martedì 22 settembre 2020

Una casta screditata che non schioda

Estrapolo da segnalazioni dei lettori.
Ormai la "legittimità" dello Stato si regge su una base sociale ridotta al lumicino, cioè neppure un terzo del corpo elettorale complessivo. Parliamo quindi di una Casta burocratica completamente screditata agli occhi della popolazione, come hanno mostrato tutte recenti competizioni.  Ma nonostante ciò, ringalluzziti da un sistema mediatico che racconta balle gigantesche e le impone con un martellamento senza precedenti agli spettatori, credono di poter fare tutto ciò che vogliono nella più totale impunità. Come per esempio l'utilizzo dei fondi che arriveranno all'Italia con il celeberrimo Recovery Fund. In pratica questa iniezione di denaro dall'Unione Europea allo scalcagnato governo Conte servirà essenzialmente per pochissime ma decisive cose, che in pratica condizioneranno ogni attività presente e futura. 
Dove verranno dunque impiegate tali risorse destinate all'esecutivo giallofucsia che manca, non solo di una visione largamente condivisa e di un progetto politico che la possa mettere in atto, ma anche di spazi autenticamente valorali? In primo luogo a introdurre misure che dovranno eliminare il denaro contante da ogni scambio economico e commerciale sostituendolo con moneta elettronica. Proseguendo in un assistenzialismo privo di strategie che promuovano e sostengano le infrastrutture e l'imprenditoria, autentico motore di sviluppo sia dell'occupazione che dell'ingegnosa creatività che ci contraddistingue. Ma non basta, perché la restante parte verrà impiegata in sistemi di sorveglianza dei cittadini tra i più sofisticati che faranno perno sulla nuova tecnologia cinese dei 5G, e ancora in nuovi sistemi di orientamento dell'opinione pubblica, che vuol dire tecniche di propaganda avanzata, e in un "rinnovato impegno da parte dello Stato per contrastare le Fake news". Sorvolando sull'irresponsabile comportamento di fronte all'invasione apocalittica che sta rendendo l'Italia il campo profughi d'Europa con conseguenze inaudite in termini non solo di ordine pubblico ma anche di dilapidazione di risorse sottratte agli italiani in crisi nera nonché di serio rischio di dissipazione della nostra identità etnica e culturale.
Saranno questi i vettori del "nuovo corso" che, galvanizzati da una vittoria di cartapesta ma venduta come come un successo straordinario, impegnerà da qui ai prossimi anni i malfattori del governo Conte & soci. Insomma una nuova èra di schiavitù collettiva venduta come il non plus ultra della democrazia. Ce lo chiede l'Europa!

60 commenti:

Anonimo ha detto...

"... perché la restante parte verrà impiegata in sistemi di sorveglianza dei cittadini tra i più sofisticati che faranno perno sulla nuova tecnologia cinese dei 5G..."

Non si tratta solo di sorveglianza, che fai? che pensi? Dove vai? ma della possibilità di comandare 'da remoto' l'essere umano xy: fai! pensa! vai! questo usando il campo elettromagnetico facendo leva con il 5G sul suo patrimonio corporeo sangue, DNA, proteine, così ho capito.

Mi ha colpito questo stato di cose perché l'ho ricollegato ad un seminario che seguii circa quaranta anni fa vicino Londra. Il conferenziere, più o meno, disse: gran parte degli strumenti quali il telefono, la radio, il cinema sono il corrispettivo materiale di capacità (di doni) che noi avremmo dovuto già sviluppare ( e/o meritare come dono).

Seguendo questo pensiero del 'saper meritare doni e/o sviluppare capacità'dice prima di tutto quanto gli strumenti dell'alta tecnologia siano un diversivo che ci allontana dalla meta, cioè ci allontana da capacità che potrebbero esserci donate. E sempre più si capisce che questi strumenti materiali, 5G incluso, son opera del Nemico che ci allontana dal nostro fine e ci rende suoi schiavi.

Ma noi come possiamo migliorare le capacità che possediamo in nuce, come possiamo meritare questo tipo di doni?

Ora et labora é la suprema sintesi di quello che noi possiamo fare, cioè dobbiamo darci una regola semplice e seguirla. Questa regola deve prevedere la preghiera ed il lavoro. La preghiera, in particolare il rosario, è salutare e santificante ed ho l'impressione che amplia il nostro campo magnetico personale. Il lavoro deve essere svolto con attenzione e calma.

E qui torniamo a Padre Pio che, come lessi nel libro di Socci, ricevette tanti doni da essere tra i più simili a Gesù Cristo; come eredità ai suoi discepoli lasciò il rosario. Ecco in Padre Pio noi abbiamo l'esempio dell'essere umano realmente al passo dei suoi tempi, il suo campo magnetico ha abbracciato i mondo.

Ecco perché sostengo che tutta questa tecnologia è da mettere da parte perché ci distoglie dalla vera meta, cioè renderci degni di ricevere i doni che la Santa Trinità vuol donarci.

Anonimo ha detto...

SCENARIO/ Sapelli: von der Leyen e la Francia svelano cosa accadrà all’Italia
19.09.2020 - Giulio Sapelli

Il discorso di Ursula von der Leyen, l’atteggiamento della Francia verso il Recovery fund svelano cosa sta accadendo davvero in Europa

https://www.ilsussidiario.net/news/scenario-sapelli-von-der-leyen-e-la-francia-svelano-cosa-accadra-allitalia/2071773/

Anonimo ha detto...

Deformed reality a Cartabianca.
"Il centrodestra ha perso perchè non ha vinto "abbastanza",
Il centrosinistra ha vinto perchè non ha perso "abbastanza"

Anonimo ha detto...

"Non permettere che il triste spettacolo dell'umana ingiustizia disturbi la tua anima." (San Pio da Pietrelcina, nel giorno della sua festa; incoraggiamento, ma soprattutto insegnamento e monito)

Recovery fund(elli) ha detto...

Dopo il voto arriva la lettera di Paolo Gentiloni e Valdis Dombrovskis. Il Patto di stabilità resta sospeso, ma le riforme devono essere coerenti con gli obiettivi [condizioni] del Recovery fund e l'Italia anticiperà le spese. Se approvate, nel 2021 verrà erogato solo il 6% dei fondi promessi.
Non vedono l'ora di farci fare la stessa fine della Grecia

Anonimo ha detto...

Con le regionali si sono svolte le elezioni suppletive di due senatori: entrambi a destra, uno alla LEGA l'altro a fdi!

Anonimo ha detto...

L’Italia affonda in una crisi senza vie d’uscita, questi criminali con Lampedusa assaltata da migliaia di clandestini vanno a prenderseli a Lesbo.

Incredibile. Dopo le elezioni vanno a prendersi 300 clandestini in Grecia. Basta bacioni, è il tempo di marciare sul Palazzo.Non bastano le migliaia di tunisini. Trecento clandestini provenienti dall’isola di Lesbo sono giunti in Italia “grazie” ad un corridoio umanitario organizzato dal ministero dell’Interno e dalla famigerata Comunità di Sant’Egidio.

