giovedì 29 marzo 2018

Segnalazioni dei lettori. Via Crucis double face

Forse questa potrebbe sembrare la milionesima denuncia degli sproloqui che gli impiegati della Multinazionale per l’Ecumenismo e l’Accoglienza dei migranti, con sede a Santa Marta cucinano per i fedeli, ma penso che la tentazione della noia giammai debba avere il sopravvento e tanto più quando questi ci fanno venire i crampi alla pancia.
Lo scorso venerdì di passione ho avuto la grazia di assistere a due Via Crucis. Una tradizionale, nel pomeriggio, scritta da san Leonardo di Porto Maurizio, in una cappella di cui non farò nomi, ma riconoscibile dagli intenditori. La seconda, in new-style, la sera in parrocchia.
La prima recitata da sacerdote vestito da sacerdote, inginocchiato, con chierichetto maschio, vestito da chierichetto, al seguito. L’altra presieduta da sacerdote vestito da pensionato con fotocopie diocesane in mano e laici microfonati al seguito. Per la verità la seconda via Crucis si è svolta poeticamente per le vie del paese, al freddo e al gelo seguita da pochi vecchi e tre sparuti bambini. I miei figli. I quali, infreddoliti e stanchi, non hanno provvidenzialmente colto alcunché, riguardo il significato dei commenti alle stazioni.
La ricetta new style, che suscitava noia mista a inquietudine consisteva in sproloqui, partoriti da chissà quale assemblea diocesana, in favore dell’unità dei cristiani. Pistolotti senza capo né coda, sparati fra una stazione e l’altra, quasi come conficcati nelle piaghe di Nostro Signore, caduta dopo caduta, chiodo dopo chiodo, insulto dopo insulto, davanti a fedeli ignari e inermi che hanno bevuto, con espressioni da Malavoglia, tutto il drink velenoso preparato in sacrestia dagli operatori parrocchiali, su ricetta romana.
Ingredienti: brodetto di ecumenismo a oltranza con predicozzo sull’ unità dei cristiani - secondo gli chef ispirata dallo Spirito Santo - per 14 stazioni, senza soluzione di continuità.
Dato che il confronto fra le due Via Crucis non ha retto, per un istante mi è parso di essere tornata indietro di 2000 anni e di essere lì con Gesù sulla via per il Golgota in mezzo alle ingiurie e agli oltraggi e ho così potuto offrirGli i miei crampi alla pancia, povera cosa, in parziale riparazione di tanta stoltezza e di tanta orgogliosa eresia. Alla fine di questo mio venerdì di passione non ho potuto non ringraziare per la duplice grazia ricevuta: nella prima una vera meditazione sulle mie miserie e nella seconda un’imperdibile occasione di offerta.
La Via Crucis di San Leonardo di Porto Maurizio, come molte altre scritte dai santi, è diventata inaccettabile agli occhi della neo chiesa tutta dedita nella fabbricazione di brodetti.
Dolce e durissima nelle sue descrizioni degli indicibili spasmi, delle lacerazioni e delle strazianti percosse subite da Nostro Signore, per causa delle nostre replicate iniquità, delle nostre mollezze e ubriachezze. Sublime nelle esortazioni a respingere il peccato e a vivere detestando sempre più la nostra pessima vita, affinchè camminando sempre col capo basso, riusciamo a sollevare Gesù dalle sue dolorose cadute.
Inaccettabile.
E imperdibile.
A.P.

22 commenti:

Anonimo ha detto...

La Via Crucis dell'italia e dell'Europa se non gira il vento

http://www.agerecontra.it/2018/03/le-decine-di-diplomatici-russi-espulsi-cosa-ce-dietro/

Anonimo ha detto...

Almeno le Via Crucis moderne sono seguite da pochissimi, queste cose invece le leggono tutti o almeno in tanti.
Un augurio di Santa Pasqua a tutti


http://www.ilgiornale.it/news/cronache/bergoglio-scalfari-linferno-non-esiste-1510328.html

Anonimo ha detto...

Nel colloquio Francesco spiega che le anime che non si pentono "non vengono punite. non possono essere perdonate" e quindi "scompaiono. Non esiste un inferno, esiste la scomparsa delle anime peccatrici".

http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/papa-strumento-dio-creazione-energia-92cdfcc6-ad28-42af-9ad8-ce7df57fa61b.html

fabriziogiudici ha detto...

OT ma è anche questa una Via Crucis...

