martedì 11 febbraio 2020

Gli imbecilli nella politica e nella Chiesa

Quanto alla Chiesa, oltre a rinviare alla conclusione dell'articolo, riprendo quanto osserva Stefano Fontana:  "Anche il patriarca di Venezia si accoda a molti altri vescovi italiani, da Firenze a Cremona e auspica presto una moschea nella sua città. Leggerezza? Ingenuità? Ignoranza? Strumentalità? Profetismo improvvisato? Si tratta di relativismo religioso e va respinto per molti motivi". 
Motivi da noi più volte evidenziati (es. qui - qui - qui). 
Per il resto potete trovare una nutrita documentazione digitando la parola chiave islam sul motore di ricerca interno sulla colonna destra del blog (per vederla dal cellulare scegliere in fondo alla pagina l'opzione "Visualizza versione web).

Dopo la conferma del PD nelle elezioni regionali in Emilia Romagna alcuni osservatori, soprattutto di sinistra, hanno dato motivazioni che oggettivamente hanno poco a che fare con gli aspetti prettamente politici. Oltre al mantra che vuole Salvini razzista e fascista, lo accusano per la sua iperattività nel gironzolare per l’Italia e per aver citofonato a una famiglia con un figlio che, si dice, spacci droga.
Se demonizzano Salvini per i comportamenti personali che non danneggiano minimamente l’economia, nell’operato della sinistra abbiamo cose molto più serie e, direi, di vitale importanza per l’Italia.
In primo luogo la chiusura di migliaia di imprese e la svendita di piccole e grandi industrie italiane a imprenditori stranieri, nonché la fuga all’estero di migliaia di giovani laureati o meno perché non trovano lavoro. Per risolvere il problema il Governo PD-5S continua a donare milioni di euro a sostegno dei migranti irregolari, mentre le toghe rosse fanno di tutto per incastrare l’odiato Salvini.
Ma il fatto che ha colpito una parte dell’opinione pubblica dopo le elezioni regionali è stato senz’altro il risultato ottenuto dal PD nel comune di Bibbiano, dove  la sinistra ha tenuto le sue poltrone. Come sappiamo, nell’inchiesta definita per la sua gravità Angeli e Demoni, il sindaco di sinistra nega di essere stato a conoscenza degli affidi illeciti nei comuni della val d’Enza. Cosa oggettivamente poco credibile, tanto che qualche perfido ha commentato che i veri comunisti voteranno sempre sinistra, anche se il partito gli ruba i figli senza farglieli più vedere. Affermazione non del tutto condivisibile, ma non possiamo negare che l’odio per la destra inculcato fin dalla nascita abbia reso lo zoccolo duro comunista analfabeta della realtà.

Seminando odio e utilizzando come una clava magistrati compiacenti per annichilire l’opposizione, i politici del PD si comportano peggio dei capoccia fascisti. Ma dato che si autodefiniscono di sinistra continuano ad ottenere i favori da chi si considera antifascista per principio.

Senza cattiveria facciamo un po’ di ironia. Nel film Bananas, Woody Allen mostra un dittatore comunista latino che, davanti a un popolo esultante subito dopo la sua vittoria, dice più o meno: “da domani tutti gli uomini porteranno le mutande sopra i calzoni per dimostrare che tengono la biancheria intima sempre pulita”. I fedeli, trascinati da cotanta profondità intellettuale, applaudono gridando la loro approvazione.

Negli anni settanta girava una barzelletta su un giovane che comunica al padre comunista di essersi fidanzato con un certo Giorgio. Il genitore, preoccupato, domanda: “è fascista?”. Dato il vento genderista che tira la battuta non fa più ridere, tuttavia dà un’idea della mentalità ideologizzata.

Ma certi comportamenti non si possono spiegare solo con la fede ideologica. C’è un altro fattore ancora più preoccupante, perché è sempre esistito e pare che la percentuale di individui affetta da tale sindrome sia molto alta. Parliamo dell’imbecille. È un soggetto insondabile, impossibile da contenere e da combattere perché irrazionale. Il criminale generalmente ha una sua logica. Si possono prevedere le sue azioni e prevenirle, ma l’imbecille, pur conoscendolo, è come una grossa saponetta sotto la doccia. Scivola via dalle mani e se capita tra i piedi può essere fatale. Anche se gli imbecilli dovessero costituire solo il 10% (siamo ottimisti) della popolazione, sono in grado di stravolgere il peso della bilancia politica.

Data la loro inaudita potenza distruttrice alcuni pensatori (compresi intellettuali imbecilli nostrani che, per ovvie ragioni, non prendiamo nemmeno in considerazione) hanno cercato di configurarli. Uno dei pochi che a parer nostro ha sintetizzato bene questa tipologia umana è George Bernanos: “Gli imbecilli utilizzano perfettamente tutto quello che li dispensa dall’unico sforzo di cui sono realmente incapaci, quello di pensare da soli; il cretino, il folle, l’idiota appartengono al buon Dio. Possiamo credere che Egli li abbia voluti così, che essi gli rendano gloria a modo loro. Ma l’imbecille è una creazione della società, o almeno una deformazione dell’uomo talmente riuscita che ha l’apparenza di una creazione”.

