venerdì 8 dicembre 2017

Quello che non vi dicono sull'Immacolata

Confrontate la seguente omelia con quella che vi hanno propinato in parrocchia oggi a proposito dell'Immacolata Concezione... E poi ripensate un attimo a tutti quelli che si lamentano che siete diventati "tradizionalisti".

In nomine Patris, et Filii, et Spiritus Sancti.
"La Santissima Vergine Maria, nel primo istante della Sua Concezione, per singolare Grazia e privilegio di Dio Onnipotente, e in vista dei meriti di Cristo Gesù Salvatore del genere umano, è stata preservata immune da ogni macchia del Peccato Originale".
Questo è il Dogma dell'Immacolata Concezione proclamato nella Bolla Ineffabilis Deus del beato Pio IX nell'anno 1854.

Cosa era questa macchia del Peccato Originale? Era lo stato di peccato mortale ereditato da tutti i figli di Eva insieme a una debolezza dell'intelletto e della volontà, di un certo staccamento dalle passioni, dal dominio della ragione. Da questa macchia di cui vediamo così chiaramente gli effetti in noi stessi e in tutti gli uomini, la Santissima Vergine Maria fu preservata.

Ma la Santissima Vergine dal primo istante della Sua Concezione fu preservata non solo dal Peccato Originale, ma anche dal peccato personale, come dichiara il sacro Concilio di Trento nelle seguenti parole: La Chiesa mantiene che la Beata Vergine mediante un privilegio speciale di Dio, poteva evitare tutti i peccati, anche veniali, durante tutta la Sua vita. Così che può essere applicata a Lei la frase del Cantico dei Cantici: Tutta bella sei tu, o mia diletta, e macchia non è in te (Ct.4,7).

Sant'Alfonso M. de Liguori commenta: "Da che Ella ebbe uso della ragione, cioè, dal primo istante della sua immacolata concezione nell'utero della Santa Anna, sin da allora cominciò con tutte le sue forze ad amare il Suo Dio, e così seguì a far sempre più avanzandosi nella perfezione, nell'amore, in tutta la Sua vita. Tutti i Suoi pensieri, i desideri, gli affetti, non furono che di Dio, non disse parola, non fece torto, non diede occhiata, non un respiro che non fosse per Dio e per la Sua gloria, senza mai storcere un passo, senza mai distaccarsi un momento dall'amore Divino, la Concezione Immacolata, la preservazione dal Peccato Originale e personale è la condizione sublime della purezza, della santità e gloria della Beatissima Vergine Maria, la condizione per la Sua immersione nella Luce Divina".

Nelle parole di san Bernardo: "Con ragione si presenta Maria ammantata di Sole - dice con l'immagine a riguardo dell'Apocalisse - Lei che ha penetrato oltre ogni nostra immaginazione l'abisso profondissimo della Divina Sapienza, così che per quanto lo consente la condizione di una creatura, Ella appare come immersa in quella Luce inaccessibile".

Questa sublime purezza della Beatissima Vergine fu rivelata all'Anima del Sommo Pontefice Beato Pio IX, egli raccontò che: " mentre Dio proclamava il Dogma per la bocca del Suo Vicario, Dio stesso dette al mio spirito un conoscimento sì chiaro e sì largo dell'incomparabile purezza della Santissima Vergine che, inabissato nella profondità di questa conoscenza, cui nessun linguaggio potrebbe descrivere, l'anima mia restò inondata di delizie inenarrabili, di delizie che non sono terrene, né potrebbero provarsi che in Cielo. Nessuna prosperità, nessuna gioia di questo mondo potrebbe dare di quelle delizie la minima idea, ed io non temo affermare che, il Vicario di Cristo, ebbe bisogno di una grazia speciale per non morire di dolcezza sotto l'impressione di cotesta cognizione, di cotesto sentimento della bellezza incomparabile di Maria Immacolata".

