lunedì 28 dicembre 2020

“Convivere con il virus”: la crisi permanente e la sua funzione

C'è molto ancora da dire da capire e da riflettere. E da non arrendersi a ciò che sembra ineluttabile e difficilmente arginabile... Eloquente l'immagine sotto riportata: sostanzialmente l'AIFA dice che il vaccino non darà alcun certificato di libertà. La dittatura sta praticamente riconoscendo l'inutilità del vaccino. Il vero obbiettivo della dittatura mondialista è trascinare l'umano verso il Grande Reset. Solo allora la pandemia finirà. La massa lo capirà alla fine solo quando sarà troppo tardi.

La verità è che, con lo stato d’eccezione del paradigma emergenziale, come ha sottolineato in più occasioni Agamben, si entra in un’area grigia, da cui non si sa come, quando e se si uscirà. E ciò anche in ragione del fatto che le misure d’emergenza presentano intrinsecamente una spiacevole tendenza: quella di sopravvivere all’emergenza stessa, anche perché, poi, all’orizzonte vi sarà sempre, più o meno remota, una nuova emergenza in arrivo.
Un esempio particolarmente efficace resta, a tal riguardo, quello del Patriot Act, introdotto negli Stati Uniti all’indomani dell’attentato alle Torri Gemelle (11.9.2001). È quanto ha notato, tra gli altri, il filosofo Marcello Pera. In un’intervista su “SkyTg24” del 26 marzo del 2020, Pera sospetta apertamente che la “diminuzione di diritti fondamentali lasci conseguenze” e che, in qualche modo, non si possa tornare realmente alla situazione preesistente rispetto alla crisi. “Queste misure – afferma Pera – lasciano traccia, vanno nel tempo e ci si abitua”: con la conseguenza per cui “la democrazia pian piano si sposta e diventa più autoritaria”.
L’abitudine alla nuova condizione potrebbe, dunque, determinare un graduale adattamento alla medesima, senza l’affiorare di moti contestativi che reclamino il ritorno alla situazione pre-emergenziale e il recupero delle libertà e dei diritti sequestrati. E il ritorno alla vecchia normalità non sarebbe più necessario, né avvertito come indispensabile, perché, nel mentre, la popolazione già avrebbe introiettato il nuovo ordine biosecuritario e transumanista, la nuova condizione ora vissuta come nuova normalità, ormai naturale come l’aria che si respira.
La popolazione si verrebbe, così, a trovare nella condizione del becchino dell’Amleto, che scava fosse fischiettando perché “lo rende indifferente l’abitudine”. E, probabilmente, a cambiamento dei valori culturali avvenuto, il virus sparirà come d’incanto.
La domanda da porre è, in effetti, di non secondaria importanza: cosa accadrà quando emergenza sarà finita? Verranno ripristinate en bloc tutte le libertà, le abitudini e le pratiche sospese con l’emergenza? O forse il ricordo delle libertà perdute sarà ancora così vivo da destare una forte presa di posizione del popolo? O, semplicemente, come si diceva, ci si sarà già a tal punto abituati alla “nuova normalità”, come già ora in modo non innocente l’ordine del discorso la appella, da non sentire più l’esigenza di metterla in discussione?
A suffragare quest’ultima possibilità pare essere non solo la nuova locuzione – “nuova normalità” (new normal) –, con cui i monopolisti della parola già si stanno adoperando con zelo per fare sì che l’emergenza venga accettata come nuova condizione di vita normale per tutti, rispetto alla quale non è possibile retrocedere.
Accanto a ciò, v’è anche la tendenza dell’ordine del discorso a presentare la pandemia come infinita: si veda il citatissimo studio apparso su “Science” nel maggio 2020 con il titolo Projecting the transmission dynamics of SARS-CoV-2 through the postpandemic period (“Science”, Vol. 368, Issue 6493, pp. 860-868). Vi si legge che one scenario is that a resurgence in SARS-CoV-2 could occur as far into the future as 2025 (p. 860).
In alternativa, il logo terapeuticamente corretto tende a profetizzare l’avvento – su basi sciamaniche più che mediche – di nuove e non meno gravi pandemie per il futuro (Onu: “Pandemie destinate a moltiplicarsi e a diventare più letali”: “Tgcom24”, 29.10.2020).
Così si spiega, peraltro, la veemenza con cui gli amministratori delle superstrutture si scagliano contro chi (medici compresi) osi mettere in discussione la narrazione egemonica e parli espressamente di una “stagionalità del virus” (Tarro), di un suo depotenziamento o, addirittura, di una sua graduale scomparsa: tali tesi, in effetti, presentano la grave pecca di far volare in pezzi il paradigma securitario e, più o meno implicitamente, di chiedere un immediato ritorno alla normalità pre-emergenziale.
La tesi dominante, invece, fa leva sul worst case scenario e, dunque, sull’idea della pandemia infinita (o, in alternativa, delle nuove pandemie all’orizzonte): parla di “nuova normalità” e di “cambiamento delle proprie abitudine”, insistendo sull’esigenza di “imparare a convivere con il Coronavirus”. 
Quest’ultima formula, se in sé considerata, cristallizza potentemente il paradigma securitario: convivere con il virus significa, infatti,

  1. avere coscienza che esso durerà a lungo,
  2. riadattare il proprio ordine esistenziale in funzione del “nemico invisibile” (che, proprio in quanto tale, non si vede quando arriva e neppure quando se ne va),
  3. essere consapevoli che esso non può essere sconfitto facilmente, ma richiede una dura e tenace lotta, che potrebbe durare anche per anni. Ancora una volta, l’emergenza svolge una sua specifica funzione governa mentale.
Così vaticinò, ad esempio, Walter Ricciardi: a causa della pandemia si vive “un cambiamento epocale che la mente umana fa fatica a comprendere per cui tutti vogliono tornare alla normalità e sappiamo che questo non sarà possibile per molti mesi e probabilmente per molti anni” (“Huffington Post”, 30.11.2020). (Diego Fusaro)

55 commenti:

Anonimo ha detto...

