sabato 12 dicembre 2020

Il Vaticano si allea con i “Guardiani del capitalismo inclusivo”, i veri padroni del Nuovo Ordine

Dai mercanti nel Tempio al tempio nei Mercati. il Papa che ha sempre condannato il capitalismo ne sposa il lato più oscuro. Altri commenti sono superflui. Dopo eventi culmine come Abu Dhabi [vedi], la Pachamama in San Pietro e la svolta Amazzonica [vedi], cos'altro resta da vedere? Tra gli articoli più recenti: L'ambientalismo è una (falsa) religione [qui]

Papa Francesco ha annunciato che il Vaticano entrerà in una “alleanza globale” con le grandi banche mondiali, le società internazionali e le fondazioni globaliste per creare un consiglio economico volto a ridistribuire la ricchezza nel mondo. 
L’iniziativa globalista, chiamata “Council for Inclusive Capitalism”, si autodefinisce un’organizzazione pro-capitalista che mira a creare “economie e società più forti, più giuste e più collaborative”.  Il gruppo dell’élite, che si fa chiamare “The Guardians”, si definisce una “collaborazione storica di amministratori delegati e leader globali che lavorano con la guida morale di Papa Francesco per sfruttare il potere degli affari per sempre”, afferma il sito web.  “Stiamo rispondendo alla sfida di Papa Francesco di creare economie più inclusive che diffondano i benefici del capitalismo in modo più equo e consentano alle persone di realizzare il loro pieno potenziale”, afferma nel video l’ereditiera bancaria Lynn Forester de Rothschild. 
I ‘Guardiani‘, come vengono chiamati i membri del consiglio, sono i massimi dirigenti delle principali società mondiali che hanno promesso di intraprendere azioni coraggiose verso la creazione di un capitalismo inclusivo”, ha riferito Forbes mercoledì. “I Guardiani si riterranno responsabili, impegnandosi in un  elenco di azioni previste che  coinvolgono questioni ambientali, sociali e di governance. I Guardians, presso le rispettive società, hanno dichiarato che hanno in programma di assumere e promuovere più donne, aumentare le assunzioni di diversity [LGBTQ], impegnarsi nell’energia pulita acquistando elettricità rinnovabile al 100%, ridurre le emissioni di gas serra, promuovere il riutilizzo e il riciclaggio dell’acqua e altre iniziative ”. - Fonte

37 commenti:

Anonimo ha detto...

«L'ideale cristiano non è stato provato e trovato carente. È stato trovato difficile; e lasciato impraticato.» (G. K. Chesterton)

Anonimo ha detto...

Non avrebbe potuto far diversamente, è della stessa pasta, sono tutti dalla stessa parte, quella di chi odia Cristo e l'umanità intera, che vogliono ridurre in schiavitù, come una mandria di bestie da macello, su cui imporre il regno del terrore, dell'anticristo. Ma hanno fatto i conti senza l'Oste questi signori, politicanti ed ecclesiastici servi di satana, si accorgeranno ben presto di cosa li attende, chi è il vero Regista della Storia: Cristo Signore, ed avranno ciò che si stanno meritando con le loro orrende malefatte. Christus Vincit!

Anonimo ha detto...

CARISSIMI VI COMUNICO QUESTA IMPORTANTE INIZIATIVA SPIRITUALE CHE DEVE ESSERE DIVULGATA IN TUTTI I CANALI MEDIATICI.

Carissimi,
il momento attuale per gli Stati Uniti d'America è cruciale e da questo dipende in gran parte anche la sorte dell'intera umanità. Anche noi, come uomini e donne di fede, ci sentiamo coinvolti in questa battaglia, che è principalmente spirituale, a venire in aiuto degli Usa. Quindi vi propongo di diffondere il più possibile, in tutti i social media, questo messaggio e di consacrare, sia singolarmente che nelle famiglie e nei gruppi di preghiera, tutti i giorni al Cuore Divino di Gesù per mezzo del Cuore Immacolato di Maria, il Presidente Donald Trump e gli Stati Uniti affinché questa elezione possa avere il risultato che è nella Santa Volontà di Dio.
Vi saluto e vi benedico nei Sacri Cuori di Gesù e Maria implorando su voi e famiglie ogni grazia, benedizione e pace.
Ecco la preghiera che vi propongo:
Cuore Divino di Gesù, Tu sei il Re dell'Universo! Tu sei la fonte di ogni Grazia e Benedizione per ogni persona e per l'intera Umanità. Tutte le Nazioni sono sotto la Tua Divina Maestà di Misericordia. In questo momento di grande travaglio e pericolo per le sorti degli Stati Uniti e del mondo intero, Ti consacriamo e Ti affidiamo, con piena fiducia per mezzo del Cuore Immacolato di Maria, il Presidente Donald Trump e gli Stati Uniti d'America, affinché si possa realizzare il progetto di pace, giustizia, solidarietà, benessere e salvezza che il Padre, nella potenza dello Spirito Santo, . ha pensato fin dall'eternità per tutti gli uomini.
Cuore Divino di Gesù, confido e spero in te!
Cuore Immacolato di Maria, prega per noi.

