lunedì 18 gennaio 2016

Nuova evangelizzazione, Liturgia, Dottrina. Come il vescovo di Madison ha ridato vita al seminario

Non si possono passare sotto silenzio notizie confortevoli come quelle che seguono, accompagnate dal nostro Deo gratias!

Come segnalavamo in questo post, le ordinazioni sacerdotali negli Stati Uniti sono state 595 nel 2015, contro le 477 del 2014. Un aumento di circa il 25% in un solo anno e uno dei più robusti segnali di ripresa vocazionale dopo una crisi pluridecennale iniziata poco dopo la chiusura del Concilio, in concomitanza con l'esplosione del 68. Le ordinazioni erano state 994 nel 1965, 771 nel 1975, 533 nel 1985, 511 nel 1995 e 454 in 2005. Che la caduta si fosse arrestata era chiaro già da alcuni anni, ora, appunto, sembra manifestarsi una chiara e vibrante inversione di tendenza.
Uno dei casi che aiutano a capire meglio il “segreto” di questa ripresa è quello della diocesi di Madison, nel Wisconsin, di cui abbiamo parlato poco tempo fa, a proposito della decisione del vescovo, Robert Morlino, di riportare i tabernacoli di tutte le chiese diocesane al centro delle chiese stesse, dietro l’altare.

Ma Morlino è anche uno dei vescovi che si sono maggiormente distinti nel risollevare il proprio morente seminario. Quando nel 2003 è arrivato a Madison – diocesi che conta circa 260mila fedeli – il seminario contava sei studenti. Oggi, dopo 12 anni i seminaristi sono 33. Ha nominato un responsabile a tempo pieno della pastorale vocazionale, ha riproposto nella sua predicazione l’importanza del sacerdozio per la Chiesa, ha riportato la liturgia al suo intrinseco splendore e soprattutto ha presentato un cattolicesimo improntato alla chiarezza dottrinale, alla fedeltà al magistero e a uno zelo per la nuova evangelizzazione. Un cattolicesimo “in uscita”.  
[Fonte: Catholic Word Report by il Timone]
* * *

Il Tabernacolo torni al centro: per il vescovo
di Madison non si può «accantonare» l'Eucaristia

Il tabernacolo deve tornare al centro, dietro l’altare,  in quello che è il punto focale della chiesa. E così in tutte le chiese della diocesi. 

Questo è quanto ha detto ai suoi presbiteri monsignor Robert Morlino, vescovo della diocesi statunitense di Madison, nel Wisconsin. Morlino lo ha comunicato lo scorso settembre a un incontro con i sacerdoti, ma la notizia si è diffusa nei giorni scorsi per un articolo che ha dedicato alla vicenda niente meno che il Wall Street Journal, che evidentemente ha colto il valore di questo gesto.

Il fine è infatti correggere una delle prassi dell’architettura liturgica del dopo Concilio portate avanti con ferrea e spesso ideologica determinazione da parte di schiere di liturgisti, ma che non hanno smesso di suscitare perplessità e disagio fra il popolo credente e non solo: la prassi di spostare il tabernacolo in un luogo laterale – nei casi migliori un cappella, nei casi peggiori anfratti simili a sottoscala – per far risaltare il valore di “novità” di ogni Messa e per scindere il momento della Messa da quello dell’adorazione eucaristica. Ma, in fondo, per segnare uno scarto con la liturgia e l’architettura tridentine e la loro – secondo i liturgisti aggiornati – eccessiva concentrazione sull’Eucaristia ed enfasi sulla presenza reale del Signore,  a discapito dell’evento comunionale della Messa.

Per Morlino, invece, la nuova misura servirà per rimettere al centro dello sguardo e del cuore Colui che fa la Chiesa, il Dio vivo presente nelle specie eucaristiche. 

Il vescovo ha dato tempo tre anni per riposizionare i tabernacoli in circa metà delle 134 chiese diocesane che necessitano di questo “aggiornamento”.

16 commenti:

Ansa ha detto...

La celebre chiesa della Dormizione sul Monte Sion, a Gerusalemme, è stata nuovamente presa di mira da vandali. Sulla porta, con una vernice rossa, estremisti ebraici hanno vergato slogan anti cristiani contro Gesù e la sua memoria. Un brutto episodio che, per caso, coincide con la visita di Papa Bergoglio in Sinagoga.

Tre settimane fa era stato registrato un analogo atto vandalico contro il convento dei salesiani a Beit Gemal. Naturalmente entrambi i gesti sono stati condannati sia dal Patriarcato che dalle autorità ebraiche, tuttavia la reazione anticristiana desta una certa preoccupazione perché avviene a ridosso della recente ratifica da parte della Santa Sede dello Stato di Palestina. Un passaggio diplomatico che in Israele non è stato accolto bene da tutti. Sulla chiesa dei salesiani, una delle scritte recitava: “Morte ai cristiani, nemici di Israele” e ancora, “cristiani all'inferno”. Il Patriarcato a Gerusalemme ha fatto presente che questa aggressione testimonia il bisogno di una maggiore educazione nelle scuole a favore della tolleranza e del dialogo.

