lunedì 19 ottobre 2015

Un forte appello al Papa e ai Padri sinodali

Riprendo dalla traduzione di Cristianesimo cattolico.

«La missione della Chiesa è quella di salvare le anime. Il male, in questo mondo, proviene dal peccato, non dalla disparità di reddito, né dal cambiamento climatico». La traduzione è nostra.
La dottoressa Anca-Maria Cernea, medico presso il Center for Diagnosis and Treatment-Victor Babes e Presidente dell’Associazione dei Medici Cattolici di Bucarest (Romania), ha presentato al sinodo, il 17 ottobre, il seguente appello a papa Francesco e ai padri sinodali:

Santità, Padri sinodali, fratelli e sorelle,

io rappresento l’Associazione dei Medici Cattolici di Bucarest.
Appartengo alla Chiesa greco-cattolica rumena.
Mio padre era un leader politico cristiano che è stato imprigionato dai comunisti per 17 anni. I miei genitori erano fidanzati, stavano per sposarsi, ma il loro matrimonio ha avuto luogo 17 anni dopo.
Mia madre ha aspettato tutti quegli anni mio padre, anche se non sapeva neppure se fosse ancora vivo. Sono stati eroicamente fedeli a Dio e al loro impegno.
Il loro esempio dimostra che con la Grazia di Dio si possono superare terribili difficoltà sociali e la povertà materiale.

Noi, come medici cattolici, in difesa della vita e della famiglia, possiamo vedere che, prima di tutto, si tratta proprio di una battaglia spirituale.
La povertà materiale e il consumismo non sono le cause principali della crisi della famiglia.
La causa principale della rivoluzione sessuale e culturale è ideologica.

Nostra Signora di Fatima ha detto che la Russia avrebbe diffuso i suoi errori in tutto il mondo.
Questo è avvenuto prima con la violenza: il marxismo classico ha ucciso decine di milioni di persone.
Adesso avviene soprattutto dal marxismo culturale. C’è continuità dalla rivoluzione sessuale di Lenin, attraverso Gramsci e la Scuola di Francoforte, alla odierna difesa ideologica dei “diritti” dei gay.
Il marxismo classico pretendeva di ridisegnare la società per mezzo della violenta appropriazione dei beni.
Adesso la rivoluzione va ancora più in profondità: pretende di ridefinire la famiglia, l’identità sessuale e la natura umana.

Questa ideologia si autodefinisce progressista. Ma non è niente altro che l’offerta l’antico serpente all’uomo di prendere il controllo, di rimpiazzare Dio, di organizzare la salvezza qui, in questo mondo.

È un errore di natura religiosa: è lo gnosticismo.
È compito dei pastori riconoscerlo, e mettere in guardia il gregge contro questo pericolo.
«Cercate prima il Regno di Dio e la sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno date in aggiunta» (Mt 6, 33).

La missione della Chiesa è quella di salvare le anime. Il male, in questo mondo, proviene dal peccato, non dalla disparità di reddito, né dal “cambiamento climatico”.

La soluzione è l’Evangelizzazione, la conversione.

Non può essere un sempre crescente controllo del governo. Non può essere neppure un governo mondiale. Sono proprio questi, oggi, i principali attori che impongono il marxismo culturale nelle nostre nazioni, attraverso il controllo della popolazione, la “salute riproduttiva”, i “diritti” degli omosessuali, l’educazione di genere, etc.

Ciò di cui il mondo ha bisogno, oggi più che mai, non è la limitazione della libertà, ma la vera libertà: la liberazione dal peccato. La Salvezza.

La nostra Chiesa fu soppressa dall’occupazione sovietica. Ma nessuno dei nostri dodici vescovi ha tradito la comunione con il Santo Padre. La nostra Chiesa è sopravvissuta grazie alla determinazione e all’esempio dei nostri vescovi, i quali hanno resistito al carcere e al terrore.
I nostri vescovi chiesero alla comunità di non seguire il mondo, di non collaborare con in comunisti.

Adesso abbiamo bisogno che Roma dica al mondo: “Pentitevi dei vostri peccati e convertitevi, perché il Regno di Dio è vicino”.

