sabato 20 agosto 2022

Quando la menzogna diventa sistema. Etiam si omnes...

Dedicato  a chi ha accettato senza remore il pass e anche a chi si è lasciato ricattare per averlo, pur con le attenuanti, in questi casi, di situazioni legate alle responsabilità nei confronti di famiglia e figli. Se tutti si fossero  fatti sospendere la storia menzognera sarebbe finita subito. 
Siamo a tal punto disumanizzati che per la modesta zuppa di oggi siamo disposti a sacrificare qualunque principio, la nostra anima, tutti gli sforzi di chi ci ha preceduto, ogni possibilità per i posteri, per l'ambiente, per migliori condizioni sociali, non c'è niente da fare, l'esistenza determina la coscienza, noi cosa c'entriamo, non possiamo far nulla. Invece no, possiamo tutto! Non è affatto colpa loro, è colpa nostra, soltanto nostra! (...) Ed invece è proprio qui ora che si trova la chiave della nostra liberazione, una chiave che abbiamo trascurato e che pure è tanto semplice ed accessibile: il rifiuto di partecipare personalmente alla menzogna. Anche se la menzogna ricopre ogni cosa, anche se domina dappertutto, su un punto siamo inflessibili: che non domini con la mia collaborazione! È questa la breccia nel presunto circolo vizioso della nostra inazione: la breccia più facile da realizzare per noi, la più distruttiva per la menzogna.
(Aleksandr SOLZENICYN, Vivere senza menzogna, febbraio 1974)

80 commenti:

Anonimo ha detto...

Scrisse la Arendt, tra le massime studiose del totalitarismo: « Il suddito ideale del regime totalitario non è il nazista convinto o il comunista convinto, ma l’individuo per il quale la distinzione fra realtà e finzione, fra vero e falso non esiste più».

tralcio ha detto...

C’è un perché a tutto questo è il problema più grande è di non averlo ancora compreso. Chi si aggira solo con la mascherina in volto non lo sa, ma dimostra di non aver ancora capito. Vaccini sperimentali, mascherina, green pass etc sono parte di un’agenda nota e sottaciuta, lesiva dei diritti di Dio e degli uomini e mai denunciata. Si va avanti, come ai tempi di Noe, ridendo di chi si attarda con l’arca… I martiri non sono mai stati resilienti… perciò i perseguitati a causa della giustizia sono beati, mentre il chiudere un occhio o tutti e due non da’ la felicità. C’è chi pensa che aver votato il green pass o la costrizione ad ammalare la gente sia “politica” e persino responsabilità o carità… La maschera nasconde la bocca, ma non gli occhi… bisogna affrontarli, i nostri, allo specchio…

Anonimo ha detto...

Sono un medico ORGOGLIOSAMENTE sospeso e senza stipendio da circa un anno.
Non ho cercato "scorciatoie" per riuscire a lavorare qualche mese in più: coloro che l'hanno fatto hanno impedito che il sistema crollasse e alla fine, chi prima e chi dopo, hanno ceduto quasi tutti: erano in gran parte colleghi contrari alla vaccinazione obbligatoria ma ancor più contrari al restare senza stipendio.
Per quel che mi riguarda, cedere al ricatto vaccinale è un'ipotesi che non contemplo neppure.
Non ho una famiglia da mantenere e per ora vivo grazie ai miei risparmi.
Se prolungheranno l'obbligo vaccinale ad oltranza sarò costretto a cercare un altro lavoro (anche in nero, in mancanza di altro).
Se non troverò lavoro vivrò di elemosina e di assistenzialismo.
Se ciò non basterà morirò di fame.
Ma morirò da uomo libero: non rinuncerò alla mia dignità facendomi inoculare un "vaccino" che, con cognizione di causa, ritengo inutile e nocivo!

Anonimo ha detto...

Gli studiosi del totalitarismo conclamato perché non hanno parlato a totalitarismo nascente, a propaganda incipiente, a menzogne serpeggianti? Dove erano allora? Erano nelle scuole? Nelle Università? Nei media? Nei sindacati? Nella chiesa? Perché tanto acuti che sono, che erano non hanno suonato l'allarme ai primissimi segni? Le analisi a posteriori sono solo quelle sui cadaveri... Tenetevi le vostre analisi e il popolo si tiene la sua ennesima xncxlxtx. Grazie, per le analisi. Qui si diventa tutti 'saputi' a posteriori. Sono decenni che il popolo viene manipolato, drogato, corrotto in ogni ora del giorno tutti i giorni e le notti dell'anno e... tutti zitti! Tutti gli analisti del cxzzx con la bocca piena dei 'nostri diritti'dove erano? Fate anche voi molto schifo. Molto. Il popolo stordito? Sì. Chi l'ha stordito dalla culla? Chi? Generazioni e generazioni di mediocri fatti e strafatti e adesso la reprimenda degli analisti...analisti rimboccatevi le maniche e date l'esempio giusto nei FATTI.

Milvia ha detto...

... che non domini con la mia collaborazione!

Certo. Infatti la mia astensione dalle elezioni è assicurata. Nessun servo dell'agenda di Davos avrà la mia collaborazione: né di sinistra, né di centro, né di destra. A buon intenditor, poche parole!

Anonimo ha detto...

t.me/viveresenzamenzogna

Che t''o dico a fà! ha detto...

E' cio' che ho detto da sempre e la riprova di questo andazzo ne e' la famigerata "mascherina". Anche adesso che hanno allentato un poco la corda ( per poi riaccocciarcela in autunno..), moltissimi non desistono. Cascasse il mondo devono mettersi la museruola (tra questi un mio familiare convinto che il virus non oltrepassera' una mascherina ma si arrestera' all'esterno: allora, devi portarla anche per mangiare perche' il virus circola e tra un boccone e l'altro potrebbe fare goal!). Sotto il sole di Agosto, con 40° di temperatura e 70-80 per cento di umidita'si sono visti giovani e quel che e' peggio anziani con tanto di "impedimento alla libera respirazione".. Posso comprendere la maschera in ambiente ospedaliero, nei reparti/negozi di gastronomia dove si manipolano gli alimenti..

della serie: segui il denaro ? ha detto...

Covid e no vax, trappola Pd per il Centrodestra
EDITORIALI 20-08-2022
Leggendo il programma della coalizione Berlusconi-Salvini-Meloni si ottiene l'impressione che su green pass, futuri lockdown e vaccinazioni non vi sia una differenza con il Centrosinistra. Per questo il Pd getta lo stigma no vax sulla Destra: per ridurre la possibilità che la coalizione nemica si faccia condizionare dal radicalismo dei partitini antisistema, sui quali essa non vorrà certo appiattirsi.
https://lanuovabq.it/it/covid-e-no-vax-trappola-pd-per-il-centrodestra

Anonimo ha detto...

Futuri lockdown in base a cosa?

Anonimo ha detto...


