venerdì 15 gennaio 2021

SANITAS CORPORUM SUPREMA LEX Considerazioni sulla promozione del vaccino da parte della Santa Sede

Mons. Viganò ci invia le sue considerazioni sull’intervista al Tg5 - a colloquio con il giornalista Fabio Marchese Ragona, avvenuto in Santa Marta in Vaticano - nella quale Bergoglio ha affrontato vari temi, tra cui: la pandemia, il vaccino, i disordini negli Stati Uniti, l'aborto, la politica e com'è cambiata la sua vita a causa del virus. Potete trovare qui l'indice dei precedenti e correlati.

SANITAS CORPORUM SUPREMA LEX
Considerazioni sulla promozione del vaccino
da parte della Santa Sede

Alcuni giorni fa, su Canale5, è stata trasmessa un’intervista a Jorge Mario Bergoglio nelle inconsuete vesti di sponsor delle case farmaceutiche. L’avevamo visto nei panni del politico, del sindacalista, del promotore dell’immigrazione selvaggia, del sostenitore dell’accoglienza dei clandestini, del filantropo: in tutte queste metamorfosi è sempre emersa, accanto alla capacità di astrarsi totalmente dal proprio ruolo istituzionale, l’indole poliedrica dell’Argentino, che ora scopriamo promoter delle case farmaceutiche, convinto sostenitore dei vaccini e zelante supporter di quanti da un anno usano il Covid come un mezzo di controllo delle masse, per imporre il Great Reset voluto dal World Economic Forum. 

Che il vaccino non dia alcuna garanzia di efficacia, ma anzi possa indurre gravi effetti collaterali; che in alcuni casi esso sia prodotto a partire da cellule fetali abortive, e perciò sia assolutamente inconciliabile con la Morale cattolica; che le cure con il plasma iperimmune o con protocolli alternativi siano boicottate nonostante le prove della loro validità, poco importa al nuovo “esperto” [anche qui] il quale dal nulla delle proprie competenze mediche giunge a raccomandare ai fedeli la vaccinazione, mentre impone ai cittadini del Vaticano, con sovrana autorità, di sottoporsi al discutibile trattamento in nome di un non meglio precisato «dovere etico». La tetra Aula Paolo VI è stata emblematicamente scelta quale tempio in cui celebrare questo nuovo rito sanitario, officiato dai ministri della religione del Covid per assicurare non certo la salvezza delle anime, quanto l’illusoria promessa di una salute del corpo. 

Sconcerta che, dopo aver demolito senza scrupolo alcuno non poche verità cattoliche in nome del dialogo con eretici e idolatri, l’unico dogma al quale Bergoglio non sia disposto a rinunziare sia proprio quello dell’obbligo vaccinale – si badi bene: dogma da lui unilateralmente definito senza alcuna procedura sinodale! – dogma dinanzi al quale ci si potrebbe aspettare un minimo di prudenza se non dettata da coerenza morale, quantomeno da scrupolo utilitaristico. Poiché prima o poi, quando si vedranno gli effetti del vaccino sulla popolazione; quando si inizieranno a contare i morti e quanti rimarranno menomati a vita da un farmaco ancora in via di sperimentazione, qualcuno potrà chiederne conto a coloro che di quel vaccino sono stati convintissimi fautori. A quel punto verrà naturale redigere una lista in cui, agli autoproclamati “esperti”, ai virologi e immunologi in conflitto di interessi, ai zanzarologi al soldo di Big Pharma, ai veterinari con velleità scientifiche, ai giornalisti e opinionisti finanziati dal governo, e agli attori e cantanti in disgrazia, si aggiunga anche Bergoglio come testimonial d’eccezione e Prelati al suo seguito, i quali, in virtù dell’autorità loro riconosciuta, hanno convinto gli ignari sudditi a prestarsi all’inoculazione del cosiddetto vaccino. E se oggi la mancanza di competenze specifiche non sembra essere argomento sufficiente a indurli quantomeno ad un saggio silenzio, a quel punto il «Non sapevo», «Non potevo immaginare», «Non era il mio campo di conoscenza» verranno giudicati come aggravante, com’è giusto che sia. Stultum est dicere putabam.

Certo, nella chiesa bergogliana si può legittimare di fatto il concubinato con Amoris laetitia, al punto che Avvenire parla oggi di «omogenitorialità» con la disinvoltura di un opuscolo di propaganda gender; si può celebrare in San Pietro un rito idolatrico alla Madre Terra per ammiccare all’ambientalismo malthusiano; si può modificare la materia del Sacramento dell’Ordine conferendo i ministeri alle donne; si può dichiarare la pena di morte immorale, ma tacere disinvoltamente sull’aborto; si può amministrare la Comunione ai peccatori pubblici ma negarla a chi desidera riceverla sulla lingua per non commettere sacrilegio; si può – come avviene ora in Irlanda – vietare agli allievi delle scuole cattoliche l’accesso in aula se non sono vaccinati. Eppure queste palesi adulterazioni della dottrina cattolica – in perfetta continuità ideologica con la rivoluzione conciliare – si accompagnano alla granitica ed incrollabile professione di fede in una “scienza” che sconfina nell’esoterismo e nella superstizione. D’altra parte, quando si smette di credere in Dio si può credere a qualsiasi cosa. 

Così, se per Bergoglio l’appartenenza all’unica Chiesa di Cristo tramite il Battesimo è in definitiva superflua per la salvezza eterna di un’anima, il rito iniziatico del vaccino è proclamato ex cathedra indispensabile per la salute fisica dell’individuo, e in quanto tale presentato come indifferibile e necessario. Se è possibile accantonare la Verità rivelata in nome dell’ecumenismo e del dialogo interreligioso, non è altresì lecito mettere in discussione i dogmi del Covid, la rivelazione mediatica della pandemia, il sacramento salvifico del vaccino. E se con Fratelli tutti [vedi] si può teorizzare la fratellanza universale prescindendo dalla fede nell’unico Dio vivo e vero, nessun contatto è possibile con i cosiddetti “negazionisti”, nuova categoria di peccatori vitandi, per i quali l’inquisizione sanitaria e la scomunica mediatica devono punire l’eretico ed essere di monito per il gregge. «Se qualcuno viene a voi e non porta questo insegnamento, non ricevetelo in casa e non salutatelo», ammonisce San Giovanni (2 Gv, 10). Bergoglio deve aver frainteso, per cui saluta e abbraccia abortisti e criminali, ma non si contamina con i No-vax

