo della vendita di un territorio della diocesi per darlo ai musulmani che vi costruiranno una Moschea. Di questi tempi sarebbe una “non notizia” vista l’assillante imposizione, l’obbligo del dialogo “ad ogni costo”, del volemose bene e di un “ammmore” che non sarà mai corrisposto, anzi, come un Cavallo di Troia si stanno offrendo all’Islam le “chiavi delle città”, delle città italiane, con conseguenze future drammatiche.

In una intervista il gesuita padre Samir Kahlil esperto dell’argomento e del mondo islamico, alla Nuova Bussola Quotidiana, vedi qui, ha messo tutto nero su bianco, è tutto talmente ben spiegato che suggeriamo di tenere conservata questa intervista, quando gli eventi precipiteranno e sapremo chi, in parte, dovremo “ringraziare” per i massacri che ci saranno. Sappiamo bene che i “profeti di sventura” non piacciono alla cultura relativista predominante in Europa come nella Chiesa di oggi, ma far finta che il problema non esista, o che non importa loro se ciò dovesse accadere quando loro non ci saranno più, non è amare il prossimo. Se è vero che prevenire è meglio che curare, la prevenzione è saggezza.

Viene anche da pensare al fatto che molte Famiglie italiane non hanno una casa…. se una diocesi possiede terreni, non dovrebbe forse facilitarne l’uso più consono per loro e più evangelico anziché trarre dei guadagni e lasciare le Famiglie senza una casa, un terreno? Ecco perché parliamo di superbia e, ci aggiungiamo, di AVIDITA’. Sappiamo bene come tutti, comprese le diocesi, risentiamo della crisi economica e che mantenere tutto l’apparato ecclesiale di una diocesi costa caro oggi e che “240mila euro“, per la vendita del terreno all’Islam, in fondo sono bruscolini.

Ma ciò che doveva sapere mons. Betori è che con questi soldi avrebbe venduto la vita degli italiani non soltanto cattolici, ma di tutti, persino di quei musulmani che oggi, integrati da anni nel nostro territorio, al momento della resa dei conti dovranno decidere da che parte stare, per aver salva la propria vita: o contro di noi o con l’Islam.
....

Anonimo ha detto...

Mi raccomando date l'otto per mille alla CEI così BETORI fa costruire altre moschee con i vostri soldi!