Da cattolico tosto non risparmia una certa categoria di religiosi: “Uno dei principali responsabili, il solo responsabile, forse, della degradazione delle anime… è il prete mediocre”.

Carlo Cipolla, professore emerito di Storia Economica Medievale all’Università di Berkeley in California, ci ha lasciato in un suo piccolo saggio le leggi fondamentali della stupidità umana. Pubblicato in inglese nel 1976 – ovvero in pieno istupidimento sociale col copyright della sinistra – il libello ha il pregio di essere redatto con gustosi aforismi: “Una persona stupida è chi causa un danno ad un altra persona o gruppo di persone senza nel contempo realizzare alcun vantaggio per sé o addirittura subendo una perdita; la persona stupida è il tipo di persona più pericolosa che esista; gli stupidi danneggiano l’intera società; gli stupidi al potere fanno più danni degli altri; gli stupidi democratici usano le elezioni per mantenere alta la percentuale di stupidi al potere”.
Agostino Nobile, Autore, tra l'altro di “Quello che i cattolici devono sapere – Almeno per evitare una fine ridicola” (Edizioni Segno) - vedi

47 commenti:

Anonimo ha detto...

CONOSCIAMO IL SANTO DEL GIORNO: APPARIZIONE A LOURDES DELLA BEATA VERGINE MARIA IMMACOLATA

MARTIROLOGIO ROMANO SECONDO IL CALENDARIO DEL VETUS ORDO

Oggi 11 febbraio 2020, si festeggia a Lourdes, in Frància, l'Apparizione della beata Vergine Maria Immacolata. In un secolo tutto incredulità, in una nazione pervasa di ateismo, quale era la Francia nel secolo xix. Maria si proclama Immacolata, e inizia una serie di miracoli che sono la più eloquente apologia del soprannaturale.
Il dogma dell'Immacolata Concezione di Maria SS. era stato proclamato da appena quattro anni, ma le discussioni in pro ed in contro continuavano tuttavia: Maria pone loro termine, confermando il dogma pontificio.
La Vergine apparve ad un'umile pastorella, la giovane Bernardetta Soubirous, avverandosi anche in questo caso quanto Gesù diceva, pregando il Padre suo: « Ti ringrazio, o Padre, che hai nascoste queste cose ai prudenti e ai sapienti e le hai rivelate ai pargoli, cioè agli umili ».
Era l'alba dell'11 febbraio 1858 e Bernardetta si era recata in prossimità della grotta di Massabielle. sulle sponde del torrente Gave. Su una rupe di questa grotta la Madonna le apparve biancovestita, col capo coperto di un velo scendente sulle spalle, i fianchi cinti d'una fascia azzurra, i piedi nudi, baciati da rose olezzanti, un volto celestiale. « Era la più bella fra tutte le donne ».
Nella prima apparizione la Madonna insegnò alla pia fanciulla a far bene il segno di croce e a recitare il Rosario ed Ella stessa per prima prese la corona che aveva penzoloni al braccio e cominciò.
Il secondo giorno Bernardetta, temendo un inganno del demonio, gettò acqua santa in direzione della Signora. Ma questa le sorrise con volto ancor più benigno.
Il terzo giorno le ordinò di ritornare alla grotta altre quindici volte, dopo le quali si manifestò dicendo: « Io sono l'Immacolata Concezione ».
Intanto avvenivano anche miracoli e la fama delle apparizioni si estendeva per tutta la Francia e anche all'estero, destando un concorso straordinario di devoti e curiosi.
Per accertarsi che Bernardetta non fosse una visionaria o malata di mente, si ebbero più sopralluoghi da parte dell'autorità ecclesiastica e di quella civile; i medici constatarono la normalità e la sincerità della fanciulla, e la Madonna provava la verità dell'apparizione coi miracoli.
In breve tempo i numerosissimi devoti edificarono una chiesa che fu dai Sommi Pontefici arricchita di titoli e privilegi. L'acqua scaturita nell'interno della grotta continua anche ai nostri giorni a operare prodigi; in questa vengono immersi gli ammalati e molti vengono miracolosamente sanati.

Catholicus ha detto...

Tanti auguri di una santa e felice solennità della Madonna di Lourdes a tutti voi, cari amici e cara Mic.

Da Amici della Tradizione Cattolica - Forlì ha detto...

Politi, Pretoriano di S.Marta, sul Fatto Quotidiano, prepara il terreno al colpo di cannone di domani. La svolta anticelibataria arriverà eccome. Distillata dietro fumose contorsioni lessicali, magari relegata in una notula a piè di pagina, ma arriverà. Non può non arrivare.

Ciccio, il Sicario di Cristo, è stato messo lì dalla miliardaria mafia clericale tedesca per sfasciare tutto.