Non sfuggirà che questo dogmatismo scientista – che farebbe inorridire i più acerrimi sostenitori del primato della scienza sulla religione – viene propagandato proprio da chi scienziato non è, dall’influencer a Bergoglio, dall’atleta a Biden, dall’esperto al politico: tutti smaniosi di porgere il braccio dinanzi alle telecamere; salvo poi scoprire dai video che in molti casi l’ago della siringa è coperto dal cappuccio, o che il liquido inoculato è trasparente, mentre il siero vaccinale dovrebbe essere opaco. Queste sono ovviamente obiezioni che i sommi sacerdoti del Covid respingono con sdegno: il mysterium è parte della ritualizzazione dell’azione sacra, così come il sacramentum realizza ciò che simboleggia; inoculare il vaccino con l’ago retrattile o senza premere lo stantuffo della siringa serve a drammatizzare il messaggio da trasmettere alle masse dei credenti. E le vittime del rito, coloro che per il bene di tutti si offrono docili al miraggio di un’immunità che nemmeno Pzifer, Moderna o Astra Zeneca osano garantire, rappresentano il sacrificium, anch’esso parte della nuova religione sanitaria. A ben vedere, gli innocenti abortiti al terzo mese per produrre alcuni vaccini sembrano davvero costituire una sorta di sacrificio umano con cui propiziare le potenze infernali, in una terrificante parodia che solo gli empi possono fingere di non vedere. 

Nel grottesco delirio cerimoniale non manca nemmeno la Nota della Sacra Congregazione per il Culto Divino, che con sprezzo del ridicolo promulga in zoppicante latino addirittura le istruzioni su come imporre le Sacre Ceneri: «Deinde sacerdos abstergit manus ac personam ad protegendas nares et os induit». La purificazione delle mani con il detergente e l’uso della mascherina sono scientificamente inutili ma simbolicamente necessari alla trasmissione della fede espressa dal rito. E proprio in questo si comprende quanto sia vero e valido l’antico adagio di Prospero d’Aquitania «Lex orandi, lex credendi», secondo il quale il modo in cui si prega rispecchia ciò che si crede. 

Qualcuno obbietterà, nel pietoso tentativo di evitare il totale collasso del Papato ad opera di Bergoglio, che le opinioni da lui espresse sono e rimangono appunto opinabili, e che quindi non vi è alcun obbligo per il Cattolico di sottomettersi ad un vaccino che la sua coscienza e la Morale naturale gli mostrano come immorale. Ma è proprio su Canale5 che si esplicita il nuovo “magistero papale”, così come sull’aereo è stato definito il dogma LGBT del «Chi sono io per giudicare», e in una nota a piè pagina di Amoris Laetitia è negata l’indissolubilità del Matrimonio in nome della pastorale. I politici lanciano tweet sui social, i sedicenti esperti pontificano nei salotti televisivi, i prelati predicano nelle interviste: non stupiamoci se un giorno Bergoglio comparirà in uno spot pubblicitario come testimonial dei monopattini elettrici. 

I Cattolici, illuminati dal sensus fidei che istintivamente suggerisce loro ciò che stride con la Fede e la Morale, hanno già capito che il ruolo di piazzista di forniture sanitarie è solo una delle tante parti recitate dal poliedrico Bergoglio. L’unico ruolo che costui si ostina a non voler ricoprire – per palese incapacità, per connaturale insofferenza o anzi per deliberata scelta sin dal principio – è quella di Vicario di Cristo. Il che, se non altro, rivela quali siano i referenti dell’Argentino, quale l’ideologia che lo ispira, quali gli scopi che egli si prefigge e i mezzi che intende adottare per conseguirli. 

+ Carlo Maria Viganò, Arcivescovo 
14 Gennaio 2021 
S. Hilarii Episcopi Confessoris Ecclesiæ Doctoris

48 commenti:

Ormai ne parlano apertamente i media ha detto...

Quando non si capisce nulla e non si vede oltre il proprio naso ma ci si esprime secondo la propria stoltezza credendola saggezza... ecco chi sono gli "intellettuali" moderni, atei e di sinistra... Quella sinistra che e' nata proprio perche i non pensanti non sono pochi... idioti!

https://www.ilfoglio.it/preghiera/2021/01/14/news/la-religione-di-papa-francesco-non-c-entra-piu-nulla-con-la-bibbia-1677821/

Anonimo ha detto...

Questa sì che è la voce di un Pastore della Chiesa Cattolica!

Ringraziamo Gesù Bambino di averci donato Monsignor Carlo Maria Viganò!

Anonimo ha detto...

Leggevo ora un post di un vaccinista che faceva un paragone senza senso e tutto il gruppo di beoti che lo segue ad acclamarlo. Quello che mi preoccupa maggiormente non è il coviddi, ma la condizione psichiatrica di una vasta parte della popolazione. Dal coviddi forse si uscirà, sia perché è poi poco mortale, sia perché muterà in normale raffreddore, come prevedono già gli sgienziatih, ma dopo ci sarà sempre qualcos'altro di fronte al quale i cagasotto manifesteranno tutte le loro paure irrazionali e cercheranno ancore di salvataggio peggiori del male... fvn

Anonimo ha detto...

Ma vale la pena vivere la vita che ci preparano? Senza vedere più se il passante per la strada sorride? In un deserto economico dove non ci sono più ristoranti, bar, negozi con le vetrine illuminate né gente riconoscibile dal sorriso e da una smorfia, ma torme di mendicanti e affamati violenti, dove ogni gioia e attrattiva di vivere è di fatto cancellata (come abbiamo già sperimentato nei lockdown precedenti), con l’abitazione espropriata e da condividere con gente estranea, come da programma: “2030, non possiedo niente, non ho privacy e non sono mai stato così felice”. Col reddito universale digitale che ti può essere tolto? Il mio poi sarà molto basso, perché, come oppositore e dissidente, il mio “credito sociale” alla cinese (quello che vogliono instaurare) sarà infimo. Ho 76 anni, non ho molti anni da vivere, e ma nemmeno voglia di sopravvivere mangiando proteine tratte dagli insetti polverizzati per la “sostenibilità del pianeta” .

E siccome sono convinto che fra poco avranno inizio gli eventi apocalittici che porteranno al Trionfo del Cuore Immacolato ma con la probabile sparizione di due terzi dell’umanità, le mie personali chances di vederlo con occhi terrestri non sono comunque alte. Come nemmeno le vostre – e le loro – del resto. Bisogna essere pronti e disposti a morire.

Per quanto mi riguarda, ho deciso di “non resistere al malvagio”. Mi abbandono alla volontà di Dio. Continuo a fornire notizie come ci fosse ancora la libertà, finché non me lo impediscono. Non mi metto in lista, ma quando mi chiamano mi lascerò vaccinare. Dai vaccini che immunizzano il 29 per cento, non il 95%. Frodi in commercio colossali in vena.