Non solo noi, laici cattolici, ma anche molti cristiani ortodossi, preghiamo con ansia per questo sinodo. poiché, come si dice, se la Chiesa cattolica cede allo spirito del mondo, allora è molto difficile anche per tutti gli altri cristiani resistere.

32 commenti:

Anonimo ha detto...

Parole semplici, chiare. Parole non inquinate da riflessioni codarde. Queste sono le persone che hanno sofferto per Gesù e sapevano e sanno dove vogliono arrivare. Il resto è viltà.

milton ha detto...

sono queste le storie che dovrebbero commuovere e far riflettere i padri sinodali, non quella del bambino di trieste.....

Tommaso Pellegrino ha detto...

Bravi, "Anonimo " e "Milton", sottoscrivo in pieno.
Tommaso pellegrino - Torino
www.tommasopellegrino.blogspot.com

Cesare Baronio ha detto...

In un primo momento credevo che fosse stato il Papa a dire che il male, in questo mondo, proviene dal peccato, non dalla disparità di reddito, né dal cambiamento climatico. Poi ho riletto con più attenzione, inforcando gli occhiali - alla mia età sono ormai indispensabili - e ho visto che l'appello è rivolto al Papa, non dal Papa. E che l'ha fatto una dottoressa cattolica. Ah ecco, mi son detto: adesso tutto torna. Figuriamoci se Bergoglio parla del peccato...

Già che ci sono vi invito a leggere su internet l'intervista che Espresso ha fatto al rabbino capo di Roma su Bergoglio: il messaggio di Francesco, «che viene visto soprattutto come amore, è pericoloso per l’ebraismo, perché ripropone l’idea che, con l’arrivo di Gesù, il Dio dell’Antico Testamento è cambiato: prima era severo e vendicativo, poi è diventato il Dio dell’amore. Quindi – dice Di Segni – gli ebrei sono giustizialisti e i cristiani buoni e misericordiosi. È un’aberrazione teologica molto antica, che è rimasta una sorta di malattia infantile del cristianesimo». E non gli piace che si usi il termine "fariseo" in senso negativo, anche se osserva che linguaggio comune anche "gesuita" ha una connotazione negativa.

Spieghiamo al rabbino Di Segni che questa idea di un Dio severo dell'Antico Testamento è farina del sacco modernista: ogni buon Cattolico sa bene che Dio è immutabile, e che Gesù Cristo è la Seconda Persona della Ss.ma Trinità, coeterno al Padre e allo Spirito Santo. Dio è buono e misericordioso da sempre e per sempre, non ha certo iniziato ad esserlo con il Concilio.

viandante ha detto...

Bellissima testimonianza: grazie Mic.

Cesare Baronio ha detto...

E a proposito del fastidio del rabbino Di Segni per il termine farisei, citiamo il Vangelo di San Matteo, XXIII, 23-39

"Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che pagate la decima della menta, dell'anèto e del cumìno, e trasgredite le prescrizioni più gravi della legge: la giustizia, la misericordia e la fedeltà. Queste cose bisognava praticare, senza omettere quelle. 24 Guide cieche, che filtrate il moscerino e ingoiate il cammello!

25 Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che pulite l'esterno del bicchiere e del piatto mentre all'interno sono pieni di rapina e d'intemperanza. 26 Fariseo cieco, pulisci prima l'interno del bicchiere, perché anche l'esterno diventi netto!

27 Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che rassomigliate a sepolcri imbiancati: essi all'esterno son belli a vedersi, ma dentro sono pieni di ossa di morti e di ogni putridume. 28 Così anche voi apparite giusti all'esterno davanti agli uomini, ma dentro siete pieni d'ipocrisia e d'iniquità.

29 Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che innalzate i sepolcri ai profeti e adornate le tombe dei giusti, 30 e dite: Se fossimo vissuti al tempo dei nostri padri, non ci saremmo associati a loro per versare il sangue dei profeti; 31 e così testimoniate, contro voi stessi, di essere figli degli uccisori dei profeti. 32 Ebbene, colmate la misura dei vostri padri!

