mercoledì 15 dicembre 2021

Il "massacro di Natale di Roche". L'istruzione sulla TC sarà pubblicata la prossima settimana

Qui l'indice degli articoli precedenti.
Rorate Caeli, sempre molto aggiornato dai suoi contatti vaticani, oggi pubblica la notizia che l'Istruzione per l'applicazione del motu proprio Traditionis custodes sarà varata la prossima settimana dalla Congregazione per il culto divino, il cui prefetto, Arthur Roche, già sappiamo di che panni si veste (quiqui - qui). (Salvo che qualche provvedimento straordinario impedisca la pubblicazione del testo già approvato.)
L'Istruzione cercherà (tra l'altro) di imporre alla Chiesa universale, per volontà violenta e illegittima del legislatore, il piano stabilito per la Diocesi di Roma dal suo Cardinale Vicario mesi fa, che vieta esplicitamente sacramenti e sacramentali secondo il Rituale romanum e il Triduo Pasquale a tutti i luoghi di culto dove si celebra in rito tradizionale (vedi
Preghiamo per questo momento oscuro e doloroso nella storia della Chiesa.
RESISTERE, SUPPORTANDO TUTTI I SACERDOTI CHE OSANO RESISTERE
Mater dolorosa, ora pro nobis!

19 commenti:

Anonimo ha detto...

Lo spoiler sul regalo di natale della così detta gerarchia 'cattolica'. Una sorta di mezza scomunica mondiale dal momento che tolgono al fedele i sacramenti.
Quando saranno sconfitti bisognerà purificare le chiese con lo zolfo.

O bella mia Speranza,pensaci Tu! ha detto...

La (ora ex) rispettata funzionaria norvegese dell’OMS, la dottoressa Astrid Struckelberger, ha confermato in un’intervista a un quotidiano norvegese che l’intera pandemia di corona è falsa e che i documenti dimostrano che tutto ciò che viene fatto ora è stato ampiamente pianificato in anticipo. L’OMS, dice, è cambiata quando la GAVI Alliance di Bill Gates ha iniziato a rilevare l’organizzazione con i suoi miliardi nel 2006. Dal 2014, l’OMS è diventata effettivamente una sorta di azienda che serve semplicemente gli interessi commerciali e ideologici di Bill Gates e Big Pharma. (A causa del trattato sulla pandemia del 2005, l’OMS è di fatto il vero governo dei Paesi Bassi dallo scorso anno, facendo di Bill Gates il nostro “presidente”. In sostanza, il regime fantoccio di Rutte sta solo eseguendo i suoi ordini.)
https://www.maurizioblondet.it/il-funzionario-delloms-diventa-informatore-la-pandemia-e-falsa-i-documenti-dimostrano-che-tutto-e-pianificato/

Lei mi perdonera'(spero)se inserisco qui sotto questo articolo dove si parla di "massacro",l'intenzione e' la stessa : "il massacro dei corpi"..e delle anime perche' tartassandoli nei corpi perdano la speranza e la voglia di vivere.

Nullità matrimoniali addio. Porte aperte al “divorzio cattolico” ha detto...

Si sa che papa Francesco parla senza freni nelle conferenze stampa in aereo, dicendo tutto e il contrario di tutto. Ma prende il volo anche quando incontra i vescovi italiani a porte chiuse.

Ne sono prova le due ore di colloquio riservato che egli ha avuto con i vescovi italiani riuniti in assemblea plenaria a fine novembre (nella foto). Ufficialmente nulla è trapelato all’esterno. Ma è stata una sola la materia su cui il papa ha strigliato il malcapitato uditorio. La stessa che il 26 novembre, ad assemblea conclusa, egli ha incorporato in un motu proprio tutt’altro che amichevole, con cui ha dato incarico a una commissione “ad hoc” di ispezionare ad una ad una le oltre duecento diocesi italiane, per accertare se ubbidiscono o no a quanto voluto dallo stesso papa Francesco riguardo ai processi di nullità matrimoniale...
http://magister.blogautore.espresso.repubblica.it/

Fa parte del "massacro aggiornamento".

mic ha detto...

http://blog.messainlatino.it/2021/12/purghe-di-francesco-in-curia-romana.html

Le quattro tempora sono tutte, tempi di preghiera e di digiuno ha detto...

MERCOLEDÌ delle Quattro Tempora di Avvento
Messa Stazionale
Alla Basilica dei Santi Apostoli
https://www.maranatha.it/Feriale/tempora/avvmer.htm

Anonimo ha detto...


L'OMS sarebbe una valletta di Bill Gates? INsieme avrebbero inventato l'epidemia attuale?
Ma non vi era predominante l'influenza cinese, tant'è vero che il suo direttore è un comunista etiope, Paese, l'Etiopia, assai legato alla Cina?
Certo, soldi Gates ne ha dati.
Mica li regala.
Ma la sua influenza sull'OMS non è ertamente l'unica.
L'OMS fa comunque una politica abortista, omofila, transgenderista etc da anni.
Certe tesi vanno comunque prese con cautela. Occorrerebbero ulteriori riscontri.