CONOSCIAMO IL SANTO DEL GIORNO: SANTI INNOCENTI

MARTIROLOGIO ROMANO SECONDO IL CALENDARIO DEL VETUS ORDO

Oggi 28 dicembre 2020, si festeggia a Betlèmme di Giuda il natale dei santi Innocenti Martiri, i quali furono per Cristo uccisi dal Re Eróde.
I Santi Innocenti sono quei bambini che furono trucidati in Betlemme e nei dintorni, quando il crudele Erode volle mettere a morte Gesù Cristo. Essi, non con la confessione della voce, ma con l'effusione del loro sangue divennero le prime vittime della fede, le primizie dei Martiri che la terra inviò al cielo dopo la nascita del Salvatore.
Ed ecco quello che racconta il Vangelo riguardo alla strage degli Innocenti. Nato Gesù in Betlem di Giuda al tempo del re Erore, ecco arrivare a Gerusalemme dei Magi dall'Oriente, e domandare: « Dovè nato il re dei Giudei? Vedemmo la sua stella in Oriente e siamo venuti per adorarlo ». Udito questo, Erode, uomo sospettoso e crudele, rimase turbato e pensò subito di togliere dal mondo questo nuovo re.
Non avendo capito le Sacre Scritture, temeva che Gesù, sovrano del cielo e della terra, venuto al mondo per stabilire un regno spirituale nel cuore degli uomini, lo privasse di quel misero regno temporale ch'egli possedeva.
Per attuare il suo perverso disegno finse di voler anch'egli riconoscere e adorare questo nuovo re, e inviando i Magi a Betlemme, disse loro: « Informatevi diligentemente su questo bambino, e quando l'avrete trovato fatemelo sapere, acciocchè venga io pure ad adorarlo ».
Ma Iddio dissipò lo scellerato progetto di questo principe, facendo in modo che i Magi ritornassero nei loro paesi passando per altra via. Intanto Erode, vedendosi burlato dai Magi, montò sulle furie, e pieno di rabbia prese la barbara risoluzione di fare uccidere tutti i bambini inferiori alla età di due anni nati in Betlemme e nei luoghi circonvicini, credendo di raggiungere così anche il nato re dei Giudei che egli temeva. Ma questo bambino riuscì a scampare dalle mani dei crudeli, poichè un Angelo aveva detto in sogno a Giuseppe: « Levati, prendi il bambino e sua madre e fuggi in Egitto, perchè Erode lo cerca per farlo morire ».
Pertanto Erode inviò dei soldati a Betlemme che, strapparono dal seno delle loro madri quanti bambini trovarono e li uccisero tutti senza risparmiare alcuno. Allora s'adempì ciò che era stato detto per bocca del profeta Geremia: « Un grido si è udito in Rama di gran pianto e lamento: Rachele che piange i figli suoi. e non vuol essere consolata perché non sono più ». Queste parole profetiche rappresentano le amare lacrime che le madri sparsero su quei teneri figliuoletti scannati dalla barbarie di un empio.
Ma se piangevano le madri nel vedersi barbaramente trucidati davanti agli occhi i loro bambini, giubilò il cielo che si vide arricchito di innocenti vittime. Si rallegrarono infine gli Innocenti medesimi poiché si videro liberati dai pericoli del secolo e adorni della preziosa stola del martirio che avevano conseguito per i meriti di Gesù Cristo, in odio del quale erano stati fatti morire. La Chiesa li onora col bel titolo di « fiori dei Martiri », per la loro tenera età e per la loro innocenza.

Anonimo ha detto...

Maria Giovanna Maglie:
Ancora Buon Natale e ultime notizie sul fronte del virus cinese e del caos italoeuropeo.
Il professor Palù, neo nominato all'Aifa e già normalizzato, dice no all'efficacia della clorochina. Anticorpi monoclonali? Non se ne parla. Ozonoterapia? Non pervenuta. Plasma iperimmune? Neanche parlarne. Lattoferrina? Vade retro. Vaccino uber-alles, non avrai altro rimedio che il vaccino. E guai a chi dubita. Peccato che il vaccino in Italia arrivi col contagocce, che nessun TG di regime ci spieghi come funzionano catena del freddo, numero di medici e di sanitari forniture di siringhe eccetera. In ritardo, pare addirittura di un anno, il vaccino francese prescelto dalla Commissione Europea. Speriamo negli inglesi.

Complottismo o uso di ragione? ha detto...

- Prima di fare il vaccino richiedono la sottoscrizione del cd consenso informato che, generalmente si richiede per gli interventi chirurgici.
Perché le case farmaceutiche lo hanno preteso per questo vaccino? Semplice: perché non si conoscono gli effetti a medio- lungo termine; non si è certi sull’efficacia; non si conosce la durata dell’eventuale immunità.
- In altri termini è una sperimentazione che fanno sulla popolazione, con introiti stramiliardari!
- Ovviamente la preoccupazione è quella di evitare una futura serie di processi civili e penali.
- C’è chi, tra i maggiori azionisti di queste case farmaceutiche (holding di pura finanza) ha preferito risolvere subito il problema vendendosi subito le azioni, addirittura prima della distribuzione! Come può essere spiegato in tale comportamento?

Anonimo ha detto...

Massimo Viglione

Casuisti e complottisti

"Contra factum non valet argomentum".
E allora vediamo i fatti.
Esiste molta gente che si domanda come si possa fare a essere "complottisti", ovvero a credere che esista un complotto dei potenti contro l'umanità.
Esiste poi qualcuno che si chiede invece come si possa fare a non essere complottisti oggi, a fronte dei fatti reali.
E poi esistono tutti coloro che non si pongono mai domande: sono i condannati a morte.
Facciamo qualche esempio pratico basato sui fatti reali.
Arriva un virus, vi sono cure mediche, ma il governo le vieta in attesa di un futuro vaccino.
Le cure mediche avanzano e una su tutte, a base di idrossicloridina, mostra di essere cura eccellente che risolve il virus alla radice.
Ma il governo la vieta, in attesa del vaccino, imponendo ai medici di (non) curare i malati con la tachipirina in modo da accrescere a dismisura il numero dei morti reali, ai quali, nei conteggi quotidiani che dà in pasto al pubblico, aggiunge un numero immenso di morti per altre cause che si fanno passare per morti di virus.
E questi sono fatti reali.
Ma se ne aggiungono altri.
Un giorno, poco prima dell'arrivo del vaccino nel mondo, esplode improvvisamente un'intera industria farmaceutica, salta in aria, così, da un momento all'altro.
Cosa produceva?
Idrossicloridina, ovvero l'elemento necessario alla cura del Covid, ovvero ciò che rende inutile il vaccino, di cui peraltro nessuno conosce ancora gli esiti futuri.
Ora, dinanzi a questi fatti reali, è impossibile non porsi una domanda: questa esplosione di una grande industria alternativa al vaccino che sta per arrivare negli stessi giorni del vaccino stesso, è un "caso" oppure un "complotto"?
Quindi arriva il vaccino in Italia.
Chi saranno i primi a essere vaccinati?
Gli ultraottantenni, ovvero coloro la cui vita è diventata inutile e pesa sull'economia del Paese. Questa affermazione ovviamente non è nostra, ma è stata decine di volte ripetuta pubblicamente dai più alti esponenti della finanza internazionale e dei poteri forti di questa società: solo per fare qualche nome, Lagarde, Soros, Gates, e non dimentichiamo il "nostro" Beppe Grillo, che più volte lo ha detto chiaramente (per lui già i settantenni andrebbero eliminati).
E, guarda caso, si comincia e esperimentare il vaccino proprio con gli "inutili".