L’accordo è stato siglato nella giornata di martedì 22 settembre, quindi all’indomani delle elezioni regionali che hanno registrato la tenuta del Pd: non a caso Nicola Zingaretti subito dopo la vittoria in Toscana e Puglia ha parlato di decreti Sicurezza da abolire. Nel frattempo si accontenta di sbarchi e corridoi umanitari: come quello che ha portato in Italia altri 300 clandestini provenienti dal campo di Moria che era andato semidistrutto alcuni giorni fa proprio a causa dei suoi ospiti che ora sanno come farsi trasferire a nostre spese in Italia . Tra l’altro c’era già stata in precedenza una cooperazione tra il ministero dell’Interno e la Comunità di Sant’Egidio, che aveva consentito l’ingresso da Lesbo di 67 immigrati: quello era stato un primo esperimento, favorito dal ruolo determinante dell’Elemosineria Apostolica che fece sì che quelle persone viaggiassero nell’aereo di Papa Francesco dopo la sua vita dell’aprile 2016.
Dalla Grecia. Roba da matti. Questi sono dei delinquenti.
Conte è complice di Sant’Egidio. Che a sua volta è complice dell’invasione.

Anonimo ha detto...

Il PD ha vinto perdendo una regione, il M5S non arrivando al 10%: vuoi vedere che ha perso Zaia?

La narrazione pro-governo Conte di Tg e giornali racconta di una sconfitta del Centro-Destra e di una clamorosa vittoria di Zingaretti sulle regionali e del M5S che scomparso dai territori non può fare altro che appropriarsi della battaglia referendaria in cui anche Meloni e Salvini erano per il sì

Japhet ha detto...

La maggior parte dell'umanità è predisposta alla sottomissione. Gente inconsapevole, gestita completamente. Chi ha capito, ha capito, non ha bisogno di consigli. Chi non ha capito, non capirà mai. Io non biasimo queste persone perché loro sono strutturati per vivere e basta. Cosa vuol dire vivere e basta? Mangiare, bere, respirare, partorire, lavorare, guardare la televisione, mangiare la pizza il sabato sera, andare a vedere la partita. Il loro mondo finisce lì. Non sono in grado di percepire altro.
C'è invece un piccolissimo gruppo di esseri umani che sono “difetti di fabbricazione”: sono sfuggiti al controllo qualità della linea di produzione. Sono pochi, sono eretici, sono guerrieri
(C. Castaneda)

Anonimo ha detto...

Politica estera-Libia
Facciamo il resoconto
L'ENI estrae petrolio e gas da pozzi che sono sotto il controllo di due diverse fazioni in lotta per il predominio sul paese. Teoricamente saremmo sostenitori e alleati di uno dei due ( Al Sarraj), ma, data la dispersione dei nostri interessi fra le due fazioni, ci rifiutiamo di ripondere alle richieste di sostegno militare dell'alleato. Questo si rivolge quindi alla Turchia la quale con un bel calcio nel sedere caccia i nostri soldati dalla base militare di Misurata ( formalmente ospedale militare) tramite la quale si cercava di garantire i nostri interessi energetici e la sicurezza dei nostri lavoratori.
Nel frattempo 18 nostri marinai sono fatti prigionieri di Haftar ( l'altra fazione) che ovviamente se ne serve per ricattarci per le stesse ragioni per le quali eravamo ricattati dal rivale, ma sia Di Maio sia Guerini se ne infischiano abbastanza apertamente, intenti come sono a curare i propri interessi domestici: le elezioni e il referendum. La domanda che dovrebbe farsi ogni italiano frugale e preoccupato del bilancio dello Stato e che perciò vuole tagliare i deputati : a che serve la più grande marina del Mediterraneo se al governo ci sono solo degli inetti? Ad affondare il bilancio dello Stato?

Anonimo ha detto...

Clandestini sbarcati? Che vengano distribuiti in Puglia, Toscana e Campania. Bisogna premiare l'elettorato del Pd e Sinistra.

Anonimo ha detto...

https://www.maurizioblondet.it/i-motivi-di-ottimismo/


I MOTIVI DI OTTIMISMO
Maurizio Blondet 23 Settembre 2020
Prima buona notizia: Dieci anni di governo Conte (col PD) non ce li leva nessuno. L’abilità manovriera-galleggiante del personaggio, la sua mancanza di principi (che è una dote) e la sua “utilità” per il Sistema della dittatura sanitaria globale, gli va riconosciuta, e ci complimentiamo; aveva già dalla sua il Quirinale, la magistratura, i media, l’euro-oligarchia: ed ora ha “Il voto popolare” che secondo Salvini gli mancava....

Da Fb ha detto...

Ieri avevo scritto di Giani che era andato al Santuario di Montenero per spettacolarizzazione e per farsi notare facendo venire i giornalisti dentro la Chiesa.

Avevo parlato di possibile profanazione, che piaccia o no.

Non sapevo che la situazione era ben più grave, e che si, è profanazione bella e buona.

Questo è Giani ieri, un comizio dal pulpito addirittura.

Qui il servizio, con tanto di elogio e gradimento della visita di Don Luca:

https://video.repubblica.it/edizione/firenze/livorno-la-prima-uscita-di-giani-presidente-al-santuario-di-montenero/367607/368190

Francamente questi show nella Casa del Signore sono un attacco a noi cattolici ed a Cristo.

Stiamo parlando di un soggetto che mai ha nascosto il suo gradimento alla Massoneria ed ai valori massonici.

Venire in un luogo Santo e di Grazie per prenderne possesso fisico in quel modo è un attacco.

Nessuno nega a chiunque di pregare ma quello ieri era un siparietto per marcare il territorio. Di dominio.

E non possiamo neanche star zitti di fronte ad un falso dialogo, propinato come sempre per accettare qualsiasi aberrazione.

Gesù pranzava con i peccatori per indicare loro la Via, non per assimilarsi e sottomettersi.

Se fai fare il comizio sul pulpito, nella Casa di Dio, dentro quella che Cristo ha scelto come Sua Sposa, ad uno di un partito con valori anticristici, dall'aborto, al gender, ai divorzi, alle droghe, favorevole al neo-umanesimo di salsa luciferina, significa che volente o nolente vuoi attaccare la fede. Nostro Signore.

Questo è un limite superato che non può essere minimamente contemplato. Da cattolici non possiamo sopportarlo.

Il 29 andiamo a pregare al Santuario di Montenero per riparazione doverosa.

Reciteremo anche la supplica in onore degli Arcangeli, mentre dall'altra parte svolgono un'importante festività satanica.

Ripariamo al banchetto dei mercanti addirittura DENTRO al tempio.

Che il Signore ci perdoni.

mic ha detto...

Buongiorno, ecco #LaVeritàdioggi

A meno di 24 ore dall’esito elettorale. L’Ue dà subito gli ordini al governo. «Noi decidiamo, voi mettete i soldi». Altro che pioggia di miliardi, l’anno prossimo sarà erogato appena il 6% del Recovery fund. Ma attenzione: i fondi, per progetti scelti a Bruxelles, dovrà anticiparli l’Italia. Poi (se tutto andrà bene) saranno rimborsati

• Il Copasir costringe Conte a rimangiarsi il blitz sui servizi segreti
• Il ministro degli Esteri ombra accusato di calunnia
• L’urlo del sindaco grillino: chiudere il Canale di Sicilia

social.laverita.info/sfogliatore

Anonimo ha detto...