In Cor Jesu
Sac. Pietro Cutuli
12 Dicembre 2020
125°anniversario dell'incoronazione della Vergine di Guadalupe

Anonimo ha detto...

L' unica cosa che NON promettono è di pagare le tasse.

mic ha detto...

Penso che, oltre che per l'esito di questa tornata elettorale, indubbiamente importante non solo per gli USA, dovremmo pregare anche per la conversione di un mondo prevalentemente protestante quando non ateo o peggio... nonché perché noi stessi riusciamo a preservare una retta fede e vivere di conseguenza.

Anonimo ha detto...

Scusate, ma la frase: “collaborazione storica di amministratori delegati e leader globali che lavorano con la guida morale di Papa Francesco per sfruttare il potere degli affari per sempre” quale senso vuole avere? Che c'è una collaborazione per lo sfruttamento??? Non riesco a capirne il significato. Siete sicuri che sia stata scritta bene?

Anonimo ha detto...

« En fait, le vrai scandale n'est pas l'existence des pécheurs, car la miséricorde et le pardon existent toujours précisément pour eux, mais plutôt la confusion entre le bien et le mal causée par les bergers catholiques. » — Cardinal Robert Sarah

Bella , la mascherina serigrafata . ha detto...

https://gloria.tv/post/Wki1CtHN6nNq4H4Hi28vyb8gA

Anonimo ha detto...

Capitalismo inclusivo è una contraddizione in termini!

Anonimo ha detto...

Personalmente di Guardian ho solo my Angel.
Non capisco di cosa stiano parlando questi signori che non conosco.

Anonimo ha detto...

@anonimo 20,34
Non sono d’accordo. Perchè il capitalismo non dovrebbe essere inclusivo?

Anonimo ha detto...

Il presepe a Piazza San Pietro: incubo o capolavoro?
https://www.sabinopaciolla.com/il-presepe-a-piazza-san-pietro-incubo-o-capolavoro/

Commento mio :
Luca della Robbia dove sei ?
https://www.settemuse.it/pittori_scultori_italiani/luca_della_robbia.htm

Anonimo ha detto...

https://m.youtube.com/watch?v=mdb8RxnR5Y4&feature=share
Supplica Perpetua alla Madonna Salus populi romani -- 13 Dicembre 2020

Liberi di essere in prigione ha detto...

Straziati umiliati per una poltrona , per la loro propaganda ..
https://www.maurizioblondet.it/maledetti-maledetti-maledetti/

mic ha detto...

La democrazia parte dall'assunto che tutti gli uomini siano uguali. Ma ciò non è vero, infatti delle élite hanno monopolizzato il potere grazie alla democrazia perché più abili della massa.
Dunque, la democrazia è esiziale.

https://www.aldomariavalli.it/2020/12/13/cosi-la-nuova-aristocrazia-si-impossessa-del-potere-svuotando-la-politica-e-annullando-la-democrazia/

