martedì 4 ottobre 2016

Come avvelenare le coscienze e consegnare definitivamente l'occidente all'islam e all'alta finanza

L'efficacia psicologica che ha sulle masse il metodo descritto da G. Orwell nel suo romanzo 1984, dobbiamo ammetterlo, è straordinaria. Ovvero, l'arte di eliminare le parole che stimolano il buon senso creando neologismi che, come vedremo, lo avvelenano. L'uomo dimostra ancora una volta, dopo le ubriacature delle dittature del secolo scorso, di essere una creatura altamente manipolabile. La tecnica per plagiare le masse è drammaticamente semplice, soprattutto da quando i media sono presenti in tutte le case. L'aristocrazia della finanza, che oltre a fare il buono e il cattivo tempo nell'economia mondiale gestisce i mezzi di comunicazione, nonostante il loro cinismo puzzi di satanico, si saranno meravigliati nel vedere i risultati eccezionali fin qui ottenuti. Gli ultimi esperimenti sulla sessualizzazione dei bambini, l'omosessismo e l'eutanasia, dimostrano che cambiare la coscienza sia ormai un gioco da ragazzi. E quando un'etica millenaria si dissolve in così breve tempo, significa che la coscienza dell'uomo è stata ridotta alla consistenza del budino. 

Adesso proviamo, nei limiti di spazio consentiti, a  descrivere i metodi indolori usati dai mezzi di comunicazione. Una volta escluso quel concetto del bene e del male che per secoli ha impegnato le menti più brillanti della storia, perché fondamentali per la sopravvivenza umana, utilizzano le parole magiche come, progresso, libertà, giustizia, amore, moderno, ecc... al solo scopo di catturare consensi. Per seminare odio e paura stigmatizzano con le parole avvelenate, oscurantista, retrogrado, fascista, omofobo, islamofobo, ecc... Essendo concetti astratti, dunque manipolabili, sono stati il perno della propaganda di tutte le dittature e delle democrazie. La tattica viene adoperata sistematicamente per costringere la massa a non affrontare gli aspetti fondamentali della vita, favorendo gli istinti e le debolezze umane. Le parole avvelenate e magiche sono talmente potenti che molto spesso  invalidano la coscienza per anni, a volte fino alla tomba. Possono portare ad odiare il migliore amico, tua moglie o tuo marito, chi ti vuole bene, te stesso. Dio.

Quante volte in alcune circostanze il nostro animo si è illuminato al sentir parlare di libertà? Nel pensare comune questo sostantivo significa liberarsi dalle catene del tiranno, o da un luogo psicologicamente oppressivo, ecc... Ma se non mettiamo il paletto “licenza” significa anche liberarsi da un supposto nemico calunniandolo e eliminandolo socialmente; liberi di buttarsi dall'armadio a testa in giù; libero di suonare la chitarra con un amplificatore a 1000 watts alle quattro di mattina sotto le abitazioni; libero di seguire gli impulsi, violentando una donna o un bambino. Senza il rispetto per l'altro, il senso del pudore e la dignità, che un tempo non molto lontano mettevano i paletti all'abuso della libertà, non esistono più confini. La libertà è diventata un passepartout per risolvere - almeno sembra così all'inizio - i problemi socio-sessuali personali a scapito della comunità. A questo punto il concetto di maggioranza fondato dalla democrazia, va a farsi benedire per far posto a una chiara dittatura della minoranza.

Come sappiamo, quando qualcuno utilizza le parole avvelenate lo fa per tappare la bocca al suo interlocutore, per non affrontare un ragionamento logico e i fatti dimostrati dall'esperienza. Molti anni fa ho assistito alla TV a un confronto tra un antiabortista e un'abortista. Il primo, dopo aver espresso le proprie posizioni, conclude: l'aborto è un omicidio, lo conferma la scienza. Risposta: tu sei un oscurantista che vuole limitare la libertà della donna. Nello studio la giovane abortista riceve un applauso da stadio. Ergo. Contro le parole magiche e avvelenate non la spunta nemmeno la scienza.

