sabato 30 giugno 2018

Unione Europea: è certamente crisi. Ma quanto e come reversibile?

Paolo Savona aveva ragione. Si sta verificando quello che si proponeva di governare con il Piano B: l’implosione dell’Unione Europea. Tale preveggenza, invece di un premio, gli è costata il ministero del Tesoro per il veto di Mattarella e della Germania. Adesso si scopre che le sue proposte saranno utili all’Italia e alla stessa Europa. Maastricht è stato un colossale disastro politico. 
Al Consiglio europeo di giovedì e venerdì Germania e Francia cercheranno di imporre la loro riforma della governance economica dell’eurozona per salvaguardare i loro interessi a scapito dell’Italia. Fino ad oggi la narrazione ufficiale ripetuta dalle nomenclature europee (come dai governi italiani) e amplificata dai media, ci vedeva come il Paese che doveva fare «i compiti a casa», cioè sacrifici lacrime e sangue, altrimenti avrebbe avuto la colpa di far naufragare tutta l’Europa. 
Oggi è evidente che non è così, anzi: non è mai stato così. Si scopre invece che – come aveva scritto Savona – i Trattati di Maastricht erano sbagliati e sono stati gestiti dalla Commissione europea ancora peggio. Per esempio non applicando gli articoli che avrebbero impedito alla Germania il suo mostruoso surplus commerciale. 
La paralisi della Ue è dunque provocata dall’architettura non cooperativa di Maastricht, ovvero dai paesi che non vogliono rinunciare alle posizioni di privilegio (Germania in primis). Proveranno a scaricare la colpa del collasso sull’Italia perché si rifiuterà di sacrificarsi ancora una volta per gli interessi altrui. 
Fino a ieri Germania e Francia potevano contare sulla sudditanza politica e psicologica dei governanti italiani, sempre timorosi di essere colpevolizzati «dall’Europa» e dai media. Ma ora tutto è cambiato. È la paura dell’isolamento che ha tenuto in riga l’Italia nel corso dei decenni e le ha fatto accettare una legislazione manifestamente contraria all’interesse del paese, come la direttiva sulle banche (il bail-in) o anche il Fondo salva Stati» (nel primo caso pagano i risparmiatori, nel secondo è lo Stato italiano che paga salatamente: quindi sempre noi). 
Ora tutto è cambiato. E qui tornerà importante il contributo di Paolo Savona per far ritrovare all’Europa la strada del buon senso e della giustizia. Fonte

75 commenti:

Anonimo ha detto...


Margini di manovra e nuovi, gravi problemi, però combattiamo

Il Sole 24 Ore spiega in un articolo che al recente Summit europeo si è parlato delle "riforme finanziarie" ribadendo che il progetto va avanti, anche se nel documento finale ci si è limitati a "prendere atto" della situazione, senza entrare in dettaglio e fornire cifre. In tal modo non si volevano insospettire i mercati finanziari.
Il c.d. "fondo salva Stati" e la riforma bancaria per noi pericolosa vanno quindi avanti, non risulta che Conte abbia manifestato alcune veduta difforme. Forse non poteva. La questione essenziale era quella dell'immigrazione. E' anche vero che la questione non è ancora entrata nel vivo e lo sarà tra poco.
Ad un esame più meditato sembra che il governo italiano sia riuscito ad ottenere margini di manovra nei confronti delle ONG e in generale. Si profila però adesso il problema dei respingimenti dall'area tedesca di decine di migliaia di "migranti" che, forniti di permesso di soggiorno italiano o comunque di un documento italiano, nei loro "movimenti secondari" siano giunti ad un Paese che adesso può rispedirceli. Il problema era inevitabie che sorgesse.
Bisogna decidersi ad eliminare tutte le ambiguità e le ipocrisie e dirlo chiaramente che: 1. l'invasione in corso non è più gestibile da nessun Paese europeo né dall'Unione; 2. che bisogna organizzare un massiccio rimpatrio dei clandestini di questi ultimi 5 anni, l'Europa unita deve imporlo; 3. che l'invasione va fermata alla radice, sbarrando il Mediterraneo, secondo varie modalità a scelta.
Le novità introdotte dal Documento del recente Summit europeo, anche se modeste, fanno vedere che la "distribuzione" dei migranti per quote tra i vari Paesi è diventata praticamente impossibile, affidata com'è al buon cuore di qualche improbabile Stato volonteroso. Anzi, adesso, tutti hanno lo strumento giuridico per disfarsi dei loro migranti clandestini. E dove andranno, costoro? Sembra il classico caso di una norma nei fatti inapplicabile. Se la Baviera vuol cacciare i suoi, dove li manda? In Austria, in Francia? E da qui spediti in Italia? O inviati direttamente in Italia con un ponte aereo?
Con questo governo diremmo di no, finché c'è uno come Salvini. E allora?

Mi viene in mente una frase di Hobbes, filosofo inglese del Seicento, nel suo capolavoro di filosofia politica, il libro sullo Stato, intitolato "Il Leviatano", nel cap. 30, sull'ufficio del rappresentante sovrano:
"And when all the world is overcharged with inhabitants, then the last remedy of all is war; which provideth for every man, by victory, or death". Ed. M. Oakeshott, p. 227.
PP

E vivaddio sono anche simpatici ha detto...

(urge! urge! urge! urge!)
https://goofynomics.blogspot.com/2018/06/le-infinite.html

Anonimo ha detto...


L'esordiente Conte visto come un pericoloso rompiscatole da quelli che contano.
In cosa consisterebbe il suo "successo".

Come esordio, non c'è male, bisogna dire. Si temeva che Conte balbettasse qualcosa, paralizzato dall'emozione, e tornasse a casa con le consuete pive nel sacco, come da democristiana-pidiessina-e anche berlusconiana tradizione.
Riporto quanto scrive scandalizzato il famoso 'Financial Times', considerato uno dei quotidiani più autorevoli del globo, nel numero di oggi sabato 30 giugno '18.

"Contro le aspettative, un summit etichettato da alcuni diplomatici come un incontro per salvare la cancelliera A. Merkel, ha finito con l'essere dominato da un debuttante in politica, con una tesi da imporre. Il signor Conte, un professore diventato capo di un governo populista, si è servito di un marchingegno procedurale non ortodosso, con il mettere il veto all'intenzione di approvare le parti delle conclusioni del summit sulla concorrenza e la sicurezza, finché non si fosse tenuto conto delle preoccupazioni italiane in tema di immigrazione. Il suddetto ha inoltre irritato ulteriormente i suoi colleghi europei con il vantare le sue credenziali "di professore" - provocando la replica del primo ministro svedese, che ha detto di aver cominciato nella vita come saldatore, e di quello bulgaro, che da giovane faceva il pompiere".

