martedì 26 dicembre 2017

Appello urgente al Cardinal Bagnasco sulla ingiustificabile abolizione di Sante Messe

Il sito Anonimi della Croce lancia un appello al Cardinal Bagnasco al quale ci uniamo anche noi, invitando anche altri a far udire la loro voce in un momento così grave : l'ennesimo oltraggio alla nostra fede, ma soprattutto al Signore, da parte di un sacerdote della diocesi di Genova. 
Don Farinella, prete della Diocesi di Genova ha abolito la Messa della Vigilia di Natale, a suo dire per “rispetto ai migranti” [qui]. E per lo stesso motivo ha deciso di non celebrare neanche la Messa del Te Deum e dell’Epifania.
Chiediamo a Sua Eminenza Cardinal Bagnasco, o a chi per lui, di prendere IMMEDIATI PROVVEDIMENTI contro tale affronto alla Cristianità! Non può rimanere nascosta una profanazione così grave alla fede CATTOLICA! Molti parrocchiani di don Farinella sono rimasti scandalizzati e ci hanno scritto, rimanendo attoniti davanti alla noncuranza della Curia di Genova!
Chiediamo pertanto che si ristabiliscano nella Parrocchia di San Torpete (Genova) le normali Celebrazioni Cattoliche del tempo Liturgico.
Chiediamo inoltre ai giornalisti Vaticanisti di nostra conoscenza di far risaltare come meglio possono questo appello.

19 commenti:

Anonimo ha detto...

Farinella non è cattolico e delle sue false "messe" meno ce ne sonio meglio è, riguardo a Bagnasco che poi è quello che al funerale del tale "don" gallo (quello dei calendari del travestito) ha dato la comunione pubblicamente al buddista transessuale che risponde al nome di Vladimiro Guadagno meglio noto come Luxuria e agli altri campioni della medesima ganga è meglio stendere un velo pietoso.

Anonimo ha detto...


J'ai du mal à comprendre pourquoi certains fidèles s'obstinent à assister à des "liturgies" qui n'ont plus rien de catholique.

L'assistance "obligatoire" à la messe dominicale ? L'habitude ? La désinformation ?

Mais il n'est nullement "obligatoire" d'assister à une liturgie non-catholique, même si elle est exécutée par un prêtre ou un évêque d'apparence catholique mais qui, en fait, ne l'est pas ou ne l'est plus. Et la plupart, en réalité, ne le sont plus.

Pietro C. ha detto...

La TV è impietosa: mostra cose che si vogliono nascondere ma si rivelano pubblicamente. Ecco alcuni interessanti fotogrammi della benedizione natalizia di Bergoglio:

http://traditioliturgica.blogspot.it/2017/12/eloquenti-immagini.html

Grazie per l'attenzione.

mic ha detto...

Anonimo 1:02
Per molti di noi l'assistenza alla messa NO, in mancanza di possibilità di partecipare al rito antico è strettamente legata alla conoscenza del sacerdote.

Luisa ha detto...

Ma si può e si deve chiamare "Messa" quel che fa quell`uomo che non capisco perchè non è ancora stato ridotto allo stato laicale ?
Farinella esprime un tale odio e un tale disprezzo per la Chiesa, la Dottrina, il Magistero che definirlo cattolico mi sembra un abuso.

Anonimo ha detto...

Come dice il Farinella stesso nel suo messaggio pubblicato da repubblica di Genova la scorsa Domenica, San Torpete non è una parrocchia con fedeli. I fedeli del Farinella arrivano da altri quartieri e sono coloro che nei decenni scorsi hanno frequentato la Fuci prima e i laureati cattolici poi, dove la fronda contro il cardinale pro tempore di Genova era molto forte. In pratica tutti questi erano seguaci del movimento costituitosi in Francia negli anni 30 del secolo scorso attorno alla rivista esprit. Cattocomunisti insomma.
Ora, nella piazetta del centro storico in cui c'è san Torpete, c'è un'altra chiesa cattolica, concessa in uso dai proprietari al Patriarcato di Mosca. Ovvero nella stessa piazza, piccola in verità, le due chiese ad angolo retto avrebbero dovuto celebrare il Natale in due date diverse. il 25 Dicembre l'una, il 7 Gennaio la moscovita. Ora lo zar pro tempore russo sponsorizza il Patriarcato di Mosca, ed al povero cattocomunista nostrano Farinella, non restava che ritirarsi in buon ordine. Obbediente al suo zar, non certo al cardinale.
Immagino l'ira del Farinella, dotto biblista a non poter neppure fare attività ecumenica col sacerdote del Patriarcato di Mosca, che si dice, abbia frequentato solo la terza media

fabriziogiudici ha detto...

