domenica 6 novembre 2016

Processione cattolica a Lund in riparazione delle bergoglionate

Contro il reato di concorso esterno in associazione eretica [ne abbiamo parlato qui - qui], il Rapid Response Team ha organizzato una processione mariana per le vie di Lund. Emozionante lo scandire dell'Ave Maria e del Salve Regina in latino. Ecco qui il video riassuntivo:


Tra gli slogan sui cartelli bilingue: "non nascondere la verità cattolica!" - "come può dare unità la celebrazione di una ribellione?" - "la vera pace viene dal Cielo - ascoltate Nostra Signora di Fatima!"
Il video è a cura del Fatima Center. [Fonte]

34 commenti:

mic ha detto...

I cattolici in Svezia saranno una sparuta minoranza. Ma non hanno svenduto la loro fede!

Anonimo ha detto...

20 persone????
nonna

Anonimo ha detto...

Evviva padre LUNDSTRUM cattolico.

mic ha detto...

20 persone????

Almeno un piccolo resto c'è rimasto nonostante tutto!

Mi si e' aperto il cuore ! ha detto...

"A Colui che siede sul trono e all'Agnello
lode, onore, gloria e potenza,
nei secoli dei secoli".

"Amen".

Anonimo ha detto...

Fino a poco fa, i cattolici in svezia non avevano diritti civili

Anonimo ha detto...

Sono pochi quindi il Vaticano farà finta di nulla. Se il numero fosse significativo li stroncherebbero con mostrificazione e strumentalizzazione preventive. I nostri aguzzini sono potenti, molto potenti. Ma prevedibili.
Miles

carmenFatima ha detto...

Questi sono i miei fratelli cattolici, con Maria, Mater Ecclesiae,
la nostra dolcissima mamma.
Vi abbraccio tutti, forte forte!

Salve Regina ...

berni/exodus ha detto...

20 persone????? - almeno abbiamo capito perchè si parla di piccolo gregge? alla fine anche se rimarrà un piccolo gregge è di sicuro quello Cattolico.
Cristo ne aveva solo dodici e solo undici erano davvero fedeli. poi la Chiesa si era estesa fino ai confini del mondo - ora dovremo accontentarci di un piccolo gregge; l'altro grande è apostata e segue l'eresia di alcuni indicibili, a noi davvero non servono i protestanti, gliu islamici i buddisti gli ebrei - a meno che non si convertano a Cristo e diventino Cattolici.
In fondo Dio chiama tutti poi c'è chi lo segue e chi lo odia. intanto noi preghiamo, perchè questa è l'ora della preghiera e della intercessione della Santa Vergine.

Anonimo ha detto...

Pubblicate questa catechesi sul castigo del cardinale Bergoglio che conferma le tesi di Cavalcoli riportate sul sito isola di Patmos. E' un'esclusiva!
https://www.youtube.com/watch?v=OiEfnkzNdJI

Unos

Luisa ha detto...

Altra bergoglionata detta con il tono di chi è convinto di possedere la verità: i movimenti popolari per il papa argentino sono “seminatori del cambiamento”, ma, come giustamente domanda Marinellys Tremamunno per la Bussola, di che tipo di cambiamento?

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-movimenti-popolari-lideologia-dietro-alle-belle-parole-17948.htm

C`è chi non esita a parlare di un papa comunista,:

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/su-banche-e-immigrati-papa-fa-comunista-1327621.html

E non mi si venga a dire che Jorge Bergpglio non fa che applicare la dottrina sociale della Chiesa, la sola dottrina che egli applica, in quel caso, è la sua ideologia.

Carla ha detto...

Viva la verità e il coraggio di professarla!

Japhet ha detto...

I cattolici in Svezia: fortemente minoritari, ma non silenziosi né passivi.

Alfonso ha detto...