Il Pachapapa ha dedicato ogni giorno dei suoi ormai sette anni di "pontificato" a sfasciare tutto (quel poco rimasto da sfasciare..). Adesso non può tirarsi indietro. L'hanno messo lì per questo. Via il celibato o via lui. E poi avanti un altro verso la dissoluzione, permessa da Dio.

https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/02/10/preti-sposati-papa-francesco-e-nella-morsa-degli-oppositori-e-la-svolta-potrebbe-non-arrivare/5701604/

Vi prego..Vi prego...! ha detto...

" Ciccio, il Sicario di Cristo.. "
Perdonatemi ma .. questo mi fa proprio dispiacere ! Si puo' dire quel che si deve dire , si deve discernere quel che si deve discernere ma lo sfotto' no , non si attaglia ai cristiani cattolici .Non abbiamo gia' tanto fumo di Satana che fa lacrimare gli occhi ? Vogliamo aggiungere anche il nostro fumo ? Pensate che i Sacri Cuori di Gesu' e di Maria gioiranno di questo schernimento ? Mi dispiace ...

Anonimo ha detto...

Non so se sono imbecilli, pazzi lucidi certamente sì. Sono decine di anni che tento di capire la sindrome sinistra, facendo ipotesi su ipotesi ma, non riesco ad arrivare ad una conclusione soddisfacente. Sicuramente la menzogna praticata, per legge interna, ha modificato, deteriorandola, la loro percezione della realtà e quindi come mentiscono al prossimo a testa alta parimenti 'nel pensier si fingono' di poter alterare il passato, il presente, il futuro, glorioso sempre a prescindere. Oltre alla menzogna, alla intimidazione del prossimo che l'accompagna, ho l'impressione che queste forze oscure abbiano una connessione con la sessualità vissuta come manifestazione del proprio potere sull'altro e sulla gestione, nel bene e nel male, di questa sottomissione del prossimo. Quindi per il momento evidenzio questi elementi: menzogna, intimidazione, sessualità vissuta e gestita come manifestazione del proprio potere sull'altro. Tuttavia mi sembra che tutti questi elementi derivino dalla menzogna, per fare accettare la quale bisogna intimorire, confondere il prossimo, ecco quindi l'intimidazione che si esprime anche solo con la postura ed il tono di voce; esercizio culmine della menzogna è quello messo in atto nella sessualità quando diventa strumento del proprio potere sull'altra persona. Bisogna meglio approfondire, dispiegare il concetto stesso di menzogna, mettendo a confronto le sue caratteristiche con le caratteristiche della verità ed analizzare le conseguenze possibili che discendono da queste reciproche caratteristiche. La menzogna, è dichiarazione falsa, non vera, quindi dietro questa dichiarazione non esiste il vero, cioè è assente, manca ciò che esiste, se non c'è l'esistente, il vero, non c'è nulla, c'è il vuoto. Forse si può dire che la menzogna è apparenza di un vero che non c'è, è evocazione di ciò che non è presente. Perché la menzogna ha bisogna di intimidire, di impaurire, di esercitare un potere coercitivo verso coloro cui si rivolge? Perché sa di non avere dalla sua la consistenza evidente della realtà, quindi deve far leva sulla forza di cui dispone, sulla violenza. Questa forza, questa violenza, questo potere lo si esercita anche nel rapporto sessuale, dove si mente, si intimidisce, si sottomette l'altro, raffinando sempre meglio la propria tecnica menzognera al punto che infine l'altro ringrazia anche, perchè confonde l'ipocrisia del mentitore seriale, con una sorta di rispetto reale, mentre di reale non vi è che la tecnica del male. Più di questo, per il momento, non ho da aggiungere.

Anonimo ha detto...


A proposito di Salvini e del suo processo

Sembra che voglia mantenere la sua impostazione e farsi processare, che rifiuti di prendere in considerazione gli inviti alla prudenza della Bongiorno. La sua accettazione del processo verrebbe già vista (faziosamente) come un riconoscimento di responsabilità, pur non essendolo? In ogni caso sembra sfuggire a SAlvini l'aspetto essenziale, messo in rilievo da Bongiorno: che bisogna ribadire la totale incompetenza dei giudici a sindacare l'operato di un governo che si muove nell'ambito delle leggi esistenti, nazionali e internazionali, usando in maniera legittima di quel minimo di discrezionalità che gli viene riconosciuto dalle stesse leggi e dalla prassi, quando deve prendere misure ammnistrative attinenti alla sicurezza nazionale. C'è qui un difetto totale di giurisdizione da parte dei giudici, difetto che deve esser ribadito nero su bianco.
Accettare di esser giudicati da costoro, può già esser inteso come un riconoscimento della (inesistente) competenza dei giudici ad intervenire sull'operato del governo, in quanto tale, in violazione del principio della separazione dei poteri. La questione della competenza è qui fondamentale : l'incompetenza dei giudici deve esser qui fatta valere in sede di commissione e parlamentare e senza nulla concedere alle tesi eversive del corretto rapporto costituzionale tra i poteri.
Salvini ha fegato da vendere, ma poca testa: questa ormai l'impressione. Continuando così, rischierà di far naufragare il Centrodestra. Più equilibrata appare Georgia Meloni, che resta però confinata ad un ruolo di spalla.
Z.

