venerdì 8 novembre 2013

Rischio a Livorno : i bambini a scuola di Corano tutte le domeniche

Beh, ora sono dei nostri e hanno voce in capitolo. Del resto, se la Chiesa non fa più proselitismo, confondendo l'Annuncio con l'imposizione e la fedeltà col trionfalismo, questi sono gli ovvi risultati. Il problema è molto più complesso; ma è qui che siamo ora.

Vuole mandare i bambini a scuola di Corano tutte le domeniche
04-11-2013 Livorno - È questa la minaccia del leader degli islamici, tal Mbaye Diop, renziano iscritto al Pd. E li vuole lì la domenica mattina, invece della Messa, tutti a scuola di arabo e Islam: corano in mano. E chissà cosa ne pensano i vari Vescovi che dormono il sonno profondo della stupidità.
«La domenica mattina nei locali della moschea i nostri figli imparano l’arabo. Non solo, si insegnano anche i principi fondamentali della religione islamica. Ecco che vorremmo coinvolgere i bambini livornesi in questa iniziativa, li invitiamo a venire la domenica mattina insieme ai nostri figli ad imparare questa lingua antica». Diop è un renziano convinto ed è parte attiva del Partito Democratico a Livorno: “dovete lasciarvi contaminare”, conclude.
Diop è anche protagonista dello scandalo tessere con il quale Renzi sta lanciando un’Opa sul Pd. Scandalo che a Livorno ha la faccia di venditori abusivi iscrittisi in massa al Pd.

49 commenti:

Josh ha detto...

nel frattempo, in Germania, i mercatini di Natale saranno "mercati invernali" e al posto della processione di S. Martino si celebrerà la "festa del sole, della luna e delle stelle"

http://voxnews.info/2013/11/07/germania-proibite-processioni-cristiane-festa-di-san-martino-diventa-la-festa-del-sole-della-luna-e-delle-stelle/

seguo da un pezzo voxnews, ogni segnalazione è un colpo al cuore..o al fegato fate voi.

Questa vicenda del PD Livorno non è la prima del genere, anche se particolarmente grave.

Pochi anni fa lo stesso PD voleva creare un fantomatico centro di tutte le religioni in cui concelebrare assieme un culto alla luce che comprendesse ebrei, cristiani, musulmani, buddhisti, are krishna, panteisti, neopagani, wiccan e satanisti. Tutti assieme.
Era la loro interpretazione politica delle teorie dell'"Unico Dio" dell'epoca woytiliana.

Noi che abitiamo e abbiamo contatti tra Emilia e Toscana subiamo da 30 anni almeno (prima ero troppo piccolo per ricordarle) un bombardamento quotidiano di iniziative pseudoculturali di varie forme di inversione mentale tipiche.


Renato ha detto...

Non capisco qual è il problema: è un invito a partecipare, non un obbligo.

rosa ha detto...

anche a Milano il consiglio di zona 11, a maggioranza ovviamente di sinistra, concederà GRATIS - quindi a spese del contribuente - locali di una scuola elementare ad una cooperativa per ore di lezione di Arabo e Corano.
Sempre a Milano, in una chiesa di cui ora non ricordo il nome, domenica scorsa s'è tenuta una cerimonia religiosa-culturale tra cattolici e musulmani in memoria dei morti nel naufragio di Lampedusa con lettura di brani della Bibbia e del Corano e musiche di Morricone composte per l'occasione. Del resto se Roma ha il Cortile dei Gentili, Milano ha l'Oasi.
Rosa

mic ha detto...

Renato,
non sarebbe un problema, se ci fossero analoghi inviti da parte dei sacerdoti, e non nei confronti dei bimbi musulmani che pur non guasterebbe, ma dei bimbi di famiglie una volta cristiane.

rosa ha detto...

Josh,
il primo mercatino di Natale fu voluto da Lutero a Norimberga. Lutero, si dice, amava la sua terra.Se fosse rimasto fedele a Roma-lo so che la storia non si fa con i "se" o con i "ma", tuttavia forse la Germania non avrebbe conosciuto gli effetti drammatici della Guerra dei 30 anni, nè l'emigrazione in America che ne seguì, nè le guerre rivoluzionarie post 1789 e quelle napoleoniche, nè il "prussianesimo" e la tragedia delel I e II guerra mondiale. E nessuno oggi cambierebbe nome ai mercatini,o proibirebbe le processioni di S.Martino...
Eterogeneesi dei fini o "il diavolo fa le pentole,ma non i coperchi"? o "la farina del diavolo va sempre in crusca" ?
Rosa

mic ha detto...

Il problema cara Rosa è che, insieme al protestantesimo che sta andando in crusca, stiamo vivendo l'agonia dell'intero Occidente cristiano, ma soprattutto Romano, nel senso della cattolicità e tutto quello che essa porta con sé nelle nelle sue più feconde espressioni.

mic ha detto...

Un lettore in un altro post osserva:

Il card Sarah durante l'incontro delle Conferenze Episcopali europee finalmente apre bocca per denunciare... e chi denuncia: ?? "Tra i credenti è in atto un'apostasia silenziosa"

Ma sbaglia bersaglio: doveva dire nel clero docente e non c'è (dal 1962) apostasia silenziosa ! I credenti non fanno che seguire logicamente....

mic ha detto...

Culturalmente dovremmo dire occidente greco-romano

RIC ha detto...