Proviamo, carissimi fedeli, a crescere ogni giorno nella nostra devozione all'Immacolata Concezione, che a causa della Sua vicinanza a Dio e del Suo profondo Amore materno verso ognuno di noi, Ella è l'Avvocata più potente che ci sia per noi presso l'Altissimo, affidiamoLe i nostri affanni, onoriamola con la nostra Preghiera, con il Santo Rosario, amiamoLa nei nostri cuori.

Amen. (padre K.)

14 commenti:

Ave Maria ! ha detto...

ATTO DI CONSACRAZIONE A MARIA del Montfort e rinnovo

Io, N.., peccatore infedele, rinnovo oggi e ratifico nelle Tue mani, o Maria Immacolata, i voti del mio Battesimo mediante l’Atto di Consacrazione al Tuo Cuore purissimo.

Rinunzio per sempre a Satana, alle sue pompe e alle sue opere e mi do’ interamente a Gesù Cristo, la Sapienza incarnata, per portare la mia croce dietro a Lui tutti i giorni della mia vita. E affinché io gli sia più fedele che pel passato, ti scelgo oggi, o Maria, alla presenza di tutta la Corte celeste, per mia Madre e Padrona.

A Te, come uno schiavo, io consegno e consacro il corpo e l’anima mia, i miei beni interni ed esterni e il valore stesso delle mie opere passate, presenti e future, lasciandoti intero e pieno diritto di disporre di me e di tutto ciò che mi appartiene, senza alcuna eccezione a Tuo piacimento, per la maggior gloria di Dio nel tempo e nell’eternità.

Così sia.

Anonimo ha detto...

Già celebrata dal sec. XI, questa solennità si inserisce nel contesto dell’Avvento-Natale, congiungendo l’attesa messianica e il ritorno glorioso di Cristo con l’ammirata memoria della Madre. In tal senso questo periodo liturgico deve essere considerato un tempo particolarmente adatto per il culto della Madre del Signore. Maria è la tutta santa, immune da ogni macchia di peccato, dallo Spirito Santo quasi plasmata e resa nuova creatura. Già profeticamente adombrata nella promessa fatta ai progenitori della vittoria sul serpente, Maria è la Vergine che concepirà e partorirà un figlio il cui nome sarà Emmanuele. Il dogma dell’Immacolata Concezione fu proclamato da Pio IX nel 1854. (Mess. Rom.)

Anonimo ha detto...

Chiunque tu sia, che nel flusso di questo tempo ti accorgi che, più che camminare sulla terra, stai come ondeggiando tra burrasche e tempeste,
non distogliere gli occhi dallo splendore di questa stella, se non vuoi essere sopraffatto dalla burrasca!
Se sei sbattuto dalle onde della superbia, dell’ambizione, della calunnia, della gelosia, guarda la stella, invoca Maria.
(Sa Bernardo)

irina ha detto...

Riprendo da Alex da roma, copio ed incollo:
"...Fulton Sheen:«Chi salverà la Chiesa? Non pensate ai sacerdoti. Non pensate ai vescovi. Sta a voi, laici. Sta a voi ricordare ai sacerdoti di essere sacerdoti e ai vescovi di essere vescovi». "

Questi commenti sono diventati per me,un compito amato.
Per il momento, questa è l'unica testimonianza che posso dare, che molti altri stanno dando su questo ed altri siti. Molti però non sono il popolo di Dio. E' tempo ormai per i cattolici di testimonianza. E Maria Santissima, Madre Dolcissima, aiuta sempre ad individuare e compiere la volontà di Suo Figlio,il Signore nostro Gesù Cristo.

fabriziogiudici ha detto...

Eh eh... io ormai ho "rovesciato la frequenza" e vado primariamente al VO, minoritariamente al NO... E oggi al VO la predica è stata assolutamente sulla stessa linea.