33 Serpenti, razza di vipere, come potrete scampare dalla condanna della Geenna? 34 Perciò ecco, io vi mando profeti, sapienti e scribi; di questi alcuni ne ucciderete e crocifiggerete, altri ne flagellerete nelle vostre sinagoghe e li perseguiterete di città in città; 35 perché ricada su di voi tutto il sangue innocente versato sopra la terra, dal sangue del giusto Abele fino al sangue di Zaccaria, figlio di Barachìa, che avete ucciso tra il santuario e l'altare. 36 In verità vi dico: tutte queste cose ricadranno su questa generazione.

37 Gerusalemme, Gerusalemme, che uccidi i profeti e lapidi quelli che ti sono inviati, quante volte ho voluto raccogliere i tuoi figli, come una gallina raccoglie i pulcini sotto le ali, e voi non avete voluto! 38 Ecco: la vostra casa vi sarà lasciata deserta! 39 Vi dico infatti che non mi vedrete più finché non direte: Benedetto colui che viene nel nome del Signore!"

Di Segni dice che se ne è lamentato con Bergoglio e che adesso "ci sta più attento". Bravo il rabbino che bacchetta il Papa. Non sta mica bene dire "farisei"! E l'altro si lascia mettere in un angolo, dietro la lavagna, col cappello a punta e le orecchie d'asino.

Roba da pazzi... Arriveranno a censurare la Sacra Scrittura per non urtare la suscettibilità degli ebrei.
E poi arriveranno le prostitute e i sodomiti, che reclameranno anche loro di sbianchettare il Levitico, San Paolo, i Padri della Chiesa.
L'importante è non sforbiciare gli atti del Vaticano II, vero?

Anonimo ha detto...

I padri sinodali non hanno cuore, hanno solo interessi personali e la storia del bambino è una bufala.....

Anonimo ha detto...

C'è un solo errore in un appello come questo: credere di rivolgersi a gente in buona fede.

Josh ha detto...

esperti nel contraddire NS Gesù Cristo a ogni riunione:

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/sinodo-i-divorziati-risposati-non-vivono-stato-adulterio-1184431.html

Rr ha detto...

Josh,
fra un po' in stato di peccato mortale ci saremo noi, eterosessuali, apostati da tempo con un uomo o una donna, perché siamo chiusi, limitiamo l' ammmoore ad una sola persona, invece di aprirci agli altri e donare agli altri il nostro ammmoore, magari anche a qualche lesbicotta e frocettino.
Sono sempre più senza vergogna !
Rr

Josh ha detto...

_Mons. Mark Benedict Coleridge (Australia):

"Che quello dei divorziati risposati sia uno stato di peccato non è una novità, ma non si deve parlare di adulterio in questi casi di seconda unione"

"Non si può dire che ogni secondo matrimonio sia un adulterio - ripete mons. Coleridge nel briefing con la stampa -. Se si tratta di una situazione stabile, magari con dei bambini, non è come se parlassimo di una coppia che si incontra ogni tanto in un alberghetto in una relazione segreta. Non può essere la stessa cosa".

_i Vangeli, invece:

_Matteo 19,9

"Perciò io vi dico: Chiunque ripudia la propria moglie, se non in caso di concubinato, e ne sposa un'altra commette adulterio."

_Marco 10,11

"Chi ripudia la propria moglie e ne sposa un'altra, commette adulterio contro di lei."

_Luca 16,18

"Chiunque ripudia la propria moglie e ne sposa un'altra, commette adulterio; chi sposa una donna ripudiata dal marito, commette adulterio."

Luisa ha detto...



" I padri sinodali non hanno cuore, hanno solo interessi personali e la storia del bambino è una bufala......

Ma noooo, anonimo, al Sinodo c`è stata una “svolta” dopo il racconto del bimbo che spezzò l’Ostia. :):)
Vedi anche qui:

http://www.farodiroma.it/2015/10/19/sinodo-verita-e-misericordia-vanno-insieme-ma-certi-cardinali-non-lo-capiscono/

