domenica 26 luglio 2020

Una prospettiva scioccante del Vaticano sulla pandemia da Covid

Precedenti, nel blog, sulle trasformazioni dell’Istituto Giovanni Paolo II, che hanno suscitato molto scalpore [qui - qui - qui] e sulla PAV qui - qui - qui - qui] ; sul card. Paglia [qui]. Sul recente documento della Pontifica Accademia per la Vita, di seguito troviamo osservazioni significative che ci danno la misura della profonda crisi nella Chiesa. Lo riprenderemo per un'analisi più completa.

Phil Lawler su Catholic culture commenta il recente documento Vaticano della Pontificia Accademia per la Vita (qui), sotto la guida del controverso arcivescovo Vincenzo Paglia, sulla pandemia da COVID19, che considera imbarazzante per i fedeli cattolici.
Il documento è stato presentato il 22 luglio dall’ufficio stampa vaticano con un titolo tanto prolifico quanto la dichiarazione stessa: “Informazioni utili sul Documento della Pontificia Accademia per la Vita: Humana Communitas nell’epoca della pandemia: meditazioni inattuali sulla rinascita della vita”.
Titolo fuorviante poiché il documento fornisce pochissime informazioni concrete; ma dice bene su “inattuali”. Non è altro che una congerie di insulse ruminazioni sdolcinatamente sentimentali e eccessivamente prolisse:
Ci ha privato dell’esuberanza degli abbracci, della gentilezza delle strette di mano, dell’affetto dei baci e ha trasformato le relazioni in interazioni timorose tra sconosciuti, lo scambio neutro di individualità senza volto, avvolte nell’anonimità dei dispositivi di protezione.
Circa i danni che la pandemia ha arrecato alla comunità umana, il documento osserva:
“Sicuramente siamo chiamati al coraggio della resistenza”. 
Ma da nessuna parte la Pontificia Accademia ci guida verso la fonte di tale coraggiosa resistenza. Nonostante si estenda ben oltre le 4.000 parole, il documento vaticano non menziona Dio, Gesù Cristo, lo Spirito Santo, la Chiesa, i sacramenti, la preghiera, o anche la carità; nemmeno la parola “cristiano” appare nel testo.
C’è certamente un richiamo alla “conversione morale”, ma nel contesto è chiaramente un richiamo alla conversione ideologica piuttosto che religiosa.

La Pontificia Accademia per la Vita considera la pandemia come una condanna per i peccati dell’umanità nei confronti dell’ambiente:
“L’epidemia di Covid-19 ha molto a che vedere con la depredazione della terra e la spoliazione del suo valore intrinseco.”.
Ovviamente questa non è un’affermazione scientifica. Ma potrebbe essere presa come un’affermazione religiosa, se la religione in questione è l’ambientalismo.

Dal Vaticano, però, ci si aspetterebbe un messaggio cristiano: un messaggio di speranza che purtroppo manca in questo documento. Sotto una diversa guida, in un’altra epoca, la Pontificia Accademia per la Vita avrebbe potuto esortarci a non rimanere paralizzati dalla paura della malattia e della morte, né a considerare qualsiasi interazione con il prossimo come un’imposizione pericolosa. Il documento compie un gesto debole in questa direzione, dicendo che
“i semi della speranza sono stati seminati nell’oscurità di piccoli gesti, in atti di solidarietà troppo numerosi per essere contati, troppo preziosi per essere trasmessi”.
Ma non cataloga i “piccoli gesti” che i cristiani potrebbero compiere, al contrario fa un grandioso appello alla solidarietà mondiale e alla cooperazione internazionale, stabilendo che l’Organizzazione mondiale della sanità deve avere un “posto privilegiato” nella campagna.

La pandemia ha diffuso la paura – spesso una paura irrazionale – in milioni di cuori. Il Vaticano dovrebbe offrire rassicurazioni e prospettive, ricordando al mondo che la morte non è la più grande tragedia, che la vita ha un senso, che armati dei doni dello Spirito Santo possiamo vincere le nostre paure. Questa prospettiva cristiana manca tristemente in questo documento.