Se morirò per gli effetti collaterali (che colpiscono 1 ssu 10, come da bugiardino), mi faranno un regalo. Maurizio Blondet

Anonimo ha detto...

E' gravissimo quello che ha fatto Papa Francesco pubblicizzando i vaccini mRNA . Probabilmente lui personalmente non ne capisce nulla. Purtroppo "si è fatto prendere in braccio come un neonato" e la sua cerchia di cattivi consiglieri gli mette in bocca le frasi che vogliono... ogni giorno che passa.
A questo punto rimane solamente da sperare nelle sue " Dimissioni" affinchè venga eletto un altro Papa.
Spero che questo Papa si faccia chiamare "Pietro II... " in quanto non se ne può più.
A questo punto ben venga la fine di tutto....

Anonimo ha detto...

Dispiace dover dire certe cose, ma è la pura verità.
Castellaz Giovanni

Anonimo ha detto...

Le persone non hanno capito che siamo davanti a due messe in scena, una vaticana e una governativa italiana tra loro comunicanti come i vasi. Nei fatti è una sola messa in scena in due locations diverse, ma la presa per i fondelli è unica; una ha per protagonista el Jefe, l'altra l'avvocato Incollato.

Per la nostra purificazione , per la Vostra Sposa e per la Vostra Gloria mio Dio ! ha detto...

[1] Si ricorda che il digiuno cattolico prevede un solo pasto al giorno, che può essere anche ripartito, l’astensione dalle carni, dai cibi e dalle bevande particolarmente raffinati o ricercati, ricordando che l’acqua non rompe il digiuno.

http://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2021/01/proposta-digiuno-e-preghiera-il-venerdi.html#more

Valeria Fusetti ha detto...

In merito allo sfogo di Blondet desidererei far notare all'afflitto giornalista che la sua citazione, come motivazione biblica per fare il vaccino, mi sembra sbagliata. La non resistenza al malvagio esclude di accettare quello che il malvagio vuole che si faccia. Mi sembra che la qualità di vita adombrata nel suo scritto sia tale, se ci si rifiuta di fare il vaccino, che ci basterà avere un po' di pazienza. Non ho la TV e non ho visto l'intervista, ma dubito che l'avrei vista anche se possedesse una TV. Probabilmente lr considerazioni di mons. Viganò sono come sempre azzeccate ma mi permetto di insistere:perché si ignora sistematicamente che Bergoglio ha rinunciato al titolo di Vicario di Cristo ? Se ha rinunciato Benedetto XVI ad essere papa e "il gran rifiuto" è stato accettato per quale ragione il "gran rifiuto" di Bergoglio non viene preso in considerazione ? Se qualcuno fosse così gentile da rispondermi gliene sarei grata.

tralcio ha detto...

Oggi, alla Santa Messa

Fratelli, dovremmo avere il timore che, mentre rimane ancora in vigore la promessa di entrare nel suo riposo, qualcuno di voi ne sia giudicato escluso. Poiché anche noi, come quelli, abbiamo ricevuto il Vangelo: ma a loro la parola udita non giovò affatto, perché non sono rimasti uniti a quelli che avevano ascoltato con fede. Infatti noi, che abbiamo creduto, entriamo in quel riposo, come egli ha detto: «Così ho giurato nella mia ira: non entreranno nel mio riposo!». Questo, benché le sue opere fossero compiute fin dalla fondazione del mondo. Si dice infatti in un passo della Scrittura a proposito del settimo giorno: «E nel settimo giorno Dio si riposò da tutte le sue opere». E ancora in questo passo: «Non entreranno nel mio riposo!». Affrettiamoci dunque a entrare in quel riposo, perché nessuno cada nello stesso tipo di disobbedienza.

Parola di Dio - Rendiamo grazie a Dio.

Chissà se ci credono ancora, o davvero, in tanta parte della gerarchia.

Qui c'è chi rischia di restare escluso dal riposo. Che non è un diritto dei lavoratori, l'intervallo tra il primo e il secondo tempo, o una casa in cui è lecito vaccinare chi c'è.

Il riposo è quello di cui parla anche Apocalisse 14,9-11

Parola di Dio - Rendiamo grazie a Dio.

Ma ci credono?

spigolature ha detto...

Questa mattina ho finalmente potuto ritirare due libri (che avevo ordinato prima di Natale ) a via della Conciliazione . Citta'praticamente vuota , pochissimi passanti , negozi tutti (o quasitutti) chiusi, niente turisti . Farmacie e parafarmacie in forte sviluppo a tre , quattro , addirittura sei porte . Camionette militari dappertutto , carabinieri dappertutto ,polizia privata dappertutto . Pubblica sicurezza non pervenuta ,nel senso che non ne ho incontrata . Lavori stradali dappertutto . Lungotevere dei Pierleoni punteggiato di tende da campeggio per chi e' costretto a dormire all'addiaccio . Da domani forse ci saranno altre novita' per gli esercizi commerciali specialmente per bar o caffe' che dir si voglia . Per certi versi mi veniva da ridere pensando che a Roma non ci sono piu' servizi igienici pubblici e che se prima per una necessita' fisiologica si ricorreva al bar da domani forse non potra' essere piu' così . Se poi devi fare pipì dopo le 18:00 sei fregato , devi ricorrere a qualche aiuola o premunirti di pannolone . E' il progresso degli illuminati .

Italiani ineguagliabili ? Sì quando vogliono . ha detto...

La dimenticata "Concessione" di Tientsin: il gioiello coloniale italiano in Cina .
Andrea Cionci

https://gloria.tv/post/yCQUyawRYDZ41ziqGNgrQd3BA
E meno male che se ne sono dimenticati Forse e' per questo che ancora esiste .!

Josh ha detto...

Finalmente! Non se ne può più

Josh ha detto...

https://www.liberoquotidiano.it/news/commenti-e-opinioni/25876827/paolo-becchi-cannonata-vaccino-pfizer-se-muori-dopo-patologie-pregresse-logico-no.html

Anonimo ha detto...

quando si inizieranno a contare i morti e quanti rimarranno menomati a vita da un farmaco ancora in via di sperimentazione ...

Non e' questo uno dei programmi di riassetto dei figli di Lucifero : la riduzione dell'umanita' ? Tante volte ho pensato che a loro basterebbe poco , pochissimo , ad esempio toglierci la corrente elettrica , inquinarci gli acquedotti , affamarci ..,

Anonimo ha detto...

Sacrificio senza trascendenza: in argomento e, direi, piuttosto interessante: https://ilrichiamodellaredazione.blogspot.com/2021/01/sacrificio-senza-trascendenza.html

Anonimo ha detto...