Poiché il virus continua a circolare anche se in forma attenuata, la mascherina in locali chiusi è utile, nonostante la sua evidente scomodità.
P.e., negli ambulatori, nelle farmacie, nei supermercati (a meno che non siano molto grandi ed areati), etc.
La mascherina, al chiuso, è anche utile contro i mali di stagione, raffreddori, bronchiti, etc.
Evitiamo la retorica della mascherina strumento di tortura.
Al momento cmunque risultano particolari restrizioni in Italia? Sembra di no. E per le ingiustizie subite nel recente passato, come le ingiustificate sospensioni dal lavoro e simili, non ci sono stati ricorsi alla magistratura? E che fine hanno fatto?
In ogni caso, la vittoria del CD, che ha promesso un atteggiamento diverso pur restando sulle generali, potrebbe portare ad una sanatorie delle ingiustizie commesse contro medici, personale sanitario, etc

Come si rigira la questione, il voto al CD rimane l'unica soluzione valida, nella presente situazione storica.
Sempre che ci si voglia mettere dalla prospettiva del bene comune.

Anonimo ha detto...


"Se tutti si fossero fatti sospendere sin dall'inizio, la storia menzogneera sarebbe finita subito.."

Magari andassero così le cose nelle vicende umane. Questo commento non tiene conto dei limiti della natura umana. È il tipico commento a fatti compiuti. Bisogna anche considerare che la gran maggioranza è stata allevata nel mito della scienza e dell'efficacia taumaturgica dei
vaccini. In milioni si sono vaccinati convinti che fosse la cosa giusta da fare, vittime dello scientismo dominante. Altri invece solo perché moralmente e materialmente ricattati.
Per farsi sospendere tutti dall'inizio, tutti avrebbero dovuto avere una consapevolezza che non potevano avere e che era in possesso solo di una minoranza.

Diego ha detto...

Caro fratello in Cristo, un plauso a te per la tua scelta ma non restare da solo o nell'anonimato (quantomeno non restare anonimo se non sul web). Non sai quante persone ci sono disposte ad aiutare te e quelli cone te. Non vuol dire anche questo essere cristiani? Aiutarci e amarci come ci ha ordibato il nostro Signore? Questo blog è solo un punto di partenza. Buon viaggio!

Anonimo ha detto...

Concordo pienamente. Complimenti vivissimi.

Milvia ha detto...

E condivido pienamente anche il suo commento. Resto stupefatta, invece, quando leggo articoli e commenti di pretesi cattolici ("tradizionali") pronti a votare per l'agenda di Davos in versione cantrodestra. Certo, quaggiù si può menare impunemente per il naso il Signore all'infinito, ma il momento di separare il grano dal loglio presto o tardi arriva per tutti, anche per i furbi.

Anonimo ha detto...

Musei Vaticani: estremisti climatici attaccano statua famosa
Tre estremisti climatici di sinistra di «Ultima generazione» si sono incollati le mani alla famosa statua di Laocoonte nei Musei Vaticani il 18 agosto, fissando alla base della statua lo slogan "No al gas, no al carbone".

I gendarmi vaticani hanno rimosso i tre e li hanno portati alla polizia italiana. Non è chiaro se la procura vaticana si occuperà del caso. Francesco, che ama queste sceneggiate, deve aver apprezzato lo spettacolo.

La statua è stata scolpita a Rodi nel 40-30 aC. Laocoonte aveva avvertito invano i concittadini di Troia, affinché non accettassero il cavallo di legno lasciato dai Greci alla fine della guerra. Gli estremisti si paragonano all'inascoltato Laocoonte.
https://gloria.tv/post/1UCp7RBcgJffBjiYkJHPTwT3F

Anonimo ha detto...

Gli studenti che per raggiungere le scuole medie superiori si servono abitualmente di un mezzo di trasporto pubblico (treno o corriera) sono stati costretti alla vaccinazione. Conosco intere classi di giovani che hanno ceduto al vaccino controvoglia (a Reggio Emilia) perché altrimenti non avrebbero potuto raggiungere gli istituti scolastici.

Anonimo ha detto...

20 agosti 10,35, di virus ne ricordo parecchi con mortalità molto superiore al covid ( epoca che vede dalle vaccinazione molti morti che non ci furono nel 2020), ad es. la sars con un 3%, la mercs con un 15% a confronto di cui un 1% diventa ridicolo, e di mascherine e arresti domiciliari ne vedemmo nessuno. Se ne uscì alla grande mentre qui non se ne esce. Il vaiolo delle scimmie si prende con rapporti sodomitici, quindi basterebbe non averli e farsi un esame di coscienza approffittando della buona occasione. Che poi ci siano effetti post vaccini simili allherpes zoster crea confusione a chi la vuole.

Anonimo ha detto...

Se uno si lascia ricattare per prendere il bus è già perso, nuovo Esaù.

Anonimo ha detto...

A settembre a scuola con la mascherina, tutti, da 6 anni in su, poi si vedrà, sentiremo il tanto sbandierato solenne discorso dell' illuminescente dragonball al Meeting (della sporca politica), ma la smettano di cianciare sul PNRR, tanto i soldini non ce li danno, faranno rimbalzare lo spread e tutti grideranno al lupo al lupo, poi arriverà il bravo cacciatore di draghi sceso dai monti a salvarci......per chi ha cervello fino; una notizia sconcertante sul pessimo stato di salute mentale dell'occidente in toto, viene dagli USA, in molti stati, in ossequio all'imbecillità fatta legge i.e. cancel culture, è stato bandito, fra tanti altri, il Diario di Anna Frank perché avrebbe espliciti contenuti pornografici (?)........durante il lockdown, you porn scaricava mld. di tonnellate di video porno spinti con milioni di visualizzazioni senza filtro
e gratis........ah, ma allora andava bene, solo in Italia 2.5 mln. di visualizzazioni al dì.......

Anonimo ha detto...

Voterò per un piccolo partito, sperando che Dio ne faccia un Davide.

mic ha detto...

Anonimo 13:43
La negatività imperversa ed è tanta; ma non mettiamo l'accento esclusivamente su essa. Ne siamo consapevoli ma andiamo anche oltre sia con la preghiera e la coerenza di vita che riconoscendo anche il bene che fa meno rumore anche se al momento è al minimo storico, forse...

Anonimo ha detto...

http://www.fascinazione.info/2022/08/politiche-2022-roberto-fiore-presenta.html

Anonimo ha detto...

Dio si occupa anche di percentuali elettorali?
Sembrate quelli che pregano per vincere alla lotteria!

mic ha detto...

Dio si occupa anche di percentuali elettorali?
Sembrate quelli che pregano per vincere alla lotteria!


La presenza di Dio, per chi è orientato e radicato in Lui, riguarda sia la vita personale che quella collettiva.
E mi chiedo da cosa si deduca che preghiamo per vincere e non perché prevalgano le forze non distruttive che ci stanno portando alla rovina!

Da Fb ha detto...

I rapporti che la Santa Sede sta ricevendo da un po' tutto il mondo dicono più o meno la stessa cosa: si vuole il sacerdozio femminile, la fine del celibato dei preti, l'autorizzazione all'uso del condom ecc. ecc.
Non è una sorpresa, del resto il cosiddetto "Sinodo sulla sinodalità" è stato preparato proprio per questo, con i soliti "trucchetti" messi in atto per fare dire al "popolo" ciò che vogliono le élite (e non di rado, le sintesi presentate dalle singole diocesi o dalle Conferenze Episcopali sono state scritte senza neppure chiedere il parere ai fedeli).
Il tutto per arrivare a quel "paradigm shift" ("cambio di paradigma, cioè della nostra fede cattolica) invocato dal cardinale Cupich, arcivescovo di Chicago, e voluto direttamente "lassù" (capite cosa voglio dire).
Preghiamo e diventiamo forti nella fede, in quella fede che è stata trasmessa dala Chiesa per millenni, e che ora si vuole gettare via.
Loro cambieranno la religione, io disobbedirò, non li ascolterò, rimarrò fedele alla fede cattolica, e come chiede la Madonna, non rifiutando solo la menzogna, ma anche le mezze verità.
Perché quando la verità è diventata mezza verità, essa non è più verità. E sulla mezza verità sia anatema!