“Le lezioni di fragilità, finitudine e vulnerabilità ci portano alla soglia di una nuova visione”, ci dice la Pontificia Accademia. Sì, ma solo alla soglia, che questo documento non riesce a farci attraversare, non riesce nemmeno a invitarci alla vita di Cristo. I fedeli, e il mondo in generale, meritano di meglio.
[Traduzione  a cura di Chiesa e post-concilio]

27 commenti:

Anonimo ha detto...

Seguire questi epigoni a che giova? Organizziamoci. Mettiamo mano a qualcosa, preghiera comune, carità spirituale, corporale, studio personale che abbia un paio o un solo incontro l'anno comune...qualsiasi cosa. Per quel che mi riguarda, non voglio neanche più vedere in fotografia la faccia di costoro.

Anonimo ha detto...

Se non fosse una tragedia atea si potrebbe ironizzare: è un fuoco di Paglia! L'accademia per la vita che non deve fornire semplicemente "lezioni" terrene della vita temporale ma bensì virtuosamente solide basi di vita eterna, ecco che si perde, ancora una volta' in quello che Nostro Signore chiama "cibo che perisce". È davvero tutto un fuoco di Paglia.

Bernardo Guerrini ha detto...

Non trovo le parole adatte per definire quest'uomo e tutti i suoi compagni di viaggio uguali a lui... dal capo alla coda, mi basta pensare al quadro che ha fatto fare per la Cattedrale (Casa di Cristo) a Terni..., diceva Gesù ""dai loro frutti li riconoscerete""" infatti sono riconoscibili a milioni di km di distanza... ho paura di loro anche a questa distanza... paura che mi infettino, meglio star lontano il piu' lontano possibile... basta guardare la paura che abbiamo del covid, dovremmo avere una paura milioni di volte maggiore di questi apostati.

Bernardo Guerrini ha detto...

Non dimentichiamo mai le parole di Gesù, quando diceva di certi personaggi che davano scandalo ai piccoli (e per piccoli intendeva i più indifesi in ogni senso) ""meglio per loro se si mettessero una corda al collo e legata ad una macina si gettassero nel fiume"".... ---- purtroppo abbiamo vissuto la tragedia a causa del cancro del Vat.II che ci ha regalato questa massa di gente apostata... e diceva S.Paolo ""anche se un angelo disceso al cielo mi predicasse un Vangelo diverso da .... sia anatema"""---- chi segue questa gerarchia apostata conciliare (loro hanno definito la loro chiesa - chiesa conciliare - per cui hanno rinnegato la Chiesa Cattolica romana, e fanno credere alla gente col lavaggio del cervello che la loro è la vera chiesa e la gente ci crede...ma arriverà anche il vero Giudizio e da quello non potranno più salvarsi...ma a loro non interessa, sono dei materialisti e pagani e tali rimarranno i figli del demonio.

Ireneo ha detto...

Secondo me, come sempre, nelle cose "mondane" segui i percorsi del denaro (Mammona) e capirai le scelte incomprensibili delle persone e delle Istituzioni umane.

Anonimo ha detto...

Domenica 26 luglio ore 17,30
Santa Messa Tradizionale v. o .

Chiesa S. Maria del Torrione - Ravenna
Celebra il parroco don Paolo Pasini

Anonimo ha detto...

Ut Ecclesiam tuam sanctam regere et conservare digneris, te rogamus, audi nos

Federico Palotti ha detto...