Ah ah... state sicuri che il Cardinale risponde. Quando, qualche mese fa, ci fu l'annuncio di alcune "veglie di preghiera" pro LGBT, a cura dell'associazione Gionata, comparve la notizia anche a proposito di una chiesa di Genova. Scrissi due lettere al nostro vescovo per avere chiarimenti e, nel caso la notizia fosse vera, per chiedergli di intervenire ed impedire la cosa. Bene, sono ancora in attesa di una risposta (dubia docent, evidentemente; d'altronde l'altro giorno, in attesa del Rosario delle 18:00, ho sentito qualche sua frase, intervistato durante la trasmissione precedente, e parlava di Papa Francesco come un pontefice aperto e che "risponde alle domande"). Ah, questi vescovi con l'odore delle pecore...

fabriziogiudici ha detto...

Comunque, beccatevi 'sto presepe con padre, madre e figliA musulmani, che vanno in moschea, con la benedizione del vescovo locale; ovviamente in omaggio a Papa Francesco.

http://www.ilgiornale.it/news/politica/presepe-choc-famiglia-colore-e-musulmana-1477555.html

Anonimo ha detto...

Mi sembra lo sberleffo del diavolo .

fabriziogiudici ha detto...

OT Su Chiesa e Massoneria, ovviamente una fonte... non proprio neutrale...

http://www.corriere.it/cultura/17_dicembre_26/dalla-condanna-al-dialogo-chiesa-massoneria-a9ccbea8-ea71-11e7-9b28-00bf098db776.shtml

Luisa ha detto...

"Consolanti" i commenti dei lettori al "presepe" del link qui sopra, è incredibile le imbecillità che vengon fatte perchè farebbero piacere a "Francesco", e che sia un "parroco" ad averne l`idea dice anche lo stato comatoso della fede di un certo clero.

Marisa ha detto...

Ho letto diverse dichiarazioni di don (?!?) Farinella nel tempo.

Il provvedimento più urgente verso di lui?
CHIAMARE LA CROCE VERDE.

Unam Sanctam ha detto...

Una disamina interessante della gravità delle affermazioni di questo sacerdote:
https://traditiomarciana.blogspot.it/2017/12/news-parroco-abolisce-le-feste.html?m=1

Aloisius ha detto...

In altri tempi uno come Farinella non sarebbe nemmeno diventato sacerdote, o comunque sarebbe stato ridotto immediatamente allo stato laicale, alla prima delle sue sparate di bassa lega.
Ora imperversa e rovina anime a tutto spiano, facendosi forte dell'appoggio modernista, dal papa in giù.
Del resto, se Lutero non sbagliava e Dio non è cattolico, i frutti sono questi.

Venni a sapere della sua esistenza qualche anno fa, leggendo alcuni suoi commenti sul Fatto Quotidiano (io leggo tutto, anche giornali e libri a me lontani) e rimasi scandalizzzato.
Era evidente che non aveva nulla, non dico del sacerdote, ma del semplice cristiano.
Parla da politicante di estrema di sinistra, il sacro non esiste, il Vangelo è completamente deviato e distorto nella sua personale visione sociale/socialista.
Tutti coloro che si dicono cattolici dovrebbero evitarlo come la peste, ma il fatto che Bagnasco lo lasci al suo posto la dice lunga.

Sandro ha detto...

Dove li hanno visti i "molti" parrocchiani di "don" Farinella? Ci sono stato una volta anni fa per curiosità, una ventina di persone, un interminabile monologo pro-DS (oggi PD) ed anti-Berlusconi, e "messa" nemmeno valida perchè non ha nemmeno consacrato. "Messe" così meno ne celebra e meglio è!

E anche questo lo archiviamo . ha detto...

http://blog.messainlatino.it/2017/12/indignazione-generale-nella-basilica-di.html#more

fabriziogiudici ha detto...