La stizzosa nota del FT si può leggere anche in questo modo, forse più aderente al vero: le richieste dell'Italia non venivano nemmeno discusse, allora Conte si è visto costretto a ricorrere a un apparente "cavillo" procedurale, forte della sua esperienza di professore di diritto e certamente di numerosi consigli di facoltà, con le loro a volte sottili e accanite dispute quando si trattava di approvare un documento o un verbale, o parti di essi. Ma nell'uso di un "cavillo" del genere cosa c'è di "non ortodosso"? E dobbiamo pensare che lo si usi solo in Italia? Di strano c'è invece il clima dei Summit europei, dove fino ad oggi evidentemente nessuno fiatava di fronte ai dictat dei soliti noti.
Conte si è dunque battuto. Si discute su giornali e blog se abbia vinto o perso. E se vinto, che cosa esattamente. Il successo, come ha notato qualcuno in rete, consisterebbe soprattutto in questo: dopo l'intervento a muso duro di Conte, l'Italia ha d i f a t t o ottenuto di poter continuare nel suo blocco navale (chiusura dei porti), in tandem con Malta, nei confronti delle famigerate ONG. Solo Macron e gli spagnoli sembrano aver qualcosa da obiettare, soffiando nei tromboni dell'umanitarismo. Ma si tratta comunque di proteste soprattutto verbali.
Questo del blocco che si sta instaurando è indubbiamente un fatto rivoluzionario; si comincia ad imporre con i fatti l'idea che l'unico modo di fermare i milioni di africani (musulmani, non dimentichiamolo) che, si dice, vogliono invaderci è innanzitutto quello di sbarrare il Med., facendo uso della superiorità navale.
PP

irina ha detto...

@ PP
30 giugno 2018 22:52

Grazie, ci voleva! Morale a terra, gelatine ovunque, non uno spiraglio di luce.

mic ha detto...

Anche la stampa francese sottinea nel comportamento di Conte un successo dell'Italia. I nostri giornali si guardano bene dal riprenderne citazioni...

mic ha detto...

In ogni caso in un contesto così ostile e reso più ostico da anni di irresponsabile asservimento dei governi precedenti era impensabile ottenere tutto e subito. È già importante aver posto delle premesse su cui poi sviluppare anche il resto dell'azione futura.
E poi ci sono i rimanenti punti tuttora da rivedere e concordare, su cui si giocherà il futuro dell'Europa.

mic ha detto...

Grande Bagnai! (dal link segnalato sopra)
....
le colonne d'Ercole della politica, oltre le quali - urge! urge! urge! - qualsiasi spazio di ragionevole azione politica sarebbe irrimediabilmente precluso, e si aprirebbero scenari distopici, orwelliani, dai quale urge (urge! urge! urge! urge!) preservarsi, facendo esattamente la cosa tale o tal'altra, la cui urgenza urge capire: è questione di vita o di morte. I volenterosi carnefici dell'urge (carnefici delle mie gonadi, si intende) non sono minimamente sfiorati dalla constatazione di un singolare isomorfismo: quello fra il loro "urge" antisistema e il simmetrico "fate presto" di sistema. Uno si sfianca a far capire che forse per combattere efficacemente l'avversario bisogna sovvertirne le categorie, e quindi il lessico ed il metodo, e gnente: intorno è tutto un "urge stampare moneta", o qualsiasi altra urgenza urga all'urgitore di torno. Poi dice che uno non ce la fa più! Ma io ce la faccio ancora, perché dentro di me, oltre alla parodia, porto l'originale. Noi vinceremo, perché Deus vult, perché siamo qui, perché la globalizzazione e, soprattutto, i suoi utili idioti di sinistra, hanno tirato troppo la corda, perché viviamo ora una reazione che è comparabile per intensità, e sarà comparabile per durata, a quella che due secoli fa fu provocata dal cosmopolitismo borghese dei philosophes. Quindi: calma! Non urge. Credetemi. Niente trionfalismi - non abbiamo ancora vinto - ma anche niente ansie: non possiamo perdere. Sarebbe utile distinguere fra battaglia e guerra, fra tattica e strategia. Ma fra le tante cose che non urgono, non urge nemmeno questo. Chi è qui e mi ha conosciuto sa cosa pensare. A chi arriva ora non ho molto da dire: ogni percorso inizia dal primo passo, non dall'ultimo, e capisco che sia complesso a chi arrivi da fuori capire cosa succede qui. Ma, appunto, nell'immensa vastità del non urge, non urge nemmeno capire questo. Semplicemente, succede, e continuerà a succedere...)
Alberto Bagnai

mic ha detto...

È vero, Anonimo 20:40, che sono anche simpatici... L'intelligenza, la competenza, la passione, un impegno concreto e coraggioso non possono che coniugarsi con la simpatia...

mic ha detto...

Solo La Verità pubblica:

Dal Figaro al Financial Times tutti i grandi giornali si sono accorti che a Bruxelles, col nuovo governo, la musica è cambiata. È la dimostrazione che durante i vertici Ue non è obbligatorio dire sempre «signorsì» e piegarsi ai diktat di Francia e Germania.

mic ha detto...

https://www.laverita.info/la-stampa-mondiale-conte-si-e-fatto-valere-2582686325.html

Marisa ha detto...

DOV'È LA VITTORIA? (CI HA PORTO LA CHIOMA) di Maurizio Blondet

https://www.riscossacristiana.it/dove-la-vittoria-ci-ha-porto-la-chioma-di-maurizio-blondet/

REFERENDUM SULL'EURO ORA! (!!!)

Anonimo ha detto...

Salvini- Pontida18: "Questo non è un comizio, ma una riunione della nostra comunità. Abbiamo fatto il punto, stiamo andando forti e siamo solo all'inizio. Questa non è la fine di un percorso, ma solo l'avvio.

Il Rosario che ho in mano è stato confezionato da una donna sfruttata, che è stata sradicata dalla sua terra. Mi è stato donato da un parroco. Lavorerò perché le persone possano nascere e vivere nella propria terra."

mic ha detto...

...
L'incontro di Pontida è stato per Salvini anche l'occasione per lanciare la "Lega delle Leghe". Ovvero un movimento europeo che unisca i partiti che vogliono combattere contro le elites. Ed è sull'onda di questa "liberazione" europea che, rosario in mano, il ministro dell'Interno ha aizzato la folla: "Questo lo porto nel cuore perchè mi è stato donato da un parroco e confezionato da donna di strada nigeriana. Avete voglia - ha detto - di giurare di non mollare finché non avremo liberato i popoli di questa Europa?", rilanciando più volte la domanda: "Giurate o no?". E la risposta, convinta ed entusiasta del suo popolo, non si è fatta attendere.

http://www.ilgiornale.it/news/politica/pontida-salvini-giura-palco-col-rosario-fatto-nigeriana-1547337.html

mic ha detto...

Le generazioni meno giovani (mi torna adesso alla mente) alle elementari imparavamo a memoria:

L'han giurato li ho visti in Pontida convenuti dal monte e dal piano, l'han giurato e sin strinser la mano cittadini di venti città....

Anonimo ha detto...

https://www.maurizioblondet.it/dove-la-vittoria-ci-ha-porto-la-chioma/

Anonimo ha detto...

http://www.ilgiornale.it/news/politica/pontida-salvini-giura-palco-col-rosario-fatto-nigeriana-1547337.html : Grande, grandissimo Salvini ! Dio ce lo conservi, e l'Immacolata, Regina delle Vittorie (contro il clero traditore e apostata) lo protegga fino alla liberazione dell'Europa dalle élites massoniche antichristiche e dai loro alleati falsi religiosi (dalla prima sede in giù). Deus Vult, Christus vincit !

Anonimo ha detto...

governo MERKEL al capolinea?

"L’alleato di Merkel respinge la proposta sui centri per i migranti: «Insufficiente»

Dopo Praga e Budapest, anche Varsavia contraddice la cancelliera. Il ministro dell’Interno Seehofer torna a chiedere espulsioni immediate.