Valeria, penso che il katechon è rimosso.
Con Benedetto XVI perché era necessario che fosse rimosso, lui d'accordo, obtorto collo.
Con Francesco perché é necessario che non sia il katechon, lui d'accordo, libentissime.
Che cosa comporti la rimozione del katechon è cosa nota.
Soprattutto chi ha più scienza teologica, tra i due, conosce bene l'acme del dramma.
Chi ne ha meno è all'acme della commedia, il mistero buffo di Dario Fo, la giullarata.

Anonimo ha detto...

Quando si tifa Covid:
"Oggi l’indice Rpt torna a posizionarsi molto al di sopra di 10,00 e, precisamente, a 5,90 "
https://www.lavoripubblici.it/news/2021/01/CRONACA/25058/Coronavirus-Covid-19-Il-Bollettino-della-Protezione-Civile-del-15-1-2021#

Anonimo ha detto...

Valeria Fusetti direi che nella precedente dichiarazione monsignore parli di Bergoglio come non valido canonicamente....pur se il mondo lo tratta da ciò che non è..almeno si può leggere in tal modo a meno che ci smentisca rispondendo al suo quesito.Neppur io apprezzo la disponibilità di Blondet al vaccino se invitato.Infatti qui si ha a che fare col marchio bestia apocalittico e divenire ogm volontari non è gradito a Dio .

Anonimo ha detto...


Roma città vuota, semideserta, negozi chiusi etc.

È così anche nel resto d'Europa, ad essere onesti.
Il "picco" dei contagi ha investito tutta Europa e
non solo l'Europa.
Anche negli altri Paesi europei l'economia è
in crisi per colpa dell'epidemia e su tante
piccole imprese grava l'ombra del fallimento.
Bisogna anche guardarsi attorno.

In più, in paesi come l'Irlanda del Nord e
l'Irlanda cominciano a farsi sentire gli
effetti negativi della Brexit. Sono scattati
i 6 mesi provvisori, prima dell'entrata in
vigore definitiva. Nell'Irlanda del Nord, rimasta
aperta come mercato,
non riesce ad arrivare il cibo dall'Inghilterra.
Gli scaffali nei supermercati si stanno svuotando.
Nell' Eire, ci sono lunghe file di tir ai porti
di arrivo dei traghetti da Albione. Alcuni sono fermi da
giorni. Il problema sono i documenti di carico,
che spesso non vanno bene per i doganieri.
Tra Irlanda e Inghilterra c'è un traffico
enorme di reciproco import-export, dal 1995.
Al momento è il caos. Alcuni Tir portano
tanti prodotti diversi e ognuno dovrebbe
avere un documento diverso, questo è emerso
come uno dei problemi.
Gli irlandesi accusano gli inglesi di non aver
previsto nulla, di non essersi preparati, di
essere inefficienti.
Nell'Eire negozi, farmacie, supermercati hanno
fatto scorte abbondanti, in previsione appunto
della presente distretta e la penuria ancora
non c'è. Ma fino a quando?
L'avversione anticattolica del regime e di
un'opinione pubblica pompata continuamente dai
media, non accenna a diminuire.
Nessuno invoca pubblicamente la protezione
divina per esser difeso dall'epidemia, c'è
invece un'attesa miracolistica del vaccino.

Anonimo ha detto...

https://www.today.it/citta/elisabeth-durazzo.html

Elisabeth Durazzo è morta nel sonno a 39 anni. La giovane infermiera che viveva a Piedimonte San Germano e lavorava all'ospedale Fabrizio Spaziani di Frosinone è deceduta per cause naturali. Il dramma ieri mattina nella sua abitazione in viale Decorato. Sposata e madre di un bambino, la donna non aveva patologie ed era in ottima salute. Nei giorni scorsi, come da prassi quando si presta servizio in strutture sanitarie, si era sottoposta al tampone molecolare che aveva dato esito negativo al coronavirus. Nulla lasciava presagire una simile tragedia. Originaria di Aquino, viveva nella cittadina alla porte di Cassino...

Anonimo ha detto...

https://www.fanpage.it/milano/mantova-medico-muore-dopo-vaccino-anti-covid-soffriva-di-patologie-croniche-disposta-autopsia/

Mantova, medico muore dopo vaccino anti covid: soffriva di patologie croniche, disposta autopsia

Un medico di 64 anni, collaboratore all’ospedale di Pieve di Coriano, in provincia di Mantova, è morto pochi giorni dopo la vaccinazione anti-covid. Lo ha comunicato l’Asst mantovana spiegando che il professionista soffriva di patologie croniche pregresse e proprio per questo si era voluto immunizzare. Sarà effettuata l’autopsia “al fine di chiarire anche ogni più piccolo dubbi...

Anonimo ha detto...

DUE ORE FA LA CEI ESCE CON QUESTO COMUNICATO STAMPA.

Balza all'occhio, nell'accenno al discorso di Mattarella, la parola "costruttori".

Più che altro suona come un appello: "È tempo di costruttori".

Per chi vuole capire, è un sottile (ma neanche tanto) assenso, o un incoraggiamento, alle operazioni di palazzo che, forse, porteranno al Conte III grazie a un gruppetto di trasformisti nobilitati appunto dal termine "costruttori".

Non è mai bello entrare in polemica con la Chiesa (che poi la CEI non è la Chiesa), per un cattolico. Ma non ho iniziato io...

Anonimo ha detto...


Il katechon è venuto meno col Concilio Vaticano II.
Col Concilio, la Chiesa ha cessato di essere "segno di contraddizione"
rispetto al mondo, caratteristica nella quale consisteva il suo
esser katechon.
Abbandonata l'idea della conversione a Cristo, la Chiesa
si è proposta al mondo con il dialogo, mettendosi in ascolto
di esso, per costruire assieme a tutti i non cattolici e
non cristiani, un "mondo migliore", cosiddetto.
Da quel momento le Porte dell'Inferno hanno cominciato ad
avanzare, nel mondo e nella stessa Chiesa visibile.

Josh ha detto...

https://www.maurizioblondet.it/cavie-di-tutto-il-mondo-unitevi/

mic ha detto...

Secondo il nanopatologo Stefano Montanari, i vaccini anti covid, recentemente approvati in via d’emergenza e immessi in commercio, non possono essere definiti propriamente come vaccini, perché costituiscono una terapia genica. Il ricercatore modenese sostiene, contrariamente alla tesi ufficiale, che l’mRna contenuto nel farmaco sia in grado di arrivare al nucleo cellula dando istruzioni al DNA.