COSE ALL'ITALIANA.
Il Csm ha deciso: niente processo Palamara, sarebbe stato troppo pericoloso. Basta la sentenza. Che sarà letta fra tre settimane ma è stata già scritta. È di condanna perché è la cosa più semplice per tutti. È la via cubana, o venezuelana alla giustizia. È rapida e indolore. Un processo vero e proprio a Palamara, e al sistema Palamara, avrebbe comportato delle conseguenze dolorosissime.
Sarebbe stato necessario prendere atto che tutta la struttura della magistratura italiana è illegale, costruita solo dallo strapotere del partito dei Pm che è in grado di nominare, spostare, rimuovere, decidere i nomi dei Procuratori, dei vice, dei presidenti dei tribunali, dei giudici, e capace anche di influenzare pesantemente le sentenze per favorire o danneggiare questo o quel Pm. Si poteva accettare una cosa così? Il Csm ha detto di no. Meglio nascondere tutto sotto un enorme tappeto, rifiutare a Palamara il diritto alla difesa, negargli l'ascolto di un centinaio di testimoni che lui aveva chiesto, e ridurre il processo ad una formalità, limitandosi all'esame della famosa riunione all'Hotel Champagne alla quale Palamara partecipò insieme a un paio di parlamentari e che fu del tutto illegalmente intercettata.
Quanto vale una magistratura che si governa in questo modo, arrogante e illegale? È inutile ogni volta dire: "sì ma ci sono tanti magistrati per bene". Ovvio che ci sono. Quello che non è perbene è la magistratura stessa. Palamara ha dimostrato largamente che è una struttura illegale. Con in più l'orrore di essere una struttura illegale ma non criticabile, non processabile e non riformabile. Un po' com'era il Pcus di Breznev. Al di sopra di tutto e che si fa beffe delle regole, della democrazia, del diritto. (Piero Sansonetti)

Anonimo ha detto...

Sinceramente fra centrodestra e centrosinistra non vedo nessuna differenza e la mia opinione si è rafforzata proprio in occasione della farsa del virus.
Se non v'è nessuna differenza, perché non votare l'originale, cioè il centrosinistra e in particolare il PD?
Ormai i partiti "di successo" parlano esclusivamente alla pancia.
Del resto, se non parlassero esclusivamente alla pancia, chi li voterebbe, in un tempo in cui le ideologie sono morte, in cui si vegeta e si conosce solo il lato materiale della vita, l'avere e non l'essere?
Se poi si considera come vengono educate le nuove generazioni (che ben conosco) nelle scuole del Sistema, conviene rassegnarsi e non coltivare false speranze, onde non incorrere in forti delusioni.
Per non perdere la dignità bisogna poi evitare di sostenere coalizioni ibride, che, come dicevo, sono più che altro una brutta copia dell'originale.
I veri "Soldati del Re" non devono accontentarsi di brutte copie dell'originale.
Alla fine, insieme al danno, si raccoglie pure la beffa.

Proverbio turco ha detto...

E gli alberi votarono per l'ascia perché l'ascia era furba e li aveva convinti che era una di loro perché aveva il manico di legno.

Anonimo ha detto...

Giulio Meotti:
Gli islamisti in Francia sfrattano i giornalisti di casa con le minacce di morte. Il caso Marika Bret di Charlie Hebdo: "La polizia mi ha dato dieci minuti per fare le valigie". Il fondamentalismo islamico è riuscito a sfollare numerosi cristiani perseguitati, come Asia Bibi, costretta a fuggire in Canada dopo la condanna a morte e il travaglio giudiziario in Pakistan. Ma riesce anche a trasformare numerosi cittadini europei in apolidi all’interno del proprio paese, condannati a morte senza più fissa dimora, costretti a vivere in anonimi caseggiati, sconosciuti anche ad amici e familiari. E ci siamo abituati.

https://www.ilfoglio.it/cultura/2020/09/23/news/gli-islamisti-in-francia-sfrattano-i-giornalisti-di-casa-con-le-minacce-di-morte-1087848/

Bernardo Guerrini ha detto...

Quanto sono vere e attuali oggi con questo sistema regime le favolette di Fedro!!!!!! ma non solo per questo regime.. tutto il sistema, dal NOW alla falsa Europa al bergoglismo.... ok????... i lupi so fanno sempre più lupi come diceva Ratzingher... pregate per me ecc.ecc. quanta ragione aveva!!!!!!!

Anonimo ha detto...

"Si può dunque arrivare a scioglimento anticipato anche quando la situazione politica è mutata all’interno del Paese, ovvero quando si è di fronte ad una mancanza dicorrispondenza fra corpo elettorale e Parlamento. Tale evenienza potrebbe essereconfermata dall’esito di elezioni amministrative o referendum, costituendo così la ratio dello scioglimento"

Questo brano è tratto dal testo universitario:
"Lo scioglimento anticipato delle Camere. Una ricognizione della dottrina e della prassi" di Carlo Ugo de Girolamo, professore di diritto comparato presso l'Università di Bologna.
Si da' il caso che Carlo Ugo de Girolamo sia stato eletto come deputato dei Cinquestelle e abbia preso atto della disfatta elettorale del partito di Grillo che è praticamente scomparso in alcune regioni e divenuto irrilevante in altre ma continua a pretendere di GOVERNARE il paese. Che aspetta a pretendere di mettere in atto la ricetta da lui descritta nei suoi testi da docente?

Anonimo ha detto...

@ commento ore 11,37 --- tra non molto succederà in tutta Europa... oppure sarà una rivoluzione popolare europea a livello 1789 francese... tutte le lobby saranno distrutte dai popoli e per le grandi masse protette da certi personaggi si prevede solo la fine... come per gli stessi personaggi, hanno i tempi limitati agli sgoccioli... i non europei capiranno che è arrivata la loro fine.... attenzione che l'Europa va fino agli Urali.. perciò capite bene chi finirà per sempre... e chi deve tornare in sudamerica, scapperà di corsa finchè in tempo....

Anonimo ha detto...

Passata la festa, gabbato lo santo, ed allo stesso modo passata l'elezione arriva il migrante ricollocato. Non essendo sufficienti i migranti sbarcati in Italia negli ultimi mesi il ministro degli interni Lamorgese accetta la ricollocazione in Italia di 300 persone provenienti dall'isola di Lesbo e da li sgomberati dopo la distruzione del campo di Moira. Proprio oggi sulla Welt tedesca…
https://scenarieconomici.it/il-giorno-in-cui-lamorgese-prende-300-migranti-dalla-grecia-laustriaco-kurz-dice-che-le-ricollocazioni-sono-fallite/

Domanda : Gliene viene ? ha detto...

Abbiamo visto e ri-visto come funziona : basta che i vari paesi europei dicano NO.

Ma..

L'Italia ,e'noto, e' il paese dove risuona il Sì.

Anonimo ha detto...

Lucia Borgonzoni:
Islam: Lega, Parlamento con il voto di oggi, consentirà censura nostra arte, vergogna

Roma, 23 set - "Giù le mani dalla cultura italiana. Con tutti i problemi che hanno gli italiani, i lavoratori e il paese, oggi il Parlamento non viene impegnato a risolverli, ma ad approvare una convenzione che svenderà il nostro patrimonio artistico all'Islam. Dietro l’apparenza delle buone intenzioni, si darà di fatto la possibilità di censurare la nostra arte se altre comunità o singoli si sentiranno offesi, come ad esempio, la comunità islamica. La Convenzione di è un provvedimento gravissimo e pericoloso, non a caso a ratificarlo siamo noi e non la Francia, la Grecia o la Gran Bretagna.
Un'arma geoculturale potentissima in grado se utilizzata da alcuni, di cancellare la nostra identità e la nostra libertà. La Lega non sarà mai complice di chi vuole calpestare la nostra cultura mettendo il velo islamista sulle nostre opere d'arte che tutto il mondo ci invidia. Maggioranza e governo, paladini del buonismo e del 'politicamente corretto' abbiano ora anche il coraggio di assumersene la responsabilità di fronte agli italiani".

