mercoledì 21 marzo 2018

Il pressappochismo superficiale e ideologico di Bergoglio ha colpito ancora.

Il pressappochismo superficiale e ideologico di Bergoglio ha colpito ancora. E, purtroppo, a partire dalla non-benedizione ai 300 giovani accorsi lunedì scorso in Vaticano per il Pre-sinodo dei giovani ai quali si rivolgeva, non è l'unico danno che dobbiamo registrare. Un papa, che sostituisce alla Benedizione papale - e ai suoi effetti spirituali sul piano ontologico - generici buoni sentimenti in chiave new-age, oltre ad essere sconcertante, svia chi dovrebbe guidare sulla Via della Verità e della Vita.... Cito le sue parole:
“Adesso, ognuno nella propria fede, nel proprio dubbio, in quello che ha nell’anima, pensi a Dio, pensi al bisogno di Dio, pensi al dubbio che ha (se Dio c’è…), pensi alla propria coscienza e chieda la benedizione e la bontà su tutti noi. Amen”. E, in chiusura: “Già da ora vi dico grazie; e vi chiedo, per favore, di non dimenticarvi di pregare per me. E quelli che non possono pregare, perché non sanno pregare, almeno mi pensino bene. Grazie”. [qui]
Inoltre ‘giustifica’ i terroristi islamici, “giovani senza lavoro”:
“Cosa fa un giovane senza lavoro? Si suicida, fa il ribelle, o prende l’aereo e va in una città che non voglio nominare e si arruola all’Isis o in un altro di questi movimenti guerriglieri, almeno ha senso vivere e avrà uno stipendio mensile“. 
Come sottolinea il Tempo, il giudizio del Pontefice oltre che sconcertante cade nel luogo comune “pauperista” del terrorista che diventa tale dopo una vita di stenti e senza speranze. Sbagliato: come ricordava un rapporto della Banca Mondiale del 2016, le reclute dell’Isis sono in realtà più inserite socialmente dei connazionali che non compiono la scelta di arruolarsi. Quasi il 70% dei guerriglieri islamici ha un titolo di studio come minimo di scuola superiore, il 25% una laurea e la gran parte aveva un lavoro prima di imbracciare un mitra [vedi].  Ma soprattutto Bergoglio persiste nel misconoscere la vera radice dell'Isis e del terrorismo che ne è la cifra: la radicalizzazione vieppiù crescente del radicalismo islamico, negare la quale, se non è ignoranza, è connivenza che induce al suicidio della nostra civiltà cristiana prim'ancora che Europea occidentale....

32 commenti:

irina ha detto...

Sempre più si conferma che il signor Bergoglio lavora per un'altra associazione diversa dalla Chiesa Cattolica. Non è il solo e non è il primo. Forse è giunto il momento, con grande pacatezza,di prendere come molto vicina alla realtà l'ipotesi che, non ci troviamo davanti a sacerdoti che hanno sbagliato ma, siamo davanti ad un certo numero di signori, vestiti da sacerdote, che stanno portando a termine egregiamente il loro scopo di dissoluzione della Chiesa Cattolica. Mi auguro e spero di aver preso una colossale cantonata. I fatti quotidiani purtroppo fugano, ogni giorno, la speranza ogni giorno rinnovata.

Anonimo ha detto...

Lavoro nel mondo della scuola e vorrei dire al papa che i primi ad arruolarsi in collettivi, movimenti di protesta, ecc. ed a sbandare al 90°/° non sono figli di gente semplice, ma rampolli annoiati, provenienti dai nobili lombi di notai, farmacisti, primari ospedalieri, quotati commercialisti ed avvocatoni di grido... non mi sembra che l'equazione bergogliana sia veritiera. Quante invenzioni, quanto pressapochismo... e intanto, Chiesa ed Italia, andiamo sempre più a bagno.

by Tripudio ha detto...

Ho letto "pressapochismo" nel titolo e pensavo si riferisse all'ultima esternazione del Bergoglio, quella sulla Comunione sulle mani, che ha fatto oggi scrivere trionfante al Messaggero: «Papa Francesco taglia la testa al toro... con buona pace del cardinale Robert Sarah, prefetto della Congregazione del Culto Divino e capofila dei rigoristi».