Anonimo ha detto...

Puisque l’on ne se privera pas de nous accuser de désobéissance dans notre combat pour la liturgie latine traditionnelle, qui est un combat pour la foi catholique authentique, il est important de relire ces lignes et d'avoir les idées claires sur la véritable obéissance dans l'Eglise... et sur la nécessaire "désobéissance" à ceux auxquelles il faudrait normalement obéir, lorsque ceux-ci passent dans le camp des traîtres !

http://leblogdumesnil.unblog.fr/2021/12/15/2021-75-vraie-et-fausse-obeissance-dans-leglise/

Anonimo ha detto...

Per Mic
https://onepeterfive.com/desperate-defenders-of-novelty-and-the-eventual-triumph-of-tradition/

anima errante ha detto...

per pubblicare l'istruzione applicative di SP ci misero quasi cinque anni, necessari per vedere come erano andate le cose e fare un documento equlibrato
qui invece manco sei mesi ci vogliono mettere, perchè vogliono chiudere tutte le porte possibili

Anonimo ha detto...

@ A. h.09.37
Temo, e lo dico con amarezza, che non ce ne sarà bisogno, ne resteranno talmente poche, per quel che riguarda il facente funzione di, trova sempre il tempo di ricevere persone di ogni sorta, purché non cattoliche, vedere foto con sorriso a 64 denti con Ibrahimovic, calciatore in forza al Milan che gli ha regalato il suo libro autobiografico.......

EquesFidus ha detto...

Regalino di Natale da parte di Satana: ormai, non vedere la mano del demonio dietro alle azioni di certi soggetti vuol dire negare la realtà. Preghiamo perché l'incubo abbia presto a finire!

tralcio ha detto...

Questa mattina durante la Santa Messa ho ascoltato il profeta Isaia.
Mi hanno colpito i passaggi sulla creazione e la storia, quando Dio dice: "Io formo la luce e creo le tenebre, faccio il bene e provoco la sciagura; io, il Signore, compio tutto questo. Stillate, cieli, dall'alto e le nubi facciano piovere la giustizia; si apra la terra
e produca la salvezza e germogli insieme la giustizia.
Io, il Signore, ho creato tutto questo. Volete interrogarmi sul futuro dei miei figli e darmi ordini sul lavoro delle mie mani? Io ho fatto la terra e su di essa ho creato l'uomo; io con le mani ho disteso i cieli e do ordini a tutte le loro schiere... Poiché così dice il Signore, che ha creato i cieli; egli, il Dio che ha plasmato
e fatto la terra e l'ha resa stabile e l'ha creata non come orrida regione, ma l'ha plasmata perché fosse abitata... Radunatevi e venite,
avvicinatevi tutti insieme, superstiti delle nazioni! Non hanno intelligenza coloro che portano un loro legno scolpito e pregano un dio che non può salvare. Manifestate e portate le prove,
consigliatevi pure insieme! Chi ha fatto sentire quelle cose da molto tempo e predetto ciò fin da allora? Non sono forse io, il Signore?
Fuori di me non c'è altro Dio; Dio giusto e salvatore non c'è fuori di me. Volgetevi a me e sarete salvi, paesi tutti della terra, perché io sono Dio; non ce n'è altri. Lo giuro su me stesso, dalla mia bocca esce la verità, una parola irrevocabile: davanti a me si piegherà ogni ginocchio, per me giurerà ogni lingua». Si dirà: «Solo nel Signore si trovano vittoria e potenza!». Verso di lui verranno, coperti di vergogna, quanti fremevano d'ira contro di lui.

Oggi mi è passato per la testa questo: qualunque cosa accadrà, avverrà dentro la Chiesa. Tutto ciò che è nel mondo ne risentirà. La situazione in cui versa la Chiesa è in bilico. L'equilibrio che troverà, da Dio, la Chiesa, quello rimetterà in equilibrio il resto. Inutile attendersi altri liberatori o immaginare altri scenari.

Anonimo ha detto...

https://gloria.tv/post/4NppDsjsyCsZB8PPqz7WSqjHM

Con lievita' e franchezza:Rino Cammilleri. ha detto...

Saremo bravi, noi italiani, con la cucina, l’arte, la moda. Ma per il resto facciamo ridere. E ci detestiamo l’un l’altro che è un piacere. Abbiamo sempre bisogno di qualcuno che ci venga a comandare dall’esterno, Draghi compreso.
https://lanuovabq.it/it/gli-insulti-a-povia-ma-il-tessuto-sociale-e-lacerato-da-un-po

ilfocohadaardere ha detto...

