mercoledì 7 settembre 2016

Ancora 'antropocentrismo' spinto nell’intenzione di ‘preghiera’ del mese di settembre

L'orizzontalismo ecologico-mondialista di Bergoglio ha colpito ancora duramente [qui]. Ciò che maggiormente ci fa inorridire è la generale indifferenza su una realtà così seriamente degenerata. Credo che quando si perde la capacità di indignarsi, sia un grave segno di decadenza.
A nulla sono valse le nostre e altre precedenti grida di allarme: [qui- qui - qui]. Grida nel deserto, che le sentinelle dormienti e i cani muti non raccolgono...

“Per una società più umana”, scandisce il sito ufficiale (thepopevideo.org) del “network mondiale di preghiera” che riceve ogni mese le “intenzioni” tramite un videomessaggio di Bergoglio.
Emozionale e patinato come un videoclip musicale o commerciale di alta qualità, il video di settembre invita a “pregare” (chi o che cosa? è lecito porsi la domanda, alla luce del video di gennaio) perché “ciascuno possa contribuire al bene comune e alla costruzione di una società che ponga la persona umana al centro”.
La persona umana qui eretta a paradigma, a totem, a idolo può significare qualunque cosa: “al centro” io posso porre le mie emozioni, le mie pulsioni e passioni – non importa quanto ordinate -, le mie personali filosofie – non importa quanto corrette -, ma anche i miei obiettivi terreni e materiali – denaro, fama, potere – che, a parole, questo video oleografico vorrebbe deplorare in nome della solidarietà. Perché no?
“Al centro” della costruenda società migliore c’è insomma di tutto, soprattutto una melassa solidaristica e filantropica indistinta perché priva di un “capo” e di un “ordine”; di tutto, a parte l’unica cosa che dovrebbe occupare il posto centrale nella società, ossia Cristo Re. [Sì, si chiama “regalità sociale di Cristo” proprio per questo motivo, non è un modo di dire.] Non stupiamoci quindi se non ottiene nulla chi, magari in buona fede (?! permettete che ne dubitiamo), prega secondo simili “intenzioni” stile torre di Babele, notoriamente poco gradita al Cielo.
In Cielo, infatti, la logica aristotelica ha ancora un valore e pertanto le gerarchie uomo-Dio sono ben chiare. Attendiamo il giorno in cui torneranno in auge anche nella “chiesa” del Concilio Vaticano II.
Di seguito l'efficace riflessione della nostra lettrice Irina:

Per arrivare a questo è stato necessario un 'lavoro' di più di mezzo secolo, per lo più sottotraccia; messaggi, al di sotto della coscienza, che le persone hanno fatto propri perché non domandavano nulla, anzi invitavano a lasciare andare tutte le resistenze. Ad abbandonarsi alla vita, alle energie positive, alle forze risanatrici che lo scorrere della vita porta con sé. Ci sono stati anche quelli che hanno parlato di Cristo in questo flusso cosmico del divenire. 

Dov'è l'errore? A mio parere, per quel poco che ne so, in questo rilassamento globale le vite sono state alleggerite di ogni peso, di ogni responsabilità e serenamente sono ricominciate ogni cinque, sei anni, forse anche dieci: nuova residenza, nuovo marito, nuovi figli, finché dura. Questa l'apparenza soft dove tutti comprendono tutti e sono amici di tutti. Il suo tornaconto intanto ognuno lo persegue, zitto zitto. Poi piaccia o no, finché non ti decidi a guardare le tue mancanze sei costretto a ripetere gli stessi errori, anche se ti ostini a dare la colpa agli altri, alla mala sorte, al karma, al governo ladro.

Però bisogna riconoscere che molti si son dati da fare nel 'conosci te stesso' e qui vai giù pesante con tutta la psico/filosofia a disposizione. Così i più accorti si son dati le 'loro ragioni', da loro stessi tollerabili, delle loro mancanze, della loro vita, del loro karma. E Cristo? Anche Lui dentro il calderone soft, liquido, cosmico, sempre trionfante; mai al 'bacio di Giuda', alla colonna, alla incoronazione di spine, alla salita sul Calvario, alla crocifissione e morte. Se queste scene forti sono presenti, lo sono come simboli. Tutta questa piacevole favola indolore, non essendo vera, non regge con l'impatto della dura vita, anche se ti ostini a cambiarla nello sforzo titanico di non ripetere te stesso. Le tue contraddizioni puntuali si ripresentano. Ovunque. Con chiunque ti accompagni. Per quanto aperto ti possa disporre alle energie positive.