Sui vaccini anti covid c’è ancora molta incertezza. Secondo uno stimato ricercatore dell’Università del Maryland, Peter Doshi, mancano i dati grezzi per poter valutare la loro efficacia e affidabilità. Peter Doshi sostiene che l’efficacia dei vaccini Pfizer/Biontech e Moderna sia di gran lunga inferiore a quanto dichiarato dalle multinazionali farmaceutiche. Purtroppo i dati definitivi saranno disponibili solo nel 2022.

https://www.byoblu.com/2021/01/15/non-sono-vaccini-ma-terapia-genica-stefano-montanari/

Anonimo ha detto...

Prigionieri in casa nostra ,l'Italia ; si e' passati dalla liberta' piu' sfrenata alla dittatura in un batter d'occhio ( e quanti complici assetati chi di potere chi di fama chi di denaro..!).Impossibilitati a curare i nostri interessi in altre regioni e ,ciliegina sulla torta, con un intruglio che imprigionerebbe il nostro proprio tempio ,quello che Dio ci ha donato per provare la nostra fedelta',nel bunker della gelidamorte .Lucifero vuole tutto l'anima e il corpo e disperdere la sua polvere , la polvere con cui e' stato composto.

Anonimo ha detto...

Casuisti e complottisti

"Contra factum non valet argomentum".
E allora vediamo i fatti.
Esiste molta gente che si domanda come si possa fare a essere "complottisti", ovvero a credere che esista un complotto dei potenti contro l'umanità.
Esiste poi qualcuno che si chiede invece come si possa fare a non essere complottisti oggi, a fronte dei fatti reali.
E poi esistono tutti coloro che non si pongono mai domande: sono i condannati a morte.
Facciamo qualche esempio pratico basato sui fatti reali.
Arriva un virus, vi sono cure mediche, ma il governo le vieta in attesa di un futuro vaccino.
Le cure mediche avanzano e una su tutte, a base di idrossicloridina, mostra di essere cura eccellente che risolve il virus alla radice.
Ma il governo la vieta, in attesa del vaccino, imponendo ai medici di (non) curare i malati con la tachipirina in modo da accrescere a dismisura il numero dei morti reali, ai quali, nei conteggi quotidiani che dà in pasto al pubblico, aggiunge un numero immenso di morti per altre cause che si fanno passare per morti di virus.
E questi sono fatti reali.
Ma se ne aggiungono altri.
Un giorno, poco prima dell'arrivo del vaccino nel mondo, esplode improvvisamente un'intera industria farmaceutica, salta in aria, così, da un momento all'altro.
Cosa produceva?
Idrossicloridina, ovvero l'elemento necessario alla cura del Covid, ovvero ciò che rende inutile il vaccino, di cui peraltro nessuno conosce ancora gli esiti futuri.
Ora, dinanzi a questi fatti reali, è impossibile non porsi una domanda: questa esplosione di una grande industria alternativa al vaccino che sta per arrivare negli stessi giorni del vaccino stesso, è un "caso" oppure un "complotto"?
Quindi arriva il vaccino in Italia.
Chi saranno i primi a essere vaccinati?
Gli ultraottantenni, ovvero coloro la cui vita è diventata inutile e pesa sull'economia del Paese. Questa affermazione ovviamente non è nostra, ma è stata decine di volte ripetuta pubblicamente dai più alti esponenti della finanza internazionale e dei poteri forti di questa società: solo per fare qualche nome, Lagarde, Soros, Gates, e non dimentichiamo il "nostro" Beppe Grillo, che più volte lo ha detto chiaramente (per lui già i settantenni andrebbero eliminati).
E, guarda caso, si comincia e esperimentare il vaccino proprio con gli "inutili".
Seconda domanda: anche questo è un "caso" oppure, un "complotto"?
Infine, si viene a sapere che, in caso di danni fisici con il vaccino, l'industria produttrice non può essere citata per danni.
Terza domanda: questo è un "caso" oppure un complotto?

Anonimo ha detto...

...segue
Il problema, agli occhi di chi scrive, sono coloro che, da cattolici, irridono i complottisti.
Perché... sono diventati - consapevoli o meno che ne siano - adoratori del caso. E del vaccino.
I nuovi vaccinisti-casuisti. Degni seguaci del sacerdote del vaccinismo che a Natale ci ha invitati a pregare per il dio-vaccino, la nuova "luce" che viene nel mondo.
E si permettono pure di irridere coloro che ancora credono nell'azione del demonio e di Dio.
Ovvero, coloro per i quali il caso non esiste.
Perché il "caso" ha nome e cognome: si chiama "complotto" e ha molti padri, padrini e zerbini.
E cosa è il "complotto"? E' la Rivoluzione anticristiana, antiumana, gnostica e liberal-comunista, mondialista e sinarchica, scientista e satanica, in atto.
Personalmente, mi schiero contro i casuisti idolatri e con i complottisti tradizionali.
Perché sono un controrivoluzionario.
Ovvero, guardo ai fatti. Perché chi guarda ai fatti, non crede al caso, ma vede la realtà delle cose.
E non corre a vaccinarsi, ma cerca di aiutare i ciechi e i condannati a morte a salvarsi. Da un vaccino peraltro che intaccherà il nostro patrimonio genetico, come affermano coloro che lo stanno producendo.
Perché crede ancora all'unica vera Luce del Mondo, unico salvatore e Dio. E non si piega a Erode.
Tutti voi che dormite e non fate scelte, forse sarebbe ora che vi svegliaste e decideste con chi stare.
Sarete casuisti o complottisti?
Vaccinati o liberi?
Rivoluzionari e controrivoluzionari?
Tanto, se non scegliete, avete già scelto che altri scelgano per voi.
E per i vostri anziani e, presto, per i vostri figli. (Massimo Viglione)

mic ha detto...

Concordo in linea di massima, ma mi vengono in mente nell'immediato un paio di chiose al commento di Massimo Viglione.
1) All'idrossicloridina aggiungerei anche altre cure riscontrate efficaci ma purtroppo disattese a livello governativo (e quindi di protocolli) specie in Italia, tra cui il plasma iperimmune
2. Più che nella controrivoluzione io credo nella restaurazione...

Anonimo ha detto...

Vaccinati in Italia ad oggi(oltre un milione ) sul sito :

https://app.powerbi.com/view?r=eyJrIjoiMzg4YmI5NDQtZDM5ZC00ZTIyLTgxN2MtOTBkMWM4MTUyYTg0IiwidCI6ImFmZDBhNzVjLTg2NzEtNGNjZS05MDYxLTJjYTBkOTJlNDIyZiIsImMiOjh9

Tutte queste persone non potevano aspettare il vaccino tradizionale disponibile a mesi ??
Sembra che si siano arrese e che "qualcuno" gli abbia tolto la forza di lottare ( punizione voluta dall'Alto...) Tutti vivranno nell'ansia di sviluppare una stana malattia e faranno analisi cliniche in continuazione per mesi se non per anni.