Anonimo ha detto...

....segue
Seconda domanda: anche questo è un "caso" oppure, un "complotto"?
Infine, si viene a sapere che, in caso di danni fisici con il vaccino, l'industria produttrice non può essere citata per danni.
Terza domanda: questo è un "caso" oppure un complotto?
Il problema, agli occhi di chi scrive, sono coloro che, da cattolici, irridono i complottisti.
Perché... sono diventati - consapevoli o meno che ne siano - adoratori del caso. E del vaccino.
I nuovi vaccinisti-casuisti. Degni seguaci del sacerdote del vaccinismo che a Natale ci ha invitati a pregare per il dio-vaccino, la nuova "luce" che viene nel mondo.
E si permettono pure di irridere coloro che ancora credono nell'azione del demonio e di Dio.
Ovvero, coloro per i quali il caso non esiste.
Perché il "caso" ha nome e cognome: si chiama "complotto" e ha molti padri, padrini e zerbini.
E cosa è il "complotto"? E' la Rivoluzione anticristiana, antiumana, gnostica e liberal-comunista, mondialista e sinarchica, scientista e satanica, in atto.
Personalmente, mi schiero contro i casuisti idolatri e con i complottisti tradizionali.
Perché sono un controrivoluzionario.
Ovvero, guardo ai fatti. Perché chi guarda ai fatti, non crede al caso, ma vede la realtà delle cose.
E non corre a vaccinarsi, ma cerca di aiutare i ciechi e i condannati a morte a salvarsi. Da un vaccino peraltro che intaccherà il nostro patrimonio genetico, come affermano coloro che lo stanno producendo.
Perché crede ancora all'unica vera Luce del Mondo,
unico salvatore e Dio. E non si piega a Erode.
Tutti voi che dormite e non fate scelte, forse sarebbe ora che vi svegliaste e decideste con chi stare.
Sarete casuisti o complottisti?
Vaccinati o liberi?
Rivoluzionari e controrivoluzionari?
Tanto, se non scegliete, avete già scelto che altri scelgano per voi.
E per i vostri anziani e, presto, per i vostri figli. (MV)

Anonimo ha detto...

Io non sono contrario ai vaccini, considerando che il vaccino lo faccio da anni. Sono contrario a questo vaccino anti covid19. Sono contrario perché è la ragione che mi fa essere contrario. Non si crea un vaccino in pochi mesi, se questo fosse stato possibile, avrebbero trovato il vaccino ancge per l'HIV. Il vaccino per il Covid non da una immunizzazione permanente, il virus muta e segue le stesse regole di qualunque altro coronavirus. Il promuovere il vaccino come stanno facendo, la ragione mi dice che è sospetto, perché la logica conferma che una medicina non ha bisogno di sponsor che l'assumono. Se si deve fare propaganda, significa che ciò che si vuole spacciare è una grande fregatura. Poi ognuno è liberissimo di farsi iniettare tutto ciò che vuole, ma dovrebbe evitare di tacciare chi fa domande e chi cerca risposte di negazionismo o ignoranza.

Anonimo ha detto...

Chiese chiuse: fedeli celebrano il Natale FUORI dalla Cattedrale (video)
I cattolici irlandesi hanno pregato fuori dalla cattedrale di Letterkeny, diocesi di Raphoe, il 26 dicembre, a causa del divieto irlandese a tutti i servizi liturgici, con il pretesto del Covid-19, come riferisce Gript.ie (video sotto).
https://gloria.tv/post/GnYHU9W8aaMY32Tr9tEVsT4SP

Proteste simili sono avvenute il 26 e il 27 dicembre davanti alle cattedrali di Dublino e di Limerick. Le cliniche abortiste e le palestre rimangono aperte.

"Non c'era posto per loro (i pastori che volevano adorare IL RE) nell'albergo ".

mic ha detto...

https://torino.repubblica.it/cronaca/2020/12/27/news/nel_giorno_del_vaccino_in_piemonte_scoppia_la_grana_rsa_vincono_i_no-280010889/

mic ha detto...

"Quanto durerà questa pandemia ?" Fulminante la risposta del virologo Giulio Tarro: "È un virus politico, non dipende dai ricercatori, per cui non è possibile stabilire i tempi"

tralcio ha detto...

Su questo virus ci sono forti sospetti che non sia naturale, ma realizzato ad arte.
Ma si è blaterato di natura che si ribella, facendo retorica sul dovere di amare la natura.
Sulla diffusione del virus ci sono riscontri che circolasse, noto, da ottobre del 2019.
Ma si è imposto una sorta di stato di polizia a forza di DPCM solo molti mesi dopo.
Sui tamponi si sa che il loro risultato dipenda dal fattore di moltiplicazione usato.
Eppure, a parte i molti falsi positivi, si perde tempo (e soldi) a farne, invece di curare.
Sui morti da virus ci sono sospetti che 1)siano sovrastimati, 2)dipendano da errori di cura.
Si è blaterato contro l'idrossiclorochina e l'eparina e si sono vietate le autopsie.
Adesso sul vaccino, lo si dipinge come "un vaccino" come al solito, e non molto differente.
Così diventiamo cavie: ex cittadini con garanzie costituzionali, proiettati nel grande reset.
Su questo virus ci sono sospetti che sia in corso un esperimento grande come il mondo.
Una volta la Chiesa era del mondo ma non del mondo. Una volta... Ora la gerarchia è mondo.

