martedì 15 maggio 2018

Colpo di scena a Reggio Emilia: il vescovo partecipa alla veglia anti-omofobia!

L'omosessualismo all'interno della Chiesa.

Dopo le fomentate polemiche sulla “veglia anti-omofobia” [qui - qui] prevista per il 20 maggio nella parrocchia di Regina Pacis, il vescovo Massimo Camisasca - non attraverso la Diocesi o l’uffficio stampa diocesano, ma attraverso il sito di GayNews (Dopo Beschi a Bergamo e Lorefice a Palermo colpo di scena a Reggio Emilia: il vescovo Camisasca presiederà la veglia anti-omofobia), evidentemente nuovo canale informativo del Monsignore - ha annunciato che sarà lui stesso a presiedere la veglia omoeretica.
Reggio-Emilia si rivela la Diocesi più Gay-Friendly d’Italia, uno scandalo appoggiato dal Pastore Maximo che, peraltro, si adegua alla locandina arcobaleno già modificata per il grande evento (qui).
Il Gruppo di preghiera 20 maggio grida “VERGOGNA!” e invita tutti i fedeli, ora più che mai, a partecipare alla Veglia di riparazione sotto al Vescovado, domenica 20 maggio alle ore 21:00.

26 commenti:

A mali estremi.. ha detto...

Coroncina alle Sante Piaghe :
-Nel Nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen
-O Dio, vieni a salvarmi. Signore, vieni presto in mio aiuto
-Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli, dei secoli. Amen.

Io credo in Dio, Padre Onnipotente, creatore del cielo e della terra; e in Gesù Cristo, Suo unico Figlio, Nostro Signore, il quale fu concepito da Spirito Santo, nacque da Maria Vergine, patì sotto Ponzio Pilato, fu crocifisso, morì e fu sepolto; discese agli inferi; il terzo giorno risuscitò da morte; salì al cielo, siede alla destra di Dio Padre Onnipotente; di la verrà a giudicare i vivi e i morti. Credo nello Spirito Santo, la santa Chiesa cattolica, la comunione dei santi, la remissione dei peccati, la risurrezione della carne, la vita eterna. Amen

-O Gesù, divin Redentore, siate misericordioso per noi e per il mondo intero. Amen
-Dio santo, Dio forte, Dio immortale, abbiate pietà di noi e del mondo intero. Amen
-Grazia e misericordia, o mio Gesu', nei pericoli presenti, copriteci col Vostro sangue preziosissimo. Amen
-O Padre Eterno, usateci misericordia per il Sangue di Gesù Cristo Vostro unico Figlio, usateci misericordia; noi Ve ne scongiuriamo. Amen. Amen. Amen .

Sui grani del Padre Nostro si prega:
-Eterno Padre, Vi offro le Piaghe di Nostro Signore Gesù Cristo, per guarire quelle delle anime nostre.

Sui grani dell’Ave Maria si prega:
-Gesù mio perdono e misericordia, per i meriti delle Vostre sante Piaghe.

Alla fine si ripete per 3 volte:
-Eterno Padre, Vi offro le Piaghe di Nostro Signore Gesù Cristo, per guarire quelle delle anime nostre.

https://www.radiospada.org/2012/06/devozione-delle-sante-piaghe-di-gesu-e-relative-promesse/

ciellino ha detto...

È una vergogna.

papista ha detto...

Dalle catechesi ad "alta quota" di Sua Immensità J.M.B. "Sulla lobby gay si scrive tanto: io non giudico. Non ho trovato carte d'identità di gay in Vaticano, dicono che ce ne sono. Se una persona è di buona volontà, chi sono io per giudicare?" Allora un fedele legato alla Tradizione si chiede:" I Frati Francescani della Immacolata, che sono stati azzerati dalla "misericordia di Bergoglio" se fossero stati gay sarebbero stati graziati!" Questa è la logica del papa venuto ... per la fine del mondo. Buona sera.

valentina fantini ha detto...

Reggio Em citta storicamente rossa comunista e sinistroide non mettono vescovi contrari a tutto cio

Anonimo ha detto...

Invece di annunciare a voce alta la durissima condanna della Bibbia e della tradizione cristiana riguardo all'omosessualità (peccato che grida vendetta al cospetto di Dio) ed invitare gli omosessuali al pentimento e alla conversione, questo pseudopastore li incita al peccato e scandalizza i fedeli!! Che il Signore lo illumini!!

Anonimo ha detto...

