venerdì 15 luglio 2016

Altre vittime innocenti a Nizza. Una barbarie che ha un volto ma che non si vuole riconoscere.

Stiamo ancora piangendo i nostri connazionali barbaramente uccisi in Bangladesh e troppo presto dimenticati da chi avrebbe dovuto averne più rispetto. Penso ai nostri governanti filo-islamici.
Ed eccoci, oggi, costretti a registrare un altro evento terribile a Nizza, a pochi chilometri dai nostri confini. Insieme alla preghiera per le vittime innocenti e per chi le piange, come credenti lasciamo echeggiare nel cuore, nella mente e per dove arriveranno le parole del Vangelo: 
In quello stesso tempo si presentarono alcuni a riferirgli il fatto di quei Galilei, il cui sangue Pilato aveva fatto scorrere insieme a quello dei loro sacrifici. Prendendo la parola, Gesù disse loro: «Credete che quei Galilei fossero più peccatori di tutti i Galilei, per aver subìto tale sorte? No, io vi dico, ma se non vi convertite, perirete tutti allo stesso modo. O quelle diciotto persone, sulle quali crollò la torre di Sìloe e le uccise, credete che fossero più colpevoli di tutti gli abitanti di Gerusalemme? No, io vi dico, ma se non vi convertite, perirete tutti allo stesso modo».(Lc 13, 1-5)
Come cittadini, insieme alla consapevolezza del dramma epocale che stiamo vivendo attraverso questa invasione mascherata da "immigrazione", ci colpisce che si voglia tranquillizzare l'opinione pubblica affermando che sono stati accentuati i controlli alla frontiera di Ventimiglia. Ma, se è una precauzione ovvia e dovuta, appare incongruente col fatto che, sulle nostre coste esposte e violate, ogni gommone, con l'aggiunta delle navi (persino straniere) che li vanno a raccattare addirittura al largo, ne sbarchi centinaia al giorno. Possibile che il buonismo e la cecità se non la collusione dominante, impediscano di vedere che ci stanno sommergendo?

Basta al silenzio come dolo
Il problema più grave è banalizzare la situazione e non riconoscerne né le cause né i rischi. Di recente, dalla nostra classe politica più avveduta si sono levate voci per dichiarare fuori legge l'integralismo islamico. Ma, attenzione, alle trappole linguistiche, definizione che ho mutuato da un messaggio letto su Fb. Sviluppo di seguito il discorso, che non ho mancato di fare anche nella sede opportuna.

"Islam e trappole linguistiche"
Termini come "estremista" e "fondamentalista" sono utilizzati specie oggi per indicare un pericolo. Ma... attenzione(!) perché si tratta - a tutti gli effetti - di un subdolo inganno; di una vera e propria trappola linguistica. In questo modo, infatti, TUTTI i fedeli di TUTTE le "religioni", compresa quella Cattolica, saranno considerati "pericolosi" se aderiscono in modo integrale al proprio "credo". Infatti ogni fede ha elementi irriducibili alle altre e per questo definibili "integrali". Tuttavia la differenza è nel fatto che la Bibbia e il Vangelo (Parola divina rivelata ma mediata da menti umane) non sono il Corano (libro incartato direttamente dal cielo e non interpretabile) che comanda di sottomettere e uccidere gli infedeli. Non esistono terroristi cristiani; ma esistono terroristi islamici perché è nella religione, che oltretutto è una teocrazia, la loro matrice. Non possiamo e non dobbiamo ignorarlo. E nemmeno dobbiamo lasciarci trarre in inganno dagli Imam azzimati e incravattati che ci propina il 'politicamente corretto' specie in Tv, perché chi conosce l'islam sa che non esiste un "islam moderato", dato che anche i moderati tra loro fanno la nostra stessa fine. E chi lo nega esercita la taqiyya (dissimulazione) che è prevista dal corano finché sono in minoranza, mentre quando saranno in maggioranza (e può accadere persino tra una generazione) impongono la sharia. Del resto ciò già accade in molte città Europee.
Attenzione alle moschee e attenzione agli Imam d'importazione! E non dimentichino, i nostri governanti, che intorno ad ogni moschea-madrassa-scuola coranica si forma una comunità che, per l'extraterritorialità propria dell'Islam non appartiene più al suolo d'origine in cui è sorta e collocata, ma è Islam a tutti gli effetti, religioso e politico insieme...
Quanto alla legge sull'integralismo penso importante capire che un modo "generalizzato" di trattare il problema del terrorismo islamico, in maniera da non indicarne con precisione la causa (che è l'islam stesso), ci si sta già ritorcendo contro (mi riferisco anche ad alcune dichiarazioni del papa attuale, che ha già bacchettato più volte i Cattolici "integrali", oltre che chiesto scusa per cose dove non c'era affatto da scusarsi). 
L'Islam definisce "crociati" tutti gli occidentali: indifferentemente gli occidentali cristiani (i pochi rimasti) e la maggioranza di scristianizzati e nichilisti frutto degli pseudo-valori illuministi non più temperati da un cattolicesimo allineato al 'mondo'. In ogni caso le crociate non sono mai state guerre di conquista ma di difesa e senza esse ci avrebbero invaso già secoli fa.
Mi indigna che in una recente intervista a Radio Vaticana mons. Galantino (C.E.I.) ha assimilato i fondamentalisti islamici agli immaginari "fondamentalisti cattolici" di invenzione bergogliana. L'orwelliano monsignore sembra stia applicando il classico manuale della sovversione: prima si appiccicano etichette di criminali in veste di oppositori a chi ha occhi aperti e non si piega al silenzio come dolo, poi c'è il rischio che si eliminino... 

93 commenti:

irina ha detto...

Non c'è nemico che tenga, quando la propria casa è assediata.
La nonna pugliese, sullo stesso treno cozzato con treno che veniva in senso contrario sullo stesso binario, il suo tesoro lo teneva stretto a sè.
Chi si cura dei suoi, dei suoi si cura. Chi non si cura li lascia andare contro-senso alla malora.
Nel grande come nel piccolo.

Anonimo ha detto...

Ci sono troppi camion sulle strade!
Combattiamo contro le fabbriche di camion e tornerà la pace.

Anonimo ha detto...

Gli autori veri di queste stragi? Chi può dirlo con certezza? Blondet continua a srguire le piste dei false flag, e sta cominciando a convincermi. Ascoltavo radio 1 poco fa e un certo personaggio testimoniava di trovarsi lì sul luogo al momento della strage.. e che il suo "compagno" "di origine israeliana" non era voluto andare perché considerava l'evento a rischio. Ma che intelligenti questi israeliani! Non se ne trovano mai sui luoghi delle stragi!
Ma a parte questo un'altra considerazione: sono stufa di sentire la voce del papa e degli uomini di Chiesa accodarsi alle condanne e al"dolore per le vittime" alla stregua di tutti i politici. La voce della Chiesa dovrebbe parlare e confortare su un altro piano. Aiutare a leggere la storia secondo le logiche di Dio . A quando un papa che al sopraggiungere di un fatto del genere avrà il coraggio di ripetere le parole di Gesù che avete citato qua sopra?
Lucis

Anonimo ha detto...

Secondo me tutto questo serve a impaurire e a fiaccare l'ultima sporadica resistenza .
" Sono stati accentuati i controlli alla frontiera di Ventimiglia.." Sehhh ! Che paura , staranno tremando tutti i terroristi !
Ma a chi credono di ingannare , sono gia' dentro e loro li hanno fatti e continuano a farli entrare . D'altronde sono pagati per questo dai loro dante causa , per dar corso alla "sostituzione" da tempo programmata .
Rivedremo il parterre de roi di charlie ?

Anonimo ha detto...

http://www.ilfoglio.it/esteri/2016/07/15/il-vicepresidente-degli-imam-di-francia-si-dimette-ormai-difficile-distinguere-lislam-dallislamismo___1-v-144462-rubriche_c635.htm

Ripariamo con la Corona delle Sante Piaghe :

Nel Nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.
O Dio, vieni a salvarmi,
Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria, Credo

O Gesù, divin Redentore, abbi misericordia di noi e del mondo intero. Amen.

Dio santo, Dio forte, Dio immortale, abbi pietà di noi
e del mondo intero. Amen.

O Gesù, per mezzo del Tuo Sangue preziosissimo, donaci grazia e misericordia nei pericoli presenti.
Amen.

O Padre Eterno, per il Sangue di Gesù Cristo, Tuo unico Figlio, ti scongiuriamo di usarci misericordia.
Amen. Amen. Amen.

Sui grani del Padre nostro si prega:
Eterno Padre, Ti offro le Piaghe di nostro Signore
Gesù Cristo. Per guarire quelle delle anime nostre.
Sui grani dell’Ave Maria si prega:
Gesù mio, perdono e misericordia. Per i meriti delle Tue sante Piaghe.
Terminata la recita della Corona si ripete tre volte:

Eterno Padre, Ti offro le Piaghe di Nostro Signore
Gesù Cristo. Per guarire quelle delle anime nostre.
SUOR MARIA MARTA CHAMBON

Anonimo ha detto...

L'unico lutto che è stata capace di mostrare l'Italia è stata la fascia nera al braccio della nazionale di calcio.
E andare al funerale sbagliato...

Libero quotidiano ha detto...

A poche ore dalla terrificante strage di Nizza, dove un terrorista lanciato a tutta velocità con un camion ha travolto, falcidiato e ucciso 84 persone, chi mostra di avere le idee chiarissime su quanto è accaduto è Toni Capuzzo, il celebre giornalista esperto di terrorismo e dintorni. Quando ancora la rivendicazione ufficiale dell'Isis non è arrivata, anche se ogni indizio su quanto accaduto porta all'estremismo islamico (e mentre la galassia jihadista esulta online), Capuozzo, su Facebook, offre qualche - pesante - dettaglio in più.

Inizia premettendo come il 2 luglio scorso aveva dato conto delle nuove istruzioni fornite dall'Isis ai lupi solitari su come ammazzare i "crociati". Tra questi metodi, appunto, l'impiego di veicoli per travolgerli, così come auspicato nel 2014 anche dall'allora portavoce dell'Isis, al-Adnani. Ma non è questo il "cuore" del discorso di Capuozzo. Già, perché mentre molti parlano di un "lupo solitario", di un solo jihadista che ha mietuto 84 vittime, lui si chiede: "Ma è davvero un lupo solitario quello di Nizza? Forse c'era un vero commando di tre o quattro persone, un piano organizzato dalla Tunisia, e la mente di Al Fezzani". Dunque, per Capuozzo l'orrore potrebbe essere opera di un commando. Un'operazione pianificata da tempo e nei dettagli, così come non escludono neppure le autorità francesi e così come la tempistica, cinque giorni dopo il termine degli Europei di calcio, fa pensare.

Ma la ricostruzione di Capuozzo va molto più in profondità, in particolare quando si sofferma sulla presunta mente dell'ecatombe di Nizza, Al Fezzani. Sul suo conto ricorda: "Si tratta dell'uomo assolto da un tribunale a Milano che fu dietro alla strage del Bardo (il museo di Tunisi, ndr) e al sequestro dei 4 operai italiani in Libia". Un'ombra inquietante, quella che vede Capuozzo. Un'ombra che unisce l'orrore di Nizza a un terrorista legato a doppio filo all'Italia.