Il CEDU (la Corte Europea dei Diritti Umani - pfui) ha sbattuto la porta in faccia ai coniugi Evans e quindi non ci sono più vie di scampo legali per il piccolo Alfie. I genitori si appellano alle nostre preghiere, alla Regina Elisabetta, a Papa Francesco (!) e a Frau Merkel (!).

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1801404183497370&id=1785326571771798

Anonimo ha detto...

quello delle meditazioni alle Via Crucis è un tasto dolentissimo...

Anonimo ha detto...

http://www.lanuovabq.it/it/la-cedu-nega-il-ricorso-papa-francesco-aiuti-alfie
Tutti , nessuno escluso , noi europei che abbiamo ricevuto il dono di conoscere Gesu' Cristo risponderemo di ogni delitto contro le creature pensate da Dio di cui siamo stati inerti spettatori e/o complici .

Anonimo ha detto...

La magistratura sta con i carnefici
https://www.facebook.com/groups/892263187618998/permalink/905003446344972/

Anonimo ha detto...

Vi assicuro che anche la regina Elisabetta, notoriamente in ottimi rapporti con Mario Draghi, Napolitano e grembiulin grembiulando italiani varii, non è certo scelta saggia....

Anonimo ha detto...

Attenzione, non è affatto una notizia di secondo piano. Da sempre, il compito di Omissis è quello di guadagnare anime all"inferno, e questa sua ultima scempiaggine non è una battuta, ma un modo per rassicurare i gonzi, farli peccare ergo farli dannare, regalandoli al principe di questo mondo. "Pecca pure -suggerisce il diavolo vestito di bianco- tanto il peggio che ti può capitare è annullarti!" Gravissimo invito al peccato, nonché negazione immortalità dell'anima, base del Cristianesimo, anche se ci era già arrivato il pagano Platone...ma con il Peron di noialtri siamo nella nella.

Anonimo ha detto...

Melma, scusate il correttore....

fabriziogiudici ha detto...

Tentato attentato al Santuario di Pompei:

http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/napoli/cronaca/18_marzo_28/algerino-si-lancia-un-auto-il-santuario-pompei-l-ho-fatto-nome-allah-8f6a6d04-32b4-11e8-838c-89ab153d803a.shtml

Che poi io non lo chiamerei "tentato": ci è andata bene che l'attentatore è un imbranato, ma il gesto l'ha portato a compimento. Notate che, processato per direttissima, a fronte di una richiesta di quattro anni e un mese da parte del pm, Jridi è stato condannato a due anni e mezzo.

mic ha detto...

Sull'intervista a Scalfari:

La Santa Sede con una nota della Sala Stampa abbia smentito l'intervista: "Il Santo Padre Francesco ha ricevuto recentemente il fondatore del quotidiano La Repubblica in un incontro privato in occasione della Pasqua, senza però rilasciargli alcuna intervista. Quanto riferito dall'autore nell'articolo odierno è frutto della sua ricostruzione, in cui non vengono citate le parole testuali pronunciate dal Papa. Nessun virgolettato del succitato articolo deve essere considerato quindi come una fedele trascrizione delle parole del Santo Padre".

lister ha detto...

Un'altra toppa messa lì dalla Sala Stampa... pur rimanendo nel vago.
Dice e non si sa se dice.

mic ha detto...

http://www.vaticannews.va/it/papa/news/2018-04/papa-francesco-eugenio-scalfari-sala-stampa-santa-sede.html

La smentita della sala stampa vaticana non smentisce totalmente le parole, ma afferma che si tratta di un discorso privato.
Ma è difficile ignorare che in 5 anni di pontificato Scalfari è stato ripetutamente assunto a portavoce del Papa. Tante interviste, tante smentite. Ma chi lo obbliga a continuare certe frequentazioni?
Se sono attribuibili a Eugenio Scalfari cose non vere ed in odore di eresia, basta un comunicato che afferma che non è stata una intervista ma una chiacchierata?
Se non si tratta di ingenuità non tollerabile o di strategia della confusione (ormai dilagante), il papa non si dovrebbe premurare di riaffermare le verità stravolte?

Anonimo ha detto...

Ma se le cose stanno così, se cioè Scalfari è un falsario – o ha una memoria così così (ci sta, dato che ha 93 anni) -, perché gli viene concesso d’incontrare il Papa per poi costruirci sopra interviste fantasma? Non si farebbe prima a regalargli un registratore, o a chiedere che tutto, come accaduto tante altre volte (gli incontri tra Francesco e Scalfari, assicurano i bene informati, sono oltre una dozzina), rimanga nell’ambito di un colloquio privato? Perché quello del Vaticano che smentisce Scalfari che scrive che Papa Francesco avrebbe smentito l’inferno è già, di suo, un piccolo inferno. Difficile, questo sì, da negare. Ma evitabilissimo.
Giuliano Guzzo

Aloisius ha detto...

