sabato 19 novembre 2016

I 'due Papi' benedicono i nuovi cardinali

Il filmato di Rome Report (guardate attentamente e verificate) mostra la benedizione dei "due Papi". Ed è Bergoglio a sollecitare Benedetto a benedire, poi si unisce... qui la sequenza tratta dal fermo-immagine. Non volevo commentare; ma non posso tacere l'anomalia e l'inedito: un Papa che abbia abdicato non porta la veste bianca e non si pone in tandem col regnante, anche in questa forma attenuata dal monastero. Diventa visibile l'inattendibile figura del ministero petrino allargato evocata da Mons. Gänswein [vedi - e anche]. La confusione è massima e inesorabile è il rischio che  il nuovo magistero fluido ateoretico e anomico, sempre più consolidato, disegni una nuova realtà che prima o poi a tutti sembrerà normale. Intanto si rischia l'eutanasia del Papato come divina istituzione qual è...

36 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma com'è possibile? Non possono avere due Papi nella Chiesa. Perchè tanta confusione? Mi fa male.
Gracias.

mic ha detto...

E' ovvio che non possono esserci due papi. Inutile star lì a stabilire chi e come ma c'è qualcuno che sta barando...

Anonimo ha detto...

"E' ovvio che non possono esserci due papi. Inutile star lì a stabilire chi e come ma c'è qualcuno che sta barando..."
... e l'altro collabora!

mic ha detto...

Fioccano commenti che asseriscono che il vero Papa è Benedetto. Astenetevi, ché non li pubblico!
Mi meraviglia che ci siano persone che lo esprimono come certezza apodittica, quando non esistono elementi certi e inoppugnabili e nessun fedele può stabilire da sé qual è la reale situazione.
Si possono avere ed esprimere dubbi e, soprattutto, sconcerto. Ma le conclusioni le lascerei a chi di dovere e, forse, alla storia futura...
Quanto a noi, che in questo garbuglio ci siamo dentro, ci affidiamo al Signore e andiamo avanti.

Catholicus ha detto...

Ricordiamoci delle profezie della beata Katharina Emmerick sul tempo dei due papi : la confusione tremenda che regnava nella Chiesa, nulla che sapesse di sacro, un vero circo Barnum, con nani e ballerine, da cui erano tenuti fuori solo i veri cattolici; una chiesa protestantizzata. Lo stesso VdR ha appena detto che le critiche di chi lo accusa di protestantizzare la Chiesa "non gli tolgono di certo il sonno". Ma lo sa (o fa finta di non saperlo) "che il Signore aveva altri progetti"?

Anonimo ha detto...

@mic

"Mi meraviglia che ci siano persone che lo esprimono come certezza apodittica, quando non esistono elementi certi e inoppugnabili e nessun fedele può stabilire da sé qual è la reale situazione.": questa è una sua menzogna perchè non è possibile che lei dica simili amenità quando tutti i giorni ha davanti agli occhi Bergoglio che stà mettendo a rischio di dannazione eterna le anime. Si vergogni.

Andrea Carradori ha detto...

Bah.... " Vi benedica Dio Onnipotente..." essendo per lo più stranieri, non sarebbe stata più consona la benedizione in latino? Diventa ideologica anche la benedizione? Non so più cosa pensare.

mic ha detto...

Anonimo lei dimentica che qui non si difende Bergoglio. Non passa giorno che non si riaffermi la fede a partire dalle sue deviazioni.
Lei vorrebbe, come tanti altri, farmi dire che non è Papa. Ma ho detto in tutte le lingue che non abbiamo nessuna autorità per stabilirlo e che nella storia ci sono stati cattivi papi. Anche se in questa circostanza la crisi riguarda la fede. Ma non ci mancano i punti di riferimento e la nostra buona battaglia va condotta dall'interno.

Santa Domenica ! ha detto...

https://gloria.tv/video/cmzsxwXRxLTn3gh3Ny17VDn2m

Anonimo ha detto...

Ci vuole uno sforzo sovrumano per non scappare a gambe levate da una Chiesa così: è perfino peggio delle più oscure e terribili profezie. L'unica è rimanere ancorati saldamente ed esclusivamente a ciò che era nei secoli passati e soprattutto prima di quella dell'orrendo incubo dei "due papi".
Miles

Anonimo ha detto...

Vae mulieri per quam scandalum venit!

Anonimo ha detto...