Invito caldamente a leggere il libretto Comunione sulla mano? NO! [qui] a cura di padre Enrico Zoffoli e di un gruppo di laici, pubblicato in quel triste 1989 quando la Conferenza Episcopale Italiana a suon di mezzucci e astuzie introdusse - assenti i principali contrari causa problemi disalute - tale indulto (poiché di indulto si tratta, non di variazione nella liturgia) ad imitazione di altre conferenze episcopali già adeguatesi da anni alla moda protestante.

Suggerisco anche la lettura del libro La distribuzione della comunione sulla mano. Profili storici, giuridici e pastorali di don Federico Bortoli, edizioni Cantagalli, fresco di stampa.

Anonimo ha detto...

Il biancovestito non ha impartito una benedizione. Non ha impartito nemmeno una "non benedizione". Ma ha chiesto una "benedizione" anche per sè ("noi") da parte dei presenti, ognuno secondo la sua fede o non fede.

E chi é mai colui in nome o per conto del quale si "benedice", quando non si benedice in nome dell'unico vero Dio che esiste ?

Se non é Dio, costui é contro Dio. E il biancovestito parecchie volte si é fatto "benedire" da costui.

Mi vengono i brividi.

Anna

Anonimo ha detto...

"...Ritorna anche il metodo della gnosi: prendere cioè i temi ed i termini della fede cattolica, ma solo parzialmente, arrogandosi il diritto di setacciarli e selezionarli, di intenderli a modo proprio, di mescolarli a ideologie estranee e di fondare l’adesione alla fede non più sull’autorità divina, ma su motivi umani; ..."

(Albino Luciani, Omelia su Cristo liberatore, Venezia, 7 marzo 1973)

viandante ha detto...

Ma siamo poi sicuri che si tratti veramente di pressapochismo?
A me sembra che tutte queste uscite in fin dei conti seguano una trama che ben poco lascia al caso.

Anonimo ha detto...

Parla, parla, ma non dice nulla. Non affronta né analizza un problema o qualsiasi cosa: parla e basta, senza pesare il senso delle parole.

Anonimo ha detto...

Beh ha detto anche che i tatuaggi sono buona cosa, poi passa sul web una intenzione di preghiera che è tutto un programma, si prega per l'ambiente, che non si cada nel peccato di distruggerlo, di Dio non vi è traccia, ma benediciamo la Santa ecologia amen. Compos sui? Mahhhhhhhh.

Cesare Baronio ha detto...

Qui siamo nell'indifferentismo più vieto. Possibile che nessuno nel Sacro Collegio e tra i Vescovi abbia alcunché da obbiettare a questo stillicidio? Che fine hanno fatto i Porporati dei dubia?

Solo a pensare quel che verrà fuori dal Sinodo dell'Amazzonia e da quello dei Ggggiovani vengono i brividi.

Anonimo ha detto...

Irina hai ragione, e comunque non è questione di pressappochismo ma di cattiva fede, nel duplice senso di fede profondamente erronea e,anche, di disonestà intellettuale. È veramente un essere empio e blasfemo. Come forse avrete notato,nei post precedenti, lo chiamo sempre per nome perché non riesco a chiamarlo in nessun altro modo.
E pensare che qualcuno crede ancora che sia stato eletto dallo Spirito Santo.
Non ho parole o,meglio, ce l'ho ma non posso pronunciarle.
Che schifo!
Antonio

niko ha detto...

Si si no no...

Carmelo G. ha detto...

Incredibile Bergoglio ... non ci posso credere ... quest’uomo è tragicamente comico!

mic ha detto...

Nei suoi discorsi ossessivi a favore dell’immigrazione senza limiti e il suo torvo, iracondo discorso di Natale a difesa postuma dello Jus Soli, Bergoglio “sembra ispirarsi più a Soros che a Cristo”, ha commentato il filosofo Fusaro, accusando El Papa di mettersi sempre più al servizio della “mondializzazione e dello sradicamento capitalistico”. Come mi ha ricordato un amico lettore, “Francesco” ha un ispiratore – o suggeritore o “gestore” – più diretto di Soros. Un personaggio cui El Papa ha dato in febbraio la presidenza della International Catholic Migration Commission, e che ha reso consigliere della Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica (APSA). Un filantropo umanitario dell’abolizione dei confini che è anche, come dubitarne?, un banchiere d’affari. Ed è anche molto, molto di più.
....
https://www.maurizioblondet.it/suggeritore-bergoglio-sui-migranti-un-bilderberg-goldman-sachs/

Anonimo ha detto...

https://www.maurizioblondet.it/suggeritore-bergoglio-sui-migranti-un-bilderberg-goldman-sachs/

