giovedì 23 agosto 2018

Colpi di coda o sferzate concordate?

Siamo sotto i colpi di coda, o le sferzate concordate, di certe nomine, nei ranghi militari e della magistratura, di un 'regime' globalista suicidario per la nostra Patria e la nostra civiltà. Si è malauguratamente innescata una miscela esplosiva contro l'Italia e gli italiani.
La saldatura tra alcune componenti delle forze armate e della magistratura può essere molto pericolosa per la democrazia. I Magistrati dovrebbero ricordare che amministrano la Giustizia in nome del popolo e non al servizio del pensiero unico dominante e i Militari che il loro ruolo è servire la Nazione. Il problema è che sono state tradite le fondamenta di un'autorità orientata al bene comune e non esercitata da gabbie ideologiche. Condenso di seguito le ultime riflessioni mie e di altri scaturite nelle discussioni.

Intanto vorrei ricordare a tutti che un'arma eccezionale, sempre usata con successo dalla sinistra, è: 'alzare un polverone'. Quando il polverone è stato alzato la vista e l'orientamento sono preclusi a tutti, tranne a coloro che l'hanno alzato che, nella nuvola di polvere, raggiungono i propri scopi e le postazioni ambite. Quando la polvere si posa di nuovo a terra tutto è cambiato.
Non so quanti siano gli uomini e le donne sinceramente italiani, ora è il momento di dimostrarlo, senza venir meno mai al riguardo dovuto alle persone che si sono fidate di persone inaffidabili, che li stanno usando come hanno usato e usano gli italiani per il loro tornaconto ideologico e di potere.
Ѐ chiaro ormai che vogliono stringere il cerchio intorno a Salvini, nel rispetto della legge ovviamente. Mi sembra che Salvini un pugno di persone oneste, che si intendono di legge, intorno ce l'abbia. Parli con loro, e trovino la via d'uscita, legale, dalla trappola nella quale l'hanno infilato e lui sta cadendo.

E il Presidente Conte non aveva detto che sarebbe stato l'avvocato degli italiani? Se lascia solo Salvini anche solo cincischiando diventa l'avvocato degli invasori e degli irresponsabili che fanno il gioco dei poteri forti!

Intanto La Stampa titola (sfumatura di regime, come nel resto dell'articolo): Salvini contro tutti: "sulla Diciotti non cambio linea, se volete cambiate il ministro", invece di fotografare la realtà che è: Tutti contro Salvini ...
In effetti tra le tante reazioni di Salvini mi pare ci sia la minaccia di dimettersi, forse solo retorica. Ma se davvero lo facesse (Dio non voglia!) sarebbe la fine di ogni speranza per il futuro dell'Italia! C'è il serio rischio che non ci mandino al voto e inciucino con quella sorta di Nazareno2 (i resti di FI/PD), tradendo anche quegli elettori non PD che costituiscono una delle tante anime del m5stelle che è un'accozzaglia tra protesta, ingenuità e capacità arrembante di cavalcare le istanze di cambiamento... Purtroppo però dei 5 stelle sta emergendo l'anima PD.... Brutta faccenda. Brutto momento. Forza Salvini!

Comunque anche la suddivisione dei clandestini è una fregatura: significa 'spalmarli' e assecondare l'invasione, che tale è! Bisogna bloccare le partenze, con ogni mezzo... Infatti, che senso ha continuare a discutere su chi se li deve prendere? Le orde afro-islamiche non devono proprio entrare in Europa; bisogna anzi iniziare con i blocchi (dice bene Giorgia Meloni), i respingimenti ed i rimpatri. Attivare le diplomazie e fare progetti concreti per questo. Il problema è che i poteri forti si stanno scatenando. E noi non possiamo cavarcela con i like o con i commenti sui social. Ѐ arrivato il momento di scendere in piazza e di far sentire la nostra voce! Intanto, non tralasciamo il Santo Rosario! [vedi] (Maria Guarini)

89 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma poi il bello è che la banchina del porto di Catania è invasa da deputati rosè proveniente dai più svariati punti di villegiatura per chiedere di ispezionare la nave dove si compie il reato di "sequestro di persone". Davanti al ponte di Genova nessuno. Lì era solo strage. Vera.

Ah quanto mi manca Attila !!!

mic ha detto...

«Se vuole intervenire il presidente della Repubblica, lo faccia. Se vuole intervenire il presidente del Consiglio, lo faccia.
Ma non con il consenso del ministro dell'Interno e del vicepresidente del Consiglio». Poche parole, buttate lì a sera da Matteo Salvini durante i venti e passa minuti di diretta Facebook. Quasi fossero un inciso, senza alcun riferimento polemico e con il tono tranquillizzante di chi sta dicendo una banalità. In verità, niente altro che la conferma del gigantesco strappo istituzionale che si è andato consumando durante tutta la giornata di ieri, caratterizzata da un vero e proprio braccio di ferro che ha coinvolto Quirinale, Palazzo Chigi e Viminale.
...
http://www.ilgiornale.it/news/politica/colle-e-viminale-ai-ferri-corti-matteo-minaccia-dimissioni-1567302.html

Anonimo ha detto...

Siamo arrivati al paradosso che le motovedette libiche difendono l'Italia dall'invasione e quelle italiane la agevolano.

Anonimo ha detto...

Le tecniche subdole di chi non ammette la sconfitta e cerca in tutti i modi di rimontare a cavallo.
Ma purtroppo hanno impiantato un sistema che ancora non viene scardinato perché si lasciano operative certe nomine strategiche.

Anonimo ha detto...

Ma siamo un paese normale?
43 morti crolla un ponte e nessun indagato
Nave Diciotti indagato il ministro degli interni che sta dalla parte degli italiani. Non ci capisco più nulla

irina ha detto...

Ipotesi:

Abbiamo il solito complotto alla 2011 organizzato fuori sede, naturalmente.

L'europa simula davanti al mondo di prendere in considerazione l'equa ripartizione dei cosiddetti migranti, che migrano fino alle itale sponde e poi si fermano e non migrano più.

Intanto il conte uscente aveva nominato i traditori giusti ai posti giusti, sia mai le elezioni avessero dato risultati non conformi al vecchio andazzo.

Il cambio di sede dello scrittore napoletano avrebbe dovuto essere un segnale da interpretare non nel senso della sua sicurezza personale ma, della nostra insicurezza organizzata, fuori sede, con cerchie cosmopolite a noi sconosciute.

E' stato lui un provocatore, stabile e stabilito Oltreoceano, del Ministro dell'Interno Italiano. Intanto la muta di cani si arricchiva di altri nomi in europa, per non dire in Italia stessa, con tutto il carrozzone politico e massmediatico che rosica visceralmente,

Come Berlusconi, anche Salvini è da defenestrare. La storia però non si ripete mai pedissequamente. Le persone sono diverse e diverso, in modo particolare, è il seguito che oggi ha questo governo.

L'altro giorno Antonio Socci ha scritto che con Genova è iniziata la Terza Repubblica, perchè, in sintesi, non si era mai visto un Governo accolto, durante un funerale di Stato, da un lungo e caloroso applauso, cioè la gente è con loro. Quindi attenti! Con tutte le loro umane debolezze, le persone sanno , capiscono che loro stanno cercando di difenderle. E li seguono docili.

lister ha detto...

Paese normale?
L'Italia ha smesso di essere un Paese normale la notte tra il 24 ed il 25 Luglio 1943...

Italicus ha detto...