Riporto questo aneddoto da Ecclesa Mater, dalla pagina Facebook del prof. Viglione:


Quando Pio IX, tornato a Roma dopo l’esilio di Gaeta (a causa della rivoluzione massonica del ‘48 e dell’arrivo di Mazzini & C.), volle sciogliere il voto fatto appunto a Gaeta e dichiarò a tutti i vescovi del mondo la sua volontà di proclamare il dogma dell’Immacolata Concezione, questi risposero in 3 differenti maniere:
- una “pars minor” disse chiaramente che l’Immacolata Concezione di Maria è una sciocchezza dei secoli bui (la “sinistra” progressista, già bella che esistente: motivo di riflessione...);
- la “part maior” rispose affermativamente;
- un'altra “pars minor”, ma piuttosto consistente, disse chiaramente che l’Immacolata Concezione di Maria è verissima, ma non era “prudente” provocare la società contemporanea: liberalismo, risorgimento in Italia, socialismo, positivismo... la società non è pronta a riceverlo. “Aspettiamo tempi migliori...”. Inutile dare un’etichetta a costoro: è lampante a tutti: i democristiani dell’Ottocento.
Perché dico questo? Perché Pio IX neanche considerò i primi, mentre ugualmente fece con le “moderate” considerazioni dei terzi: e proclamò il dogma, l’8 dicembre 1854. Il dogma più antimoderno (e quindi cattolico) che possa immaginarsi, perché presuppone il peccato originale e tutto quello che ne deriva.
Perché lo fece?
Perché era un Papa. E santo. E pure Re. Perché credeva in Dio. E amava la Chiesa. E la Vergine Immacolata.
Quattro anni dopo, in una grotta sperduta sotto i Pirenei, “Qualcuno” gli diede ragione, presentandosi a una fanciulla, anticamera del paradiso. Oggi è la festa per eccellenza di chi crede alla finale vittoria del Bene sul male, perché esiste il male, non solo nella vita privata, ma anche e forse anzitutto nella storia. Sembra scontato, ma molti - moltissimi - non vogliono capirlo.
Chi lo capisce, invece, capisce la storia e quindi il presente.

Auguri a tutti

Anonimo ha detto...


« Parliamo ora della Beata Vergine. "Ma perché — chiede il Professor Ratzinger —, dev'essere vergine ? Non ce n'è mica bisogno" »…

Da leggere urgentemente :

http://www.unavox.it/Segnalazioni_Rete/Radaelli_A_cuore_di_Ratzinger.html

Da Stilum Curiae ha detto...



“L’opera del diavolo si insinuerà persino nella Chiesa in una maniera tale che si vedranno cardinali opporsi ad altri cardinali, vescovi contro vescovi. I sacerdoti che mi venerano saranno disprezzati e ostacolati dai loro confratelli… la Chiesa sarà piena di coloro che accettano compromessi”.


http://www.marcotosatti.com/2017/12/08/superex-ricorda-una-profezia-della-madonna-ad-akita-sul-dramma-della-chiesa-e-cita-un-teste-bergogliano-d-o-c/

Anonimo ha detto...


Pio IX tornato a Roma dopo la massonica Rivoluzione del '49 etc.

Aggiunta: tornato solo grazie all'intervento delle baionette francesi, non meno massoniche di quelle dei garibaldini. Ma che c'entra il dogma dell'Immacolata con le vicende del nostro Risorgimento? Se Pio IX non fosse fuggito da Roma per colpa dei rivoluzionari, non avrebbe fatto il voto di proclamare il dogma dell'Immacolata?
Questo dogma non è avversato solo dai moderni. Anche i grecoscismatici lo rifiutano. O no?
H.

tralcio ha detto...

Avrei potuto inserire il commento anche nel post dedicato alle "trovate parigine", ma qui si capisce anche quello.

Anche i cristiani sono educati, fin da piccoli, alle regole democratiche.
Questo sistema, che ha portato anche degli innegabili vantaggi, ha pure le sue pecche.