Così i parlamentari della Lega Lucia Borgonzoni, responsabile Cultura del partito, e Paolo Formentini, vicepresidente della commissione Affari esteri della Camera.

Anonimo ha detto...

Sanità, scuola e nessun lavoro sono gli obiettivi: microchip nei vaccini, evoluzione transumana del dna.

Anonimo ha detto...

Due carabinieri sventano una rapina. Uno viene aggredito e ferito. L'altro spara e uccide il malvivente. Carabiniere indagato...

Uno dei capolavori del bispensiero di sinistra: aver inculcato, ad almeno due generazioni, l'idea che l'autodifesa sia un reato... E soprattutto che le Forze dell'ordine siano prevaricate sia dai delinquenti che dalla pseudo-giustizia.

Anonimo ha detto...

Scordiamoci lo scioglimento delle camere, al max.qualcuno cambierà poltrona, ma il conte ventosa che pare sia ai massimi livelli di gradimento popolare, mi chiedo chi faccia i sondaggi, resterà al suo adorato posto che in alcun altro modo avrebbe mai ottenuto e la nave va......speriamo non sia il Titanic, ma la vedo gnara, intanto oltre a riempirci di tunisini con zero diritto all'accoglienza, la Libia ci sequestra i pescherecci e sbatte in galera gli equipaggi, nell'assordante silenzio dei media occupati solo a propalare falsità e idiozie a valanga, ma tanto in questo paese da operetta di scarsa qualità ognuno,(straniero però), fa quel che gli pare e comanda a bacchetta, finché le marionette si inchinano.......

Anonimo ha detto...

Testo della risoluzione presentata in Parlamento da Vittorio Sgarbi.
Il Governo revochi lo stato di emergenza.
Un clima di terrore e incertezza inquina i nostri giorni e indebolisce la democrazia.
Da troppi mesi il Governo sta umiliando i cittadini, rendendoli colpevoli e insicuri, oltraggiando i loro diritti, danneggiando pesantemente l'economia del nostro Paese, con scelte avventate e superficiali. Scienziati liberi e illuminati, rei di aver raccontato una verità diversa da quella proposta dai media, sono osteggiati e screditati e i risultati dei loro studi, essenziali per tracciare il corso reale della pandemia - mentre si fa opprimente l'assenza di certezze scientifiche sulla trasmissione del virus, sulle diagnosi, sullo sviluppo di un vaccino - sono ignorati e i loro contributi rifiutati, a vantaggio di un manipolo di esperti, in odor di conflitto di interessi.
Non è più possibile tollerare tutto questo. Non è più concepibile, in ossequio alla dignità storica e politica di questo Paese, rimandare una ferrea reazione alle azioni di un regime di cartapesta e miseria umana, di cui la mozione a prima firma Gelmini - che vuole ridurre gli italiani a delle cavie, introducendo
l’obbligo del vaccino antinfluenzale e realizzando una capillare campagna di propaganda pro-vaccinale - esprime pienamente il senso.
Per contrastare l'ennesimo provvedimento scellerato e coercitivo, giustificato da dati statistici a dir poco opinabili che tiene conto di un numero di decessi annui in linea con quelli passati e che si fonda su motivazioni ridicole, sia dal profilo scientifico che logico, ho deciso di presentare una risoluzione da abbinare alla mozione Gelmini. Un atto utile a recuperare lucidità, che abbia la forza di sgretolare l'ormai insopportabile propaganda governativa, ridotta alla narrazione del reale, per impegnare il Governo a:

Anonimo ha detto...

... segue
1) non imporre alcun ulteriore obbligo vaccinale, compresa la vaccinazione anti-influenzale, garantendo, nei limiti delle proprie prerogative, che le Regioni non impongano ulteriori obblighi vaccinali;
2) revocare le politiche di “distanziamento sociale”, espressione abusata e ributtante, e ad impedire, nei limiti dei suoi poteri, ogni forma di repressione del dissenso, garantito dalla Costituzione come parte del sano dibattito democratico. Non è più tollerabile la condanna all'inciviltà, imposta da media e governo, verso chiunque esprima una fondata ed attenta opinione in contrasto con l'imposta lettura di Stato;
3) revocare lo stato di emergenza nazionale, sospendendo immediatamente lo stato di eccezione a cui solamente gli italiani, tra tutti i popoli europei, sono sottoposti, riconducendo il Paese alla strada della normalità, sciogliendo immediatamente tutti gli organi costituiti dal 31 gennaio 2020 per far fronte alla dichiarazione di pandemia dell’OMS ed abrogando, infine, mediante un atto d’urgenza, tutti gli atti normativi che sono stati emanati e approvati per fronteggiare l’emergenza. Termini, qui e ora, la dittatura dei Dpcm.
4) promuovere politiche di prevenzione, quali quelle di carattere non vaccinale, basate sull'utilizzo di terapie non farmacologiche citate in premessa, per affrontare la sindrome autoimmune/infiammatoria denominata COVID-19, e lasciare la libertà di scelta terapeutica al cittadino, nell'ambito della sfera dei suoi diritti costituzionalmente garantiti, di cui all’articolo 32 della costituzione e non derogati in alcun modo nemmeno a fronte di una pandemia dichiarata da un istituto internazionale privato, in tema di prevenzione e quindi di salute intesa come benessere e non solo come cura della malattia;
5) non farsi carico di costi legati a vaccini non funzionanti forniti in seguito ad accordi stretti con GAVI e il fondo IFFIM, annullando tali accordi anche se prossimi alla scadenza;
6) non imporre dispositivi di protezione individuale nelle scuole e quindi a revocare ogni disposizione approvata in tal senso, per contrastare l'oltraggioso trattamento riservato ai giovani studenti;
7) cambiare modo e visione, promuovendo, nella futura politica sanitaria nazionale, un approccio medico basato sulla “teoria del terreno” e non unicamente sulla “teoria dei germi”, al fine di ampliare ed integrare meglio alternative mediche presenti nella società italiana e internazionale, anche al fine di promuovere azioni verso un cambio di paradigma, da sanità intesa come cura della malattia e del malato, alla salute intesa come rimedio, alle cause scatenanti la malattia stessa, favorendo la ricerca e riconoscendo approcci medici anche non allopatici
8) limitare il potere invasivo ed eccessivo delle aziende farmaceutiche, nella fattispecie di quelle produttrici di vaccini per il Covid-19, richiamandole alle proprie responsabilità, nel rispetto dei cittadini, negandogli ogni scudo legale - Astrazeneca compresa - per eventuali danni prodotti dal vaccino, facendosi invece promotore di cause legali nei confronti delle stesse a fianco del cittadino danneggiato, affinché ad esso sia garantita la disponibilità e le risorse dell'Avvocatura di Stato, utili a poter ottenere il giusto risarcimento.
9) non rendere, in alcun modo, disponibili a soggetti privati, enti privati di ricerca o aziende farmaceutiche, il plasma raccolto da donatori guariti."

Anonimo ha detto...