Anonimo ha detto...

Altri 80 morti uccisi dall'islamismo, molti bambini, in una delle passeggiate più famose del mondo.
Possono colpire dove vogliono quando vogliono.
In realtà, loro fanno quello che hanno sempre fatto per dieci secoli, dal VII al XVIII. L'unica differenza è che allora i politici, i militari, la gente, e, soprattutto il clero, a partire dai Papi, per secoli li hanno combattuti in ogni modo, con crociate, alleanze, guerre, spedizioni, incursioni, ecc.. Oggi invece politici, militari, clero, più tutto il mondo dei media li invitano a venire, e continuano a invitarli, e continuano a invitarli, spietatamente, mentre le persone comuni muoiono mentre loro sono al sicuro (o quasi).
In fondo, sono tutti esponenti di una crudeltà senza limiti. Esecutori di ordini pronti a ogni cosa. Pronti a mentire ogni giorno mentre le persone muoiono. Loro che per primi dovrebbero essere i difensori di tutti noi sono i primi complici dell'invasione in corso. Senza pietà, senza onore, senza verità.
E che fanno molti? Li difendono, li giustificano, li appoggiano. Li votano pure. E così facendo, è come se sparassero il loro colpo di pistola su quei cadaveri di bambini.
E lo fanno ogni giorno.
Proprio per il comune senso della pietà, dovremmo tutti smettere di mentire, di essere complici, di sparare sui cadaveri di chi è stato più sfortunato. Anche perché, come detto, questi assassini possono colpire ovunque quando vogliono dove vogliono e quindi un giorno potrebbe toccare a chiunque: e questa è un'altra riprova che agiscono grazie alla complicità interne dei nostri politici, militari. E di altri.
Siamo sotto attacco, sotto invasione, siamo in guerra. A differenza dei nostri antenati, non solo contro l'Islam: noi pure e anzitutto contro i traditori di tutti noi e della nostra civiltà e società.
E le persone vengono uccise. Forse è tempo di dire la verità tutti e reagire. Ce lo chiedono i morti ammazzati, oltre che la dovere di cristiani, di europei, di essere umani indifesi.
(Massimo Viglione)

RR ha detto...

Leggendo il commento che riporta le parole del grande giornalista Capuozzo, mi sono ricordata di quanto scrissi tempo fa sul terrorismo, rifacendomi al terrorismo "anarchico" della seconda metà dell'Ottocento. Allora, come ora, le "menti" spaziavano in tutta l'Europa, dalla Francia alla Svizzera all'Italia alla Russia, passando per Polonia, Germania e finendo in Inghilterra, per poi ripartire...Se succedeva allora, figuriamoci oggi, con aerei, auto, e molti, molti più soldi a disposizione.

Per chi suona la campana...quando la Francia accoglieva Khomeini, quando accoglieva i terroristi rossi italiani, tra cui uno che in realtà era un delinquente comune, C. Battisti, quando ospitava Arafat...quando gli USA addestravano bestie simili contro l'Armata rossa...quando Sarkozy, istigato dal quel pallone gonfiato di pseudofilosofo col petto villoso ed abbronzato sempre in evidenza, Bernard Henry Lévi, bombardava Gheddafi, e nel frattempo "Assad must go"...

False flag: certo che per essere uno Stato in Stato di emergenza dal novembre 2015, primo gli hooligans dentro e fuori gli stadi, poi il mezzo incendio alla Tour Eiffel la sera della finale con gli autobus distrutti all'Arc de Triomphe e gli Champs Elysées in preda alla "raxcaille" delle banlieux, ora Nizza...o le autorità francesi sono tutte incompetenti, o sono colluse, non ci sono molte altre alternative.

Anonimo ha detto...

In guerra si va armati e si combatte non con le parole di sdegno per la barbarie, ma con le armi, come si è sempre fatto, anche l'ultimo dei soldati sapeva che per sopravvivere e, forse, vincere la guerra, doveva sparare per primo.......qua sparano solo cazzate verbali da Roma SCV in giù e loro ci fottono, altro che dialogo pacifico......

mic ha detto...

È arrivato il momento di denunciare la radice del male: l'Islam (Magdi Allam)

https://m.youtube.com/watch?v=w-X-2Sm54S8&feature=youtu.be

Anonimo ha detto...

L'ultima di Gad Lerner su twet: si è trattato di un Tir impazzito lanciato contro un formicaio umano...

Anonimo ha detto...

Infatti il Talmud, a cui Gad Lerner dovrebbe essere avvezzo, considera i "pagani" (i non ebrei) degli animali.

mic ha detto...

Stefano Fontana. Il relativismo che apre le porte alla loro dominazione.

http://www.lanuovabq.it/mobile/articoli-il-relativismo-cheapre-la-porte-allaloro-dominazione-15658.htm#.V4jvdRmpVAh

irina ha detto...

Un saggio da scrivere:il disadattato, omicida scelto.Attentati,stragi: fine segnata, silenzio perpetuo come vantaggi nell'utilizzo criminale del disadattato.

mic ha detto...

Su Rai1, da un lato continua il mantra del disadattato mentre dall'altro, e contraddittoriamente, gli interlocutori sottolineano la responsabilità della Francia per essere andata a combattere in Siria nonché sull'incapacità di integrazione delle banlieue. Ho smesso di ascoltare per mancanza di interlocutori che tirassero fuori altre ipotesi non di regime.
Insomma non siamo in guerra e non dobbiamo far nulla per difenderci, dobbiamo solo "integrare" e senza l'ombra di un limite o di una regola, chi in realtà mostra di non essere integrabile...

Anonimo ha detto...

Ore 16:20 circa - Sat 2000 - (forse la rubrica si chiama Siamo Noi) :

Tal Mons.Perego : " Ci vuole il confronto e la liberta' di professare la propria religione e non isolarli perche' l'isolamento non e' una affermazione di pace ".

Tal Badaloni ribadendo con forza di essere cattolico : " Per la Francia la colpa e' di Marine Le Pen perche' vuole uscire dall'euro ecc . ecc.., per l'Italia la colpa e' di Salvini ecc .ecc.


E io che pensavo che la colpa fosse del tordo...........

Anonimo ha detto...

P.S. Sat 2000 e' della CGIL ?

Giovanni ha detto...

La barbarie ha un volto, molto brutto, ma ben individuabile; finchè non si avrà il coraggio di guardarlo bene e di chiamarlo col suo nome,non faremo progressi nella lotta contro questo dragone.

irina ha detto...

A proposito di integrazione facile facile vedere: italia meridionale ed italia settentrionale!(anche questo l'ho già scritto ma tanto per tenere a mente l'esperienza nazional-popolare).

Rr ha detto...

Leggere Eric Zemmour, Il suicidio francese.

Parafrasandolo: Dal '68 in poi tutto è cambiato. I Francesi, una parte almeno, i sinistri, i radical chic, i sessantottardi hanno iniziato ad odiare e far odiare, nelle scuole, nelle fabbriche, nella società intera la propria Nazione- par bleu, che concetto fascista !- Che è bianca, grecoromana e cattolica, come diceva De Gaulle. Gli industriali avevano bisogno di mano d'opera a basso costo, che dagli altri paesi europei non arrivava più, e le sinistre di nuovi elettori, man mano che gli operai, gli artigiani ed i piccoli commercianti francesi, col benessere crescente, si spostavano sempre più a destra. Ed ecco arrivare non più Ebrei algerini, già cittadini e già assimilati, come i genitori di Eric stesso, o i pieds noirs o i kabila, ma magrebini delle montagne, che non sanno neanche l'Arabo, ma parlano delitti incomprensibili, che non sanno ne' leggere, ne' scrivere, neamche appunto in Arabo, che hanno un'idea della donna ancora più arretrata dell'Islam sunnita, che non possono, anche volendo, integrarsi, e meno che mai assimilarsi in una società che è 2000 anni avanti a loro, che e' sempre piu' tecnica, meno manuale, sempre più "robotizzata", a cominciare dalle fabbriche ( avete presente la réclame della Peugeot Picasso?).
I loro figli, che sono come loro meno dotati intellettualmemte ( PC per dire meno intelligenti) dei ragazzi framcesi "de souche" , che a casa non hanno nesssuno che possa seguirli a scuola, come possono stare al passo ? NON possono. I lavori manuali e le fabbriche dove lavoravano padri e nonni non ci sono più, o ce ne sono molto meno, e nel frattempo sono anche arrivati i Senegalesi, gli Ivoriani,. quelli del Mali, ed i Caraibici...insomma una lotta tra poveri. E quindi? Ignoranza, disoccupazione crescente, criminalita rampante ( deoga innanzitutto). Il tutto favorito e coperto dalla Sinistra di lotta e do governo, sempre più radicale, sempre meno disposta ad insegnare la cultura e la civiltà framcese che disprezza, che condanna. Anche gli Ebrei si "radicalizzano" , o almeno i loro intellettuali, per cui esiste ormai solo Israele e l'Olocausto, e poco importa se sono pochi gli Ebrei francesi NON partigiani comunisti o comunque NON rsistenti morti durante la guerra, la Francia e' quasi come la Germania.
Ed allora perché assimilarsi, integrarsi, se nel frattempo, il Qatar, l'Arabia saudita, gli Emirati arabi, spargono soldi di qua e di la' per una propaganda sempre più radicale. Per un Islam sempre più arretrato, medievale, wahabita.
Quindi " Nique la France", come ormai anche i bambini musulmani scrivono dappertutto appena possono. Non traduco, ma in Italiano sarebbe un "Fot....la Francia". E statue sporcate, chiese e cimiteri profanati, ogni occasione buona per bruciare, distruggere, rovinare, insozzare, violare e violentare.,
L'Idra andava uccisa subito, il serpente non allevato in seno.
Ma ad Hollande i due milioni di voti musulmani hanno fatto comodo per battere quell'altra gran delusione di Sarkozy, e a tutti fanno
comodo i soldi degli sceicchi che posseggono ormai mezza Francia.
Eric Ciotti, il sindaco si Nizza, vuole costruire un'altra ennesima moschea, quando invece dovrebbero non accettare più immigrati,
bloccare i ricongiungimenti familiari, non concedere più la cittadinanza, ritornare allo ius sanguinis, invece che ius soli, e rispedire a casa chiunque, dico chiunque, non sia ancora cittadino. Questo come minimo. E tenere la gente in galera, porca miseria! L'assassino di Nizza
a gennaio era stato fermato per una rissa in un bar. ed aveva un bella fedina penale. Fanno bene gli Americani: alla terza, sei dentro.
Ma del resto Hollande aveva scelto, come ministro di Giustiiza, la Taubira ( un'altra donna "primate")), una mezza rivoluzionaria indipendentista e con un figlio ospite delle patrie galere. Quindi...

RR ha detto...

Badaloni è un classico cattocomunista.

irina ha detto...

RR,
quantitativamente maggiore ma i meccanismi qualitativi mi sembrano gli stessi che vedo qui da noi. Venendo a mancare gli operai, la sinistra ha politicizzato gli immigranti senza che la scuola sia in grado di colmare e l'ignoranza di partenza nè quella di arrivo. I nostri immigrati di seconda generazione sono mediamente adolescenti adesso...