L'eutanasia viene definita dolce morte per i malati terminali. Ma, come dimostrano le cronache, si ammazza anche chi malato terminale non è. In realtà si vuole imporre la legalizzazione dell'eutanasia per due motivi: eliminare i pazienti che costituiscono un peso alle casse dello Stato e, come già avviene, per espiantare gli organi da vendere al migliore offerente. Dietro ogni nuova legge antisociale, o meglio, contro natura, c'è un interesse pecuniario e/o ideologico.

Quando le parole avvelenate vengono inoculate alla cosiddetta massa, il suicidio sociale è più che assicurato. Facciamo un altro esempio. Il governo italiano apre le frontiere ai migranti, accusando chi si oppone di egoismo, razzismo, fascismo, ecc... Bergoglio, cristianizza il veleno: “Chi li respinge chieda perdono”. Allo stesso tempo, attraverso l'Istat veniamo a sapere che oltre 4 milioni e mezzo di italiani vivono in assoluta povertà (http://www.istat.it/it/archivio/povert%C3%A0). Troviamo ragionevole un governo che abbandona un milione e mezzo di famiglie con figli alla fame, per sostenere economicamente i migranti? Si può accettare senza reagire un governo che col cappio delle tasse suicida decine di imprenditori? E a Bergoglio, rispondiamo rispettosamente con un'altra domanda. Può esserci perdono per un Vicario di Cristo che umilia i propri fedeli, anche quelli travolti dalla disperazione economica, promuovendo con tutti i mezzi l'accoglienza per i fedeli di un islam che impone la persecuzione dei cristiani?

I progressisti, che condividono lo stesso programma dell'aristocrazia della finanza (possiamo definirla pure massoneria, non è necessario essere affiliati, basta condividere l'odio per il Cristo) formata dalle famiglie Rothschild e Rockefeller, George Soros & C., oltre ad utilizzare le parole magiche e avvelenate, sono molto abili nell'oscurare quei Problemi (con la maiuscola perché prioritari) che tra breve ci presenteranno un conto salatissimo. Un fiero elettore del M5s mi ha detto che il suo voto è contro la corruzione politica. Ho replicato che è comprensibile, ma che la corruzione si potrà diminuire, non eliminarla del tutto. E alla corruzione dei tuoi figli, ho domandato, che vengono sessualizzati a scuola, attraverso la Tv e internet, non ci pensi?   Guardandomi con un leggero disappunto, mi ha risposto che è più importante la corruzione politica. Come dire. Se il Movimento, o il partito, dice che la priorità assoluta è la corruzione dei politici, chi sono io per pensare diversamente? Chiaro il concetto? Non vogliamo offendere nessuno, ma pare evidente che per una ideologia milioni di coscienze-budino vendono pure i figli.

Allora quali sono i veri Problemi  di cui stiamo parlando? L'aborto, solo in Italia ha eliminato oltre 5 milioni di italiani. Gli stessi partiti che lo hanno legalizzato negli anni settanta, oggi ci dicono che non abbiamo manodopera e che siamo costretti ad importarla. E, incredibilmente, invece di processarli continuano a votarli. Non solo. I signori Pannella e Bonino, i più tenaci promotori della legge infanticida, ancora oggi sono santificati sia dal mondo politico e intellettuale che dal vescovo di Roma.

L'altro Problema oscurato è il riconoscimento e la promozione della struttura naturale della famiglia, che è strettamente legato al diritto dei genitori ad educare i figli. Ovvero, gli ormai dimenticati “principi non negoziabili” di ratzingeriana memoria.
L'ideologia attuale, come abbiamo detto, si fonda sulle passioni dell'uomo, quindi sull'assoluta libertà morale, al solo scopo di annichilire la coscienza e, dunque, le strutture portanti della società come la famiglia naturale, la distinzione tra maschio e femmina e tutto ciò che determina certezze antropologiche e sociali. Una comunità strutturata sulle passioni, costituita da soggetti privi di legami affettivi duraturi, si trasforma inevitabilmente in un mondo di singoli allo sbando. A questo punto l'aristocrazia della finanza ci farà nascere, vivere e morire quando e come vuole. 
Mi rendo conto che molte brave persone troveranno esagerato e pessimista quello che scrivo, ma dobbiamo renderci conto che il dio dell'aristocrazia della finanza è il vitello d'oro, rappresentato dal Charging Bull, il toro in bronzo del capitalismo aggressivo posto nel distretto finanziario di Wall Street. Non hanno altro dio all'infuori del potere. Sono gli stessi che per interessi economici o geopolitici promuovono e sovvenzionano guerre devastanti, come in Medio Oriente e Ucraina, dove massacrano donne, uomini e bambini.