Giorgia Meloni: i PM indagano Salvini e non chi ha favorito l’immigrazione clandestina? Risolvere il problema a monte: blocco navale al largo delle coste libiche per impedire ai barconi di partire e non avere altri casi Diciotti.

Anonimo ha detto...

https://www.corrispondenzaromana.it/perche-famiglia-cristiana-e-la-cei-sono-contro-salvini/

Anonimo ha detto...

VOLERE PROCESSARE SALVINI PERCHÉ DIFENDE L'ITALIA, È COME VOLERE PROCESSERE IL POPOLO....TUTTI NOI!

"Sequestro di persona". La voglia dei pm di processare Salvini
Le toghe come Saviano.
Lucia Borgonzoni

Anonimo ha detto...

La “minaccia di dimissioni” di Matteo Salvini. Nelle ore successive allo scontro sulla nave Diciotti, si sono moltiplicati i retroscena relativi alla “misura estrema” prospettata dal ministro degli Interni al premier Giuseppe Conte: quello di lasciare, appunto, nel caso il governo non difendesse la linea dura del Viminale sugli sbarchi. “Salvini non ha mai minacciato le dimissioni, né intende farlo – spiegano fonti vicine al leader della Lega -. La notizia riportata come retroscena è fantasiosa e priva di ogni fondamento”.

La voce del patriota ha detto...

"La procura valuta l’ipotesi di sequestro di persona perche’ Salvini non consente ai migranti della Diciotti di sbarcare. Strano che questi solerti magistrati non abbiano mai preso in considerazione di indagare per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina i governi che hanno fatto entrare in Italia 600 mila clandestini mantenuti a spese degli italiani. Anche per questo Fratelli d’Italia propone di risolvere il problema a monte: blocco navale al largo delle coste libiche”. E’ quanto ha scritto su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Anonimo ha detto...

http://www.totalita.it/articolo.asp?articolo=9047&categoria=6&sezione=1

L'ambasciatore francese licenziato e il vento dell'est. Una vicenda incredibile ma vera.
Le radici profonde non gelano ...

Finalmente! ha detto...

“Se l’Unione europea si ostina con questo atteggiamento, se domani dalla riunione della Commissione europea non esce nulla e non decidono nulla sulla nave Diciotti e sulla redistribuzione dei migranti, io e tutto il Movimento 5 stelle non siamo più disposti a dare 20 miliardi all’ Unione europea”. Lo ha detto il vicepremier Luigi di Maio, precisando di parlare in questo caso da capo politico del Movimento 5 Stelle, rispondendo alle domande dei cronisti sulla vicenda della nave della Guardia costiera ferma al porto di Catania senza l’autorizzazione a far sbarcare 150 migranti.

Anonimo ha detto...

Il m5stelle ha capito che l’unione Europea non vuole questo governo, perché è scomodo e non è in linea con l’idea di colonizzazione che avevano in mente per l’Italia.
Dovevamo diventare a tutti gli effetti una colonia gestita dall’ UE, perché l’Italia è un paese strategicamente fondamentale....
Dovrà essere un governo compatto con tutti i rischi annessi!!

Anonimo ha detto...

Sbarcati i bambini della Diciotti.
Speriamo che abbiano sufficiente latte in polvere per allattarli.
https://www.facebook.com/PaulBratterForever/photos/a.920179244702054/1754990187887618/?type=3&theater&ifg=1

E questi sarebbero bambini ?
E questi sarebbero minorenni ?
Ma questi sono vecchi !!

Anonimo ha detto...

Se questa non è una dichiarazione di guerra, il preludio a un Golpe (tipo quello di Napolitano che insediò il Governo di Mario Monti) ditemi voi cos'è.
Con tanti saluti al suffragio universale e alla libertà di voto. Il bestione partitocratico (PD + Forza Italia + quinte colonne) sta dando gli ultimi colpi di coda nella sua agonia... e non è detto che questi colpi vadano a vuoto. Fermezza e coraggio dunque, i nemici della libertà non hanno ancora vinto e, ogni volta che il popolo è stato chiamato alle urne (da settant'anni a questa parte), la Rivoluzione è sempre stata, seppur con alti e bassi, sconfitta. Pucci Cipriani
https://rivistacontrorivoluzione.blogspot.com/2018/08/fermiamo-il-nuovo-golpe-dei-poter-forti.html?spref=fb

Anonimo ha detto...

http://www.adnkronos.com/fatti/politica/2018/08/22/salvini-contro-fico-ministro-sono_OUaA24KrOYhlfQkiPfTotJ.html
Quando sono troppi galli a cantare non si fa mai giorno !

Anonimo ha detto...

Trieste, 23 ago – Negli ultimi giorni il dibattito politico riguardante l’immigrazione è tutto concentrato sulla questione “Diciotti” così come in precedenza lo era per l’ormai nota nave “Aquarius”. Porti chiusi o porti aperti? Non è un dilemma scespiriano quanto l’unico argomento finora affrontato dal Governo in tema di arrivi. Ma è questo l’unico di cui bisognerebbe occuparsi? Indubbiamente no. Il tema degli arrivi via mare, lungi dall’essere il più significativo, è però il più appariscente e quello maggiormente seguito. Basti guardare il sito del Ministero dell’Interno per notare che nella sezione “Dati e Statistiche” compare la voce “Sbarchi e accoglienza dei migranti” come se questo fosse l’unico dato rilevante. Quello che ancora non è noto, o lo è ma ignorato, è quanto accade in Friuli Venezia Giulia ed in particolar modo a Trieste.

https://www.ilprimatonazionale.it/approfondimenti/trieste-la-frontiera-dimenticata-ma-limmigrazione-e-il-terrorismo-passano-anche-da-qui-91691/

Anonimo ha detto...

https://alebenigni.wordpress.com/2018/08/23/caso-diciotti-minori-non-accompagnati/

Anonimo ha detto...

Per i morti di Genova non hanno trovato il tempo di un post; e se lo hanno trovato, è stato per muovere accuse di sciacallaggio o per sfoderare, per così dire, un esemplare garantismo autostradale. Per la Diciotti, sulla quale nessuno fortunatamente rischia la vita, sono tutti di nuovo sulle barricate schiumanti di rabbia: per la loro distanza dalla realtà, i guru "de sinistra" cominciano a fare tenerezza.
Giuliano Guzzo

Un picciotto (garibaldino) ha detto...

Sul molo a Catania è in corso una manifestazione pro Salvini ma soprattutto contro l'immigrazione. Gli italiani ancora sani di mente non stanno più a guardare e a subire le sceneggiate dei buonisti indignati di professione.

Anonimo ha detto...

https://www.interris.it/italia/cos--il-no-way-australiano-che-piace-a-salvini

Anonimo ha detto...

http://www.reportdifesa.it/nave-diciotti-cavallo-troia-roma-bruxelles/

....rigurgito di orgoglio nazionale tendente a mettere fine all’incredibile scandalo dell’accoglienza illimitata e incontrollata ereditata dagli ultimi Governi. Politica condotta in prima persona dal ministro dell’Interno, istituzionalmente competente, non sorretta però univocamente dalla maggioranza e avversata dall’opposizione (in modo abbastanza risibile) e da numerose realtà che influenzano l’opinione pubblica e i mercati, legittimando in qualche modo interventi a gamba tesa della Magistratura.
Concludendo, occorre enucleare dei punti fermi: il Ministro dell’Interno è la sola Autorità nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica! Le Forze di polizia – tutte, Capitanerie di Porto comprese, ai fini dell’ordine e sicurezza pubblica – dipendono esclusivamente da lui e non dalla Magistratura, nè dal presidente del Consiglio nè dal capo dello Stato!