Anonimo ha detto...


IL FATTO STORICO DEL GIORNO, da ricordare

È costituito dalla riorrenza della firma dei Patti Lateranensi, 11 febbraio 1929, che posero finalmente fine alla grave Questione Romana, allo strascico anticlericale e anticattolico del Risorgimento e dell'Unificazione. La Chiesa si vide restituire un potere temporale nella forma adatta alle esigenze dei tempi. L'ordinamento dello Stato riconobbe il matrimonio religioso, anche se mantenne quello civile accanto ad esso. Ci fuorno diversi altri aspetti regolati con reciproca soddisfazione delle parti, anche se qualcosa da migliorare restava sempre. I vescovi li sceglieva il Papa però dovevano giurare fedeltà anche al governo.
Sino agli anni Sessanta circa del secolo scorso, la "Conciliazione fra Stato e Chiesa" era festa nazionale, non si andava a scuola. Poi la festa fu abolita e l'evento stesso dimenticato. Nel 1983 ci fu una revisione, in armonia con i nuovi tempi. La Chiesa ottenne diversi vantaggi sul piano pratico-organizzativo, in compenso fu felice di far togliere l'articolo che, sulle orme dell Statuo Albertino, dichiarava il cattolicesimo religione dello Stato, essendo le altre solo "culti ammessi" - e di lasciar attenuare il carattere sacro di Roma in quanto città santa del Cattolicesimo. La Gerarchia ufficiale si adeguava al processo di secolarizzazione in corso in Italia, processo che aveva essa stessa contribuito a promuovere a partire dal Concilio.
I Patti Lateranensi sono stati, per la parte laica, opera soprattutto di Mussolini. E' l'opera di lui come statista che ancora rimane, nonostante tutte le procelle che si sono abbattute sull'Italia, anche per colpa dei successivi errori dello stesso Mussolini E fu un'opera buona, anche se vi fu ovviamente da parte di Mussolini un elemento di calcolo politico immediato. Oggi come ieri questo tuttavia non si deve dire, che è stata un'opera positiva, altrimenti saltano su i soliti sprovveduti ad accusarti di "fascismo" e di lesa democrazia e quant'altro.
Ma i fatti sono lì e contro i fatti la chiacchera e l'insulto ideologico nulla possono.
H.

mic ha detto...

Non mi risulta che Salvini intenda mantenere questa posizione, che è stata più che altro una mossa strategica in un momento in cui la sinistra dilazionava la decisione in vista delle elezioni regionali, impostando la campagna elettorale sul fatto che volesse sfuggire al giudizio...
Quanto alla Meloni, è certamente più accorta; ma il suo ruolo non è più "di spalla", sta guadagnando consensi e credibilità anche perché, oltre alla chiarezza e alla capacità argomentativa (che richiederà ulteriore spessore, ma questo vale per entrambi) sta facendo scelte mirate ed opportune anche a livello internazionale, mentre in parlamento e pur dall'opposizione non cessa di essere propositiva.
Credo che siano complementari e, se mantengono il sangue freddo nell'ambito di una sana competitività che è nell'ordine naturale delle cose, possono vincere. E, di fatto, possono farlo solo restando uniti...

Anonimo ha detto...

Era l'11 febbraio 2013 e papa Benedetto annunciava la decisione di rinunciare all'esercizio del ministero petrino e di ritirarsi in preghiera nel 'recinto di Pietro'.
Il Buon Dio, nella sua imperscrutabile volontà, lo ha lasciato per 7 lunghi anni in mezzo a noi, come una lampada, umile e fioca ma chiara e sicura, ancor oggi capace di indicare la via del cielo.

Anonimo ha detto...

L'11 febbraio di 7 anni fa, nel giorno della Madonna di Lourdes e della firma dei Patti Lateranensi (che aprono l'epoca dei '7 Re' finali, vedi Apocalisse di S.Giovanni..) Benedetto XVI abdicava con una formula volutamente ambigua dal soglio di Pietro.
Oggi, a distanza di 7 anni, la sua autorevolezza fa ancora paura...

https://www.liberoquotidiano.it/news/italia/13562481/papa-francesco-antonio-socci-tentativi-far-passare-ratzinger-per-fesso.html

Anonimo ha detto...

" Ciccio, il Sicario di Cristo.. "

Meglio, Checco. Siamo sfottuti da sette anni, da una ghenga di saltimbanchi...diamo a Cesare quel che è di Cesare.

mic ha detto...

CITTÀ DEL VATICANO. Francesco non apre ai preti sposati. Non ci saranno svolte in questo senso nell’esortazione apostolica post sinodale intitolata «Querida Amazzonia» («Amata Amazzonia»), in uscita domani. Il Papa così ha detto ieri a un gruppo di vescovi degli Stati Uniti, come riporta l’agenzia di stampa degli stessi presuli Usa, Catholic News Service.

https://www.lastampa.it/vatican-insider/it/2020/02/11/news/il-papa-ai-vescovi-usa-nessuna-svolta-sui-preti-sposati-1.38454960

Anonimo ha detto...