Da qualche parte su questo blog riguardo il Pater Nostro è stato scritto che gli italiani pagheranno cara la loro mancanza nel non aver protestato adeguatamente a suo tempo, e nel recitare il Padre Nostro in modo offensivo come è adesso.
Quelli che invece appartengono a Dio... aspetteranno i vaccini tradizionali più sicuri, in quanto a loro non gli è stata tolta la forza di reagire ma gli è stata aggiunta quel poco che mancava loro .

Anonimo ha detto...


Si può essere contro l'inoculazione affrettata dell' ancora sperimentale vaccino senza per questo esser dei "complottisti".

Contro, innanzitutto per motivi scientifici, spiegati sui media da medici competenti.
I "complottisti" sono in genere quelli che attribuiscono i fatti storici ad una
cospirazione permanente, messa in atto dalla Massoneria (speculativa, nata nel 1717).
Vogliono vedere nell'azione occulta delle Logge la causa di tutto.
Di tutto il male che si vede nel mondo.
Visione unilaterale, a mio modesto avviso, che semplifica sino all'osso la percezione dei fatti storici, non sorretta a sufficienza dai fatti. Essa tende inoltre a spiegare la storia con categorie solo moralistiche, cioè quale semplice frutto della malvagità umana. Ma i "complotti" delle forze occulte sono solo una delle
componenti del quadro generale.

Ha ragione Mic: piuttosto che di "controrivoluzione" sarebbe meglio parlare di
"restaurazione", anche se il termine può apparire logoro, essendo
già stato usato per definire il periodo storico dell'effimera restaurazione
dell'antico regime dopo il turbine napoleonico. Ma, oggettivamente, "restaurazione" andrebbe bene, perché si tratta appunto di nuovamente "instaurare ogni cosa in Cristo"("instaurare omnia in Christo", Efes 1, 10), ossia di rifondare le nostre società (e la Chiesa stessa) secondo i veri principi cristiani.
Il termine "controrivoluzione" è troppo legato alla Rivoluzione Francese. Difatti veniva usato spontaneamente dai rivoluzionari e in particolare dai Giacobini, corrispondeva bene alla loro visione settaria e manichea della
realtà: chi non era d'accordo con la loro concezione del mondo e della società era un
"controrivoluzionario", da eliminare, con il ferro e con il fuoco, un aborto del genere umano, perché i principi della Rivoluzine (libertà, uguaglianza, fraternità universale etc) dovevano considerarsi i principi dell'umanità stessa.

Lo schema Rivol.-Controrivol. è stato ripreso in modo rigido dal dr. Plinio, la cui visione della storia e della società, sempre a mio modesto avviso, appare non meno manichea di quella dei Giacobini. Solo, di segno opposto: il Male assoluto non è qui la controrivoluzione bensì la rivoluzione, interpretata appunto secondo categorie moralistiche, quale prodotto di "sensualità" e "orgoglio". Ma questi due gravi difetti dell'animo umano non bastano certamente a spiegare sconvolgimenti sociali radicali, quali sono state le rivoluzioni moderne (inglese, americana, francese, russa, all'origine intrecciate alle guerre di religione, sia civili che fra Stati - guerre prodotte dallo scisma protestante, il quale però chiama in causa gravi colpe della Chiesa cattolica nello spirituale (la mancata eliminazione di secolari abusi nella Gerarchia) e nel temporale (l'eccessivo coinvolgimento politico del papato).
PP

Anonimo ha detto...

Per Mic:
"Più che nella controrivoluzione io credo nella restaurazione..."

«Voi cattolici avete resistito impavidi per quasi due secoli all’assedio della modernità. Avete ceduto proprio poco prima che il mondo vi desse ragione. Se tenevate duro ancora per un po’, si sarebbe scoperto che gli “aggiornati”, i profeti del futuro postmoderno eravate proprio voi, i conservatori.

Peccato. Un consiglio da laico: se proprio volete cambiare ancora, restaurate, non riformate. È tornando indietro, verso una tradizione che tutti vi invidiano e che avete gettato via, che sarete più in sintonia con il mondo d’oggi, che uscirete dall’insignificanza in cui siete finiti “aggiornandovi” in ritardo. Con quali risultati, poi? Chi avete convertito da quando avete cercato di rincorrerci sulla strada sbagliata?»
(Gianni Vattimo, filosofo non cattolico)

Anonimo ha detto...

Nell'ultima intervista (quella a Canale 5) Bergoglio ha detto che la "vicinanza" dovrebbe essere un po' come la parola d'ordine per un cristiano...
Però lui, contemporaneamente, è un convinto assertore delle disposizioni goverative (il credente legga: obbedienza alle direttive del NWO) le quali, viceversa, hanno per parola d'ordine "distanziamento" [sociale]... non notate forse voi una "lieve" contraddizione nella pastorale del Vescovo vestito di bianco?
Sergio Russo

Anonimo ha detto...

Il covid19 ha interessato tutto il mondo ma in un certo senso ci ha unito.
Invoco il ns DIO Uno e Trino di palare direttamente ad ognuno di noi . Solo LUI a questo punto può cambiare lo stato delle cose .

Dio mio...Dio mio.... aiutaci ad uscire dal tunnel dell'orrore in cui siamo caduti....

Anonimo ha detto...

Il sig. Grillo, visto che ha oltrepassato la 70ina, cominci da sé stesso e tolga il disturbo, gliene saremmo grati, Blondet può fare ciò che meglio desidera, finché non verranno a casa a prelevarti, alla larga dal mix infernale, pieno di metalli pesanti come nelle cure antitumorali, di morti per le conseguenze ce ne sono molti di più di quelli che vengono resi noti. Un appunto, ieri sera per il derby romano i tifosi decerebrati hanno dato il peggio di sé fuori dal campo, a 'sto punto mandateli allo stadio colle dovute cautele, se non ricordo male l'Olimpico può contenere 80.000 persone circa, basta 1/4 distanziato come fanno in altri paesi.

Anonimo ha detto...

Un piccolo dubbio in mezzo a grandi dubbi:
il tampone molecolare rileva la presenza di RNA virale, e il vaccino inocula RNA virale messaggero;
il tampone rapido rileva la proteina virale spike, della quale il vaccino vuole indurre la produzione affinché si generino anticorpi;
i vaccinati potranno quindi aumentare il numero dei ( falsi) positivi?

Anonimo ha detto...