Magister sul pellegrinaggio Summorum Pontificum:

Come nel 2012, anche quest’anno il Coetus Internationalis Summorum Pontificum ha organizzato un pellegrinaggio a Roma che ha avuto come momento culminante la messa celebrata in San Pietro secondo il messale preconciliare, cui Benedetto XVI ha dato piena cittadinanza nella Chiesa definendolo come forma "straordinaria" dell’unico rito romano.

Anche questa volta la messa cosiddetta tridentina è stata celebrata da un cardinale. Lo scorso anno, il 3 novembre, fu lo spagnolo Antonio Cañizares Llovera, prefetto della congregazione per il culto divino. Quest’anno, il 26 ottobre, è stato il colombiano Darío Castrillón Hoyos, già prefetto della congregazione per il clero e già presidente della pontificia commissione "Ecclesia Dei", l’organismo vaticano che segue i gruppi legati alla messa antica.

Inoltre, anche quest’anno al cardinale celebrante è pervenuto un messaggio scritto a nome del papa dal segretario di Stato vaticano.

Nel 2012 il testo per conto di Benedetto XVI era stato firmato dal cardinale Tarcisio Bertone, quest’anno il messaggio di papa Francesco ha portato la firma dell’arcivescovo Pietro Parolin.

Due messaggi quindi dello stesso rango. E questa è stata una notizia consolante per gli amanti della messa tridentina che fanno parte a pieno titolo della Chiesa cattolica (al contrario dei lefebvriani sui quali non grava più la scomunica ma che permangono in pratica sospesi "a divinis").

Si poteva temere infatti che papa Bergoglio, che non sembra avere la stessa sensibilità liturgica del predecessore, ignorasse il pellegrinaggio. Ma così non è stato.

I due messaggi sono comunque differenti nella lunghezza e nei contenuti.

Più ampio e puntuale il testo preparato lo scorso anno sotto Benedetto XVI, con riferimenti specifici sia al fatto che sia "buono conservare le ricchezze" delle forme liturgiche precedenti, sia alla necessità "di riconoscere pienamente il valore e la santità della forma ordinaria del rito romano".

Più stringato e senza riferimenti specifici al rito ordinario o straordinario quello di quest’anno, dove si auspica semplicemente che il pellegrinaggio "susciti fervida adesione a Cristo, celebrato nell’eucaristia e nel culto pubblico della Chiesa, e doni rinnovato slancio alla testimonianza evangelica".

C’è da aggiungere però che quest’anno papa Francesco, pochi giorni dopo la messa tridentina in San Pietro, ha anche ricevuto in udienza, il 31 ottobre, il cardinale Castrillón Hoyos che l’ha celebrata.

http://chiesa.espresso.repubblica.it/articolo/1350639

mic ha detto...

Magister si limita ad una scarna fotografia dell'evento; ma le difformità emergono da sole oltre che tra le righe per come sono confezionate.

Anonimo ha detto...

Riprendo, e chiedo scusa, un argomento in questo blog affrontato con una certa 'animosità' e cioè la visita in Turchia di BXVI e la preghiera comune col mufti,checché se ne dica, ci fu obbligato dal governo turco per porre fine ai violenti tumulti scoppiati dopo il famoso discorso di Regensburg, che, sia detto per inciso, era o meglio avrebbe dovuto essere un incontro di un ex docente dell'università, che teneva un discorso accademico da professore emerito, una cosa normale che come tale doveva passare, gli venne invece data una enfasi spropositata per una piccola pericope, in un contesto per altro di altissimo profilo culturale, ebbene ci furono vari morti, non ci si potè esimere dall'andarvi, anche dopo il caso di Santoro;per quel che riguarda certe 'tradizioni', ricordo che in una moschea è proibito l'ingresso alle donne, quelle mussulmane intendo, che partecipano al di fuori e che per gli infedeli l'ingresso è vietatissimo, io non ho dimenticato l'amaro sfogo di Fallaci durante l'occupazione a Firenze dello spazio antistante una chiesa cristiana, ma venne letteralmente massacrata, l'Oriana poteva essere amata o odiata, ma aveva ragione su tante cose e non era neppure credente....sapienti satis. Per Josh, il triangolo delle lanterne rosse cui lei ed io apparteniamo geograficamente, ha proibito i presepi nelle scuole e sono anni che sforna tessere fasulle ed iscritti fantasmi che votano pure non si sa per quale fenomeno soprannaturale.... Lupus et Agnus.

mic ha detto...

Ricordo anch'io quell'obbligo morale-diplomatico, Lupus et Agnus.
Tra l'altro ho seguito e documentato tutto il viaggio.
Purtroppo anch'io, come molti, sono rimasta male per l'atteggiamento in moschea. Ma per il resto fu un successo, come tutti i viaggi di Benedetto del resto. Tenendo conto dell'età e dell'impegno profuso sono stati tutti un dispendio non da poco; ma hanno suscitato un notevole successo, soprattutto di folla e tra le anime più sensibili (ricordo la Francia l'Inghilterra, la Germania, lo ricordo in Palestina e in Terra Santa quando parlò forte e chiaro, pur prestandosi ai momenti diplomatici).
Ricordo benissimo come in tutti quei paesi il viaggio fosse atteso con grande freddezza, ma come l'impatto con la sua persona e le sue parole abbia ribaltato completamente le situazioni.