Anonimo ha detto...

GENDER. Il capitale della sovversione non si ferma mai.
State Farm Insurance è uno dei colossi assicurativi americani. Il più grande del mondo nel campo delle assicurazioni automobilistiche. Esso ha aderito, come la Nike e altre multinazionali Usa, al progetto "Gender Cool". Per questo motivo un manager di State Farm, Josè Soto, ha proposto alle scuole elementari della Florida la diffusione, gratuita, di tre libri per bambini dai 5 anni in su:
"Un libro per bambini sull'essere transgender".
"Un libro per bambini sull'essere inclusivo"
"Un libro per bambini sull'essere non binario".
E' stata la sollevazione dei genitori, racconta Edwin Benson della TFP americana, a impedire che i libri entrassero nelle scuole.
Ormai persino la TFP, che ha sempre sottovalutato la forza eversiva del capitalismo e dell'americanismo, è costretta a riconoscere che sono i manager del grande capitale, nonchè i padroni della finanza, la punta della Sovversione. Market si sta rivelando più sovversivo di Marx.
In Italia è stata la fondazione Benetton, qualcuno lo ricorderà, a inviare testi pornografici, poi ritirati, ad una scuola elementare di Fiumicino.
Il capitalismo liberal, cioè la plutocrazia, ovvero il nemico principale.
Martino Mora

Anonimo ha detto...

Leggiamo sulla stampa la notizia di una donna fiera della sua gravidanza ottenuta con l'inseminazione artificiale fai da te.

Una generazione rimpinzata ad "erba-voglio".

Il trionfo del dualismo antropologico: il corpo (reso oggetto) da una parte e l'io (a dir poco "ipertrofico") dall'altra.

Il culmine della più capricciosa sottomissione utilitarista: VOGLIO un gelato, un lavoro, un figlio (elementi più o meno di egual valore, no?) e tutto, anzi tutti, devono orbitare attorno a me e al mio desiderio, costi quel che costi, anche a quello di ridurre una persona a macchinetta emetti-gameti: inserisci il gettone e "dlin dlon" arriva a casa non il seme (se avete letto bene l'intervista), ma proprio colui che, dopo un caffè insieme (sì, i particolari batuffolosi non mancano mai in queste storie), va in bagno e...

Ma tranquilli - dice la ragazza - nessun imbarazzo! Tradotto: coscienza morale in coma.

Veniamo alla reificazione della persona del figlio. Come ho detto in una recente intervista (https://www.ilcattolico.it/rassegna-stampa-cattolica/etica/sequela-christi-ri-conoscere-il-bene.html), sostituendo l’abbraccio dei corpi con atti ibridi di fecondazione - poco cambia se fatti da sé come in questo caso o mediante l'intervento di uno scienziato - si perverte la relazione con il figlio. Il desiderio di avere un bambino è uno dei desideri più stimabili che esistano, ma qui è imbottito di un narcisismo che si discosta totalmente dall'amore a cui la genitorialità è continuamente chiamata. E bisogna essere chiari: nessun desiderio può autorizzare atti contrari al bene morale.

Lo so, sono parole forti.

Ma quella che promana dal Vangelo della Vita non è una forza opprimente, è la forza paterna di quei "NO" di cui tutti abbiamo bisogno per crescere e trovare la giusta via, quella che ci offre con amore il senso del limite che così tanto manca oggi a bambini e ragazzi. Ed evidentemente anche a molti adulti..

Anonimo ha detto...

Per poter parlare della menzogna nella vita pubblica, penso sia importante innanzitutto scegliere di vivere senza menzogna nella nostra vita personale.
E a questo ci richiama anche san Paolo in una delle sue lettere. Nella sua lettera mi sembra si parli come primo atto di un credente di cingersi i fianchi con la cintura della verita'. Quanti di noi sono stati educati a porre la verita' come punto di partenza di ogni rapporto con gli altri ?
A riflettervi si potrebbe dedurre che spesso in famiglia, involontariamente, si insegna ai piccoli a non contraddire l'interlocutore, anche quando le menzogne pronunciate dall'interlocutore stesso fossero colossali ed evidenti.
Certo, nel rapporto con l'altro, e' necessario un buon autocontrollo, ma accettare ogni menzogna come verita' puo' portare, passo dopo passo a diventare ipocriti. Ovvero ad allontanarsi sempre di piu' dall'essere collaboratori della verita'.

Anonimo ha detto...

http://www.marcelloveneziani.com/articoli/per-chi-vota-la-chiesa-di-bergoglio/

Anonimo ha detto...

Il segretario del Pd sposa riforme che rappresentano il ribaltamento dell’antropologia cristiana. Un altro atto del dramma che i cattolici vivono dai giorni del Concilio Vaticano II e del Sessantotto.
Nessun paradosso, l'ex democristiano Letta, ha ribaltato di 360° la sua politica, proponendo le tematiche care ai suoi compagni comunisti, per avere visibilità e consensi, precipitando nel nulla.

Anonimo ha detto...

Nella lettera di San Paolo citata sopra, il combattente cristiano, solo dopo essersi cinto i fianchi con la cintura della verita' puo' volgersi a lottare per la giustizia. Ovvero non puo' esserci giustizia se prima non c'e' il radicamento nella verita'.
E' la giustizia che dovrebbe regolare la convivenza tra gli uomini.
Ma non si puo' parlare di giustizia se prima non si giunge ad una verita' condivisa.
Proprio Solgenitzin ha dimostrato con le sue opere di attenersi ad una verita' che non era quella asfissiante dell'impero sovietico.

Anonimo ha detto...

Forse già l'ho scritto, tuttavia lo ripeto perché anche per me è stato un grande insegnamento, una grande testimonianza. Molte coppie, amiche di famiglia, erano sterili, cercato, avevano cercato questo loro bambino, ma non era mai arrivato. Non si diedero pace, accettarono i fatti, ma rimasero attenti a quanto accadeva loro intorno; chi cominciò a prendersi cura dei nipoti, figli dei quel fratello e/o sorella e/o cugina che di figli ne aveva in esubero, chi quasi divenne il secondo padre e la seconda madre di un o più nipoti, chi aiutò un asilo di bambini bisognosi, chi aiutò una ragazza meritevole negli studi, chi regolarmente dava quello che poteva ad un seminario di sua conoscenza. E recentemente un'amica che aveva abortito, fece il possibile e l'impossibile, con il suo stipendio, per aiutare un'associazione che si occupava di madri senza marito. Quindi uomini e donne hanno mille modi per aiutare chi cerca disperatamente aiuto per allevare e far studiare i bambini e giovani meno fortunati. Dietro comunque esisteva la Chiesa, quella del sì sì, no no, che organizzava tutte le sue forze disponibili per aiutare, andare in soccorso, metodicamente, costantemente. Ho conosciuto giovani uomini che chiamavano papà chi lo aveva aiutato come un padre naturale. Ma questa era la norma, le persone vedevano, capivano e davano senza aspettare la richiesta, discretamente, in silenzio, senza farci caso. Vi era una compostezza sia nel dare che nel ricevere e la riconoscenza, di poche parole, era genuina perché il bisogno era autentico.