Anonimo ha detto...

http://antimassoneria.altervista.org/piano-kalergi-lossessione-dei-fratelli-cosmopoliti-e-la-dolorosa-sostituzione-dei-popoli/

Anna

mic ha detto...

Un colpo di Stato per rovesciare il presidente Recep Tayyip Erdoğan è in corso in Turchia. A confermarlo è il premier turco Binali Yildirim, che denuncia come il tentativo di golpe sia stato messo in atto dall’esercito. “Autori del tentato golpe la pagheranno”, ha detto il premier.

Il golpe è cominciato intorno alle ore 22 quando entrambi i ponti sul Bosforo a Istanbul sono stati chiusi, mentre i carri armati sono scesi per le strade di Istanbul. Immagini trasmesse da Cnn Turk hanno mostrato i blocchi allestiti con camion militari e soldati armati sui ponti che collegano la parte asiatica con la parte orientale della città.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/07/15/turchia-esercito-chiude-ponti-sul-bosforo-carri-armati-per-le-strade/2909115/

Josh ha detto...

_Nizza...nooo ma non c'entra la "religione di pace"...tutto è accaduto perchè quel tale, casualmente di nome mohammed, stava divorziando ed era depresso. Devono avere ancora più libertà di realizzare la loro religione, vi pare? creare ponti.

E comunque attenti a non andare a finire sotto i camion, distrattoni.
I camion, ovviamente poi, vanno da soli, un po' come le "armi" che sparano da sole nei discorsi del vdr.

_Turchia? ma non era il nostro...baluardo, appena strapagata per fermare (?) i troppi profughi?
ma non era pronta per entrare in EU? ma guarda un po'.

_Pensano che la gente sia scema.
Quando oggi è uscito l'altro animale col machete a Nizza, è stato aggredito dalla folla prima che lo catturassero le forze dell'ordine.
Segno che qualcuno si sta accorgendo, forse, di qualcosa?

http://www.ilgiornale.it/news/mondo/nizza-fermato-uomo-armato-machete-1284850.html

_sull'ipotesi complotto, citazione dal passato:

"Oggi gli americani si sentirebbero oltraggiati se le truppe delle Nazioni Unite entrassero a Los Angeles per ristabilire l'ordine; domani essi ne saranno grati. Ciò è particolarmente vero se alla gente viene detto che c'è un pericolo esterno imminente, vero o inventato che sia, che minaccia le loro stesse vite. Allora tutti i popoli pregheranno i propri leaders perché li proteggano da questo demone. L'unica cosa che ogni uomo teme è l’ignoto. Quando questo scenario si presenta si rinuncia volentieri ai propri diritti in cambio della garanzia del proprio benessere concessa dal Governo Mondiale "

Henry Kissinger

_comunque sia, un vero schifo.

Anonimo ha detto...

E noi non abbiamo neanche più un esercito. Forse è un'osservazione stupida, ma la naia,pur considerata un gran scocciatura,la sento quasi rimpiangere da chi l'ha ancora fatta... Perché era vista come un periodo della vita che metteva alla prova i giovani, li faceva maturare. Davanti a certi fatti mio marito spesso sbotta "a questi qui manca un po' di naia per imparare a stare al mondo". E se dovessimo accorgerci di avere un nemico alle porte (o in casa) chi ci proteggerà? I burocrati della UE? I nostri bamboccioni? Ah, già, adesso abbiamo le soldatesse e l'esercito di professionisti... Ma basteranno?

Luisa ha detto...

Effettivamente da quel che si legge e ascolta dai media si direbbe che più che altro l`inchiesta è rivolta a mostrare che quel criminale "non è un musulmano radicalizzato", più importante che le vittime che ha seminato sul suo passaggio è martellare che non non aveva legami con l`islam radicale, dunque si osa pronunciare la parola proibita "islam" solo per dire che non c`entra per nulla perchè come sappiamo tutti l`islam è una religione di pace e di amore...
Siamo tutti diventati fessi?
Non lo penso.
Per una sedicente pace sociale, per un sedicente vivere insieme, per clientelismo e per denaro, ancora una volta assisteremo alle solite menzogne di Stato.
E oggi vedremo "celebrazioni" interreligiose che tenteranno di far credere alla gente che l`islam è pace e amore e solo quello, che tenteranno di mascherare la realtà di un`altra citta francese dove predicatori salafisti operano in tutta impunità nelle moschee, predicando il loro odio e incitando alla violenza.

Luisa ha detto...

Se maasticate il francese vi propongo questo articolo :

http://reinformation.tv/attentat-nice-que-faire-dolhein-57643-2/

Articolo che riprende quel che scrisse Roberto de Mattei qui:

http://www.corrispondenzaromana.it/cristo-crocifisso-scandalo-per-i-musulmani-e-stoltezza-per-i-laicisti/

Queste le direttive di di Abu Muhamad al Adnani, portavoce dello "stato islamico"

«Conquisteremo Roma, spezzeremo le sue croci, faremo schiave le sue donne col permesso di Allah, l’Eccelso»

«Piazzate l’esplosivo sulle loro strade. Attaccate le loro basi, fate irruzione nelle loro case. Troncate loro la testa. Che non si sentano sicuri da nessuna parte! Se non potete trovare l’esplosivo o le munizioni, isolate gli Americani infedeli, i Francesi infedeli o non importa quale altro loro alleato: spaccate loro il cranio a colpi di pietra, uccideteli con un coltello, travolgeteli con le vostre auto, gettateli nel vuoto, soffocateli oppure avvelenateli».

mic ha detto...

È tornato Erdogan, certamente nel tripudio delle sinistre "musulmane". E vedrà la luce la sua costituzione dove la parola islam sostituirà la laicità di Ataturk, che non era uno stinco di Santo ma in questo poteva rappresentare un progresso. Anche se l'islam è, alla fine, irriducibile.
E se riuscirà ad entrare in Europa, con gli appoggi infami di chi la governa sarà ancor peggio di ora...

Eterogenei dei fini ha detto...

Una strage compiuta da chi usa la fede senza ragione mentre si festeggia l'inizio della ragione senza la fede.

Anonimo ha detto...

Riflessione dell'Arcivescovo Luigi Negri sulla strage di Nizza:

http://www.luiginegri.it/default.asp?id=401&id_n=1814

RR ha detto...

Erdogan è tornato, ma sec. me molto meno saldo di prima, e bisogna vedere se il golpe è solo turco, o c'è un aiutino dietro (CIA?). Se comincia a sospettare che i potenti alleati a Washington non lo vogliono più, lo vedo male. Se poi metterà a morte i golpisti, si scorda l'ingresso in UE per altri 120 anni almeno.

C'è la rivendicazione ISIS, vera o falsa, ma c'è, per Nizza. Fine della storia del vero depresso in cura. Anche perché se è grave, deve stare in un ospedale, non alla guida di un camion (notizia della malattia psichiatrica data dal padre, attendibilità ZERO).

Funerali dei poveri morti pugliesi. Essendoci dietro la ex giunta Vendola, ed ora Emiliano (più di 10 anni che al potere c'è il PD e soci), finirà tutta in una bolla di sapone, quella su Viareggio, ricordate vero, 34 o 37 morti, 2009, nessun colpevole per ora, grosso rischio di prescrizione. Uno degli indagati è Moretti, ex AD Ferrovie, premito subito dopo con il posto di AD Finmeccanica.



Luigi Rmv ha detto...

Grande Anonimo delle 12,44, quando con battuta più profonda di quanto sembri, dice
" Ci sono troppi camion sulle strade! Combattiamo contro le fabbriche di camion e tornerà la pace".
Si usa spesso contro la Chiesa cattolica questo modo di fare.
Per laicisti e comunisti quel camion è la chiesa cattolica: eliminiamola, in qualunque modo, e il mondo diventerà un'oasi di pace e progresso.
La ghiotta occasione è data dall'islam, che più o meno consapevolmente, di fatto, è diventato un loro alleato.
E' assurdo, allucinante, idiota, ma mi sembra così.
Atteggiandosi a "difensori di Caino", fanno di tutto per mistificare la violenza insita nel Corano e nell'islam, trovando ogni occasione per assimilarci a loro, come evidenziato da Mic nell'articolo.

Per varie ore, in tutti i telegiornali ci si è ben guardati dal pronunciare l'aggettivo "islamico"
E' terrorismo e basta. Per raggiungere quale obiettivo? Non si sa, esiste il terrorismo e basta.
Perchè il camionista si è suicidato facendo una strage?
Perchè era depresso per il divorzio.
Anzi, è colpa di noi occidentali, il camionista era un povero emarginato e disadattato, ci sono motivazioni sociali, siamo tutti colpevoli.
I laicisti sono entrati in competizione con la Chiesa per creare una società senza Dio, quindi ben venga l'alleato islamico per sostituirla, a qualunque costo, poi si vedrà.
Intanto nelle scuole leviamo le Croci, i Presepi, le visite guidate a siti cristiani, altrimenti i mussulmani e gli atei si offendono
Proibiamo anche ai cattolici di ingerirsi nelle questioni dello stato, poi si vedrà.

Le crude parole del Maometto dell'Isis riportate da Luisa ci ricordano che, dopo aver punito lo stato i colonialisti francesi, l'obiettivo finale è la Croce, il Simbolo del loro nemico. Quindi Roma, la sede della Chiesa Cattolica.
E io che vivo a Roma e vado quasi ogni giorno in metropolitana non mi sento tanto rassicurato da soldatini e soldatesse col mitra, visto che i terroristi sono perfettamente integrati e nessuno controlla cosa porti nella borsa o metal detector.
Spero che almeno ci siano tanti in borghese, ma con Angelino Alfano al Viminale possiamo dormire sonni tranquilli.

A proposito, dopo la strage degli italiani torturati per tutta la notte e uccisi come vitelli al mattatoio perchè non conoscevano i versetti del Corano, qualcuno ha sentito di manifestazioni in piazza e sui social network con lo slogan "anche io non conosco i versetti del Corano", o "anche io sono cristiano"?
Miserabili deficienti.

RR ha detto...

Ieri sera sulle TV, quelle che trasmettevano sulla Turchia, non tutte: a parte gli "esperti" sicuri di sé, i giornalisti, incerti, dubitanti, balbettanti, che non sanno se rallegrarsi perché forse Erdogan è finito, o viceversa dolersene, che parlano della Turchia come fosse la Francia o la Germania, mentre invece è ancora, evidentemente, Terzo Mondo - ed infatti gli "esperti" sono tutti o quasi terzomondisti che non si vedevano più in TV da anni - giornalisti che sono li, basiti, burattini cui in quel moneto nessuno tira i fili, perché i burattinai a loro volta non sanno che cosa hanno deciso "the powers that be" cui loro rispondono ...Patetico.
E lo stesso su certi grossi giornali o siti, BBC, CNN, Associate Press, tutti sul vago, tutti che non sanno cosa dire, come commentare, tutti in attesa dell'imbeccata...Fossi giornalista, mi vergognerei profondamente.

Versione de Il Giornale ha detto...