E allora? Allora qualcuno, se ha ricevuto la Grazia, scopre Gesù Cristo in croce. E prova, non si sa mai. Devi però dargli fiducia, lo sguardo fisso a Lui come S.Pietro sulle acque. Allora Gesù Cristo ti aiuta a guardare la tua vita, nella sua verità, sostenendoti nel dolore e nella vergogna. Come accadde al Santo Curato D'Ars in fuga dal suo posto e da se stesso.

Nel superato Cattolicesimo è tutto in un'altra prospettiva, qui cominci da piccolo a recitare il mea culpa, quello che è soft è Grazia, le energie positive sono il sacrificio di chi dimentica se stesso per amor di Dio in aiuto dei fratelli meno fortunati, se vuoi trovarti veramente devi perderti, dimenticarti, la vita ricomincia ogni giorno a nuovo se ogni giorno la offri a Dio, Uno e Trino, offrendo a Lui ogni tua singola azione. Quindi il centro della tua vita non sei tu che ti posizioni per fare il canale di scolo delle energie cosmiche ma Dio, Uno e Trino, che per quella miseria buona che riesci a darGli ha promesso di darti il centuplo.

E Bergie? Bergie è sempre lì ad ascoltar sirene.S'è tuffato, chiama tra le onde per condurci nel paese dei balocchi. Chi vuole si butti, gli altri si leghino alla Croce.

32 commenti:

mic ha detto...

Due grandi esperti del nulla. Due 'perle' a firma Melloni e Riccardi

http://magister.blogautore.espresso.repubblica.it/2016/09/07/grandi-esperti-del-nulla-due-perle-a-firma-melloni-e-riccardi/

Anonimo ha detto...

Ogni mese sempre più patetiche ed eretiche queste intenzioni di preghiera; sapendo però che provengono dalla cupola massonica (che manovra il Vaticano come manovra l’Ue e gli Usa) non c’è da meravigliarsi più di tanto. Il bello sarà quando le “vere” preghiere, quelle dei pochi rimasti fedeli a Cristo (il piccolo gregge) verranno ascoltate : allora non ci saranno sconti per nessuno di questi impostori, depistatori ed ingannatori del gregge loro affidato. Che Dio conceda loro la grazia di pentirsi in tempo, altrimenti poveri loro !

Anonimo ha detto...

http://www.santegidio.org/pageID/2/langID/it/la-comunit%C3%A0.html
Questa titolo di laurea mi trova concorde : " esperti del nulla ".
Non ho la vostra preparazione ma per grazia di Dio "ho un sesto senso " che mi guida , e mi basta il Catechismo a non lasciarmi abbacinare facilmente da qualsiasi movimento . Da tempo si e' avvertito lo strapotere di questo clan denominato sant'Egidio che ha ridotto la Chiesa di S.Maria in Trastevere in una enclave , in una comunita' di base , senza parlare della Chiesa di S.Bartolomeo dove mi aspettavo di veder comparire il fantasma di Breznev .
A me e' sembrato di entrare nella sede del Partito Operaio Unificato .
Si dice che bisogna capire cosa si predica nelle madrasse in Italia , domanda : cosa si dice e si predica in questo clan?
Quale e' lo scopo di tutti questi soloni che tirano la Chiesa cattolica di qua e di la'?
Da dove affluiscono i denari che li foraggiano ?
Chi finanzia il film sul Papa Francesco e perche' ?
Cosa significa mostrare un papa nudo ?
Per me , ridimensionare la figura del papa e tutto quel che ne consegue . Presentarlo come un povero cristo come tutti , non piu' come Custode a Capo della Chiesa di Cristo ma come un sindacalista qualunque in una grande mega bidonville deve tutti sono poveri , tutti si affannano , tutti vivono senza uno scopo finale come il premio o la pena eterna , dove tutti finiranno semplicemente sotto due metri di terra .
Quanti Preti ex caritas sono stati nominati Vescovi ?
Forse c'entrano le miriadi di esperti del nulla nella messa in onda di questo servizio di cui avete in precedenza parlato ?
Sono un po' alla volta entrati nei gangli vitali: i mezzi di informazione ?
http://www.tempi.it/chi-ha-trasmesso-il-documentario-piu-crudele-contro-madre-teresa-la-tv-dei-vescovi#.V8_cT5OLR3k

Gesù, ti amo, pensaci tu! ha detto...

...e qui , ecc ecc . ecc ?
http://www.campariedemaistre.com/2016/09/nazara-2016-non-mi-e-piaciuta.html

irina ha detto...