Parola profetica riguardante la vaccinazione e la chipizzazione programmate (video)
7 luglio 2020
L’ultimo libro della Bibbia, l’Apocalisse dell’apostolo Giovanni, dice: Tutti coloro che ricevessero un marchio – microchip (cfr. 13,16-18) saranno coperti delle piaghe maligne (cfr.16,2), e il loro destino sarà nello stagno di fuoco e di zolfo (cfr.14,9-11; 19,20). Quanti non avevano ricevuto il marchio (la chipizzazione) otterranno la vita eterna (cfr. 15,2; 20,4).
Queste dichiarazioni della Sacra Scrittura si riferiscono a programmata vaccinazione e chipizzazione odierna?
Il Patriarcato Cattolico Bizantino, in autorità profetica e apostolica risponde univocamente: SÌ. Le dichiarazioni nel libro dell’Apocalisse 13,16-18 e i seguenti versetti si riferiscono alla vaccinazione odierna, già connessa a una certa forma di chipizzazione, e riguardano anche i microchip stessi.
Quale atteggiamento dovrebbe assumere una persona ragionevole, e soprattutto un cristiano?
La cosa è seria! Ricevendo il microchip, la persona rinuncia alla propria volontà, cioè alla libertà personale. Ella diventa un biorobot. L’obiettivo della chipizzazione è racchiudere tutta l’umanità in un campo di concentramento elettronico e gradualmente ridurla di sei miliardi.
Ma non si tratta qui solo di perdere la vita fisica. Una persona chipizzata che ha dato volontariamente la propria volontà ai nemici di Dio, non può più pentirsi e salvare la sua anima. Coloro che non vogliono perdere la vita eterna e vogliono essere salvati devono rifiutare radicalmente la vaccinazione, che contiene elementi della chipizzazione in connessione con la pandemia programmata. Se noi non fermiamo questo macchinario di morte nel tempo, non avremo altra scelta che subire la persecuzione e, forse, la morte fisica. Affinché la nazione non entri in questa situazione senza speranza, è necessario agire immediatamente. L’indifferenza è oggi un crimine condannabile.
Qual è la soluzione?
I vescovi della Moldavia ci danno l’esempio. Si sono rivolti unanimemente al Presidente e al governo con una richiesta senza compromessi di non consentire la vaccinazione obbligatoria. Si sono, inoltre, opposti all’introduzione del 5G, che è anche connesso alla chipizzazione e pandemia.
...

http://vkpatriarhat.org/it/?p=7028

ciellino ha detto...

Sospetto che nei sacri palazzi ci siano responsabilità molto grandi riguardo le reazioni ufficiali da assumere sulla pandemia.

La chiesa è crollata all'improvviso lo scorso 23 febbraio 2020 quando l'eroico donabbondio Delpini chiudeva le chiese a Milano. Perché? Basta qualche telegiornale a convincere un successore degli apostoli ad affamare il gregge? Subito dopo imitato da tutti, dico tutti, proprio tutti i pastori della chiesa. Perché?

Nessun proprietario di supermercati, panetterie, alimentari, ha avuto la stessa idea. Invece l'ha avuta Delpini, per primo, eroe del conformismo donabbondiesco. Una vergogna assoluta per la chiesa.

mic ha detto...

http://www.marcelloveneziani.com/bibliografia/dio-patria-e-famiglia-dopo-il-declino/

mic ha detto...

Per favore, non aspettatevi che pubblichi commenti di una visione positiva dello sciamanesimo su basi gnostiche.

Ave Maria ! ha detto...

radicatinellafede
https://www.youtube.com/watch?v=1IEuePxhDFE

Per i fedeli che sono impossibilitati a spostarsi per raggiungere la chiesa per la S. Messa ecco la possibilità di seguirla in diretta streaming trasmessa dalla Chiesa di S. Caterina V. M. in Vocogno (VB).

Anonimo ha detto...