Chi pensa che fossero pochi i partecipanti alla processione, si informi in quanti partecipano a processioni, se ancora ne fanno, in una qualsiasi parrocchia italiana, anche molto popolata! Ne rimarrebbe molto deluso, perché ci troverebbe solo una dozzina di persone, tutte in qualche modo "viventi" della parrocchia! E non aggiungo altro, perché la visione della attuale vita parrocchiale atterrisce anche il cuore gia' da tempo provato dalle miserie della Chiesa. Comunque, impressiona questa coraggiosa testimonianza in un luogo ostile.

Anonimo ha detto...

Che fossero venti o trenta poco importa! Li avesse scovati Abramo attorno al Mar Morto, quello specchio d'acqua avrebbe trascorsi umani meno funerei del nome che gli meritano i pesci...

A proposito di pesci (assenti a quella salinità) il vicario del pescatore di uomini dovrebbe considerare che Lutero ha fatto grossi buchi nelle reti e aggiunto troppo sale nell'acqua.
Per lui la natura è inguaribile e l'uomo una bestia da soma, che va dove la conduce chi li la cavalca, mentre assistiamo da spettatori alla contesa per poter disporre dell'arcione.

Per Lutero, che ha snobbato la ragione metafisica della fede cristiana, l'insipienza di un'esegesi sommaria ritiene che in Cristo la natura umana e quella divina sono mescolate: per lui l'incarnazione è un semplice scambio in cui Dio prende in sé l'umanità malata dal peccato, così il peccato entra anche in Dio (bestemmia) e Dio redimerebbe anche se stesso.

Per Lutero, alle prese con le proprie angosce esistenziali, la misericordia di Dio serve a liberarsi da ogni conto con la Sua giustizia... Lutero trasferisce tutti i debiti sul conto di Cristo, ma in più si vanta "giusto", attribuendo a Cristo non solo i pagamenti, ma anche le responsabilità. Lui si limita a credere che, siccome è molto buono, questo basti!

Gesù salda la giustizia con la misericordia: le opere diranno noi che scelte abbiamo compiuto a motivo della fede. Non dovremo mai inorgoglire della nostra opera, come della nostra fede, tuttavia la giustizia, che attende il suo momento con tutta la misericordia possibile nel mentre, richiede anche che una valutazione dei fatti senza prese in giro alla Verità, dopo che Dio (il Padre e il Figlio sono una cosa sola) ha scelto -per se stesso- la croce come dolorosissimo rimedio salutare ai peccati!

Dio non colpevolizza l'uomo, anzi ci redime! Sa che ad accusarci è colui che si è ribellato nello spirito, inducendoci al peccato originale nella carne che ha segnato la creazione.
Dio non ci colpevolizza, ma ci chiede di scegliere e la nostra volontà conta.
C'è un bene che è deteriorato, il male non è un assoluto, è solo la mancanza del bene che non c'è a causa del peccato. A noi sta di comprenderne cause, sviluppi, conseguenze, responsabilità e minaccia. Chi si autoassolve dorme e non prende pesci...

Se a Lund rimangono in venti a capire la differenza, la città almeno è salva.
Per le singole anime, dipenderà da quanto accoglieremo la misericordia, giusta, di Dio.

Gederson Falcometa Zagnoli Pinheiro de Faria ha detto...

Sono preoccupato
per il messaggio che ha dato
la Beata Vergine a Lucia di Fatima.

Questo insistere da parte di Maria,
sui pericoli che minacciano la Chiesa,
è un avvertimento divino
contro il suicidio di alterare la Fede,
nella Sua liturgia,
la Sua teologia e la Sua anima.

… Sento tutto intorno a me
questi innovatori
che desiderano smantellare la Sacra Cappella,
distruggere la fiamma universale della Chiesa,
rigettare i suoi ornamenti
e farla sentire in colpa
per il suo passato storico.

… Verrà un giorno in cui il mondo civilizzato
NEGHERA’ il proprio Dio,
quando la Chiesa dubiterà
come dubitò Pietro.