A cosa serve la commissione per la riforma dell'assistenza sanitaria e sociosanitaria della popolazione anziana? A presiederla sarà Mons. (?) Paglia

Il Ministro della Salute Roberto Speranza ha istituito con apposito decreto una commissione per la riforma dell'assistenza sanitaria e sociosanitaria della popolazione anziana. (1) A presiederla sarà Mons. Vincenzo Paglia, Gran cancelliere del Pontificio Istituto Teologico per le Scienze del Matrimonio e della Famiglia, nonché Presidente della Pontificia accademia per la vita fin dal 15 agosto 2016.

Vi dice nulla?
La famosa Pontificia accademia per la vita è quella che, con un tempismo provvidenziale, aveva "benedetto" l'uso di feti abortiti per i vaccini, proprio a ridosso della conversione del Decreto Lorenzin, il 31 agosto 2017, di fatto schierandosi assieme alla CEI a favore di una legge che noi contestiamo e contrastiamo in tutti i modi. Cito un passo della "nota circa l’uso dei vaccini" (2) ricordando che era proprio 1 mese dopo la pubblicazione del Decreto Lorenzin:

"...soprattutto in considerazione del fatto che le linee cellulari attualmente utilizzate sono molto distanti dagli aborti originali e non implicano più quel legame di cooperazione morale indispensabile per una valutazione eticamente negativa del loro utilizzo."

Il Mons. Paglia aveva così di fatto messo una lapide sopra alla precedente nota della Pontificia accademia per la vita, quella nota del 2005 (3) che non solo lasciava libertà ai fedeli che nutrivano dubbi morali sul tema di utilizzo di cellule diploidi umane nei vaccini, spingendosi fino a ad avanzare un “dovere morale di continuare a lottare e di usare ogni mezzo lecito per rendere difficile la vita alle industrie farmaceutiche che agiscono senza scrupoli etici.”

Non c'era dubbio sul fatto che Speranza scegliesse una figura di indubbia trasparenza ed onestà per presiedere una così importante commissione e, sicuramente, non ha inficiato la scelta quell'indagine per associazione a delinquere su una compravendita di un castello a Terni, (4) anche perché lo vide prosciolto; siamo certi che sia stato solo un malinteso quando Paglia venne intercettato dagli inquirenti mentre dialogava amichevolmente con il PM di Perugia, Palamara. (5-6)

Siamo anche sicuri che la scelta di Speranza su Paglia non sia stata per la sua vicinanza alla politica, se pur va ricordato un altro piccolo malinteso che ha colto il Monsignor, quella volta in cui, pensando di parlare con Matteo Renzi, in una telefonata organizzata da la Zanzara gli diceva: “Tieni duro, tenete duro” riferendosi al Governo dopo aver ricoperto di elogi lo stesso (finto) Renzi: “sei bravissimo” “complimenti per tutto”. (7)
Neppure vogliamo entrare nella questione del piccolo dissesto economico della diocesi di Terni, piccolo buco di 20 milioni di euro, poiché siamo certi che Speranza lo abbia scelto per le sue innate doti. (8)

Che dire... è tutto meraviglioso e siamo sicuri che la commissione per la riforma dell'assistenza sanitaria e sociosanitaria della popolazione anziana avrà a cuore gli anziani...........

1. http://www.academyforlife.va/content/pav/it/notizie/2020/italia-paglia-commissione-anziani-salute.html
2. http://www.academyforlife.va/content/pav/it/the-academy/activity-academy/note-vaccini.html
3. https://www.amicidilazzaro.it/index.php/riflessioni-morali-circa-i-vaccini-preparati-a-partire-da-cellule-provenienti-da-feti-umani-abortiti/
4. https://tuttoggi.info/terremoto-in-vaticano-mons-paglia-indagato-per-associazione-a-delinquere/274888/
5. https://www.maurizioblondet.it/super-ex-ma-perche-mons-paglia-telefonava-a-palamara-di-dio-non-si-parlava/
6. https://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/toghe-pulite-palamara-si-confessa-monsignor-paglia-quot-pignatone-208216.htm
7. https://www.ilmessaggero.it/video/primopiano/monsignor_paglia_al_finto_renzi_de_la_zanzara_marino_si_e_imbucato_papa_furioso-173573.html
8. https://espresso.repubblica.it/attualita/2013/09/26/news/don-paglia-e-il-buco-di-terni-1.133899

Anonimo ha detto...

Piano immigrazione della UE: niente redistribuzione automatica in Europa di chi entra illegalmente ma controllo esterno delle frontiere, centri sorvegliati per chi entra illegalmente, distinguere tra chi ha diritto alla protezione internazionale da chi deve essere rimpatriato. Insomma, dalla von der Leyen una doccia gelata al governo PD-M5S e alla sua politica delle porte aperte all’immigrazione illegale di massa. Il messaggio dell’Europa è chiaro: “cara Italia, devi difendere le tue frontiere, perché i clandestini che farai entrare te li devi tenere tu”. Cosa altro serve per fermare la furia immigrazionista della sinistra italiana?
Salvatore Napolitano

Anonimo ha detto...

Il primo passo

Grillo ha detto che non crede più nel parlamento, ma solo nella democrazia diretta.
Che è esattamente ciò che insegnava Rousseau con la sua "volontà generale" cui tutti dovevano aderire anche con la forza per ottenere il perfetto egualitarismo;
che è esattamente ciò che diceva Robespierre per giustificare il Terrore e la ghigliottina;
che è esattamente ciò che hanno detto tutti i dittatori comunisti del XX secolo.
Come la società liberal-borghese-capitalista è necessario passaggio per il totalitarismo egualitarista social-giacobin-comunista, così il parlamentarismo liberaldemocratico è necessaria anticamera per la "democrazia diretta", ovvero per i più mostruosi totalitarismi.
Perché la democrazia - nella concezione moderna - non esiste. Specialmente quella "diretta".
E' utopia, come quasi tutto il pensiero moderno.
Verso questa direzione noi stiamo andando, giorno dopo giorno, col favore di tre fattori fondamentali:
1) il sistema informatico
2) il sistema mediatico
3) l'imbecillità incontenibile delle persone (dei "professionisti" e "dotti" molto più che del popolo).
Ma la vera ferita consiste nel fatto che esistono ancora intere genie, anche nel mondo di "destra" e "cattolico-conservatore" (nonché tradizionalista) che ancora non hanno compreso la banalità estrema della meccanica rivoluzionaria:
ovvero, che l'eventuale fine dei mali della liberal-democrazia capitalista è prevista da sempre dalla stessa Rivoluzione (esattamente come per il comunismo) e quindi non porta a un miglioramento, ma solo a una fase più infernale della Rivoluzione stessa.
Il miglioramento non risiede nel passare da una fase sovversiva a un'altra. E' come passare di girone in girone dell'inferno, avvicinandosi a Satana.
Risiede invece nel ritorno alla società pre-rivoluzionaria, ovvero nella Controrivoluzione.
Chi si scaglia sempre e solo contro il liberal-capitalismo e chi si scaglia sempre e solo contro il social-comunismo, è un perfetto - per quanto inconsapevole - servo della Rivoluzione, perché non comprende che sono tesi e antitesi per una futura sintesi.
Non bisogna continuare a scendere verso gli inferi, ma occorre tagliare la testa dell'idra.
Non possiamo fare nulla a riguardo?
Non è vero. Iniziamo da noi stessi. Questo lo possiamo.
La Cristianità è sorta perché milioni di persone hanno cambiato se stesse e la loro vita. Si sono "convertite".
Convertite alla nuova Fede e con-vertite nel senso di essersi girati su se stessi e tornati indietro per cambiare vita.
Ecco l'inizio della Contro-Rivoluzione. Che deve partire da noi stessi.
Il resto lo farà quello che atei, laici, rivoluzionari, moderati e conservatori chiamano la "Storia". E che il controrivoluzionario chiama in un altro modo.
Un "Modo" che è la ragione di tutta la sua speranza, perché egli vede ciò che resta nascosto ai dotti di questo mondo.
Cambiando noi stessi potremo poi unirci, ciò che oggi è impossibile. Per cambiare noi stessi occorre però anche lo sforzo della comprensione e della conoscenza delle cose, dopo quello della conversione dell'anima.
Anima, mente e intelletto. Quindi parola e azione. (MV)

Da La Verità ha detto...