I migranti a bordo della Diciotti non sono cittadini italiani, nel nostro ordinamento giuridico sono dei bei fuori legge, non sono sequestrati da nessuno – questi paroloni senza senso lasciamoli stare – anzi sono generosamente ospitati, a spese dei contribuenti italiani! Sono solo trattenuti in attesa di determinazioni che dovranno arrivare dalla Commissione europea, unica responsabile del tempo trascorso e che ancora dovrà passare.

Il Governo italiano farà bene, se l’Europa continuerà a glissare la problematica, ad individuare un’area dove custodire i clandestini che comunque arrivano in Italia. Un’ottima soluzione sarebbe l’isola dell’Asinara che sin dalla Prima guerra mondiale fu destinata a lazzaretto e in tempi recenti a reclusorio con annessa colonia penale agricola e vhe ora è un inutile parco naturale.

Traditori del popolo italiano ha detto...

Ad Amatrice, parte delle macerie è rimasta sul posto, dalla notte del terremoto di due anni.

A Genova, dopo 9 giorni, non c'è ancora nessun indagato e i sequestri ad Autostrade sono scattati solo ieri.

Per la nave Diciotti, invece, si sono subito mobilitati: diretta televisiva 24 su 24, un PM, il Presidente della Camera Roberto Fico, il presidente della commissione antimafia siciliana Claudio Fava, tutto il PD, Leu, una delegazione del garante nazionale per i detenuti, i Preti, i filosofi falliti, i presentatori televisivi, gli attivisti dell'accoglienza.

Da Fb ha detto...

Non capisco perche' il mio vicino, eritreo, torna spesso a casa, dove passa lunghi periodi. Come mai questi pagano un passaggio pesante, sia economicamente, che per i rischi e le fatiche che comporta, e non prendono comodamente l'aereo.

edoardo malgarida ha detto...

Mi sa tanto che ormai siamo nel tempo in cui, come diceva Chesterton, spade saranno sguainate per dimostrare che le foglie sono verdi in estate. Fuori di metafora, credo sia ora che si faccia capire chiaramente che siamo stanchi di essere presi per i fondelli dai nipotastri di Stalin.

Silvano ha detto...

Giorgia Meloni appoggia in toto la posizione del governo, criticando soprattutto la decisione della procura di Catania di aprire un'indagine per "sequestro di persona", per la quale lo stesso Salvini si è offerto come testimone ai magistrati: "Solidarietà a Salvini - ha scritto la Meloni sui social - che qualcuno vorrebbe indagare per voler controllare le frontiere. Ora azioni concrete: blocco navale e centro sorvegliati dove trattenere chi si dichiara richiedente asilo invece che ospitarli in albergo. Su questo FdI garantisce al Governo il suo sostegno".

Affari italiani ha detto...

Governo "Salvini ha con sé il popolo italiano. Lega e M5S sono un esempio"
Nigel Farage, ex numero uno dello Ukip e leader della Brexit, ad Affaritaliani.it
http://www.affaritaliani.it/politica/governo-salvini-ha-con-se-il-popolo-italiano-lega-e-m5s-sono-un-esempio-556720.html

Anonimo ha detto...

Sulla vicenda della Diciotti nesduno ha ancora spiegato: "Quanto alla Guardia Costiera, cui appartiene il “Diciotti” nessuno ha ancora spiegato chi e perché abbia ordinato di imbarcare i clandestini all’interno della zona di ricerca e soccorso di competenza maltese".

A.B. ha detto...

Concordo , e' questo il punto : Chi ha ordinato al comandante di fare Cosa ? A Chi risponde per le sue azioni ?

Anonimo ha detto...

Poi dicono che non esistono più i comunisti. E questi cosa sono? Craxi disse che il PCI aveva l'apparato burocratico più potente del mondo e poteva contare su infiltrati ovunque, all'occorrenza anche su documenti falsi.
Perdono le elezioni, fischiati dalla gente che non li sopporta più, cercano in tutti i modi di bloccare l'attività del legittimo governo. Tentano di provocare una crisi del debito pubblico (Savona dixit), si appoggiano a capitani, manager, scrittori, procuratori, avvocati, docenti universitari per costruire la più fantasiosa accusa di sequestro di persona mai vista. Infine sfilano sulla nave dei clandestini, in barba agli italiani morti, morenti, suicidi, sfrattati che non li hanno mai visti se non per essere da loro vessati.

Anonimo ha detto...

No qui c'e' una dittatura bella e buona ! C'e' un presidenzialismo autonominatosi !
La vestale gia' si e' mossa..

https://www.liberoquotidiano.it/news/politica/13371312/immigrati-nave-diciotti-sergio-mattarella-pronto-ordinare-sbarco-se-situazione-sanitaria-a-bordo-peggiorera.html
Immigrati, nave Diciotti: Sergio Mattarella pronto a ordinare sbarco

Anacleto ha detto...

Nave Diciotti - sbarcano i "minorenni".
Quello a destra dovrebbe avere, al massimo, 10-11 anni... ��
https://www.facebook.com/Imola0ggi/photos/a.236306109774923/2248381255234055/?type=3&theater&ifg=1

Anonimo ha detto...

Nuovo fronte di afflusso immigratorio.
I Balcani nuova frontiera dell'invasione di sconosciuti clandestini. Percorsi alternativi a quello marittimo non più praticabile, grazie alla determinazione del Ministro dell'Interno Salvini.
https://goo.gl/bFWCzS

Anonimo ha detto...

http://www.ilgiornale.it/news/politica/salvini-tira-dritto-sulla-diciotti-italiani-ostaggio-dei-1567690.html
Salvini tira dritto sulla Diciotti: "Italiani ostaggio dei migranti"
Salvini conferma la linea sulla nave Diciotti, sferza l'Ue e promette battaglia con i giudici: "Se vogliono arrestarmi, troveranno in me un italiano pronto a difendersi"

Identità Italia ha detto...

PADRONI DELLO STATO E SERVI DELLO STATO.
Il solerte procuratore di Agrigento, Luigi Patronaggio, è salito a bordo della nave Diciotti a Catania con l'intento di verificare gli estremi del reato di sequestro di persona. Colui che vuole processare il ministro degli interni per aver svolto il proprio dovere in nome e per conto del popolo italiano. Quello che, invece di indagare per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina i governi che hanno fatto entrare in Italia 700 mila clandestini mantenuti a spese del popolo italiano, vuole mettere le manette a un Ministro della Repubblica che si oppone all'invasione di clandestini. Invasione che si è tradotta in questi anni per essere un colossale affare che ha mosso interessi mafiosi in Africa, organizzazioni criminali come la mafia nigeriana con la sua droga, la sua prostituzione e i suoi omicidi, terroristi islamici e foreign fighters oltre ad un peloso business di carità rischiose che ha arricchito di un paio di miliardi di euro cooperative rosse e bianche di incerto pedigree. A riguardo il GIUDICE GRATTERI ha esplicitamente dichiarato che attraverso la migrazione la "ndrangheta" si è arricchita ma anche ineffabili Caritas diocesane per circa un miliardo di euro e parroci che hanno riempito contemporaneamente portafogli e solitudini sentimentali. A noi pare che il giudice Luigi Patronaggio dovrebbe indagare su tutto questo. invece di perdere tempo nel cercare di processare un servitore dello stato qual'è il ministro degli interni, Matteo Salvini.