Rimane un po' la delusione di Erfurt ma e i vari incontri ecumenici ormai da tempo istituzionalizzati.
C'è un equilibrio da ritrovare. Ma non so con chi.

Josh ha detto...

Rosa, o tuoi se e ma sono legittimi.

La "riforma" è stata una divisione dolorosa e sanguinaria che ha prodotto per ogni dove dolore e guai a non finire fino ai risultati che ci sciroppiamo ora: da quelli locali, come quelli a cui ti riferisci, a quelli filosofici finiti poi in scelte politiche deviate, a quelli economici USA_quindi del mondo intero, unendo le 2 forme di capitalismo (Wasp e l'altra "mercuriale") del "Regno ora" alla ricerca di dobloni sonanti a qualsiasi costo, tanto la ricchezza in terra era una benedizione divina.

Per tacere delle varie 'ondate' ..una volta il luteranesimo, poi il calvinismo, l'anabattismo, il battismo, il liberalismo, il pentecostalismo, ah avevo dimenticato l'avventismo e le altre 300...
Sbaglia infatti chi li interpreta solo come..teoresi teologica distaccata o come i vari "Sola", perchè a ogni bordata, qualcosa nel mondo è cambiato, si è de-strutturato, a spese di tutti.

Josh ha detto...

Lupus et Agnus, diamoci pure del tu, per carità.
Sì, il triangolo delle lanterne rosse è a partire dalla scuola che vuole rimettere i figlioli sotto lo Stato invece che sotto la tutela dei genitori e vede l'UE come il vecchio Soviet. Usa ora islam e corano come solita tattica de-strutturante, come leggiamo sopra.
O usa l' "educazione" sessuale licenziosa, fin dall'asilo per scompaginare l'anima e la purezza dei bambini, per allargare i confini del lecito e illecito nella percezione, iniziando fin dalla primissima infanzia.

PD e soci, al di là che dipendono ormai da consorterie estere, sanno che l'identità popolare e contadina di queste terre era forte,
legata sia a valori etnici e religiosi. Il loro scopo è abbatterli, insieme ad ogni elemento tradizionale, è sempre stato così.

Comunismo, Socialismo prescrivono come prima azione lo sradicamento delle cosiddette "sovrastrutture" (tra cui Dogmi e Tradizione), che sono in realtà strutture legittime e naturali.

Ora non importa che momentaneamente al loro posto ci rifilino i dogmi coranici, che comunque qui non hanno avuto mai nulla a che vedere, il tutto è usato come cavallo di Troia.

Un domani saranno tolti anche quelli, o forse no, sono tutte ideologie che non vogliono la liberazione dell'individuo, ma la sua soggezione, questo è il risultato cercato.

Una società senza una memoria comune nativa (o peggio, con una "memoria" coatta a suon di leggi e diritto penale) e senza un credo condiviso (e già ci siamo) quindi parcellizzata in monadi individualistiche, non si potrà ribellare in massa al neoschiavismo che ci stanno per imporre. Ma la gente non ci pensa o non se n'è accorta, finchè ha soldi per pagare.
Saranno prove di dhimmitudine.

Che questa soggezione sia al Capitale in senso marxista, all'islamizzazione, o come ora nel senso di un capitalismo globale (altra forma inedita di "internazionalismo"), non fa per loro alcuna differenza.
Siamo internazionali sì, sempre più in direzione schiavizzata e debitrice, ma internazionali e globali. Questo, ci hanno detto, è l'importante.

E' chiaro che quando la Chiesa Cattolica ha accolto idee che dall'irenico sono diventate troppo permissive e con troppi riconoscimenti di altre religioni per una malintesa idea di dialogo, s'è tirata lei stessa la zappa sui piedi. Sicuro non andava teorizzato nessun "Unico Dio" o "Uguale Dio" con religioni che non riconoscono nemmeno Gesù Cristo.

Anonimo ha detto...

Ho letto questo all'inizio della informazione: " E chissà cosa ne pensano i vari Vescovi che dormono il sonno profondo della stupidità."

E' questo appunto il problema con questi "impieghati" pagati per far niente. E che temono davanti il nucleo degli attivisti del "dialogo" (per esempio, quei del P.I.M.E.)

bernardino ha detto...