Questa la conclusione (una domanda che é una risposta)"....Ora El Papa ha affidato la Commissione Cattolica sulla Migrazioni al banchiere d’affari e al Bilderberg – ostile alle “omogeneità” culturali, e che si adopererà quanto può per “indebolirle” (il verbo che ha usato è “undermine”), scalzarle, come se già non fossero abbastanza minate. Per i papisti cattolici ingenui, quindi, la questione da ideologica può venire fraintesa come morale: una questione di bene e di male. Nella confusione etica che lo stesso Bergoglio ha sparso a piene mani, la “omogeneità” nazionale di un popolo è equiparata al male morale, e male sarà volerla salvaguardare. Spero che almeno si possa chiedere questo: se l’omogeneità è un male, perché Sutherland auspica che venga scalzata in Europa, ma non la impone ad Israele, stato che difende con l’apartheid la propria identità, che si rifiuta di estendere la cittadinanza ai palestinesi perché questo snaturerebbe il “carattere ebraico di Israele”, ossia la propria omogeneità? E’ strano che tutto ciò di cui i noachici debbono liberarsi perché vizio deplorevole, sia invece pregiato, bello e giusto per i talmudici."

Anna

Anonimo ha detto...

@ Anonimo 21:24 "È veramente un essere empio e blasfemo. Come forse avrete notato,nei post precedenti, lo chiamo sempre per nome perché non riesco a chiamarlo in nessun altro modo": faccio mia ogni singola sillaba e parola di questo amico e fratello in Cristo, a differenza di quegli impostori venduti al demonio che infestano il Vaticano, le diocesi, le parrocchie, gli ordini religiosi maschili e femminili (anche se non tutti i loro membri, ovviamente, ma purtroppo la maggioranza sì, gli altri tacciono per paura o chissà cos'altro).

mic ha detto...

Che dire delle elucubrazioni del card Bagnasco sul dopo-voto?

https://www.diariodelweb.it/italia/articolo/?nid=20180321-497049

lister ha detto...

"... vi chiedo, per favore, di non dimenticarvi di pregare per me".

C'hai paura della:

"Dies irae, dies illa, dies tribulationis et angustiae, dies calamitatis et miseriae, dies tenebrarum et caliginis, dies nebulae et turbinis..."

Eh, Bergò? ;)

Anonimo ha detto...

http://m.ilgiornale.it/news/2016/09/27/dio-non-e-cattolico-ma-forse-neppure-papa-francesco-lo-e/1311339/

Anonimo ha detto...

L'Europa potrebbe diventare presto ostaggio di “un impero finanziario e speculativo che promuove l’invasione orchestrata di nuovi immigrati”.
L’Open Society Foundation di Soros si propone di “far accettare agli europei i migranti e la scomparsa delle frontiere”, come recita il titolo di un progetto. Dallaltra parte il premier ungherese Viktor Orban secondo cui l’Europa potrebbe diventare presto ostaggio di “un impero finanziario e speculativo che promuove l’invasione orchestrata di nuovi immigrati”. da qui il documento dell’Open Society alla ricerca di papabili appoggi in seno all'Europarlamento e per l’Italia tutti – o quasi – del Pd.

Anonimo ha detto...


Mi fa male che non abbia speso nemmeno un pixel con un commento su ciò' che il Papa ha detto a riguardo della comunione....malafede????? lo vedremo se pubblicherai o no il mio post....


Marco

Marisa ha detto...

Pressappochismo?

O non forse un altro colpo assestato dal M.A.F.A. Mezzucci Astuzie & Furbatone Assortite?

Anonimo ha detto...

Ringraziamo il "Misericordioso" per aver concesso altri due anni di proroga come Arcivescovo della Diocesi di Genova, nonchè Presidente della Conferenza Episcopale Europea, per i meriti acquisiti "sul campo" avendo celebrato la Messa da Requiem per il "prete del porto", grande teologo della Street Theology, e accolto alla "mensa eucaristica" la star Vladimniro Guadagno, in arte Luxuria; in perfetta consonanza con la ultima catechesi del Papa, felicemente regnante, che ha voluto correggere il Card. Sarah sul modo di "m
mangiare" alla mensa del popolo.

Anonimo ha detto...