In bilico il governo"


https://www.corriere.it/esteri/18_luglio_01/anche-polonia-smentisce-merkel-lei-mi-psiace-gli-equivoci-c370493a-7d2c-11e8-b995-fbeecea523fe.shtml

Anonimo ha detto...


Vittoria, vittoria, nike, nike! Però siamo solo all'inizio

Cerchiamo di star calmi. La guerra è ancora lunga. Si è vinta solo una battaglia, cogliendo l'avversario di sorpresa. La prima battaglia, possiamo dire. La lotta sarà durissima e richiederà notevoli sacrifici, non bisogna illudersi.
I pericoli maggiori potrebbero poi provenire dal fronte interno, laico ed ecclesiastico, come insegna l'esperienza, che si è già mobilitato ampiamente contro il governo.
Il Giornale, riprendendo la stampa estera, sostiene che Conte ha perso nettamente per quando riguarda il Fondo Salva Stati e le banche. Avrebbe dovuto porre il veto, dicono. Forse era chieder troppo. Resta comunque il fatto che non si è ancora deciso in maniera finale in quel campo; si sono mantenuti gli impegni presi, e già ben definiti, rinviando la decisione a futuri incontri, nei quali, si spera, l'Italia si farà valere nel modo giusto.
Z.

Anonimo ha detto...

Villa Rosa, frazione di Martinsicuro, adagiata tra Marche e Abruzzo.

Durante la messa delle 8.30 di questa mattina, celebrata nella chiesa di Santa Maria Bambina Addolorata, don Federico Pompei ha attaccato Salvini.
A presidiare la porta della chiesa mentre entravano i fedeli per assistere alla messa c’era la solita zingara che esigeva la carità. Gesù l’avrebbe cacciata, perché parlava di aiutare i bisognosi, non di mantenere gli scrocconi: quelli li cacciava dal Tempio.

Don Federico durante l’omelia ha però ha spiegato che oltre alla carità per la donna rom era necessario fare di più, come portarla a casa propria, darle da mangiare e da dormire.

Secondo il parroco quella era vera carità e non l’euro che si consegna nel piattello.

I fedeli hanno cominciato a guardarsi perplessi: ma era solo l’inizio.

Fuori controllo, in un crescendo delirante, Don Federico ha poi dichiarato che il ministro dell’Interno Matteo Salvini stava lavorando male e che avrebbe dovuto lasciar approdare le ONG nei porti italiani e accogliere tutti, e per sempre e indistintamente, i clandestini in arrivo da Africa e Asia con i barconi.

A questo punto, buona parte dei fedeli si sono alzati e hanno abbandonato la chiesa durante la messa.

«Una vergogna che un parroco faccia politica in una chiesa durante la santa Messa – spiega una turista di Trento che ha abbandonato la chiesa insieme al marito – bastava che dicesse che bisogna aiutare il prossimo e basta, cosa centra fare il nome di Salvini?, stendiamo poi un velo pietoso sulla carità per la rom presente all’entrata della chiesa. Siamo andati via subito dopo le sue allucinanti parole e non entreremo mai più in quella chiesa»

Gli fa eco subito un’altra donna che per protesta dopo le parole di don Federico non si è più confessata, non ha fatto la comunione «e non ho nemmeno fatto la carità alla chiesa come faccio sempre – interviene la donna di Trento piuttosto inferocita – ma il parroco si rende conto che ci sono degli anziani che hanno pagato le tasse tutta la vita e che sono costretti a cercare il cibo nelle immondizie, una vergogna e non dico altro»

«Siamo tutti uguali dice la chiesa – incalza un uomo sulla settantina – ma non così, prima vengono gli altri e poi gli italiani, io non ho mai votato Lega ma alle prossime elezioni lo farò volentieri perché è davvero ora di pensare agli italiani, adesso basta ne abbiamo piene le scatole»

«Prima degli italiani vengono gli spacciatori, i criminali, i clandestini, i rom, quelli che rubano dentro le nostre case ecc ecc, questo è il vero razzismo, ma verso di noi e non verso i migranti, è ora di finirla con questa storia. Negli ultimi 5 anni la situazione è degenerata a tal punto che non sei nemmeno più padrone in casa tua», accusa un’altra donna.

«Porte aperte per quelli che hanno voglia di lavorare ed integrarsi, ma per gli altri porti chiusi e blocchi navali, abbiamo paura infatti che fra 10 o 15 anni questi clandestini ci prendano la casa e magari anche altro, ma confidiamo in Salvini che risolverà piano piano il problema».

O Salvini, o mille Traini. E’ inevitabile.

E la chiesa che si svuota, è il simbolo di una Chiesa che sta allontanando i fedeli in nome di una indistinta e demenziale svendita della nostra identità.
https://voxnews.info/2018/07/01/prete-attacca-salvini-durante-messa-fedeli-se-ne-vanno/

Anonimo ha detto...

Dedicato a tutti quelli che "dobbiamo accogliere chiunque" e che "il governo è razzista", "viva la pace nel mondo".
Ve lo spiego per l'ultima volta, poi meritate di essere schiavi:
continuate a non capire che questo tipo di immigrazione è strettamente funzionale all'abbassamento dei salari e alla contrazione delle garanzie contrattuali e di legge in favore del lavoratore. Cosa accade in un regime di cambi fissi se, per tornare ad essere competitivi (cioè ad esportare di più), non si può svalutare la moneta? Si scarica il peso della competitività sul lavoro. Cosa vuol dire? Vuol dire che per abbassare i prezzi delle merci da esportare, non potendo più far leva sul cambio, si fa leva sul lavoro, cioè sui diritti fondamentali ad esso connessi.
Bene. Come faccio quindi ad abbassare i prezzi in un regime di cambi fissi? Abbasso i salari e sfrutto i lavoratori (cioè gli tolgo tante garanzie conquistate in decenni di lotte sociali). Come posso fare questo? È sufficiente avere manovalanza a basso costo in modo da poter dire al mio dipendente: "quello viene a lavorare per 3 euro l'ora e per 11 ore al giorno. A te ne do 7 per 8 ore giornaliere. O vieni a lavorare per 5 euro orarie e per 10 ore, opppure prendo quell'altro".
Al resto ci arrivate da soli.
Ma siccome vi hanno riempito la testa di merdaglia globalista, anche stavolta non vorrete vedere la realtà.
Giuseppe Palma

Anonimo ha detto...

Secondo Boeri, presidente dell'Inps, la "riduzione dei flussi migratori” è preoccupante, perché sono gli immigrati a pagare le pensioni degli italiani.
Cavolata immensa.

Dati 2014 : i cittadini stranieri hanno di media un reddito molto inferiore rispetto agli italiani. Secondo uno studio della fondazione Leone Moressa, basato sui redditi del 2014, i contribuenti immigrati erano 3 milioni 458mila (l’8,6% del totale) e hanno dichiarato nel complesso redditi per 45,6 miliardi di euro, pari a una media di 13.180 euro lordi pro capite. Gli italiani invece erano 36 milioni 941mila e hanno dichiarato nel complesso redditi per 765,16 miliardi, pari a 20.710 euro lordi pro capite.