Anonimo ha detto...

OT news d'agenzia danno per prossima la prima visita di un papa alla moschea di Roma......off limits?

mic ha detto...

"questa aggressione testimonia il bisogno di una maggiore educazione nelle scuole a favore della tolleranza e del dialogo."

Si parla sempre di dialogo, ma alla fine è sempre e soltanto il nostro monologo calabraghe....

Luisa ha detto...

Segnalo:

http://www.maurizioblondet.it/non-critichero-piu-el-papa-e-inutile/

Riporto la conclusione:

"Questo è il programma che Francesco attua. Con la determinazione e precisione di una “setta” che lo ha formulato, e perfezionato fin nei dettagli in un secolo di “lavorìo”. Quindi, signori, non si lasceranno frenare da nessuna polemica, da nessun argomento ragionevole, da nessuna obiezione: hanno il potere e lo usano senza scrupoli, per dissolvere la Chiesa in un mondialismo sentimentale senza contenuto.
La sola cosa utile è pregare .


Segue questa preghiera:

“Protezione dall’unica religione mondiale”.

“Caro Gesù, proteggimi dal male della nuova unica religione mondiale, che non ha origine da Te.
Sostienimi nel mio cammino verso la libertà sulla via del Tuo Santo Regno
Tienimi stretto a Te, tutte le volte che sono tormentato e costretto a mandar giù le menzogne che vengono diffuse dai Tuoi nemici per distruggere le anime.
Aiutami a resistere alla persecuzione, a rimanere saldo alla Vera Parola di Dio contro le false dottrine e agli altri sacrilegi che potrei essere costretto ad accettare.
Attraverso il Dono del mio libero arbitrio, portami nel Dominio del Tuo Regno, per essere capace di alzarmi e proclamare la Verità, quando sarà dichiarato che essa è una menzogna.
Non lasciarmi esitare, vacillare o fuggire a causa della paura di fronte alla persecuzione. Aiutami a restare saldo e costante nella Verità, fintantoché sono in vita.
Amen”.

Rr ha detto...

Se la smettessero col monologo calabraghe che dopo 50 anni non ha dato alcun frutto, anzie, e rico,inciassero a predicare il Vangelo, forse le cose migliorerebbero.
Ma non lo fanno, perché innanzitutto non ci credono loro.
Rr

Anonimo ha detto...

http://www.lastampa.it/2016/01/18/vaticaninsider/ita/vaticano/il-papa-i-cristiani-non-si-fermino-al-si-fatto-sempre-cos-bqg97CFfSxfmR16r6NZ1CJ/pagina.html

Luigi Rmv ha detto...

Bentornato Tabernacolo.
Purtroppo non si può dire per tutte le Chiese, ma il fatto che qualcuno si renda conto della gravità del fatto di averlo escluso da Casa Sua, a danno dei fedeli, di questi tempi è un conforto, per noi e per Lui.

Interessantissimo l'articolo di Blondet sul Papa modernista, in effetti le sue esternazioni coincidono in pieno con i piani della setta.
Inquietante anche il commento del massone alla sua elezione.

Gesù lo consente perché solo così potrà emergere alla luce e dopo travagli, sofferenze e scisma, portare alla purificazione della sua Chiesa: lo dicono le profezie mariane.
E tornerà ad essere la nostra Chiesa.
Speriamo di sopravvivere agli attacchi sempre più violenti e alla punizione divina.
Aggiungerò la preghiera di cui sopra, grazie
Pace e bene.



mic ha detto...

perdona la mia inguaribile diffidenza (in questo periodo di confusione estrema diventa d'obbligo) ma mi permetto una osservazione visto che parli di far tua la preghiera citata sopra.
Non so da chi sia stata formulata e da dove provenga, ma stride con la mia sensibilità spirituale quel "Attraverso il Dono del mio libero arbitrio, portami nel Dominio del Tuo Regno, ".
Ebbene, il dono del libero arbitrio è strutturale e comune ad ogni creatura. È certamente il suo esercizio di accettazione o rifiuto della volontà di Dio che segna la nostra sorte eterna.
Ma chiedere di entrare non nel Regno ma nel 'Dominio del Tuo Regno', che significa?
Noi dobbiamo chiedere semplicemente la grazia di rimanere liberi dalla schiavitù del male, che il Signore ha pagato a così caro prezzo (il libero arbitrio è già scontato), attraverso la fedeltà che ci radica sempre ulteriormente in Lui.
Attenzione alle preghiere 'spurie'. Abbiamo l'Ave il Pater e il Gloria che racchiudono un'immensità di tesori...