Ma un golpe apparentemente così bene organizzato può fallire dopo poche ore, come se nulla fosse? O meglio, come se fosse un bluff? Ad avanzare il sospetto è Deniz Baykal, ex segretario del partito repubblicano Chp e personaggio di spicco della politica turca, uno dei membri più anziani del parlamento di Ankara. Via Twitter ha lanciato una pesante accusa nei confronti di Erdogan, accusandolo senza mezzi termini di aver organizzato il tentativo di golpe per poter realizzare la riforma della costituzione e attuare il tanto anelato presidenzialismo. Secondo Baykal, infatti, il tentativo di colpo di stato sarebbe il mezzo con cui il presidente vuole ampliare le proprie competenze e acquisire così poteri esecutivi.

RR ha detto...

Tutto ed il contro di tutto in posti come la Turchia...

Tornando a noi: pare che la povera "vedova affranta" sia una brava bugiarda e grand'attrice (Fermo), nonché un'ottima "aggressora" (usiamo un femminile orrendo, cosi Boldrini è contenta) scarpe in mano.
Non mi meraviglia: dato l'alto tasso di testosterone degli Africani maschi e femmina, è presumibile una certa qual tendenza all'aggressività ed all'aggressione,a che per futili motivi (in USA lo sanno bene i "mariti" delle donne afroamericane. Pare che anche Obama tema la moglie).

Anonimo ha detto...

....si tratta soprattutto, aggiungerei, di una guerra che stiamo inconsapevolmente combattendo contro noi stessi.

Infatti, se da un lato è impossibile non intravedere quale matrice unica alle stragi degli ultimi anni, con la sola eccezione Breivik, il filone jihadista, dall’altro risulta altresì evidente il conflitto interiore del mondo occidentale con se stesso, i cui sintomi sono sotto gli occhi di tutti: condanniamo ogni atto di terrore, eppure siamo timidissimi nel parlare di jihadismo; neghiamo il legame tra terrorismo e immigrazione, anche se i tratti somatici degli attentatori tutto sono fuorché tradizionali europei; ridicolizziamo le nostra radici cristiane, ma poi corriamo a commemorare le vittime del terrore con ridicole preghiere social – #prayfor – non si sa bene rivolte a quale Dio; dichiariamo guerra al terrorismo, ma poi scodinzoliamo alla corte di quei Paesi, dall’Arabia Saudita al Qatar, che lo promuovono.....
(Giuliano Guzzo)

Anonimo ha detto...


@ L'impreparazione militare italiana: "adesso abbiamo le soldatesse e i professionisti, ma basteranno"?

No, che non basteranno, anche perche' i professionisti ben armati e addestrati (che pur abbiamo e che hanno fatto bene in Irak e Afghanistan) sono pochi, si tratta di unita' smilze, causa la cronica mancanza di fondi. Le soldatesse non danno poi garanzie. Storicamente, i reparti tutti femminili non hanno mai dato buona prova, forse per questo le soldatesse vengono utilizzate mischiate ai maschi (il che pure non va bene, per altri motivi).
In Russia, iniziatasi la rivoluzione democratica nel marzo del 1917 dopo l'abdicazione dello Zar, Kerenskij costitui' reparti femminili, in nome dell'ideologia ugualitaria della democrazia. E'noto che a difendere il Palazzo d'Inverno, la notte del colpo di Stato bolscevico (7 novembre 1917), c'era anche un battaglione femminile, che si dissolse come neve al sole, unitamente alle altre scarse truppe presenti. Il colpo di Stato era annunciato da tempo e il clima era di generale disfacimento (basta leggere come racconta la cosa lo stesso organizzatore del colpo, Leone Trotskij, "La mia vita", 1929, tr. it. dal tedesco, Mondadori, 1930,1961, pp. 274-279). In quest'episodio specifico non ci fu l'orgia di sangue e di violenze di cui parlarono gli oppositori, tuttavia e' ipotizzabile che le donne del battaglione femminile non siano state trattate tanto bene dalla soldataglia.
Scrisse un deputato dell'Assemblea Costituente disciolta appunto dal colpo di stato comunista, tale Marco Slonim, che combatte' contro i bolscevichi: "Intanto il palazzo venne circondato e, dopo una breve lotta sanguinosa tra il piccolo nucleo dei suoi difensori e la folla dei marinai e dei soldati, fu preso d'assalto. I ministri furono arrestati, il battaglione femminile che stava nel palazzo, violato, le cantine vennero sfondate e la soldatesca si abbandono' ad un'orgia di parecchi giorni" (M. Slonim, La Rivoluzione Russa. Fatti e impressioni, tr. it., Zanichelli, Bologna, 1920, p. 69). L'assalto fu assai poco sanguinoso, pero' le sbornie (magari non di parecchi giorni) e violenze e/o molestie alle donne sono credibili.
Sul carattere sostanzialmente incruento della cosa, senza nominare ne' il battaglione femminile ne' violenze, vedi anche: AAVV, "Il libro nero del comunismo", Mondadori, 1998,pp. 48-9.
Le donne hanno un'ottima mira, sparano bene e hanno fatto bene piu' volte come "cecchine".
G. Pansa, "I vinti non dimenticano", Rizzoli, 2010,ricorda (in modo documentato) che c'era anche un gruppo di donne tra i franchi tiratori fascisti che diedero filo da torcere ad Alleati e partigiani per circa due settimane, a Firenze, nell'agosto del '44 (pp. 77-88). Furono tutti uccisi appena catturati, quelli che lo furono.
M. Gilbert, "La grande storia della I g.m.", Milano, 1998, p. 420, riferisce di uno di questi reparti russi femminili, di 300 donne, chiamato "Battaglione femminile della morte", impiegato nell'ultima disastrosa offensiva russa dell'estate del '17, contro i tedeschi, con l'esercito ormai in disfacimento e reparti "bolscevizzati" che si rifiutavano di combattere: "Tale unita' fu decimata sia da casi di isteria, panico e diserzione che dalla rappresaglia dei colleghi di sesso maschile che si dimostrarono tutt'altro che fieri di vedere lanciarsi all'attacco un gruppo di donne laddove essi avevano rifiutato di farlo". Historicus

Anonimo ha detto...


I primi a ridicolizzare "le nostre radici cristiane" sono i preti di oggi, quelli della Chiesa plasmata dalle "riforme" promosse dal Concilio Vaticano II. A. P.

Rr ha detto...

In Siria le donne combattono, sia tra i reparti di Assad, sia tra i kurdi. A veder le foto, sono tutte giovani e belle. NON emigrano, combattono, molte muoiono (quelle delle foto). Alcune da eroe.

Anonimo ha detto...

L'opposizione turca: "Golpe? Una messinscena di Erdogan"
Durissima accusa di Deniz Baykal, ex segretario del partito repubblicano Chp e personaggio di spicco della politica turca: "Erdogan ha organizzato il tentativo di golpe per cambiare la Costituzione e realizzare l'anelato presidenzialismo".
Nulla è più ciò che appare, ovunque finzione, falsità, corruzione, per la sete della gloria umana e del potere: uomini al servizio del Male, che corrompono, muovono e plagiano le folle, lanciano messaggi in rete e trovano subito chi si lascia sedurre (richiami in rete sia per la guerra santa che per scendere in piazza a resistere al golpe. Questo ultimo invito trasmesso ieri notte tramite un videomessaggio di Erdogan, in pieno golpe e durato appena tre ore?) disposti a tutto, anche ad uccidere i propri simili insieme a bambini innocenti, da Nizza fino alla Turchia.

RR ha detto...

Luigi,
la frase sul camion era un riferimento alle parole del VdR che all'indomani di Dacca se l'è presa con le armi, come se le armi sparassero da sole (anche Obama ce l'ha sempre con le armi: proibiamo le pistole ed i camion, e tutto andrà bene).

Il dopo-golpe si sta facendo sempre più sanguinoso e dittatoriale. Chi ha la mia età o è più vecchio, ricorderà altri golpe in Sudamerica (golpe è infatti parola che da lì arriva). Più di 3000 militari chiusi in stadi di calcio (!), pare un soldato decapitato sul ponte sul Bosforo (il Bosforo !), altri malmenati o quasi linciati dalla folla, giudici ?) arrestati...
forse è per questo che stanotte sono andata dormire sperando vincessero i golpisti.
Ed invece no...
Una bella gatta da pelare per la NATO ed i nostro governicchi, oltre al terrorismo.
E naturalmente chi ha decapitato il soldato, lo ha fatto gridando - Allah Akbar", - non - Dio è con noi ! -.

RR ha detto...

A Dacca i nostri sono stati torturati e mutilati.
Ora salta fuori che anche i morti del Bataclan, speriamo non tutti, sono stati mutilati, seviziati, violentati... Un padre racconta di aver riconosciuto suo figlio solo dl lato sinistro del viso, l'unica parte ancora quasi intatta.
Non è gossip, vien fuori dalle relazioni tenute all'Assemblea nazionale, e rimaste pressoché segrete. Ma dopo la lettera-denuncia dei GIGN, qualcun altro comincia a parlare.

Luisa ha detto...


-Il relativismo che apre la porte alla loro dominazione-
di Stefano Fontana

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-il-relativismo-cheapre-la-porte-allaloro-dominazione-15658.htm

Anonimo ha detto...

Vi invito a meditare quanto postato da M.Blondet prima di andare in vacanza:

“La finzione della democrazia è mantenuta in vita solo attraverso la costruzione di un nemico comune, che cela la separazione gerarchica tra il potere e le masse. E’ questo il ruolo del terrorismo

Enrica Perucchietti, False Flag – Strategia della Tensione e terrorismo di Stato – Arianna ed.

Cesare

Luigi Rmv ha detto...

Rosa, guarda che l'avevo capito il riferimento camion -frase del papa sulle armi, per quello ho apprezzato la battuta, ma ne ho ho preso spunto per un altra osservazione; credevo fosse scontato, comunque grazie di averlo precisato, non credevo di essere passato da fesso.
Speriamo che gli orrori emergano (cambio discorso), sono il loro segno, quello della bestia, ma credo che continueranno a nasconderli per non 'alimentare l'islamofobia'.
Hai visto mai che qualcuno inizia a criticare l'islam...
Con la Chiesa cattolica, invece, trattamento opposto, ogni falsità è buona per uniformarla alla jihad, e i modernisti rinforzano e si associanoalle critiche allaChiesa per fugare questo ogni dubbio.
Veramente allucinante, Satana si sta scatenando proprio come rivelato dalla Madonna.

Massimo Valentini ha detto...

Erdogna non sarà mai considerato il califfo. Manca di carisma, non ha un'ampia visione politica ed è facile preda dell'impulsività. Il beduino Geddafi era più "califfo" di lui.

Anonimo ha detto...

http://www.lastampa.it/2016/07/16/blogs/san-pietro-e-dintorni/islam-pace-ne-siamo-sicuri-LWPYkfRVFVMHWsu1W0xqIO/pagina.html

Anonimo ha detto...

Il problema del terrorismo che è di matrice islamica e dell'invasione che subiamo sono anche i nostri governi, espressione di una società nichilista e senza valori autentici.

Ansa.it ha detto...