Anonimo ha detto...

Giusi Quaranta:
Non amo parlare del Covid. Trovo assurda la follia collettiva che gira intorno all'argomento. Non parliamo poi dei cattolici. Già ci scannavamo "evangelicamente" prima ma dopo il covid ho visto cose che voi umani... C'è chi ha maturato una vera ossessione e gira come un forsennato sui social a diffondere il verbo (l'unico giusto: il suo) di qualsiasi cosa si stia parlando: gatti, sugo, massimi sistemi..., tira fuori sempre il covid e a chi osa contraddirlo, lo banna. C'è chi lancia anatemi: fa post della serie: chi porta o non porta la mascherina, chi si vaccina o non si vaccina non è più amico mio, non è figlio di Maria... Per quel che mi riguarda potete fare quel cavolo che volete basta che non mi stressate. Io non vivo in funzione del covid, fatte quelle quattro cose che è in mio potere fare, cerco di fare una vita il più possibile normale.
Stamattina però ho letto il Modulo del consenso che bisogna firmare per fare il vaccino. Lasciamo stare gli effetti collaterali che se si legge il bugiardino non si prende nemmeno una pillola per il mal di testa. Quello che mi ha colpito ed è sul modulo ufficiale è il punto 10 a pag. 11: " Non è possibile al momento prevedere danni a lunga distanza". Quindi che significa questo? Che il vaccino non è sperimentato e che chi lo fa, fa la cavia. Contra factum non valet argomentum.

Ireneo ha detto...

Più intensamente e più in gran numero preghiamo Dio di liberare l'umanità da questo progetto visibilmente satanico, prima arriverà il giorno della liberazione da questa guerra ad ogni Verità e Giustizia. Satana è stato omicida sin dal principio.

Anonimo ha detto...

Voi democratici chiamate i filosofi, che si fanno domande, negazionisti e i dementi, che fanno un atto di fede alle vostre convinzioni superiori, saggi. Dite che la loro saggezza è umiltà perchè si fidano della scienza che. a sua volta, non ha risposte ma solo ipotesi... voi state facendo e chiedendo a tutti un atto di religioso ossequio allo scientismo e non alla scienza... e poi è patetica l'abile propaganda di voler sollecitare una crisi di coscienza nel ritenere il vaccino un atto di generosità a favore degli altri. Questa è pura ideologia... voi chiedete di sottoscrivere impegni di rifiuto di cure a chi rifiuta i vaccini... perchè con la stessa forza non chiedete di assumersi responsabilità riguardo ai danni che può procurare il vaccino? Quando fa comodo dite che è importante la propria vita, quando si difende la propria vita, scegliendo di non farsi carico del rischio possibile a cui si va incontro visto il mancato compimento della sperimentazione, vi appellate alla generosità e responsabilità di tutelare la vita degli altri come se quella fosse più importante della propria... è solo adesione ideologica la vostra...
(Mario Proietti)

Anonimo ha detto...

Una riflessione. Sono tutti scatenati, in particolare i Gran Sacerdoti del Pensiero Vaccinale Unico, tipo Sandra Zampa del PD, De Magistris e compagnia bella, contro De Luca che si è fatto iniettare fra i primi il vaccino. La costernazione e la rabbia di questi signori sono massime. Domanda: non è che il "buon" De Luca da personaggio verace quale è, si è fatto sprovveduta mente iniettare qualcosa che non doveva e ora rischia la salute? Con l'aggravante che la rischia sotto i riflettori, e quindi rischia di mostrare le vere conseguenze del vaccino? Troppa indignazione, c'è qualcosa sotto.

Anonimo ha detto...

"Capi folli, imposizione del mainstream, fake news, traditori interni e persino guide religiose che piacciono al pensiero unico. Oggi, con la vicenda vaccini e dei feti abortiti, è tutto come descritto nel libro di Maccabei quando il popolo ebraico dovette adeguarsi al tiranno Antioco IV, tranne il vecchio Eleazaro. Ma non c’è cooperazione remota che ci autorizzi a vivere prostrati ai piedi dei seminatori di morte."
Renato Scotti

Anonimo ha detto...

Nei links di ieri e' emerso anche che il sgoverno ha dato x milioni di euro a tutta la informazione per il gran spot pandemia .

Anonimo ha detto...

D’altronde una dittatura per essere, ha bisogno di tanto popolo cieco.

Anonimo ha detto...

Il mio papà diceva -in dialetto- che per farne uno furbo ce ne vogliono cento stupidi...
Per fan vun scroc ghe voeren cent màrtur (per chi è sotto il Po: non c'entra coi martiri) .

Anonimo ha detto...

COVID-19
Vaccino e feti abortiti, il tradimento del Vaticano
https://lanuovabq.it/it/vaccino-e-feti-abortiti-il-tradimento-del-vaticano

Anonimo ha detto...

Come contano i morti di covid in Italia e perché i conteggi ufficiali sono inattendibili:
https://twitter.com/radiosavana/status/1335632703446802435 (12 sec)
https://www.facebook.com/giovanni.norrito.3/videos/2931318330316685/
(3 min 12 sec)

Anonimo ha detto...

Ipotesi n.ro.2

E se De Luca si è fatto iniettare non il vax, ma una innocua soluzione idrosalina? Finita la festa gabbatu lu santu?

Anonimo ha detto...

“Il corpo è mio e lo gestisco io” poi fanno il vaccino per sentito dire.
Copiato e incollato da Il Conservatore .

Anonimo ha detto...

43.000 (quarantatremila, si avete capito bene) medici e scienziati di medicina hanno oramai firmato la Grande Dichiarazione di Barrington, che contesta – sulla base di fatti oggettivi verificabili da chiunque – la narrazione Covid. Non contestano l’esistenza del virus, bensì i lockdown (non hanno alcun senso, anzi) e le decisioni dei governi.
https://www.ogginotizie.info/attualita/stanno-per-finire-le-menzogne-43-mila-medici-e-scienziati-hanno-firmato-la-dichiarazione-di-barrington/

Anonimo ha detto...