a Renato - scusami, per non dire altre parole che farebbero infuriare, -
Una volta Roma e la terra Italica, era la terra per eccellenza della Chiesa Cattolica, del Cristianesimo. Il Cristianesimo era dentro il nostro cuore, dentro il nostro DNA.
Quindi il problema e' che ai nostri figli e nipoti, alle future generazioni, stiamo lasciando che altri non Cristiani,insegnino una religione e cultura,
compresa quella religiosa, che non e' nel loro DNA.
E' vero, non e' un obbligo, ma prova ad andare in massa nei paesi arabi o islamici e prova a fare quello che stanno facendo questi nelle nostre citta',( erigere moschee o altro,) come far togliere Crocefissi dalle scuole dagli ospedali, insomma da tutti i luoghi pubblici, perche' il crocefisso li offende, con il pieno consenso (perche' chi non parla e' d'accordo) di quelle definite Autorita' religiose Cattoliche (scusa - ecumenismo e dialogo interreligioso). Ma questa gente sta' in Italia, in Europa o nei loro paesi?
Non so' quanto passera' ancora, ma da tutto questo, si passera' (si sta' gia' passando) all'ateismo piu' nero, arrivera' come ha detto la Madonna di Fatima, a dimenticare Dio a fare delle chiese cattoliche delle rimesse per fieno o usarle per granai. (vatti a rivedere qualche film di Peppone e Don Camillo). Purtroppo siamo quasi sicuramente alla fine di quei tempi predetti da Cristo, i segnali sono sempre piu' inquietanti, i veri sacerdoti devono operare sempre piu' spesso nelle difficolta' (ci manca solo la polizia segreta di un certo baffone; stai tranquillo arrivera').
Tu continua a dire non e' un obbligo, e non capisco dove e' il problema.
Te lo fanno capire gli islamici con la sharia.
Non ti arrabbiare, ma gli occhi bendati sono sempre in aumento come i cervelli annacquati.
UNA VOLTA SAPEVAMO BENE DOVE ERA LA CHIESA CATTOLICA, OGGI PER TROVARLA CI VUOLE IL LUMICINO.
Comunque alcuni (forse troppo pochi) hanno il lumicino, basta cercarlo perche' un po' di sacerdoti CATTOLICI ci sono e predicano ancora la Vera Dottrina anche se in molti mettono bastoni tra le ruote.
Se vuoi trovare i veri nemici, stai tranquillo stanno sempre alle tue spalle e ti stanno per accoltellare, e fanno finta di essere i tuoi amici/fratelli.
Comunque ti consiglio di rileggere nel Vangelo la parabola delle spose stolte "chi aveva pensato prima, aveva portato l'olio per accendere il lume, chi no e' rimasta al buio elo sposo non l'ha trovato.
Gesu' e' il lume, ma non tutti lo possono trovare, ma solo chi ha fede.
Lascia che i nostri figli e nipoti vengano inculturati in quel modo (tanto non e' un obbligo) poi te ne accorgi.

Turiferario ha detto...

Per quanto riguarda l'invito che fa il senegalese-livornese (che in fondo fa il suo mestiere e mi è perfino simpatico), non è che non esista l'equivalente di ciò che propone nel nostro mondo occidentale. Studiare il Corano nel mondo mussulmano equivale al nostro fare il catechismo. E il catechismo da noi si fa ancora, tutto sommato. Dov'è il problema? Il problema è quello che ormai si insegna a catechismo. In un precedente post notavo che a catechismo - e non solo dalle mie parti, ho potuto constatare - non si insegnano più cose come il peccato originale, l'esistenza dell'inferno (quasi che Gesù Cristo non ne avesse mai parlato), i Novissimi ecc. E notavo come ai più distratti questo possa apparire un segno positivo di come la Chiesa d'oggi si adegui ai tempi, mentre al contrario se solo si è in grado di fare due più due ci vuol poco a concludere che se non c'è l'inferno e tutti sono salvi di default non c'è più nessun bisogno dei sacramenti, della Chiesa e di Cristo. Insomma, a catechismo insegniamo una dottrina adulterata, o perlomeno mutilata delle sue parti fondamentali, dalla quale non possono derivare cristiani veri e seri. I musulmani invece cosa insegnano? Non fanno grandi discussioni sulla pastorale e sulla nuova evangelizzazione e sull'esigenza di rinnovamento, ma insegnano una dottrina immutabile addirittura nella lingua in cui fu proclamata (che non è più l'arabo che si parla oggi). Non ho nessun trasporto per l'Islam, naturalmente, ma questo è un sistema che evidentemente funziona. E magari attira anche qualche cristiano "deluso".

bernardino ha detto...

Comunque, quello che succede a Livorno, sta succedendo in tutt'Italia col pieno consenso delle Autorita' civili e religiose.
Chissa' se le preghiere ci salveranno ancora dalle fiamme, se Gesu' ci ridurra' come gli abitanti di Sodoma e Gomorra?
Forse e' vero che siamo alla fine dei tempi e che l'antiCristo siede gia' sul Trono di Pietro.
Ogni giorno che passa divento sempre piu' pessimista,, anche se non perdero' mai la fede in Dio Trinitario, e non smettero' mai di chiedere l'intervento di maria e dei Santi e Martiri.

Amicus ha detto...

"Pochi anni fa lo stesso PD voleva creare un fantomatico centro di tutte le religioni in cui concelebrare assieme un culto alla luce che comprendesse ebrei, cristiani, musulmani, buddhisti, are krishna, panteisti, neopagani, wiccan e satanisti. Tutti assieme."

Gli uomini del PD erano dei veri profeti: noi invece abbiamo dovuto aspettare il 2013 per conoscere, per rivelazione bergogliana, che "Dio non è cattolico"...

Quanto alla scuola di corano ed arabo per i nostri bambini, anche qui no problem: sulla scia della medesima 'rivelazione' ora sappiamo che ne otterranno "abbondanti frutti spirituali"...

Anonimo ha detto...

Dobbiamo "lasciar ci contaminare",dice il tizio. E perchè non si lasciano contaminare loro, visto che sono in un ambiente non loro? Perchè non mangiano loro spaghetti, invece che noi a mangiare cuscus?

Anonimo ha detto...