Non sono mai esistiti "cattivi papi" che abbiano profanato i Sacramenti per cui la sua "difesa" di Bergoglio è priva di alcun fondamento.

mic ha detto...

Mi piacerebbe capire
1. Chi è che difende Bergoglio e
2. la logica secondo cui l'anatema sul dar scandalo vada a chi denuncia chi lo dà.

Anonimo ha detto...

Maria Guarini difende Bergoglio quando difende la legittimità del suo antipontificato. Period.

mic ha detto...

E un Anonimo difende la verità se non porta argomenti a sostegno della sua tesi sulla illegittimità del pontificato, che non è comunque un laico a poter decretare?

Siamo in una situazione anomala e inedita (l'ho detto migliaia di volte). Possiamo esprimere i nostri dubbi e soprattutto riaffermare la retta fede; ma le conclusioni non spettano a noi!

Simpatico (!?) un Anonimo che apostrofa per nome e cognome chi ci mette la faccia...

Michele MAcIK Durighello ha detto...

Dico e ribadisco che il 1º a far casino é stato l'ex prefetto CDF che non ha seguito l'esempio del Pontefice che pur gravemente malato ha tenuto duro fino all'ultimo e che le folle vollero SANTO SUBITO, poteva farsi chiamare in modo diverso da emerito e pensare per la veste e lo zucchetto qualche tipo di aggiustamento che unisse il rosso cardinalizio al bianco papale (o qualcosa di comunque simbolico). Credo che la posizione di Mic sia piuttosto scomoda perché si capisce tra le pieghe del curialese che usa che l'ex cardinale argentino non le piace ma da teologa sa che non ci sono strumenti per contestarlo e paralizzarlo efficacemente..

Anonimo ha detto...

non so se avete già letto:

Il punto della situazione sui "Dubia" dei quattro cardinali
“Queste risposte non s’hanno da dare”, parafrasiamo così una nota frase della letteratura manzoniana. Si tratta della sostanza dell’ordine dato dal vescovo di Roma al card. Müller, prefetto della Congregazione per la dottrina della fede. I dubia? Finiscano nella catasta di altri dubbi e perplessità giunte presso la Congregazione per la dottrina della fede sempre in merito all’esortazione Amoris laetitia!
[..]
Intanto, altri insigni teologi hanno espresso le loro riserve sull’esortazione incriminata (cfr.Benedetta Frigerio, Anche il teologo Livi ha “dubia” sull’Amoris Laetitia, in LNBQ, 18.11.2016). Intanto la Chiesa soffoca nella confusione e nell’errore: cfr. Riccardo Cascioli, I vescovi italiani non hanno dubbi: gli attivisti gay entrano nei piani pastorali, ivi, 17.11.2016.

http://www.scuolaecclesiamater.org/2016/11/il-punto-della-situazione-sui-dubia-dei.html

Mazzarino ha detto...

Coraggio siamo quasi in fondo, Obama non c'è più e BXVI potrebbe tornare a piede libero. La realtà stupisce.. sono ora i Clinton che potrebbero finire di fronte alla corte marziale. Finalmente tutti hanno compreso che ci hanno preso in giro. E per il bene della Chiesa dobbiamo far finta di non aver capito. Come la moglie che vede il marito con un'altra donna e fa finta di non saperlo. E' "bene" così per noi e per tutti. Ma la Chiesa Cattolica Romana, come la famiglia di prima, non c'è più. Una apostasia di cinquant'anni e la menzogna degli ultimi quattro l'hanno demolita. Non se esce se non con una discontinuità. Pentimento.Espiazione.Rinuncia e Nuovi pastori. Anche se in questo momento BXVI è largamente prevalente nel gradimento del clero, verità impone le dimissioni vere di entrambi i vestiti di bianco. Nuovo Papa.Nuovo giovane Papa.Unico vescovo ad aver detto la verità. E tanto tempo... Per cominciare a ricostruire. DAL NOM AL VOM. Da lunedì.

Luigi Rmv ha detto...

E'anche possibile che, in questa situazione, si verifichi lo scisma di cui si parla
da parecchio.

Se si verificasse, avrebbero un senso i due papi.

Quelli fedeli alla dottrina e tradizione cattolica di sempre, ovviamente, seguirebbero Benedetto XVI e i catto/protestanti seguire bbero invece Bergoglio.

Se così fosse, le dimissioni parziali di Benedetto XVI sarebbero state programmate e finalizzate al futuro e previsto scisma.

marius ha detto...