Dottor FRANCO TRINCA - Biologo Nutrizionista, specializzato in Scienze dell'Alimentanzione
https://gloria.tv/post/3MdAyinGKXP9DAqU8yDq4RQCf

Anonimo ha detto...

P.S.
Al confronto Erode era un pivello .

Anonimo ha detto...

Se la chiesa non si fosse prostituita al mondo, oggi avremmo vissuto un'altra storia e questa storiaccia non avrebbe potuto neanche cominciare. La chiesa come sarebbe stato normale prevedere, anche solo con l'ultimo barlume di raziocinio, allontanandosi da Dio si esponeva, immemore, alla demenza. E la demenza ha avuto e con lei sono diventati dementi tutti coloro che l'hanno seguita ciecamente. Con buona pace della coscienza, di cui tanto oggi si parla a vanvera, diventata incapace di valutare secondo verità, bontà e bellezza; perduti i criteri di giudizio Cattolici, Cristiani, ora i cattolici diventati dementi coscienziosa/ mente valutano secondo menzogna, ipocrisia, propaganda, la quale offre loro come criteri aggiornati la morte, il brutto, l'infame, l'inganno, la doppiezza, cioè la falsità in tutte le sue declinazioni letali. Questa è anche la condizione della povera Italia, è condizione inoltre europea e mondiale. Ovunque la chiesa ha fornicato col mondo, là impera la demenza. Questa è la vera e sola pandemia che ha mietuto e sta mietendo vittime su vittime. Solo accompagnando all'uscita, di tutte le istituzioni cattoliche e statali, i 'ribellanti a Dio e alla Sua Legge, il mondo non cadrà nel baratro infernale del quale siamo sull'orlo. I cardinali, i vescovi, i sacerdoti, i fedeli che stanno muti e vaghi sono complici se non ideatori del caos presente. Come complici sono tutti i governati che si sono e si stanno tirando indietro, non rispondendo più al popolo, ma allo straniero e/o a chi li ha corrotti ed ora li ricatta. I più sono sciamati e stanno sciamando dove li porta il dio danaro. Non importa se per adorare questo dio debbono uccidere e/o ridurre alla miseria i propri connazionali. Falsi ed ipocriti fin nel respiro, non hanno voluto nella costituzione europea la menzione delle radici cristiane. Se le radici cristiane fossero state citate la chiesa avrebbe avuto l'ultima chiamata alla sua resipiscenza e avrebbe potuto, pentendosi del suo modernismo, riprendere la sua missione evangelizzatrice. No. Mille volte no, gli eurocrati dovevano prendere nelle loro mani miscredenti l'indottrinamento dei popoli alla luce del dio/danaro soltanto, loro dovevano addestrare menti, cuori, volontà all'obbedienza cieca al richiamo e dare la corata se i popoli rispondevano secondo il comando e/o dare la mazzata se i popoli non rispondevano al comando. L'Italia non ha avuto nessuno che l'abbia difesa e custodita, è stata svenduta ed abbandonata alla corruzione interna ed estera. Gli pseudo governanti italiani hanno venduto tutto quello su cui hanno potuto mettere le mani. Ora questo vendere crea intrecci economici di cui non è facile venire a capo e sui quali converrebbe fare indagini serie. Non è difficile supporre che, pur restando tutto uguale con personale italiano, nei fatti presto non avremo più nulla di nostro, neanche il terreno sul quale camminiamo. L'opposizione a tutto questo terribile raggiro non c'è stata, se non formalmente con qualche fervorino nelle sedi appropriate. Fervorino davanti al quale il governo ha fatto spallucce. In sintesi il vaticano confonde, il governo confonde, la ue confonde. TUTTI CONFONDONO INTENZIONALMENTE. LA CONFUSIONE E' L'ARMA PRINCIPE DI QUESTO SFOLTIMENTO, IMPOVERIMENTO, ASSOGGETTAMENTO DELLE MOLTITUDINI DEL POPOLO E DEI POPOLI. E' tempo che le moltitudini ritornino ad essere POPOLO SOVRANO, in grado di non farsi manipolare, ingannare, corrompere; popolo desideroso di essere informato secondo verità' e secondo verità e giustizia agisca. Nessuno oggi o domani aiuterà gli Italiani. Gli Italiani devono aiutarsi da soli. AIUTATI CHE DIO TI AIUTA.

Maurizio ha detto...

All'Anonimo delle 12:15
"Vaccino e feti abortiti, il tradimento del Vaticano
https://lanuovabq.it/it/vaccino-e-feti-abortiti-il-tradimento-del-vaticano"

ORA la nuova Bussola Quotidiana pubblica (finalmente) un articolo di indignazione nei confronti del documento della Congregazione per la Dottrina della Fede, ma esattamente una settimana fa ospitò un articolo, a firma Tommaso Scandroglio, dal titolo "Vaccini e aborti, obiezioni e risposte", chiaramente giustificazionista nei confronti della posizione assunta dal Vaticano.
Io ho mandato una mail di proteste, dopo quell'articolo.
Non penso, ovviamente, che tale mail abbia provocato la correzione della linea editoriale sull'argomento, quindi mi limito a augurare loro che si mettessero in pace col proprio cervello ...

Anonimo ha detto...

Guardate questo esperimento...

https://www.byoblu.com/2020/12/28/lesperimento-che-dimostra-la-farsa-dei-tamponi-amici-scoglio-e-dangelo/

Anonimo ha detto...

Mario Minetti:
Ma ve le dicono ste cose?
Pag. 132 del bugiardino vaccino Pfizer:
"Niente sesso non protetto fino a 28 giorni dopo la seconda dose a causa del rischio per la sicurezza riproduttiva"
questo è per maschi e femmine ..
difetti di nascita dovuti a manipolazione genetica...
Tanti auguri a tutti

Anonimo ha detto...

Ha suscitato troppa rabbia. Poi è un impulsivo, agisce senza concertarsi con altri. Mi vedo invece con la soluzione salina un noto "medico" spesso in TV che ha dichiarato di essersi vaccinato ieri.

Anonimo ha detto...

Ora che è l’ora del trionfalismo del vaccino, puntuali come un orologio svizzero, giornali e telegiornali dell’establishment ripetono che 350.000 imprese hanno chiuso in Italia a causa del virus. È una menzogna: 350.000 imprese (ma potrebbero essere e saranno molte di più) sono state massacrate dai dpcm.
(Andrea Sandri)

Anonimo ha detto...