Aspettiamo domani e leggiamola parola per parola. Se potessimo leggerla anche sul blog, magari divisa su più giorni, sarebbe fantastico.

Anonimo ha detto...

Martino Mora:
Galli della Loggia scrive che lo "ius soli" sarebbe "un atto di giustizia", ma in questo momento per ragioni di opportunità è da accantonare. perchè l'italiano medio si sente insicuro.
Il problema è che non è affatto un atto di giustizia. Bensì un atto di somma ingiustizia. La giustizia non nè infatti egualitarismo astratto. Dare ai diversi cose uguali è altrettanto ingiusto che dare agli uguali cose diverse.

Schieppati Giuseppe ha detto...

scusate se mi permetto: GeorgeS Bernanos.
Cari saluti

Anonimo ha detto...

Del 7°anniversario preferisco non parlare perché ancora fa male, Salvini fa l'all in non so se conviene o forse sa che può farlo, a MR per sfiduciare Bonafede mancano 7 voti, vedrete che li trova.....Meloni non è male, ma è una donna e qui non siamo molto per la quale, in caso di sfiducia si torna alle urne e salta il referendum.......estote parati.

Anonimo ha detto...


Galli della Loggia scrive che lo ius soli sarebbe un atto di giustizia?

Forse pensa che in tal modo si comincerebbe a por fine alla denatalità, facendoci invadere da centinaia di migliaia di stranieri, africani e arabi, tutti musulmani, con le loro numerose mogli e figliolanze.
Ma Galli della Loggia, al pari di tutto il gruppo degli intellettuali laici de Il Mulino, non ha mai detto niente contro l'aborto libero come diritto, le madri singole, il "matrimonio gay", il femminismo, insomma contro la corruzione dei costumi provocata dalla Rivoluzione Sessuale oggi imperante, la vera causa dell'estinzione fisica dell'occidente e dell'Italia in particolare.
Lui e i suoi colleghi, che monopolizzano il CdS, fanno analisi anche brillanti della situazione economico-politica ma sempre e solo da un punto di vista sostanzialmente sociologico, ben attento a non oltrepassare i canoni di un "liberalismo" adattato ai tempi, cioè al "postmoderno", come amano dire; un liberalismo in felice simbiosi con il concetto allargato o addirittura ipertrofico di libertà individuale oggi imperante.
Della crisi morale dell'Europa e dell'Italia, della grave questione morale che la fallace unione ha prodotto lui e i suoi amici nulla hanno mai detto, non la vedono nemmeno.
Questo è uno dei loro principali limiti, tale da rendere le loro analisi monche e alla fine errate.
O.

Anonimo ha detto...


Che Salvini si appresti a tirare dritto sulla questione dell'andare a processo, ignorando
i consigli di Bongiorno, lo scriveva stamattina il Giornale on line, in un articolo.
Se si è trattato di una interpretazione personale dell'articolista, tanto meglio.
Z.

Anonimo ha detto...

Lamorgese assegna ai trafficanti della Ong AitaMari il porto di Messina: 158 risorseINPS. Avranno il CoronaVirus? Nessuno può saperlo, tiriamo la monetina e speriamo in Dio. L'Italia del ConteBis e dei comunisti NON è più una nazione; siamo lo scarico dell'Ue.
Domenico Napolitano

Josh ha detto...

A proposito di imbecilli nella politica, sapevamo di essere in una gabbia fiscale, gabbia di pensiero e ora anche in una gabbia di parole con valore retroattivo:

https://m.ilgiornale.it/news/politica/grande-fratello-grillino-spiano-i-nostri-cellulari-1824908.html

Josh ha detto...

Grande fratello fiscale, grande fratello penale, ministero della verità..siamo messi bene

Anonimo ha detto...

In uno degli ultimi articoli di Blondet si registra, in Campania, la pratica dell'incesto.Ormai si va d'orrore in orrore. Si rimane senza parole. Pur di non richiedere lo sforzo che il raggiungimento di un briciolo di dignità richiede, i comportamenti da postribolo dei bassifondi sono stati esportatati ovunque. A breve avremo generazioni e generazioni con tare fisiche e morali. Le colpe sono della chiesa, dei media e dello stato ridotto a parvenza. Questa è una guerra che altri uomini hanno dichiarato all'Italia e la stanno colpendo con ogni mezzo e lei, in risposta, fa la vezzosa con questo e quello.

Viator ha detto...

"I diritti e la libertà sono stati conquistati per consentire a chiunque di dire le verità spiacevoli. Per dire quelle piacevoli ci sono i servi e gli sciocchi" .

Anonimo ha detto...