«Tenuto conto che la libertà […] è una facoltà della ragione, che risiede nella volontà come soggetto proprio, e, dato che intelligenza e volontà concorrono nell’atto libero, la libertà comporta innanzitutto di essere determinata dal bene, oggetto necessario della volontà. A sua volta, la libertà, sia come facoltà di agire o di non agire (libertà di esercizio), sia come facoltà di fare questo oppure quello (libertà di specificazione), si attua come mezzo in ordine al bene, che è il fine proprio della volontà. Da qui deriva che la possibilità di peccare è un difetto della libertà, e che quest’ultima non consiste in una sorta di scelta ineluttabile fra bene e male.
Al contrario, se si parte dall’autosufficienza dell’ordine temporale istituita dall’illuminismo e dallo spirito borghese, e si tiene conto dell’“allontanamento” del Dio cristiano, sostituito dall’anonimo Architetto, la libertà si trasforma in necessità cosmica, negando così se stessa, oppure si fa libertà assoluta, trasformandosi da mezzo in fine. Questa libertà “legata” a nulla — cioè “ab soluta”, ovvero “soluta ab”, “sciolta da” — esprime la piena autosufficienza di un mondo in cui l’uomo si trasforma nel proprio Demiurgo» (Alberto Caturelli, Esame critico del liberalismo come concezione del mondo)
By Riccardo Zenobi

Anonimo ha detto...

https://www.maurizioblondet.it/il-vaticano-deve-querelare-zagami/

Anonimo ha detto...

Comizi al servizio dell'ideologia verde

https://www.google.it/amp/s/www.avvenire.it/amp/papa/pagine/messaggio-papa-francesco-clima-5-anni-accordi-parigi

Da Welthanschauung Italia ha detto...

Joseph Hurbertus Pilates, fondatore dell'omonima disciplina, ebbe modo di notare che durante l'influenza spagnola del 1918, coloro i quali si erano sottoposti al suo training fisico non erano incorsi nel contagio. Rafforzando il corpo e il tono muscolare, migliorando la respirazione, aumentavano in maniera direttamente proporzionale le difese immunitarie. La nuova idea di mondo e il nuovo archetipo di uomo, cozzano in maniera incontrovertibile con i valori ed i benefici dello sport e dell'attività motoria in senso ampio. Le discipline, sia individuali che di gruppo, liberano le endorfine, sgombrano la mente,tolgono nutrimento all'eggregora creata dall'autorità. Se il corpo si impigrisce la mente va di pari passo, essendo l'uno legato indissolubilmente all'altra... il tempio nel quale l'anima germoglia. Mens sana in corpore sano. Raramente i nostri avi sbagliavano. Colpire l'attività fisica e inibirla ha come fine ultimo colpire la psiche umana, scomporla e ricomporla in modo da integrarla nel nuovo sistema, che potremmo sintetizzare nel pactum sceleris lavora-compra on line - crepa. Fiacchi, provati nello spirito e nel corpo, saremo facili prede per il Leviatano... saremo divorati senza emettere un gemito, comodamente seduti sul divano, con tutto a portata di un click.
G.Meriano

Anonimo ha detto...

Una nazione non si può reggere senza una forte identità comune. Fecero prima l'Italia a forza, poi dovevano fare gli italiani, ma non ci sono riusciti o si sono dimenticati. Ecco perché questo paese si sta disgregando più di altri, anche a causa della presenza della chiesa con le sue recenti farneticazioni progressiste, amorali dei fratelli tutti, del meticciato culturale universale. Ci voleva uno stato federale, identitario, delle tante patrie federate e ghibellino identitario, per cui di destra identitaria e non laicista.

Aloisius ha detto...

Sconvolgente e apocalittica questa iniziativa di Bergoglio.

Ma coerente con la sua rinuncia totale a seguire la missione del Signore di annunciare il Vangelo, invitare alla conversione e battezzare le genti.

Nella dottrina bergogliana, infatti, elaborata dai gesuiti OGM, la missione data dal Signore in persona è una "solenne sciocchezza": meglio cercare di realizzare la pace mondiale con sistemi mondani e non essere "divisivi".

Do ut des, crede lui:
io vi do l'"imprimatur" papale (e qualche miliarduccio nelle loro banche e nelle loro iniziative finanziarie) e voi fate il bene del popolo, anzi, dei poveri e dei migranti.
Del resto, secondo il pensiero politico di Bergoglio, la proprietà privata non è scontata, quindi i ricchi e i benestanti devono diventare anch'essi poveri (tranne quelle del Vaticano e dei miliardari "filantropi" e progressisti che lo sostengono, perché loro sono gli amministratori buoni del villaggio globale).

E ciò perché, sempre in linea con i gesuitoidi modernisti, Gesù era solo un brav'uomo e non è nemmeno l'unico "profeta": Paese che vai, profeta che trovi, chi sono io per credere in un unica Verità? È offensivo e divisivo,è logico che ti martirizzano, "te la sei cercata" perché non sai dialogare, sei ingabbiato nella Dottrina e hai nella testa qualcosa che non va.