Anonimo ha detto...

20 tonnellate di hashish in una nave di soccorso sequestrata a Palermo...

Anonimo ha detto...

Toccate Matteo Salvini e farete di lui un martire. Avrà dalla sua parte più gente di quanta lo abbia votato, poiché molti sapranno che sotto attacco non c'è tanto la sua persona ma il risultato delle elezioni, l'espressione della volontà popolare, l'essenza stessa della democrazia. Ed allora capirete che la vostra ora è arrivata!

Anonimo ha detto...

Informate le anime belle sconvolte a comando che la scabbia non è una malattia dovuta a povertà, denutrizione o guerra ma è un'infestazione cutanea da zozzeria.

Anonimo ha detto...

la ridistribuzione degli africani è su base volontaria. Lo sbarco degli stessi in Italia è su base obbligatoria.... mah...

Anonimo ha detto...

....
Sciascia notò: “Il guaio della sinistra in Italia è di aver seminato una doppia morale: una cosa è giusta se è fatta da un uomo di sinistra o da un gruppo o da un partito di sinistra; sbagliata se fatta da un uomo di destra”.

In “Nero su nero” lo scrittore torna sull’argomento e spiega: “a me, uomo di sinistra, è permesso, è lecito, è da approvare quel che non è permesso, è illecito, è riprovevole a un uomo di destra. Pericolosissimo principio, se si considera la facilità, e a volte la comodità, con cui si può essere uomo di sinistra, oggi”.

Un altro flash sull’epoca del conformismo di sinistra: “Il più bello esemplare di fascista in cui ci si possa oggi imbattere… è quello del sedicente antifascista unicamente dedito a dar del fascista a chi fascista non è”. Poi cita il caso di “una ragazza molto rivoluzionaria che ha sposato un uomo molto ricco” e che diceva di Dubček: “Era un fascista”.

Non è detto che oggi siamo tanto lontani da questo clima. Però non abbiamo più grandi voci libere come Sciascia.
Antonio Socci

Anonimo ha detto...

Latest news
i clandestini hanno iniziato lo sciopero della fame, Salvini twitta 'Facciano quel che gli pare, noi l'assistenza la forniamo'....idea grandiosa, sbarcarli tutti a Capalbio e lasciarceli x sempre, quanto alla reincarnazione di Heidegger che dovrebbe ricordare il saggio "barba philosophum non facit", siamo noi che ci vergogniamo di questi viziati ricchi arroganti parlaquaqqua e ladri di libri con loft in Manhattan.......a spese dei co***oni che credono che gli asini volano perché lo dice il partito.....

Anonimo ha detto...

Da Corrispondenza romana
scontri a Ceuta fra 'migranti' e guardia civil, oltre 100 subsahariani sono entrati con la forza lanciando acidi e escrementi contro le guardie, 5 all'ospedale con ustioni, i migranti erano armati di coltelli e varie armi da taglio, e così in 600 sono passati ad ora, altri ne arriveranno, e l'UE che fa? Parla,parla e fa niente.........

Silente ha detto...

Sì, i clandestini invasori hanno iniziato un, non so quanto credibile, "sciopero della fame" (ma non erano denutriti?), aizzati dalla lunga serie di attivisti immigrazionisti, boldriniani, sindacalisti, magistrati democratici, deputati piddini, antirazzisti di varia genia, catto-comunisti, teppisti dei centri sociali, sostenitori di malvagi "diritti civili", buonisti di ogni risma che li hanno "visitati" a bordo. Ovviamente non gli crede nessuno: né sul loro status di profughi, né sul loro ridicolo sciopero della fame.
Se fossimo uno stato serio, con leggi serie, con una magistratura seria, questi miserabili invasori, che sono qui per lucrare, come parassiti, sul nostro stato sociale, se non per delinquere, o, peggio, per operare come terroristi, verrebbero cacciati immediatamente, dopo aver scontato un periodo di lavori forzati per ripagarci del costo della loro gestione.
Interessante lo sbarco dei "minorenni": giovanotti ben messi, ben nutriti, più vicino a venticinquenni che a quindicenni (ma sono comunque questi ultimi, africani, catalogabili come minorenni?)
Teniamo alta l'attenzione: dobbiamo difendere la nostra identità etnica, la nostra cultura, la nostra religione.
Silente

Schifo senza pari. E gli italiani? ha detto...

Gianni Letta da giorni è in costante contatto con il colle più alto. Nessuno più del gran cerimoniere di Berlusconi capisce i vantaggi che possono derivare dalla strategia del presidente della Repubblica volta a mettere fuori gioco Matteo Salvini e la sua "No way" ai flussi migratori irregolari.

Fico nelle mani di Mattarella come Fini lo fu in quelle di Napolitano? È uno scenario possibile e questa volta Forza Italia è decisa a sfruttarlo piuttosto che subirlo. Soffia quindi sul fuoco della divisione tra Di Maio e Salvini, sapendo che dal Quirinale ci sarà fuoco di copertura specie ai primi di settembre, in coincidenza con gli attacchi speculativi sui mercati.
Eppure ci sarebbe un modo con cui Salvini potrebbe volgere a suo favore la partita: chiedere all'intero governo di sostenere una sua richiesta di convocazione del Consiglio supremo di difesa, presieduto per definizione dal Presidente della Repubblica, al fine di deliberare il blocco navale sul modello applicato dall'Australia recentemente. Per il blocco navale con l'impiego della Marina militare e non della Guardia costiera deve riunirsi infatti il Consiglio supremo di difesa, aperto anche al Ministro dell'Interno. Questi può emettere un provvedimento che scaturisce da un Comitato nazionale per l'ordine e sicurezza pubblica che stabilisca condizioni o restrizioni di accesso alle acque territoriali, ma per un blocco navale che presuppone l'impiego della Marina a ridosso dei confini marittimi e per interdire l'accesso alle acque territoriali, la strada è un'altra: il Governo riunito chiede al Capo dello Stato la riunione urgente del Consiglio supremo di difesa motivandola per sicurezza nazionale.

Salvini può insomma muoversi da solo per la disciplina delle acque interne, ma per un blocco navale vero e proprio, no. Ma con questa mossa stanerebbe i 5 Stelle: in quel tipo di riunione è prevista infatti anche la presenza di Conte e Di Maio, e li obbligherebbe a schierarsi con lui compatti nel braccio di ferro con il Quirinale.
http://www.ilsussidiario.net/mobile/Politica/2018/8/24/RETROSCENA-Caos-migranti-pronto-un-governo-tecnico-con-l-aiuto-di-Berlusconi/835878/AMP/

Anonimo ha detto...

http://m.ilgiornale.it/news/2018/08/24/quirinale-preoccupato-nessun-alibi-a-matteo-oggi-vertice-a-bruxelles/1567593/

mic ha detto...

Nessun accordo a Bruxelles sulla Diciotti (o meglio sulle accoglienze). Il presidente Conte: "Europa ipocrita, ne trarremo conseguenze". Alla prossima puntata...

Da Fb ha detto...