Mondo
Ultima OraFotoVideo


Nizza: Costa Azzurra culla di estremisti islamici
Centro jihadismo francese, da Nizza partiti 1.000 foreign fighter


Benedetta Guerrera
17 luglio 201609:58NEWS
All'apparenza paradiso costellato di hotel lussuosi, ristoranti in riva al mare, cinema e buon vino, la Costa Azzurra è uno dei luoghi europei dove l'estremismo islamico prospera di più. Terreno fertile per il terrorismo, la regione di Nizza ospita il 10% di tutti i 1.400 francesi o residenti in Francia segnalati dall'intelligence per i lori legami con il jihadismo. Un quadro inquietante e noto alle forze dell'ordine da tempo. Un rapporto pubblicato solo pochi giorni fa rivela che il fenomeno della radicalizzazione nella zona è cresciuto in maniera esponenziale negli ultimi due anni.

Qualche decina i casi segnalati nel 2014, 476 all'inizio del 2015 e ben 3.600 oggi. D'altra parte che Nizza fosse nel mirino dei terroristi islamici non era un segreto. Nel 2014 fu sventato all'ultimo minuto un attentato durante il Carnevale della città. Due giorni prima dell'inizio della manifestazione simbolo della città fu, infatti, arrestato un uomo appena rientrato dalla Siria e nel suo appartamento furono ritrovati diversi esplosivi artigianali. A sole tre settimane dalla strage al supermercato kosher di Parigi, il 3 febbraio del 2015 Moussa Coulibaly aggredì a coltellate tre militari francesi di guardia a un palazzo di Nizza che ospita diverse istituzioni ebraiche.

Un attacco non paragonabile alla strage di questa notte ma che fece scattare nella città, unica all'epoca in tutta la Francia, la massima allerta terrorismo. Principale centro del radicalismo in Francia, su una popolazione di un milione di abitanti nell'ultimo anno oltre 500 persone sono state segnalate nella regione per vicinanza all'estremismo islamico. E dalla sola Nizza, negli ultimi anni sarebbero partiti ben 1.000 'foreign fighters', il doppio ad esempio di quelli che hanno deciso di unirsi alla jihad partendo da Bruxelles. Sullo sfondo di uno scenario a tinte fosche la figura di Omar Omsen, vero nome Omar Diaby.

Quarant'anni, di origine senegalese, per i servizi anti-terrorismo francesi è uno dei principali reclutatori di jihadisti nizzardi in Siria dove è fuggito nel 2013 in forza ad Al Nusra, la branca di Al Qaida nel paese. Autore di diversi video di propaganda Omar Omsen, che si si è autoproclamato imam radicale proprio a Nizza, è a capo di una cellula di 30 giovani jihadisti francesi attivi a Latakia e provenienti come lui dalla città sulla Costa Azzurra. Poco prima della sua partenza per la Siria aveva lavorato a Nizza in un chiosco halal, chiamato 'Nusra'.

Senza remore ha detto...

Adesso diranno che lo stragista non è un pazzo ispirato dalla religione islamica, ma un povero cristo depresso, abbandonato dalla moglie, pieno di problemi economici e che ha compiuto l' eccidio di Nizza per disperazione.
Pur di non dire la verità, saranno disposti a inventarsi qualsiasi fandonia. Ormai siamo abituati al delirio giustificazionista. L' assassino otterrà la comprensione pietosa di vari intellettuali dei mie stivali. Questo giornale, dopo il massacro del Bataclan, pubblicò un titolo che suscitò la riprovazione generale: Bastardi islamici. Il direttore di allora, Maurizio Belpietro, fu perseguito dall' Ordine dei giornalisti. Con questo pretesto: non si insultano così neanche gli assassini, e il fatto che essi siano o non siano musulmani non c' entra. Quindi giù le mani dalla fede, qualsiasi essa sia. Certo non contano i fatti, compresi quelli di sangue, ma le parole usate per descriverli. Occorre misura, delicatezza, massì, perfino amore. Andate all' inferno, censori della malora. Come li dobbiamo definire individui addetti alla macellazione di umani? Gentiluomini? Ragazzi emarginati? Ecco perché oggi, dovendo riferire e commentare quanto accaduto nella città francese prossima ai nostri confini, abbiamo scelto questo nuovo titolo: Islamico di razza. In effetti, altro che bastardi, sono talmente di razza da essere più o meno consapevolmente razzisti. Ammazzano quelli che considerano diversi da loro, infedeli, incapaci di comprendere la legge coranica e indegni, pertanto, di vivere. Massacrare bambini, donne, famiglie intere, uomini pacifici e a spasso è un' opera richiesta dall' alto dei cieli.
Che vergogna, che squallore dover sempre ripetere le stesse cose l' indomani di ogni - sempre più frequente - ecatombe.
Siamo disgustati e imbarazzati. Vorremmo sparire da questa Europa molle e inetta, presuntuosa e buonista per opportunismo e vigliaccheria. La Francia non sa fare altro che frignare. Poi si giustifica affermando che, in fondo, i criminali che sterminano centinaia di cristiani non sono cittadini di Paesi ad alta densità di islamici, bensì francesi della seconda o terza generazione. È vero, ma chi li ha trasformati in francesi tout court? La Francia stessa. Che ha fatto entrare nel proprio territorio milioni di esaltati senza porsi il problema delle conseguenze. Li ha ospitati e poi nascosti nelle periferie. Usati quali braccia da lavoro. Non li ha integrati per il semplice motivo che loro non si fanno integrare.

Senza remore ha detto...

Segue

Mantengono abitudini tribali, la loro religione medievale, i loro dogmi folli e immodificabili, perché Allah è Allah, gli si obbedisce e basta. Per questa gente esiste solo uno Stato, quello etico e musulmano. Le leggi democratiche, occidentali, illuministiche sono pregiudizi borghesi. Meglio Maometto. Dal loro gretto punto di vista, gli islamici hanno pure ragione. Ma ci si chiede perché, se odiano la nostra civiltà, si stabiliscono qui e poi - per tutto ringraziamento - ci fanno fuori come se fossimo mosche. In particolare ci si chiede per quale arcano e idiota motivo li dobbiamo ricevere nelle nostre città, sfamarli, concedere loro una casa e un lavoro.
Non c' è spiegazione convincente. L' unico provvedimento che - pur tardivamente - bisognerebbe adottare è la chiusura - blindatura - dei confini. Proteggiamoci e che sia finita. Invece no. Seguitiamo a sperare di inglobare i musulmani e di farli diventare miti occidentali. Illusione.

Questi signori allucinati non smetteranno mai di considerarci nemici da sterminare. È da stolti non capire che, se non reagiamo subito, saremo sconfitti, sottomessi, forse eliminati. L' Europa assiste compassata allo sterminio, non si organizza, è rassegnata, indolente, probabilmente se ne frega. Sarà così finché i terroristi non prenderanno di mira la Germania, dopo di che la Merkel magari si sveglierà per non perdere la cadrega e si darà da fare per non soccombere.

Questo è poco ma è sicuro. I tedeschi non si muovono gratis per aiutare gli altri, nel caso specifico i francesi allo sbando. Ma se i teutoni saranno toccati nel vivo - anzi nel morto - non avranno più remore e contrattaccheranno alla grande. E finalmente la Ue si renderà conto che il dramma del terrorismo non è un fenomeno locale, ma riguarda tutti.

Da quel momento per i terroristi saranno guai. Vogliamo sperarlo. Intanto aspettiamo con tremore i prossimi eventi. Non sia mai che gli islamisti prendano di mira anche l' Italia. Sarebbe un disastro perché noi siamo come i francesi: confidiamo nella possibilità di accordarci con chi progetta di stecchirci. Non per scampare al massacro, ma nel tentativo di essere gli ultimi ad andare all' altro mondo.

Non abbiamo nulla da aggiungere. Assisteremo ad altre carneficine senza fare una piega. Tenteremo di ingraziarci il boia e lo pregheremo di non farci troppo male. Nelle more, non cesseremo di aprire le porte ai musulmani, finché non ci avranno sovrastati. Già, non è una guerra di religione e neppure di civiltà. I cammellieri sono diventati autisti e guidano camion molto efficaci per falciare oltre 80 passanti lungo la promenade. La tecnica e la tecnologia hanno creato la parità di morte, se non di vita.

di Vittorio Feltri

irina ha detto...

C'è nessuno in grado di articolare sull'argomento un'interrogazione parlamentare?

Anonimo ha detto...

http://www.antoniosocci.com/le-nostre-solitudini-nichilismo-delloccidente-jihad-ci-minaccia-14-secoli-270-milioni-vittime/

RR ha detto...

Luigi,
non l'avevo preso per fesso, solo che siccome nessuno aveva ripreso la battuta, l'ho esplicitata, rivolgendomi a lei. Mi scuso,se l'ho offesa.

Valentina ha detto...

La Francia è dai tempi di Napoleone III che si fa sconfiggere come niente fosse, e convive poi alla grande con il nemico, checchè poi ne dicano a guerre vinte (dagli altri).

Anonimo ha detto...

Vi racconto alcuni fatterelli dalla regione dei parchi o dei porchi, fate vobis, l'altro ieri una donna senza fissa dimora che si era rifugiata in una delle tante colonie abbandonate ed in disfacimento che costellano tutta la riviera, è stata picchiata con tanto di frattura della mandibole e violentata ripetutamente da 2 marocchini clandestini, denunciati e riconosciuti dalla vittima, arrestati, saranno processati per direttissima e poi espulsi.......all'italiana, foglio di via e vai col tango, prendo il treno, non pago il biglietto e vado in altra città. Vero che la costa in estate diventa il paradiso di spaccia, pappa, puttani/e/oltre ogni immaginazione sex, ed altro, gli ospedali, non essendo in grado do ricoverare tutti i comatosi etilici e gli overdose oltre alle stuprate e stuprati lesionati in vario modo, hanno pensato bene di montare tende militari con brandine, defibrillatori, medicinali e medici per tutti e 3 i giorni del weekend, il lunedì tutto torna lissio, Romagnaaaaaa miaaaa.......sarà contento il vdr per l'ospedale da campo, se vuole mandiamo foto reali, non shoppate, per il resto stupri in disco e al mare di notte manco vengono denunciati per sbaglio, a meno di ferite e lesioni vaginali o altre, con violente perdite ematiche. Un caro saluto dalla riviera del divertimento assicurato, peccato che, non avendo un mare profondissimo, non possiamo accogliere le navi da crociera extreme sex e bingedrunking piene di giovani rampolli british che possono anche estremizzare fino alla morte, fa 'in', azz..... vanno tutti in Spagna......e manco più abbiamo i russi 'mbriaconi che però spendevano a pioggia. A Rosa vorrei dire che May è anch'ella figlia di pastore protestante-anglicano e che il padre la cacciò dalla parrocchia e le proibì di metterci più piede per comportamento sconveniente viste le sue simpatie pro choice - family planning ed altro PC......analogie? Lupus et Agnus.

Anonimo ha detto...

Questo è italiano. Non fa scalpore come a Fermo. Ormai le violenze non si contano, ma "sono risorse"

http://m.ilgiornale.it/news/2016/07/17/trento-due-stranieri-pestano-un-finanziere/1285262/

Rr ha detto...