Si scavano la fossa con le loro mani, questi eretici in falsa veste clericale, un vero peccato, perché così mandano all'inferno i loro beniamini e ci finiscono pure loro: questo significa ostinarsi a non voler ammonire i peccatori (opera di misericordia, cari Vescovi, non solo il dar da mangiare ai musulmani nelle belle chiese gotiche, il farceli dormire, fare pipì e popò ecc), confermandoli invece nei loro peccati. Voi impugnate la Verità rivelata, tradite NSGC come e peggio di Giuda, poveri voi quando dovrete comparire dinanzi a Cristo Giudice, Dies Irae quel giorno, che Dio vi salvi, vi faccia rinsavire in tempo. O Maria, sine labe originali concepta, ora pro nobis !

Anonimo ha detto...


OT. Il y a encore des braves gens qui se posent des questions au sujet de la venue de l'Antéchrist. Qui se demandent quand et comment il viendra, si ce sera demain ou après-demain… Quelle myopie ! L'Antéchrist est déjà là. Tout le démontre, tout le prouve. Le monde dans lequel nous vivons, il y règne déjà, et depuis longtemps. L'Antéchrist n’est d’ailleurs qu’un nom générique, symbolique, pour désigner une situation, une série d’événements, une personne ou un groupe de personnes ennemies de Dieu et de sa Loi. Rome, la Cité Sainte, est investie de toutes parts. Les dernières défenses que l'Église opposaient jadis à la venue de l’Antéchrist tombent, sous nos yeux, les unes après les autres. L’Antéchrist est désormais en passe de proclamer sa toute-puissance. Voyez, par exemple, la dernière exposition de parements sacrés au Met’ de New York. C'est le signe que la fin est proche. Préparons nos âmes avec ferveur au retour du Seigneur.

Marisa ha detto...

E' in atto un golpe in piena regola.

Anonimo ha detto...

"Colpo di scena" per modo di dire... Il Compitato Scopelli l'anno scorso ci ha relazionato più che sufficientemente per farci capire l'ambiguità di questo vescovo (e dire che erano stati criticati per aver avuto un atteggiamento troppo "chiuso"). Notate che è lo stesso vescovo che l'anno scorso ha fatto la consacrazione della diocesi alla Madonna di Fatima, che sosteneva le Sentinelle e Courage; e che ora si trova dall'altra parte. Lui dice che non c'è contraddizione, ma guarda caso Courage ha organizzato una serie di conferenze di Daniel Mattson, fatemi scrivere per brevità ex-omosessuale convertito, e LNBQ riporta che a Reggio Emilia "quando tutto sembrava fatto è arrivato improvviso e immotivato il ritiro dell'appoggio del vescovo.". Quindi il vescovo segue in tutto e per tutto la linea Bergoglio: a parole sta con tutti, ma nei fatti sta con gli altri.

Non c'è da sorprendersi. Se un vescovo inizia a tentennare quando dovrebbe parlar chiaro, è solo questione dei tempo prima che ceda.

Anonimo ha detto...

«È giusto perciò che la società e i credenti chiedano scusa a quanti hanno eventualmente disprezzato o messo in un angolo. Nessun atteggiamento anche solo di scherno va tollerato».
http://www.lanuovabq.it/it/da-bergamo-a-palermo-arriva-il-club-dei-vescovi-gay-friendly

Scusate se mi permetto :
Puoi chiedere tutte le scuse del mondo ma lo sberleffo , la battuta ci e' sempre stata e ci sara' sempre ; allora si deve chiedere scusa a ogni pie' sospinto , dobbiamo chiedere scusa per aver a volte gridato : "ciccia bomba ciccia bomba alza la gamba e suona la tromba " oppure "testa pelata di cento capelli tutta la notte cantano i grilli e si fanno una bella cantata viva viva la coccia(testa)pelata "...

Da un orecchio mi entra dall'altro mi esce: ha detto...

Ed era l'anno 1986 ! Cari Vescovi , si vede come avete vigilato , si vede...

Passando poi al compito dei vescovi, ecco cosa si legge nel documento firmato dall’allora cardinale Ratzinger: «Considerando quanto sopra, questa Congregazione desidera chiedere ai Vescovi di essere particolarmente vigilanti nei confronti di quei programmi che di fatto tentano di esercitare una pressione sulla Chiesa perché essa cambi la sua dottrina, anche se a parole talvolta si nega che sia così» (no.14). «Questa Congregazione incoraggia pertanto i Vescovi a promuovere, nella loro diocesi, una pastorale verso le persone omosessuali in pieno accordo con l'insegnamento della Chiesa. Nessun programma pastorale autentico potrà includere organizzazioni, nelle quali persone omosessuali si associno tra loro, senza che sia chiaramente stabilito che l'attività omosessuale è immorale» (no.15).
E infine: «Dovrà essere ritirato ogni appoggio a qualunque organizzazione che cerchi di sovvertire l'insegnamento della Chiesa, che sia ambigua nei suoi confronti, o che lo trascuri completamente. Un tale appoggio, o anche l'apparenza di esso, può dare origine a gravi fraintendimenti. Speciale attenzione dovrebbe essere rivolta alla pratica della programmazione di celebrazioni religiose e all'uso di edifici appartenenti alla Chiesa da parte di questi gruppi, compresa la possibilità di disporre delle scuole e degli istituti cattolici di studi superiori. A qualcuno tale permesso di far uso di una proprietà della Chiesa può sembrare solo un gesto di giustizia e di carità, ma in realtà esso è in contraddizione con gli scopi stessi per i quali queste istituzioni sono state fondate, e può essere fonte di malintesi e di scandalo».

http://www.lanuovabq.it/it/da-bergamo-a-palermo-arriva-il-club-dei-vescovi-gay-friendly

Annarè ha detto...

