domenica 22 marzo 2015

Turpe commercio

Da Radio Spada [qui].

Come definirlo se non turpe commercio? Che dire ancora? Fa impressione vedere tradotte in realtà concrete in chiave strumentale le più inaudite possibilità. Non manca - ma purtroppo siamo una minoranza inascoltata - chi denuncia questa terribile deriva in molti modi e sono in molti a lottare anche nelle sedi dovute per arginarla; ma tutto sembra scivolare per una china inesorabile, nostro malgrado. 
Non ci restano più parole, se non quelle della Roma perenne: 
«[...] chi si appressa a questa culla del divenire della vita e vi esercita la sua azione in uno o in altro modo, deve conoscere l'ordine che il Creatore vuole vi sia mantenuto e le leggi che ad esso presiedono [...]».
(Papa Pio XII, Discorso per il Congresso della Unione Italiana ostetriche, 29 ottobre 1951)

18 commenti:

Anonimo ha detto...

la mercificazione della vita, dal suo concepimento alla morte

mi vado convincendo che i diritti dell'uomo siano diritti contro Dio, contro il suo ordine, siano l'inversione dei dieci comandamenti,l'inversione del Logos e della carità, siano la strada verso l'abisso in cui l'uomo smarrisce la sua vera dignità, il suo senso, la ragione e l'amore, li annega nel nulla di un ego smisurato, cieco, folle e suiucida

Anna

Esistenzialmente Periferico ha detto...

Toh, ma guarda: è un'azienda ucraina che ha un ufficio anche in Italia (si vede in alto nell'immagine).

RIC ha detto...

Nell'ipocrisia italiota di questi anni si era creduto che bastasse una legge per risolvere il problema della cosiddetta fecondazione assistita. Facendo finta di non sapere che con un'ora di volo o con poche ore di auto si potevano raggiungere altri paesi europei e far cio' che si voleva. Facendo finta di ignorare che non si vive piu' in un mondo di gabbie ma in un villaggio globale ove tutto e' praticamente consentito. E potrei anche ricordare che alcuni fra coloro che avevamo promosso quella legge lo avevano fatto per biechi interessi elettorali, essendo nella vita (e parlo per conoscenza personale dei fatti) dei peccatori impenitenti che non hanno avuto remore in certi casi a ricorrre all'aborto per nascondere il frutto delle loro relazioni extramatrimoniali. Senza poi soffermarmi sullo scandalo pubblico delle loro vite private che hanno fatto crollare il senso del peccato nell'intera societa' italiane, al punto che certi comportamenti sino a qualche anno fa socialmente riprovevoli, oggi sono non soltanto accettati ma esaltati a "valori" del nuovo modus vivendi.
Il problema, secondo me, e' dato dall'indifferenza della societa' rispetto a molti di quei principi che ormai, nella chiesa di Francesco, non e' piu' consentito definire come "non negoziabili". Qualsiasi divieto per legge sara' inutile fino a quando la coscienza degli uomini non tornera' a comprendere che esistono limiti oltre i quali non si puo' e non si deve andare.

A. ha detto...

E poi gli ipocriti ci impongono le giornate della memoria, memoria di che, che oggi stiamo assistendo ancora una volta e in modo molto peggiorato alla manipolazione di esseri umani, al loro massacro dentro le pancie, allo sfruttamento di nuove schiave spesso bambine che si sottopongono a iperstimolazioni ormonali, per disperazione e spesso rimangono sterili o muoiono, tutto per dare un ovocita a due ricconi, i nuovi Hitler che poi si spacciano per vittime, mentre le vittime sono altre ed altri. Uno schifo senza fine che vuole ora rubare l'ultima innocenza, propagandando la pedofilia dentro le scuole dall'asilo in poi. Siamo in una dittatura, ma pare che la gente come i tedeschi di allora non si accorga di nulla. Ma poi pensandoci bene questa dittatura non ariva sempre dalla Germania che sta mettendo alla fame i Paesi d'Europa e mette in galera i genitori che si oppongono al lavaggio del cervello nelle scuole?

Angheran70 ha detto...

E' vero , è meglio ora che l'eterologa è a disposizione di tutti e a spese del servizio sanitario.. Vedo che RS dopo un anno ha smesso di attaccare la marcia per la vita, meglio tardi che mai..