L'articolo di Carradori sul nuovo strumento musicale elettronico mi ha incuriosito. È stata riportata, tra le motivazioni ufficiali:

Molte interferenze ne compromettevano il corretto utilizzo.

Essendo ingegnere informatico, qui mi nascono molti dubbi. Beninteso che non sono specializzato nel settore telecomunicazioni, ma ne so abbastanza - così come un medico generico deve conoscere un po' di tutti gli organi - per pormi una semplice domanda (anche se il contesto è indubbiamente complesso). Premesso che le radiocomunicazioni ormai sono digitali, non è più tanto un problema di interferenze, quanto di canali disponibili (la cosiddetta "banda"). Quindi la motivazione ufficiale andrebbe interpretata: non c'è abbastanza banda per trasmettere un segnale audio di buona qualità proveniente dall'organo a canne. Ora però leggo, su fonti vaticane, che la diffusione della Messa di Natale è avvenuta anche in video 4K e, sperimentalmente, in 8K. Il primo è un video con il quadruplo di dettagli rispetto alla odierna alta risoluzione; il secondo ha sedici volte il numero di dettagli. Per queste due cose la banda c'è e non per l'audio dell'organo? Oltretutto è noto che i canali audio sono molto più "parsimoniosi" di quelli video.

Traparentesi, la motivazione di mons. Viganò per queste due innovazioni è ridicola:

La storia tra 20-30 anni non sarà più fatta solo sui testi cartacei ma prevalentemente sugli audiovisivi. Tanto più l’audiovisivo è di alta qualità, tanto meglio sarà per gli storici”.

http://www.dday.it/redazione/25103/rai-4k-sempre-piu-attivo-in-ultra-hd-anche-la-messa-della-notte-di-natale

È vero in generale che il video avrà un senso, oltre allo scritto (senza però esagerare: che se ne fa uno storico di così tanti dettagli?). Io, personalmente, apprezzo i media di buona qualità e sono ben contento di poter vedere trasmissioni ad alta risoluzione. Per una Messa, però, l'alta risoluzione attuale è più che sufficiente...

Diciamocela tutta: 4K e 8K sono sostanzialmente un incentivo al consumismo, per comprare televisori sempre più costosi (visto che il prezzo normalmente scende). Il solito predicare bene e razzolare male?

Anonimo ha detto...

Mi sembra di assistere alla scena dei figli che ereditano dai genitori la casa e la mobilia , inizialmente sono presi dal sacro fuoco di buttare tutto , di rinnovare tutto , salvo poi accorgersi con il passare degli anni che si sono circondati di robaccia fatta di truciolare e si sono privati del buon sano legno .

IL MIO CANTO D'OGGI (testo di S.Teresa del Bambino Gesu' del Volto Santo )

La mia vita non e' che un solo giorno
che mi scappa e che fugge Tu lo sai
o mio Dio , per amarTi sulla terra, non ho che oggi .

O Vergine Immacolata sei Tu la mia dolce stella
che mi doni Gesu'. Mio Santo Angelo Custode
coprimi con la Tua ala soltanto per oggi .

Volero' ben presto per dire le Tue Lodi,
quando il giorno senza tramonto sulla mia anima risplendera',
allora cantero' sulla lira degli Angeli l'Eterno Oggi .
...............................................................................................................................................................................................................

71 Preghiamo per i sacerdoti! Ogni giorno ci si accorge quanto siano rari gli amici di Gesù. Mi sembra che sia questo ciò che Lo ferisce più profondamente: l'ingratitudine, soprattutto il vedere anime a Lui consacrate dare ad altri quel cuore che gli appartiene in maniera assoluta.

irina ha detto...

I sacerdoti di Baal ed i Sacerdoti di Gesù Cristo. Così la chiesa è divisa al suo interno. I primi sembrano essere purtroppo i più numerosi, i secondi sono una minoranza conosciuta da pochi.
Oggi, seguendo un altro filo di pensiero, mi son detta che il paganesimo,la corruzione, la doppiezza, la magia e via occultando, che hanno preso possesso di moltissimi sacerdoti, nei fatti li assimilano ai sacerdoti di Baal.
Se questo è vero, ancora una volta ci troviamo davanti agli antichi errori che ritornano, solo con costumi diversi. Nessuna novità. Unica novità forse la loro coesistenza all'interno della chiesa, oggi, quasi completamente, assediata dai sacerdoti di Baal.