Chi guadagna appena 13.180 euro lordi, soprattutto se ha coniuge e figli a carico, ha detrazioni tali da azzerare l’Irpef. Di fatto non paga alcuna tassa diretta e, inoltre, prende gli assegni familiari che nel 2017 ammontano 326,67 euro per chi ha un figlio a carico e a 523,33 per chi ne ha due. Una situazione in cui, di fatto, il lavoratore prende uno stipendio netto più alto del lordo ribaltando a proprio vantaggio il rapporto dare/avere. Non solo. Oltre a prendere più soldi il nucleo familiare usufruisce di tutti i servizi pubblici, dei servizi sociali e delle agevolazioni previste per le famiglie a basso reddito (esenzione del ticket sanitario, sussidi per le tasse universitarie ecc). Anche nel caso in cui i contributi Inps siano superiori agli assegni familiari – erogati sempre dall’Inps – ciò non significa che il cittadino straniero stia salvando il sistema, dal momento che sta solo accantonando un credito pensionistico che riscuoterà in futuro.

Anonimo ha detto...

Molti cazzoni dicono che il futuro dell’Italia è in Europa, io dico che il futuro dell’Europa, di una nuova Europa, è in Italia.
Paolo Becchi

Anonimo ha detto...

Ma siccome vi hanno riempito la testa di merdaglia globalista, anche stavolta non vorrete vedere la realtà. Giuseppe Palma : sapesse, caro Giuseppe, quanta gente si trova in questa miserevole condizione intellettuale, e se ne vanta, se la gode, ci considera razzisti, fascisti, duri di cuore,e non vede lo spirito maligno che alligna nei vari Soros, Merkel, Junker, Trilaterale, Builderberg, e, purtroppo per la Chiesa di Cristo, anche in Bergoglio e in tutta la sua ciurmaglia, ormai tutta fuori di testa, accecata dalla superbia e dall'odio per la Verità e per Chi ne è il portatore (io lo sperimento in famiglia, con i miei cari, questo contrasto, e mi tornano alla mente le parole del Cristo quando dice che nel Suo nome vi sarà divisione anche nelle famiglie. Che Dio ci aiuti tutti !

Anonimo ha detto...

https://www.controinformazione.info/pronto-il-piano-macron-sanchez-contro-litalia/

A porte aperte ! ha detto...

Immigrazione a 360° - Gianandrea Gaiani - Domus Orobica
( anno 2016)

https://www.youtube.com/watch?v=Y__cjIsa1Mo&feature=share

VIDEO ORIGINALE QUI: https://youtu.be/cCuAu4pu-Ns
Intervento del dott Gianandrea Gaiani, direttore di Analisi Difesa, sull'attuale tema dell'immigrazione di massa verso l'Europa, in quella che lui stesso definisce operazione svuota l'Africa.

mic ha detto...

Matteo Salvini ha chiuso il comizio di Pontida con un giuramento e col rosario in mano, come aveva fatto in piazza Duomo a Milano, il 24 febbraio, quando a chiusura della campagna elettorale delle politiche giurò sul Vangelo "di essere fedele" al suo popolo. Aveva il rosario in mano anche il primo giugno di quest'anno quando è salito al Quirinale per il giuramento del governo giallo-verde. "Questa non è una riunione di partito, non è un comizio, è una domenica di famiglia di comunione e comunità - ha detto il segretario leghista dal palco di Pontida - Questa non è la fine di un percorso ma l'avvio di un percorso: questa famiglia dovrà allargarsi e crescere. Ciascuno di voi è mio fratello e mia sorella: i figli di ciascuno di voi sono figli miei". Poi, sollevando lo sguardo al cielo ha aggiunto: "Penso che ce la faremo con la battaglia di quaggiù e col sostegno di chi è lassù". E, infine il giuramento. Prendendo dalla tasca il rosario, Salvini ha detto: "Questo lo porto nel cuore perchè mi è stato donato da un parroco e confezionato da donna che combatte in strada". Poi ha chiesto al suo popolo: "Avete voglia voi di giurare di non mollare fino a che non avremo liberato i popoli di questa Europa?" ottenendo il "sì" del suo popolo.

Anonimo ha detto...

Salvini: "Le Europee dell'anno prossimo saranno un referendum fra l'Europa delle élite, delle banche, della finanza, dell'immigrazione e del precariato, e l'Europa dei popoli e del lavoro. ll progetto consiste nel fare una alleanza internazionale dei populisti, che per me è un complimento. Penso che saremo maggioranza".

Anonimo ha detto...

“Le ONG sono complici degli scafisti”
E’ la scoperta che ha fatto, pubblicamente, Gérard Larcher, il presidente del Senato francese Egli ha osato dire che le ONG vanno a cercare i migranti quasi sulle spiagge libiche, si mantengono in contatto telefonico con i criminali scafisti per sapere dove e quando andare a recuperarli, e che esse ONG agiscono per ideologia e non per umanità.

https://www.maurizioblondet.it/prese-di-coscienza-in-europa-dopo-il-no-italiano/

L'Italia s'e' desta e forse ha destato anche altri .

Anonimo ha detto...

Emiddio Novi - facebook
DIETRO LE ONG I SERVIZI SEGRETI FRANCESI E TEDESCHI
Dietro le ONG che traghettavano i migranti ci sono i servizi segreti francesi e tedeschi. Gli americani avrebbero le prove. E Trump ha inviato a Roma a fine giugno John Bolton, il suo uomo fidato. Il duro consigliere alla sicurezza nazionale. Bolton dopo aver fatto tappa a Roma per incontrare Salvini è volato a Mosca per preparare il vertice del 20 luglio tra Putin e Trump. Per i giornalisti italiani il fatto che il più stretto collaboratore del presidente americano sia venuto in Italia per incontrare il solo ministro degli Interni è stata una notizia ininfluente. Come senza significato è stato l'avviso che agli amici francesi e tedeschi ha inviato a Salvini con una frase più che significativa: "le navi straniere finanziate in maniera occulta da potenze straniere in Italia non toccheranno più terra". Più chiaro di così il ministro degli interni non poteva essere. L'odio di Macron con Salvini si spiega anche con il legame di stretta collaborazione che la Casa Bianca sta sviluppando con il leader leghista. Bolton a Roma ha informato Salvini sul ruolo dei servizi francesi e tedeschi. Soprattutto di quelli francesi che oltre a organizzare le provocazioni delle ONG stanno anche dietro il governo fantoccio di Tobruk del generale Khalifa Haftar che si oppone al governo di Tripoli di Fayez El Serraj, governo riconosciuto dall'Onu, vicino all'Italia e appoggiato dalle agguerrite milizie di Misurata. Haftar è appoggiato dalla Francia. Le sue truppe sono inquadrate dalle forze speciali francesi. Gli americani contro di lui hanno lasciato campo libero alla guerriglia jihadista che a gennaio ha eliminato con un attentato a Bengasi gli uomini forti del suo esercito. Bolton ha confidato a Matteo Salvini che i droni americani di base a Sigonella sostengono la nostra presenza in Libia con quotidiane missioni armate contro gli avversari delle milizie di Misurata. La intransigenza di Salvini sulla messa al bando delle ONG si spiega anche sulla base di queste informazioni. Non a caso la chiusura dei porti italiani alla nave di Medicines sans frontieres mando' in bestia Macron che si esibì col suo partito in ingiurie e interdetti contro l'Italia. Quelli che in Italia si sbracciano a favore dei mercenari delle ONG in realtà lavorano a favore dei servizi francesi e tedeschi in azione per destabilizzare l'Italia. Che tra di loro ci sia anche un presidente grillino della Camera la dice lunga sulle ramificazioni che il partito francotedesco può ancora vantare nel nostro Paese. ATTENZIONE!

mic ha detto...

Che tra di loro ci sia anche un presidente grillino della Camera la dice lunga sulle ramificazioni che il partito francotedesco può ancora vantare nel nostro Paese.

