sabato 21 aprile 2018

La sentita benedizione del Card: Burke per la Veglia di Reggio Emilia

cliccare sull'immagine per ingrandire
La benedizione e la vicinanza spirituale del Card. Raymond Leo Burke per la Veglia di preghiera per Alfie Evans, che ha avuto luogo alle ore 19:00 di stasera a Reggio-Emilia, che mostra la Fortezza del popolo cristiano.

« Il Vangelo della vita sta al cuore del messaggio di Gesù. Accolto dalla Chiesa ogni giorno con amore, esso va annunciato con coraggiosa fedeltà come buona novella agli uomini di ogni epoca e cultura ». (Evangelium vitae, n.1)
« si delinea e consolida una nuova situazione culturale, che dà ai delitti contro la vita un aspetto inedito e — se possibile — ancora più iniquo suscitando ulteriori gravi preoccupazioni: larghi strati dell'opinione pubblica giustificano alcuni delitti contro la vita in nome dei diritti della libertà individuale e, su tale presupposto, ne pretendono non solo l'impunità, ma persino l'autorizzazione da parte dello Stato, al fine di praticarli in assoluta libertà ed anzi con l'intervento gratuito delle strutture sanitarie ».(Evangelium vitae, n.4)

Il caso del piccolo Alfie mostra il grande dilemma di questa assurda società post-tante cose: o l’esistenza di Dio, o l’assurdo radicale.

11 commenti:

irina ha detto...

La pagina web della Bussola non funziona, così dice il mio pc.

Potete controllare anche voi, per favore?

irina ha detto...

Son tornata a casa, ho riaperto il pc ed ero certa di trovare decine di commenti con testimonianze: aver telefonato per i passaporti, aver scritto una mail per un'ultima proposta per Alfie. Non ho trovato nulla. Nessuno sembra aver mosso una pagliuzza. Tiepidi.
Buona Domenica. E un accurato esame di coscienza serale,nei prossimi giorni.

Anonimo ha detto...

"Il piccolo Alfie Evans è condannato a morte da una sentenza di secondo grado dell'Alta Corte inglese. I genitori stanno lottando per la vita del loro bambino. Il Papa ha ricevuto in udienza il padre. Gli ospedali Bambino Gesù e Gaslini sono pronti a prendersi cura del piccolo paziente al quale però è proibito lasciare il Paese. E' la sua ultima speranza. Solo la forza della preghiera potrà sciogliere i cuori e sbriciolare muri che ora sembrano insormontabili. Unisciti alla rete dei cuori e recita una preghiera per Alfie e la sua Famiglia. Aiutaci a diffondere questo post" (Mons. Francesco Cavina).

mic ha detto...

http://www.lanuovabq.it/it/curare-alfie-e-faticoso-ma-larroganza-e-satanica

irina ha detto...

Si può avere il sito della regina Elisabetta e mandarle la richiesta di sospensione dell’articolo che impedisce ad Alfie di uscire da UK e/o la sospensione della figura del tutor ed il ritorno di Alfie sotto la patria podestà? Unitamente si spediscono queste foto e noi firmiamo.Abbiamo ancora tempo, domani alle 13 saranno staccati tutti i tubi e Alfie morirà. Possiamo fare questo sforzo? Alfie ora è il nostro portabandiera, se non ci muoviamo come un sol uomo davanti a tanto, che cosa ci potrà mai muovere ancora?

Le foto si trovano su Riscossa e su La Bussola

irina ha detto...

Gentile Mons. Francesco Cavina,

Chieda, per favore, al Papa di mettersi in contatto con la Regina Elisabetta e di parlare del caso Alfie Evans. I due Stati possono cooperare positivamente per cercare di salvare le vita di Alfie Evans. Se Sua Maestà, sospende il Tutor di Alfie, il bambino può tornare sotto la patria potestà di Thomas e Kate Evans e andare al Bambin Gesù. Come ha ben specificato la Signora Enoch, vi sarebbe un confronto continuo tra i due ospedali.
Gentile Monsignore, a questo punto solo un venirsi incontro dei due Capi di Stato può lasciar che Dio, Uno e Trino, trovi uomini e donne di buona volontà, disposti a farsi guidare da Lui sulla Via della Verità e della Vita.
Grazie a nome di noi tutti.

mic ha detto...

Si può avere il sito della regina Elisabetta e mandarle la richiesta di sospensione

Lo ha già fatto l'indomito padre di Alfie.

Sacerdos quidam ha detto...

Ho potuto solo ora accendere il computer: ho inviato naturalmente due email in Segreteria di Stato per i passaporti alla famiglia Evans.
Potrebbero ancora fare in tempo, se volessero.
Ma il problema è che quella cricca di delinquenti di Liverpool, giudici e medici dell'Hey Hospital, hanno evidentemente già deciso di infischiarsene di qualsiasi intervento esterno.
Comunque facciamo tutto ciò che possiamo, e preghiamo.
Il Signore in ogni caso farà giustizia a suo tempo, e sarà un dies irae tremendo per quei miserabili assassini.

mic ha detto...

L'esecuzione del piccolo Alfie è stata ancora una volta rinviata. Del resto sarebbe stato quanto mai disdicevole farla coincidere con la nascita, avvenuta oggi, del royal baby...
Inoltre risulta che gli è stata accordata la cittadinanza italiana, che speriamo permetta il suo trasferimento
al Bambin Gesù.

irina ha detto...

I ministro Alfano dovrebbe parlare con il ministro Boris Johnson. Il ministro Boris Johnson ha molti figli ora adolescenti, è un latinista, studioso della antica Roma, città che consce bene. I due ministri potrebbero forse parlare in italiano.
Preghiamo.

Anonimo ha detto...

È uno di quei giorni in cui ti ricordi che la politica può farti fare grandi cose. Da mamma, da italiana e da presidente di partito ringrazio di cuore il presidente del Consiglio Gentiloni e i ministri Alfano e Minniti per aver accolto il mio appello e aver deciso di concedere la cittadinanza italiana ad Alfie Evans: questo permetterà di aprire uno spiraglio per consentire al piccolo di venire in Italia ed essere accolto in una delle nostre strutture ospedaliere. Ai genitori Thomas e Kate il nostro abbraccio con l'augurio di poterli vedere presto nella nostra Nazione.
Giorgia Meloni