Per arrivare a questo è stato necessario un 'lavoro' di più di mezzo secolo, per lo più sottotraccia; messaggi, al di sotto della coscienza, che le persone hanno fatto propri perchè non domandavano nulla, anzi invitavano a lasciare andare tutte le resistenze. Ad abbandonarsi alla vita, alle energie positive, alle forze risanatrici che lo scorrere della vita porta con sè. Ci sono stati anche quelli che hanno parlato di Cristo in questo flusso cosmico del divenire. Dov'è l'errore? A mio parere, per quel poco che ne so,in questo rilassamento globale le vite sono state alleggerite di ogni peso, di ogni responsabilità e serenamente sono ricominciate ogni cinque, sei anni, forse anche dieci: nuova residenza, nuovo marito, nuovi figli, finchè dura. Questa l'apparenza soft dove tutti comprendono tutti e sono amici di tutti. Il suo tornaconto intanto ognuno lo persegue, zitto zitto. Poi piaccia o no, finchè non ti decidi a guardare le tue mancanze sei costretto a ripetere gli stessi errori, anche se ti ostini a dare la colpa agli altri, alla male sorte, al karma, al governo ladro. Però bisogna riconoscere che molti si son dati da fare nel 'conosci te stesso' e qui vai giù pesante con tutta la psico/filosofia a disposizione. Così i più accorti si son dati le 'loro ragioni', da loro stessi tollerabili, delle loro mancanze, della loro vita, del loro karma. E Cristo? Anche Lui dentro il calderone soft, liquido, cosmico, sempre trionfante mai al 'bacio di Giuda', alla colonna, alla incoronazione di spine, alla salita sul Calvario, alla crocifissione e morte. Se queste scene forti sono presenti, lo sono come simboli.Tutta questa piacevole favola indolore, non essendo vera, non regge con l'impatto della dura vita, anche se ti ostini a cambiarla nello sforzo titanico di non ripetere te stesso. Le tue contraddizioni puntuali si ripresentano.Ovunque.Con chiunque ti accompagni.Per quanto aperto ti possa disporre alle energie positive. E allora? Allora qualcuno, se ha ricevuto la Grazia, scopre Gesù Cristo in croce. E prova, non si sa mai.Devi però dargli fiducia, lo sguardo fisso a Lui come S.Pietro sulle acque. Allora Gesù Cristo ti aiuta a guardare la tua vita, nella sua verità, sostenendoti nel dolore e nella vergogna. Come accadde al Santo Curato D'Ars in fuga dal suo posto e da se stesso. Nel superato Cattolicesimo è tutto in un'altra prospettiva, qui cominci da piccolo a recitare il mea culpa, quello che è soft è Grazia, le energie positive sono il sacrificio di chi dimentica se stesso per amor di Dio in aiuto dei fratelli meno fortunati, se vuoi trovarti veramente devi perderti, dimenticarti, la vita ricomincia ogni giorno a nuovo se ogni giorno la offri a Dio, Uno e Trino, offrendo a Lui ogni tua singola tua azione. Quindi il centro della tua vita non sei tu che ti posizioni per fare il canale di scolo delle energie cosmiche ma Dio, Uno e Trino, che per quella miseria buona che riesci a darGli ha promesso di darti il centuplo. E Bergie? Bergie è sempre lì ad ascoltar sirene.S'è tuffato, chiama tra le onde per condurci nel paese dei balocchi.Chi vuole si butti, gli altri si leghino alla Croce.

mic ha detto...

Irina,
riflessione forte efficace, perché VERA!

Anonimo ha detto...

Il cardinale Claudio Hummes, 82 anni, già prefetto della Congregazione per il Clero, sta lavorando intensamente a un suo progetto. Un Sinodo delle diocesi dell’Amazzonia, in cui si dovrebbe discutere di ecologia – naturalmente – ma anche e forse soprattutto di trasformare i diaconi permanenti in “viri probati”. Una specie di amministratori laici dei sacramenti, in sostituzione dei preti. Ma c’è chi vede in questo progetto la punta del cuneo per modificare le regole che riguardano il celibato dei sacerdoti nel rito latino.

http://www.marcotosatti.com/2016/09/07/si-prepara-in-silenzio-un-sinodo-sullamazzonia-viri-probati-ed-ecologia-temi-chiave-il-disegno-di-hummes/

gianlub ha detto...