La ringrazio per le parole equilibrate che esprime, fanno onore a lei ed al suo blog, una vera oasi, visti altri in vari idiomi; per quel che riguarda Erfurt, il discorso sarebbe lungo e complicato, solo il tempo, che si dice galantuomo, dirà la verità su quelle parole, tenuto anche conto che Ratzinger non parlava mai a vanvera e soppesava attentamente il senso dei suoi discorsi, le ricordo però una frase che lui disse da card.(e lì sì che aveva la lingua tagliente)"Coi protestanti si possono avere solo rapporti di buon vicinato" e questo la dice lunga....da papa aveva sempre il freno a mano tirato e niente mai gli era perdonato (a differenza di adesso).Grazie sempre per lo spazio offertomi e....buon lavoro.Lupus et Agnus.

mic ha detto...

per quel che riguarda Erfurt, il discorso sarebbe lungo e complicato, solo il tempo, che si dice galantuomo, dirà la verità su quelle parole, tenuto anche conto che Ratzinger non parlava mai a vanvera e soppesava attentamente il senso dei suoi discorsi, le ricordo però una frase che lui disse da card.(e lì sì che aveva la lingua tagliente)"Coi protestanti si possono avere solo rapporti di buon vicinato" e questo la dice lunga....da papa aveva sempre il freno a mano tirato e niente mai gli era perdonato

Su questo sono d'accordo. Certe espressioni le avevo notate e confortavano anche me. Purtroppo, però, la breccia aperta col concilio e in qualche modo tenuta a freno da quello che non esito a definire un catechon (senza tuttavia arrivare a conclusioni millenariste sulla situazione attuale) ora è diventata una voragine, che diventerà sempre più difficile colmare.

Noi facciamo quello che possiamo, ma il resto non dipende da noi...

Josh ha detto...

@Bernardino

"ci manca solo la polizia segreta di un certo baffone; stai tranquillo arrivera' "

per certi versi c'è già.
Una, quella pratica, o futuro suo braccio armato, è Equitalia, per molti versi l'evasione c'è ma per altri le questioni sono alquanto più complesse;
ti sequestra anche i ferri del mestiere tipo schiavitù per debiti, come non facevano nemmeno usurai medievali e Monti di Pietà grazie a San Bernardino (appunto:-) da Feltre. O ti azzerano il conto con un clic, nell'era della moneta digitale e volatile.

Altra polizia del pensiero è questa qui:

Il Consiglio Europeo per la Tolleranza e la Riconciliazione (ECTR) sotto la guida del presidente polacco Aleksander Kwasniewski e Moshe Kantor, presidente del Congresso Europeo Ebraico, che presiede l’istituzione di organismi di sorveglianza per monitorare direttamente il comportamento intollerante di certi cittadini e gruppi. Siamo monitorati se non obbediamo al correttopensare.

Allora "tolleranza" sta in realtà per repressione, e "riconciliazione" sta per guerra ideologica e propaganda. Sono mistificazioni tipo il Newspeak, la Neolingua, di Orwell.

Il Consiglio sulla Tolleranza in realtà si comporterà come un ente dittatoriale-censorio che stana opinioni "sbagliate" e psicoreati.

D'ora in poi sarà considerato "intollerante" ,
"dedito all'odio"o "antigaio" o "antisemita" anche chi lotta semplicemente e correttamente per la propria sopravvivenza anche solo economica oltre che per la libertà d'opinione e d'educazione.

cfr

http://www.infowars.com/eu-set-to-monitor-intolerant-citizens/

http://www.sanpiox.it/public/index.php?option=com_content&view=article&id=1106:l-unione-europea-vuole-sorvegliare-i-cittadini-intolleranti&catid=53&Itemid=50

Aggiungi che il Trattato di Lisbona, da noi non votato nè firmato ma in vigore per tutta l'UE, comprende una polizia europea che prevede anche la pena di morte in caso d'insurrezione.
Nella neolingua "insurrezione" è anche "opinione differente"? Sappiamo come vanno queste cose. E poi in mano a chi, a gente mai eletta direttamente.

jn ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
bernardino ha detto...

COSA DICONO CERTI PRETI IN TV.

Sto' seguendo in TV la trasmissione la "LA VITA IN DIRETTA" c'e' Don Gino Riboldi Cappelano di un carcere.
Ad un certo punto se ne esce con una frase che mi ha inorridito.
- frase - ai tempi di Gesu' ci si sposava a 12 o 13 anni - oggi ci si sposa a 35 anni - come faccio a dire che fino a 35 anni non si deve fare sesso? - si stava discutendo delle ragazzine squillo dei Parioli di Roma.
La conduttrice dice a Gino Riboldi - ce ne vorrebbero di preti come lei e lui risponde abbiamo un grande papa.
Vorrei sapere, il Signor Gino Riboldi, quale catechismo cattolico ha studiato e se fa catechismo tra i giovani carcerati, cosa insegna, e in base a quale Vangelo.
Ma Dio non ha forse detto ad Adamo ed Eva "siccome mi avete disubbidito, dovrete soffrire e guadagnare il pane col sudore della fronte?" Ma vale cio' che ha detto Il Padrone dell'universo oppure cio' che dicono e fanno i cosidetti pseudo/preti attuali?

Anonimo ha detto...

Josh, la cosa molto grave è che questi dogmi e repressioni politicamente corretti, roba da Pensiero Unico Globale, sono sottoscritti a avallati come se nulla fosse dalla Chiesa Cattolica (che poi, per esempio, sta ben zitta sulla eliminazione dei cristiani nel medio oriente "liberato").
Miles

Josh ha detto...