Anonimo ha detto...

Condivisibile riflessione che rispecchia bene la realtà del mondo d’oggi.
L'ipocrisia purtroppo persiste. Se si è fatto finta allora di non sapere che con un'ora di volo si potevano raggiungere altri paesi europei per far ciò che si voleva, si continua a usare lo stesso metodo in altre situazioni francamente banali se non ridicole.
Va bene considerare l'indifferenza della società nei riguardi di quei principi cosiddetti "non negoziabili" il vero problema, ma di questa conclamata situazione l'attuale Chiesa di Francesco non è certo l’artefice. Quando per oltre vent’anni sulla ribalta c'erano il mitico Ruini e altri pontefici, che quei principi ripetevano un giorno sì e l’altro pure, le cose non andavano meglio. La verità è che l’Italia, così come l’intero mondo occidentale si è scristianizzato ed è utopistico credere sia sufficiente ripetere fino alla nausea quei principi per ottenerne l’osservanza.
Simone

Anonimo ha detto...

Il loro scopo è di fabbricare bambini secondo determinati requisiti, extra utero, cioè il sogno dei fratelli Huxley + Kalergi, rendere l'umanità sterile, propagandare l'ideologia transgender, matrimoni omo e fare quello che loro hanno pianificato da 1 secolo, ridurre drasticamente la popolazione e creare uomini secondo i desiderata di gente ricca,Alfa e Beta diceva Huxley nel suo famoso romanzo, quelli che comandano e tutto possono e gli schiavi utili solo per determinate cose e poi eliminabili.....va oltre il pensiero nazi, molto oltre, dispongono di mezzi illimitati sia in disponiblità finanziarie sia in majors che impongono con brutale, ma allo stesso tempo raffinata dittatura, stili e comportamenti di vita adottati senza battere ciglio da tutti i paesi occidentali,e chi si rifiuta verrà perseguitato e la gente dorme cullata da queste belle utopie della libertà assoluta, di fare a meno di Dio, perché noi possiamo tutto e poi sapete che ora gli uteri in affitto si vanno a prendere in India, dove le povere disgraziate malcapitate, per 200 $ portano a termine la gravidanza in residence pulitissimi, ben nutrite ed assistite medicalmente, poi alla fine quasi mai vedono i soldi, e vengono ributtate sulla strada a morire di fame, in Cina si fanno aborti ad hoc a 8 mesi abbondanti per prelevare organi da trapiantare nei figli dei ricchi, ovvio, in USA vengono rapiti homeless per prelevare loro gli organi e a volte si risvegliano in strada e manca loro qualcosa, ma i pochi che hanno denunciato la cosa sono misteriosamente spariti che manco nell'area 51......ma la gente dice che se uno vuole un bambino è un diritto, anche per i gay, poverini si vogliono bene e allora......e si continua ad accettare di tutto credendo di fare scelte moderne, consapevoli ed utili per l'umanità....ultima : Martini pare sia morto suicida, assistito,per carità, ma sempre suicidio è, e pesa assai di più in uomini di chiesa, anche se ritenerlo cattolico si fa fatica. Ah dimenticavo la chiesa valdese dai e dai ha ottenuto l'8 x 1.000, a noi dei gruppi volontari non S.Egidio, hanno dimezzato il 5 x 1.000. Scusate il lungo, non tedierò più. KM.

Anonimo ha detto...

La verità è che l’Italia, così come l’intero mondo occidentale si è scristianizzato ed è utopistico credere sia sufficiente ripetere fino alla nausea quei principi per ottenerne l’osservanza.
Simone.
"Che ti ascoltino o meno, tu PARLA" (Dio al profeta Isaia).

Anonimo ha detto...

Aborto, matrimoni gay, utero in affitto, fecondazioni assistite omologhe o eterologhe, figli con 3 dna, embrioni uomo-animale cos'è tutto questo se non il trionfo di satana? Per fortuna il suo trionfo è transeunte, l'ultima parola non l'ha lui, ma guai a chi ha sostenuto e collaborato a questi abomini (ancor più se sedicente cattolico), ne risponderà a Dio.
Simone, il fatto che il nostro occidente scristianizzato non abbia ascoltato papi, ecclesiastici o laici che siano sui valori non negoziabili, non è un buon motivo per non parlarne: noi facciamo il nostro, parliamo, poi la responsabilità sarà tutta di chi non ascolta la Verità
John

mic ha detto...