Sarà allora tentata a credere
che l’uomo sia diventato Dio…

Nelle nostre chiese,
i Cristiani cercheranno INVANO
la lampada rossa dove DIO li aspetta.

Come Maria Maddalena,
in lacrime dinanzi alla tomba vuota,
si chiederanno: “DOVE LO HANNO PORTATO?”.

(Fonte: “Pius XII Devant L’Histoire”,
Editions du Jour / Robert Laffont (1972), pp. 52, 53)

Sacerdos quidam ha detto...

E' possibile sapere chi sono i sacerdoti ed i fedeli della processione'? Sono, come sembrerebbe, collegati al 'Fatima Center'in Ontario?

Anonimo ha detto...

Splendida iniziativa!

S. Eutizio ha detto...

Alla messa delle 11,30 oggi, presentando il cardinale arcivescovo della diocesi, in visita pastorale, il parroco (anni 83 da 50 in quella parrocchia) ha detto :"Eminenza questa parrocchia ha una fede che viaggia nel solco della tradizione cattolica, la fede di Pietro. Le garantisco che non è disponibile ad alcuna avventura che non sia quella di Cristo Eucarestia". Tutta l'assemblea ha applaudito, non meno di mille persone come tutte le domeniche. Il vescovo è uno dei più stretti collaboratori di Bergoglio, ha incassato e ringraziato perché si è reso conto che tutta la parrocchia è con il suo pastore il quale ha scelto la verità. Il sacerdote che stasera ha officiato in Antiquior, cui ho confidato che la cosa mi aveva restituito la serenità e la speranza perduta in questi giorni di tempesta, è rimasto sorpreso ma al tempo stesso rincuorato.

Luigi Rmv ha detto...

Pochi ma buoni, che Dio li benedica, li protegga e li sostenga.
I piccoli sono preziosi a Dio, come riportato nelle Scritture.
E non li abbandona mai.
Coraggio fratelli svedesi, che noi stiamo per diventare minoranza come voi.

Anonimo ha detto...

REGNO UNITO: IN AUMENTO I PELLEGRINI AL SANTUARIO DI NOSTRA SIGNORA DI WALSINGHAM, CIRCA 300MILA
http://www.iltimone.org/35068,News.html
Come ben mostra la foto , i ministranti aprono la processione camminando scalzi , senza scarpe , in atto penitenziale .

Stessa devozione in Cina a Dong Lu dove la Vergine e' venerata con il titolo di Imperatrice della Cina.
Contro tutti gli ostacoli , le difficoltà non sembrano spegnere la volontà dei cattolici di onorare la Madonna al santuario di Dong Lu. Ogni anno, a maggio, senza curarsi dei divieti, decine di migliaia di pellegrini salgono sulla montagna in silenzio o recitando il rosario o cantando inni di lode alla loro vera madre e protettrice .

Dal mio nulla mi permetto di dire alla CEI : " Fatti una domanda e datti una risposta "

piccola cattolica ha detto...

Il sacerdote è Padre Lindstrom della fsspx che celebra la S. Messa regolarmente in quelle zone con i suoi fedeli. C'erano anche persone del Fatima center porovenienti dal Canada andati appositamente per fare anche loro un atto pubblico di riparazione.

Catholicus ha detto...