Infondo il vaccino, qualsiasi vaccino, è una cosa seria per le persone serie. Chi nella vita è andato a traino della tivvì, de l'ha detto tizio, farà il vaccino e lo farà fare ai propri figli. Chi vuol lavorare, lavora qualsiasi sia il lavoro, chi vuol studiare, studia per faticoso che sia lo studio, chi vuol fare la vita di michelaccio, mangio bevo e vado a spasso, la vita di michelaccio farà. Non possiamo pretendere di diventare un popolo di eroi dall'oggi al domani per di più entro un lugubre gioco di potere, che vuole l'estinzione del popolo italiano, per occupare l'Italia. Alcuni forse molti, ma non moltissimi, non si faranno vaccinare. E sono quelli che più o meno hanno vissuto silenziosamente e non visti sono sempre andati contro corrente assumendosi le proprie responsabilità senza fare tante storie. Chi ha messo la testa sotto la sabbia continuerà a tenercela, gli ipocriti resteranno ipocriti, i traditori traditori, i servi servi. Il transumanesimo è già qui e il raccordo ufficiale per spostarsi sulla autostrada del trnsumanesimo è il vaccino. Ognuno faccia la sua scelta,informata se possibile, costi quel che costi!

Anonimo ha detto...

...
Spingere avanti costoro – come loro del resto vogliono – è lecito anche a un cristiano, anzitutto per legittima difesa:

siccome i vaccini disponibili sono ancora pochi rispetto al desiderio di Arcuri-Speranza e Myrta di vaccinarci tutti o almeno il 70% di noi, possiamo fare in modo che siano costoro a prendersi la pallottola a noi destinata, è legittima difesa. Nessuno è tenuto ad affrontare la croce, il martirio di una invalidità da vaccino o uno shock da reazione allergica, se non vuole.

Per parafrasare Klaus Schwab, il gran maestro del World Economic Forum, siamo di fronte ad una “ rare but narrow window of opportunity “, una preziosa opportunità, ma limitata nel tempo per, per mandare avanti loro, i covidioti.

Perché non illudiamoci, stanno per arrivare decine di milioni di dosi; soprattutto, incombe la legge, che tutto il Potere reclama, per rendere obbligatoria la vaccinazione con il vaccino RNA ricombinante mai sperimentato.

Abbiamo almeno la rara finestra d’opportunità di farlo sperimentare a gente che – è bene rendersene conto – sono i nostri nemici; fra di loro sono i delatori, quelli che faranno le denunce (anonime) alle autorità sanitarie se siamo sfuggiti alla vaccinazione, come ora già ci sorvegliano e sgridano se non portiamo la mascherina sopra il naso. Appena gli sarà data l’occasione legale, ci consegneranno al TSO.

Possiamo compere verso di loro quelle opere di bene che da cristiani siamo invitati a fare ai nostri nemici: siccome l’uomo-massa, ermeticamente chiuso ad ogni argomento e ad ogni informazione che non sia televisiva, impara solo sulla propria carne, uno shock anafilattico da RNA ricombinante è l’ultima occasione – provvidenziale addirittura per alcuni di loro – di aprirsi alla verità, di avviarsi sul difficile sentiero della conversione (metanoia), e per illuminazione allergica apprendere ciò che le nostre prediche inutili non gli hanno insegnato, disprezzando essi gli studi della genomica.
....
https://www.maurizioblondet.it/incitiamoli-con-foga-a-vaccinarsi-per-primi/

Aloisius ha detto...

Qualche medico del gruppo è disposto a chiarire la novità di questo vaccino mRNA?
Il sistema biotecnologico adottato, è in grado di alterare il DNA?
Quelli della Pfizer, ovviamente, con l'ausilio di tutti i media, dicono che non altera il DNA, ma come si può verificare il contrario?

Ho sentito che il DNA umano, che potrebbe provenire dal "materiale biologico di feti abortiti" (orrore puro...), oltre all'abominio religioso ed etico, comporta modifiche del DNA di coloro a cui viene iniettato ed effetti ancora ignoti.

Sto con quelli che non si fidano per tutte le cose già scritte, ma vorrei elementi più precisi.
O anche qualche fonte scientifica contraria che esprime dubbi sul meccanismo genetico adottato.

Anonimo ha detto...

@ Aloisius

Vedi:
https://www.aldomariavalli.it/2020/12/28/vaccino-ma-siamo-sicuri-che-non-stiamo-facendo-da-cavie/amp/

Cito finale:
"...Infatti, la ricerca ha come obbiettivi non solo l’efficacia, ma anche gli effetti avversi del vaccino. Interrompendo ora lo studio progettato, non avremo risposta al quesito cui si voleva rispondere: se il vaccino fa più bene che male. In pratica, resterà aperta, per sempre, la possibilità che le conseguenze del vaccino sulla vasta popolazione siano più gravi di quelli da Covid-19. Contrariamente a quanto hanno voluto far credere, questa scelta è la meno etica che si possa immaginare, perché vanifica anche gli sforzi fatti finora”...
Alessandro Martinetti


N.B Gli EFFETTI AVVERSI a media e lunga scadenza del vaccino NON li conosce neanche la Pfizer!
Leggi:La gatta frettolosa fece i figli ciechi.

Anonimo ha detto...

Continua la campagna diffamatoria contro chi non è no vax, ma è solo contro vaccini sperimentali di dubbia efficacia per una malattia il più delle volte controllabile col rilancio di una medicina di base su misura del paziente. L'ultimo espertissimo arruolato è un tal regista Gabriele Muccino definisce il pensiero no vax desolante, pericolosissimo, obsoleto, quasi paleolitico, il che andrebbe pure bene se rivolto ai no vax, non a chi no vax non è, ma semplicemente è scientifico e non fa parte del gregge belante di pecore idiote.

Anonimo ha detto...

Giuseppe Palma:
Capito?
Io ho sempre avuto una posizione liberale e non ideologica sui vaccini, tanto è vero che quando toccherà a me lo farò, ma ora la questione sta diventando più seria.
Questa idea di togliere i diritti sociali e civili a chi si rifiuta di vaccinarsi sta assumendo tutti i connotati di una dittatura nazista, contro la persona e la dignità Umana.
I trattamenti sanitari obbligatori di massa avvenivano nei campi di concentramento, non nelle democrazie liberali.