A Reggio Emilia il vescovo lavora per i sodomiti confermandoli nel peccato, a Ferrara un altro vescovo caccia dal santuario di Santa Maria in Vado Familia Christi, per accomodare negli alloggi gli extracomunitari. Si vede che si sentono più buoni a cacciare i propri figli che oltretutto fanno del bene alle anime, per accogliere i lontani, che al massimo porteranno ancora più droga e prostituzione, come se già non c'è ne fosse abbastanza. Nè una petizione dove sono state raccolte più di 700 firme, ne le domande dei parrocchiani allibiti da questa decisone, di mandar via i sacerdoti dal santuario, trasferendoli in una chiesa che non fa parrocchia dove sono disponibili solo 6 posti letto (i sacerdoti più i seminaristi sono 13, non 6), hanno smosso Perego. Non so nemmeno se le cose fatte da questo Vescovo siano legali, nel senso se si possono mandare via dei sacerdoti che avevano un contratto di ventanni stipulato in precedenza. Ma si sa, non siamo più ai tempi che bastava una stratta di mano e il contratto era inviolabile, oggi anche con la carta che canta il villan non può dormire tranquillo.
Questa è la nuova misericordia: perseguitare i propri sacerdoti, privare le anime dei fedeli di buone guide spirituali, e riempire la propria diocesi e città di extracomunitari. Sarà che delle anime importa poco, ma importa molto il denaro?
O se non il denaro, far carriera sotto un pontificato che odia i cattolici ed "ama"tutti gli altri, purchè lontani da Cristo? Chissà se qualcuno ha ricordato a questi "vescovi" che dovranno rispondere delle loro malefatte.

Anonimo ha detto...

6. I vescovi, come legittimi successori degli apostoli e membri del collegio episcopale, sappiano essere sempre tra loro uniti e ....si adoperino a che i fedeli sostengano promuovano con ardore le opere di evangelizzazione e di apostolato.......

Non c'e' da preoccuparsi , e' solo evangelizzazione e apostolato per condurre il popolo alla salvezza.... scusate l'ironìa

Rr ha detto...

Tra i Cicero pro domo sua e i Don Abbondio, ormai se ne salva forse il 10%.
E lla cosa divertente, si fa per dire, è che non passa giorno che avvengono fatti, all’estero, ma anche da noi, che dimostrano non solo che è un peccato che grida vendetta, ma che sono proprio fuori di testa.
Ma non c’è peggior cieco o peggior sordo di chi si tappa occhi ed orecchie di fronte alla realtà.

Anonimo ha detto...

"Il mondo moderno non sarà castigato, esso è il castigo"

Gruppo di preghiera 20 maggio ha detto...

Alla luce delle ultime dichiarazioni del Vescovo Massimo e di tutto l’evolversi della vicenda, sono doverose alcune precisazioni e alcune nuove informazioni:

1. Preso atto dell’avallo vescovile alla “veglia anti-omofobia”, prendiamo nettamente le distanze da chi, cavalcando il cavallo di Troia, aiuta a far sì che l’ideologia sodomita entri indisturbatamente nella Chiesa.

2. Il Comunicato del Vescovo ha tantissime contraddizioni, sintomo evidente di una corsa ai ripari dopo che si è diventati il trofeo delle associazioni LGBT. Lodare “Courage” e presenziare ad una “veglia anti-omofobia” (neologismo, questo, inventato proprio dalle lobby omosessualiste) vuol dire tutto il contrario di tutto. Scopriamo, peraltro, da La Nuova Bussola Quotidiana, che Camisasca ha recentemente ritirato, in modo immotivato, l’appoggio ad un evento organizzato da Courage proprio a Reggio-Emilia.

3. Il Vescovo propone ogni cosa come “ideale”, ma la Chiesa - e meno che mai la castità - non sono “un’ideale”. Fare della Legge di Dio un “ideale” è incarnare in pieno in Liberalismo, corrente anti cristiana infallibilmente condannata dalla Chiesa.