Perché l'occidente deve essere invaso dall'immigrazione? Le motivazioni che ci raccontano, oggettivamente, fanno acqua da tutte le parti: accoglienza, creare ponti, dialogo. Parole magiche  che si scontrano con la realtà. Non solo perseguitano e ammazzano i cristiani che vivono nel mondo musulmano, in occidente ci stanno ammazzando utilizzando bombe, Kalashnikov, camion, coltelli, pistole. In ogni luogo, nei bar, per le strade, nelle piazze, in casa, in chiesa. Poi. Come si può pensare che uomini nati e cresciuti nell'islam possano integrarsi in paesi dove i più elementari aspetti del pudore vengono metodicamente ridicolizzati? Se poi aggiungiamo i matrimoni per le persone dello stesso sesso, si capisce che i poteri forti sono determinati a creare, per usare un eufemismo, uno scompiglio sociale. Dopo aver imposto una società femminilizzata, dove il maschio e la figura del padre si trovano in stato di decomposizione e un numero sempre crescente di donne non hanno la minima idea di cosa significhi essere madre e moglie, l'aristocrazia della finanza vi inserisce un corpo estraneo come l'islam, una religione-ideologia anticristiana e ipermaschilista. In pratica, un fiammifero nel pagliaio. 

Davanti a questi fatti possiamo dedurre che, se non siamo governati da emeriti imbecilli, la politica sociale e migratoria mira a distruggere l'ultimo residuo del cristianesimo, la colonna portante dei valori occidentali. Il cristianesimo è l'unica religione che rispetta la dignità dell'essere umano dal concepimento alla morte, e non ci vuole uno stratega particolarmente perspicace per capire che i valori cristiani intralciano i piani dei poteri forti. Così, alla decostruzione valoriale vi aggiungono l'islam, spingendolo a riprendere quell'offensiva che ha procurato all'Europa morte e terrore negli ultimi quattordici secoli. Solo così si può capire il motivo per cui è stata legalizzata la parola avvelenata islamofobia, nonostante i musulmani siano i più grandi persecutori e carnefici dei cristiani. E non si comprenderebbe perché i governi laicisti, come in Francia e nel nord Europa, tolgono i crocifissi dalle scuole per non offendere i musulmani, mentre gli islamisti crocifiggono e bruciano vivi i cristiani, umiliandoli tutti i giorni, cacciandone a decine di migliaia dalle loro case e dalla loro patria.

Se i poteri forti riusciranno nell'impresa, dopo aver messo il collare islamista ai residui della cristianità, mireranno alla disintegrazione dell'islam attraverso boicottaggi economici e, come già accade, spingendo sciiti e sunniti allo scontro fino al dissanguamento economico e non  solo. Se l'occidente non avesse una potenza nucleare come la Russia che, ironicamente, da ateista che era è diventata l'ultimo baluardo cristiano, il progetto sarebbe già a buon punto per instaurare quell' “Ordine mondiale” descritto da Henry Kissinger (con non poche inesattezze storiche e sviolinate poco credibili) nel libro che ne porta il titolo. Se l'alta finanza dovesse avere la meglio sulla Russia, saremo tutti devoti ad Allah o al Grande fratello. Francamente, le due ideologie puzzano di zolfo, si consiglia quindi di evitare la catastrofe. Come?