Si pensa sognare ma è la dura realtà, son bene oraganizzati, si son passati la parola e ci stanno prendendo in giro perchè son convinta che l`emozione sui cui tanto insistono è un`invenzione funzionale a quel che si sa, il filo è troppo grosso, innanzitutto avrebbero dovuto porsi la domanda sulla strana coincidenza di quella testimonianza e sulla sua veridicità e poi, se sono pastori cattolici, dunque custodi della dottrina....anche se sono molto emotivi, immaturi e sensibili, con un cuore di carciofo ( e lo si può essere anche a tarda età), com minimo avrebbero dovuto parlare come tali e non esaltare un gesto che, vero o fasullo, è comunque tutto salvo che ammirevole e esemplare.
Ed invece anche una sedicente emozione inventata ad arte serve per far pressione e influenzare i risultati del Sinodo.
Sarebbe solo patetico e ridicolo se non stessimo parlando dei fondamenti della nostra fede, di Eucaristia, Penitenza, Matrimonio.

Josh ha detto...

@Rosa:
tra un po' non sarà peccato nemmeno l'omicidio.

Ah ohibò, ma è già così....
in certi casi, vedi aborto ed eutanasia, non lo è nemmeno considerato più peccato, specie se domandi alla "piramide rovesciata", bisogna sempre sentire l'assemblea permanente della base....

Rr ha detto...

Scusate, ma quando e dove ha parlato di piramide rovesciata, che come qualcuno ha gia' scritto, puzza di Massoneria lontano un miglio?
A parte che una piramide rovesciata e poggiata sulla punta non sta, cade da una parte o dall'altra...

Josh,
non solo aboliscono i Sacramenti. Ma anche i Comandamenti. Dunque, come giustamemte segnali, il V non c'è più, il VI idem, il IX ovviamente abolito, il VII ed il X dipende: se sei ricco, valgono ancora, se sei povero, no.
Rimangono ancora l' VIII, specie se menti al Jefe, il III, se si tratta dell' Earth Day, del 27 gennaio, del I maggio ed in Italia del 25 aprile.
Il iV, avendo svuotato o abolito il Vi ed il IX, non ha più senso - quale padre e quale madre in epoca di plurimamme e pluribabbi, nonché di mamma/ papà e papà/mamma?
Rimarrebbero il I, II, III, ma avviandoci all' Unica Religione Mondiale voluta dal Bnai Broth, saranno anch'essi pastoralmente aggirati e svuotati di significato.
Et voila, pace è guerra, amore è odio, bene è male, Orwell o la congiunzione degli opposti.
Incredibile!
Rr

Anonimo ha detto...

A proposito de tenero bimbo: se la particola fossa stata data in bocca (regola) e non sulla mano (eccezione), certo non ne sarebbe potuto fare un uso di "fantasia".

Josh ha detto...

Rosa, ne ha parlato qui:

http://w2.vatican.va/content/francesco/it/speeches/2015/october/documents/papa-francesco_20151017_50-anniversario-sinodo.html

Josh ha detto...

e nei commenti, noi, qui

https://www.blogger.com/comment.g?blogID=5570132738557818436&postID=5177250608657870628

Riccardo Abbà ha detto...

A parte che la storia di questo untuoso bambino, puzza di Incidente di Gleiwitz a miglia di distanza, letteralmente: è triestino? Messicano? Ruteno? Sudafricano? Boh...

Anonimo ha detto...

Molto significativo quel che fa notare Magister nel suo articolo sulla decentralizzazione, il discorso che pure è destabilizzante e quantomeno devastante, è solo in italiano sul sito vaticano......intelligenti pauca. P.S. Lily Rose, you're too bold, but be careful, They read everything we write, don't forget deacon Nick, the same is for Maurice B, it's only a question of time. Anonymous.

RR ha detto...

Il discorso sul sito è solo in Italiano, ma c'è gente oltreoceano che l'Italiano lo conosce bene e pubblica subito traduzioni in Inglese, che a quel punto fanno il giro del mondo.
Questi pensano di essere sempre nei radiosi anni '60, quando c'era solo la TV di Stato in bianco e nero.
RR

mic ha detto...

Indubbiamente la Rete, rispetto aglu anni 60, molte lacune informative le colma. Ma non serve a nulla se non c'è chi traduce in pratica le azioni conseguenti. E comunque vedremo...

RR ha detto...

Su Rorate, ora: an overwhelming majority of Synodal fathers AGAINST Communion to remarried divorcees.
RR

Luisa ha detto...

