sabato 1 ottobre 2022

A Metz non demordono. Un nuovo Rosario di riparazione

Nella nostra traduzione da Riposte catholique la vicenda del divieto ai fedeli di pregare in riparazione per la cattedrale trasformata in palestra.

 A Metz non demordono. Un nuovo Rosario di riparazione 

A Metz, dopo la "grande messa della pallamano" in cattedrale il 5 settembre e l'atteggiamento indicibile del vescovado (rifiuto del vescovo Ballot, appena insediato, di rispondere all'ira dei fedeli e divieto di recarsi al rosario riparatore del 17 settembre, l'evacuazione da parte della polizia dei fedeli in preghiera, la designazione di quelli come “fondamentalisti” sulla stampa locale e tutto i resto qui) l'indignazione dei fedeli continua ad essere palpabile.

Il collettivo cattolico della Mosella sta organizzando un nuovo rosario di riparazione questo 1 ottobre alle ore 11, presso la cattedrale di Metz.

Gli organizzatori comunicano:
“Dopo la profanazione di questo luogo di culto, trasformato in palestra per i giocatori di pallamano e la siccessiva espulsione da parte della polizia dei cristiani che vi si recavano per recitare un rosario di riparazione, è più che mai importante pregare per la salvezza della nostra nazione.
E quale posto migliore per farlo se non una cattedrale?
Difendiamo il luogo di Nostro Signore e della sua Santissima Madre, che i mercanti del Tempio pretendono di scacciare dal Luogo Santo per tenervi i loro eventi sociali.
Pregheremo per la Chiesa e per questo mondo che affonda.
Pregheremo soprattutto per il clero di Metz e il suo nuovo vescovo, che affideremo ai sacri cuori di Gesù e di Maria ”

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Spero che la riparazione fosse per le loro teste bacate!
Ma se a costoro non va bene cosa fa la diocesi, perché non vanno altrove? Aspetta che adesso il vescovo deve chiedere permesso a loro.

Anonimo ha detto...

Cara Mic e amici cattolici
Si parla oggi di RESISTENZA su vari fronti , sia quello civile ormai oppresso da un regime disumano e intollerabile, sia quello ecclesiale in modo analogo, dominato da una tirannide soffocante che induce da 9 anni all’ apostasia le pecore sbandate....non amate ne’ ben nutrite dai pastori...
Che ne pensate di questa iniziativa sorta da un certo gruppo di fedeli con un accorato appello rivolto ai parroci e pubblicata su Stilum Curiae ?
Vi sembra cosa buona e utile a far rifiorire la Fede o è una chimera con risvolti di settarismo come molti temono ?
Attendo pareri autorevoli e prudenti purché ispirati da vero amore per la Chiesa, senza pregiudizi di qualsiasi posizione, e ponderati col massimo equilibrio possibile in questa epoca di grande confusione e incertezza.
In varie famiglie e amici abbiamo bisogno di chiarirci le idee sulla situazione, dato che nelle parrocchie il tema spinoso non viene mai toccato da nessuno: c ‘ è una congiura del silenzio che non giova alla crescita della vita cristiana nella piena consapevolezza dei
Segni dei tempi. Grazie

https://www.marcotosatti.com/2022/10/01/veronica-cireneo-ubi-petrus-ibi-ecclesia-uniniziativa-laica-sulla-magna-questio/

Anonimo ha detto...

Cara Mic e amici cattolici
Si parla oggi di RESISTENZA su vari fronti , sia quello civile ormai oppresso da un regime disumano e intollerabile, sia quello ecclesiale in modo analogo, dominato da una tirannide soffocante che induce da 9 anni all’ apostasia le pecore sbandate....non amate ne’ ben nutrite dai pastori...
Che ne pensate di questa iniziativa sorta da un certo gruppo di fedeli con un accorato appello rivolto ai parroci e pubblicata su Stilum Curiae ?
Vi sembra cosa buona e utile a far rifiorire la Fede o è una chimera con risvolti di settarismo come molti temono ?
Attendo pareri autorevoli e prudenti purché ispirati da vero amore per la Chiesa, senza pregiudizi di qualsiasi posizione, e ponderati col massimo equilibrio possibile in questa epoca di grande confusione e incertezza.
In varie famiglie e amici abbiamo bisogno di chiarirci le idee sulla situazione, dato che nelle parrocchie il tema spinoso non viene mai toccato da nessuno: c ‘ è una congiura del silenzio che non giova alla crescita della vita cristiana nella piena consapevolezza dei
Segni dei tempi. Grazie

https://www.marcotosatti.com/2022/10/01/veronica-cireneo-ubi-petrus-ibi-ecclesia-uniniziativa-laica-sulla-magna-questio/

Anonimo ha detto...