La svolta epocale sui migranti è la solita presa in giro

Più passano i giorni e più si intuisce qual è la merce di scambio con cui Giuseppe Conte ha ottenuto i famosi 209 miliardi, ovvero i quattrini con cui spera di conservare la poltrona per altri tre anni. Giuseppe Liturri ha già spiegato sul nostro giornale che i fondi dovranno essere anticipati da noi stessi, per poi essere rimborsati da Bruxelles: denaro che però verrà sganciato solo se verranno rispettate le direttive dell'Unione Europea.

Anonimo ha detto...

Le limitazioni all'esercizio del patrimonio culturale, sono necessarie «in una società democratica per il rispetto del diritto altrui».
Questo è quanto dicono i governanti attuali... per il rispetto e il diritto altrui... ma vi sembra normale tutto questo?io non ci credo, ragiono diversamente e dico che non hanno perso il lume della ragione, c'è dell'altro c'è del business, ci sono interessi diversi... se così non fosse quanti di coloro che li hanno votati sono così democratici?....

Il PD censura le statue. Monumenti coperti per non offendere l'Islam

https://www.iltempo.it/politica/2020/09/23/news/convenzione-faro-pd-censura-statue-coperte-islam-camera-deputati-italia-sottomessa-24642612/

Ma chi e' ..Aristotele ? ha detto...

Grillo ha detto ...

Anonimo ha detto...

Martedì sono andato per la prima volta nella mia vita in un CAF per un contratto ed ora ho la certezza che questa nazione andrà in default in breve tempo.
E' impressionante vedere la quantità di persone, quasi esclusivamente immigrati, che chiedono quattrini per ogni cosa.. Bonus qui, bonus la', sostegno qui, aiuto la'...
E dovreste vedere quanto ne sanno, spesso più degli stessi impiegati: "Allora, io ho preso il bonus bebè per i 3 figli, per il quarto non lo prendo se no supero la soglia X per cui la disoccupazione mi viene tagliata di Y, ma se al suo posto prendo la sovvenzione Z che non è comulativa allora ho anche diritto al sostegno a W che è il doppio e quindi alla fine prendo di più".
Questo è uno dei discorsi che ho sentito.
Una nazione che agevola i parassiti e colpisce i produttivi non ha futuro.
E forse è meglio così.

Anonimo ha detto...

Io ho l'impressione che arrivino in Italia già istruiti per bene poi qui trovano un nugoli di dame e damine che per sentirsi utili dedicano il loro tempo ad associazioni che hanno lo scopo di favorire costoro a depredarci ancora di più, (naturalmente potrebbero sentirsi ugualmente utili seguendo i nostri poveri o i nostri pensionati, coloro che dopo aver lavorato una vita si ritrovano con pensioni da terzo mondo) ma forse è più appagante avere la soddisfazione di aver aiutato una persona, diversamente caucasica, che per l'Italia non ha fatto niente, anzi con le richieste ed i finanziamenti collabora ad impoverire sempre di più la spesa sociale verso gli indigenti italiani.
E quando questo governo infame attuerà lo ius soli sarà davvero la fine...

Ma continuiamo a votare i soliti, continuiamo a guardare l'orticello senza guardare che ci stanno portando via il terreno sotto i piedi. Ci meritiamo il peggio!!! Popolo di inetti e invertebrati. O di clienti comprati per un piatto di lenticchie.

Anonimo ha detto...

Von der Leyen: "i ricollocamenti non saranno obbligatori." Questo vuol dire due cose. La prima è che l'UE continua a legittimare l'immigrazione clandestina. La seconda è che l'Italia continuerà ad essere la discarica dei clandestini di tutta l'Africa.

Anonimo ha detto...

La famiglia di Willy: "non usatelo per parlare di fascismo e razzismo, ci dissociamo." Quello che sta accadendo è il più grande sciacallaggio della storia d'Italia. Il sistema usa il cadavere di Willy per alimentare il razzismo contro gli italiani.

Anonimo ha detto...

Roba da matti!
La nave Ong tedesca Alan Kurdi, con 125 immigrati clandestini a bordo, era diretta a Marsiglia. La Francia protesta e fa la voce grossa, il governo italiano cede subito ed ecco che la nave si ferma in Sardegna (con buona pace di solidarietà europea, ricollocamenti e aiuti nella difesa delle frontiere esterne).

Anonimo ha detto...

Cesare Sacchetti:
Von der Leyen: "punire chi non promuove i diritti gay e l'ambientalismo." Non è più una lotta ad una presunta discriminazione contro i gay. È un'affermazione della lobby gay su tutte le altre categorie. I veri discriminati oggi sono gli eterosessuali.

Anonimo ha detto...

Se l'Italia piange l'Europa non ride.Il problema grosso siamo noi perché abbiamo una fortissima minoranza di cittadini favorevoli ad accogliere senza alcun limite.Inoltre abbiamo una magistratura sulla cui inefficienza ci sarebbe da scrivere volumi e molti giudici sono chiaramente pro invasione.C'è poi la stampa ed alcuni canali televisivi specializzati a demonizzare e ridicolizzare tutti quelli che cercano in qualche modo di risolvere il problema. Non citerei la Chiesa perché francamente non credo che conti molto anche se si distingue per la virulenza e la superficialità di certi attacchi . Quindi in Itaglia la partita è persa senza alcuna speranza.Ma l'Europa che ci dice di accogliere ,di come accogliere e di quanto accogliere semplicemente cerca di nascondere la sporcizia sotto al tappeto. I milioni di clandestini che abbiamo accolto ed i rimpatri che non facciamo sono adesso un nostro problema ma in poco tempo sarà un problemone anche loro. Inutile che Francia e Germania si affannino a rimandarcene indietro 1.000 quando da noi ne arrivano 10.000.Prima o poi l'Itaglia darà loro un passaporto ed in quel momento ,questi nuovi itagliani, saranno liberi di girare per l'Europa.Ovviamente andranno nei paesi il cui tenore di vita è più elevato.Poi avremo i delinquenti che andranno dove i giudici son più buoni ed i controlli più elastici. Questi ultimi verranno quasi tutti sicuramente da noi.

Anonimo ha detto...