La storia del bambino sembra essere sempre più una bufala dalla quale nessuno ne esce indenne, che sia chi l`ha lanciata, chi l`ha ripresa, chi mente, e chi asciuga lacrime di cocodrillo.

http://www.rossoporpora.org/rubriche/vaticano/530-quel-bimbo-per-avvenire-e-triestino-per-tv-2000-e-messicano.html

A quei "vescovi" che hanno sfruttato, in modo indecente, quella storia bisognerebe ricordare le norme per evitare la profanazione della Specie Eucaristica.

Norme che prevedono che chi riceve l’Eucaristia sulle mani deve assumerla innanzi al Sacerdote che l’ha somministrata, sacerdote che deve verificare che la stessa sia assunta davanti al ministro di modo che nessuno si allontani portando in mano le specie eucaristiche. Se c’è pericolo di profanazione, non sia distribuita la santa Comunione sulla mano dei fedeli.

Ma sono ancora cattolici?
Quando un Kasper osa dire che la dottrina è astratta, che cosa si può ancora aggiungere?

Anonimo ha detto...

Evidentemente al vdr importa meno di niente del sinodo che lui ha già deciso come finirà e chi non è con lui peste lo colga, se trova il tempo di scambiare lettere con Andrea Alzetta, AKA come Tarzan, noto cazzaro romano ex assessore, okkupa case, non sue, ovvio, al quale l'ineffabile avrebbe detto di okkuparsi di chi non ha casa, umilmente omettendo le centinaia di appartamenti sfitti di proprietà della cc, il Tarzan gli aveva scritto dopo aver okkupato appartamenti vicini alle ville pontificie di Castelgandolfo che il vdr non ama particolarmente, l'ho sempre detto che prostituirsi colo corpo altrui costa niente, a volte ci si lucra pure. Anonymous.

Rr ha detto...

Tarzan gli ricorderà qualche baldo giovane conosciuto in una qualche Villa miseria di Baires.
Che poi magari alcune di quelle case siano state edificate o acquistate con i risparmi di una vita o siano state ereditate dai genitori, e non le si affittino perché a breve serviranno ai propri figli,o perché l' ultima volta ci son voluto secoli, sentenze su sentenze ed infine la minaccia della forza per riaverle libere, a lui evidentemente sfugge.
Non so se augurarmi che si occupi meno della Chiesa e più di questi elementi sociali, o il contrario, Sembra che qualsiasi cosa faccia, fa danno o, se non danno, semini discordia, divisione e confusione. Non male per essere il VdR.
Rr
PS: non conosco Tarzan, ma se e' tipo Leonka qui a Milano, trattasi di nullafacente, non perché non troverebbe da lavorare, ma proprio perché non ne ha voglia.

Anonimo ha detto...

Bah, leggiti 'In nome del papa re' di Gramellini su La stampa....Anonymous.

Rr ha detto...

Anonymous,
forse non hai colto la velata ironia e doppio senso del mio post. Comunque ho seguito il consiglio e letto. Oh, finalmente un po' di sano amtoclericalismo d' antan, dove qui ci sono i sabaudi e la' i papalini. E vivaddio, il XX settembrw non è così lontano !
Bacchetteranno Gramellini, o finalmente qualcuno si sveglia?
Rr

Anonimo ha detto...

Ho colto tutto, go figure, piuttosto che pensi del presunto tumore cerebrale del vdr? Si spagina e si disserta, ma Lombardi smentisce ed accusa di sciacallaggio i media........non ricordo, sarà che è passato del tempo, che lo facesse quando si era diagnosticato un tumore allo stomaco a papa Benedetto.........io l'ho detto in tempi non sospetti, il fragile fildiferro Ratzinger li seppellisce tutti, in nome dell'ex papa re :D. Anonymous.

RR ha detto...

La testimonianza a questo Gesù per bene, ma non perbenista, è un eccellente motivo per essere protestanti e, a mio parere, anche per diventarlo. Non è monopolio delle nostre chiese, certo: ma, a quanto pare, nemmeno si tratta di una convinzione così diffusa. Se le nostre chiese giocano la loro credibilità su questo , su un Gesù che infrange gli schemi, i "principi", le barriere create anche dalla religione; se è questo Gesù che ci invita a cambiare, e a rischiare, allora persino il "collasso" fa meno paura.