Ma dai, si può chiedere alla UE di aiutarci a risolvere i problemi che la UE ha agevolato se non addirittura causato?! Penso che il governo debba inventarsi qualcos'altro o riusciranno a bloccarlo con le buone o con le cattive (come stanno già facendo). Sappiamo bene da che parte sta la UE.
Se posso dare un consiglio, non richiesto: per le prove di forza con la UE aspetterei dopo il mese di maggio del 2019, quando la maggioranza al parlamento europeo cambierà in seguito alle elezioni. Allora sarà molto più facile orientare l'opinione pubblica internazionale, e di conseguenza anche i sinistri nostrani dovranno, obtorto collo, abbassare la cresta.
Affrontarli di petto adesso equivale a scoprire il fianco a mille attacchi, politici, giudiziari, mediatici, strumentali, ed è proprio quello che loro vogliono e cercano.
Serve coraggio, certo, ma anche sangue freddo e intelligenza. Non manca molto in fondo, parliamo di mesi... e loro lo sanno molto bene, ecco il motivo degli attacchi a catena che stiamo vedendo in questi giorni!
L'imperativo è resistere, e tenersi pronti a contrattaccare!
AF

irina ha detto...

OT

https://www.riscossacristiana.it/nuovi-compagni-fondazione-agnelli-fedeli-al-capitale-di-elisabetta-frezza/

Anonimo ha detto...

Bisogna piuttosto «educare gli uomini», perché «difendersi è arrendersi all’ineluttabilità della violenza».
http://www.lanuovabq.it/it/gli-immigrati-stupratori-protetti-dal-silenzio-giacobino

Appunto facciamogli fare un corso di bon ton

Anonimo ha detto...

Ancora non gli basta , ancora non e' sazio !
Vogliamo diventare una terra desolata , una terra spoglia , una steppa , una tundra , va bene ?
A Prodi , a te che te frega ?

Prodi: 'L'immigrazione è indispensabile: l'Europa perderà 30 milioni di abitanti'
Nel pomeriggio di questo venerdì 24 agosto al Meeting di Comunione e Liberazione a Rimini è intervenuto Romano Prodi, già Presidente della Commissione Europea ed ex Presidente del Consiglio italiano, il quale si è confrontato con Olusegun Obasanjo, già Presidente della Nigeria e dell’Unione Africana, all'interno del dibattito "Quel che muove il mondo". Vediamo le parti salienti di ciò che ha detto Romano Prodi, il quale si è soffermato su temi demografici, sui conflitti armati globali, sui temi economici e sull'immigrazione.
https://it.blastingpop.com/politica/2018/08/prodi-limmigrazione-e-indispensabile-leuropa-perdera-30-milioni-di-abitanti-002695037.html?sbdht=_VylHARw9qJ0_NjMkZn06ZhkcMq7oDepjrc6D_pV89A6K76xfi2GuFhkByERCoji40_

Anonimo ha detto...

Non c'è nulla di cristiano a strumentalizzare dei migranti per mettersi contro un ministro che gode dell'appoggio di milioni di italiani.
Sono recriminazioni di una politica decadente che preferisce lo straniero al connazionale.
Fuori gli ecclesiastici dai porti, state nelle chiese a celebrare Messa e confessare !

Sacerdos quidam ha detto...

Il problema, come ho già detto in passato, è che dietro tutto ciò c'è il chiaro patrocinio massonico, anche a livello europeo.
Per quanto riguarda la Massoneria nostrana, poi, sia il Gran Maestro del Grande Oriente Stefano Bisi che il Sovrano Gran Commendatore del Rito Scozzese Antico e Accettato, Leo Taroni, hanno già da tempo dettato l'agenda pro-immigrazione, agenda che possono facilmente far rispettare vista l'adesione alle suddette Obbedienze massoniche di molti esponenti del mondo civile e militare nel nostro povero Paese (si ricordi la testimonianza in proposito del coraggioso Procuratore di Palmi, Agostino Cordova, detto 'il mastino', che nei primi anni '90 iniziò la maxi-inchiesta sulle Logge massoniche italiane, poi regolarmente insabbiata). E si sa che quando in Massoneria vien dato un ordine, bisogna ubbidire, anche per evitare probabili spiacevoli conseguenze...
Sottovalutare l'influsso massonico, anche nella questione degli 'immigrati', è fatale.
Vedasi il preciso articolo in proposito apparso su 'Corrispondenza Romana' pochi giorni fa: https://www.corrispondenzaromana.it/limmigrazionismo-dettato-dalla-massoneria-esoterica/

Da leggersi anche per comprendere le radici esoteriche, ovviamente anticattoliche, che guidano gli adepti delle Obbedienze massoniche.

Anonimo ha detto...

"Fuori gli ecclesiastici dai porti, state nelle chiese a celebrare Messa e confessare !" : questi falsi religiosi, in realtà politicanti di estrema sinistra al soldo della massoneria nemica dei popoli (italiano incluso) ci vogliono portare allo scontro diretto, sono peggio dei sessantottini d'un tempo. Se scontro ci sarà, bisogna che Salvini mobiliti tutto il popolo che lo ha votato, dando il benservito al doppiogiochista Berlusconi, di cui gli italiani ormai hanno piene le tasche. E' chiaro come il sole che Bergoglio ed i suoi sono nemici giurati del popolo italiano, e usano il basso clero (pavido, colluso e connivente) per la loro battaglia politica mascherata, malamente, da buonismo ipocrita. Sono il braccio ecclesiastico di un cesaropapismo satanico e diabolico, che li unisce al PD e ai poteri forti massonici che vogliono governare il mondo, con le buone o con le cattive (vedi Ucraina, attentati a Orban, ecc.). Chi l'avrebbe mai detto che avremmo dovuto scoprire nei preti degli acerrimi nemici? pronti allo scontro fisico, forse a dare la vita per il loro nuovo padrone, Belzebù (non più per Cristo, per carità, è così divisivo...). Che l'Immacolata venga presto a disperdere queste forze infernali, questa generazione perversa di chierici !

Anonimo ha detto...

‘AVVENIRE’ , INCONTENIBILE NELLA FOGA ANTI-SALVINI, SI CONTRADDICE SULLA CONDIZIONE DEI MIGRANTI DELLA DICIOTTI...
https://www.rossoporpora.org/rubriche/italia/802-l-ultimo-scivolone-di-avvenire-con-una-premessa.html

Porte girevoli ha detto...

Ieri abbiamo segnalato che il dottor Francesco Cozzi, pm di Genova che indaga sulla strage di Ponte Morandi, “è stato “direttore dell’Ufficio rapporti con il Parlamento nel Gabinetto del Ministro della Giustizia prof G.M. Flick”, ossia ha fatto parte come magistrato “distaccato” (questi distacchi sono un’altra delle porte girevoli in cui avviene la commistione incestuosa dell’ordine giudiziario col potere politico “amico”) del governo Prodi Uno, ossiadella compagine che magari ha qualcosa da nascondere sulla Concessione Autostrade ai Benetton con patto segreto. Domandavamo tremanti di paura: non c’è qui un qualche conflitto d’interesse?, eccetera eccetera.

Ora , l’avvocato Giovanni Maria Flick, che fu ministro della giustizia a cui Cozzi collaborava, e che è anche stato elevato a giudice della Corte Costituzionale, in qualità di insigne giurista è stato intervistato da Huffington Post e si pronuncia sulla strage di Genova – da par suo, ossia da insigne giurista al disopra delle parti – contro il governo attuale, populista:

Su Genova e Autostrada, Flick dice: “Mi preoccupa la tendenza all’inversione del principio di non colpevolezza, sostituendosi all’autorità giudiziaria”.

https://www.maurizioblondet.it/su-flick-il-ministro-e-giurista-campione-diritto-due-pesi-e-due-misure/

Anonimo ha detto...