Anonimo ha detto...

M. B. Ormai i cattolici veri, quelli capaci di sopportare persecuzioni e soprusi per difendere il Vangelo di Gesù Cristo, in Italia sono pochi. Direi pochissimi a partire dal clero. E si è visto in occasione della pandemia quando la CEI ha preferito fare accordi col governo Conte piuttosto che lottare per avere gli stessi diritti che sono stati "concessi" ai Supermercati. Solo il Vescovo Monsignor Giovanni D'Ercole ha avuto il coraggio di tirare fuori la voce e dire con forza che la Chiesa è capace di valutare come e quando celebrare le S. Messe per non far mancare il conforto religioso ai credenti anche in tempi difficili come può esserlo una pandemia. Tutti gli altri si sono adagiati alle" direttive" governative. Nessuno di loro avrebbe il coraggio di agire come il Vescovo nicaraguense che si è fatto arrestare con il Santissimo nell'Ostensorio in mano. Figuriamoci quanti possono essere gli italiani cattolici che hanno lo stesso coraggio senza il sostegno del Clero.

Da Fb ha detto...

Orwell temeva coloro che avrebbero bandito i libri. Huxley temeva che non ci sarebbe stato bisogno di bandire i libri, perché nessuno sarebbe stato più interessato a leggerli.

Orwell temeva coloro che ci avrebbero privato delle informazioni. Huxley temeva coloro che ci avrebbero sommerso da così tante informazioni da ridurci alla passività e all'egoismo. Orwell temeva che la verità ci sarebbe stata nascosta. Huxley temeva che la verità sarebbe stata affogata in un mare di irrilevanza. Orwell temeva che la nostra sarebbe diventata una civiltà di schiavi. Huxley temeva che la nostra sarebbe diventata una civiltà di gente superficiale, attenta solo a piaceri infantili.

In "1984" le persone sono controllate con il dolore. In "Il Mondo Nuovo" le persone sono controllate con il piacere. In breve, Orwell temeva che ciò che ci spaventa ci avrebbe rovinato. Huxley temeva che che ciò che desideriamo e non riusciamo a controllare ci avrebbe rovinato.

Ecco perché leggere oggi è una forma di resistenza. La lettura è una forma di ribellione, di resistenza, un modo per combattere contro i condizionamenti che la società impone, è difendere la propria mente, ricercare un’indipendenza immaginativa, conoscitiva, morale. Non smettete mai di leggere. Resistete.

Anonimo ha detto...

Oggi poter leggere il libro 'nutriente' è diventato un percorso ad ostacoli, il buon libro o ti capita in mano per Grazia divina o lo devi cercare per anni, per poi trovarlo in edizione corretta. Ho sempre cercato libri che mi migliorassero, nonostante ciò tanti, tantissimi sono stati i miei errori di valutazione. Un medico molti anni fa, parlando appunto di libri, mi disse che importante era infondo leggere un solo libro bene. Il nostro libro fondamentale è la Bibbia, che non conosciamo bene e spesso affatto. Quello solo basterebbe. Sovrastimolati dalle novità, migliori a prescindere, abbiamo perso la capacità di concentrazione e di approfondimento diventando sempre più cadute foglie al vento, fin nella morale.

Anonimo ha detto...

Interessante, molto interessante il commento in cui si citano Orwell e Husley.
Entrambi fanno riferimento, nelle loro opere ad un mondo, o meglio a dei mondi immaginari, frutto entrambi della loro immaginazione. Potremmo porci la domanda a quale di questi due mondi somiglia il mondo in cui viviamo.
La risposta e' a entrambi.
Abbiamo il terrore della guerra : da un lato faremmo qualsiasi cosa per non essere coinvolti, tale e tanta e' la paura di perdere il benessere in cui viviamo. Cioe' il piacere.
Questa disposizione d'animo e' ben nota agli strateghi della comunicaxione che governano i media.
Cosi', senza una informazione corretta, noi ci avviciniamo a grandi passi alla giornata elettorale senza avere idee chiare sullo scenario che ci si aprira' dopo le elezioni, nella totale mancanza di una verita' condivisa. E non volendo , in sintesi, ne' la guerra, ne' sacrifici.
Ma forse potremmo dovere soffrire senza averlo mai voluto e anzi cercando di evitare con cura ogni sofferenza.

Anonimo ha detto...

"Scuola, dal primo settembre tornano in classe i prof. NoVax"
Così titola la carta da cesso della stampa italica.
No, piccoli pennivendoli da riporto buoni solo ad appiccicare etichette a comando: a tornare in classe sono Professori con la P maiuscola. Insegnanti che hanno resistito alla vostra vomitevole campagna terroristica, difendendo la propria sacrosanta libertà e impartendo ai propri alunni una lezione su un argomento che voi servi non conoscete: la dignità.

Matteo Brandi.

Anonimo ha detto...

Mi sta più simpatica una atlantista gaudente e carina che vende agli USA il suo paese ballando che un atlantista funereo e noioso come Mattarella che fa la stessa cosa con prediche moralistiche.

@per l'anonimo delle percentuali elettorali ha detto...

Pio XII indiceva campagne di preghiera e con tanto di celebrazioni di Messe, per il buon esito delle elezioni.
Che poi, concretamente, spesso invece che "buono" (in senso stretto) in pratica finiva per essere il meno peggio, è un altro paio di maniche.

Anonimo ha detto...

Sovrano è il popolo che si rivolta quando viene umiliato e tradito.
Quello resiliente si chiama gregge.

Anonimo ha detto...

Secondo un articolo da prendersi con le dovute cautele, JMB avrebbe imposto a tutti in SCV di non fare commenti politici e di non partecipare al dibattito sulle imminenti elezioni, vuoi perché ormai abbiamo capito che detesta l'Italia, al contrario dei 2 predecessori stranieri che perlomeno ne avevano il massimo rispetto, vuoi perché ha altre mire politiche tipo andare a Mosca e Kiev per fare da paciere, cosa che non credo fattibile dopo l'assassinio della figlia di Dugin.......in ogni modo gli interessa solo essere sempre al centro dell'attenzione, per schierarsi dalla parte giusta per lui, sbagliata per la chiesa, ma ormai i valori non negoziabili non esistono più, basta essere ossequienti al NOM e tutto va liscio.......

Anonimo ha detto...