In ogni caso per essere a favore delle ONG e del globalismo che soffoca le nostre identità e minaccia la nostra civiltà non c'è bisogno di lavorare consapevolmente a favore dei servizi segreti franco-tedeschi, basta essere pidiota....

Anonimo ha detto...

SONO NAVI PIRATA !!!
La bandiera che batte sulle ONG non è folklore
=======================
professor Augusto Sinagra, docente di diritto internazionale.

Cercherò di fare una riflessione esclusivamente tecnico-giuridica di diritto internazionale di cui sono stato Professore Ordinario nell’Università.
1. Le navi che solcano i mari battono una Bandiera. La Bandiera non è un’oggetto meramente folkloristico o di colore. La Bandiera della nave rende riconoscibile lo Stato di riferimento della nave nei cui Registri navali essa è iscritta (nei registri è indicata anche la proprietà pubblica o privata).
2. La nave è giuridicamente una “comunità viaggiante” o, in altri termini, una “proiezione mobile” dello Stato di riferimento. In base al diritto internazionale la nave, fuori dalle acque territoriali di un altro Stato, è considerata “territorio” dello Stato della Bandiera.
Dunque, sulla nave in mare alto si applicano le leggi, tutte le leggi, anche quelle penali, dello Stato della Bandiera.
3. Il famoso Regolamento UE di Dublino prevede che dei cosiddetti “profughi” (in realtà, deportati) debba farsi carico lo Stato con il quale essi per prima vengono in contatto. A cominciare dalle eventuali richieste di asilo politico.
4. Non si vede allora quale sia la ragione per la quale una nave battente Bandiera, per esempio, tedesca, spagnola o francese, debba – d’intesa con gli scafisti – raccogliere i cosiddetti profughi appena fuori le acque territoriali libiche e poi scaricarli in Italia quando la competenza e l’obbligo è, come detto, dello Stato della Bandiera.

5. Da ultimo è emerso che due navi battenti Bandiera olandese e con il solito carico di merce umana, non si connettano giuridicamente al Regno di Olanda e né figurino su quei registri navali, come dichiarato dalle Autorità olandesi.
Allora, giuridicamente, si tratta di “navi pirata”, le quali non sono solo quelle che battono la bandiera nera con il teschio e le tibie incrociate.
6. Ne deriva il diritto/dovere di ogni Stato di impedirne la libera navigazione, il sequestro della nave e l’arresto del Comandante e dell’equipaggio.
Molti dei cosiddetti “profughi” cominciano a protestare pubblicamente denunciando di essere stati deportati in Italia contro la loro volontà. Si è in presenza, dunque, di una nuova e inedita tratta di schiavi, con la complicità della UE, che offende la coscienza umana e che va combattuto con ogni mezzo.
Augusto Sinagra

Anonimo ha detto...

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/soldi-ai-rom-grido-degli-ultimi-artigiani-roma-ci-sentiamo-1547115.html
Il grido degli ultimi artigiani di Roma: "Soldi ai rom? Ci sentiamo discriminati"
Cinquemila euro ai rom che decideranno di fare impresa, l'idea ventilata dal Campidoglio raccoglie la bocciatura unanime degli ultimi maestri artigiani. Ma anche le attività straniere, adesso, si sentono discriminate

Marisa ha detto...

I NUMERI CHE SMONTANO LE RICETTE DI BANCA CENTRALE EUROPEA E BOERI:

http://www.arcsanmichele.com/index.php/politica-economia/88-politica/11044-spillo-i-numeri-che-smontano-le-ricette-di-bce-e-boeri

Anonimo ha detto...

Dunque dunque Conte non ha potuto porre il veto sul decreto salva stati perché lo hanno letteralmente aggredito per via del debito pubblico altissimo, minacciando ulteriori interessi da pagare, ergo ha dovuto frenare, ma non si è inchinato a 90° davanti a Merkel e non ha sottoscritto alcun patto per i flussi secondari, Seehofer si è dimesso,in CDU si stanno sbranando, Merkel è alla resa dei conti, ne fa fede lo stizzito articolo di stamane dl FT noto giornalone del NWO che stilla nervosamente che Salvini, uomo senza paura e con un seguito popolare sempre più forte, porterà ad una nuova Weimar, l'Europa è in pericolo perché incombono le elezioni europee l'anno che verrà e la strizza punge, a parte i soliti idioti spagnoli, la vedo gnara per i 2 fidanzatini di Peynet Angela e Emmanuel......vai, Matteo se è bastato dire NO all'ennesimo sbarco di una nave di invasori per scoprire che al re manco la pelle basta più, altro che nudo......"Vi sovvien, dice Alberto di Giussano.......messaggio ricevuto e recepito, anche il potentissimo Barbarossa dovette sottostare e sembrava impossibile, bisogna restare compatti e tenere gli occhi aperti........anche la grande armèe sembrava invincibile......

Anonimo ha detto...

https://scenarieconomici.it/i-legami-fra-boeri-debenedetti-e-soros-eccoveli-qui/

Anonimo ha detto...

La violazione continua delle regole europee da parte tedesca, con un surplus commerciale fuori da ogni regola e buon senso, è la causa ultima del fallimento dell’Europa perché impoverisce i soci, a cominciare dall’Italia che mantiene un forte apparato industriale. La Germania vuole a ottenere il massimo dall’euro senza pagare il conto. Ma senza condivisione e senza solidarietà prima o poi finirà tutto. L’euro esploderà. Né la soluzione per salvarlo può essere quella greca, con il debitore cui viene tagliata la mano. Così com’è questo condominio sembra una prigione o un manicomio, da cui non si può nemmeno uscire. E se dopo vent’anni siamo ancora alle copertine dei giornali che descrivono i tedeschi laboriosi e gli italiani lazzaroni bisogna cominciare a farsi tante domande. Soprattutto sull’atteggiamento della Germania che starà in Europa fino a quando troverà convenienza sapendo benissimo che la casa comune è destinata a crollare. Ma se così stanno le cose non sarebbe meglio prenderne atto e dedicare le grandi riunioni di Bruxelles alle procedure di divorzio anziché improbabili rafforzamenti dell’Unione? Qualcuno ci dovrà, poi, spiegare come mai un popolo di lazzaroni patentati sia riuscito a uscire da una situazione di povertà diffusa in una generazione, dopo aver perso la guerra e senza risorse naturali. Perché si continuano a propinare narrazioni che fanno a pugni con l’evidenza. A chi giova?
Un’Europa diversa

Anonimo ha detto...

Lo spettro Troika si aggira per l'Europa e, soprattutto, sull'Italia. Mentre l'attenzione di tutti era concentrata sul tema dei migranti, ma nella seconda e conclusiva giornata del Consiglio Ue si sono svolti negoziati tra i Ventotto anche su altre questioni importanti: dalla riforma dell'eurozona alle sanzioni alla Russia, per concludere con la partita della Brexit.
http://www.ilgiornale.it/news/politica/non-solo-migranti-spunta-super-troika-commissariare-i-paesi-1546888.html

Il ritratto corrisponde al vero . ha detto...