Ma si deduce che Bergoglio pensa pure di essere più furbo di quei marpioni senza Dio, nemici nell'anima di Gesù Cristo e della Chiesa cattolica.

Si illude di convincerli a creare un sistema economico/sociale migliore, il "capitalismo dal volto umano" a favore dei poveri e dei migranti.

Purtroppo per lui questa stolta illusione, che si deduce dai fatti, e' destinata a fallire due volte:

la prima, perché va contro la volontà del Signore, che li ha cacciati dal Tempio e si è offerto volontariamente al martirio per annunciare a noi fetenti l'unica Verità salvifica;

la seconda, perché va contro la volontà di quegli stessi grandissimi figli del mondo e di buonadonna con cui va a braccetto, che hanno tutt'altri scopi, sebbene mascherati ipocritamente e abilmente, da filantropia e progressismo democratico.

Un vero disastro, ma una prova di Fede per noi piccoli, perché solo la preghiera insistente potrà salvarci.

Aloisius

Anonimo ha detto...

Dice Bergoglio è una conseguenza dei suoi predecessori. Sì e no. Poi scava, scava vedi che il modernismo non nasce con Giovanni XXIII, vai indietro fino a Giuda Iscariota e non capisci più quando sia iniziato. L'importante è finché resti sul sentiero, puoi sempre migliorar strada. Con Bergoglio c'è stato il salto nel vuoto e non era detto ci dovesse essere per forza, prima o poi. Bergoglio è più figliolo di Giuda Iscariota e di Lutero, che dei suoi immediati predecessori. Bergoglio ha fondato una vera e propria nuova religione, scismando dall'interno. Mentre Lutero fece fagotto e si mise in proprio, Bergoglio ha occupato la sede. Più che conseguenza degli immediati predecessori, potrebbe essere conseguenza del papa forse mancato il card. Siri o Gregorio XVII, che forse accettò di non accettare nel 1958, anziché fare un bel ripulisti di progressisti. fvn

tralcio ha detto...

A me basterebbe poco: e cioè che chiunque si fa voce (come Giovanni il precursore) del Verbo di Dio mostrasse in ogni occasione di diminuire perché Lui cresca. A non essere più "io che vivo, ma Cristo in me". Purtroppo questo lo si vede solo raramente. Lo penseranno?

Se ne avessi l'occasione di chiederlo a uno di loro, vorrei che rispondesse che crede a Dio creatore (non al caso e nemmeno al big bang, due assurdità logiche), al peccato originale (fatto in sé e conseguenze), alla verginità di Maria Madre di Dio, alla duplice natura e volontà umana e divina di Gesù, all'esistenza del diavolo, ai novissimi nella loro totalità e utilità (anche l'inferno non è vuoto), alla transustanziazione delle specie eucaristiche.

Il cristianesimo è semplicemente l'annuncio dell'incarnazione del Verbo e della redenzione.
Non è un parlare di Dio, o su Dio e nemmeno solo un parlare a Dio: è Dio che fa! Agisce.
La grazia è la Sua azione che permette a noi una misericordiosa partecipazione per il nostro bene. Dio lo vuole, lo permette, lo mendica è disposto a farsi mettere in croce, consegnandosi ai crocifissori (volontariamente, non per costrizione!) per farlo accadere.

Il cristianesimo non è stato messo alla prova e trovato manchevole: è stato giudicato difficile, e non ci si è mai provati ad applicarlo. Così Chesterton. Che si fa: lo addomestichiamo e annacquiamo per avere più consenso? O lo lasciamo nel segno della croce?

Mi basterebbe questo. Con tutte le pastorali come a ciascuno pare...

Anonimo ha detto...


"fecero prima l'Italia a forza, poi dovevano fare gli italiani ma non ci sono riusciti o si son dimenticati.."