Lupus,
grazie per le informazioni. Che la Romagna sia da tempo luogo "godereccio" è noto, col tempo i "godimenti" si moltiplicano, si ammodernano e si diversificano.
Del resto, a parte la cosiddetta "industria del divertimento", che altro c'è da te? quando attraversammo le campagne, anni fa, da Ravenna o Rimini verso Ferrara e da li verso Mantova, ci sembrava di essere in una "fiction" Anni '30 o '40, ci aspettavamo di veder comparire partigiani rossi o camicie nere ad ogni curva. Arrivati in Lombardia, ritornammo negli anni 2000.
Sulla May, grazie, dovresti dirlo a chi la crede donna morigerata e di onesti ostumi e di moralità spiccata, potenza della propaganda !
Ricorda tanto la Rodham Clinton, che però non e' figlia di pastore, ne è stata agente della Stasi.
Chissà se anche la May ha i trascorsi ( trascorsi?) lesbo dell'Hillary e dell' Angie ? E due su tre non hanno figli, rami secchi, senza preoccupazioni per il futuro.

Anonimo ha detto...


Ci vorrebbe una Destra seria che, in nome della difesa dell'identita' nazionale e territoriale violata in tutti i modi, cominciasse a contendere alle sinistre e agli "immigrati" loro amici, il controllo dello spazio pubblico. A. P.

Rr ha detto...

A.P.,
ci sono delle ' destre " serie, ma i ben pensanti ne sono spaventati, e all'atto pratico, non li votano (v. recenti elezioni amministrative a Roma e Milano, non parlo di Torino e men che meno Bologna).

Sottoscrivo.. ha detto...

http://www.riscossacristiana.it/buonisti-i-morti-di-nizza-sono-sulla-vostra-coscienza-di-giampaolo-rossi/

Anonimo ha detto...

Il punto di vista di Giulietto Chiesa sul tentato golpe in Turchia :
https://www.youtube.com/watch?v=YJ4Lk5S_IWs


Il punto di vista di Marcello Foa sul tentato golpe in Turchia e sulla tragedia di Nizza :
https://www.youtube.com/watch?v=rKsVilQmrCA

Silente ha detto...

Rosa ha ragione, nella sua risposta ad A.P. Di "destre serie" ce ne sono e spesso hanno anche un buon personale politico. Politici spesso cattolici e che rimangono cattolici, nonostante il devastante cattivo esempio (non solo dottrinario, ma anche politico) del regnante pontefice e il pesantissimo inquinamento e tradimento progressista, egualitaristico, pauperista, immigrazionista e antirazzista della Chiesa. Ma queste destre sono spesso oscurate dalla propaganda criminalizzante del regime. Puro terrorismo mediatico (e talvolta, terrorismo tout-court): politici come Salvini, Meloni e altri vengono attaccati, diffamati, insultati. Lo stesso capita in tutta Europa (e anche negli USA) a causa delle lobby mondialiste. E i "benpensanti", come dice giustamente Rosa, si spaventano perché sono conformisti.

Che tristezza vedere poi questi "moderati" (orribile definizione) piccolo-borghesi e tendenzialmente conservatori votare per i 5 Stelle che, nonostante ripetitivi, ipocriti discorsetti da Bar Sport sull' "onestà" e rassicuranti abitucci impiegatizi da grande magazzino, sono quasi tutti reduci dei centri sociali, no-tav e no-tutto, ultrasinistri mascherati, ecologisti estremisti se non, in molti casi, vicini a oscure sette e altrettanto oscure credenze. Per non parlare della loro insistenza sul "reddito di cittadinanza" che, prima di essere una stupidaggine non sostenibile finanziariamente, sarebbe un immorale incentivo al parassitismo sociale.

Anonimo ha detto...

La guerra di religione continua :

http://intuajustitia.blogspot.it/2016/07/nizza-la-guerra-di-religione-continua.html#more

Luisa ha detto...


A proposito del jihad che in 14 secoli ha fatto circa 270 milioni di vittime,un articolo di Antonio Socci :

http://www.antoniosocci.com/le-nostre-solitudini-nichilismo-delloccidente-jihad-ci-minaccia-14-secoli-270-milioni-vittime/#more-4586

Josh ha detto...

come uccidono i "fratelli" dell'unicodio:

http://www.liberoquotidiano.it/news/esteri/11930262/bataclan-ostaggi-torturati-jihadisti-strazio-occhi-strappati-sventramenti-castrazioni-.html

Anonimo ha detto...

Rispondo al volo,RR hai ragione al di là del mare c'è nulla, all'interno siamo rimasti come 50 anni fa, in montagna all'epoca dei partigiani parmigiani reggiani, solo che adesso i tugnin non vengono più nemmeno in vacanza, in compenso è arrivata la camorra ed altre benefiche istituzioni e si paga il pizzo, ma non si dica, la rete delle disco e dei parchi acquatici è nelle mani di Linus di radio Dee Jay che, quanto a mafiosità non è secondo a nessuno, il guaio è che non c'è alterna tiva a dittatura ultra 70nnale e........acqua in bocca. Non abbiamo nemmeno più una squadra di calcio da iscrivere in promo perché nessuno caccia i soldi, ma a Cesena, metà della metà x popolazione, vanno pure in A, pensate come stiamo conciati..... destra forte, ma noi siamo anti fassisti, non lo sapevi? Ultimissima, i morti di Dacca erano di qua in massima parte, perché la Terranova è stata fondata da un concittadino morto alcuni giorni fa, grande mecenate, soprattutto della Papa Giovanni XXIII e qui faccio il saluto e me ne vo' per non dire altro.Lupus et Agnus.

Che pena ! ha detto...

«Non esistono innocenti; esistono solo colpevoli non ancora scoperti»

http://www.libertaepersona.org/wordpress/2016/07/mons-bruno-forte-lultimo-giapponese-e-i-fatti-di-fermo/

http://www.tempi.it/sollievo-davigo-veglia-sulle-nostre-frequentazioni#.V4y2X5OLR3k

Gesù mio, con dure funi,
come reo chi ti legò?
Sono stati i miei peccati
Gesù mio, perdon, pietà. Dio mio , abbi pieta' !

Massimo Valentini ha detto...

L'Islam è una concezione di vita che non ammette alternative.

Anonimo ha detto...

La guerra di religione continua :
http://intuajustitia.blogspot.it/2016/07/nizza-la-guerra-di-religione-continua.html#more


Questa è disinformazione.
Vorrei chiede all'autore sulla base di quali PROVE afferma che la strage di Nizza è un episodio della "guerra di religione" dichiarata dall'Islam all'Occidente.
A tutt'oggi PROVE in tal senso ammontano a 0,0000.
Addurre come prova l'invito ad assassinare da parte di un sedicente portavoce di una organizzazione voluta e sostenuta dai paesi occidentali è ridicolo.
Non riporto tutto quanto finora emerso sull'autore della strage (assoluta distanza da ogni forma di religiosità), basta dare un'occhiata ai quotidiani on line, mi limito a fare notare che nemmeno da parte degli inquirenti è stata resa pubblica una ipotesi del genere.
Guerra di religione? e chi l'avrebbe dichiarata? e quando? e a chi?
Che sia in corso una invasione è lampante, ma è dovuta forse a decisioni prese da qualche congresso di "imam" o non piuttosto per volontà dei dirigenti i vari paesi occidentali che da decenni hanno avviato questo processo facilitandolo e incentivandolo con TUTTI i mezzi?
Arrivano forse roteando scimitarre o non sono prelevati invece a pochi centimetri dai luoghi d'imbarco?
Ma per piacere!...
Si rifletta piuttosto sugli effetti che queste azioni producono. In Francia, per esempio è già stato prorogato lo stato di emergenza (stava per scadere) che comporta, oltre a limitazioni delle libertà individuali dei cittadini TUTTI, anche il divieto di sciopero e di manifestare.
Cui prodest?

Cesare

mic ha detto...

Arrivano forse roteando scimitarre o non sono prelevati invece a pochi centimetri dai luoghi d'imbarco?
Ma per piacere!...


C'è forse bisogno di arrivare roteando scimitarre per sommergerci e sfigurare quel che resta delle nostre Patrie?
Ma per piacere!

Che l'invasione sia favorita dalla collusione e anche dall'aver rifiutato i valori cristiani da parte di governi collusi non riduce di un millesimo la potenzialità distruttiva e esiziale per noi di una teocrazia in corso di radicalizzazione in tutto il mondo. Insieme all'irresponsabile moltiplicarsi di moschee che stanno impiantando una Umma sempre più consistente e di certo non innocua (Imam compresi, anzi a partire proprio da loro...)

mic ha detto...

Non riporto tutto quanto finora emerso sull'autore della strage (assoluta distanza da ogni forma di religiosità), basta dare un'occhiata ai quotidiani on line, mi limito a fare notare che nemmeno da parte degli inquirenti è stata resa pubblica una ipotesi del genere.

Quotidiani on line affidabili pubblicano la presenza sul cellulare dello stragista (che musulmano di fatto era, anche se le fonti di regime ci tenevano a sottolinare fosse non praticante) di recenti contatti con al Nusra e il dato anomalo della rimessa di una cifra di denaro consistente alla sua famiglia in Marocco.
In ogni caso, disadattato o meno che fosse, le suggestioni di quale matrice fanno facilmente presa sui disadattati?

Anonimo ha detto...

La polizia del Bangladesh ha scoperto decine di docenti universitari e insegnanti delle scuole medie che incitavano i propri studenti al terrorismo islamico. Uno di loro, insegnante di inglese alle medie, avrebbe detto al sorvegliante della scuola: “I musulmani sono perseguitati in tutto il mondo, perciò dobbiamo compiere attentati contro i non islamici”.
Il sorvegliante, anonimo per sicurezza, riferisce ad AsiaNews: “Quando si verificano attacchi contro le minoranze religiose, molti musulmani sono felici di sapere che i cristiani o gli indù vengono uccisi dai militanti. Gli insegnanti stanno commettendo un grave errore”.
Dopo il drammatico attentato terroristico all’Holey Artisan Bakery Cafè di Dhaka, nel quale sono morte 20 persone in maggioranza stranieri, la polizia ha inasprito i controlli. Nelle ultime settimane le autorità hanno ricevuto decine di denunce di scomparsa di giovani, con ogni probabilità scappati per unirsi ai militanti islamici.

Nel frattempo le indagini si sono concentrate anche su coloro avrebbero potuto ispirare un gesto così violento, come predicatori e insegnanti. Tra gli ultimi vi è Hasnat Karim, un ex docente della North South University (Nsu) di Dhaka. L’uomo si trovava nel bar di Gulshan attaccato dai cinque terroristi lo scorso primo luglio e le immagini delle telecamere di sorveglianza lo hanno ripreso mentre passeggiava sul tetto del locale in compagnia degli assalitori....
http://www.iltimone.org/34934,News.html

RR ha detto...

