venerdì 15 gennaio 2016

GENDER: Tutta la verità – La Dr.ssa Elisabetta Frezza svela i retroscena

Conferenza svoltasi ad Este (PD), il 07 novembre 2015. 
La Dr.ssa Elisabetta Frezza, giurista, rivela magistralmente come dietro la facciata della lotta alla discriminazione, si nasconda in realtà un oscuro disegno, attuato dai grandi gruppi del potere economico-finanziario. Descrive accuratamente che cos'è l’ideologia gender, come è nata, la sua presenza nei documenti internazionali e nella legislazione italiana, illustra i progetti concreti già avviati nelle scuole. La spiegazione è ottimamente documentata, ricca di riferimenti giuridici, di fatti cronaca e accompagnata da numerose diapositive esplicative. Da non perdere assolutamente anche l'ultima parte con le domande, le risposte e le testimonianze.



Per ulteriori informazioni ed aggiornamenti: http://osservatoriogender.famigliadomani.it

14 commenti:

Anonimo ha detto...

Grande Sgarbi!

http://m.ilgiornale.it/video/sgarbi-e-il-corpo-delle-donne/1213688/

Luisa ha detto...

Segnalo di Sandro Magister:

"Alle unioni gay Bergoglio non dice di no"

"In Italia stanno per diventare legge, ma il papa scoraggia i cattolici dall'alzare le barricate. Fece così anche in Argentina. Diversa invece è la sua politica sulle migrazioni, la povertà, il radicalismo islamico "


http://chiesa.espresso.repubblica.it/articolo/1351209

Da Fb ha detto...

Appare evidente che per il Segretariato generale della Cei tra la nota lobby – incarnata in parlamento dalla Cirinnà, da Scalfarotto, ecc… - e i gruppi cattolici che si battono per la famiglia non c’è in fondo una differenza particolare: ambedue sono espressioni organizzate radicali, speculari nel loro pubblico confrontarsi. Qui viene spontanea un’osservazione. Può darsi che Galantino ignori la dottrina sociale della Chiesa in materia di famiglia… o può darsi che finga di ignorarla… o che l’abbia dimenticata … o può addirittura darsi che si proponga di essere ‘creativo’ dottrinalmente parlando: il fatto è che ad esempio non ci sembra essere stata rinnegata dal Magistero la Nota del 2003 della Congregazione per la Dottrina della Fede, controfirmata da san Giovanni Paolo II, “circa i progetti di riconoscimento legale delle unioni tra persone omosessuali”. Nella quale si afferma tra l’altro che, nel caso si presenti in Parlamento un disegno di legge per il riconoscimento legale delle unioni omosessuali, “il parlamentare cattolico ha il dovere morale di esprimere chiaramente e pubblicamente il suo disaccordo e votare contro il progetto di legge. Concedere il suffragio del proprio voto ad un testo legislativo così nocivo per il bene comune della società è un atto gravemente immorale”. E’ un testo chiarissimo che non concerne solo i parlamentari, ma tutti i cattolici. Anche i vescovi (almeno quelli che ritengano ancora di esserlo di fatto e non solo di nome).

Da Fb ha detto...

Appare evidente che per il Segretariato generale della Cei tra la nota lobby – incarnata in parlamento dalla Cirinnà, da Scalfarotto, ecc… - e i gruppi cattolici che si battono per la famiglia non c’è in fondo una differenza particolare: ambedue sono espressioni organizzate radicali, speculari nel loro pubblico confrontarsi. Qui viene spontanea un’osservazione. Può darsi che Galantino ignori la dottrina sociale della Chiesa in materia di famiglia… o può darsi che finga di ignorarla… o che l’abbia dimenticata … o può addirittura darsi che si proponga di essere ‘creativo’ dottrinalmente parlando: il fatto è che ad esempio non ci sembra essere stata rinnegata dal Magistero la Nota del 2003 della Congregazione per la Dottrina della Fede, controfirmata da san Giovanni Paolo II, “circa i progetti di riconoscimento legale delle unioni tra persone omosessuali”. Nella quale si afferma tra l’altro che, nel caso si presenti in Parlamento un disegno di legge per il riconoscimento legale delle unioni omosessuali, “il parlamentare cattolico ha il dovere morale di esprimere chiaramente e pubblicamente il suo disaccordo e votare contro il progetto di legge. Concedere il suffragio del proprio voto ad un testo legislativo così nocivo per il bene comune della società è un atto gravemente immorale”. E’ un testo chiarissimo che non concerne solo i parlamentari, ma tutti i cattolici. Anche i vescovi (almeno quelli che ritengano ancora di esserlo di fatto e non solo di nome).