Veramente, gli italiani erano stati fatti, se vogliamo usare quest'abusata immagine, alla fine della Grande Guerra. Il patriottismo in Italia era forte allora e c'era ancora alla fine della II gm, come dimostrò la reazione di forte sdegno popolare (anche operaio) al trattamento che subimmo a Parigi nel 1947 con il Trattato di Pace, pesantissimo a nostro danno, impostoci senza neanche poter discuterne una riga.
Ma dal Secondo Dopoguerra è cominciata la propaganda disfattista all'interno, soprattutto marxista e di parte della sinistra, e di parte del mondo cattolico proprio contro l'idea stessa della Nazione, della Patria, dello Stato etc È stato un lavoro di decostruzione continuo e assillante, al quale si è aggiunta la Chiesa dopo il Vaticano II, che aveva sposato la causa dell'unificazione del genere umano al di sopra delle patrie e delle nazioni. Infine è fatalmente riemerso l'antico particolarismo italico, nella forma del leghismo truculento dei Bossi e dei neoborbonici e neopapalini, all'insegna di una ottusità politica e culturale che nel nostro beneamato Paese ha purtroppo una lunga tradizione.
Ed eccoci qua. Venti regioni o quante sono, pronte a strutturarsi come tanti staterelli, che in parte già sono, peggio degli otto Stato otto e otto monete e dogane dell'Italia preunitaria, quella della giovinezza di Mazzini, per capirci.
Un pulviscolo pronto a diventare possedimento afromusulmano dalle isole sino alla dorsale appenninica, mentre la pianura padana torneranno a contendersela francesi e mondo tedesco, con qualche tribù slava al seguito, come ai bei tempi (per loro) nei quali l'Italia era solo una "espressione geografica", loro campo di battaglia e conquista, oggetto di baratti e di scambi: cosa, l'esser servi, che in molti, anche cattolici, non vedono l'ora oggi di ridiventare.
O.

Anonimo ha detto...

Solo la classe media può realizzare il "capitalismo inclusivo", eliminando la povertà e dando a tutti un reddito da lavoro e una dignitosa indipendenza economica. La chiesa cattolica invece, con la "economia di Francesco" contribuisce alla agenda per la eliminazione della classe media (anche molto piccola in realtà), in favore di élite, apparati statali, grandi coop...
fvn

Marisa ha detto...

A Aloisius

" Si illude [Bergoglio] di convincerli a creare un sistema economico/sociale migliore, il capitalismo dal volto umano, a favore dei poveri e dei migranti."

Carissimo Aloisius, la mia netta opinione è che lei proietti su Bergoglio la sua rettitudine e punto.

Il 'nostro' infatti ha dato prova continuata e senza ripensamenti di una SPREGIUDICATEZZA tale che davvero ti chiedi, guardando la foto degli affratellati in questa nuova impresa "umanitaria" [posso ridere??], chi sia fra loro IL PIÙ SQUALO.

Per me lo sono - come minimo - ex aequo!

Anonimo ha detto...

Ed ecco un cardinale, il card. Aguiar che si dice completamente d’accordo con Bergoglio per una legge sulle unioni civili. Egli dimentica, o non tiene in alcun conto, come ha fatto del resto il
Papa, quello che la Congregazione della Dottrina della Chiesa, sotto la prefettura dell’allora card. Ratzinger, regnante Giovanni Paolo II, ha stabilito in materia.

Anonimo ha detto...

DALLA "SOCIETÀ SIGNORILE DI MASSA" ALLA "SOCIETÀ PARASSITA DI MASSA"

«La nostra società, se non si cambia rotta, molto molto alla svelta (ma forse è già tardi), è destinata a trasformarsi in una ‘società parassita di massa’, che non è il contrario della società signorile di massa, ma ne è uno sviluppo possibile, una sorta di mutazione ‘involutoria’, come forse la chiamerebbe un matematico...

Nella società signorile il parassitismo di chi non lavora convive con un notevole benessere, che accomuna la minoranza dei produttori e la maggioranza dei non produttori.

Nella società parassita di massa la maggioranza dei non lavoratori diventa schiacciante, la produzione (e l’export) sono affidati a un manipolo di imprese sopravvissute al lockdown e alle follie di stato, e il benessere diffuso scompare di colpo, come inghiottito dalla recessione e dai debiti.

I nuovi parassiti non vivranno in una condizione signorile, ma in una condizione di dipendenza dalla mano pubblica, con un tenore di vita modesto, e un’attitudine a pretendere tutto dalla mano pubblica, con conseguente dilatazione della “mente servile”, per riprendere l’efficace definizione di Kenneth Minogue».[1]

LUCA RICOLFI

NOTA___

[1] Aticolo del 08/05/2020, qui: https://www.huffingtonpost.it/entry/luca-ricolfi-ci-avviamo-verso-una-societa-parassita-di-massa_it_5eb41243c5b646b73d28d6b7

Valeria Fusetti ha detto...