La sinistra, così come sta emergendo nel dibattito mediatico, è il regno dello gnè gnè gnè, del rancore meschino, o della demagogica, deamicisiana mozione degli affetti (da "Franti, tu uccidi tua madre!" a "Salvini, vuoi morti i bambini!" il passo è breve, anzi: nullo. La stessa moralità scipita, un tanto al mazzo, in funzione di strumento di controllo sociale, cui da sempre ci hanno abituato gli utili idioti della finanza).
http://goofynomics.blogspot.com/2018/07/che-cose-salvini-e-goofynomics.html

Anonimo ha detto...


Allora Conte non ha posto il veto al piano Salva Stati etc. perché è stato ricattato?

Con la minaccia di una forbice che si sarebbe allargata a dismisura sullo spread? Si vengono a sapere le cose a rate, a spizzichi.
Però la partita non è ancora conclusa. Se ne riparlerà alle prossime riunioni degli organi europei competenti.
L'articolo del Financial Times su Salvini, mostra che i "poteri forti" cominciano ad aver paura di Salvini. Rispetto a Marine Le Pen ha il vantaggio di essere al governo e in un ministero chiave. Può quindi agire. E agisce.
SAlvini non demorde di certo. L'importante è che i 5 Stelle tengano la posizione.

Anonimo ha detto...

Sì, è stato, se non proprio ricattato, messo di fronte ad un aut-aut; per le vicende tedesche, Merkel ha 'convinto' Seehofer a restare cercando di accontentarlo, ma lui siccome ha le elezioni del Land a ottobre ed i partiti di dx AfD ed altri neonazi in ascesa, si gioca la carta del niente migranti in Baviera, cacciare quelli in loco via Austria, verso sud, cioè noi, ma Conte non ha dato l'assenso, Salvini neanche ci pensa, al momento hanno aderito Grecia e si capisce il perché (4 spiccioli in più e un occhio semichiuso sul megadebito) e Spagna col nuovo idiota sinistro che non ha alle spalle né governo né maggioranza, ma comanda, male , ma sono fatti loro, ora il problema del perché non è caduto il governo in D è solo perché la legge tedesca proibisce di sfiduciare un governo se non ne è subito pronto un altro, quindi Angela ha salvato capra e cavoli, ad ora, i migranti accolti in Germania in attesa di riconoscimento della richiesta di status, hanno diritti uguali ai cittadini tedeschi, sanità , alloggio gratis in appartamenti e vitto e in più una paghetta mensile di 400 euro pro capite e figuriamoci se da noi, in caso, avrebbero tutto ciò, i 35 euro finora pagati qui per ognuno, sono suddivisi in 20/25 euro per le associazioni che se ne occupano, vitto e alloggio, ma non in case, e 2.50 euro di paghetta al dì, quindi.......last but not least, Micron sta rendendo infernale il transito a Ventimiglia, controllano anche i vani sella dei motocicli, figuriamoci se si possono nascondere persone lì sotto, ma.......al momento 50 km. di fila che fa infuriare tutti, ma Schengen vale solo per l'Italia? Non credete alle foto dei neonati morti, sono fake come per Aidan poi se vogliamo essere pignoli potremmo paragonarli ai 6 mln. e passa di abortiti ufficialmente, in Italia soltanto ?......alla prossima.

mic ha detto...

Salvini criticato dal Financial Times perché non ha padroni: le comiche
di Marco Kouros

Il famigerato FT pubblica un articolo in cui per attaccare Salvini elenca una serie di colpe che, per qualunque persona sensata, sono solo lodi. E non da poco.
- Non aver paura.
- Non preoccuparsi di cosa pensano a Davos e dintorni.
- Non accettare l'ordine prestabilito della Ue, che evidentemente giudica per quello che è: una specie di unione sovietica o quarto Reich.
- Non avere padroni.

Evidentemente i troppi padroni del FT confondono la testa ai suoi giornalisti.
Cose da pazzi. Ma almeno molto chiare. Le leggessero tutti gli italiani!

http://www.affaritaliani.it/politica/salvini-criticato-dal-financial-times-perche-non-ha-padroni-le-comiche-548855.html

Anonimo ha detto...

Continuo a vedere in TV direttori di giornali, politicanti corrotti ed esponenti dell'ormai morto e sepolto PD che non fanno altro che sparlare del Movimento 5 Stelle e della Lega... solo questo fa capire quanto sia corrotto tutto il sistema mediatico Italiano! Chissà quanto hanno pianto questi tizi per il risultato di Pontida! Gloria all'Italia e agli Italiani! Saremo sempre più grandi e numerosi contro i pezzenti della casta!

Anonimo ha detto...

http://www.ilgiornale.it/news/unaltra-ong-nei-guai-sea-watch-sottoposa-fermo-malta-1547599.html

Anonimo ha detto...

Scuola di lingue scrive un post contro il sindaco di destra: "Vi piace? Fate i corsi da un'altra parte"
Incredibile iniziativa di una scuola privata di lingue di Pisa: "Se siete contenti che Pisa sia adesso rappresentata da un sindaco e da un partito che manifesta di essere carico d'odio, fanatismo e intolleranza, la nostra scuola non è adatta a voi"
http://www.ilgiornale.it/news/cronache/scuola-lingue-scrive-post-contro-sindaco-destra-vi-piace-1547322.html

Studiate la lingua di Dante , che e' meglio !

Anonimo ha detto...

L’Italia si rivela essere il nuovo laboratorio politico del sovranismo. Il Paese dovrà porsi alla guida di una Internazionale sovranista, di popoli e forze politiche che stanno, oggi, lottando per un’#Europa diversa in un nuovo ordine mondiale multipolare.
https://paolobecchi.wordpress.com/2018/07/03/qui-lepicentro-di-una-nuova-internazionale/

irina ha detto...

Ultimissime:

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2018-07-03/la-cassazione-sequestrare-conti-lega-ovunque-siano-174502.shtml?uuid=AEqIrUGF

La Cassazione: sequestrare conti della Lega, ovunque siano
–di Al.Tr. @AlessiaTrip 03 luglio 2018

N.B. Quando San Josemaría Escrivá de Balaguer stava per arrivare e/o trasferirsi a Roma qualcuno gli disse: "Se vuoi vivere a Roma devi fare il morto."

Anonimo ha detto...


Sovranismo come forma spontanea di patriottismo?

I termini politici vanno e vengono, oggi si impongono nei media con estrema rapidità, anche se il loro significato esatto è spesso lasciato all'intuizione.
"Sovranismo" ha un senso, poiché esprime il desiderio di recuperare la sovranità nei fatti perduta di fronte all'Unione Europea, alla sua Commissione e alla sua Banca, di fronte all'ONU e alle sue Agenzie, di fronte a istituzioni che comandano dentro i vari Stati come Amnesty International o la Comunità di St'Egidio, di fronte al dominio del mercato mondiale globalizzato.
L'avversione per il nazionalismo e lo Stato-nazione, operante dalla fine della II gm ad oggi, ha provocato alla fine effetti singolari nel senso di dare i popoli in balìa dell'azione di minoranze organizzate su scala transnazionale, appoggiate da una serie di "corpi" o istituzioni transnazionali o cosmpolite che dir si voglia, il cui scopo consiste nella creazione di un "nuovo ordine mondiale", quello della società multietnica e multiculturale, unica capace (si ritiene) di garantire ai paesi c.d. evoluti il livello di vita attuale.
La presente rivolta contro questo orientamento non mira certo a riportare in auge il nazionalismo di un tempo, forma estrema del patriottismo, secondo una distinzione tradizionale: il patriottismo è un sentimento spontaneo, di amore e difesa del proprio essere quello che si è, con la propria storia, i propri valori e sentimenti, q u e l determinato territorio abitato da secoli dallo stesso popolo e che va difeso ai confini, così come difendiamo la nostra dimora, chiudendo normalmente la porta che dà sulla strada.