" Farsi capire è necessario, e perciò bisogna parlare con chiarezza e semplicità; ma la difficoltà maggiore non sta nel farsi capire. I nostri contemporanei non sono stupidi: quando si sentono dire che Gesù Cristo è risorto, che esiste un Dio creatore che ci è padre, che la vita umana è una decisione tra una salvezza definitiva e una perdizione senza ritorno, che la verità è una sola ed è quella che ci è stata rivelata dal Figlio di Dio, capiscono bene quello che diciamo, anche se poi fanno fatica ad accettarlo. Il guaio è che non se lo sentono dire più con la trasparenza, la convinzione, il coraggio che ci vorrebbero.
Una delle cose che mi impressionano di più è che al giorno d’oggi non è più l’eresia, ma è l’ortodossia a fare notizia. Oggi sempre più frequentemente ci si meraviglia quando un papa o un vescovo dice ciò che la Chiesa ha sempre detto e non può non dire, perché appartiene al suo patrimonio inalienabile; come se fosse ormai pacifico che anche la Chiesa non creda più al suo messaggio di sempre.
Talvolta anche nel mondo cattolico si giunge a pensare che debba essere la divina Rivelazione ad adattarsi alla mentalità corrente per riuscire «credibile», e non piuttosto che si debba «convertire» la mentalità corrente alla luce che ci è data dall’alto. Eppure si dovrebbe riflettere sul fatto che «conversione» non «adattamento» è parola evangelica.
La prima frase che Gesù pronuncia inaugurando il suo apostolato non è: «Il mondo va bene così come va; adattatevi e siate credibili»; ma è: «Il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete al Vangelo» (Mc 1,15)".

Cardinale Giacomo Biffi, Evangelizzare oggi in Emilia-Romagna, 1990

Anonimo ha detto...

L'incubazione è di almeno 15 giorni. Quando un bambino presenta sintomi conclamati, significa che ha già infettato tutti gli altri.
Possibile che abbiamo solo deficienti nei posti chiave?

https://stopcensura.info/coronavirus-azzolina-a-casa-solo-quei-bambini-con-sintomi-conclamati/

Josh ha detto...

Ormai anche ai tg si parla di incubazione a 25 gg.... han poco da provar la febbre ai passanti...

Anonimo ha detto...

Quando una maggioranza parlamentare, che è minoranza nel Paese, manda il leader dell'opposizione a processo per aver "rallentato uno sbarco" quand'era ministro dell'Interno, significa autoproclamarsi Stato dittatoriale.

Anonimo ha detto...

Oggi si è registrato un fatto gravissimo: il capo dell'opposizione fatto fuori da Magistratura Democratica, contro il parere della Procura, per questioni prettamente politiche
Negli anni della guerra fredda, lo chiamavano regime.

Anonimo ha detto...


Al Senato sta passando l'autorizzazione a procedere contro Salvini. I senatori leghisti si sono astenuti. E gli glielo ha detto di astenersi? Indovina...

Questo è il punto: magistero fluido post-conciliare ha detto...

Agensir riporta le parole del cardinale ultraprogressista, animatore del Sinodo (parallelo) che procede in Germania. Sono dichiarazioni che lasciano poco spazio a dubbi:

L’esortazione “non intende sostituire o ripetere il documento finale del Sinodo”, ha sottolineato il presidente dei vescovi tedeschi il card. Reinhard Marx, presentando “Querida Amazonia” oggi a Bonn, ma intende “presentare ufficialmente il documento finale” che va letto integralmente.
......
“Chi si aspettava decisioni concrete e indicazioni precise non le troverà in questa esortazione”, ha aggiunto Marx riguardo la “visione ecclesiale”, poiché qui “il Papa ha avviato una ricezione del Sinodo rilevante per la Chiesa mondiale”.
.....
“Come è noto, la maggioranza dei 2/3 dei 280 padri sinodali si è pronunciata a favore di eccezioni al celibato obbligatorio e di un’ulteriore riflessione sull’ammissione delle donne al diaconato nel documento finale del Sinodo”, ha ricordato Marx, temi che sono discussi anche in Germania, ma che “non sono stati i temi principali del Sinodo”. Quindi “l’esortazione post-sinodale non affronta direttamente queste domande, ma piuttosto incoraggia a sviluppare ulteriormente la riflessione sul tema del sacerdozio per consentire la regolare celebrazione dell’Eucaristia”. È una “discussione che continuerà”, “non la vedo chiusa”. Oltre che tema della prossima plenaria dei vescovi, elementi di Querida Amazonia “rientreranno nei corrispondenti forum del cammino sinodale”.

Japhet ha detto...

L'Unione Sovietica Europea è in allarme e il giornalismo di regime ulula contro chiunque osi essere democraticamente sovrano in casa propria!
La legge polacca che dice:"Ai magistrati sarà anche vietato sia criticare operato e scelte di loro colleghi, sia essere attivi in politica.", imponendo la divisione dei poteri e quindi evitare che la magistratura diventi di fatto un secondo parlamento in barba al voto popolare, viene narrato dal giornalismo asservito alla politica dei soviet come" legge - bavaglio" e proprio questa leghe che impedisce i partiti di usare la magistratura a proprio tornaconto politico viene descritto come attacco all'autonomia dei giudici!!!
Forse un'altra volta, la salvezza dell'Europa passa per la Polonia, come nel assedio di Vienna del 1683 dal califfato turco-islamico.... Viva Polonia!
Chi di voi pensa che i giudici debbano influenzare la politica di un paese?