NOSTRA SIGNORA DI WALSINGHAM, : ricordo l'eccidio dei sacerdoti cattolici che tenevano quel santuario a tempi di Enrico VIII, massacrati, trucidati dai nemici del papa e della Chiesa Cattolica. Lo stesso Enrico, però, prima di ribellarsi al papa era solito recarsi a pregare in quel santuario; un bel voltafaccia, il suo, cosa che non volle fare Tommaso Moro, che certamente non sarà mai portato ad esempio del dialogo interreligioso ! Ricordo infine che l'Ingilterra un tempo era indicata come "la dote di Maria SS.ma".
Una sorte simile era capitata anche al piccolo paese di Lorus, poi chiamato Lourdes, che da avamposto musulmano in europa divenne poi un "feudo" di Nostra Signora di Francia, la Madonna Nera di Le puy en Velais, nel Massif Central. La donazione Le fu fatta dall'Emiro di Lorus (come si chiamava Lourdes all'epoca di Carlo Magno) che, avendo giurato di non arrendersi mai ad alcun uomo, ed essendo allo stremo delle forze nella battaglia contro i paladini di Carlo Magno, fu consigliato dal vescovo al loro seguito (di ritorno dalla battaglia di Poitiers) di arrendersi ad una Donna, cioè alla Madonna Nera Patrona di Francia. Fu così che Lorus ed i suoi, raccolti dei ciuffi d'erba del prato di Lourdes (l'attuale Esplanade) cavalcarono fino a Le Puy en Vealis e fecero atto di perenne vassallaggio alla Madonna Nera che, secoli dopo, fece nuovamente valere i suoi diritti su Lourdes contro la scristianizzazione che volevano farne i gacobini di Luigi Filippo d'Orleans. Così narra Vittorio Messori (da un libro d'epoca di uno storico francese).

berni/exodus ha detto...

@ Alfonso 14,59 - posso raccontarti che alla festa del Corpus Domini scorso, ho partecipato alla processione di una piccola frazione in Umbria di un convento di suore (traditio) ed eravamo almeno 150 persone che provenivano da tutta la zona ed anche di Roma (Giovedi giorno del vero Corpus Domini liturgico)., quella frazione avrà si e no 200 o 300 abitanti.
La domenica pomerigio mi trovavo nella mia cittadina che ha circa ventimila abitanti, la stessa processione ci saranno state 50 persone.
Fatto è che chi segue la tradizione della Chiesa crede fermamente e lo noto tutto l'anno, in quanto frequento quella cappellina sempre; la gente parte da decine e decine di Km per andare a Messa, alle processioni.
Nelle parrocchie è finito tutto o tutto si è protestantizzato. Vorrei che vedeste con i vostri occhi cosa sono ridotte le parrocchie che sono intorno o nella diocesi ove risiedo.
Io per andare a Messa alla Cappellina del Convento, la domenica mi faccio 120 Km. mentre sotto casa c'è la chiesa parrocchiale che nei giorni feriali alla liturgia ci sono 20 o 30 persone mentre in una chiesa ortodossa romena, la domenica ci sono almeno duecento persone.
Parlo di un paesotto di circa ventimila persone e non di una città di 200.000 abitanti.

berni/exodus ha detto...

Segue Berni - Preciso che quando questo paese aveva sette, ottomila abitanti circa 30 anni fa, alla processione del CorpusDomini c'erano 300/400 persone; ma non si sentiva l'aria conciliare e del rinnovamento come oggi, anche perchè c'era il parroco che è stato li per 50 anni.
Poi con la morte è arrivato un prete modernista che espone la bandiera arcobaleno, ma in poco tempo è crollato tutto.

Anonimo ha detto...

https://costanzamiriano.com/2016/11/07/una-verita-debole-non-serve-a-nessuno/

Anonimo ha detto...

Che importa 20 o 30, ci sono e basta questo, in un paese dallo stato previdente, assistenziale e soffocante che s'impiccia di tutto della vita privata dei suoi sudditi, è un afflato di libertà rara e di coraggio, anche in Scandinavia i re usarono mano pesante contro i contadini che non accettavano la nuova 'religione'.....terre,dopo il Giappone col più alto numero di suicidi, in Asia giovani dai 18 ai 30, al Nordeuropa di ogni età, quindi tutta sta felicità per il benessere non ce la vedo proprio. Un appunto, a Londra, dopo quasi 500 anni, è tornata una processione col Santissimo Sacramento per le strade principali e non erano pochi i fedeli, una cosa impensabile solo 10 anni fa, l'Anglicanorum coetibus ha avuto successo e non è stato osteggiato come il SP, (detto da parte mia, non schierato, è il massimo).....erano 11 all'inizio, basterebbe una minima parte della loro fede e del loro coraggio, semianalfabeti, a piedi attraverso lo sterminato Impero Romano, non dimentichiamocelo mai. Lupus et Agnus.