Non dobbiamo ascoltare quei partiti che parlano di economia e corruzione mentre promuovono l'aborto e l'omosessismo che, come abbiamo visto, è il copia e incolla del programma dell'aristocrazia della finanza. Puntare in massa su chi affronta i veri Problemi e pretendere che si risolvano in breve tempo. Ma perché questo si realizzi è assolutamente necessario mondare una Chiesa occupata dalle lobbies protestanti, omosessuali e da quei preti incapaci di assolvere il loro compito, incominciando dai seminari infettati dalla mediocrità devastatrice protestantica. Infine, rifondare una Chiesa Cattolica come Dio comanda.
Agostino Nobile
Autore di: “Quello che i cattolici devono sapere - Almeno per evitare una fine ridicola” e
Anticristo Superstar

23 commenti:

Baronio ha detto...

Forse questa notizia è passata inosservata, ma ha ha qualcosa di inquietante:
https://press.vatican.va/content/salastampa/it/bollettino/pubblico/2016/08/31/0606/01366.html

Il Dicastero per lo Sviluppo Umano Integrale: un nome orwelliano.

Magno di Borbone ha detto...

Ineccepibile, da incorniciare direi.
Grazie.

irina ha detto...

E' opinione comune che la Chiesa sia stata fondata da Gesù Cristo.
Per la rifondazione chi si ingaggia?

Luisa ha detto...

Come avvelenare le coscienze comprese quelle in formazione, OCCHI APERTI genitori, nonni, famiglie che leggete questo blog e vorreste portare i vostri figli a vedere il film STORKS arrivato in Italia con il nome "CICOGNE IN MISSIONE", quel film si presenta com e un film per le famiglie ... ma per tutte le famiglie e così quando le cicogne scendono per distribuire i bimbi fra le coppie che li ricevono ci sono due uomini e due donne:

http://www.warnerbros.it/scheda-film/genere-animazione/storks

http://benoit-et-moi.fr/2016/actualite/gender-buzz-papal-et-propagande-pour-les-enfants.html

http://www.religionenlibertad.com/cigenas-lanza-fugaz-pero-inequivoco-mensaje-visual-favor--52179.htm

irina ha detto...

"...Una volta in California, la capacità ebraica di razionalizzazione si mise all'opera. Nel 1912 c'erano più di cento piccole case produttrici. Si amalgamarono rapidamente in otto grandi. Fra queste, la Universal,la Twentieth Century-Fox; la Paramount, la Warner Brothers, la Metro-Goldwyn-Mayer e la Columbia furono essenzialmente creazioni ebraiche...I fratelli Warner facevano parte dei nove figli di un povero ciabattino polacco.Lavoravano vendendo carne e gelati,riparando biciclette, come imbonitori nei parchi dei divertimenti e attori girovaghi. Nel 1904 comprarono un proiettore cinematografico e allestirono un loro spettacolo, con la sorella Rose che suonava il pianoforte e Jack, dodicenne, che cantava come soprano. A Hollywood furono loro ad infrangere il muro del silenzio e a passare al sonoro..." (Paul Johnson, Storia degli Ebrei, Tea, 2006. pp 518-519)

W LA POLONIA! ha detto...

Se mai avessi avuto un minimo barlume di dubbio pro-aborto, le facce sataniche delle contestatrici polacche, che ho visto sulla prima pagina del Manifesto di oggi, bastavano ed avanzano per farmeli passare tutti. Garantisco, per quel che serve, Dio so lo sa, PIENA SOLIDARIETà e un cantuccio nelle mie preghiere al Governo Polacco. A prescindere dai risultati, il loro impegno contro l'aborto IN TOTO, ricordano, anche con i rigori della legge, che, senza ECCEZIONI è sempre un delitto, (che, magari, in alcuni casi si può NON consentire, ma non punire chi lo fatto) è l'unica strada che dei governanti non dico CRISTIANI, ma anche solo interessati al vero bene del proprio popolo, possono percorre a TESTA ALTA. Non so cosa riusciranno ad ottenere, i governanti polacchi ma certamente meriti per l'altro mondo ne hanno già accumulati tanti, già solo per averla pensata, tale iniziativa anti-aborto. Quando il mondo tornerà in ordine, quando passerà questa follia collettiva che ci ammorba ormai da 50 anni, il loro nome sarà ricordato con onore e gloria. A differenza dei nomi di Andreotti e Leone (UNA + PRECE, in loro suffragio) che proprio per le loro scelte sono da tempo associati a quello di Ponzio Pilato.