- Da un gruppo Facebook.

Anonimo ha detto...

E' curioso pensare che tutti coloro che hanno battuto la sinistra sono sempre stati – di riffa o di raffa – considerati criminali: Berlusconi, Salvini, la destra, perfino Cossiga quando si oppose all’establishment, Leone quando si oppose al compromesso storico e Craxi quando cercò di far valere il primato della politica e dell’Italia e si oppose al catto-comunismo. Ma è possibile che qualunque avversario della sinistra che abbia vinto in Italia col consenso popolare debba essere per definizione un delinquente, per affari e malaffari, eversione e violazione della Costituzione, per fascismo, razzismo o altre fobie ormai a voi note? Cambiano gli attori ma la partita è sempre tra sinistra e delinquenti, tra potentati e malavita. L’avversario della sinistra è tollerato solo se è perdente, se è remissivo, se non dà fastidio, fa tappezzeria e magari si piega a loro. Eppure non ho mai visto tanta eversione, tanto disprezzo degli italiani, tanta prevaricazione, abuso e mafia travestita da legge e da democrazia, d’Europa e di Modernità quanto quella di chi detiene il vero potere in Italia. -Marcello Veneziani

mic ha detto...

L’avvocato Bongiorno conclude il suo intervento in aula rivolgendo un appello a tutta l’Assemblea perchè voti contro l’autorizzazione a procedere contro Salvini chiesta dal Tribunale dei ministri di Catania. «Se il nostro voto sarà guidato dal calcolo elettorale o dalla brama di eliminare Salvini, tutti noi saremo compositori del requiem che accompagnerà il tramonto della separazione dei poteri. Se potete siate liberi, coraggiosi e forti».

mic ha detto...

Marine Le Pen sta con Salvini: "Contro la giustizia politicizzata"

Anche Marine Le Pen sta con Matteo Salvini. Subito dopo la richiesta di autorizzazione a procedere nei confronti dell'ex ministro dell'Interno sul caso Gregoretti accolta dal Senato, la leader del Rassemblent National sul suo profilo Twitter ha voluto esprimere sostegno al senatore della Lega: "Sostegno a Salvini, perseguito per essersi opposto all'invasione di migranti nel suo Paese, come si era impegnato a fare. Francia, Italia, Gran Bretagna: dappertutto la stessa giustizia politicizzata che non sostiene l'espressione del popolo e la difesa della sua identità. Io sto con Salvini".
https://m.ilgiornale.it/news/politica/marine-pen-sta-salvini-contro-giustizia-politicizzata-1825760.html

Anonimo ha detto...


Gli Atti del processo a Salvini ora tornano al procuratore Zuccaro di Catania, che aveva già
sollecitato l'archiviazione dell'inchiesta nei confronti di Salvini.

Un articolo de Il Giornale di oggi riassumeva succintamente la motivazione con la quale l'ufficio del procuratore chiedeva l'archiviazione, non riscontrando nessuna fattispecie di reato :
"Questo pm ritiene che l'aver prolungato per circa 3 giorni la permanenza a bordo della nave Gregoretti dei migranti salvati in mare da unità militari italiane, garantendo comunque loro assistenza medica, viveri e beni di prima necessità, e consentendo l'immediato sbarco di coloro che presentavano seri problemi di salute e dei minorenni, e ferma resando l'intenzione ministeriale di assegnare il Pos in tempi brevi consentendo lo sbarco ed il trasferimento in 'hotspot'per la fase di identificazione, non costituisca una illegittima 'privazione'delal libertà personale punibile ai sensi dell'art. 605 c.p.".
Argomentazioni ineccepibili.
Adesso si dovrà vedere se la Procura di Catania riuscirà a far nuovamente prevalere il senso della giustizia, violato dalla natura palesemente pretestuosa della richiesta di rinvio a giudizio, chiedendo nuovamente l'archiviazione del caso.

Anonimo ha detto...