LA SCUOLA? SFORNA ANALFABETI PER NON INFASTIDIRE IL POTERE!
Marcello Pamio – 8 agosto 2022
Il quotidiano La Verità ha intervistato la giurista padovana Elisabetta Frezza, voce autorevole sul mondo della scuola.
La d.ssa Frezza spiega cos’è diventata la scuola nel corso del tempo.
«Si è trasformata in un incrocio tra un luna park e un laboratorio di rieducazione etico-sociale collettiva. Una sorta di un allevamento di ominidi in batteria, allestito come un villaggio vacanze, con animatori addestrati, i poveri docenti. Agli studenti si dà una spolverata di informazioni assortite, la dispersione ha la meglio sull’approfondimento, si deprime sul nascere ogni tentazione analitica e ogni anelito speculativo, ogni vero esercizio intellettuale. La superficialità e l’approssimazione vengono erette a sistema e acquisite come metodo di lavoro.
Siamo dentro un processo che viene da lontano, in cui nulla è casuale, ogni dettaglio. La ricetta, cucinata in sede sovranazionale, è stata importata nel nostro ordinamento attraverso un flusso continuo di riforme, riformine e riformette coronato con l’epifania della “buona scuola” renziana. Il fine è smantellare pezzo per pezzo un sistema educativo che aveva il grave difetto di funzionare a dovere: sfornava infatti una buona percentuale di persone preparate e di teste pensanti».
Ha perfettamente ragione Elisabetta Frezza: le teste pensanti, gli uomini liberi sono molto pericolosi per il Sistema!
Molto meglio degli automi digitalizzati non pensanti, privi di radici storiche, senza famiglia e identità sessuale!

Anonimo ha detto...

Come fa il capo della Conferenza dei vescovi italiani, Zuppi, difronte a partiti, come il Pd, che propongono leggi contro l'uomo e la famiglia, omosessualiste, abortiste, eutanasiste, e a favore della droga, intervistato al Meeting, a chiedere alle forza politiche banalmente "senso di responsabilità per l'unità del
paese"???????
È sconcertante !!!!!!
La cosa più ovvia, più normale per un cattolico e tanto più della gerarchia è chiedere ai cattolici di proporre e votare leggi in sintonia col cattolicesimo e non proporre e non votare leggi contrarie al cattolicesimo .
Invece oggigiorno la gerarchia della Chiesa, come ignara della propria identità cattolica, se ne esce con battute generiche, insipide, astratte, neutre, e non cristiane come la suddetta

Anonimo ha detto...

Quello che afferma la dott.ssa Frezza, è lo specchio del modello di scuole UE, mi scrive un amico da Amsterdam che in NL i giorni di scuola sono 4 a settimana, insegnanti part time per poche materie, per il resto il tutto è affidato ad animatori che si adoperano per insegnare a costruire cose recuperando mondezze varie, ecologia e difesa dell'ambiente a gogo, ah, dimenticavo educazione religiosa 0, sempre per non offendere gli ospiti, risultato ignoranti ignari e felici........ci siamo quasi anche noi.

Il magro raccolto ha detto...

La vecchia scuola, sotto certi aspetti ancora tradizionale e gentiliana (io ho frequentato l'Istituto Magistrale), è defunta da tempo, sicuramente dal 2000. Quella odierna sforna laureati a bizzeffe, maleducati, pretensiosi e soprattutto SOMARI. Tutti i partiti (centrodestra e centrosinistra) sono stati d'accordo, a tempo suo, per le "riforme". Si raccoglie quel che si semina. Purtroppo indietro non si può più ritornare, se non, forse, dopo un cataclisma.

Anonimo ha detto...

Tutti sotto l’ombrello della Nato
di Marcello Veneziani
Insomma se questo è l’ombrello che dovrebbe proteggerci, siamo esposti al diluvio universale. Ma in campagna elettorale tutti a suonare le fanfare per la Nato e a giurare eterna fedeltà alla Mecca Atlantica… CONTINUA SU:
https://www.agerecontra.it/2022/08/tutti-sotto-lombrello-della-nato/

Anonimo ha detto...

Cuba comunista sfrutta il lavoro (dal Manifesto di oggi): la Calabria, per coprire le carenze, assume medici cubani (come quelli ucraini non di sa se inoculati o meno mentre quelli italiani non vaccinati sono stati fatti fuori), al medico 1200€, all'agenzia statale cubana 3500€ al mese. Questa è mediazione parassitaria (la definizione che Sciascia dava della mafia). Cuba: l'idolo dei cattocomunisti.

I guanti bianchi ha detto...

Su L'AntiDiplomatico, un interessante articolo di Marinella Modaini che pienamente condivido:

I nemici della Russia, sconfitti sul campo, passano ufficialmente al terrorismo.

Sì toglieranno i Russi "i guanti bianchi"?

Da Fb ha detto...

LE COSE VERAMENTE ESSENZIALI E LE STUPIDAGGINI
Invece di perdersi nel gossip da servette su quanta festa fa la signora Sanna Marin e se questo sia compatibile con il suo ruolo di Premier, preoccupatevi del fatto che anche lei sia uno dei prodotti del Programma "Young Global Leaders" del World Economic Forum!
E chiedetevi se questa cosa sia compatibile con la democrazia dei vari Paesi: un'organizzazione privata internazionale che forma e colloca nei ruoli di comando di tutti i Paesi delle persone di sua fiducia, favorendone la carriera in cambio della fedeltà alle politiche promosse dal WEF.

Pio ha detto...

Ha ragione FB.
È proprio così: è uno scandalo che vi siano queste "interferenze e interessenze" del WEF nei processi democratici dei vari Stati.
Ma questa è la ragione dell'imbarbarimento e del dilagante materialismo della società, che è comandata da sette più o meno occulte, a cui la Chiesa Cattolica non si oppone più (perché le manca la forza di opporsi? Perché è ricattabile? Perché le fa difetto la fede? Perché l'occultismo ne ha contaminato le membra?...).
Vi sono le porte girevoli ormai da anni tra governi, organismi internazionali, grandi banche, e via dicendo. La democrazia è ridotta a un rito stantio, quello del voto, che si trascina stancamente.
Ma quello ci rimane e quello va esercitato fino in fondo.
L'astensione è sempre un atto di autolesionismo.
E aggiungo che è scandaloso che il paese cattolico per eccellenza non abbia avuto un partito di profonda ispirazione cattolica (la DC non lo era, malgrado il nome) e si sia piegata, mercé l'episcopato postconciliare, alla deriva paganeggiante della società.

Anonimo ha detto...

Diego Fusaro
Curioso ma fino a un certo punto: non una lacrimuccia, non un gemito, non una parola di condanna per la terribile tragedia dell'attentato alla figlia di 30 anni del filosofo russo Dugin da parte degli araldi della cultura del piagnisteo arcobalenico e del politicamente corretto.

ASTENSIONISMO DURO E PURO ha detto...

Vuole che corra a votare per Giulio Tremonti, presidente di Aspen Italia (Rockefeller) e candidato di FdI? Vedo l'ora di ritornare in palestra domani mattina e di continuare la mia propaganda per l'astensione, fra una serie e l'altra!

Non expedit ha detto...

Invoco il Cuore Immacolato di Maria, del quale domani si celebra la Festa, e il Papa Pio IX affinché ispirino agli italiani l'astensione dalle elezioni e non caschino nella rete dei Rockefeller.

Anonimo ha detto...

DUGIN, IL FILOSOFO.