Scusi, ma le risulta che Vattimo sia contro la pratica omosessuale o contro il gender e l'aborto?
Di certo non lo giustifica il non essere cattolico.
È anche lo stesso che,usando a modo suo il concetto di Kenosis, definisce quello cristiano un pensiero debole, il che significa rifiutare la Verità.
Se fosse davvero convinto di quello che dice sì farebbe cattolico e si batterebbe per la restaurazione.
Anni fa era in TV insieme a Scalfari ed entrambi inveivano contro chi criticava l'aborto,rossi in volto e con le vene gonfie da scoppiare.
Francamente non credo a questo genere di consigli.

Anonimo ha detto...

Nessun paese ha vaccinato, in proporzione, più di Israele (un cittadino su quattro è vaccinato), eppure il suo eccesso di mortalità TOTALE, in aumento da settimane, è tre volte e mezzo quello italiano.

Anonimo ha detto...


G. Vattimo, filosofo non cattolico

Ma Vattimo, gay dichiarato e attivista lgtb assai impegnato, almeno in passato, non si era dichiarato a suo tempo "cattolico", sia pure, ovviamente, cattolico sui generis?
Se questo è vero, le sue dichiarazioni sull'abbandono della tradizione da parte della Chiesa, sono allora lacrime di coccodrillo.
Vattimo, epigono di Nietzsche e Heidegger, teorico del "pensiero debole", "debole" perché ha abbandonato la prestesa di cogliere la realtà nella sua oggettività, scrisse nel 1996 un saggetto intitolato: "Credere di credere. È possibile essere cristiani nonostante la Chiesa?", Garzanti. Dall'ambiguo scrittarello si capiva che Vattimo in qualche modo si sentiva un "cristiano senza la Chiesa" o "nonostante essa". Nella conclusione, a p. 95, scrive: "iNvece di presentarsi come un difensore della sacralità e intangibilità dei "Valori", il cristiano dovrebbe piuttosto agire come un anarchico non violento, come un decostruttore ironico delle pretese degli ordini storici, guidato non dalla ricerca di una maggiore comodità per sé, ma dal principio della carità verso gli altri."
La carità, appunto, svincolata dai valori cristiani ossia dalla fede, dalla religione in senso proprio: il discorso tipico di chi vuole esser giustificato così com'è, con tutti i suoi peccati, senza fare un passo verso il Cristo Redentore.

Anonimo ha detto...

Personalmente credo che Vattimo sia cresciuto in una famiglia cattolica ,poi la sua omosessualità lo abbia portato lontano dalla Chiesa.Non sono un suo lettore ed ho leggicchiato qualche suo articolo (2o3) solo per curiosità. Quello che mi sembra evidente è che all'età di Vattimo molte cose che si dicevano da giovani si capisce che erano solo delle sciocchezze.Vattimo e molti altri come lui con l'avvento di Bergoglio hanno pensato di poter salvare capra e cavoli ,la salvezza dell'anima ed la pratica del peccato.Alcuni ,e spero anche lui, ben presto si sono accorti che la cosa ,malgrado le stupidaggini che si sentono in giro,non è possibile e che devono scegliere se accettare la castità oppure no.Scelta non facile perché abbandonare il vizio non è facile per nessuno. Si consoli pensando che anche per gli eterosessuali sposati non son sempre rose e fiori ed a volte la vita li porta davanti a scelte difficili.Per tutti etero ed omo la strada maestra da seguire è la castità ,ed è anche l'unica veramente misericordiosa….. .

Anonimo ha detto...

Finora erano spariti tutti i decessi per altre patologie! Tutti morti per COVID!
Dopo il vaccino, tutti deceduti per altre cause!

Josh ha detto...

55 persone negli Stati Uniti sono morte dopo la somministrazione del vaccino Covid Pfizer o Moderna, secondo l’ultimo report pubblicato negli USA dalla farmacovigilanza VAERS.

In un caso, un uomo di 66 anni, residente in Colorado, ha accusato sonnolenza ed è rimasto a letto un giorno dopo aver ricevuto il vaccino di Moderna. La mattina seguente, il giorno di Natale, l’uomo “è stato osservato a letto immobile, pallido, con gli occhi semiaperti e la schiuma che usciva dalla bocca e non rispondeva”, afferma il rapporto VAERS “Non respirava e non aveva polso."

In un altro caso, ad un uomo di 93 anni del Sud Dakota è stato iniettato con il vaccino Pfizer-BioNTech il 4 gennaio intorno alle 11:00. Circa due ore dopo, ha detto di essere stanco di non poter continuare la seduta di riabilitazione che stava facendo.
È stato riportato nella sua stanza, dove ha riferito pesantezza alle sue gambe. Subito dopo ha smesso di respirare.

https://m.theepochtimes.com/55-people-died-in-us-after-receiving-covid-19-vaccines-reporting-system_3659152.html/amp

www.theepochtimes.com (https://m.theepochtimes.com/55-people-died-in-us-after-receiving-covid-19-vaccines-reporting-system_3659152.html/amp)
55 People Died in US After Receiving COVID-19 Vaccines: Reporting System
Fifty-five people in the United States have died after receiving a COVID-19 vaccine, according to reports submitted to a federal system.

Josh ha detto...

Aumenta il numero di decessi tra gli anziani sottoposti al vaccino Covid in Norvegia

Sabato 16 gennaio l’Agenzia del Farmaco Norvegese comunica che 29 anziani sono deceduti poco dopo la vaccinazione.
I dati norvegesi suggeriscono che il vaccino Covid potrebbe essere troppo pericoloso per persone anziani e fragili

https://www.bloomberg.com/news/articles/2021-01-16/norway-vaccine-fatalities-among-people-75-and-older-rise-to-29

Bloomberg (https://www.bloomberg.com/news/articles/2021-01-16/norway-vaccine-fatalities-among-people-75-and-older-rise-to-29)
Norway Raises Concern Over Vaccine Jabs for the Elderly
Norway expressed increasing concern about the safety of the Pfizer Inc. vaccine on elderly people with serious underlying health conditions after raising an estimate of the

Anonimo ha detto...

Sono più utili riflessioni così brevi e tranchant di tante lungaggini e parole inutili. Cristo ci chiede di usare il libero arbitrio per guadagnarci la vita eterna e noi questo dobbiamo fare: stare alla larga dalle manifestazioni e dalle azioni del maligno. Dove sia il kathecon, o chi sia casuista o no, diventa un inutile esercizio di autocompiacimento mentale che nulla aggiunge al perfezionamento delle nostre anime.

Per sconfiggere la pandemia ci vuole l’antifascismo ha detto...

L'appello :
Rete antifascista per salvare il Paese
L'appello di ANPI-Sardine-PD_Sinistra italiana-5stelle-e altri..

https://www.facebook.com/photo?fbid=3713916708673556&set=a.2061295093935734
Se non ci fossero bisognerebbe inventarli

Anonimo ha detto...

Finché non ci date risposte, continueremo a fare domande.