Anonimo ha detto...

Grazie per la segnalazione del video. E' evidente che questa "spontanea" campagna del gender, scattata con perfetto sincronismo planetario, segue le stesse modalità di imposizione globale come tutte le altre come ad esempio, non ultima, quella dell'immigrazione o le varie destabilizzazioni geopolitiche in corso che hanno la medesima origine.
Anche se è un rospo decisamente grosso da inghiottire. prendiamo atto che la politica della nuova Chiesa bergogliana, all'opposto di quella che l'ha preceduta per duemila anni, è aperta o favorevole a tutto questo repertorio gender, nozze omo (nuove famiglie le chiamano) ecc.. Non dimentichiamo poi che Papa Bergoglio ha fin dall'inizio, schernendole, bollato tutta la difesa della famiglia e della vita come un qualcosa di cui "si è parlato troppo" ponendo su di essa un veto e infatti la nuova Chiesa sotto il suo pontificato ha sistematicamente e ufficialmente negato la sua partecipazione alle iniziative a loro difesa.
Del resto un mezzo di comunicazione ufficiale come Radio Vaticana (ma non è l'unico) nei suoi notiziari non nasconde la vicinanza e il favore con cui l'attuale Chiesa vede il suddetto repertorio e il fastidio per chi è contrario.
Miles

Anonimo ha detto...

"Papa Bergoglio ha fin dall'inizio, schernendole, bollato tutta la difesa della famiglia e della vita come un qualcosa di cui "si è parlato troppo" : secondo me è lui che parla troppo di cose che non meritano alcuna parola, mentre tace sui "valori non negoziabili", a lui evidentemente invisi 8ha avut occasione di dire che non ne conosce). "Di tutto ciò di cui non si può parlare, è meglio tacere", dice Ludwig Wittgenstein nell'ultimo aforisma delle sue "Ricerche filosofiche", chissà se il buon J.M. lo ha studiato, al liceo.

Rr ha detto...

J.M. non ha studiato al Liceo, quindi non conosce Wittgenstein. Per altro esistono diversi proverbi italiani che potrebbe conoscere:"la parola è d'argento, ma il silenzio è d'oro", "un bel tacer non fu mai scritto"," se non sai cosa dire, meglio che taci", ecc.
A dir il vero dovrebbero star zitti soprattutto i suoi cortigiani.
Rr

Luigi Rmv ha detto...

Intrrvento eccellente, bravissima la relatrice, grazie Mic per averlo pubblicato.

Inquietante il modo in cui sono arrivati a imporrre un sistema educativo cosi aberrante aggirando le garanzie istituzionali di formazione delle leggi e legittimando un'associazione di un pedofilo dichiarato come Mieli (tra l'altro ritratto nel colonnato di S.Pietro).

Un modo di imporsi chiaramente satanico, non c'è ombra di dubbio ormai.

Riascoltate anche il punto 0:84:50 sulla parità fra dei:
il 'non esiste il Dio cattolico' e le altre celebri affermazioni di Francesco (senza offesa per il Santo di Assisi) coincidono perfettamente con il gender.
Anche se è vero che Francesco, in linea con il metodo modernista, condanna il gender, senza però inviarci a reagire.

Tra l'altro cknstatavo che la grave affermazione coincide anche con il Corano (da:http://www.bastabugie.it/it/articoli.php?id=3413):
"31 Hanno preso i loro rabbini, i loro monaci e il Messia figlio di Maria, come signori all'infuori di Allah, quando non era stato loro ordinato se non di adorare un Dio unico».