Se si verificasse, avrebbero un senso i due papi.
Quelli fedeli alla dottrina e tradizione cattolica di sempre, ovviamente, seguirebbero Benedetto XVI e i catto/protestanti seguire bbero invece Bergoglio.
Se così fosse, le dimissioni parziali di Benedetto XVI sarebbero state programmate e finalizzate al futuro e previsto scisma.


... mah?
forse che BXVI ha dato ultimamente qualche segnale occulto o in codice per alimentare qualche speranza in tal senso agli orfani (mi ci metto anch'io) del suo pontificato ("attivo") ?
Per ora l'unico suo segno di attività, oltre ai soliti sorrisi e abbracci, sembra essere solo la sua nuova cyclette...

mic ha detto...

Anch'io non vedo alcun segnale in Benedetto che disapprovi le storture recenti. Se i suoi sorrisi sono solo di circostanza non possiamo saperlo, ma sono sorrisi. E mi riesce difficile pensare che non potesse accampare scuse per sottrarsi ad una visita che ha avuto l'unico scopo di mostrare al resto del mondo che 'i due papi' sono in sintonia.

Angelo ha detto...

Condivido le perplessità di Mic su Benedetto XVI!
Fidiamoci di NSGC. Le sue vie non sono le nostre e coi nostri ragionamenti umani, seppur logici e mirati, non arriveremo comunque mai a capire i Suoi incomprensibili e divini progetti.
Ave Maria.

Luigi Rmv ha detto...

Certamente sono in piena sintonia, ma e' anche vero che bxvi non potrebbe nemmeno essere in rottura.

Prima si dimette d poi gli fa la guerra?
Impensabile, deleterio per la Chiesa e contrario alla persona di bxvi.

Ho fatto un'ipotesi, che come tale va presa, perché in caso di scisma, adesso, avremmo due papi e di certo, personalmente, tra i due preferirei bxvi.

A meno che gli ipotetici scismatici non nominassero un proprio papa, come nel medio evo, due da una parte e uno dall'altra.

Scherzo,

Stefano78 ha detto...

@Mic

Quello che vedi è (lasciamo perdere sorrisi, abbracci, baci, lettera, testamento...) la attuazione PLASTICA di quello che è stato provato da Canonisti, Sacerdoti, e Laici: Benedetto, essendo rimasto PAPA IN CARICA, e Bergoglio, essendo "Vescovo della diocesi di Roma", dunque essendo, come spiegato BENE dalla Associazione San Gregorio, il "facente funzioni" di Roma, ha NECESSITA' che Benedetto XVI presenzi e benedica in "nuovi cardinali". Non avendo la potestà PIENA del Papato, ed essendo solo il "facente funzioni pratiche", NON PUO' avere la potestà piena. E questo non è "illazione", non è "arroganza", non è "presunzione", è LA REALTA' dei fatti, definiti e spiegati dai diretti interessati, poi dai segretari. Poi dai canonisti.
Questo è QUANTO

mic ha detto...

Caro Stefano. Sembra proprio quello che vogliono attuare.
Ma il problema è che una cosa del genere non sta né in cielo né in terra e non è supportata da nessuna motivazione né teologica né canonistica.
il magistero più che liquido, gassoso, posto anche come rappresentazione e la tradizione stabilita dalla chiesa del presente, in ogni presente della storia.... più sabbie mobili e trionfo dell'informe' di così!

Anonimo ha detto...

@mic

Capisco che per lei è un grosso dispiacere sapere che Benedetto XVI è ancora Pontefice, ma questa è la realtà che a lei piaccia o no. Ne prenda atto anche come definitiva pietra tombale sulle sue assurde ed in malafede dimostrazioni di continuità Tra BXVI e Bergoglio.

mic ha detto...

Rispondo una volta per tutte a questo provocatore che mi inonda con decine di messaggi attribuendomi intenzioni di ogni sorta.

Non mi attribuisca dispiaceri che non ho, visto che non ho certezze di sorta. Sono piena di dubbi; ma non mi permetto di atteggiarmi a solone pretendendo di definire una realtà così controversa come pretende lei con le sue affermazioni, peraltro apodittiche e senz'alcuna motivazione espressa e inoltre piene di offese e di illazioni. Forse non è altro che la proiezione su altri delle proprie allucinazioni. Non sto esagerando perché si dice di ben peggio...
Due sono le cose: o circolano tante persone disturbate (gli interventi non sono tutti della stessa persona) o ferve un'attività di provocazione più intensa di quanto sia possibile ipotizzare.