Non per fare polemica ma questo “sembra” dimostrare che l’Europa non è solidale e ci lascia completamente soli. Non vorrei che tutto ciò rientri in un tacito accordo in cambio di un considerevole “ricovery fund” [una sorta di Renzi/2]
“La nave Ong tedesca Alan Kurdi, con 125 immigrati clandestini a bordo, era diretta a Marsiglia. La Francia protesta e fa la voce grossa, il governo italiano cede subito ed ecco che la nave si ferma in Sardegna (con buona pace di solidarietà europea, ricollocamenti e aiuti nella difesa delle frontiere esterne)”.

Anonimo ha detto...

Attenzione al piatto di lenticchie, non è affatto regalato, dovremo pagare lenticchia per lenticchia + gli interessi, il recovery found è una balla colossale, prima bisogna presentare i piani seri di opere utili alla sanità ed altri interventi per opere di grande sviluppo tra cui la famigerata Torino Lione, poi, una volta presentati, saranno esaminati dai 26 membri e comunque i fondi, se mai arrivassero, saranno erogati non prima del 2023, campa cavallo....

Anonimo ha detto...

A me tutto questo sembra inaccettabile per un giornalista del servizio pubblico ma aiuta a farci comprendere in quale regime ci troviamo a vivere; inoltre fa capire, a chi ancora avesse qualche illusione, che i politici di sinistra e i loro manutengoli ignorano i fondamenti della democrazia e perfino il significato di "avversario" politico: per loro non ci sono "avversari" ma "nemici". Ed è bene che dall'altra parte se ne prenda piena coscienza e ci si comporti di conseguenza....

https://www.ith24.it/otto-e-mezzo-lilli-gruber-fuori-controllo-e-piu-pericoloso-salvini-o-zaia-leghisti-trattati-come-criminali-tutto-questo-e-inaccettabile/

Anonimo ha detto...

Alla Gruber si dovrebbe chiedere se è più pericolosa la Trilaterale o il Bilderberg, a cui partecipa assiduamente....

Anonimo ha detto...

http://www.debout-la-france.fr/actualite/la-commission-europeenne-veut-imposer-son-laxisme-migratoire-toute-leurope

Anonimo ha detto...

Strano paese l'Italia, con il primo e il terzo partito all'opposizione, con un'invasione in corso, senza sovranità. E tutti zitti.

Anonimo ha detto...

C'è però da chiedersi quanti disoccupati italiani abbiano votato PD e quanto la massa sia consapevole del rischio identitario e culturale...

Però siamo stanchi di chiacchiere ha detto...

SUL TRATTATO DI DUBLINO RIFORMARE LA NORMA DEL PRIMO APPRODO, VALGA LA BANDIERA NAVALE

La presidente della Commissione Europea Von der Leyen non scioglie il nodo del ‘Paese di primo appodo’, che dev’essere cambiato e che per l’Italia è la madre di tutte le battaglie. Una questione centrale per anche per Spagna e Grecia, autentiche piattaforme di soccorso poste al centro del Mediterraneo. Ma anche per gli esseri umani e per la loro dignità. C’è bisogno di abrogarla, per dare umanità, ordine, regolarità ai veri profughi e affidare a politiche di cooperazione il tema dell’immigrazione economica. È necessario cambiare impostazione: il Paese di primo approdo dev’essere considerato il natante che soccorre i naufraghi, procedura codificata nel diritto navale, e l’equa distribuzione deve valere allo sbarco e per tutti gli immigrati. L’Italia si trova in un’altra situazione paradossale perché costretta ad accogliere anche gli immigrati che, approdati sulle nostre coste, fuggono verso altri Stati Ue e vengono poi rispediti in Italia occupando la quota di redistribuzione teoricamente negoziata. Per intenderci la Germania ogni anno ci restituisce più immigrati di quanti ne dovrebbe ospitare secondo la regole di Dublino. Questa trappola infernale è scattata perché abbiamo un governo di incapaci e pavidi, un esecutivo che non riesce a dire con chiarezza all’Ue che il tema fondamentale è l’abolizione del paese di primo approdo. (Fabio Rampelli)

Anonimo ha detto...

« Au lieu d’aller chercher ces navires dont la venue est organisée par de véritables mafias, si on les renvoyait systématiquement au port d’origine à chaque fois, on contribuerait à démotiver les gens qui souhaitent venir. » (Marion Marechal)

Anonimo ha detto...

Solidarietà ai due agenti della Polizia Penitenziaria di Como aggrediti dal clandestino tunisino accusato della morte di Don Roberto a Como.
Altro che rosario e preghiera, solo il carcere nel suo Paese.

Anonimo ha detto...

Un Governo che non è riuscito nemmeno minimamente a far abbassare le commissioni delle transazioni elettroniche alle banche, decide senza alcun pudore di utilizzare i soldi degli italiani per incentivare l'utilizzo della moneta elettronica che non fa altro che ingrassare sempre di più il circuito bancario e finanziario. Addirittura arriva a pensare ad una specie di riffa premiando chi effettua più transazioni senza contanti. I camerieri dei banchieri che siedono a Palazzo Chigi non conoscono vergogna: mentre continuano a distruggere l'economia reale, la finanza, per l'ennesima volta, festeggia.

Anonimo ha detto...

Ecco uno dei motivi per cui ha vinto il SI al referendum

Alla velocità della luce hanno fatto appalti milionari in nome dell'accoglienza per affittare case, alberghi e navi da crociera con bandi aperti il venerdì e chiusi il lunedì. Si sono fatti in quattro per pagare il milionario riscatto ai terroristi islamici per liberare Silvia Romano e ritrovarsi all'aeroporto Aisha. Sono andati in Libia e Tunisia con le valigette piene di euro a fare accordi e gli sbarchi sono quintuplicati. Ma la vergogna più grande, non come politici ma come uomini, se la sono guadagnata con i 18 padri di famiglia pescatori che da 20 giorni sono sequestrati in Libia. I famigliari da giorni sono davanti a Palazzo Chigi con un sit in di protesta ma il Conte e i suoi sgherri non si degnano di dare risposte. Il Conte però si scomodò ad uscire da villa Pamphili per "sentire le ragioni" del clandestino che reclamava di essere ascoltato per "i suoi diritti". Gli italiani non ne hanno diritti? No. Il tutto chiaramente nel silenzio di giornali e tv.
Ma non vi vergognate? Ribrezzo assoluto.

Anonimo ha detto...

carabiniere aggredito spara = indagato il carabiniere
Carabiniere investito e ammazzato = caso chiuso. Nessuna indagine!

Anonimo ha detto...

LA BUFALA, INVENTATA DAGLI LGBT, DELLE ZONE LGBT-FREE POLACCHE...

"Dalla von der Leyen a Biden, i potenti accusano la Polonia di avere zone "Lgbt free", peccato che la notizia sia falsa e sia stata creata da un attivista arcobaleno. I leader del mondo non hanno nemmeno verificato il fatto e lo hanno usato per promuovere diritti per i poveri discriminati (che discriminati non sono). E poi si chiedono perché il popolo accusato di "complottismo" non si fida di certi poteri."