Vale per la piccola patria come per la grande. Può degenerare nel nazionalismo prevaricatore ma mi sembra che siamo lontani da ciò.
La sovranità perduta che si vuole recuperare è quella cui aspira un riscoperto senso della Patria, per niente ideologico ma nato per gradi, sulla spinta della crisi economica e dell'invasione afro-arabo-musulmana; del cappio al collo economico che l'Unione Eur. ci sta mettendo (anche per colpa nostra, si intende). E'significativo che tale spirito appaia in particolare nella Lega, una forza nata in antitesi allo Stato unitario e alla sua sovranità, speranzosa nell'"Europa delle regioni". Di quest'ultima, ne parla ancora qualcuno? Adesso, la si vuole demolire o uscirne! Senza rinunciare ovviamente a mantenere (ed anzi ampliare) la presente struttura mista unitario-regionale dello Stato italiano, l'azione di Salvini è oggi giustamente quella di un Leader che usa i poteri legittimi dello Stato per difendere il popolo e il territorio che sta governando.
Ciò mi rammenta un detto di Machiavelli: che gli uomini, quello che fanno bene, lo fanno solo quando vi sono costretti dalla necessità.
PP

Anonimo ha detto...

Ecco pronti i magistrati con le toghe ben stirate :
http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/lazio/lega-nord-cassazione-sequestrare-conti-salvini-sono-fatti-di-10-anni-fa-_3149760-201802a.shtml

Anonimo ha detto...

http://www.affaritaliani.it/politica/migranti-le-pen-salvini-e-un-amico-e-alleato-macron-finira-come-renzi-548874.html

Anonimo ha detto...

Qualcuno pensa che esageriamo quando parliamo di governo mondiale, di Soros e del suo zerbino oggi di moda, Macron, ecc.
Macron minaccia l'Italia perché non fa entrare gli immigrati.
Il governo italiano resiste.
Il Ministro degli Interni, che è autore di questa resistenza tanto agli immigrati quanto a Soros e Macron, è il Segretario della Lega.
Quella parte molto nota della magistratura italiana risorge dal letargo dovuto al governo Naopolitano-piddino, torna ai vecchi cari sistemi, e sequestra decine di milioni di euro alla Lega anche preventivamente.
Ma noi siamo esagerati.
Del resto, chi può dire in Italia che esista una parte di magistratura politicizzata?
E come si può fare a parlare di governo mondiale? Di Italia colonia che non deve ribellarsi e lasciarsi spogliare e invadere senza discutere e senza porre ostacoli di voto democratico popolare?
E' ovvio che siamo esagerati.Chi potrebbe mai pensare a un legame tra le varie cose? Siamo seri, su...
Le persone moderate non le dicono queste cose. Neanche le pensano.
Le subiscono con grande serietà e professionalità.
Massimo Viglione

Per l'Italia : ha detto...

V. Deus in adiutórium meum inténde
R. Dómine, ad adiuvándum me festina

Gloria Patri, et Filio, et Spirítui Sancto.
Sicut erat in principio, et nunc, et semper,
Et in saecula saeculórum. Amen.

Primum mysterium: Iesus in horto Gethsémani orat

Pater noster, qui es in caelis: sanctificétur nomen tuum;
Advéniat regnum tuum; fiat volúntas tua, sicut in caelo et in terra.
Panem nostrum quotidiánum da nobis hódie;
Et dimítte nobis débita nostra, sicut et nos dimíttimus debitóribus nostris;
Et ne nos indúcas in tentatiónem, sed líbera nos a malo.

Ave Maria (10)
Ave Maria, grátia plena, Dóminus tecum;
Benedícta tu in mulieribus,
Et bendíctus fructus ventris tui, Iesus.
Sancta María, Mater Dei,
Ora pro nobis peccatóribus,
Nunc et in hora mortis nostrae. Amen

Gloria Patri, et Filio, et Spirítui Sancto.
Sicut erat in principio, et nunc, et semper,
Et in saecula saeculórum. Amen.

Secundum mysterium: Iesus flagéllis caeditur

Tertium mysterium: Iesus spinis coronátur

Quartum mysterium: Iesus cruce oneratus Cálvarie locum adit

Quintum mysterium: Iesus in cruce móritur

Salve Regina, mater misericódiae; vita, dulcédo et spes nostra, salve.
Ad te clamámus, éxsules filii Hévae; ad te suspirámus, geméntes et fléntes in hac lacrimárum valle.
Éia érgo, Advocáta nostra, íllos túos misericórdes oculos ad nos convérte.
Et Iesum, benedíctum fructum ventris tui, nobis post hoc exsílium osténde.
O clémens, o pia, o dulcis Virgo Maria.

Anonimo ha detto...

Il copione e' stato ben collaudato e quindi ....CIAK si gira..!
Magistrato = amministra la giustizia
(uhm di questi tempi.. l'hai messa in banca !)

L'idea iniziale ha detto...

EUROPA: COSÌ TUTTO EBBE INIZIO, COSÌ FINIRÀ -
Marco Guzzi -2 luglio2018
https://www.youtube.com/watch?v=ApiSCshqM1M

Anonimo ha detto...

Paolo Savona, prof. Rinaldi lo loda e dice "Iniziamo a sbattere i pugni sul tavolo"
30 giu 2018
https://www.youtube.com/watch?v=5l4Bnz-5V68

Anonimo ha detto...

Caro governo gialloverde , ricominciamo daccapo :
ri-esportiamo la bellezza dell'Italia
Ministri quando andate in Europa portatevi dietro i " Solisti veneti ".

https://www.youtube.com/watch?v=ZgE_x1-kkqY
A.Vivaldi : Concerti con molti strumenti

Anonimo ha detto...

L'Inps insite con gli immigrati: ​"Servono a pagare le pensioni"
http://www.ilgiornale.it/news/politica/linps-insite-immigrati-servono-pagare-pensioni-1548660.html

Raccontatelo ai bambini dell'asilo !

Danilo Quinto ha detto...

A Boeri e all'INPS dico: i giovani italiani che non avranno nessuna pensione ed anche i vecchi che vivono in miseria con le pensioni minime, possono fare a meno dei migranti, che piacciono a lei, Boeri, a Soros, alla Bonino e a Bergoglio. Per ragioni note.

Anonimo ha detto...

Indagano dopo 10 anni i soldi destinati alla Lega. Non indagano dopo 20 Mesi i soldi rubati, destinati ai terremotati! Patetici !

Anonimo ha detto...

La giustzia in Italia.
Un ghanese ha ucciso un 77enne sferrandogli sulla faccia una raffica interminabile di pugni.
È libero.
Un nigeriano che ha partecipato allo stupro ed al cannibalismo su Pamela. È libero.

Anonimo ha detto...

Forse ha qualche preoccupazione .
Sbaglio o ha un aspetto un po'"strapazzato"?
https://www.laverita.info/il-premierino-conte-mette-in-crisi-berlino-2583284018.html

Anonimo ha detto...


Jacques Attali : "L'Europe a besoin de migrants, elle e a besoin de façon vitale".