Luisa ha detto...

Devo dire che non sono molto sensibile alle rivelazioni e messaggi privati, anzi sono molto prudente se non diffidente, ma, incuriosita, sono andata a cercare sul web da dove veniva la preghiera qui sopra e ho trovato il sito sui "messaggi da Gesù Cristo", non so chi li riceve ma quel che ho letto nel link che riporto, cosiccome altri messaggi, mi interpella assai:

https://messaggidagesucristo.wordpress.com/2014/07/08/28-giugno-2014-la-madre-della-salvezza-la-vera-chiesa-diventera-un-piccolo-resto/

bernardino ha detto...

Giusto, Mons. Morlino, ha chiesto a tutti i suoi sacerdoti che il Tabernacolo deve ritornare dietro l'altare ed al centro,(comunque non si è posto il problema delle spalle rivolte al tabernacolo dal sacerdote) contemporaneamente però deve anche dire ai suoi preti che devono togliere poi i troni del celebrante e dei diaconi per non volgere le spalle al tabernacolo, e riposizionarle al lato destro, in quanto oggi molte chiese hanno ancora il Tabernacolo al centro dell'Altare Maggiore, ma poi davanti ci sono i troni che fanno volgere le spalle del celebrante al Tabernacolo, che è uno scempio. (Ecco il problema del posticcio altare verso il popolo).
(questa del presbiterio è un ennesimo problema che qualcuno deve assolutamente risolvere, Altare e balaustre che dividano il luogo sacro dal luogo dei fedeli).
Ma se non cambia la valutazione che la Messa è sacrificale e non comunitaria, tutto questo che dice Morlino non serve a niente.

cattolica ha detto...

Condivido il commento di Mic perchè ha centrato a pelle il problema. A Luisa se è in buona fede faccio presente di fare attenzione a Maria Divina Misericordia con messaggi da Gesù Cristo (dal nemico) perchè è una falsa profetessa dei nostri tempi che presumno faccia parte come altri della massoneria onde adattare le profezie dei VERI profeti e santi per i propri scopi. Il fatto che Blondet l'abbia citata fingendo (? che Blondet pubblichi qualcosa senza sapere cosa pubblica e pure il riferimento link) ignoranza in merito , puzza parecchio. Mi fa dubitare anche di Blondet che pur dice tante cose giuste.

Marco P. ha detto...

mic, condivido. Pater, Ave, Gloria, e poi il Credo, l'Ufficio Divino (Tradizionale) se si può, anche in minima parte se non vi si è vincolati da obblighi derivanti dal proprio status, e gli oremus in esso contenuti che sono una tesoro inesauribile di spiritualità scoperto e disvelato lungo i secoli, pregati e pregati dalla Chiesa militante, dai pusilli come dai Pastori supremi, preghiere che si sono caricate così del sensum fidei di chi ci ha preceduti qui ed ha già terminato il pellegrinaggio e la battaglia che stiamo vivendo noi ora con lo sguardo fisso sulla Meta che ci attende, preghiere della Chiesa che così incessantemente continuano a salire al Cielo, con la certezza di essere ascoltate ed esaudite, perché da Lì' sono ispirate.

Tornando al post: il Vescovo di Madison come si posiziona rispetto alla S. Messa Apostolica ?

Luisa ha detto...

"A Luisa se è in buona fede..."

Dunque "cattolica" dubita della mia buona fede, ebbene potrei risentirmene perchè non penso essere abitudinaria di quel genere di info, anzi, come ho detto, non mi interessano, dunque "cattolica" avrebbe potuto evitare quel "se" e limitarsi a precisare chi riceve quei "messaggi", mi ha dunque solo stimolata a cercarne di saperne di più, ancor più quando si mescola la massoneria a tutto, e così ho avuto altre informazioni e devo dire che in questo link trovo annunciato un fatto che si è poi prodotto, vi lascio indovinare quale:

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-una-falsa-veggente-contro-papa-francesco-6161.htm

Detto questo non leggevo prima quei "messaggi" e non li leggerò dopo, le idee millenariste non mi interessano e ancor meno mi attirano, c`è abbastanza confusione in giro e abbondanza di cattivi maestri e falsi profeti.

mic ha detto...

Effettivamente, conoscendo Luisa, quel "se" poteva essere risparmiato.

mic ha detto...

Il vescovo Morlino e la Messa antiquior

http://latinmassmadison.org/about/

Marco P. ha detto...

Grazie mic per il link.
Sarebbe bello se in ogni diocesi ci fosse una istituzione come quella descritta.