P.S../.
Ma vogliamo essere leggeri, e ricordare solo questo fatterello comico: l’avvocata Caterina Flick è la legale rappresentante di Laura Boldrini un una causa contro una TV, la RTM TV, per lesa maestà della presidenta.

Anche la grammatica italiana risente degli spifferi delle porte girevoli .

irina ha detto...

Fino a qualche anno fa avevamo il tormentone che eravamo troppi. Ora il tormentone è che siamo pochi e tra poco saremo pochissimi, quindi avanti con lo stallone colorato!

Forse nel vecchio manicomio la coerenza era più di casa.

Anonimo ha detto...

https://www.iltempo.it/politica/2018/08/24/news/nave-diciotti-salvini-indagato-arrestateci-tutti-1082180/

"Risulta a tutti evidente che sulla questione della Diciotti, ancorata a Catania, si giocano le sorti di questo governo, quelle personali del Ministro Salvini e quelle generali di questa fase politica, se non addirittura storica. La questione non riguarda evidentemente i 177 migranti, e ormai tolti i presunti minori molto meno, ma concerne la politica complessiva".
Alessandro Meluzzi

Anonimo ha detto...

24 agosto 1939. È con la forza della ragione, non con quella delle armi, che la Giustizia si fa strada. E gl’imperi non fondati sulla Giustizia non sono benedetti da Dio. La politica emancipata dalla morale tradisce quelli stessi che così la vogliono... Ci ascoltino i forti, per non diventar deboli nella ingiustizia. Ci ascoltino i potenti, se vogliono che la loro potenza sia non distruzione, ma sostegno per i popoli e tutela a tranquillità nell’ordine e nel lavoro... Memori infine che le umane industrie a nulla valgono senza il divino aiuto, invitiamo tutti a volgere lo sguardo in Alto ed a chiedere con fervide preci al Signore che la sua grazia discenda abbondante su questo mondo sconvolto, plachi le ire, riconcilii gli animi e faccia risplendere l’alba di un più sereno avvenire.
(Dal Radiomessaggio di Pio XII ai governanti e ai popoli nell'imminente pericolo di guerra)

Anonimo ha detto...

Avete ancora dubbi a riguardo? L'Unione Europea non esiste, è solo una moneta e un pugno di banchieri apolidi.
Diego Fusaro

Anonimo ha detto...

Mentre la propaganda è in moto, parla il comandante della Diciotti:
«A bordo non avevamo bambini. Non c'è emergenza sanitaria, la situazione è più che soddisfacente, i migranti mangiano, stanno bene. E non hanno la sensazione di essere sequestrati dal governo».

Maria Guarini ha detto...

È verità universalmente riconosciuta che se la cosiddetta sinistra o quel che ne rimane con tutto il suo corollario di pseudo intellettuali, cooperative, associazioni, attori, menestrelli, nani, ballerine e umanità varia sta da una parte, il popolo, ineluttabilmente, sta dalla parte opposta. È una questione di “spirito dei tempi”, di sensibilità, di empatia, di sintonia col comune sentire: proprio non ci riescono ad interpretarlo. E così, mentre sul caso degli immigrati “tenuti ostaggio” sulla Diciotti dal titolare dell'Interno Matteo Salvini vengono lanciati strali e anatemi più o meno improbabili, sul web esplode ancora una volta la “Salvini mania”: quasi 3 milioni di like alla sua pagina Facebook e migliaia di condivisioni con l'hashtag #iostoconSalvini

Stamattina su Libero, Laura Tecce

Piero Mainardi su Fb ha detto...

No, al netto delle offese e forse delle buone intenzioni il curriculum della Boldrini non solo non è esemplare ma è piuttosto il ritratto dei sensi di colpa e del velleitarismo distruttivo dei figli della buona borghesia italiana quando nel loro comodo percorso esistenziale cercano riscatto diventando militanti di Sinistra e incontrano o le ideologie liberal sessantottine e mondialiste o quelle del progressismo cattocomunista e terzomondista.
La Boldrini è la tipica rappresentante di chi schifando il suo prossimo realmente prossimo con cui sarebbe costretta a vivere, sentendosi di un altro livello rispetto al commerciante o all'operaio italiano o comunque all'italiano medio considerato uno zotico egoista, incolto e qualunquista solo perché magari prima che all'africano e alla battaglie ecologiste pensa alla propria famiglia, si va a cercare un prossimo il più lontano possibile (il cui sguardo non è costretto ad incrociarlo tutti i giorni della sua vita, ma solo nelle visite ufficiali e per conto di organizzazioni mondialiste i cui scopi spesso non si rivelano poi così nobili) per accollarcelo e accendere in noi i sensi di colpa nei loro confronti e fomentare l'odio nei confronti della società occidentale, la cui prosperità fa schifo ai simili della Boldrini, ma sulla cui prosperità campano le loro comode vite e tutte le loro iniziative.

Anonimo ha detto...

Perché noi non possiamo riportare i clandestini della Diciotti in Libia, perché non sono possibili “respingimenti collettivi” (lo vieta la UE) ma la Spagna ieri ha riportato in Marocco 116 clandestini che avevano varcato il loro confine a Ceuta? Perché la Spagna può respingere e noi no?

Anonimo ha detto...

Perchè 27 paesi europei possono rifiutare i clandestini e solo Salvini è razzista?

mic ha detto...

Credo che la Spagna abbia agito in base ad accordi oculati. Ma quanto all'Italia non possiamo essere condannati a vita alle vonzeguenze di governi irresponsabili precedenti... Urge rimedio. Ci saranno pure giuristi e diplomatici che possono trovarlo ora che abbiamo politici dalla schiena dritta e dalla consona virilità, i quali farebbero bene a ricorrervi senza indugio!

Anonimo ha detto...

UN COPIONE STUDIATO DAGLI SCONFITTI ALLE ELEZIONI PER FAR CADERE CONTE, MOBILITAZIONE PER LA DIFESA DEL GOVERNO

Tutto procede secondo copione, prima l'Acquarius poi la Diciotti, i deportati sono chiamati migranti e oggi strumentalizzati dai difensori dei confini spalancati e della deportazione di massa e incontrollata, uniti per creare tensioni all'interno del governo giallo-verde.
Si nascondendosi dietro la falsa retorica della solidarietà e del falso buonismo demenziale e meschino e il cui unico interesse è coprire interessi finanziari nazionali ed Europei . L' obiettivo è destabilizzare il paese per far fallire l'esperimento del Governo del presidente Conte.

-È il capolavoro del potere quando lo stesso riesce a capovolgere la realtà, i 177 esseri umani tra di loro minori o presunti nel gruppo, non sono ostaggio del governo italiano ma ostaggio dei gruppi di potere dominante sconfitto alle elezioni, un disegno ben studiato a tavolino, i deportati sono ostaggio di coloro che li hanno abbandonati in mezzo al mare per infimi fini politici/economici ,delle milizie libiche e della potente mafia nigeriana, per loro lo schiavismo e il traffico di esseri umani è il primo e più remunerativo business , tutti uniti con un solo obbiettivo "RITORNO AL PASSATO" perché nulla cambi.

- Usare come arma di distrazione di massa una emergenza finta serve a distrarre l’attenzione dalle vere emergenze nazionali; la revoca della concessione autostradale , la revisione di tutte le concessioni facili ( per esempio idrica ) , i vitalizi, le pensioni d'oro, ma soprattutto i rapporti malsani e corrotti fra politica e affari, riportati alla ribalta dal crollo del ponte Morandi, i beni pubblici regalati ai privati dai vecchi partiti dal 1998, paura che qualcosa cambi davvero.