Comme en Israël !

https://www.egaliteetreconciliation.fr/Malgre-tous-ses-outils-l-oligarchie-n-arrive-pas-a-reduire-les-resistances-nationales-51460.html

Israël approuve un plan pour expulser près de 40 000 migrants noirs.

http://www.rfi.fr/afrique/20180103-israel-plan-expulsion-40000-migrant-erythreen-soudanais-afrique-sinai-3000-euros

Anonimo ha detto...

"Ha ragione Salvini che parla di atto politico", lo ha dichiarato Carlo Nordio, in un'intervista a QN in cui definisce "pericoloso" il protagonismo di chi indaga. Così l'ex procuratore aggiunto di Venezia ha commentato il sequestro conservativo da 49 milioni di euro disposto dal Tribunale di Genova sui beni della Lega Nord dopo la condanna di Umberto Bossi e l'ex tesoriere Francesco Belsito per i rimborsi elettorali.

"Bisogna andarci cauti con provvedimenti di questo tipo - ha spiegato - che incidono sullo svolgimento della dialettica politica. Vanno adottati solo se strettamente necessari: non mi pare che lo fossero. Così si rischia di alterare il gioco democratico. In questo senso, ha ragione Salvini che parla di atto politico". Più in generale ha poi affermato che "la politica deve recuperare fiducia in se stessa se vuole ristabilire il primato sull'azione giudiziaria, altrimenti restera' subordinata alla magistratura, come succede dal 1993, ovvero da quando è scoppiata Mani Pulite".

Le dichiarazioni di Salvini - Il sequestro di 49 milioni di euro alla Lega è "una follia. L'eventuale erroneo uso da parte del tesoriere della vecchia dirigenza ammonta a poco più di 300mila euro. Giurisprudenza alla mano, una volta condannato in via definitiva doveva restituire quelli. Da 300mila a 48 milioni balla molto...". Così aveva dichiarato in giornata segretario della Lega. "Non abbiamo una lira, da due anni non riceviamo alcun finanziamento pubblico. Se qualcuno ha sbagliato, vadano a chiedere a questo qualcuno e non a noi". La Lega non si è costituita parte civile nel processo del Tribunale di Genova contro Umberto Bossi e Francesco Belsito da cui è derivato il sequestro di 49 milioni di euro "perché contavamo che in Italia ci fosse giustizia, ci ritenevamo parte lesa".

"Sono sicuro che alla fine ci daranno ragione - ha spiegato Salvini - ma non vorrei che fosse troppo tardi". "Non vorrei - ha aggiunto - che i giudici ci dessero ragione tra un anno o due anni" a elezioni avvenute, quando la Lega ormai non sarà più in grado di operare. "È in evidente attacco politico - ha spiegato -. Non è che qualcuno vuole bloccare la Lega perché sta crescendo troppo?". "Sui conti della Lega oggi ci sono 30 mila euro - ha sottolineato Salvini - stanno sequestrando soldi che sono stati recuperati da militanti" nelle feste del Carroccio "vendendo salamelle e friggendo patatine". Per Salvini l'iniziativa del Tribunale di Genova è "in perfetto stile fascio comunista e mette fuori legge un partito che rappresenta alcune decine di migliaia di cittadini italiani". "Questo - ha concluso - è un esproprio proletario".

"Per la scelta politica di un giudice ci sono milioni di persone che rischiano di rimanere senza voce. Sembra di essere su scherzi a parte ma è la realtà. Qui non si parla di toghe rosse ma ultrarosse". Lo dice il leader della Lega Nord, Matteo Salvini, a Radio Padania in merito al blocco dei fondi del partito. "E' chiaro - aggiunge - che a Pontida dovremo fare delle scelte importanti ed impegnative". Quello che è successo "neanche in Turchia o in Venezuela. Pensate - continua Salvini - se l'attività del terzo partito nazionale fosse bloccata in Francia o in Germania. È una cosa che quando la racconto ai miei colleghi del parlamento Ue non ci credono. Vediamo se qualcuno avrà la dignità di correggere questo errore", aggiunge.

"Piaccia o non piaccia a questo giudice noi arriveremo a governare. Noi vinceremo e cambieremo l'Italia a partire dal sistema della giustizia che è folle. Siamo trattati peggio dei mafiosi perché facciamo paura".

Maria Guarini ha detto...

http://ilsudconsalvini.net/il-filosofo-alexander-dugin-elogia-salvini-ecco-cosa-ha-detto/

Anonimo ha detto...

https://scenarieconomici.it/i-legami-fra-boeri-debenedetti-e-soros-eccoveli-qui/

Anonimo ha detto...

http://www.liberoquotidiano.it/news/personaggi/13357112/steve-bannon-intervista-libero-europa-presto-sparira-cosa-diventera-italia.html

( o la Banda Bassotti ?) : ha detto...

LE TRE “B” – BERGOGLIO, BOERI E BONINO – FAVORISCONO LA TRATTA DEI NUOVI SCHIAVI.
Le tre “B” immigrazioniste :
http://www.marcotosatti.com/2018/07/05/pezzo-grosso-le-tre-b-bergoglio-boeri-e-bonino-favoriscono-la-tratta-dei-nuovi-schiavi/

Anonimo ha detto...

Sequestri fondi Lega Salvini (non responsabile di quanto oggetto della sentenza) ma nessuno di fa problema per:
- 107 milioni di Euro dati dallo Stato per i debiti del giornale L'UNITÀ.
- dei miliardi rubati da Banca Etruria e Monte Paschi di Siena.
- dove sono finiti i soldi dei terremotati gestiti dal PD
....

Anonimo ha detto...

E' dalla cosiddetta manipulite che la magistratura ha soppiantato la politica .
Lavatevele tutti ( politica e magistratura) 'ste mani e ognuno stia al suo posto una buona volta !
La politica si occupi di politica la magistratura si astenga dal bypass-are le leggi .
Virtualmente metto tutti e due dietro alla lavagna in ginocchio sopra i ceci e a scrivere 365 volte : "Devo stare al mio posto " " Devo fare il mio dovere con responsabilita' " oppure vada a zonzo , tanto non saprebbe fare nemmeno quello .

Anonimo ha detto...

Stiamo ancora aspettando che le belve si mettano a ringhiare per i 600 milioni di euro che De Benedetti dovrebbe restituire al Monte dei Paschi, salvato dal PD con i soldi degli italiani.

Anonimo ha detto...

Per 5 luglio 2018 10:03

Appunto , siccome sono tutti specchiati e cristallini...

Anonimo ha detto...

Domanda : Perche' certi magistrati lo fanno ?
Risposta : .............

Anonimo ha detto...

Ridicoli
http://www.ilgiornale.it/news/politica/adesso-ringrazi-paese-cui-stata-accolta-scontro-gardini-1548967.html

Anonimo ha detto...

La sinistra è riuscita ad asfissiarsi da sola
Le masse divennero radicali. E chi guidava il processo, più di Marx, erano Freud e Reich. Fu Augusto Del Noce a capirlo per primo fin dagli anni 70
di Gianfranco Morra
https://www.italiaoggi.it/news/la-sinistra-e-riuscita-ad-asfissiarsi-da-sola-2281742

mic ha detto...

Ong, il giornalista francese svela il patto con gli scafisti: "Distruggono l'Europa per 5.000 euro a migrante"

http://www.liberoquotidiano.it/news/esteri/13357184/ong-giornalista-francese-svela-patto-scafisti-5000-euro-migranti-distruzione-africa-europa.html

Anonimo ha detto...

E questo spiega come mai arrivino perlopiu' sbandati , ex galeotti e malati psichiatrici .