"IL VACCINO COMIRNATY Pfitzer E' UNA COSA MAI VISTA :
Vaccinarsi contro il Corona è importante, sia dal punto di vista sanitario che economico sociale. Però ammetto che, da medico e ricercatore, su questo vaccino basato su RNA ho qualche perplessità. Sappiamo infatti che i vaccini sono sempre gli stessi.
1) Vaccini vivi attenuati
2) Vaccini inattivati,
3) Vaccini ad antigeni purificati, (ad esempio il vaccino contro la pertosse);
4) Vaccini ad anatossine (ad esempio il vaccino contenente la tossina del tetano);
5) Vaccini a DNA ricombinante, tipo epatite B
Il vaccino Comirnaty Pfizer contro il Corona, è una cosa mai vista. Basata sulla tecnologia dell'RNA messaggero (che sappiamo essere labile e va conservato a 80 gradi sotto lo zero).
Da quello che ci fanno capire dalla Moderna e dalla BioNTech-Pfitzer, l'mRNA sarà protetto, incapsulato all'interno di liposomi. Una volta iniettati nel nostro corpo, i liposomi liberano l'mRNA che contiene le informazioni necessarie per produrre la proteina Spike del virus. Questa proteina, come sappiamo, normalmente viene utilizzata dal virus come una sorta di uncino, per agganciarsi alle cellule delle nostre vie respiratorie ed intestinali, entrare al loro interno e moltiplicarsi causando la malattia.
Nei nostri ribosomi (non è affatto chiaro in quali cellule, ma io spero soprattutto reticolo endoteliale ma .. chissà, forse dappertutto magari pure nei corpi del Nissl del SNC. Se lo faranno anche le cellule midollari ematopoietiche ... mi spaventa un pó) i ribosomi, che traducono l'informazione dell'mRNA in proteine, produrranno (o dovrebbero farlo) "esclusivamente" tante copie della proteina Spike del SARS-CoV-2.
Qui nasce il mio primo dubbio. Quante copie? L'RNA da solo, senza i suoi specifici miRNA si ferma a questo? I miRNA sono i regolatori della sequenza RNA. Sono necessari per bloccare o regolare la sintesi. Non ne siamo certi visto che stiamo studiandobi miRNA nella diagnosi precoce dei cancri solidi (da noi in Altamedica il brevetto è in sottomissione). Mettiamo però che i ribosomi funzionino, producano la proteina Spike e che questa vada in giro e susciti la giusta risposta immune.
Bene. A questo punto dovrebbe funzionare esattamente come un vaccino ad anatossine o ad antigene purificato ( il 3 o il 4 ).

Anonimo ha detto...

...segue
Allora, sorge immediatamente la domanda: perché non hanno creato facilmente uno di questi due semplici vaccini e si sono messi a produrre una cosa così complicata? E forse rischiosa?
Forse perché la Moderna e BioNTech-Pfizer, lavoravano da almeno 20 anni ad innovativi progetti di terapie geniche e secondariamente, anche a balzane ipotesi di vaccini a RNA messaggero? Forse hanno finalmente trovato il modo per "mettere a profitto" gli enormi investimenti?
È comunque certo che, siccome non ci sono studi clinici per valutarne tollerabilità, effetti collaterali ed efficacia (ma solo ricerche pre-cliniche) gli enti regolatori (es. FDA in America, EMA in Europa) sono stati PILATESCHI.
Nessuna garanzia e certezza ma, stante l'urgenza, decidano caso per caso e, comunque, sia chiaro, ci sono già approvate le disposizioni legislative che impediranno i ricorsi legali in caso di danni nel tempo. Del resto, come ben riportato sulla scheda autorizzativa degli Enti, il vaccino Comirnaty (stante la assoluta assenza di trial clinici validi) non potrà essere definito sicuro in efficacia e pericolosità solo che dopo il dicembre 2023!!! Quando ci saranno studi clinici. Si legga quanto ben riportato sul liflet: "In order to confirm the efficacy and safety of Comirnaty, the MAH should submit the final Clinical Study Report for the randomized, placebo-controlled, observer-blind study C459100 . Due date dec. 2023"
In conclusione perché non adottare un vaccino tradizionale?
Perché non mettere in commercio uno Sputnik russo oppure gli altri da virus inattivato, (Sinovac e Butantan Institute o Sinopharm) ovvero quello cinese, già disponibile, il BBIP del Beijing Institute of Biological Products Co., LTD e Laboratorio Elea Phoenix S.A.?
Come mai il vaccino Pfizer è passato avanti a tutti pur utilizzando una tecnologia finora sconosciuta?
Certo che la Pfizer ... è la Pfizer ...
Ad ogni modo ... speriamo che non sia dannoso.
Infatti, la produzione di una proteina (la spike virale) da parte di cellule del nostro organismo a seguito della introduzione di un RNA virale incapsulato in liposomi, comporterà una attivazione del sistema ergoplasmatico cellulare (ribosomi). Se tali organuli si limiteranno a produrre la proteina ed esauriranno la loro funzione dopo essere stati utilizzati come semplice e limitata codifica genetica, tutto potrebbe filare liscio.
Se poi entrasse in gioco anche la retrotrascrizione (o trascrittasi inversa), come avviene di fatto nei retrovirus RNA, l'informazione genetica, non andrà solo ai ribosomi ma, grazie alla capacità da parte di particolari enzimi, andrebbe al nucleo cellulare (sic!) in tal modo sintetizzerebbe una nuova molecola di DNA alieno!!! Allora la cosa si complica parecchio!
Infatti, essendo la prima volta che, in un essere umano un messaggio genetico alieno viene inoculato, lasciando poi la cellula ospite in vita (nelle infezioni virali la cellula ospite muore) non possiamo in realtà conoscere cosa potrebbe avvenire nel tempo.
Se in una cellula di un tessuto si comporterà nello stesso modo che in un'altra. Ogni volta il messaggio potrebbe modificarsi. Va poi aggiunto che anche qualora diamo per certo che il Corminaty possegga un RNA altamente selettivo per codificare solo la sipkes, il rischio è l'induzione di sintesi proteiche multiple o differenziate e che il messaggio perduri. Nessuno lo può escludere.
La produzione di proteine aliene potrebbe indurre una risposta crociata da parte degli anticorpi verso nostri stessi tessuti = sviluppo di malattia autoimmune. Infatti è ben specificato nei consensi informati che si dovranno attendere 3 anni per studiare gli effetti collaterali. Il rischio? Io lo individuerei in un processo autoimmunitario tra i 6 mesi ed i 3 anni dopo la inoculazione.
Ma spero proprio che non sia così....
Dott. Claudio Giorlandino,
CEO di Artemisia SpA"