Apprendiamo dai soliti mass media che Aleksandr Dugin sarebbe un "ideologo ultra nazionalista". In realtà Dugin non è né ideologo né ultranazionalista. Non è un ideologo perché è un filosofo: ideologo è chi riproduce concetti a servizio di un'idea da altrui istituita. Ideologo può essere un opinionista, un giornalista, un influencer che amplifica il discorso corrente senza nulla creare. Filosofo è chi elabora di proprio, anche reinterpretando una filosofia altrui. L'ideologia è di supporto alle istituzioni di potere, la filosofia semmai ispira delle istituzioni di potere, non vi soggiace. Dugin ispira la politica, non ne è ispirato: è un filosofo, non un ideologo. Non è neanche un "ultranazionalista" perche' il termine non appartiene al dominio del pensiero filosofico. Un filosofo - e Dugin lo è - può essere tradizionalista o controrivoluzionario -e Dugin è anche questo- ma mai "ultranazionalista" perché un filosofo non sponsorizza idee, ma ricerca la Verità cioè ragiona in termini eterni e onnicomprensivi, mai contingenti o settoriali o ristretti a un popolo o a una realtà etno-territoriale.
Quindi Dugin è un filosofo controrivoluzionario o tradizionalista e non un "ideologo ultranazionalista". Definizione quest' ultima molto più applicabile ai nazovisti e al loro leader.

Anonimo ha detto...

Da settembre stop all’apartheid di docenti e bidelli senza puntura. È un’occasione per liberare pure il personale sanitario, invece di assumere medici cubani e ucraini

Anonimo ha detto...

Leggo nei programmi e sulle "finalità" della Pontificia Università Lateranense - CICLO DI STUDI "ECOLOGIA ED AMBIENTE" i seguenti prospetti che sembrano tanto mutuati dalle Università non cattoliche che forgiano i moderni manager della "transizione ecologica" impiegati ormai a go go specialmente dalle agenzie transnazionali cui è demandata questa "priorità" .
Se non fosse che in questo caso si dovrebbero formare dei Preti

TESTUALE: "i licenziati/laureati acquisiranno:

- preparazione professionale e qualificazione avanzata, fondata su conoscenze integrate in ambito etico, scientifico, economico-aziendale e sociale, che permetta loro di analizzare, gestire e progettare processi decisionali di sistemi, istituzioni o aziende fortemente interconnessi con l’ambiente naturale e culturale;
- conoscenza delle tecniche di “change management” anche attraverso iniziative volte a promuovere incentivi economico-ambientali, progetti di efficientamento energetico e di utilizzo delle fonti rinnovabili, valutazione del rischio ambientale nei processi decisionali, progetti di mobilità sostenibile, creazione di comunità energetiche e quant’altro sia utile ai fini del conseguimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs), e in particolare degli obiettivi internazionali di lotta alla povertà, di contrasto al cambiamento climatico e di raggiungimento della sostenibilità;
- conoscenza delle moderne strumentazioni di rilevamento del territorio, delle tecniche statistiche ed informatiche di analisi e di archiviazione dei dati;
- conoscenze qualificate atte ad analizzare, progettare e utilizzare sistemi informativi e processi decisionali di governo, nonché ad affrontare i problemi per la gestione, la conservazione e la valorizzazione dell’ambiente naturale e culturale, al fine anche di avviare e consolidare processi di rigenerazione urbana e di ogni ecosistema..............

che dire..... proprio un nuovo modello operativo per salvare Anime

Anonimo ha detto...

Se in tutti i centri di formazione per il clero, la morale cattolica è subordinata agli ultimi ritrovati della sociologia e della psicologia -oltre che dell'ecologia - ed è mutuata da essi, stiamo parlando di una disastrosa deriva

Anonimo ha detto...

Dal salmo 5.
Dice il salmista :
Fatti mia guida alla tua giustizia, perche' ho nemici ; spiana innanzi a me la tua via.
No, nulla di sincero sulla loro bocca, il loro cuore e' insidia , sepolcro aperto le loro fauci, anche se blanda la loro lingua.
Tu condannali o Dio, periscano con le loro trame, per i molti delitti scacciali perche' ti sono ribelli.

Anonimo ha detto...

"Da settembre stop all’apartheid di docenti e bidelli senza puntura..."

Lorsignori sanno, sentono, percepiscono che nel mondo si stanno accumulando, nelle sedi appropriate, carte su carte sulla gestione della covid. Così stanno parandosi la schiena favorendo i vivi, visto che i morti sono stati doppiamente silenziati fisicamente, con vari segreti militari(?) ed altre ipocrisie ad effetto.

Anonimo ha detto...

Cattolici ormai irrilevanti in politica? Sì. Colpa del numero ormai esiguo, dell'assenza di formazione dottrinale e dell'incoerenza tra fede e cutura, tra Vangelo e vita. Così possono sposare qualsiasi agenda, anche quelle contrarie alla dottrina. Ma è il risultato voluto della teologia oggi dominante e del magistero corrente.
Stefano Fontana

Anonimo ha detto...

"...stiamo parlando di una disastrosa deriva"

No, stiamo parlando di un'altra morale, non cattolica. La morale cattolica dava le linee generali affinché l'essere umano sapesse comportarsi ovunque, in qualsiasi situazione e contesto, cioè sapesse distinguere il bene dal male, il vero dal falso, il giusto dall'ingiusto, il bello dal brutto; la morale cattolica educava l'essere umano alla libertà, ad assumersi le proprie responsabilità.

Questa altra morale insegna in quale sacchetto mettere la carta, in quale la plastica, in quale l'umido e se non esegui ti sanziona, se esegui ti offre un bonus per comprarti l'ultimo smartphone. Questa morale manipola non educa: la manipolazione è volta a farti fare quello che il manipolatore vuole da te.

L'educazione è volta a formare il tuo essere libero, capace di riconoscere bene e male e capace di scegliere il bene in qualsivoglia situazione, in qualsivoglia condizione di vita, senza nessun manipolatore manifesto od occulto.

Questa è l'epoca della manipolazione, dell'addestramento, perché avendo misconosciuto Dio, la Sua Legge, la Sua Chiesa, che aveva come compito, assegnatole dal Signore, quello di convertire, cioè di volgere i cuori e le menti, le volontà al Bene, di insegnare quindi ad essere in grado di decidere libera/mente e responsabil/mente; avendo misconosciuto tutto ciò, non resta che l'addestramento entro gabbie ben costruite di doveri in tutti i campi della vita da lorsignori organizzata. Se esegui, questi doveri danno diritto ad un tozzo di pane, ad un bonus e sollazzi privati, se non esegui una frustata e l'emarginazione sociale.

L'essere umano da merce è passato a bestia, anzi ad un ibrido, un animale in vendita, meglio ancora un animale, a piacere, spendibile nell'anima e nel corpo. I famosi 'nostri diritti' sono, nei fatti, tutta la gamma della fornicazione internazional/ occidentale, più e peggio del Kamasutra, perché sono stati assunti a tale rilevanza? Perché corrompono, ottundono la parte nobile dell'essere umano, cioè la mente, il discernimento, insieme al sentimento e alla volontà, così si è corrotta la parte nobile dell'essere umano in intellettualismo, sentimentalismo e volontarismo. E' stato segnalato un crollo del QI la cui causa è da ricercare nei 'nostri diritti, nell'uso di droghe e nella manipolazione a tappeto la cui divulgatrice è la propaganda.

E' una corruzione che porta l'essere umano al di sotto della bestialità, proprio perché è la parte nobile dell'uomo che viene ad essere alterata, offuscata, incretinita, portata passo passo all'ebetismo, allora non basterà e non basta neanche ora lo psicologo di base, che è solo una foglia di fico ipocrita, allora occorreranno grandi santi come giganti per riportare l'essere umano all'amicizia con Dio,Uno e Trino e ritrovare le sue potenzialità,la prima delle quali è l'umiltà.