Anonimo ha detto...

"L'efficacia psicologica che ha sulle masse il metodo descritto da G. Orwell nel suo romanzo 1984, dobbiamo ammetterlo, è straordinaria."

C'è un paradosso che mi ha sempre solleticato, a proposito di "1984". Il libro fu proposto come lettura alle superiori, in un ventaglio di titoli. All'epoca andava di moda, visto che erano per l'appunto gli anni '80. Io, essendo sempre stato un po' pierino, visto che la maggioranza dei miei compagni di classe optarono per quello, scelsi un altro titolo. Nei fatti "1984" non l'ho mai letto, ma ormai ne conosco bene i contenuti, avendo letto sintesi, commenti, eccetera. Penso che a suo modo Orwell è stato una specie di "profeta laico" e certamente lo Spirito Santo ispira anche i non credenti, non stancandosi mai di ammonire - pur se in modo incompleto e indiretto - in tutti i modi sui gravi pericoli che incombono sull'umanità.

Però mi dico: se quello che accadde nella mia classe fu un campione rappresentativo, un sacco di gente dovrebbe averlo letto. Ma evidentemente quasi nessuno ci ha capito niente, se non sa riconoscere nei tempi presenti quella "profezia"!

--
Fabrizio Giudici

RR ha detto...

Sig. Giudici,
l'hanno letto, ma interpretandolo e poi usandolo come manuale sulla "how to do it".

Irina,
su Hollywood, e se leggi l'inglese, consiglio : "An Empire of Their Own: How the Jews Invented Hollywood " di Neal Gabler (Americano ebreo, ovviamente). Più che "la capacità ebraica di razionalizzazione", parlerei della capacità di networking, dumping e sleale concorrenza commerciale, questa attuata soprattutto contro le case cinematografiche della East Coast.

Magno di Borbone ha detto...

Ecco uno dei tanti mostri partoriti da una società dalla coscienza avvelenata...

http://www.secoloditalia.it/2016/10/usa-matrimonio-choc-24enne-scopre-luomo-sposato-nonno/

Baronio ha detto...

"Penso che a suo modo Orwell è stato una specie di "profeta laico" e certamente lo Spirito Santo ispira anche i non credenti, non stancandosi mai di ammonire - pur se in modo incompleto e indiretto - in tutti i modi sui gravi pericoli che incombono sull'umanità."

Senza scomodare il Paraclito, basta ricordare che George Orwell - pseudonimo di Arthur Blair - ebbe modo di conoscere la Massoneria e i suoi piani, se non addirittura di esserne membro egli stesso. E' quindi possibile che quanto egli ha appreso in Loggia - direttamente o tramite conoscenti - non fosse che un'anticipazione dei piani che la setta stava preparandosi a realizzare, come è avvenuto peraltro in altri casi, sin dall'Ottocento.

Luisa ha detto...

Ancora su come avvelenare e deformare ancor più delle coscienze già abbastanza deformate:

http://chiesa.espresso.repubblica.it/articolo/1351383

Forse sì, forse no, forse sì e no, lui che era lei ma è lui....

Anonimo ha detto...

"E' quindi possibile che quanto egli ha appreso in Loggia - direttamente o tramite conoscenti - non fosse che un'anticipazione dei piani che la setta stava preparandosi a realizzare, come è avvenuto peraltro in altri casi, sin dall'Ottocento."

Sì, ma è una cosa notevole che dalla Massoneria filtrino certi segreti e che qualcuno riesca a pubblicarli in forma di denuncia, sopravviva e riesca pure a farne un libro di successo - cosa che richiede talento, e il talento viene da una fonte sola...

Sull'Islam, il Giornale ha ripreso mons. Burke in visita in Italia:

http://www.ilgiornale.it/news/politica/lislam-pericolo-vogliono-sottometterci-armi-e-i-figli-1314051.html

--
Fabrizio Giudici

Segue : ha detto...