E' UN FATALE ILLUSIONE CREDERE DI POTER COMBATTERE CONTRO OGNI POTERE DEL ELITE DOMINANTE SE DIVISI, TENIAMO DURO!

Anonimo ha detto...


Il governo deve tener fermo sulla Diciotti e giocare d'audacia ma senza velleitarismi

Il Governo italiano per ora tiene fermo, ma sino a quando ci riuscirà?
Di Maio pecca in dichiarazioni per forza di cose velleitarie, si vede l'inesperienza.
Ha fatto bene Salvini ad impostare il braccio di ferro sulla Diciotti?
Sembrerebbe di no. Ma bisogna considerare che questo braccio di ferro era inevitabile,
dato che la Guardia Costiera fa una sua politica, in contrasto a quella del governo.
Non sono un esperto e la mia opinone vale quello che vale, ma, secondo me, a questo punto
il Governo dovrebbe giocare d'audacia: ordinare alla Diciotti di riportare i "migranti" in Libia inviando nello stesso tempo il Battaglione S. Marco o forza equivalente, con i suoi mezzi navali, a protezione della suddetta Diciotti, salendovi anche a bordo, per evitare ribellioni da parte degli africani imbarcati, riportati indietro sotto scorta militare.
Contemporaneamente, dichiarare che "l'emigrazione" non è tale, che deve finire, che siamo costretti a fare da soli, che l'operazione Frontex con le navi da guerra europee che traghettano "migranti" deve esser sospesa a tempo indefinito - che non abbiamo il dovere di accogliere alcuno, profugo o meno che sia. Che, se la UE di multasse per il "respingimento collettivo" ci rifiuteremmo di pagare.

Lo scontro con le forze antiitaliane e anticristiane sulla questione della c.d. immigrazione
è solo l'altra faccia della medaglia, costituita dalla "questione morale", ossia dalla
difesa dei valori etici tradizionali, calpestati dalla Rivoluzione Sessuale femminista colpevolmente tollerata e protetta, che ci sta portando in casa, simultaneamente, denatalità e invasione musulmana con l'alibi di contrastarla. Le questioni etiche, per il momento, sono messe tra parentesi, nel presente governo, ma restano nondimeno implicite.
La difesa contro l'invasione organizzata e programmata è anche una questione di principio, di dignità nazionale, di rispetto di se stessi, oltre che di elementi concreti quali l'integrità del territorio, la difesa delle città, etc. Tutti valori sconosciuti ai (post) comunisti, che, sotto spoglie neoilluministiche e "liberal", continuano la loro opera di sempre, volta alla dissoluzione morale e civile del popolo italiano: in passato, in nome dell'internazionalismo proletario guidato dall'Unione Sovietica; oggi, in nome dell'umanità che si vuole in (supposta) marcia verso l'eliminazione delle nazioni e degli Stati nazionali, per la gioia dei musulmani e del capitale finanziario internazionale.
Sul ruolo dissolutore del comunismo mi ricordo una pagina penetrante di Del Noce, che passo a citare [SEGUE]
PP

Anonimo ha detto...

Meeting di Rimini e CL: ormai l'evento dell'omologazione più sfacciata al pensiero mondialista; che pena!

Anonimo ha detto...

Monsignor Negri: "Basta! Non ci sono solo i migranti. Snobbati gli italiani poveri"
Monsignor Luigi Negri, Vescovo di Ferrara, si scaglia contro le politiche di immigrazione che dimenticano gli italiani
http://www.ilgiornale.it/news/basta-non-ci-sono-soli-i-migranti-snobbati-italiani-poveri-1252468.html

Anonimo ha detto...

Salvini e tutti noi sappiamo benissimo che se cade questo governo il Presidente ha già pronto nel cassetto il Governo Tecnico con i voti della sinistra tutta di Berlu$$coni e di buona parte del M5S. Questi un po' per non perdere la poltrona e un po' perché sono sinistroidi.
Un governicchio che avrebbe la benedizione della UE dei poteri forti di Soros e del tizio vestito di bianco e allora avanti tutta con l'invasione lo Ius soli la svendita degli ultimi gioielli italiani...

Anonimo ha detto...

3 PROCURE indagano per 150 CLANDESTINI! UNA PROCURA per crollo ponte con 43 MORTI!
E tutte hanno un denominatore comune: legami con precedenti governi bocciati dagli italiani e dal buon senso. Dignita' vera dove abiti?

Ue : la nostra corda al collo ha detto...

Migranti, il vero problema dell'Italia è la politica dell'Ue
L'Italia si trova circondata da Stati che non vogliono migranti. E l'Ue, che dovrebbe mediare, scarica tutto il peso sul nostro Paese
http://www.occhidellaguerra.it/migranti-italia-ue/

Quando l’Italia ha provato a fare con la Libia governata da Al Sarraj (governata si fa per dire, ma è il governo che il mondo riconosce) la stessa cosa fatta dalla Ue con Erdogan pagato per bloccare i migranti in turchia, la stessa Ue si affrettata a proclamare che in Libia i migranti sono vessati e torturati e che la Libia non è un “porto sicuro”.
Bruxelles non esita a trattare con Al Sarraj su qualunque argomento, dal petrolio al terrorismo, ma Roma non può trattare con lui sui migranti. La Ue paga Erdogan che armava l’Isis e bombarda i curdi facendosi aiutare da Al Nusra, ma l’Italia non può fornire qualche motovedetta a Al Sarraj.

Anonimo ha detto...


Il filosofo Augusto Del Noce sull'azione subdola del comunismo, aggiornata alla nostra attuale società

Del Noce pubblicò un articolo intitolato "La questione comunista" su Il Tempo del 26 luglio 1983, dopo un risultato elettorale positivo per il PCI.
Tesi di DN: "il comunismo non può riuscire in Italia che attraverso la via, non già della sovversione ma del ristabilimento dell'ordine; e il suo successo è quanto meno probabile se la DC si ostinerà a pensare il suo rinnovamento in termini di pragmatismo politico", ossia senza riaffermare validi principi morali.
Ai cattolici "di sinistra" che rilevavano il venir meno della polemica antireligiosa comunista, DN replicava:
"E invece bisogna dire che quella lotta della cultura che Gramsci si augurava, e che del resto ha avuto uno svolgimento non intralciato pressoché da nulla nei decenni del dopoguerra, è tuttora in pieno corso, nella forma più insidiosa e più sottile. Il comunismo italiano ha infatti bisogno della pressoché completa secolarizzazione delle coscienze per poter riuscire.
Per quel che ho detto la possibilità del successo del partito comunista non può che prendere la forma dell'amministrazione di un paese in cui ogni fede, compresa la sua fede rivoluzionaria (nell'accorgimento di questo sta la radice dell'extraparlamentarismo di sinistra, privo però di possibilità), sia venuta meno: la fede nazionale non meno della fede religiosa; e, di fatto, per l'aspetto religioso, la cultura comunista non è più assertrice di un marxismo in senso rigoroso, ma di un sincretismo marxiano-darwiniano-psicanalitico, di un blocco storico materialistico, insomma, contro la possibilità di risveglio del pensiero religioso trascendente.
Sotto l'aspetto nazionale, mi viene in mente una frase di Prezzolini, secondo cui i recenti decenni rappresenterebbero la "corruzione del Risorgimento"; il successo comunista concluderebbe questo processo. E, di fatto, se il Risorgimento è percorso, in varie forme, dall'idea di un primato italiano, che gli sopravvisse e in cui pure Gramsci credeva, il successo comunista non potrebbe oggi coincidere indipendentemente da quelle che possono essere le intenzioni dei suoi dirigenti, con la neutralizzazione morale e civile dell'Italia: l'inverso, appunto, del Risorgimento, la sua fine.
Alla probabile nuova offensiva comunista non può resistere che un partito di massa a forte tensione ideale...". Questo partito, concludeva DN, non poteva essere la DC, pervasa da un radicale "agnosticismo ideale".
Questo partito, lo stiamo ancora aspettando. Forse si delineerà in modo convulso dalle convulse e drammatiche attuali vicende, se la Lega di Salvini (come sembra) ne rappresenta l'embrione.
PP
PP

Bah ! ha detto...