Chiamata dei cattolici alla Resistenza nella Fede e nella preghiera del Rosario.

Mons. Viganò ha rivolto un potente appello ai cattolici americani e a tutto l'orbe, spronandoli alla tenace resistenza contro l'avanzata delle potenze delle tenebre, incoraggiandoli alla incrollabile fiducia in Dio e impugnando (sic) decisamente come arma il Santo Rosario !
(accenna anche all'eliminazione dei due katechon, Trump e BXVI)
ecco alcuni passaggi.

Mons. Viganó: Combattete con le Armi Spirituali!

Il mondo del Great Reset e dell’Agenda 2030, il mondo di Davos e dell’ONU, dell’OMS e della finanza usuraria sembra aver vinto.
....
La Chiesa Cattolica è oggi eclissata dalla deep church e lo Stato è eclissato dal deep state. Entrambi usano la propria autorità contro lo scopo per cui è istituita: la salus animarum per la Chiesa e il bonum commune per lo Stato...

Noi siamo il “gruppo di controllo” del mondo tradizionale in una società globalista, esattamente come i non sottoposti al siero genico sono il “gruppo di controllo” che sconfessa la narrazione pandemica...

Per questo ci vogliono cancellare, rendere invisibili, censurare: la nostra stessa esistenza è un termine di paragone che svela la frode e ne denuncia i colpevoli.

Resistete, dunque: come Cattolici e come Americani! Resistete come avete fatto rifiutando la vaccinazione obbligatoria...

Cattolici americani! Se la legge civile vi riconosce il diritto di difendere la Patria con le armi,
la legge del Signore vi impone di combattere questa battaglia epocale con le armi spirituali che la Santa Chiesa vi mette a disposizione: un arsenale inesauribile.

Impugnate il Santo Rosario
inginocchiatevi – anche voi, uomini e ragazzi! – e mostrate la vostra forza, il vostro coraggio, il vostro onore di Cristiani pregando:

non saranno le nostre forze umane a vincere il nemico, ma la tremenda falange degli Angeli e dei Santi, dietro il vessillo della Croce impugnato dall’Arcangelo Michele e sotto la protezione della Vergine Auxilium Christianorum.

A noi è solo chiesto di schierarci e di compiere il nostro dovere secondo il nostro stato.

Non smettete mai di tenervi legati alla Madonna con la Corona benedetta del Rosario: se in passato l’Europa si è salvata dall’invasione mussulmana grazie a questa preghiera, a maggior ragione si salverà il mondo...

Monsignor Viganò
---------
Intervento completo qui

https://www.marcotosatti.com/2022/10/01/mons-vigano-alla-national-march-for-catholics-combattete-con-le-armi-spirituali/

mic ha detto...

Il Messaggio di mons. Viganò è pubblicato anche qui

Anonimo ha detto...

sabato primo ottobre 2022. -

Oggi, con immensa fiducia e grande speranza per noi tutti, secondo la cristiana tradizione, inizia un mese intero dedicato alle contemplazione del santo rosario. La Beata Vergine e la Madre Chiesa ci hanno consegnato l'arma che non distrugge ma costruisce. È la catena dolce che ci riannoda a Dio, il vincolo d'amore che ci unisce agli Angeli. Senza stancarci ripetiamo il nostro amore filiale alla Granmadre di Dio e nostra. La preghiera preferita sia il grido accorato che più che mai giunge al Padre nostro che sta nei Cieli. E sia così ancora e per sempre, in Gesù Giuseppe Maria, assicurata la vita del mondo che verrà. -
Gloria a Dio, pace in terra
(dAL).

Anonimo ha detto...

" Con il Rosario si può ottenere tutto. Secondo una graziosa immagine, esso è una lunga catena che lega il cielo alla terra; una delle estremità è nelle nostre mani e l'altra in quelle della S. Vergine... Il Rosario sale come incenso ai piedi dell'Onnipotente. Maria lo rinvia subito come una benefica rugiada, che viene a rigenerare i cuori».

Santa Teresina