@Lupus et Agnus..."L'Oriana"

....a proposito di polizia del pensiero,
tra gli altri c'è la ADL (legata al B'nai B'rith) in tutto il mondo, che al di là di quel che si pensi, all'occorrenza denuncia persone che non hanno amato abbastanza anche l'islam,
il Mouvement contre le Racisme et pour l'Amitié entre les Peuples, la Lega dei Diritti Umani e molte altre:
queste vogliono per es. comminare multe esose, e potendo, arrestare o azzerare il patrimonio a Brigitte Bardot per alcune sue prese di posizione su islam e banche, similmente come
SOS Racisme fece con la Fallaci.

Sappiamo anche che il potere giudiziario è spesso un organo usato dall'esterno per imporre opinioni a suon di diritto penale, e veicolo di potentati altri (ne andrebbe infatti studiata anche l'indipendenza reale, l'appartenenza e la ...composizione)

Anonimo ha detto...

Intanto in Croazia faranno un referendum per sondare chi è contro o a favore dei matrimoni omo e l'Ungheria se ne impipa e lascia la sua costituzione com'è, fondata sui principii cristiani....non avranno più soldi dall'UE,che finanzia solo leggi e propagande omicide e liberticide?E l'Italia affonda e affoga nei debiti e si campa sulle prestazioni sessuali a pagamento dei propri figli per mantenersi i 'vizietti' ormai irrinunciabili e schiavizzanti a tal punto da costringere la gente a vendere il proprio corpo, ma che bella giornata, diceva una vecchia canzone di quando ero bambino....la cloaca maxima è aperta a tutti, ingresso gratis....altro che Sodoma e Gomorra, qui si riabilita anche la 'povera' Messalina, una vittima del femminicidio, intanto abbiamo una nuova categoria di idolatri, quelli della dea tangente...io ero rimasto alla dea ragione, era più intellettuale....dovrò studiare di più, non si finisce mai di imparare...GR2

Josh ha detto...

Purtroppo, Miles è così.
La chiesa non dice nulla sui cristiani uccisi (e sulle cittadine e chiese distrutte) in tanti, troppi paesi MO, tra guerre degli "Alleati" e gesti "d'amicizia" di quelli che -si dice in giro- credono nell'Unico stesso Dio.

Del resto se in linea di massima è da tempo che si è chiusi in un irenismo verso chiunque, la pastorale morbida e una specie di sindrome autonegante,
da un po' si sa che ci sono legami anche stretti con alcuni dei gruppi suddetti, cfr alcune premiazioni di vescovi e non solo.

A loro non interessa a quanto pare nè difendere principi di fede, nè noi.
Ma siamo poi noi che dobbiamo starci in mezzo e scornarci,
cioè no, saper mediare, senza difese e con la mordacchia alla bocca,
con tutte le nuove risorse.

Anonimo ha detto...

Premesso che a me il cous cous come il kebab mi piacciono, cito un vecchio commento di mic (mi scuso se non è preciso): tra culture si può dialogare, tra religioni (noi con loro in particolare) no.

Gianluca M.

ps: vorrei segnalare http://vaticaninsider.lastampa.it/inchieste-ed-interviste/dettaglio-articolo/articolo/voce-donne-women-mujeres-29489/

rosa ha detto...

Josh,
in Grecia stan discutendo di introdurre come reato penale la critica all'UE, Onu, ecc. (cfr i giornali di 2-3 gg fa).
A proposito dell'ECTR: ma che ci fanno insieme un polacco ed un ebreo?
Rosa

rosa ha detto...

Ha parlato solo delle tengenti,o ha per caso stigmatizzato,almeno stigamatizzato,la vicenda di prostituzione minorile di Roma e non solo?
Rosa

Anonimo ha detto...

Grazie a Dio a Livorno sono presenti i sacerdoti dell'ICRSS!

Micus

rosa ha detto...

Su Corrispondeza romana si riprende il caso dell'Illinois e del matrimonio omo, di cui parlava già ieri Rorate coeli. Intanto in Farncia c'è già stato il primo divorzio omo: durata del "matrimonio" 6 mesi circa. Credo che nessun matrimonio vero abbia avuto questo record di non-durata!
Rosa

Anonimo ha detto...

No, solo le bustarelle, pane avvelenato, i peccati sessuali, di qualunque genere, esulano dalla clssificazione in categorie, "non posssum id in te reprehendere quod in me ipso probavi" (M.T.Cicero)Ave Rosa, Gallus Senonum omnia tibi bona optat, vale.

Josh ha detto...

Rosa:) forse il polacco non è proprio polacco, ...o se sì è probabilmente massone, e pure in gran copia.

guarda il numero inusitato di onorificenze da santo subito da ogni dove:

http://it.wikipedia.org/wiki/Aleksander_Kwa%C5%9Bniewski

rosa ha detto...

ormai i peccati di cui occuparsi sono solo quelli contro il VII comandamento. Quelli contro il VI e il IX non lo sono piu', a meno che non li commetta Berlusconi. Quinsi se delle ragazzine e ragazzini usano il proprio corpo, fatto ad immagine e somiglianza di DIo, non per procurarsi di che sopravvivere, ma di che divertirsi e vestirsi griffati, rischiando la salute fisica, psichica e dell' anima, e' un semplice fatto di cronaca del quale le nostre Autorita' spirituali non si occupano. Bene a sapersi.
Rosa
PS: vale etiam tibi, Galle

Anonimo ha detto...