«Le zone Lgbt free polacche, semplicemente, non esistono. Proprio così: si tratta di una mostruosa montatura finalizzata a dare un’ulteriore stretta di vite alla libertà di pensiero in Europa e nel mondo a proposito dell’omosessualismo. Mi spiego: prima delle ultime elezioni presidenziali polacche, il presidente di Varsavia Trzaskowski, concorrente di Duda, ha approvato una «dichiarazione Lgbt+»; in risposta a questa iniziativa, diversi Comuni polacchi hanno approvato una «carta dei diritti della famiglia» a sostegno della famiglia naturale. Bene: l’attivista omosesssualista polacco Bartosz Staszewski ha cominciato a girare per questi Comuni attaccando, al loro ingresso, un cartello giallo con scritto, in varie lingue, «Lgbt free zone», zona libera da LGBT. Ripeto, nel caso non fosse chiaro: nessun comune polacco ha mai dichiarato il suo territorio «Lgbt free zone»: è stato un attivista gay polacco ad attaccare quei cartelli e a fotografarli. Quei cartelli esistono, le zone «Lgbt free zone» non esistono, nessun Comune polacco vieta nulla a nessun cittadino polacco o di qualsiasi altra nazione.

Ma è possibile? Staszewski può fare una cosa del genere? Ovviamente no! Infatti è stato denunciato sia per aver appeso abusivamente dei cartelli alla segnaletica stradale; sia per aver falsamento accusato le amministrazioni di questi Comuni di incitamento all’odio nei confrotni di persone Lgbt.

Nonostante queste denunce, Staszewski ha proseguito il suo «progetto fotografico» (come lui stesso lo definisce) e visto che se ne frega delle conseguenze giudiziarie della sua azione, è legittimo il sospetto che abbia le spalle coperte.»

Anonimo ha detto...

Non sono Parlamentari e quindi non votati dal popolo. Quando si è votato uno era Presidente di Regione e l'altro docente universitario, entrambi con la volontà popolare non avevano nulla che fare. Continuano a disporre di tutto e tutti, oggi dichiarano "non escludiamo un altro lockdown" mentre preparano lo Ius soli, smantellano i Decreti sicurezza, dispongono progetti con cui ci indebiteremo per prossimi 50 anni e si preparano ad accettare il MES. E questa è la Repubblica democratica dove la sovranità appartiene al popolo? Questa è una truffa, una truffa conclamata con parecchi complici illustri.

Anonimo ha detto...

In Europa ci hanno appena fregati, per la millesima volta, a proposito dei migranti, che, notoriamente nessuno vuole! L'ultima volta fu a Malta un anno fa, quando il bibitaro e il ministro dell'interno annunciarono urbi et orbi che in 2 giorni avevano fatto quello che Salvini non era riuscito a fare in un anno! Sappiamo bene che fine ha fatto il patto di Malta, ennesimo bidone all'Italia!
Ora il Reich Franco- Tedesco ha annunciato che si, questa è la volta buona, che, udite udite, non potendo costringere nessuno a prendersi i graditi ospiti vuol dire che ci sarà un aiuto economico ai paesi che si faranno carico della gioia di vedersi invasi! Insomma siamo tornati ai bei tempi di Renzi, quando barattammo tutta la nosta civiltà, cultura, sicurezza, per un pugno di spiccioli, e pure a debito! Nulla è cambiato, nulla cambierà mai, ma perché dovrebbe cambiare?
Le elezioni regionali hanno appena dimostrato che al meridione, alla Campania, alla Puglia ed anche alla Toscana va benissimo questo stato di cose, ed hanno confermato il PD al governo delle suddette regioni ed anche al governo nazionale! Ora, se tutti gli interessati sono contenti dello stato delle cose, immigrazione compresa, perché io Bruxelles devo cambiarla ed oltretutto a danno di altri che mi farebbero la guerra? Se tu Italia sei contenta di averli, io Bruxelles sono contenta della tua contentezza, i paesi di Visegrad e pure tutti gli altri sono supercontenti della nostra contentezza, tutti contenti quindi, perché mai dovremmo cambiare qualcosa? Ergo, tieniti l'invasione e non rompere i cojones, altrimenti non ti facciamo neanche fare quei debiti che il Conte ha spacciato per un grande successo, e così porterete i libri in tribunale da falliti che siete! Questo è quanto, cari italioti sempre più italioti, siete contenti? Bravi bravi!
Domenico Napolitano

Anonimo ha detto...

Se non si tratta di una bufala “Bella Ciao” dovrebbe diventare, per volontà dei PD e 5S, una sorta di secondo inno nazionale.
Sarà eseguita dopo l'inno nazionale in occasione delle celebrazioni del 25 aprile e diventerà materia di insegnamento scolastico.
Val la pena di fare alcune puntualizzazioni.

1) L'Italia è stata liberata dal nazifascismo dagli alleati angloamericani e non dai partigiani, anche se questi hanno dato un loro, modesto, contributo alla liberazione. Questa è solo storia.
2) Bella Ciao NON è, non è mai stata la canzone simbolo della resistenza. Semmai lo è stata “fischia il vento”. Si cominciò a cantare “bella ciao” DOPO la fine del secondo conflitto mondiale. La canzone divenne particolarmente celebre a partire dal 1947.
3) Copio ed incollo da “Wikipedia”: "Bella ciao venne poi cantata, tradotta e diffusa in tutto il mondo grazie alle numerose delegazioni partecipanti al primo festival mondiale della Gioventù democratica che si tenne a Praga nell'estate 1947".
4) Per chi non lo sapesse Praga nel 1947 era la capitale di uno stato satellite dell'URSS. Nel 1948 i comunisti prenderanno tutto il potere in Cecoslovacchia, metteranno fuori legge tutti i partiti tranne il loro. Il ministro Masaryk sarà gettato dalla finestra. I festival della gioventù democratica erano colossali manifestazioni propagandistiche del comunismo staliniano.

Ciò detto, non si sa se ridere o se piangere di fronte allo spettacolo di un paese in preda ad una crisi gravissima i cui governanti perdono tempo con “bella ciao”.

Purtroppo non è una bufala. C'è una proposta di legge.
Fa parte del piano di indottrinamento, alla ricerca di nuovi voti visto che non gli sta girando proprio benissimo. Non per niente stanno pensando di far votare i sedicenni "perché è giusto che votino i giovani dei Fridays for future" (cioè i gretini. La frase fra virgolette è di Enrico Letta, e si può leggere su La Stampa di ieri).

Anonimo ha detto...

Non contenti di sottoporre la popolazione a una propaganda martellante 24h su 24, ora hanno deciso di fare un ulteriore salto di qualità: imporre per legge ai bambini di cantare sino dall'asilo il loro mantra prefirito, "Bella Ciao", la canzone non nata ma diventata partigiana per eccellenza. Lo ha proposto una nutrita pattuglia di burocrati post-comunisti di cui i firmatari di spicco sono Piero Fassino e Stefania Pezzopane, due soggetti che qualificano a meraviglia la natura del PD. Ormai non c'è più limite alla follia e all'indottrinamento smaccato. Siccome hanno visto che da parte dei genitori non v'è alcuna opposizione o resistenza su nulla, foss'anche sottoporre i propri bambini a un bombardamento di vaccini senza precedenti o tenerli imbavagliati durante tutte le ore trascorse in classe e fuori, allora procedono a lobotomizzarli quanto più possibile. Così sono certi di formare sin dall'infanzia un parco buoi docile e mansueto al massimo grado, perché è questo il suddito "tipo" che vogliono maneggiare. E, guardandosi intorno, in effetti la strada intrapresa sembra essere proprio quella...

E poi l'Anpi (visto che i partigiani autentici appartengono ad una generazione quasi estinta) ma anche la scuola sono pieni di molti itagliani colorati, ecco un nuovo bacino di addottrinandi per i voti a venire.
Se l'opposizione non si sveglia l'Italia è perduta.