Ho ascoltato l'intervento di Giulia Bongiorno e di Matteo Salvini. Sto cercando di capire il chiasso della sinistra, perché hanno interrotto più volte? Queste reazioni viscerali sul nulla in quale casella si possono riporre? A mio parere sono isterici. Abbiamo un altro caso di zappa e piede. Questi la zappa la comprano da soli e da soli si zappano i piedi. Incredibile. Menomale che Salvini è un placido. La giustizia ha faldoni immemori da smaltire, vite appese a carte da decenni ma, non fanno scena. La vita di un povero xy, innocente, in galera, incartato nelle carte, non accende le luci della ribalta. Trovo veramente imbarazzante dover ammettere che una parte di Italiani non ha elasticità mentale ed è gretta, meschina. Credo che queste siano caratteristiche di chi si è votato ad una ideologia, cioè l'ideologia é un sistema di pensiero che non mette in condizione di pensare liberamente, no. E' un sistema di pensiero rigido (ricordare che Bergoglio ha definito i Tradizionalisti rigidi, in realtà stava descrivendo se stesso ed i suoi compagnucci sotto scacco ideologico); parimenti grettezza e meschinità discendono dall'impianto ideologico che, preclude quell'ampiezza di giudizio propria di chi è pronto a giocarsi tutto per un atto buono, giusto, vero. Queste azioni sono invece possibili ad un sincero cattolico che osserva il mondo per quello che è ed in questa verità si relaziona con esso. Dispiace che questi Italiani si perdano per pigrizia, infatti ritengo che dietro l'ideologo e/o l'ideologizzato si nasconda l'accidioso, in particolare quello che rifiuta non solo la fatica del pensare ma, anche i suoi fallimenti, precludendosi così la gioia di arrivare sempre più vicino alla verità.

Anonimo ha detto...

Cesare Sacchetti:
Marina è una mamma di 4 figli. È stata sfrattata perché il Comune della Raggi non le ha pagato il buono. Il sistema è preoccupato per i cinesi. È preoccupato per gli immigrati clandestini. È preoccupato per tutti, tranne che per i poveri italiani.
https://t.co/41RtXE4WnR

Anonimo ha detto...

Giuseppe Palma:
La democrazia è in pericolo:
- un governo formato da tutti, tranne che dalle liste della coalizione che aveva prevalso alle elezioni politiche;
- una maggioranza parlamentare, minoranza nel Paese, manda a processo il leader dell'opposizione per aver difeso l'interesse nazionale quand'era ministro dell'Interno;
- quasi tutta la stampa e le Tv col governo.

Anonimo ha detto...

I media stanno costruendo un altro personaggio. Si chiama Elly Schlein. [La vice di Bonaccini in Emilia, abile e preparata, e può snocciolare da tutti i media le sue narrazioni sinistrorse] Elly vuole: solidarietà ai migranti; parità di genere; diritti gay, cambiamenti climatici e diritti lavorativi. Se siete italiani e poveri, siete all'ultimo posto della lista di Elly.
(Cesare Sacchetti)

Anonimo ha detto...

https://www.adnkronos.com/fatti/politica/2020/02/13/elly-schlein-sto-con-una-ragazza-sono-felice_jPWJHYtX9SrF0GknpPk5ZO.html

Viator ha detto...

Le ‘confessioni’ di Elly Schlein.
Complimenti alla Curia di Bologna e alle altre che si sono adoperate perché questo tipo di fulgidi personaggi arrivasse alla guida della Regione Emilia Romagna.

Anonimo ha detto...

Don Bucci: «La pedofilia non uccide nessuno, l'aborto sì»

https://www.ilmessaggero.it/mondo/don_bucci_pedofilia_non_uccide_aborto_ultime_notizie-5049180.html

MES 2 ? ha detto...

MES che sarà la mazzata finale che metterà definitivamente al tappeto l’Italia e gli Italiani che potranno essere spolpati degli enormi risparmi che possiedono e dei settori essenziali e strategici dell’economia, esattamente quello che è successo alla Grecia con il “1 MES”.
https://scenarieconomici.it/giustizia-smantellata-ad-arte-e-usata-ora-per-distrarre-le-masse-dallavvicinarsi-della-ratifica-del-mes-di-marco-santero/#disqus_thread

Anonimo ha detto...

Che cosa deve fare Conte sul Mes (altrimenti si dimetta). Il commento di Polillo
https://www.startmag.it/economia/che-cosa-deve-fare-conte-sul-mes-altrimenti-si-dimetta-il-commento-di-polillo/

Questo ancora crede alla Befana ..
Non si e' accorto che siamo nell'era della nuova primavera ?

Da Fb ha detto...

Scopro stamattina che il "buon" Bonaccini ha eliminato la terza ecografia gratuita in gravidanza, che è importante per valutare posizione, liquido amniotico, ossigenazione della placenta...chi vuole farla lo farà privatamente.
In compenso ha reso gratuiti gli screening eugenetici, bi-test e nipt.
'tacci tuoi è molto brutto da dire?

Da La Verità ha detto...

La norma sulle Dat ha aperto la breccia: poi si è pronunciata la Consulta sul suicidio assistito, l'Ordine dei medici ha voluto «aggiornare» la deontologia, e infine il Comitato di bioetica ha censurato l'accanimento terapeutico sui bimbi. Il «diritto alla morte» sta trionfando in assenza di controlli democratici.

Da La Verità ha detto...

La norma sulle Dat ha aperto la breccia: poi si è pronunciata la Consulta sul suicidio assistito, l'Ordine dei medici ha voluto «aggiornare» la deontologia, e infine il Comitato di bioetica ha censurato l'accanimento terapeutico sui bimbi. Il «diritto alla morte» sta trionfando in assenza di controlli democratici.