4. Camisasca chiede se una preghiera sotto casa del Vescovo “serve all’unità della Chiesa?”. Rispondiamo con una domanda simile: presiedere a “veglie” strumentalizzate dalle correnti LGBT che godono, tronfie, dello scalpo fatto al pastore, serve all’unità e al bene della Chiesa? Per questo rimandiamo all’intervista rilasciata da un nostro portavoce: https://nextstopreggio.it/2018/05/15/veglia-anti-omofobia-cavallo-di-troia-della-rivalutazione-di-un-peccato-corsini-gruppo-di-riparazione-striglia-il-vescovo/

5. Precisiamo, a proposito del punto n. 4, che la veglia di riparazione “sotto casa del Vescovo” era stata fissata già prima che uscisse la notizia da GayNews a proposito della presenza di Camisasca in Regina Pacis: tale segno, a prescindere da quanto ancora non era stato deciso, avrebbe avuto un duplice significato: la riparazione per lo scandalo propagato da don Cugini, e l’invocazione allo Spirito Santo che illumina la Fede e accende il Fuoco del cuore di chi dovrebbe avere cura, per il ruolo rivestito, delle anime tutte.

6. Oggi il quotidiano nazionale “La Verità”, diretto da Maurizio Belpietro, parla del caso reggiano dando spazio e appoggio agli organizzatori della riparazione.

7. Annunciamo in esclusiva che il Rosario di riparazione sarà guidato da un sacerdote. Per la sua personale tutela, vista la delicata situazione, non riveliamo la sua identità così da non rischiare nemmeno che possa saltare la sua presenza. A lui va tutto il nostro ringraziamento per il coraggio e la difesa del Magistero di sempre.

Anonimo ha detto...

Spargete due sacramentali : Acqua Benedetta e sale esorcizzato lungo tutto il percorso almeno qualche Berlicche se ne andra' .

Anonimo ha detto...

Gesù è sempre andato incontro a tutti indistintamente, soprattutto agli emarginati della società. I vescovi devono proprio far brillare il mistero dell'Incarnazione. Plaudo ai tre prelati dunque per il gesto di solidarietà. La Chiesa non sarebbe la sposa di Cristo se non prendesse posizione contro chi brucia o uccide una persona solo perché è gay.

Anonimo ha detto...

Per la miseria, parliamoci chiaro:
l'omosessualità è una devianza. Gli omosessuali NON esistono, esistono persone con tendenze cattive. Cosi come nessuno si sognerebbe mai di non discriminare un uomo che si rende orgogliosamente colpevole di omicidio o ladrocinio, NON ha alcun senso preoccuparsi di non discriminare delle persone orgogliosamente pervertite!

mic ha detto...

1. "far brillare il mistero dell'incarnazione" che cosa significa se non venire assimilati per grazia sempre più nel Figlio, autentica immagine del Padre? Ma perché si realizzi questa mirabile realtà destinata ai cristiani, è necessario che Lo si accolga e che si osservino i Suoi comandamenti.
Chi vive sessualmente le sue tendenze 'deviate', come qualunque chiunque altro persista in altre situazioni di peccato grave, come può pensare di corrispondere all'immagine del Figlio?

2. chi mai ha pensato o detto di bruciare o uccidere una persona solo perché è gay?
Si ricorre forse all'iperbole per far 'passare' tutto il resto?

Anonimo ha detto...

https://www.google.it/amp/www.secoloditalia.it/2018/05/la-veglia-lgbt-in-chiesa-con-il-vescovo-la-protesta-dei-cattolici/amp/

Anonimo ha detto...

La verità è che chi obbedisce a diktat inspiegabili è sotto ricatto. Il segreto per non subirne? Vivere una vita pulita senza scheletri nell'armadio. Io nell'appoggio alla veglia ci vedo una situazione di questo tipo.

Anonimo ha detto...

Cari amici, lasciate perdere i provocatori...hanno la funzione di deviarci dal vero oggetto del nostro discorso...è inutile spiegare, sanno benissimo e sono in mala fede. La Chiesa in duemila anni ha ampiamente chiarito le proprie (sante) posizioni su tutto. Le "modifiche" recenti sono figlie di politica, satanismo, e, ultimo ma non meno importante, schifoso interesse economico.

Anonimo ha detto...

ORA è CHIAR0 l'apostasia è chiara!!!! facciamoci forti per la battaglia con Maria.... Vinceremo1!!!!!!

mic ha detto...

http://lanuovabq.it/it/omo-benedizioni-la-condanna-di-schneider

Anonimo ha detto...

quando il Comune di Reggio Emilia rifiutò la proposta di intitolare una strada al Beato Rolando Rivi ci fu il connivente silenzio da parte dell'Autorità ecclesiastica. Quanta amarezza desta l'attiva presenza di fronte a questi episodi vestiti di "solidarietà misericordiosa" che produce cultura. Spirito Santo fa che nessuna porzione del popolo di Dio rimanga sviato!