Una domanda:
se nella Diocesi di Roma (e domani,pare di capire, nella Chiesa tutta) sono vietati non solo i sacramentima anche i sacramentali secondo il "vetus ordo", questo comprenderà anche il divieto dell'Esorcismo? Mi pare sia cosa nota che esorcisti come P. Amorth ed altri abbiano testimoniato più volte di utilizzare nel rito le preghiere antiche, in latino, in quanto più efficaci (se così si può dire)....comunque mi pare che il governo attuale della Chiesa scada sempre più apertamente in una gestione modello Urss.

Anonimo ha detto...


Lo scrittore Camilleri lamenta giustamente l'odio reciproco che sembra tornato di moda tra noi italiani, in questo frangente storico.

Tuttavia, anche lui è tra quelli che dileggiano di continuo "il cosiddetto Risorgimento", alla stessa maniera faziosa dei neoborbonici, austriacanti, neolegittimisti e affini.
Se noi rifiutiamo in blocco il movimento che, nonostante le sue contraddizioni e i suoi errori, ha tuttavia rappresentato una effettiva rinascita spirituale delle élites culturali e di governo italiane, giungendo a realizzare l'unità del Paese, impresa di notevole difficoltà; e se per di più rifiutiamo di celebrare in senso positivo la vittoria nella Grande Guerra, che ci ha permesso, con enormi sacrifici, di realizzare finalmente l'unità, liberando il territorio nazionale dal nostro nemico ancestrale, l'Asburgo che ci teneva sottomessi e comunque ci occupava da tre secoli e mezzo; se insomma vogliamo avere una storia solo negativa, vittime dei nostri complessi d'inferiorità e dell'ottusità ed ignoranza tipiche del nostro viscerale "particolarismo" - allora, che cosa andiamo trovando?
Perché lamentarsi se prevale l'odio reciproco, all'insegna del trionfo dei regionalismi, dei dialetti, della volgarità, dell'incultura di tipo folkloristico (uno dei tanti tipi di incoltura); se infine prevale il desiderio di darsi comunque ad un padrone, di rinunciare ad essere, di recitare comunque la parte che la "democrazia" imposta con le baionette dagli Alleati nel 1945 e sanzionata dal Diktat del 1947 ha cucito su misura per noi, quella dei guitti, degli imbroglioni, dei Pulcinella, di quelli che se gli sputi in faccia ti dicono "piove, che bell'acqua fresca, come si sta 'bbene"..
Se prevale, come prevale, tutto questo, grazie anche all'apporto degli intellettuali cattolici "tradizionalisti", perché lamentarsi se stiamo tornando ad essere "volgo disperso che nome non ha"?
PP

Anonimo ha detto...

Le responsabilità sono due, una della chiesa, una dello stato unitario. Affrancare il sud è stato un compito mal riuscito e a volte mai eseguito; eppoi l'ubriacatura procurata dalle culture avanzate del nord e d'oltreoceano sempre presentate come quelle da imitare, l'egemonia culturale che ha sepolto le opere culturali che pur nascevano e spesso al sud e l'invasione poi di una subcultura liberista corrotta e corruttrice hanno fatto il resto. Per non dire della corruzione perseguita come arma di governo e della droga usata per prostrare le nuove generazioni.

Il nostro è un paese da rifondare. Dove sono i giovani intellettualmente liberi, onesti, incorruttibili? Dove sono? Dove? Dove?

Anonimo ha detto...


Le responsabilità sono due...

Lo Stato unitario va comunque rifondato secondo principi cattolici,
non distrutto con un ritorno al passato preunitario.
Questo sarebbe come cadere dalla padella alla brace.
Un'Italia che si frammentasse in un federalismo non imperfetto come l'attuale (che è un regionalismo spinto, con gli stessi vizi del cenetralismo burocratico) ma autentico, con competenze statali definite alle varie regioni, trasformate in tanti Staterelli, diventerebbe ancor più vittima della finanza mondiale e protettorato-colonia musulmana.
In tempi di crisi epocale come questa bisognerebbe rafforzare il senso di appartenenza nazionale, identitario come si dice oggi; ribadire la "nazione" e il suo territorio come valori, e non, invece, continuare a chiedere di aumentare le autonomie di una supposta "nazionalità spontanea" regionale e persino locale.
PP

Anonimo ha detto...

17 dicembre 2021 17:18

Lei ha ragione, ma mancano gli uomini. Le regioni sarebbero dovute servire per uno snellimento della burocrazia e per un arricchimento della cultura, invece la burokrazia si è ingigantita e la kultura s'è impoverita. Questioni di clientela ed egemonia. L'appartenenza nazionale è un po' sentita dalle classi medio basse quelle alte ed in ascesa sono, pretendono di essere, cosmopolite. In verità, se uno è nato e cresciuto ascoltando sempre e solo lo sfottò, dall'interno e dall'estero, dell'Italia è difficile che abbia in cuore l'amor di Patria. I soggiorni di studio all'estero cominciano già nelle classi superiori!!! E le classi superiori non sono più come erano prima della II guerra mondiale. Ora nel pensier ci fingiamo anglo/americani!!!! Una colonia, con la foglia di fico di zio Mattarell e del maggiordomo ue Mariooo.