Cari fratelli mandatemi un'onda di energia positiva, ahaa ...ma vi prego...quando siete lontani dal microonde...non fosse mai che l'onda passa per di là e si carica di negativo....

dimenticavo...che la forza sia con tutti voi...ahaaaa


devo prenderla a ridere con ironia perchè altrimenti mi arrabbio..


comunque concordo con anonimo delle 21:24

mic ha detto...

Mi fa male che non abbia speso nemmeno un pixel con un commento su ciò' che il Papa ha detto a riguardo della comunione....malafede????? lo vedremo se pubblicherai o no il mio post....

Non so cos'ha detto sull'Eucaristia. Parlo di quello che incontro e questa francamente mi è sfuggita.
Ho cercato e trovato. Purtroppo mi pare la smentita alle recenti raccomandazioni del card. Sarh. E non è la prima volta che lo contraddice!

Anonimo ha detto...

Il cristianesimo è una sorta di paradosso: la semplicità apparente con cui presenta il suo insegnamento morale e il fatto di costituire un modello di vita alla portata di tutti, almeno in ordine al fine salvifico che si propone, è una sorta di rivestimento esteriore e di "minimo sindacale" rispetto ai quali si cela la profondità di una sapienza umana, partecipante di quella divina, le cui vette sfuggono spesso a chi pur dotato di mezzi intellettuali notevoli è accecato dalla presunzione e dall'orgoglio oppure trae conclusioni definitive da riflessioni momentanee e parziali . Per cui paradossalmente colui che riduce il cristianesimo a fiaba utile per bambini, a morale sociale elementare per persone semplici è il primo a essere vittima di se stesso e dei propri limiti.

fabriziogiudici ha detto...

OT Avete presente l'ultimo scandalo della setta macrobiotica? Leggete un po' chi è la moglie del capo-setta...

https://www.corrispondenzaromana.it/la-nipote-di-padre-fidenzio-volpi-indagata-per-associazione-a-delinquere/

Anonimo ha detto...

GIOVANNI PAOLO II

Non abbiate paura. Aprite, anzi, spalancate la porta a Cristo!


FRANCESCO

“Non vi spaventate dei tatuaggi. Gli eritrei, già molti anni fa, si facevano la croce (sulla fronte). Anche oggi li vediamo. Si tatuavano la croce.

Sì, ci sono esagerazioni, oggi ne vedo alcune.Ma credo che quelli che hanno un tatuaggio grande non possono donare il sangue, o qualcosa del genere…perché c’è il pericolo di intossicazione. Quando si esagera c’è un problema di esagerazione ma non del tatuaggio.
Il tatuaggio indica appartenenza. Tu, giovane, che ti sei tatuato o tatuata così, cosa cerchi? In quel tatuaggio, a quale appartenenza ti riferisci? E cominciare a dialogare partendo da questo e da lì si arriva alla cultura dei giovani.”
“È importante non aver paura. Con i giovani non si dovrebbe mai avere paura! Mai! Perché sempre, anche dietro le cose che non sono così buone, c’è qualcosa che ci porterà ad una certa verità".

=============================================================================

Morale: dite, anzi tatuatevi quel che volete: non abbiate paura!

Anonimo ha detto...

Consolatevi con l'ultimissimo, magari fosse, libro intervista del Chapo "Dio è giovane", con istruzioni per gli insegnanti di scuole di ogni ordine e grado.

Anonimo ha detto...

Che discorsi del ca...volo. Qualcuno riesce a trovare dei precedenti così miserabili nella storia dei papi?

Anonimo ha detto...

Sta cercando appoggi nei 5 stelle, da lucido politicante quale è sempre stato. Ah, mi ricordate che è un uomo di Chiesa? Chiedo scusa...l' avevo dimenticato!

Anonimo ha detto...

Vedo che c'è un altro Genovese come me, indignato come me...meno male! Pensavo di essere il solo ad accorgermi del miserevole sfascio che PD e Chiesa hanno fatto di questa povera città...con l' ospedale, un tempo tra i più all' avanguardia di Europa, dove o non sei Opus o non diventi nessuno...sanità, scuola, manutenzione pubblica allo sfacelo...e quelli che sono arrivato dopo.sono della stessa ghenga, anche se mascherati da "destra".

Epiphanio ha detto...

Gnosticismo,cari amici, gnosticismo si chiama la ragione di questi "eventi" che colpiscono di volta in volta la Fede. La Volontà non è sottomessa all'Intelligenza e ciecamente si applica ai fatti transeunti di questo mondo e non ha altra ragione d'essere che l'accadere degli eventi.