Lanciare la pietra e nascondere la mano
Questa è la tattica - da vigliacco - del Sig. Bergoglio.
Come ha detto Maria, ci sono i precedenti, quindi non è credibile che Scalfari - comunque ancora lucido - si sia inventato tutto.
Del resto Bergoglio, in questo farneticare eretico con Scalfari, gli ha sconsigliato la conversione perché gli serve un laico capo di un importante organo di informazione, proprio al fine di spararle grosse e dare la colpa al direttore.

Per un prete qualsiasi, degno di questo nome, l'attribuzione di frasi eretiche sarebbe una bassezza, un'offesa insopportabile, degna perlomeno di una querela secondo la legge di Cesare, o comunque di una sonora protesta, figuriamoci per un papa!

Il silenzio è la prova che è una tattica voluta e studiata, come con Viganò.
I modernisti sono vigliacchi.

Anonimo ha detto...

Ma scusate, come giustificare i 450.000 euro percepiti da Burke se non con arruffate ed affannose s-mentite sulle parole a ruota libera di omissis, mi era venuto un altro termine, ma è Venerdì Santo e freno, Scalfari ha 94 anni, ok, ma el Chapo ne ha 82, quindi non stiamo parlando di 2 ragazzotti, a che l'ha invitato nella hall dell'umile dimora santamartiana ed intrattenuto a colloquio per molto tempo, le parole dette poi, con mossa gesuiticamente gesuitante, non sono state smentite del tutto, ma si sottolinea il fatto che non fossero virgolettate, quindi ritorniamo alla storia della mancanza di registratori, una tragica charade. Sentendo che le anime si dissolvono e niente dura niente come dice il filosofo Rossi V. per intenderci, abbiamo un servus servorum nullius rei et oplà tout se tient.
Per Irina
L'ultima foto recente di Papa Benedetto risale al 9 / 10 marzo u.s., ripreso con la famiglia di Xuereb in partenza per la Mongolia, dove a mio modesto avviso doveva essere spedito Viganò, ma tanto basta, la foto la trova anche sul sito fondazioneratzinger.Lupus et Agnus.

Anonimo ha detto...

Aggiornamento. All' invito al peccato dei due soggetti prima citati (Scalfari e papa) si è unito quello di Vittorio Feltri, che sbrigativamente, dall'alto della sua "illuminata" (in tutti i sensi) sapienza liquida come "castronerie" due millenni di Cristianesimo. Fermo restando che una risata lo seppellirà, è interessante notare come gli agenti del maligno siano proprio dappertutto. Per finire, altre due brutture di varia (dis)umanità: Michelle Hunziker, che sui social ne' personalmente si è espressa sulla morte del povero Fabrizio Frizzi, ha risposto che lei "vive i lutti in silenzio"; peccato che su Facebook parlò della morte del proprio cane...nulla di male, ma evidentemente un Cristiano vale meno di un barboncino; secondo fatto, la pillola gender per bloccare la pubertà sarà disponibile anche in Italia. Professoroni e presidenti di associazioni del farmaco hanno.fatto pressioni per cio', sottolineandone"l'urgenza". Urgenza di che? Di produrre una pletora di femminielli per qualcuno? A questo siamo arrivati. Personalmente, temo la vendetta divina su questo mondo marcio.

Anonimo ha detto...

Comunque si sono incontrati. Anche se è stato un dialogo ma non un intervista, coò che è riportato da Scalfari non sono parole testuali del papa. Ma i contenuti? La smentita non ne parla...

irina ha detto...

@Lupus et Agnus,
grazie per l'indicazione. Non l'ho trovata. Riprovo.

Anonimo ha detto...

@ Irina
provi questo https://it-it.facebook.com/Fondazione-Vaticana-Joseph-Ratzinger-Benedetto-XVI

irina ha detto...

@Anonimo
31 marzo 2018 14:16

Grazie, non ho trovato quella che citava Lupus ma, un'altra di inizio anno.Comunque è un fuscello, speriamo. Ho dato uno sguardo a questa Fondazione, non capisco cosa si proponga nei fatti. Un moltiplicarsi di contenitori accompagnato da un moltiplicarsi di chiese sconsacrate e da una decrescita vocazionale da piangere. Mah?! Si moltiplicano ad arte le illusioni di avanzamenti e progressi, mentre nei fatti retrocediamo e regrediamo.