Ma che buoni ! Fanno tenerezza ! Pensano a noi... anzi no: pensano per noi ! Decidono per noi poveri mentecatti che da soli non siamo capaci di soffiarci il nasino moccoloso. Anzi, fanno ancora di più, pensano pure al posto di Dio che, evidentemente, non ha fatto abbastanza mandando Suo Figlio...ah si, dimenticavo che secondo costoro è morto, miserello...Così lo sostituiscono i "teologi" modello Boff che nel 2019 consigliava ad un altro suo collega, tal Edward Neves: "occorre coltivare le seguenti posizioni del Gesù storico: 1)nutrirsi dell'onorevole intimità di Dio 2)lasciarsi guidare dal sogno di Gesù di un Regno di vita, amore, giustizia 3) agire per compassione 4)mettersi al servizio della dignità di ogni persona, specialmente degli esclusi 5) liberarsi dalle tentazioni dell'avere, del potere e del puro piacere per amare con maggior profondità e gratuità." Per cui, visto che il Gesù storico è dato per morto, siamo noi dicono i Boff di questo mondo di tenebre, che ne interpretiamo il pensiero. Così quella piccola, insignificante Confessione di Fede che ci ricorda: " salì al Cielo dove SIEDE alla destra di Dio Padre onnipotente e di là ha da venite a giudicare i vivi ed i morti" se ne infischiano. È vecchia ... Per cui mi sembra evidente che alla base di tutta la gestione della pandemia, con i suoi derivati tossici, ci sia un radicato problema di fede, questo sì vecchio, e che ora è esploso come un bubbone della peste. Con le conseguenze anticipate, sin dai tempi di Rue du Bac, da Maria Santissima.

Anonimo ha detto...

Oggi la mente servile è già al potere, da tempo. Qualche manciata di decenni. Ormai da soli si sono marchiati a fuoco con i loro pensieri, parole, opere ed omissioni. E il popolo con manualità di famiglia, di lavoro, di osservazione, di cultura, con manualità innata li riconosce. Loro, dalla mente serva, finiranno col fare la fame, non il popolo industrioso.

Anonimo ha detto...

Le alte sfere spaventate dalle torme natalizie, compradore. Gli assembrameeenti!
Imbecilli, più stringono più la reazione sarà incontrollabile. Se il covid 19 non fosse stato gonfiato ad arte per fini politici, grande risistemazione, si sarebbero appellati, naturalmente, alla responsabilità personale con l'aggiunta di poche parole di prevenzione e l'elenco delle medicine necessarie alla bisogna. Invece no, hanno gonfiato e stravolto il tutto ( Bergamo e Brescia alla fine saranno pur indagati con attenzione!!!), paralizzando un'economia, confuso un popolo, distrutto la piccola e media impresa, portato sul lastrico i piccoli professionisti. Presto la grande risistemazione necessaria, a furor di popolo, sarà il cambio di lavoro dei ministri e del primo ministro, dei parlamentari proni, del capo Muto, dei comitati tecnici e altri tra cui colò e dragò che andranno a fare i fattorini di amazon e dei pasti da asporto in bicicletta e/o con i monopattini senza motorino, ma con spinta a gamba, per un settennio, per esempio a Roma dai sette colli e altri dislivelli e le mille buche con fango e senza fango. Questa sarà la vera grande risistemazione nazionale e popolare.Allora mangeremo tutti sempre a casa dalla Vetta d'Italia a Capo Passero serviti dai fattorini un tempo politicanti di assoluta sfiducia.

Se si e' bravi.. ha detto...

DALLA "SOCIETÀ SIGNORILE DI MASSA" ALLA "SOCIETÀ PARASSITA DI MASSA"
Un pugno di riso al giorno .

Anonimo ha detto...