Rr ha detto...

Standing ovation per Stefano78.
Ma se è cosi, possiamo altamente infischiarcene di encicliche, lettere apostoliche, esortazioni varie, perché il loro autore è, semplicemente, un vescovo. La cui giurisdizione quindi si limita alla sua diocesi.
Ecco perché non risponde ai "dubia": non ne ha l'autorità.

mic ha detto...

Rr,
è facile cavarsela con battute tranchant, che hanno una loro logica, ma che non tengono conto del terreno complesso in cui ci muoviamo e del contesto che non 'sopporta' la fluidità che vogliono imporre!

Stefano78 ha detto...

@Mic
Ma il problema è che una cosa del genere non sta né in cielo né in terra e non è supportata da nessuna motivazione né teologica né canonistica.

Il passo successivo, dopo questo ragionamento che cito e che non fa una piega, sarebbe chiedersi: perchè è accuduta una cosa che non sta nè in cielo e nè in terra? La risposta "facile facile", come dici tu, potrebbe essere quella che ci diamo per "rassicurarci tutti del "non c'è nulla che non va; sono solo i Papi conciliari che hanno studiato questo stratagemma". Ma il "papato emerito" non ha nessun senso "conciliarista", perchè in realtà non è affatto un "papato collegiale", come dite. Canonisticamente e Teologicamente, è un Papato che prevede IL PAPA regnante, ancora regnante, ma "cedente" la "facoltà di governo" a un facente funzioni. CHE NON E' PAPA! E' un "super-vescovo". Guardate che tale facoltà è già esercitata dal "CARDINAL VICARIO"! Solo che il Cardinal-Vicario la esercita con dei confini netti. Mentre il "Super-Vescovo di ROma" la eserciterebbe con maggiore ampiezza nel governo "ordinario" della Chiesa. Dunque il fatto è PECULIARE, non è affatto l'"ampliamento del concetto di collegialità". E riguardo Ratzinger è stato associato alla presenza di un Papa ESILIATO E IN PRIGIONE, rispetto al "papa attivo".

Bisognerebbe fare uno sforzo per accantonare un attimo la "Pre-condizione" e il "pre-concetto", certamente non senza fondamento, riguardo il "conciliarismo" che sarebbe l'unica spiegazione assoluta per tutto.
Così facciamo finta che Ratzinger sia in prigione, e che si sia inventato questa fanfaluca del "papato emerito" proprio per far notare che lui non rinuncia al papato ma è costretto a rinunciare a governare. Considerando SOLO il "conciliarismo", si chiude gli occhi sulla situazione tremenda in cui saremmo... O NO?

Anonimo ha detto...

Ha me è parsa una mossa mediatica di Papa Bergoglio per dimostrare urbi et orbi che Benedetto lo approva. A rigor di logica, visti i suoi problemi deabulatori, se avesse voluto avrebbe potuto essere presente in san Pietro seduto su una carrozzella. Così non è stato e Bergoglio con i neocardinali sono andati da lui. Come avrebbe potuto sottrarsi, Benedetto che, sino a prova contraria; ha promesso obbedienza al nuovo papa? Poi, se volessimo riflette su qualche nome di porporato decisamente non in linea con il precedente pontificato il tutto sembra quasi una presa in giro.

RR ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
RR ha detto...

PS: ho sempre pensato, ed in famiglia l'ho sostenuto varie volte, che tra il 2011 ed il 2012 ci sono stati in Italia due colpi di Stato, uno alla Repubblica, e l'altro al Vaticano.
Più passa il tempo, più notizie escono e persone parlano, e più è chiaro che è andata esattamente così.
Viviamo dal novembre 2011 in una grave riduzione, se non mancanza, di Diritto e Legittimità. E tutto ciò che promana da chi sta usurpando il diritto a governarci (corpi ed anime) non può che essere male e finire male.

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...


Tutta la discussione sui Due Papi, i Due Vescovi di Roma, sul Benedetto XVI prima "in prigione" e poi redivivo all'ora X, che piomba sulla scena a rimettere le cose a posto (manco fosse Zorro), sui "colpi di Stato" in Vaticano e dal Quirinale, sta diventando comica. A. R.

Antonio ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.