Cesare,
che siano o no veri islamisti o agenti per "false flags", sta di fatto che NON sono bianchi, NON sono europei, NON sono cristiani.
Quindi una guerra di religione o ideologica, se preferisce, c è, poi bisogna vedere quante religioni, o pseudotali, e quante invece ideologie ci sono in ballo, ma sta anche di fatto che là dove mussulmani non ce ne sono (v. Giappone) non ci sono simili episodi.
Anche ai tempi delle BR c'era chi diceva che il comunismo non c'entrava nulla, che erano stragi di stato, che erano "compagni che sbagliavano", sta di fatto che stroncate le BR, stroncato quel terrorismo. E accordatici con i Paesi musulmani protettori dell'OLP e del FLP, non abbiamo più avuto attentati di Palestinesi.
I
o sono abituata ai trials clinici, si prova un farmaco, e si vede quel che succede, oppure si sospende una terapia dubbia, e se ne valuta l'effetto.
Facciamo cosi: cominciamo a mandar via, umanamente per carità, tutti i Mussulmani NON cittadini, ma aventi permessi di soggiorno, TUTTI I CLANDESTINI , blocchiamo i ricongiungimenti familiari, leviamo la cittadinanza a chi commette reati, anche di delinquenza ordinaria, eliminiamo lo "ius soli", chiudiamo le frontiere, e poi vediamo se ci saranno ancora attentati.

I Mussulmani comunque in Europa NON ci fanno nulla, a prescindere. Uno due, tre, forse, NON migliaia. Perché sono persone in massima parte meno intelligenti, meno acculturate, meno abituate da secoli a vivere, pensare, lavorare con la propria testa, perché considerano le donne meno che bestie, perché non sanno educare come si deve i figli, perché mangiano cose schifose e puzzano dalla mattina alla sera, perché adorano un Dio "falso e bugiardo", perché non sanno cos'è la tolleranza, perché praticano la taqqyia, la sharia, le mutilazioni genitali maschili e femminili, perché vivono di welfare, e sono un carico per le casse dello Stato, tra cui la Sanità, perché intere regioni europee li hanno subiti per secoli, e guarda caso sono le regioni più arretrate economicamente e socialmente del continente, perché i Martiri cristiani dell'Islam si rivoltano nella tomba, perché a parte gli arabeschi , Averroè, Avicenna (da loro considerati poco meno che eretici ) e qualche opera poetica (che non so quanto araba e quanto invece persiana o indiana) NON HANNO DATO AL MONDO NULLA !
Perché la loro presenza aumenta la criminalità, l'insicurezza, il sospetto, i soldi per gente (come la Boldrini) che non hanno né arte, né parte, ... Credo che basti.

PS: in Francia c'era già lo stato di emergenza, ed hanno scioperato abbondantemente fino a Europei già iniziati.

Se "the powers that be" occidentali li importano, ci sono poi i Paesi arabi, a cominciare dall' Arabia saudita, che pagano, e lautamente.
Del resto la tratta degli schiavi vedeva da un lato capi tribù africani che vendevano e mercanti arabi ed ebrei che compravano, dall'altra armatori e capitani di navi e padroni terrieri che acquistavano. Per non citare la tratta di schiavi BIANCHI europei che è andata avanti dai tempi dell'Impero bizantino fino all' Ottocento.

RR ha detto...

Anonimo 15.13,
i "cattivi maestri" ci sono sempre, c'erano nella Russia zarista, nell'Europa a cavallo delle due guerre, negli USA anni '30, '40, '50 ed oltre, in Italia anni '70 ed '80...
Lor predicano, propagandano, innescano azioni che non sanno poi controllare, anche volessero, ma nella maggioranza dei casi, muoiono felici e contenti, spesso osannati e ricchi sfondati, nei loro letti, mentre chi hanno traviato, finisce per sempre o in un carcere carcere di massima sicurezza, o in fondo ad una fossa, a volte addirittura anonima.

rr ha detto...

Quasi 100.000 euro alla famiglia in Tunisia (Mic, Tunisia, non Marocco), non sono certo frutto di risparmi di uno che viveva con lavori saltuari (che altro, se no, può fare uno cosi ?) che doveva pure pagare gli alimenti alla moglie per i tre figli.
E poi: ma sec. voi il vero terrorista va in giro con la barba lunga, il Corano in mano, gridando Allahu Akbar ed insultando i Cristiani ad ogni passo ?
Perché tutti i pedofili hanno la faccia dell'orco o di Barbablù ed i ladri girano con la lima e il piede di porco in mano ?

Molti dicono "oh, ma sembrava una brava persona", perché molti non osservano, non sanno osservare, non vogliono osservare, preferiscono farsi i fatti propri, ed anche dopo non connettono i punti del disegno, i pezzi del "puzzle".
Tanto più se i testimoni sono della stessa etnia, o classe sociale, o hanno qualcosa da nascondere o qualche guaio con la giustizia.
E gli studi sociologici dimostrano che più una società è etnicamente disomogenea, più aumenta la sfiducia verso l'autorità ed il rinchiudersi in casa propria, cercando di ignorare quanto più possibile cosa fa il vicino.

Anonimo ha detto...

Già, muoiono felici e vecchi nel loro letto dopo aver istigato all'eutanasia, all'aborto, al gayworld etc. i problemi si risolvono solo quando c'è volontà di farlo, altrimenti si lasciano degenerare ed è quello che fa l'UE, a Nizza ci sono, in centro, qualcosa come 1250 telecamere che hanno ripreso tutte le manovre del camion, frenate brusche, partenze a singhiozzo, retromarce ed altro, basta scorrere le immagini, ma a nessun intéllo è mai venuto in mente di : se non proibire quella festa idiota del 14 luglio, perlomeno di non fare assemblamenti di folla lungo la promenade des Anglais già stretta di suo? Ma vaaaaiiii, Hollande è quello che pare, come Sarkozy, e non dico di più, quanto al golpe fake del sultano che adesso ha mano libera per far giustiziare tutti quelli che gli davano ombra, ma vi pare normale che durante un golpe in cui si oscurano i media e i cellulari, 10 minuti dopo lo scoppio delle bombe a tutti i cellulari indistintamente sia arrivato un sms del sultano che invitava tutti, turchi e non, a scendere in piazza a solidarizzare con lui? Ma per favore......mo' con 'sta manfrina lo faranno entrare in UE, che si cagano sotto che se lo si fa incazzare ci rifila i 2.mln. di siriani dopo che si è tenuto un sacco di soldi, e le figlie femmine vivono a Bologna.....aho, sveglia!!!Qua ci prendono per scemi e ci fregano con tutti 'sti islamici che, se è vero che non sono potenzialmente tutti terroristi, tutti i terroristi sono islamici e non innocenti vittime, li pagano profumatamente e si sa chi. Anonymous.

mic ha detto...

Ho letto con attenzione l'articolo (di Roberto De Mattei) stigmatizzato da Cesare.
Realistico e serio che più non si potrebbe. E Cesare non ne ha recepito una virgola per evidente cecità indotta dall'ideologia dominante...

agenpress.it ha detto...

Turchia. Annullato il reato di pedofilia. E’ amnistia per le nozze con le ‘spose-bambine’

Anonimo ha detto...

Gentile RR,
Innanzitutto intendiamoci:
a) non ho (checché ne pensi Mic) alcuna attrazione, simpatia, affinità spirutuale di alcun tipo verso i mussulmani e le loro credenze;
b) sono preoccupato quanto e più di chiunque altro su questo sito per le conseguenze (sia quelle già palesi sia per quelle che a breve saranno sotto gli occhi di tutti) che l'invasione che stiamo subendo comporta.
Ciò premesso, senza voler minimizzare nulla, mi sembra fuorviante definire gli avvenimenti cui stiamo assistendo ormai da tanti anni (troppi) chi nel ruolo di spettatore, chi i quello di vittima, attacchi del "terrorismo islamico", quali mezzi tattici di una "guerra di religione" volta alla conquista dell'Occidente... "cristiano".
L'Occidente sarebbe "cristiano"? si ispirerebbero al Vangelo di NSGC gli USA, la Francia, la Germania, l'Italia? ecc... o forse l'UE? o il Vaticano?
Tralasciamo pure di definire cosa secondo il politicamente corretto si debba considerare "attacco terroristico", ipotizziamo sia definibile come tale solo quello attuato da un singolo individuo e non quello effettuato da uno Stato con - poniamo - bombardamenti su intere città e su obiettivi esclusivamente civili (case, acquedotti, centrali elettriche, scuole, ospedali, ecc.) così come effettivamente fatto dal democratico Occidente, da decenni, nei confronti di Paesi europei, africani. mediorientali.
Ebbene, non riesco a capire quali possano essere i vantaggi che i seguaci di Maometto, ma non solo, i serbi non erano maomettani, otterrebbero da questo tipo di attacchi, oltre quello di attirare su di loro e sulla loro religione l'odio da parte dei popoli che, volenti o nolenti li ospitano,
Sono attacchi contro civili che, e lo sanno bene, non hanno avuto alcuna voce in capitolo, grazie al raggiro della democrazia rappresentativa, sulle azioni criminali da loro subite.
E PERCHE' le indagini a un certo punto si arenano? Perché ad es., sull'attacco a Charlie Hebdo (altra "strage islamica") è stato posto il segreto di stato? Forse perché settori dello Stato erano coinvolti?
Sono convinto che se i cittadini nei vari paesi europei richiedessero quanto da lei proposto: mandare via tutti i clandestini, l'opposizione maggiore non verrebbe dai clandestini ma dai governi.

Cesare

Bah ! ha detto...

Ma infatti, come ben rilevato da RR , il nostro modo di vedere le cose e' molto diverso dal loro modo di vedere le cose .
Per esempio la " dissimulazione " : nel loro codice e' perfettamente normale , nel nostro codice di cristiani invece non lo e' .
Per poter inquadrare piu' verosimilmente possibile un dato evento prima bisognerebbe entrare nella loro mentalita'.
Detto questo , mi sovviene un fatto illustrato in RAI TV , mi sembra durante Saddam Hussein , in cui una famiglia mussulmana priva di reddito , composta da un padre , piu' mogli , tredici figli , immolo' il figlio piu' piccolo di 8/9 anni facendolo fece saltare saltare in aria imbottito di tritolo allo scopo di procurare piu' vittime possibili ( non ricordo se in una piazza o in un supermercato o durante una festa di nozze ) . La famiglia cosa ne ricavo' ? Ne ricavo' che in cambio dell'atto eroico fu tenuta in grande considerazione in seno alla propria comunita' ed un vitalizio che avrebbe mantenuto vita natural durante l'intera famiglia . Ricordo ancora che l'unico marito di questa storia aveva tra 70 e gli 80 anni e l'ultima moglie di 15 anni fresca puerpera .

mic ha detto...

Cesare,
alcuni profughi credo che soffrano della lontananza dalla loro terra. Ma non sono tutti veri profughi. La maggior parte sono (non ho il tempo di citarle le fonti ma ce ne sono a iosa) o delinquenti o avventurieri spinti da miraggi di benessere, quando non sono aderenti a organizzazioni che sanno quel che fanno e quel che vogliono: l'espansionismo islamico. Sono molto note dichiarazioni al riguardo vecchie di decenni. Vedo che la sua preoccupazione le permette di ignorare tutto questo.
Ovvio che c'è la collusione di governi che hanno rinnegato le loro radici e pensano solo ai voti che ovviamente costoro non lesinano a chi li favorisce e ai miliardi che insensatamente ricevono da un'Europa che non è più neppure la pallida ombra di quel che era quando la sua civiltà, pur minacciata, era ancora viva.
Ma, se i governi e forse anche forze sovranazionali hanno la loro responsabilità, non possiamo ignorare che la barbarie, pilotata o meno che sia, è quella e non altra. Almeno riconoscerlo è il primo passo per cominciare a difendersi.