Sempre a criticare gli italiani come classe dirigente e come popolo. La classe dirigente forse mai si è sentita italiana, questo e quello o politico o industriale o latifondista non guardavano all'Italia, guardavano all'estero e ai loro interessi, dell'Italia e degli Italiani si vergognavano; il popolo non lo amava nessuno e forse mai nessuno lo ha amato. Tradito in tutte le salse, il popolo diffida della politica che sa essere contro di lui a prescindere: di cosa si lamentano tutti quelli che continuano a guardare all' europa, all'america, alla russia, alla cina, cioè altrove, e intanto fanno gli affari loro ignorando gli Italiani dei quali non gliene po'frega' de meno? Forse sono secoli che il popolo è disincantato e diffidente. Per chi, per cosa dovrebbe dar la vita? Chi l'ha difeso questo popolo? Chi l'ha elevato? Un tempo la Chiesa quando era Chiesa. Ora nemmanco la chiesa. Povero popolo, rotto di cento piaghe, come scrisse Fortini. Le cose buone che ha compiuto questo popolo le ha compiute con le sue forze e con l'aiuto di Dio, Uno e Trino, le bischerate le hanno fatte i suoi governanti venduti agli stati stranieri e traditori della loro gente. Piuttosto che niente l'hanno corrotto questo popolo, per farlo diventare materialista, consumista, ateo, drogato, erotomane, mo' asservito con la paghetta. Aveva ragione ieri Blondet che inveiva, maledetti, maledetti, maledetti! Con l'imposizione delle vostre idee di progresso che sono sempre state un regresso per tutti. Maledetti.

Marisa ha detto...

OT

http://blog.messainlatino.it/2020/12/papa-francesco-ultimo-dittatore.html

Aloisius ha detto...

Possiamo dire che se il Signore Gesù si fosse comportato come Bergoglio, avrebbe trattato con Erode, si sarebbe difeso brillantemente davanti a Pilato, magari promettendogli di sostenerlo; avrebbe progettato un accordo per sfamare i poveri senza bisogno di miracoli e avrebbe fatto neutralizzare gli scribi e i farisei.

E sarebbe morto di vecchiaia.

tralcio ha detto...

E Giovanni il battista? Rompere le scatole a Erodiade per un secondo matrimonio, ma insomma!
Gesù ha detto che tra i nati di donna non v'è nessuno maggiore di lui.
Infatti dovevano ancora nascere gli uomini che "rinascono dall'alto", nel Regno.
Lì anche il più piccolo è maggiore di Giovanni.
Gesù sicuramente sapeva che sarebbe stata scritta Amoris laetitia.
Quindi, tra i nati da donna, Giovanni resta sempre il più credibile.
Tra i nati nel Regno ci sono tutti quelli che potrebbero esserlo o solo quelli che ci restano?
Sempre Gesù ha parlato di porte strette e difficili da trovare. Ma di posti ce ne sono tanti!
Per tutti quelli che vogliono portare la croce e non solo morire di vecchiaia...

Anonimo ha detto...

Abbiamo sempre sostenuto che la accumulazione di capitale è necessaria per far girare l'economia. Poco stato, intrapresa privata, diversità economica fra privati. Poi per frenare gli eccessi dei super ricchi è necessaria una classe media fortissima. Ora se in Italia si fosse lasciata girare l'economia, questa formula avrebbe funzionato egregiamente, avremmo eliminato la povertà. In altre parti del globo però c'è ancora povertà, ma in gran parte è colpa loro, devono cambiare loro. Lo dimostrano alcuni paragoni. Prendi certi paesi asiatici un tempo poverissimi e sottoposti al colonialismo, che nessuno ha mai aiutato, oggi molto sviluppati. La stessa Italia dominata, depredata, saccheggiata per secoli, poi capace di un boom economico non certo figlio di quei 4 soldi americani del dopoguerra. Aiuti peraltro ricevuti più volte anche da paesi africani, senza grandi esiti. Ora però il grande sovvertitore biancovestito si è accordato con le élite mondiali per un "capitalismo inclusivo" che non toccherà i super ricchi, eliminerà la classe media, mentre chi sta sotto sarà una sorta di omogenea servitù della gleba, tutti però, se faranno i bravi, riceveranno un reddito universale di sopravvivenza. Se quella dell'augusto argentino regnante è la vera religione cattolica, ne facciamo volentieri a meno. È però evidente che il suddetto è in palese contraddizione con la dottrina precedente, checché ne dicano alcuni.

Da Fb ha detto...

"L’ex segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon, l’economista Jeffrey Sachs e il direttore generale dell’UNESCO sono tra i relatori del poco pubblicizzato lancio di una collaborazione tra il Vaticano e le Nazioni Unite volta a educare il mondo a stili di vita sostenibili, all’uguaglianza di genere e alla cultura della pace e della non-violenza".