Dal programma dell'unico Partito politico CATTOLICO, mai esisto in Italia ha detto...

https://www.sursumcorda.cloud/articoli/teologia-politica/1328-teologia-politica-n-80-senza-preghiera-non-puo-esserci-volonta-di-pace.html

Saranno irrilevanti? ha detto...

https://www.maurizioblondet.it/i-partiti-per-cui-votero/
Concordo, i quattro dell'apocalisse avrebbero dovuto coalizzarsi.

Pio ha detto...

Letta e Speranza ringraziano.

Anonimo ha detto...

22 agosto 2022 09:47

Per favore, il mio pc è semifuso, non riesco più a leggere M.Blondet, potrebbe copiare ed incollare i punti salienti di questo articolo di M.B. 'i partiti per cui voterò'.
Grazie!

Da Il Sussidiario ha detto...

New York Times stronca il Corriere della Sera dopo articolo contro Giorgia Meloni: “mai detto ‘lunga stabilità con Draghi’. Non hanno letto l'articolo....”. Lo scontro tra Italia e Usa

Anonimo ha detto...

Giorgia Meloni non ha fatto bene a postare il video dello stupro di Piacenza. Ha fatto benissimo. Perché è solo vedendo con i propri occhi lo stato di degrado ed abbandono in cui i sinistri hanno ridotto il paese che si ha piena contezza della situazione. Nel video si vede l'ennesimo "richiedente asilo" che stupra una donna indifesa che urla, piange e chiede aiuto (tutto pixelato, giustamente) in piena strada e con la luce del giorno. Ora: chi ha riempito le strade di questi presunti "richiedenti asilo" che vanno in giro a rapinare, a stuprare e a uccidere? Chi ha interessi a foraggiare le cooperative di presunta accoglienza che scaricano questi personaggi in giro dopo aver spremuto le casse pubbliche? La vera offesa alla vittima, certamente non riconoscibile nel video pubblicato dalla Meloni - e che ormai ha fatto il giro della rete senza censure ben prima che venisse rilanciato dalla Leader FdI - è il fatto che i Letta & Co. facciano ora gli indignati.

Anonimo ha detto...

Vedere il post Telegram di Cesare Sacchetti su Salvini (con foto).

Prima parte di 2.. ha detto...

I partiti per cui votero'
L’arrogante intimazione di Speranza spiega tutto: “Chiunque vinca” la vaccinazione totale deve andare avanti.
Poiché vari segnali indicano che nel prossimo e ormai imminente autunno sarà orchestrata una nuova “campagna vaccinale” con i relativi decreti per renderla obbligatoria, ho ragione di temere che questa “destra” non si comporterà in modo diverso da gestione Speranza.
Il mio voto, per testimonianza alla verità, andrà dunque a una delle quattro formazioni che esplicitamente si oppongono all’Agenda. Gli “Antisistema”, “no vax” e “teorici del complotto” indicati da Repubblica, la cui descrizione utilizzo:
Dai No Vax agli “Italexit”, la carica dei complottisti
di Matteo Pucciarelli
Le liste degli anti-sistema: sono quattro le sigle che potrebbero correre alle elezioni con un obiettivo politico preciso, cioè tentare di calamitare il voto contro il “mainstream”
Italexit, Italia Sovrana e Popolare, Vita e Alternativa per l’Italia. Sono ben quattro le sigle che potrebbero correre alle elezioni e che ospiteranno candidati teorici del complotto, no vax e armamentario vario. Una scelta politica ben precisa, cioè tentare di calamitare un po’ di voto genericamente “antisistema”, contro il “mainstream” e via discorrendo.
ITALEXIT
La formazione di Gianluigi Paragone è quella che più si sta attivando in tal senso. Sono quattro i nomi “di punta”: Stefano Puzzer, il triestino che si era messo a capo delle proteste dei portuali contro il Green Pass. Aveva spergiurato che non si sarebbe mai buttato in politica, poi ha cambiato idea. Poi c’è Nunzia Schirilò, vicequestora di Roma che aveva animato le piazze contro il lasciapassare, contro “il marchio della discriminazione”. Ad oggi percepisce metà stipendio a causa delle azioni disciplinari ricevute, ora tenta il grande salto in Parlamento. Poi ci sono due medici per così dire alternativi, perlomeno come cure. Giovanni Frajese chiede una commissione di inchiesta sui vaccini, i poter forti “diffondono paura per dominarci meglio”. E poi infine c’è Andrea Stramezzi, fautore delle cure fai da te contro il covid con l’idrossiclorochina.
ITALIA SOVRANA E POPOLARE
Tra i promotori della formazione sovranista contraria alla “dittatura sanitaria” c’era anche l’eurodeputata ex Lega Francesca Donato, nota per le sue posizioni no vax, rimasta delusa per l’eccessiva frammentazione del fronte critico. Si candida con Isp Daniele Giovanardi, ex primario sospeso per non essersi vaccinato e fratello del più famoso Carlo. Spazio anche a Giorgio Bianchi, reporter beniamino dell’informazione pro-russa sul conflitto in Ucraina. Tenterà di tornare in Parlamento anche Bianca Granato, senatrice uscita dal M5S e che – al pari di Paragone e Sara Cunial – si era contraddistinta per le proteste contro il Green Pass per accedere in aula. La new entry di peso è Claudio Messora, creatore del sito di “controinformazione” Byoblu, in passato uno dei guru della comunicazione dei 5 Stelle e che invece negli ultimi anni si è ritagliato il ruolo di voce fuori dal coro su euro, pandemia, guerra.
...continua..

Parte 2 di 2. ha detto...

VITA
La formazione è promossa da altri due ex Movimento, Sara Cunial e Davide Barillari. Coinvolge gli anti-vaccinisti del Movimento 3V, l’amico Paolo Sensini grande promotore del ‘No Paura Day’ e ha anche l’appoggio dell’attore Enrico Montesano. Nel programma si chiede l’abolizione “di ogni ricatto sanitario, stop ai sistemi di ingegneria sociale, libertà di movimento e spostamento” e basta “programmi d’indottrinamento gender, corpo neutro e transumano” nelle scuole. Oltre ovviamente allo stop del 5G.
ALTERNATIVA PER L’ ITALIA
Il nome richiama Alternativa per la Germania, il partito della destra radicale tedesca. Lo promuovono l’ex CasaPound Simone Di Stefano e Mario Adinolfi, ex Pd, ex pokerista professionista e oggi cattolico tradizionalista. Nel simbolo c’è la scritta in cima No Green Pass, che è una sorta di richiamo della foresta per rosicchiare consensi nell’area scettica. No divorzio, No aborto, No euro, No Vax. Se i sondaggi dicono il vero, alla fine sarà anche no voti”.
E’ un vero peccato, anzi un delitto, che questi gruppi – travolti da una preternaturale furia di divisione e odio reciproco – non abbiano voluto presentarsi uniti in un Comitato di Liberazione Nazionale: insieme avrebbero potuto cumulare un numero incisivo di voti, se + vero “l’allarme del Gimbe: un italiano su dieci non ha fatto la prima dose del vaccino il tasso di copertura della quarta dose è solo al 13% della popolazione vaccinabile”. Quel 10 per cento di no-vax consapevoli è un bacino elettorale di milioni di voti, che in massa avrebbero potuto fare la differenza. Invece saranno dispersi e sarà un miracolo se due almeno di queste formazioni raggiungeranno il 2-35. Tuttavia io voto per loro per necessità morale di resistenza al male e al Malvagio. Non mi si ricordino i motivi per cui devo diffidare di questo, e di come quello sia un gatekeeper e un massone. Condivido in pieno le parole di Fulvio Grimaldi “sulla vera peste che ammorba l’attuale contesa elettorale: la fuga del tutto sterile nell’astensione e i meschini battibecchi dei grilli parlanti su ciò che non gli torna nello schieramento in lotta. Ombre, errori e difetti che nessuno nega e che sono anche inevitabili, ma che possiamo rilevare dopo il 25 settembre, visto che il confronto è non con chi sceglie male posizioni o candidati, ma con chi ci vuole morti”.