Federico Pallotti h.9,49. Il grido di allarme da lei lanciato è veramente da urlare, già i vaccini vengono contaminati con alluminio, acciaio,mercurio (per cui sono sconsigliati)e con altre porcherie varie come dna umano e animale onde addivenire ad un cambio graduale del DNA umano e rna.con agganciamento facile al 5g.Nella carne Mc Donald e nella pepsi immettono carne umana.Stanno già modificandoci mentre noi abbiamo chiamato complottisti quelli che ci hanno avvisati, si tratta dell'ultimo passo con la prossima vaccinazione con microaghi e nanoparticelle che si spandono in tutto il corpo e non sono più eliminabili, per cui modificano dall'interno evolvendoci nel salto evolutivo in robotizzati,salto pari a quello, dicono loro (perchè hanno anche il coraggio di dirlo alla camera dei deputati davanti a Fico), al primo salto dalla bestia (che io chiamo peccato originale ). Chi si è sacrificato per avvisarci dei microchip li ha indotti a rallentare il progetto covid e studiare aternative onde bypassare la denuncia. Saremo dannati in eterno, attenzione, è molto grave, un conto è riceverlo con violenza assoluta, per cui Dio ci soccorrerà, un altro conto è riceverlo con assenso, o anche solo un complice silenzio.La morte sarebbe nulla in confronto a quello che rischiamo oggi.

Anonimo ha detto...

Concordo con "ciellino" sulla pessima figura di pastore dell'Arcivescovo Delpini.
Secondo me Bergoglio ha fatto apposta a mettere a Milano una figura grigia e conformista che sembra piu'un funzionario statale che un vescovo,perche'una figura carismatica a Milano gli avrebbe dato ombra.

Discepolo

Anonimo ha detto...


"Non aspettatevi che pubblichi commenti di una visione positiva dello sciamanesimo su basi gnostiche"

Più che giusto, persino doveroso. Questo blog, dedicandosi alla crisi della Chiesa dal punto di vista della veraTradizione cattolica, i cui valori vuole ribadire contro il degrado generale, è inevitabilmente afflitto dai paladini di una falsa nozione di Tradizione, che con quella veramente cattolica non ha a che vedere; coloro che sguazzano nella sotto cultura formicolante di guenonismo, cabala, occultismo, esoterismo, gnosticismo, etc.
Molti di costoro non sono nemmeno cattolici.

Marisa ha detto...

Su McDonald's e su Pepsi che inseriscono carne umana nei loro prodotti ha prove concrete da indicare?

Ireneo ha detto...

Parla anche delle Chiese come la ciliegina sulla torta:Mammona.

https://www.youtube.com/watch?v=ibdiD4qsCp8

Anonimo ha detto...

https://www.ilgiornale.it/news/cronache/ricerca-dna-umano-e-topo-negli-hamburger-1258109.html
https://www.thelivingspirits.net/dr-mercola-come-le-cellule-di-un-feto-abortito-vengono-usate-per-creare-aromi-insoliti/
ci sono altre fonti ancora...
a Marisa che lo chiedeva...

Marisa ha detto...

Grazie. Dobbiamo approfondire e fare da cassa di risonanza.

Marisa ha detto...

Sul discorso di Bergoglio del maggio scorso ai sacerdoti:

http://vkpatriarhat.org/it/?p=6909

Diego ha detto...

Inviterei a riflettere prima di affermare queste cose. Noi siamo cattolici e non creduloni. Ci sono cose più grandi di noi che non sappiamo? Vero. Sono sempre e solo complotti? Non altrettanto vero. Il 5g fa paura perché è una tecnologia straniera di una nazione anticristiana e che pensa solo al denaro. Ma lo sapete che è straniero anche il GPS sviluppato dall'americana navstar? Per questo nacque il progetto europeo Galileo per non dipendere dai satelliti usa. Ma verso il GPS non nutriamo lo stesso timore sebbene già ora siamo tracciati con i cellulari. Una spada non è buona o cattiva di pe sé, ma è colui che la brandeggia a farne strumento di giustizia o di violenza.
Con questo per dire di non sposare immediatamente queste teorie senza avere verificato perché associare il cattolico a uno che si nutre di complotti è per me un danno. Noi siamo dotati di raziocinio e al più possiamo ascoltare teorie alternative ma vagliandole sempre attentamente. Per il chip stiamo a vedere, un chip che funzioni non è una cosa che nascondi nei biscotti, già spesso non funziona quello per i cani (esperienza di cane perso con chip illegibile) e quindi un chip serio per me non può esser inoculato in un vaccino. Se proprio vogliamo allora teniamo d'occhio gli sviluppi sulla nanotecnologia ma oggi i temi di più lo sfacelo causato dai modernisti che altro.