Infatti, John, Simone cita Isaia :
"Che ti ascoltino o meno, tu parla".....

Anonimo ha detto...

http://www.centrosangiorgio.com/index.htm

La maggioranza dei nostri contemporanei pensa che i cambiamenti sociali in atto siano la naturale e ineluttabile conseguenza del «Progresso» che..non si può fermare. Tuttavia, lo studio delle meccaniche che presiedono alla manipolazione delle masse non è più fantascienza da un pezzo. ..è virtualmente possibile - col tempo necessario, con la complicità dei mass media e della politica - fare accettare alle masse l'introduzione e la successiva legalizzazione di qualsiasi mostruosità, persino di pratiche che al momento l'opinione pubblica ritiene ancora inaccettabili come la pedofilia, l'incesto, la droga libera, ecc... É solo questione di tempo. E chi si oserà opporsi a questi cambiamenti verrà additato dai media come un pericoloso «pedofobo», un «incestuofobo» o un «drogofobo» da evitare come la peste... …modello d'ingegneria sociale denominato The Overton Window («La finestra di Overton»).…elaborato negli anni '90 da Joseph P. Overton ..La sua teoria è un intervallo di idee che possono essere recepite dalla società in un determinato momento ..Le idee attraversano le seguenti fasi: Impensabili (inaccettabile, vietato); Radicali (vietato, ma con delle eccezioni); Accettabili; Sensate (razionali); Diffuse (socialmente accettabili);Legalizzate (consacrazione nella politica statale). ... Prendiamo, ad esempio, il tema dei matrimoni tra persone dello stesso sesso, …Per molti anni, ..l'idea del matrimonio tra le persone dello stesso sesso si trovava all'interno della zona vietata... I mass media hanno però influenzato in continuazione l'opinione pubblica, sostenendo le minoranze sessuali. I matrimoni tra persone dello stesso sesso sono diventati prima accettabili, ma con deroghe, poi come accettabili e infine come neutrali. Ora sono recepiti come «accettabili, ma con deroghe». Tra poco, probabilmente, diventeranno totalmente accettabili. …temi come matrimoni tra le persone dello stesso sesso oppure l'eutanasia non ci sembrano più strani. Hanno semplicemente percorso l'intero processo «tecnologico» di trasformazione da «inaccettabili» fino alla «legalizzazione».

Il regista russo Nikita Sergeevič Michalkov nel suo videoblog Besogon.TV propone lo schema di questo processo sull'esempio di un fenomeno finora impensabile nella società: il cannibalismo. Lo spostamento di The Overton Window può attraversare le seguenti fasi:

- Fase 0: É lo stato attuale, il problema è inaccettabile, non si discute sulla stampa e non si ammette tra gli esseri umani;

- Fase 1: Il tema si modifica da «totalmente inaccettabile» a «vietato, ma con deroghe». Si afferma che non ci deve essere alcun tabù. Il tema comincia a essere dibattuto in piccoli convegni dove stimati scienziati fanno delle dichiarazioni sotto forma di discussioni «scientifiche». Nello stesso tempo.. si costituisce l'«Associazione dei cannibali oltranzisti», le cui dichiarazioni a volte sono citate dai mass media. L'argomento cessa di essere un tabù e si introduce nello spazio d'informazione. Conclusione: il tema intoccabile è inserito nella circolazione, il tabù è desacralizzato, è avvenuta la distruzione dell'univocità del problema, sono create le sue diverse gradazioni.

Anna (continua)

Anonimo ha detto...