Qui non c'è stato bisogno di nessun "lavoro" durato 50 anni; questa è tutta "farina del suo sacco" (sacco di Bergoglio) perchè ciò che è stato detto e fatto precedentemente non è assolutamente paragonabile alle eresie bergogliane e tirare in ballo "il terreno preparato negli anni" significa in qualche modo diminuire la resposabilità personale di Bergoglio che invece è totale ed inescusabile.

Franca Negri ha detto...

Abbiamo solo il presente: qui ed ora.
Ma la ricchezza del presente viene dal passato
La mia libertà è in gioco adesso. Ma il suo contenuto, la libertà come adesione ad una bellezza buona e sperimentata, viene dal passato.
Ieri, l'altro ieri e giù giù per la corsa dei secoli.
Fino a quell'attimo, nel tempo, che al tempo diede direzione e significato.
Per questo, la "memoria" è tutto.
Pena l'impotenza del futuro, quando questo presente diventerà passato.
Se esistesse solo il presente, come un punto irrelato, tutto sarebbe vano, un soffio di nulla.

mic ha detto...

gianlub,
come tanti altri ripete ossessivamente questo mantra. Che la situazione sia precipitata è del tutto evidente. Ma abbiamo detto mille volte che Bergoglio non nasce come un fungo e abbiamo individuato e mostrato il filo conduttore che conduce a questo risultato da 50 anni ed oltre, perché nel concilio è confluita e il post-concilio ha attuato la "nouvelle théologie" con tutti i suoi afflati rivoluzionari.

Anonimo ha detto...

Ma...ti dico....a 82 anni.............MAH!
Hasta la victoria siempre !
Dato che e' stato uno dei grandi elettori di questo Papa , la domanda nasce spontanea , da quanto tempo covava tutto questo ?

Centro studi Oriente Occidente : ha detto...

Mons. Livi: San Tommaso Moro e la formazione della coscienza dei laici e l'infallibilità pontificia

Conferenza di Mons. Antonio Livi in Ancona, venerdì 13 maggio 2016, sul tema: Culto dell'emozione, oscuramento della ragione - La figura di San Tommaso Moro e la formazione della coscienza dei laici - La natura dell'infallibilità pontificia e del magistero ordinario.

Pubblicato il 22.05.2016
https://www.itstream.tv/play/NjQyOTY

??? ha detto...

Sospetto :
Era il Cardinale Hummes l'ombra che informava il Vescovo Bergoglio per filo e per segno di quanto succedeva a Roma , in maniera che al momento della presa della Bastiglia fosse aggiornato su tutto ?
Mi astengo dal continuare...

Anonimo ha detto...

MA QUALE ANTROPOCENTRISMO SE LO CHIEDETE A BERGOGLIO NEANCHE SA COS è è un messaggio sindacale ,buonista ipocrista infatti si guarda bene nel condannare la cina e le multinazionali,sono loro che affossano i diritti dei lavoratori


un cattolico peccatore

Josh ha detto...

video...il concetto ONUsiano del common good/bene comune...nella casa comune...
sembra uno spot IKEA

Josh ha detto...

@un cattolico peccatore
nel tuo commento forse scritto in fretta c'è un errore di battitura(io ne faccio milioni)che in realtà veicola un neologismo molto veritiero

_il messaggio "ipocrista"

ipo- dal gr. ὑπό, ὑπο-; lat. hypo, significa al di sotto, meno di, in qualità inferiore di-

E infatti si tratta di messaggio al di sotto di Gesù Cristo, meno di-,
proprio non ce la fa a raggiungerLo, nemmeno a parlarne ogni tanto di sfuggita.

E poi, suvvia la catena di montaggio mostrata come marxismo puro.
Naturalmente esistono catene di montaggio, e spesso il lavoro è mooolto più veloce e gravoso di quanto mostrato lì.
Ma limitare la visione papale a questa idea della società, della casa comune meterialisticorizzontale, non se ne può più.

Anonimo ha detto...

La cosa che ho notato è che molti di questi cialtroni arrivano ad una età molto avanzata prima di tirare le cuoia. E non è che con l'avanzare dell'età costoro diventano più ragionevoli almeno per timore delle conseguenze sempre più prossime delle loro tante eresie .Imperterriti continuano l'opera di demolizione della Chiesa intrapresa in giovane età ,come se dovessero vivere per sempre.Considerando quanti eretici ottuagenari ci sono nella Chiesa mi vien da pensare a quella frutta che viene acquistata acerba e che marcisce senza mai maturare. bobo

A. D. ha detto...

Ma proprio quel cardinale Hummes che dopo il 13/3/13 disse "quattro anni di bergoglio basteranno" ?