Anonimo ha detto...

Ma se il vaccino sperimentale è prodigioso, perché quelli che lo vogliono fare subito non lo fanno, si mettono in sicurezza e smettono di rompere i maroni? Una volta immunizzati, che gliene frega di girare in mezzo a contagiosi, che muoiono uno dopo l'altro per la loro stoltezza? fvn

Viator ha detto...

Praticamente, in base a trattati internazionali, nessuna legge può rendere obbligatorio un vaccino sperimentale proprio in quanto tale...

Anonimo ha detto...

Dopo il grande terrore del covid, stanno trasformando l'Italia in un grande Berliner Zoo con vaccinomani in disperata cerca di una dose. Presto arriveranno le crisi di astinenza, gli scippi e il mercato nero dello Sputnik.
(Andrea Sandri)

Rr ha detto...

Le cellule da feto umano abortite si usano ormai, purtroppo, da decenni.
Si fa crescere li il virus, che si replica, e replica, e a forza di farlo, perde progressivamente di virulenza, al che si decide che è sicuro usarlo negli umani, dopo averlo provato nelle cavie.
Prima si purifica il tutto, cioè si eliminano tutte le particelle delle cellule umane su cui il virus è cresciuto. Più si purifica, più sicuro è il vaccino ottenuto.
Quindi, se si fa tutto per benino e non in fretta, NON resta alcunché delle cellule di cui sopra.
Se non si vogliono usare le cellule da feto abortito, si può usare l’uovo embrionato di pollo, cioè le cellule di pulcino appena formatosi.
Anche qui si deve purificare tutto benissimo per evitare che piccolissimi rimasugli dell’uovo embrionato rimangano, e possano dare allergie.

Il vaccino Pfizer NON è ottenuto così, semplicemente perché il virus originale, nativo, è stato isolato e coltivato in pochissimi casi. In realta’ hanno” isolato” il suo RNA, quello che si ritiene essere il suo genoma.
Da questo RNA genomico deriva l’ mRNA che codifica per la proteina Spike, quella che serve al virus per attaccarsi alle nostre cellule.
L’idea è: iniettiamo l’mRNA, che entra nelle nostre cellule, quelle si mettono a produrre la Spike, che vien rilasciata nel sangue, riconosciuta come estranea dal nostro corpo, che si mette a produrre anticorpi.
Poiché l’mRNA è una molecola instabile, dev’ essere legata a nanoparticelle, che la veicolano.

L’mRNA può essere introdotto nel nostro DNA? SI, la dov’è presente la transcriptasi inversa, in pratica in qualsiasi cellula.
Questo può mutare il nostro DNA? NON LO SAPPIAMO! È troppo presto.
Può perciò indurre cancri? V.sopra. Alterare la nostra progenie o renderci sterili? V.sopra.

Inoltre: considerando la bassa mortalità e la relativa bassa contagiosità del sARSCoV2, ci vogliono migliaia e migliaia di soggetti da trattare PRIMA di dimostrare un sicuro e notevole beneficio ed un’assenza di effetti collaterali gravi su larga scala.

In sintesi: è un enorme esperimento.
IO NON MI VACCINO.

RR ( medico).

Anonimo ha detto...

Perché Toti, governatore della Liguria, non si sta vaccinando, ma vuole vaccinare tutti?! Prima loro, e non con soluzione fisiologica in siringa, vecchio trucco stile cinematografico...

Anonimo ha detto...

Gabriele Muccino è un regista italiano ma super inserito in California...chi ha la sapienza comprenda.

Anonimo ha detto...

Analisi lucida e realistica. Così va il mondo. Uomini, mezzi uomini, ominicchi e quaquaraquà, per dirla col grande Pirandello.

Anonimo ha detto...

Una volta capito che tutto questo circo è stato creato ad arte con l’obiettivo di forzare tutti ad una vaccinazione obbligatoria annuale, senza la quale non potremo più esercitare la nostra professione, mandare a scuola i nostri figli o semplicemente prendere un aereo o un treno... e preso atto della totale complicità in questo sfacelo di politici corrotti, giornalisti prezzolati, medici servi e pecore obbedienti... le soluzioni che restano a noi persone “normali” ma attente ai nostri diritti costituzionali, sono poche.

La prima è combattere a testa alta, perseguendo le vie legali, democratiche, civili a nostra disposizione.
Che è ciò che abbiamo fatto in questi mesi, pagando di persona subendo provvedimenti disciplinari o multe e sanzioni a vario titolo.
Con risultati però vicini allo zero. Perché quando vinci ben quattro ricorsi al TAR contro l’obbligatorietà vaccinale e per la trasparenza delle decisioni governative o del comitato tecnico scientifico, ma nessuna TV o quotidiano nazionale ne dà notizia, capisci che stai perdendo, e che l’unica via sarebbe quella di una rivolta di piazza non più civile, democratica o legale.
Ma capisci anche che probabilmente questo è proprio ciò che vogliono, e che se ti presti al gioco anche le ultime minime riserve costituzionali (già duramente calpestate dagli assurdi DPCM) andrebbero a cadere, accelerando il processo di lesione dei nostri diritti.

La seconda via è invece quella di comportarsi come se non esistessero.
Vivere giorno per giorno continuando a fare progetti, ad amare, a piantare alberi, a ristrutturare casa, a investire sui propri figli e sulle proprie conoscenze, a comprare libri, a fare corsi... e dove e quando si può abbracciarsi e guardarsi in faccia. Può essere che in questo contesto la forza di milioni di persone che non hanno più paura di vivere (e di morire), e che non perdono ore a cercare di capire tra cervellotici decreti se il 27/12 il ragazzo quindicenne potrà o meno andare a trovare i nonni fuori comune, possa essere più potente di tante vittorie legali.

Potremmo chiamarla la “forza dell’indifferenza”.
Una forza che nasce dal non dare più valore al loro circo mediatico.
Il Bullo, il prepotente di turno, non si umilia menandolo più forte. Lo si riporta al suo misero livello restando indifferenti alle sue sciocche provocazioni. Rendendolo così ridicolo.
Noi siamo ancora vivi, loro sono già morti. Morti dentro, poiché desiderano un mondo senza vita, senza abbracci, senza sorrisi, senza amicizie, senza socialità, senza condivisione, senza amore.