Anonimo ha detto...

https://italiafotoshow.blogspot.com/2020/05/tecnologia-dei-vaccini-per-microchip.html
Caro Diego accusare di complottismo chi lotta CONTRO il complotto è facile perchè il progetto è mostruoso. Conviene aprire gli occhi.Ho linkato la prima fonte che ho trovato (anche perchè la censura colpisce parecchio sull'argomento coronavirus censurando fior di medici, che prossimamente saranno sentiti in Parlamento, mi pare per azione della Giannoni, che con la Cunial e Sgarbi e forse Salvini stanno lottando), ma ci sono fonti numerose in merito. L'agganciamento al 5g dopo essersi iniettato un cerotto quantico a base di nanoparticelle non è fantasia ma realtà, esistono purtroppo come immettono inquinanti come alluminio, acciaio e mercurio nei vaccini per evolverci gradualmente in transumani. La invitoa fare una ricerca in merito: può cercare dott.ssa Gatti e prof.Montanari se vuole sentire medici.

Anonimo ha detto...

OGM transumanesimo.

fabrizio giudici ha detto...

Sensatissimo l'appello di Diego, che sottoscrivo. Ma ovviamente cadrà nel vuoto.

Quanto a mons. Paglia, ogni volta che vedo ripubblicata la foto standard in cui sembra un omino innocuo e sorridente, con la testa un po' piegata di lato, mi viene in mente che è l'icona perfetta del lupo travestito da agnello.

Pietro (NON del Cammino) ha detto...

Una prassi sbagliata può nascere sia dall’eresia, che dal peccato.
In quest’ultimo caso arriverà a proporsi come dottrina, ma rimane un’eresia.
Mi sembra che documenti come questo, che, visto che non si parla mai di Cristo, sembrano adombrare che il decadimento della natura non sia dovuto a una disubbidienza dell'uomo alla volontà divina, cioè al peccato alla disubbidienza dell'uomo alla Pachamama (alla Madre Terra), che si difende producendo il covid come fosse un anticorpo anti umano, siano frutto di un peccato di ribellione, che non so situare nel tempo perché non so se è un atto di ribellione attuale o dovuto a una struttura di peccato (eresia) che si è incistata, proprio come il covid, nella Chiesa (che però non morrà di certo).

Anonimo ha detto...

Il nuovo documento della Pontificia Accademia per la Vita riguardo al Covid-19 è imbarazzante: non dice nulla, nulla sulla vita e nulla di cattolico. Si chiede la conversione all'ambiente e alla solidarietà, escludendo del tutto la dimensione religiosa. È un documento che piacerà a molti personaggi dei vertici mondiali.

Stefano Fontana
https://lanuovabq.it/it/se-per-il-vaticano-dio-non-esiste

Beh , sembra che non manchi nulla . ha detto...

Forse si puo' dire che l'astro di Pannella ( dei radicali)ha sotterrato lo stellone che aleggiava sull'Italia .
La verita' di omosessuali nel governo , la verita' di chi appoggia e sostiene e supporta finanziariamente il diritto di morte per tutti ( quando mi va se mi va ) dalla nascita in poi ogni momento e' quello buono , in questo bel clima , come se non bastasse , la verita' di generatori di psicosi in soggetti piu' fragili...che vuoi piu' dalla vita ..!
https://lanuovabq.it/it/cade-lultimo-paletto-avremo-il-diritto-al-suicidio-per-tutti
Cade l'ultimo paletto: avremo il diritto al suicidio per tutti