Anonimo ha detto...

Se la Chiesa deciderà di tacere difronte alla spudoratezza mostrata da Letta, capo del Pd, in questa campagna elettorale, con le sue proposte di legge radicali, violentemente disumane e anticristiane, a favore di omosessualità, droga, eutanasia, aborto e con la sua difesa delle devianze (contro la Meloni), mostrerà plasticamente l'enorme, sconcertante crisi di identità in cui è precipitata.

Anonimo ha detto...

http://www.archiviostorico.info/index.php?option=com_content&task=view&id=3500&Itemid=2

Anonimo ha detto...

I partiti per cui voterò

Grazie!

Mia madre avrebbe detto ai nostri papaveri : " Specchiatevi" ! ha detto...

Padre Benedetto Pagnotto
Nikos Panagiotopoulos, ministro della Difesa greco, porta un'icona della Vergine Maria durante la festa della Dormizione, a Tinos.
https://gloria.tv/post/YqBokRw4EaZV4kJrKPVGrhaU2

Anonimo ha detto...

SFIDA AL PENSIERO UNICO DEL WEF
Sul clima, da molti anni si concentra la propaganda ideologica promossa dal World Economic Forum per promuovere non solo la "Green Economy", ma anche un'ideologia neopagana finalizzata a modificare la società occidentale e favorire il Great Reset, obiettivo apertamente dichiarato e che necessita la cancellazione delle visioni del mondo preesistenti.
Un gruppo di scienziati di tutto il mondo sta sfidando la narrazione catastrofista - quella che per i bambinetti e i bambinoni è affidata a Greta - e proponendo i loro studi che contestano alcuni dei pilastri su cui si fonda la propaganda del WEF, organizzazione che rappresenta il volto visibile del Gotha del mondialismo.
https://lanuovabq.it/it/non-ce-emergenza-climatica-scienziati-sfidano-i-catastrofisti

Anonimo ha detto...

Forza Giorgia Meloni...più ti attaccano e noi più ti votiamo.
La sinistra ha assoldato una donna che, guarda un po, dopo 3 giorni, dice di essersi riconosciuta nel video ( video oscurato e in cui non si riconosce nessuno) e accusa la Meloni per questo.
La signora in questione, naturalmente ben pagata, lo sa che il video era stato già ampiamente diffuso dalla stampa prima che lo postasse la Meloni? La signora in questione, ben pagata per metterci la faccia, ammesso che sia realmente lei, invece di prendersela con la Meloni perché non se la prende con lo stupratore? Perché non chiede una pena esemplare invece di invitare le donne a non votare Giorgia Meloni?... quanto l'hanno pagata per fare questo spot contro la Meloni facendosi, deliberatamente, vedere in viso senza preoccuparsi della perdita di dignità?
La signora in questione lo avrebbe fatto questo video se non ci fossero le elezioni da qui a un mese?
Quanto fa schifo la sinistra italiana che strumentalizza persino uno stupro per attaccare un avversario politico?
Possibile che la sinistra non abbia una sola idea da proporre e pensi solo ad attaccare la Meloni, cosa che ha stufato persino i suoi elettori?....

Si erano scordati di espellere lo stupratore ha detto...

Il guineano che ha violentato l’ucraina a Piacenza aveva una richiesta d’asilo pendente da ben otto anni. In giugno la commissione l’ha respinta, ma il decreto d’espulsione non è stato notificato e lui è rimasto in circolazione. Giorgia Meloni: «Non mi scuso per il video».

Anonimo ha detto...

L'ENI riceve contributi dallo Stato cioè dai contribuenti.
Il gas che acquista da Gazprom e che riceve attraverso il gasdotto è ad un certo prezzo stabilito nel contratto.
Quando lo rivende, per fare il prezzo, fa anche riferimento alla quotazione speculativa dei futures alla borsa di Amsterdam.
Cioè per gli utili è nel libero mercato,
per i costi si fa finanziare anche dai contribuenti.

Influencer schierati ma menzogneri ha detto...

COMUNICATO STAMPA
>> 24 agosto 2022 <<

Gandolfini (Family Day): Ferragni diffonde fake news, in Italia 194 inapplicata sulla parte dei sostegni alle gravidanze difficili


"La Ferragni diffonde fake news e parla di temi che non conosce. Da medico posso dire che ad oggi la 194 è applicata in tutto il territorio nazionale per quanto riguarda l'interruzione volontaria della gravidanza. Non c'è donna che non sia riuscita ad abortire, i medici obiettori non costituiscono alcun ostacolo e se si considerano gli aborti farmacologici fai da te e il boom di vendite pillole abortive il drammatico scarto dei bambini non voluti è persino aumentato" commenta il leader del Family Day, Massimo Gandolfini.

"Caso mai quella che resta inapplicata è la parte della 194 tesa a prevenire in tutti i modi, tramite i consultori, che la donna scelga per la morte e non per la vita. Non vengono eliminati gli ostacoli che impediscono ad una donna di portare a termine una gravidanza difficile, come prescrive chiaramente la legge. Molte donne, specialmente immigrate, non conoscono la possibilità del parto in anonimato. Tante donne sono lasciate sole e senza sostegni economici e morali. Ci auspichiamo che la regione Marche lavori in questa direzione e che lo faccia anche il governo che uscirà dalle urne perché l'Italia, che conta il tasso di natalità più basso d'Europa, ha bisogno di politiche per la vita e non di seguire i mortiferi slogan di influencer miliardari che parlano senza cognizione di causa" conclude Gandolfini.

Anonimo ha detto...

Sanna Marin è la dimostrazione di come la presenza femminile in un governo è solo propaganda per l'ideologia femminista, di cui sono imbevuti i Paesi Nordici.

Nulla di rivoluzionario rispetto allo status quo, fa quello che farebbe un uomo al suo posto al governo, ovvero trascinare una nazione neutrale nella NATO, perché lei stessa fa parte della cricca che segue i dettami dei soliti circoli internazionali.

Dei suoi festini non ci interessa nulla, il problema vero è che indipendentemente dal sesso, dall'orientamento sessuale, dall'età, dalla nazionalità e persino dallo schieramento politico chi va al governo in Occidente obbedisce al "sistema".

Conformisti travestiti da "ribelli".

DB