E il Papa del Messia gli da ragione e prega alla Mecca, consegnandoLo cosi, con un bel bacio, alle guardie del Tempio.

Non resta che il Rosario quotidiano e la discesa nel campo di battaglia quotidiano, come dice la bravissima relatrice, sebbene con le armi del Vangelo.

Questo blog mi sta veramente arricchendo, credo sia determinante questo scambio e condivisione, lo dico sinceramente e scusatemi se sono un po' logorroico, sto cercando di limitarmi. Pace e bene a tutti. Luigi

Anonimo ha detto...

Bravissima, la Dr.ssa Elisabetta Frezza, veramente vale la pena ascoltare tutto questo video anche se lungo. Abbiamo bisogna delle arme in questa guerra ideologica e diabolica e la conoscenza è una. Ci servono naturalmente il coraggio e tanta preghiera e un grande amore per nostri bambini e giovani per il combattimento, perché questi personaggi, istrumenti del male, pensano di aver vinto....ormai sono pienamente infiltrati ovunque: nel governo, nella scuola, nella Chiesa stessa...

Suggerei di spedire questo video a tutti gli insegnanti che conosciamo...
Fortes in fide
M.

Luisa ha detto...

Nella serie ci sono le parole, tante parole, e ci sono i fatti qui Maradiaga che, dopo aver ammesso che c`è una lobby gay in Vaticano, afferma che Bergoglio "poco a poco prova ad andare a purificare" la situazione, e come e dove Maradiaga vede quei tentativi di purificazione?
Dopo il "chi sono io per giudicare" che ha fatto di Bergoglio un`icona degli ambienti gay e simpatizzanti, dopo il suo incontro negli States, sola visita privata voluta, con un ex-allievo venuto in coppia con il suo amico, con un certo monsignore che, malgrado il suo dossier molto pesante, Bergoglio continua ad incrociare ogni giorno a Santa Marta e ha mantenuto il posto a cui lo ha nominato.
Ci ci sono le parole e ci sono i fatti.

http://www.lastampa.it/2016/01/15/blogs/san-pietro-e-dintorni/maradiaga-lobby-gay-nella-chiesa-28trz8OPS5QFRaSNOW2TUI/pagina.html

Luisa ha detto...

Qui due articoli letti sul Giornale:


http://www.ilgiornale.it/news/politica/i-giudici-anticipano-politica-cinque-adozioni-coppie-gay-1214010.html

http://www.ilgiornale.it/news/politica/se-anche-mamma-diventa-superflua-1214011.html

Là dove una legge non passa ci penseranno i tribunali, ho l`impressione che, come in Francia, la magistratura italiana è politicizzata e guida a sinistra.

Rr ha detto...

Luisa,
la magistratura italiana è quasi tutta a sinistra ed estrema sinistra con pochissime eccezioni, che ci sono come sempre. Inoltre è ormai zeppa di ignoranti arrivati in cattedra grazie a raccomandazioni, parentele, tessere di partito.
Un'altta notizia: sembra che il ddl Cirinna' sia una legge "ad personam" per favorire un esponente del PD che si è comprato una figlia in USA con la maternità surrogata.
Su YouTube c'è un video su quest'orrore, che Campari eDeMaistre ha postato sulla sua pagina FB. Vi si vede una " clinica" indiana dove vengono usate come neanche le fattrici equine povere donne, mentre i ricchi compratori americani,e non solo, aspettano con ansia il "loro" figlio. E naturalmente ci sono gli intermediari. I " middle men" , che "aiutano" gli uni e gli altri. A gratis ? Ma va!
Rr

Marco Toti ha detto...

Bravissima, chiara e coraggiosa.

Rr ha detto...

Sig. Toti, se si riferiva a me, grazie. Ma chiunque abbia un cuore ed un cervello si esprimerebbe cosi dopo aver visto quel video, che fa il paio con quelli sulla vendita di tessuti ed organi fetali da parte degli affiliati a Parent Parenthood.Alla quale il Congresso americano ha bloccato i fondi, ma Obamuccio nostro ha " vetoed" la decisione. Meno male che tra un anno sarà sparito nel dimenticatoio.
Rr