"Non è affatto detto che porre la questione in questi termini faciliti il confronto: anzi, alzando il profilo del dibattito, lo radicalizza. Ma appunto di questo si tratta, della radice, di ciò che conta: di Gesù e del suo messaggio, quello di sempre, vissuto oggi. Il Cristo di sempre, vissuto nel presente, è stato il programma della Riforma: forse non è un caso che alcuni si apprestino a celebrarla, e altri no."

Le parole sopra riportate sono quelle di un teologo protestante, Dott. Ferrario, che Magister riporta in un suo ultimo articolo.
Io le interpreto così: chi vuole "aggiornare il Vangelo" o "adattarlo" all'oggi, alla storia (volutamente minuscolo) ed alle storie, all' evoluzione dei tempi e costumi, attua veramente il Vangelo, che ciò che da sempre fanno i protestanti, e che quindi chi è convinto della bontà e giustezza di un tale approccio NON PUO NON DIRSI o NON FARSI PROTESTANTE. E quindi non può più dirsi , considerarsi, farsi considerare cattolico.

Sbaglio nella mia interpretazione ?

RR

PS: sarà anche un grande teologo, ma sicuramente è anche un grande acido (cfr allusione sul "più autorevole" dei rappresentanti cattolici di un certo pensiero, "almeno fin a qualche tempo fa": dire BXVI costava troppo?). Mi è bastato questo per squalificare ai miei occhi tutto il suo discorso, per altro tipico della "righteousness" protestante di cui parlava in un altro thread Silente
RR

RR ha detto...

Anonymous,
se avesse un vero tumore al cervello sarebbe scusato in tutto, ma non credo sia il caso.
Una cosa della Chiesa 2.0 che non mi è mai piaciuta, è questo tenere nascoste le condizioni di salute dei papi. Che male c'è se uno si ammala? Anzi noi fedeli pregheremmo di più. Ormai siamo delle pellacce, mica ci spaventiamo o andiamo nel panico se sappiamo che il Sommo Pontefice è ammalato. Non è mica il "Grande Timoniere" !
Inoltre comunicati stampa chiari ed esaustivi, non le smentite di Lombardi, eviterebbero la ridda di ipotesi, pettegolezzi e corsa alla notizia che si apre regolarmente in questi casi.
Commento malizioso: Sua Humilidad ha però chiesto ed ottenuto, quickly und schnell, di essere visitato da un luminare. Ovviamente anche un pretino di campagna o un operaio della Breda o un insegnate in pensione hanno la stessa facilità e rapidità di consulto !

RR

Anonimo ha detto...

Il luminare, tale Fukushima, io qui mi toccherei, visto il nome, è stato per ben 3 volte in Vaticano, pare ci siano foto attestanti la sua presenza, ho sentito dire meningioma benigno curabilissimo, a quel che dicono i medici, ma che causa sbalzi di umore, malori vari e piccole perdite di conoscenza.......alla faccia dei corvacci che perennemente svolazzano tra le mura vaticane, il tumore allo stomaco di Papa Benedetto che doveva portarselo via in pochi mesi, non mi pare fosse poi così attendibile, a vedere dalle ultime foto, non l'ho mai visto così bello e sereno in volto, pare il fratello buono di quello andatosene via a febbraio di 2 anni fa, non che la cosa mi dispiaccia, anzi.......ad maiora, Santità e quando uso questo termine sai a chi mi riferisco. Anonymous.

Rr ha detto...

Anonymous,
altra malignità: stan mettendo le mani avanti cosicché se qualcuno mai dovesse accusarlo di eresia, si possa rispondere accusando il meningioma ? Che è benigno nel senso che cresce molto lentamente e non da' metastasi, ma, se supera certe dimensioni, può pure paralizzarti.
Se poteva essere rischioso fare il pap con una fibrillazione atriale in terapia anticoagulante, che sarebbe la patologia di BXVI, non è che con un meningioma si sta più tranquilli.
Personalmente a 80 anni preferirei la prima al secondo.
Rr