lunedì 20 dicembre 2021

Il card. Sarah e la Messa dei secoli

Qui l'indice degli articoli su Traditiones custodes.
Il cardinale Sarah ha pubblicato ieri su Twitter una foto della celebrazione di un'Alta Messa Solenne con la seguente scritta in italiano: “A Natale, dobbiamo metterci in ginocchio per adorare”. (vedi immagine)

Potrebbe esser letto come un potente rimprovero per la promulgazione del sinistro Traditionis Custodes - applicato [qui] dall'arcivescovo Roche, succedutogli come prefetto della Congregazione per il Culto Divino - con i Responsa ad dubia?
Le sue posizioni, rispettivamente, sulla Messa antica e sul controverso motu proprio quiqui. E su queste ultime alcune mie osservazioni qui.

16 commenti:

Anonimo ha detto...

Mons. Arthur Roche, durante il suo episcopato nella natia Inghilterra si dimostrò fra i principali nemici del Summorum Pontificum. Al netto di ciò, l'autore del motu proprio, Benedetto XVI, lo fece Segretario della Congregazione del Culto Divino di cui ora è Prefetto. Ora ci sorge un dubbio: o Ratzinger era incapace a scegliersi i collaboratori giusti per la "restaurazione" della "Tradizione", secondo l'immagine in voga del pontificato bavaro, oppure della Tradizione, della messa antica e del suo stesso motu proprio non gli interessava un granché.

Dal '62 al 2005 hai voglia a remare contro... ha detto...

Oppure avra' pensato che dandogli quell'onore avrebbe rivisto i suoi passi e si sarebbe ri-creduto.

Guarda un po'....!? ha detto...

Questo è un modo bello e deciso di dire: Scelgo le vecchie vie, e ne sono contento, anzi, mi sollevano l'anima. Introibo ad altare Dei, ad Deum qui laetificat juventutem meam.
http://blog.messainlatino.it/2021/12/il-ritorno-del-panno-per-la-cura-alla.html#more

Anonimo ha detto...

Vero. Perché le nomine non le faceva Ratzinger, così come prima di lui non le faceva Wojtyła, ma erano frutto di giochi di Curia dei quali ora assaporiamo in pieno l'aroma.
Per questo dovremmo pregare non solo per un prossimo pontefice per quanto possibile ortodosso, ma per un pontefice che sappia gestire questi giochi. O, almeno, che sappia circondarsi di chi lo sappia fare e gli sia fedele.

Anonimo ha detto...

Mi sembra di ricordare che nella Messa di Paolo VI ci si inginocchia all'Et incarnatus est solo due volte l'anno, una delle quali è al S. Natale.

Anonimo ha detto...

Comunque un'immagine vale più di mille parole....

#STOPCRISTIANOFOBIA ha detto...

Un altro segnale più che preoccupante, il documento firmato dai Patriarchi e dai Capi delle Chiese cristiane, pubblicato sul sito della Custodia di Terra Santa.
Gruppi radicali, pregiudicano la permanenza della comunità cristiana a Gerusalemme e in altre zone della Terra Santa, colpendo anche le chiese.

Anonimo ha detto...

https://www.youtube.com/watch?v=yrp7uv7BrfI


Stefano Burbi:
Un brano scritto per ricordare tutti i medici caduti nella lotta contro il Covid-19. Una triste lista fatta di volti e di nomi di tutti coloro che sono morti cercando di aiutare gli altri.

N.B.Se, come sembra probabile, 'loro' sapevano che tipo di virus fosse, che tipo di medicine sarebbe stato opportuno somministrare ed hanno inoltre impedito di fare autopsie tempestive ed hanno mandato medici ed infermieri e personale ausiliario con le mani legate a morire con i pazienti che avrebbero potuto essere ancora vivi, se così è stato, questo non deve né può essere dimenticato. Mai.

Anonimo ha detto...

Classico stile Sarah: dire senza dire e, se messo alle strette, smentire. Ormai fa quasi simpatia.

Maurizio ha detto...

Anche questo intervento "subliminale" del card. Sarah non mi è piaciuto.
E' quasi come un associare la Messa tradizionale alle sole grandi solennità ...
Come dire: a Natale e a Pasqua si celebri pure in Rito antico, il resto dell'anno la messa sia solo quella di Paolo VI.
Ha ragione l'anonimo delle 6.52: ormai, Sarah fa quasi simpatia.

Anonimo ha detto...

http://blog.messainlatino.it/2021/12/lesorcismo-monte-berico-vi-con-il.html

[....]

n defintiva non appare così peregrino ricostruire la vicenda in questi termini: vista e considerata la notevole durata dell'esorcismo, può essere che padre Bernardi, ad un certo punto, si sia determinato a ricorrere al Rituale antico (poi mostrato ai giornalisti), perchè probabilmente quello moderno, inizialmente utilizzato,* non funzionava* molto bene.

Chissà.

Murmex ha detto...

Quanta ingenuità...o arrampicamento sugli specchi

mic ha detto...

Anonimo 9:37
Bene che torni di attualità. Anche in vista del divieto dell'uso del Rituale latino. Sono completamente sordi alle istanze documentate di sacerdoti e ciechi di fronte alla realtà
Ne abbiamo parlato significativamente qui
https://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2021/08/era-il-2001-in-vaticano-si-sono.html

E ora sto traducendo un articolo di scottante attualità che pubblicherò più tardi, se riesco, o domani

...bernardino Guerrini ha detto...

Ormai penso solo una cosa,.....( considerando il diluvio e la torre di Babele....) solo la distruzione totale, salva tutto... perchè dopo la totale distruzione si ricomincia daccapo... l'esempio ci viene dal diluvio universale.. quando tutto era stato distrutto, è tornata la colomba bianca col ramoscello d'ulivo.. ma il male era stato eliminato... Dio permette tutto e sa il perchè....

I Vescovi d' Italia l'anno fatto? ha detto...

Fabio Gregori nella primavera del 2020:

“Vi prego: gridate Vi prego, GRIDATE che anche la Chiesa Italiana, Cuore della Cristianità, Cattedra Di Pietro, faccia la Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria.

La Madonna lo chiede da 25 ANNI: Non abbiamo paura di ascoltare la nostra Mamma, facciamo un atto vero di obbedienza al Cielo, un atto di umile fede, facciamoci bambini che si fidano della propria mamma.

Scrivetelo su tutti i mezzi telematici a voi possibili, ai vostri contatti, Cardinali, Vescovi, Sacerdoti, Suore, Consacrati, Frati, al popolo santo di Dio. Gridatelo dai tetti.

Non permettiamo che la nostra Mamma pianga ancora per tante anime che muoiono per non ascoltarla. Che ci costa chiedere il suo aiuto?

E Lei ce lo donerà se faremo tutto quello che ci ha chiesto: consacrarsi (tutta la Chiesa e il mondo) al Suo Cuore Immacolato.

Ave Maria, Madonna delle Rose, Regina delle Famiglie, Madre della Chiesa, apri i cuori dei Consacrati, sei mamma.”

https://gloria.tv/post/1n9im9phXKUw12u3gNGLtiJKR

Luigi C ha detto...

E all Annunciazione il 25 marzo