A.D. ha detto...

Ma proprio quel cardinale Hummes che dopo il 13/3/13 disse "quattro anni di bergoglio basteranno" ? (Proprio 4 per di più!)

Luigi Rmv ha detto...

Ben ritrovati carissimi amici, mi conforta partecipare di nuovo a questo blog.
Dopo un bel pellegrinaggio e un riposo ristoratore in cui ho fatto un pò di "deserto", ho affrontato una discussione familiare allucinante, guai a chi tocca Bergoglio!
Sembravo un laziale in curva sud...
Sono straconvinti (tra le tante eresie) che la Chiesa cattolica non c'entra niente con Gesù, che sono i precedenti papi a non aver capito nulla perché la vera Chiesa è quella di Francesco, che non bisogna ascoltare i sacerdoti, che il Vangelo va letto e interpretato per proprio conto, ecc....
In parte gli ho dato ragione, in quanto alcuni sacerdoti, cioè quelli modernisti e il papa stesso, non vanno più ascoltati.
E' stata proprio quella discussione una prova evidente e concreta.

In questi piccoli episodi, che capitano anche a voi tutti, si tocca con mano la frattura sempre più netta e irreparabile nel mondo cattolico, perché i nuovi ultrà papa boys si turano le orecchie pur di non sentire.
Mettono in discussione gli elementi di base della nostra religione.
Anzi, come diceva il card. Biffi, non di 'una' religione, ma della Persona, vero uomo e vero Dio, in cui crediamo ancora.

Anonimo ha detto...

http://www.lastampa.it/2016/09/07/vaticaninsider/ita/vaticano/dio-non-ha-mandato-suo-figlio-per-annientare-i-malvagi-8ascnkkMqzIX7XbHLKfe6N/

Josh ha detto...

parziale OT

è chiaro che il cattivo esempio contagia dagli scranni più alti, tutti quelli inferiori, fino all'imbarbarimento generale:

http://www.lastampa.it/2016/09/07/esteri/il-re-di-norvegia-siamo-tutti-gay-e-profughi-qiMgoG3aYH9bmfLWXgEcXM/pagina.html

Re Harald V di Norvegia: “Siamo tutti gay e profughi” «Siamo tutti norvegesi: ragazze che amano altre ragazze, ragazzi che amano altri ragazzi, e ragazze e ragazzi che si amano tra loro... i norvegesi credono in Dio, in Allah, in tutto o in nulla. Sono norvegesi anche quelli venuti dall’Afghanistan o dal Pakistan, dalla Polonia, dalla Svezia, dalla Somalia e dalla Siria».

http://www.lastampa.it/2016/09/07/esteri/storica-nomina-di-obama-primo-giudice-federale-musulmano-YIKBWEJ416wYFrnFL7RrSK/pagina.html

Obama nomina primo giudice federale musulmano

Josh ha detto...

c'è chi può: GB costruisce un muro a Calais (e a quanto pare la Francia glielo lascia fare, siamo solo noi i minus habentes)

http://www.ilgiornale.it/news/mondo/calais-regno-unito-costruir-muro-anti-migranti-1304014.html

mic ha detto...

Josh, certo chi parla da posizioni autorevoli da' il cattivo esempio. Ma più che cattivo esempio è follia collettiva!
Poi c'è chi in ritardo costruisce muri. Mentre noi li andiamo a prendere sotto le loro coste. E non solo noi ma anche navi di altre nazioni e li sbarca qui da noi... È un assurdo inconcepibile e continuano a propinare discorsi ideologici e strumentali e logiche aberranti nei nostri confronti.
Libera nos Domine!

Josh ha detto...

Un'altra iconica inversione di senso a cui la mia generazione ha assistito, Maria:
una volta...i punks "cantavano" ai governanti: "No future for you!"

Oggi invece sono i nostri s-governanti ad avere decretato: "No future for you!", cioè per noi. E ho detto tutto.

Libera nos Domine!

«Nata Maria surrexit aurora» ha detto...

Buon Compleanno , Mamma !
http://www.settimanaleppio.it/dinamico.asp?idsez=1&id=1165

Io inizio oggi . ha detto...