Chi indaga sulle procure ?

La verità ci rende liberi ha detto...

Basta finti rifugiati, basta finti minori. Si tratta soltanto di una spregiudicata operazione e ben condotta di afroislamizzazione della nostra povera Italia.
- Alessandro Meluzzi -

Anonimo ha detto...

Preparatevi. Vi sono tutte le avvisaglie. I signori del mondialismo deregolamentante e della glebalizzazione hanno de facto dichiarato guerra al governo italiano. La sua inespiabile colpa? Essere un governo non al servigio dell'élite finanziaria, essere un governo scelto dal popolo. I globalizzatori faranno di tutto per far cadere il governo nazionale-popolare odiato dall'aristocrazia finanziaria. Percorreranno la via o del colpo di Stato giudiziario (modalità Mani Pulite 1992) o del colpo di Stato finanziario (modalità Monti 2011). L'obiettivo? Rovesciare il governo e imporne uno che rispecchi senza esitazioni gli interessi e i desiderata della classe dominante liquido-finanziaria.
Diego Fusaro

Anonimo ha detto...

La differenza è che stavolta il parlamento non voterà mai un governo tecnico. E se si torna a elezioni, Lega e M5S assieme prendono il 60%

Anonimo ha detto...

http://www.adnkronos.com/fatti/cronaca/2018/08/24/salvini-denunciato-per-istigazione-odio-razziale_03eSeXZQ27eHLzpJjM406M.html

Assurda e patetica la denuncia a Salvini, fatta tirando in ballo anche la legge Mancino. L'ennesimo caso in cui questa legge viene invocata a sproposito dalla sinistra nel tentativo di silenziare chi non si uniforma al pensiero unico. Solidarietà a Matteo Salvini! #iostoconSalvini
Lorenzo Fontana

Anonimo ha detto...

"Quelli che vanno a fare le sfilate al porto di Catania, gli stessi che provano a fare la lezioncina al Governo, oggi dovrebbero chiedere SCUSA agli Italiani per tutto quello che hanno creato.
Un anno e mezzo fa sono andato in Europa a scoprire che Renzi aveva aperto i porti Italiani in cambio degli 80 euro, infatti eravamo l'unico Paese in Europa ad avere i porti aperti.

Oggi come Governo ci prendiamo la responsabilità di quello che stiamo facendo".
Luigi Di Maio risponde così al PD.

Anonimo ha detto...

https://www.maurizioblondet.it/la-sinistra-che-spara/

irina ha detto...

Contro le Potenze dell'aria, che ritengo presenti, in tutta la storia di questa estate, occorre fare qualcosa di più: digiuni, veglie. Qualche sacerdote dei nostri, per favore, dia la dritta.

Anonimo ha detto...

Roma, l’estate nera del commercio:
ora sono diecimila i negozi sfitti
L’allarme di Confcommercio, Cna e Confesercenti: bilanci in rosso, abusivismo record.
https://roma.corriere.it/notizie/cronaca/18_agosto_23/ecco-l-estate-nera-commercio-ora-sono-diecimila-negozi-sfitti-d8a67542-a62e-11e8-91e4-21266181578b.shtml

Ma va'? C'e' un abusivismo ?E da quando ?

Anonimo ha detto...

A Napoli si direbbe :" O' ciuccio chiamma recchia longa 'o cavallo. ( L'asino dice al cavallo "tieni le orecchie lunghe")

https://www.facebook.com/radiospadasocial/photos/a.579206508775689/2274152392614417/?type=3&theater&ifg=1

E' così ! ha detto...

Il pm quando salì a bordo non mancò poi di raccontare ai cronisti la "realtà devastante" che aveva trovato sulla nave della Guardia costiera italiana. "A cominciare dai cattivi odori che ti restano addosso - disse - Mi ha accompagnato un appuntato che non era mai stato a contatto con questa realtà. Sconvolto. 'Dottore dal vivo cambia tutto, non è come si legge sui giornali...'. Ha ragione".

Ma il colonnello Paternò gli fa notare che "se lei e il suo appuntato (che evidentemente passa troppo tempo nei tribunali e poco alla territoriale) avesse accompagnato le forze dell' ordine nelle perquisizioni e negli arresti eseguiti quotidianamente all'interno di campi nomadi, tendopoli e barac che, dove frotte di clandestini trovano rifugio addossati gli uni sugli altri, in assenza di alcuna noma igienica, quel 'cattivo odore' che tanto l'ha turbata, lo conoscerebbe già".
Il Colonnello Savino Paternò, ex ufficiale CC, non le manda a dire. Non le manda a dire al procuratore di Agrigento, il pm che è salito sulla nave Diciotti della Guardia costiera dopo aver aperto un fascicolo per "sequestro di persona" contro ignoti.

E un motivo c'è. Perché secondo il colonnello, che ha affidato i suoi pensieri ad un articolo sul Tempo, "quello sarà il destino della quasi totalità di quelle 177 persone quando e se sbarcheranno nella terraferma. Ah si, verranno accolti, anzi contesi dalle varie cooperative che lucreranno su di loro (ma il denaro, come si sa, quello non puzza). Ma nel momento in cui non gli verrà riconosciuto lo status di rifugiato, allora saranno abbandonati in strada come cani randagi. E a quel punto puzzeranno come prima, peggio di prima, però del loro fetore non interesserà più niente a nessuno".

L'invettiva di Paternò è un lucido schiaffo ai buonisti. "Vede, procuratore - conclude il colonnello - ogni "sbirro" quella puzza la conosce bene, fa parte del proprio lavoro ma non rimane sconvolto come lei e sa perché? Perché sono meglio quelli con puzza sotto le ascelle che quelli...con la puzza sotto il naso".
http://www.ilgiornale.it/news/cronache/diciotti-lezione-colonnello-ai-buonisti-ecco-dove-finiranno-1568050.html

Elisabetta Urzì Mòsciaro ha detto...

Per me sono sferzate concordate: questi soggetti sono da sempre molto ben organizzati e molto abili nel gestire l'informazione e nel manipolare le persone! non si arrendono e NON CEDERANNO MAI! Per loro "l'onore delle armi" non esiste, la dignità non esiste, la vergogna non esiste, il senso dello Stato non esiste..... esiste il potere e basta il potere e la deriva che ne seguono nello strapotere cui abbiamo assistito negli ultimi vent'anni...... Non so se e quando ne usciremo......

CVD ha detto...

Contro Salvini torna il coro delle toghe giustizialiste .
I magistrati alzano il muro a difesa del pm Luigi Patronaggio: "Interferenze politiche inammissibili". E si mobilita il Csm
di Lodovica Bulian

Tutti per uno e uno per tutti !!