Zapping del 4.10.2016
Location :trasmissione Forum del 4.10.2016
Oggetto : Il diritto della donna a non procreare .
Usando tutti i metodi anticonzezionali esistenti ? No , la donna ha diritto a non intossicarsi pertanto invoca l'intervento di legatura delle tube di Falloppio ( sterilizzazione chirurgica ). Il ginecologo rifiuta l'intervento chirurgico affermando : " non per problemi morali ma perche' un medico ha come fine la salute del paziente ". La conduttrice del programma appoggia la richiesta della donna con le seguenti parole :" Abbiamo tanto lottato noi donne per avere il diritto di decidere del nostro corpo , la religione ci ha insegnato che abbiamo il libero arbitrio pertanto abbiamo il diritto anche di sbagliare " .
Questo l'oggetto del contendere .
Come e' finita ?
Non lo so .
Ho spento la TV .

Anonimo ha detto...

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-cyberbullismo-una-legge-fatta-per-rieducare-17597.htm

Anonimo ha detto...

Appena arrivato nella mail:

http://nationalprolifealliance.com/laca_petition.aspx?pid=ls01a&npla=EP16

Ovviamente credo che abbia senso firmare solo per i cittadini USA (non è previsto un campo "stato estero").

--
Fabrizio Giudici

irina ha detto...

RR,

Grazie,ho fatto quella citazione per rimandare ad un libro che mostra,nel tempo, l'ampio ventaglio di attività che anticipano tematiche prima o poi destinate a diventar sociali. E ti ho pensato. Ero certa che tu ne sapessi di più e meglio. Ho regalato questo libro a diverse persone,è di facile lettura, nell'insieme l'essenziale lo dice.Grazie ancora per il supporto.Questo è un grande tema, da trattare con cura, cuore aperto, mente sveglia ed occhi spalancati.

Anonimo ha detto...

Tantissimi adulano l'attuale Pontefice perché la TV ne ha fatto una star.
Ecco, questa da sola sarebbe condizione per farsi venire dei dubbi.
E qui viene in soccorso Orwel.

Anonimo ha detto...

...Grande tema da trattare con cura, cuore aperto, mente sveglia ed occhi spalancati...

Anonimo ha detto...

Rosa ma cosa leggi mai.....:)) l'altra sera guardando per puro caso Porta a porta, ho intravisto un pezzetto di trasmissione dedicato all'argomento : Allarmante incremento di persone possedute dal demonio, testimonianze dirette ed esorcisti che mancano, data l'ora non ho guardato molto, ma mi ha colpito, del resto p.Amorth lo diceva sempre, satana è scatenato e arraffa il più possibile. Anonymous.

Anonimo ha detto...

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/sindaco-d-case-agli-italiani-cgil-insorge-i-migranti-1314545.html
Ostaggio dei sindacati . Ci avrei messo la mano sul fuoco ...

Sara ha detto...

Ben detto contro aborto ed eutanasia ma poi seguite gli stessi metodi del Nemico e senza intendere ragioni, per contrastare il "mondo nemico" vi chudete nel vostro fortino. Questo non è Cristiano!

mic ha detto...

Che ci chiudiamo in un fortino da dove lo deduce? La nostra attività non si esaurisce certo sulla Rete e anche in questo contesto non siamo un circolo chiuso, ma diamo spazio a molte voci e, soprattutto, cerchiamo di creare sinergie. Che poi non sempre riesca, questo è un altro discorso...
Singolarmente abbiamo tutti la nostra vita civile ed ecclesiale densa di impegni e responsabilità in base alle specifiche situazioni. Oppure viviamo quotidianità ricche di concretezza nella semplicità. Ci sono tanti modi di tenere il fronte. E tanti modi per esprimere giudizi temerari come il suo...

Ivan ha detto...

Questo articolo è un esempio emblematico di come un bell’articolo, pensato e scritto bene, uno di quelli che sembrava destinato a restare nella memoria collettiva, possa diventare un delirio senza senso. Ottima l'analisi, veramente pessima la conclusione, indegna di un autore che ritenevo capace e intelligente.