Per l'Italia , che avrebbe dovuto essere veramente un paese cattolico e dare il buon esempio, e per Roma per la conversione dei poveri peccatori

(Approvazione del luogo del Culto Itapiranga(Brasile) Imprimatur del Vescovo mons.Carillo Gritti).
Il 22 LUGLIO 2016 LA MADONNA IN UNA APPARIZIONE AVEVA CHIESTO DI PREGARE 50 MAGNIFICAT AL GIORNO PER 3 MESI PER L'ITALIA AFFINCHE LA PROTEGGA E LA DIFENDA DAGLI UOMINI DAL CUORE PIENO DI ODIO E VIOLENZA(TERRORISMO),AFFINCHE FACCIA CADERE I POTENTI DAI TRONI E INNALZARE GLI UMILI(CONVERSIONE DEI POLITICI).

Magnificat
Magníficat ánima mea Dóminum,
et exsultávit spíritus meus
in Deo salvatóre meo,
quia respéxit humilitátem
ancíllæ suæ.
Ecce enim ex hoc beátam
me dicent omnes generatiónes,
quia fecit mihi magna,
qui potens est,
et sanctum nomen eius,
et misericórdia eius in progénies
et progénies timéntibus eum.
Fecit poténtiam in bráchio suo,
dispérsit supérbos mente cordis sui;
depósuit poténtes de sede
et exaltávit húmiles.
Esuriéntes implévit bonis
et divites dimisit inanes.
Suscépit Ísrael púerum suum,
recordátus misericórdiæ,
sicut locútus est ad patres nostros,
Àbraham et sémini eius in sǽcula.

Glória Patri et Fílio
et Spirítui Sancto......

Luisa ha detto...

Quante volte abbiamo "denunciato" il silenzio colpevole e codardo (o complice e consenziente) dei vescovi, ogni tanto è confortante osservare che, se restiamo impotenti, non siamo soli:

"Dilaga la Chiesa arcobaleno. E i vescovi in silenzio"
di Tommaso Scandroglio

Scandroglio chiude così il suo articolo :

"Qui vogliamo solo appuntare un dato: l’inerzia totale delle gerarchie nel denunciare pubblicamente simili iniziative.
Perché l’arcivescovo di Palermo Corrado Lorefice non fa almeno una ramanzina a Padre Cosimo? Forse lo avrà ripreso privatamente – siamo anche noi garantisti – ma operando solo così lo scandalo non è evitato.
Perché i vescovi competenti non tuonano contro il Progetto Gionata? Gli atti omissivi verso il male, che permettono il male quando sarebbe doveroso impedirlo, pesano tanto quanto se non di più degli atti commissivi.

In breve qui siamo in presenza di sedicenti cattolici che spacciano l’omosessualità come condizione buona e compatibile con l’insegnamento di Cristo. È come un rivenditore Ferrari che consiglia al cliente di comprarsi una bella Skoda. Non credete che il responsabile vendite Ferrari appena appreso di questo comportamento scorretto che favorisce la concorrenza licenzierebbe in tronco il fedifrago rivenditore?"
 

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-dilaga-la-chiesaarcobaleno-e-ivescovi-in-silenzio-17346.htm

Emanuele ha detto...

Nell'udienza del mercoledì il Papa ha terminato con questa frase:"Infine, c’è chi soffoca la fede in un rapporto puramente intimistico con Gesù, annullando la sua spinta missionaria capace di trasformare il mondo e la storia. Noi cristiani crediamo nel Dio di Gesù, il cristiano crede nel Dio di Gesù Cristo, e il suo desiderio è quello di crescere nell'esperienza viva del suo mistero di amore. Impegniamoci dunque a non frapporre alcun ostacolo all'agire misericordioso del Padre, ma domandiamo il dono di una fede grande per diventare segni e strumenti di misericordia."
A parte il confuso invito a non frapporre alcun ostacolo all'agire misericordioso del Padre, non capisco cosa si intenda che noi cristiani crediamo nel Dio di Gesù Cristo. Ma Gesù non è Dio, seconda persona della Santissima Trinità? Vero Dio e vero Uomo, come recita il Credo?

Emanuele

Josh ha detto...

@Emanuele

"Il Dio di Gesù Cristo"

espressione teologicamente alquanto impropria ma ormai inflazionata, anche se errata

cfr. con ottimi argomenti

http://disputationes-theologicae.blogspot.it/2010/01/mons-gherardini-stronca-la-cristologia.html

Anonimo ha detto...

Come volevasi dimostrare :
http://www.corrispondenzaromana.it/sbeffeggiati-al-festival-di-venezia-il-papa-e-il-vaticano/

Anonimo ha detto...

Il Dio di Gesù Cristo è anche il titolo di un libro di Ratzinger.
antonino