Essenzialmente sono queste tre:

-essendo un'edizione illuministica, non crede al peccato originale: l'uomo è naturalmente buono (Rousseau) e perciò è in grado di scegliere da sé il bene.
-essendo un'edizione illuministica, che non sa che farsene di Dio avendo derubricato il peccato originale, assegna al popolo la sovranità che è solamente di Cristo: senza più Cristo come re, il mondo è sotto il principato di satana, di cui pure si nega l'esistenza.
-la democrazia stabilisce ciò che è giusto a maggioranza, ma non fa la verità: ha separato il diritto dalla coscienza e ha affidato il diritto a degli "eletti", i quali però non solo hanno loro pure il peccato originale, non solo sono pure loro dei peccatori (e che tentazioni!), non solo non sono del tutto liberi (dovendo rendere conto alle lobbies più o meno occulte che li hanno fatti eleggere), ma oggi vivono in un sistema che crea artificialmente il consenso, spostando le attese dell'opinione pubblica (el pueblo) verso obiettivi prefissati...

Non a caso la Chiesa postconciliare è affascinata e contaminata da questi schemi.
E' un intruglio di criptomarxismo che vede nel popolo una categoria divina, dialoga con il mondo riponendovi ogni fiducia e dispensando psicologia applicata alla fede, in un uno-due sociologico che solleva da ogni responsabilità personale e la fa sociale, chiamando ad essere democraticamente coerenti con ciò che la società stabilisce (o vorrebbe), riducendo lì il discernimento tra bene e male, senza dogmi, satana e peccato (originale e attuale).

La Beata Vergine Maria è colei contro tutto questo si schianta, dissolvendosi nella propria idolatria. Per questo la festa odierna non ha bisogno di cittadini elettori, ma di devoti. Ha bisogno di richiedenti cittadinanza in Cielo, cioè di gente che chiede a Dio di essere salvata, senza la pretesa di salvarsi da sola o di essere portatore di salvezza di massa.

irina ha detto...

Il Giornale,Miracolo a Medjugorje, il Papa si converte: «Autorizzato il culto»
A Fatima aveva detto: «La Madonna non è un postino». Ora apre le porte ai pellegrinaggi
Fabio Marchese Ragona - Sab, 09/12/2017 - 06:00

Visto che,la papolarità stava calando, ci si attacca al popolo di Medjugorje. Bel bacino di utenza! Comunque sulla cresta! Sciori e sciore, doppio salto mortale con avvitameno postale! Interessante la tempistica di questo miracolo. Ma lui di tempo se ne intende!

Anonimo ha detto...

Hódie egréssa est virga de radíce Iesse: hódie sine ulla peccáti labe concépta est María: hódie contrítum est ab ea caput serpéntis antíqui, allelúia.
Oggi è spuntato il germoglio dalla radice di Iesse: oggi senza alcuna macchia di peccato è stata concepita Maria: quest'oggi a cominciare da lei viene schiacciata la testa dell'antico serpente, alleluia.

Testo preso da: Un'antifona dell'Immacolata sparita dall'ufficio divino...ma ricomparsa. http://www.cantualeantonianum.com/2017/12/unantifona-dellimmacolata-sparita.html#ixzz50n9W0OyY

Ave Maria ! ha detto...

ن CantualeAntonianum ha ritwittato Fr. Kevin M. Cusick

https://twitter.com/MCITLFrAphorism/status/937078841968820225
Elia, uno dei miei giovani parrocchiani, vestito da "sacerdote" e che conduce una processione a casa, cantando "Maria Immacolata".


Allora Gesù disse ai suoi discepoli: «La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai! Pregate dunque il signore della messe, perché mandi operai nella sua messe!».

Anonimo ha detto...

Oggi , Ore 21.00 , su Radio Maria
Rubrica dell'Esorcista P.Francesco Bamonte
Padre liberaci dal maligno

Santa preghiera e accrescimento della Fede a tutti !

Anonimo ha detto...

SUPPLICA ALLA MADONNA DI LORETO
(Si recita a mezzogiorno del 10 Dicembre, il 25 marzo, il 15 agosto, l’8 settembre)
http://www.stellamatutina.eu/supplica-alla-madonna-loreto/

Se non l'avete fatto , fatelo alle ore 17:oo che e' la Sua ora preferita o quando vorrete.