Eppur si muove:
http://www.aleteia.org/it/religione/articolo/il-vaticano-ai-fedeli-statunitensi-tenersi-lontani-da-eventi-pro-medjugorje-12474001

Micus

Anonimo ha detto...

Scusate se vi chiedo una cosa fuori tema. Ma è da un po' che ci sto pensando e mi lascia turbato.

Dunque verrà dichiarato santo Giovanni XXIII, ma senza alcun miracolo valido!
La cosa mi ha molto stupito, perché quando sono andato a Sotto il Monte ho visto centinaia, forse migliaia di ex voto: possibile che nessuno di queste grazie ricevute possano rientrare nei canoni di riconoscimento ufficiali per la canonizzazione?

Poi ho letto il libro di Socci "il quarto segreto di Fatima" e sono rimasto scioccato dal comportamento di questo papa nei confronti della Madonna:
- si è fatto un puntiglio di indire il concilio assolutamente prima di leggere il messaggio della Madonna per non correre il rischio di avere impedimenti di sorta per il SUO progetto;
- mentre l'intera Roma omaggiava osannante la Vergine di Fatima egli non si è neppure degnato di farle visita;
- ha dichiarato pubblicamente di voler dare inizio ad una primavera per la Chiesa senza dare ascolto a coloro che ha denominato "i profeti di sventura", cioè alla voce della Madonna per bocca dei tre pastorelli.

A questo punto mi sono detto: caspita, si capisce che non si trovi un miracolo valido! Come può essere un santo costui?

Io non sono un teologo, ma un semplice fedele, quindi chiedo a voi, che avete una formazione approfondita:
non sarebbe il caso di mettere in risalto pubblicamente queste incongruenze?
Cioè di fare una riflessione pubblica affinché venga evitato questo danno irreparabile?

Lo chiedo perché a me sembra gravissimo che la Chiesa innalzi agli onori degli altari una persona, seppure un papa, che lascia adito a noti e fondati dubbi.
Una volta che è fatto, è fatto, non si può più tornare indietro!

Grazie.
Mario

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

E' già da parecchio che nella nuova chiesa dei cattolici adulti i peccati riconosciuti sono solo quelli sociali, politici specie se infrangono i dogmi del progressismo laico.
Così per esempio un politico o un evasore è un peccatore cui negare il perdono mentre uno scippatore che manda al creatore una povera anziana è una vittima della società. Così poi la solidarietà, la vicinanza, l'aiuto vanno sempre ai carnefici e mai alle vittime. E di esempi così se ne potrebbero fare all'infinito.
Oltre a questo è stato introdotto il concetto che chi infrange i suddetti dogmi progressisti non debba e non possa essere perdonato. Oppure esiste il concetto del perdono ad intermittenza a seconda di chi commette il peccato.
D'altra parte proprio ieri leggevo sul Messaggero di S. Antonio questa affermazione: "La Parola di Dio è data una volta per sempre ma la sua comprensione progredisce, matura e talvolta anche cambia".
Capito? Quindi tutto, anche la parola di Dio, ora è relativa. Forte! E se cambia perchè ci dovremmo ancora credere?
Miles

una sola fede ha detto...

Rosa scrive:"Quindi se delle ragazzine e ragazzini usano il proprio corpo, fatto ad immagine e somiglianza di Dio, non per procurarsi di che sopravvivere, ma di che divertirsi e vestirsi griffati..."



"[...] il corpo poi non è per l'impudicizia, ma per il Signore, e il Signore è per il corpo. Dio poi, che ha risuscitato il Signore, risusciterà anche noi con la sua potenza.
Non sapete che i vostri corpi sono membra di Cristo? Prenderò dunque le membra di Cristo e ne farò membra di una prostituta? Non sia mai! O non sapete voi che chi si unisce alla prostituta forma con essa un corpo solo? I due saranno, è detto, un corpo solo. Ma chi si unisce al Signore forma con lui un solo spirito.
Fuggite la fornicazione! Qualsiasi peccato l'uomo commetta, è fuori del suo corpo; ma chi si dà alla fornicazione, pecca contro il proprio corpo.
O non sapete che il vostro corpo è tempio dello Spirito Santo che è in voi e che avete da Dio, e che non appartenete a voi stessi? Infatti siete stati comprati a caro prezzo. Glorificate dunque Dio nel vostro corpo!"
(1 Cor 6, 13-20)

bernardino ha detto...