- Fase 2: Il tema del cannibalismo passa da «oltranzista» ad accettabile. Come prima sono citati gli scienziati e sono coniati termini eleganti: non esiste più il cannibalismo, che può essere però chiamato, ad esempio, «antropofagia». Questo termine, come un sinonimo temporaneamente sostitutivo, sarà sostituito con una parola scientifica più bella («antropofilia»). Più tardi, da questo «termine» potranno essere coniati i derivati (ad esempio, «antropofili», ossia «amanti del genere umano»). Lo scopo è di staccare nella coscienza collettiva la forma della parola dal suo contenuto. Nello stesso tempo, per avvalorare il concetto si crea un precedente storico. Probabilmente è un fatto mitico, reale o semplicemente inventato, ma, principalmente, ciò contribuisce alla legittimazione di un'idea inaccettabile. Lo scopo principale di questa tappa è di rimuovere parzialmente dall'«antropofagia» la sua illegittimità, almeno in un periodo storico.

- Fase 3: The Overton Window si sposta, trasferendo il tema dal campo «inaccettabile» a quello «ponderato-razionale», ciò che giustifica con la «necessità biologica». Si afferma che il desiderio di mangiare la carne umana può essere dovuto a una predisposizione genetica. Anche in caso di una carestia («insuperabili circostanze»), un essere umano deve avere il diritto di fare la scelta. Non c'è bisogno di nascondere le informazioni in modo che ciascuno possa scegliere tra «antropofilia» e «antropofobia».

- Fase 4: Da sensato a diffuso (socialmente accettabile). Si crea la polemica non solo basata su figure storiche o mitiche, ma anche su quelle reali mediatiche. L'antropofilia comincia a essere dibattuta in massa nei notiziari, nei talk-show, nel cinema, nella musica pop e negli spot pubblicitari. Uno dei metodi di diffusione è il trucco «Guardati intorno»!. Chi lo sapeva che un famoso compositore fosse antropofilo?

- Fase 5: Da socialmente accettabile alla legalizzazione. Il tema si lancia nel top delle notizie d'attualità, si riproduce automaticamente nei mass media, nel mondo dello spettacolo e... acquisisce un'importanza politica. In questa fase, per giustificare la legalizzazione si utilizza l'«umanizzazione» dei seguaci del cannibalismo. Per modo di dire, sono delle «persone creative», vittime di un'educazione sbagliata e «chi siamo noi per giudicare»?

- Fase 6: Da «tema diffuso», il cannibalismo passa sul piano delle «legalizzazione, ossia consacrazione nella politica di uno Stato». Si crea la base legislativa, spuntano gruppi di lobbismo, si pubblicano ricerche sociologiche che sostengono i sostenitori della legalizzazione del cannibalismo. Spunta un nuovo dogma: «Non si deve vietare antropofilia». Si approva la legge, l'argomento arriva nelle scuole e negli asili nido, e una nuova generazione non sa più che si può pensare diversamente.

Anna

Anonimo ha detto...

E' vero Mic, non avevo visto :-)
John

Angelo ha detto...

Vogliate, di grazia, pubblicare qualcosa sulla consacrazione di don Faure.

mic ha detto...

Angelo,
leggiti il thread precedente.

Anonimo ha detto...

Siamo nel campo dell'orrido e dell'assurdo... ma non più così lontani.

lister ha detto...

@ Mic e John
non è Simone che cita Isaia ma un Anonimo che glielo ricorda
@ Anna
Ed intanto il Consiglio Nazionale per l'Etica, in Germania, propone di legalizzare l'incesto;
l'UE, con un sofisma, ha legalizzato di fatto la pedofilia;
in Olanda è già stata legalizzata la poligamia;
tra un po' verrà legalizzata la necrofilia visto che un certo Peter Singer, filosofo di Princeton, ha detto che non c'è nessun problema al riguardo;
consequenziale sarà la legalizzazione del cannibalismo.

"E' la democrazia, bellezza!", parafrasando Humprey Bogart. :)

Anonimo ha detto...

Catechismo di San Pio X, can. 11; «Nella sua provvidenza Dio stesso, infinitamente buono e potente, lascia pure che ci siano mali nel mondo, o perché a beni maggiori non si chiuda la via, o perché non si apra a mali maggiori. … (Dio, ndr) nel tollerare che vi siano i mali nel mondo, “né vuole che il male si faccia, né vuole che non si faccia, ma vuole permettere che si faccia, e questo è un bene” (Tommaso d’Acquino, Summa Theologiae I, q. 19, a. 9, ad 3)», Leone XIII, Enc. Libertas praestantissimum, 20.6.1888

Siamo sempre e comunque chiamati a rispondere facendo la nostra parte.