Anonimo ha detto...

Cosa e' cambiato ? Prima c'era Gheddafi che giocava con noi come il gatto con il topo e apriva e chiudeva i rubinetti dei cosiddetti migranti a seconda della convenienza ora c'e' Erdogan che fa la stessa cosa con la imbelle Europa . Cosa credono i politicanti europei che così facendo rimarranno sulle poltrone ? Poveri illusi ! Forse , forse , li lasceranno solo dopo che si saranno tutti sottomessi ( con quel che ne consegue ).

Rr ha detto...

Cesare,
Che in Francia le cose puzzino, e dalla testa, a me è chiaro come il sole, perché o tutti gli apparati d'intelligence sono formati da cretini o da poco intelligenti burocati esecutori di ordini (come Hollande, messo li per far passare il matrimonio tra froci che voleva il patron di Le Monde, ed aprire ulteriomente ai Mussulmani, che l'hanno eletto, oltre che a portare avanti la nota agenda massonica), o sono collusi, per non dire complici. Che siano collusi o complici con il terrorismo islamico, che non è nato oggi, ne' ieri, ma risale almeno alla guerra d'Algeria, se non prima, contro gli Ottomani,
Oppure con gli USA, Israele, il Qatar o l'Arabia Saudita, non lo so, spero che prima o poi i Francesisi sveglino, e pretendano la verità.

C'e chi sostiene che l'invasione serva al meticciato, e che questa serva a chi, per secoli minoranza più o meno disprezzata, preferisce vivere in mezzo a tante minoranze piuttosto che in mezzo ad una maggioranza omogenea di Europei ( o Americani) bianchi e aoprattutto cristiani. Altri non sono d'accordo.
Io credo che la verità', la nostra piccola verità di uomini, stia nel mezzo. Ci sono sicuramente intellettuali, politici, ricchi magnati che appoggiano l'invasione, cosi non sono i soli "Europei non cristiani"-ammesso si possano considerare Europei - poi c'e un folto gruppo di
intellettuali, politici e mezze calzette di gjornalisti, scrittori, ecc., marxisti cHe, orfani ormai del proletariato, che non hanno mai amato, in realtà, e dell'URSS, della Cina di Mao, di Che Guevara, si sono innamorati degli immigrati clandestini nei quali vedono il
nuovo proletariato. Sia ben chiaro, pur che però vivano loro lontano, ma in mezzo a quei piccoli borghesi fascisti, rozzi ed ignoranti,
che votano Berlusconi, Le Pen, Farage, Trump, ecc. Oh, l'orrore !
Poi c'è una massa di mangiapane a tradimento, che non sapendo far nulla, perché a scuola bigiavano, si facevano di canne, e non
hanno imparato ne' un mestiere, ne' una professione, fanno i " mediatori culturali", i "volontari" alla Caritas e nelle varie NGO, dove campano grazie ai nostri soldi. Una parte ha pure grossi problemi psicologici, per non dire psichiatrici, e pensa di risolverli, occupandosi del "sociale", socializzando.
E cosi via tanti altri ominicchi e quaraquaqua che campano sugli immigrati, come campano sulla mafia, l' 'ndrangheta, l'intrallazzo in
genere. E naturalmente i criminali che lucrano di più con gli immigrati che con la droga o la prostituzione- le trecose non escludendosi
affatto, anzi).
MA in tutto ciò ci sono anche loro, i Mussulmani che, come già detto e scritto, non possono, non riescono, anche a volerlo, a diventare
veri Europei. Perché ? Perché se anche oggi l'Europa, il Nord America, ecc., il cosiddetto Occidente, rifiuta il Cristianesimo ( o meglio le sue elites lo rifiutano, e fanno il lavaggio del cervello alle popolazioni, perché seguano il loro esempio malsano), non se ne può far a meno.
I Mussulmani finiscono per sentirsi, essere TOTALMENTE ESTRANEI, specie se arrivano da villaggi, montagne, deserti.
La nostra è una cultura, una civiltà urbana, dal tempo delle poleis greche, la loro, e uso il termine in senso lato, NO.
Loor devono ascoltare il. Uezzin, e pregare e smettere di fare qualsiasi cosa, 5 volte 5 al giorno. Noi, anche nel Medioevo dei monaci e delle cattedrali, non eravamo obbligati, pena severe punzioni corporali, a sospendere la nostra vita quotidiana per pregare Dio ! Ne' i nostri testi sacri e commentari organizzavano la nostra vita fin nelle minuzie. E chi sapeva leggere e scrivere, non si formava solo sulla Bibbia!
Loro sono "spianati" nel cervello, come il loro deserto, e quindi saranno pure "false flags", ma chi più di loro facile da arruolare per
una missione del genere ? Se "in primis" non ci fossero, sarebbe più difficile farlo, no ?
E poi, ogni tanto, ricordiamoci del "rasoio di Occam".

Rr ha detto...

Alla Radio 1, ora, c'è un tale che sta giustificando l'operato di Erdogan, perché "quando la democrazia è in pericolo..."
LA DEMOCRAZIA in Turchia? ?????
Ma cos'è, basta che abbiamo un minimo di affari commerciali con un paese, e dobbiamo giustificare tutto? V. India e Maro' ?
O solo perché Erdogan, mussulmano, finora è stato funzionale al Nuovo Ordine Mondiale?
Ho spento per non farmi venire uno strsvaso di bile !!!
Ma che razza di giornalisti abbiamo ormai in Italia !

Anonimo ha detto...

Mic,
certamente molti soffrono della lontananza dalla loro terra, coloro che lavorano qui vi tornano per brevi periodi profittando di tutte le opportunità, e non sono poche, loro concesse.
Degli "immigrati" con cui sono venuto a contatto, di "profughi" non ne ho mai conosciuto uno che sia uno, tutti venuti qui per migliorare la loro situazione economica.
Molti, i più capaci, dopo un certo periodo tornati ai loro paesi o si sono spostati verso altri paesi europei, i meno intraprendenti sono rimasti.
Lei avanza dubbi sulla mia preoccupazione cui accennavo nel post precedente. Ribadisco di esserlo soprattutto perché, seguendo i media, mi sembra tendano a sviare l'attenzione della popolazione da ciò che è in atto.
Il vero pericolo - a mio avviso - è rappresentato non tanto dal "terrorismo islamico" secondo me "costruito", o dai clandestini delinquenti o no che potrebbero essere messi in condizione di non nuocere e rispediti ai paesi di provenienza in meno di 48 ore solo se ci fosse la volontà da parte di chi è pro tempore adibito al governo di questa espressione geografica, ma dal fatto che quelli che si sono stabiliti qui da anni, con le loro famiglie, che lavorano, ma non si sono "integrati", come notava RR, SI STANNO ORGANIZZANDO.
Ma di questo i media, non parlano, si occupano delle malefatte dei clandestini,
Fra qualche anno, pochi visti i dati di crescita della popolazione, visto che i loro figli frequentano le nostre scuole, saranno loro la maggioranza con quanto ne consegue... Sempre che non intervenga un qualche evento a vanificare la piena realizzazione di quanto programmato.

Cesare

Anonimo ha detto...

@ RR

sono d'accordo con quanto ha scritto.

Cesare

Silente ha detto...

Le risposte di Rosa alle illazioni di Cesare sono esemplari. Nulla dunque da aggiungere. In sostanza: l'assassino di Nizza era in stretto contatto da tempo con militanti islamici, l'Isis ha rivendicato la strage e l'atto era stato premeditato. La matrice islamica della mattanza non è discutibile.
Ma semplicemente non vera è l'affermazione di Cesare che lo stato di emergenza (prorogato da Valls) comporti anche il divieto di sciopero e di manifestare. Ci siamo dimenticati che solo poche settimane or sono la Francia venne bloccata per giorni e giorni da sindacati, estremisti di sinistra, casseur e teppisti vari con scioperi prolungati e manifestazioni spesso violente per protesta contro una legge che consentiva una limitatissima liberazione del mercato del lavoro?

Invece, la buona notizia è che il sinistro primo ministro Valls sia stato violentemente contestato a Nizza dalla popolazione stanca dalla posizione filoislamica del governo. E lui ha reagito, come prevedibile, dicendo che le contestazioni sono state "vergognose" e "islamofobe".
Occorre che le élite mondialiste, omologanti, antirazziste e anticristiane che ci governano incomincino ad avere paura.

Luigi Rmv ha detto...

Rosa, non mi sono offeso, veramente, lei mi sta ancHe simpatica e la stimo per quello che dice, che spesso condivido; con i post, mancando le espressioni del viso, possono crearsi malintesi.
Sul tema si è detto tutto, sottolineo solo uno degli aspetti che trovo più inquietanti: che quelli delle comunita' islamiche si sentono pure perseguitati ed emarginati e trovano in questo la giustificazione, più o meno velata, delle loro reazioni.
Lupi travestiti da agnelli e i governi gli vanno appresso per tutelarli con leggi ad hoc, mentre con la Chiesa si ha l'atteggiamento diametralmente opposto.
E non gli basta un papà che si è allineato a questo atteggiamento assurdo, siamo sempre colpevoli.
Abili e astuti, falsi e geniali nei modi di uccidere poveri inermi a tradimento, dagli aerei delle torri gemelle al camion di Nizza.
Chissà cosa si inventeranno per Roma, qualcosa di spettacolare.

Anonimo ha detto...

No, caro Luigi Rmv, Roma sarà presa senza colpo ferire, senza fare rumore, perché l'Italia, non so se se n'è accorto, serve per far svernare tranquillamente qualsiasi tipologia di islamici, dai figli di... ai terroristi, guerriglieri, agitprop e reclutatori, che qui hanno basi operative e poi si spostano dove devono fare gli attentati, si è mai chiesto perché da noi no? Suvvia non è difficile, serviamo da base di appoggio senza controlli di alcun tipo, mettiamoci anche la stupida miopia delle intelligences dei paesi UE, che mai e poi mai si scambierebbero informazioni tra di loro, ed il giochino è fatto, Roma si sveglierà mussulmana e allora cominceranno a rotolare teste, poche temo, visto il nostro DNA, Salam aleikim aleikum. Anonymous.

Rr ha detto...

Ed in Germania il rifugiato afgano,17 enne, giunto solo senza genitori ed accolto in una famigkia tedesca, tenta una strage su un treno regionale, attaccando turisti cinesi (evviva la Germania paese a vocazione turistica, come da tempo il Governo cerca di accreditare), poi una donna tedesca, di razza, ed infine è abbattuto dai poliziotti che, essendosi lui scagliato contro, non hanno potuto far altro.
Attentato fallito, già rivendicato. "Si e radiclizzato"..o forse era già radicalizzato, o meglio, era semplicemente un fedele mussulmano, partito dal suo paese, ammesso sia veramente afgano, per portare la Jihad in terra europea.
Qusto NON mi sembra un false flag, ma il normale comportamento di un guerriero di Allah, degno discendente di quelli che fecero irruzione a Medina per vendicare l'offesa fatta a Maometto pochi anni prima.

Anonymous, ha perfettamente ragione, siamo quelli del " Francia o Spagna, purché se magna".