Sacerdos quidam ha detto...

"Il sacerdote è Padre Lindstrom della fsspx"...

Grazie per l'informazione!

piccola cattolica ha detto...

@ Sacerdos quidam

Prego

Anonimo ha detto...

Nella preghiera chiediamo il dono di rafforzare la nostra fede e quella dei Sacerdoti .
Bando all'amarezza , fuggiamo come la peste lo scoraggiamento , concordo con Lupus et Agnus , sono poche persone ?
Non importa , l'importante e' la fede !
Rendersi visibili dietro alla processione puo' far sorridere gli astanti , ridere , sganasciare anche , ma intanto il Sacerdote ha creato una occasione , l'occasione che da' modo allo Spirito Santo di agire, di far rinascere in qualcuno la fede semisepolta . Ricordiamoci delle conversioni che si sono avute ascoltando le musiche gregoriane oppure assistendo alla S.Messa in lingua latina , quella sì veramente universale , almeno nella preghiera non c'era questa babele .

Luigi Rmv ha detto...

Nelle zone terremotate, invece, nessuna processione con il papa e la statua della Madonna, Mediatrice di tutte le grazie?
Nessun conforto spirituale a quelle povere persone che hanno perso tutto e vivono nelle tende, al freddo?
Ma certo, Dio ha deluso il papa.
Perché ha consentito questo terremoto?
Perché non si è allineato all'idea di misericordia che vige nella nuova 'Chiesa di Francesco'?
Perché non ha punito gli scafisti e le banche?
Non è giusto! Dio, dove sei?
Cosa diciamo ai terremotati? Che vergogna, meglio non andarci...

L'Arcivescovo di Chieti-Vasto, invece, si sbrodola nel lodare Lutero, analizzando le sue tesi come un protestante modello ed evidenziando la sua preziosa opera per la 'purezza della fede'

Riportato sul Sole 24 ore, tanto per protestantizzare anche il mondo economico giuridico (qualora c'è ne fosse bisogno)

http://mobile.ilsole24ore.com/solemobile/main/art/commenti-e-idee/2016-11-06/lutero-francesco-e-misericordia-110002.shtml?uuid=ADRBXLqB

Udite, farisei che non siete altro:
"....Il cinquecentesimo anniversario della Riforma e il Giubileo della misericordia annunciano, insomma, la stessa buona novella: è anche questo che il Papa ha inteso sottolineare col suo pellegrinaggio ecumenico a Lund in Svezia, per commemorare solennemente l’inizio dell’opera riformatrice di Lutero, dalle conseguenze veramente epocali, e per evidenziare il potenziale di riconciliazione fra i cristiani che - intesa nel suo senso profondo - essa può produrre".

Arcivescovo di Chieti-Vasto






Anonimo ha detto...

Sono in crisi e prego Iddio di aprirmi gli occhi! Il Papa è il Papa ma io dubito della bontà del suo Magistero e tuttavia non è Egli Pietro?

Avanti . ha detto...

Ognuno di noi adotti qualcuno come fece S.Teresina del Bambino Gesu' e preghi per lui raccomandandolo alla intercessione del Sacratissimo Cuore Immacolato e Addolorato di Maria . Almeno una novena .
Al lavoro !
Chi adotta Mons.F...e ? Chi adotta Mons.B....u? Chi adotta Mons.P.....i ? Chi adotta Mons.K....r?

Anonimo ha detto...

OT a coronamento del tempo strampalato che si vive, segnalo l'uscita del nuovo libro di E.Bianchi 'Gesù e le donne' ed.Einaudi, vero che bisognerebbe leggerlo tutto prima di......ma gli hilights letti già mi hanno come dire, scombussolato e stranito. Anonymous