Se dovremo morire, moriremo. Ma a loro, di noi, non resterà nulla. Che restino con i loro amati delatori, i loro giornalisti schiavi e i loro ignobili e deliranti decretini settimanali, schiacciati dalla paura della morte. A che serve vivere se sei già morto dentro?
Noi saremo altrove, abbracciati, ad amarci intensamente godendo della VITA.

Non siamo soli.
Siamo in tanti.
Ce la faremo.

Dott. Luca Speciani

Buon ascolto : e' tuttasalute ha detto...

Dottor FRANCO TRINCA - Biologo Nutrizionista, specializzato in Scienze dell'Alimentanzione
https://gloria.tv/post/3MdAyinGKXP9DAqU8yDq4RQCf
Beh ,sotto l'articolo del Dr.Speciani vedo bene anche quanto afferma il Dr.Trinca (che non le manda certo a dire) .

Aloisius ha detto...

Grazie alla dr.ssa RR per la spiegazione chiarissima e soprattutto affidabile.
Viene il sospetto che abbiano preparato in laboratorio sia il virus e che l'antivirus, come nei software.
E che abbiano programmato ciò che noi non possismo ancora sapere.
Anche la sola possibilità che, oltre all'orrore puro dei feti abortiti, possa essere modificato il mio DNA e che non abbiano fatto perfettamente le "pulizie", è motivo sufficiente per non farlo.
Una possibile controindicazione, diceva RR, è la sterilità: ma i miliardari "filantropi" non hanno la fissa del controllo delle nascite e della riduzione della popolazione mondiale?
Come il laboratorio di Wuhan; solo un'altra singolare coincidenza.
Aloisius

Anonimo ha detto...

Sono sicura nell’affermare che si debba portare rispetto sia a chi ha deciso di vaccinarsi sia a chi ha deciso di non farlo. L’opinione pubblica come sempre è fortemente spinta da media e opinion leader a considerare i secondi come degli egoisti sovversivi che vanno contro il bene comune. E si stanno manifestando i primi effetti. Gente che scrive indignata contro chi non è allineato al loro pensiero come fossero indegni di stare accanto agli altri. Se questa è la strada arriveremo sicuramente alla coercizione o alla limitazione della libertà di chi per ora ha deciso di non fare il vaccino. Mi chiedo su quali basi scientifiche sia basata tanta convinzione a favore del vaccino Pfizer che avremo a disposizione in Italia. La maggior parte della gente ha letto e si è realmente informata o si basa su un’emotività del momento che viviamo? Perché nel primo caso hanno preso una decisione pur sapendo l’assenza di informazioni su effetti a lungo termine che purtroppo non si conoscono per la brevità della sperimentazione, e apprezzerei che sostenessero la loro decisione senza dare addosso a chi, per lo stesso motivo decide in maniera diversa. E mi riferisco prevalentemente a chi lavora in ambiente sanitario. Le altre persone, poco o niente informate che però si ergono a giudici degli altri, starnazzano come galline, fanno parte del popolo bue e non meritano considerazione per un argomento così importante ( ma come sempre sono i più accaniti tuttologi del nulla).
Rispetto chi fra i colleghi ha preso una qualsiasi decisione dopo aver studiato ciò che abbiamo a disposizione di letteratura scientifica a riguardo ed aver di conseguenza sviluppato un pensiero critico scientifico.
Non giustifico e condanno la cattiva informazione che ancora gira ed è rivolta a tutta la popolazione.
Non è onesto perché le persone vivono nella paura e farebbero qualsiasi cosa pur di uscirne.
Per quanto riguarda le galline mi auguro che starnazzino e becchino meno. Non ci fanno nemmeno una gran figura.

Anche .. ha detto...

https://www.cdc.gov/vaccines/acip/meetings/downloads/slides-2020-12/slides-12-19/05-COVID-CLARK.pdf

Notizie URGENTI sul vaccino Covid-19 (Dr.Vernon Coleman)
https://brandnewtube.com/watch/urgent-news-about-the-covid-19-vaccine_botqwzI8R7UUVY2.html

https://www.marcotosatti.com/2020/12/29/vaccini-quello-che-i-mainstream-media-si-guardano-bene-dal-dirvi/

La intervista alla D.ssa Bolgan (Rinascimento Italia.it)esaurisce ogni nodo .
Medici e magistrati onesti unitevi!
Noi siamo con voi .

Anonimo ha detto...

pasquale mario bacco
@pasqualemariob1
https://twitter.com/pasqualemariob1·
16h
Non mi vaccino. Questo vaccino e’ un attentato alla salute dei cittadini.Non esiste un vaccino stabile per virus RNA.NON RINNEGO 25 anni di ricerca in mezzo mondo. La mia anima e la mia dignità non sono in vendita,neanche al prezzo della libertà.
........
https://www.marcotosatti.com/2020/12/30/covid-scienziati-e-ciarlatani-un-editoriale-di-liberte-politique/

Anonimo ha detto...

Dottoressa asfalta Sileri e Pfizer:
https://twitter.com/RadioSavana/status/1344011464995176449?s=20

Rr ha detto...

Da ultimo: se c’è un’azienda farmaceutica della quale non mi fido, e della quale non prescrivo quasi mai farmaci, è la Pfizer.
Hanno un’aggressività nel promuovere i loro prodotti che fa paura. Usano tutti i mezzi leciti ed illeciti.
Già l’Astra Zeneca mi inspira di più.
E poi, sinceramente, un’invenzione turca!

Rr ha detto...

Il vaccino russo Sputnik, invece, non ha RNA, ma la proteina Spike.
Quindi, al limite, molto meglio quello russo.

E' un sospetto . ha detto...

Una domanda : "Perche' insistono tanto con tutti i mezzi per vaccinare gli altri ?"
Supposizione : Perche' hanno avuto rassicurazioni che a loro non sara' torto un capello e arriveranno sicuri alla fine dei giorni che il Buon Dio gli ha assegnato?

Aloisius ha detto...

Ho saputo da fonte certa che non sarà possibile scegliere il vaccino.
Sarà lo Stato italiano a decidere quale vaccino dovrà essere inflitto anche a chi non vuole vaccinarsi.
Aloiisius