una sola fede ha detto....
Rosa scrive... delle ore 9,56 del 9/11 -
Signori, queste cose andate a spiegarle a quello pseudo/prete che risponde al nome di Gino Riboldi cappellano del carcere minorile Beccaria, per cio' che ha detto ieri in TV alla trasmissione del pomeriggio "la vita in diretta".
Fatevi spiegare cosa voleva dire con la frase "siccome oggi le persone si sposano a 35 anni, non posso dire loro che fino a quell'eta' non devono fare sesso": Fatevi spiegare che genere di dottrina vuole insegnare ai giovani. Se ha mai letto il Vangelo dove Gesu' dice "l'uomo lascia suo padre e sua madre e si unisce a sua moglie e questi diventa una sola carne".
Comunque questo e' solo un piccolo esempio di cio' che insegnano gli pseudo/preti postconciliari su tutto - Comandamenti - Sacramenti - Vangelo - catechismo in genere.
I danni arrecati dal 1962 e soprattutto dal 1965 concilio e post. credo siano irreparabili.
Poi Medjugorie credo non sia paragonabile a Fatima o Lourdes; meglio che qualcuno si legga con piu' attenzione non solo i fatti ma anche la storia.
Una cosa che sarebbe meglio portare alla luce ""ma tutti questi pseudo/preti che stanno sempre in TV a fare i commentatori e gli attori, non sarebbe meglio che facessero - visti gli enormi bisogni della strada (guardate don Mazzi)volontariato, aiuto ai poveri, ai diseredati.
Dite a questi di rileggersi le sette opere di misericordia corporale - di misericordia spirituale- di riflettere sui vizi capitali - le virtu' teologali - le virtu' cardinali - i doni dello Spirito Santo.
Perche' queste cose o le hanno dimenticate o non le hanno mai sapute perche' non sono state mai loro insegnate.
Frutti conciliari e postconciliari.

Fabiola ha detto...

Bisogna riconoscere che Sua Santità, al di la' delle intenzioni, non sbaglia un colpo, per accreditarsi il favore del mainstream dominante. Con la "devozione delle tangenti" si è guadagnato il primo titolo in TG e GR e sui quotidiani. Se arriverà ad alludere a B. sarà un trionfo...Almeno in Italia.

mic ha detto...

Mi riferisco al commento di Mario 09 novembre 2013 08:17

Ci pone ulteriori interrogativi e sembra affidarci una mission impossible.

Non posso che rispondere con questi pensieri di Mons. Gherardini:

http://chiesaepostconcilio.blogspot.it/2012/02/mons-brunero-gherardini-su.html

Luisa ha detto...



"ci rendiamo conto dello sconcio eretico di cui è impregnata questa omelia pronunciata giorni fa a S. Marta dal vdr ?"

Ma per favore, chi fa delle affermazioni così gravi potrebbe almeno avere il coraggio di darsi un nick, e lo dice chi può essere d`accordo sul fatto che il linguaggio di papa Bergoglio, che cosa dice e come lo dice, può suscitare ambiguità e confusione, anzi, troppo spesso a mio avviso, li suscita.

rosa ha detto...

Mic,
"mission impossible"...in questi mesi ho letto accuse,anche pesanti,a Benedetto,non parliamo a Bergoglio - l'ultima poco sopra-da parte di "tradizionalisti" non FSSPX,ma niente su Giovanni XXIII,da quando è stata annunciata la santificazione-su GPII invece sì. Come mai ?
Rosa

Latinista ha detto...

Sulla questione della festa di S. Martino in Germania, che è soprattutto una festa di bambini dell'asilo, che sfilano in processione con delle lanterne più o meno colorate in mano: ci sono state polemiche perché un asilo dell'Assia aveva deciso di cambiargli il nome come detto da Josh (sole, luna e stelle sono citati nella più nota canzone che i bambini cantano per l'occasione).
In più un paio di politici, uno della Sinistra (evoluzione del partito unico della Germania Orientale) e l'altro dei Verdi, hanno auspicato che la festa di S. Martino perdesse ogni riferimento al santo, con la solita scusa di non offendere i maomettani.

Risposta di Aiman Mazyek, presidente del Consiglio centrale dei maomettani in Germania: la vita di S. Martino è esemplare anche per i maomettani, per i quali è importante il valore della condivisione; e ha detto anche di ricordarsi con piacere di quando, da bambino, partecipava con sua madre alle processioni di S. Martino (è nato in Germania).

Riflessione mia: che io ricordi un tempo i maomettani, di fronte a simili uscite di politici di sinistra, non dicevano niente: avevano bisogno di appoggio. Eppure sono convinto che loro stimano di più i cristiani che non i senzadio che aprono loro le porte. Per esempio: ieri sono venuti a casa mia un elettricista tedesco e il mio padrone di casa turco per riparare un guasto. A un certo punto l'elettricista, un tipo simpatico e senz'altro sbruffone, ne esce: "Credo che l'uomo non sia fatto per avere una sola donna. Io ho quindici amanti". Rispondo che non sono d'accordo, e il padrone di casa non può fare a meno di commentare: "Ah, bene!".
Ora, almeno in Germania, forse i maomettani non hanno più tanto bisogno di quinte colonne tra gli Europei e iniziano a dire apertamente la loro anche in opposizione a chi pretende di fare i loro interessi. Forse dovremmo sfruttare questa situazione, perché spesso e volentieri loro sono moralmente più sani dei nostri, e sono intoccabili dal politicamente corretto. Sarebbe utile studiare un modo per unire le forze su certe cose. Che ne pensate?

rosa ha detto...

Latinista,
credo che un conto sia il singolo, ed un conto la classe dirigente ed i portavoce. I primi turchi in Germania venivano da un paese molto piu' laico d' adesso, inoltre volevano probabilmente integrarsi. Cosi come da noi o in Francia i primi musulmani. Ora sono molto di piu' , i loro paesi si sono islamizzati molto, ed i figli e nipoti sono molto piu' radicalizzati, grazie anche alla prpaganda marxista e multikulti. Non vogliono piu' integrarsi, ma stare per conto loro con la loro cultur e sharia. I loro cpi, slvo forse alcune eccezioni come quella che tu citi, per ora fanno il pesce in barile di fronte a certe decisioni politiche di sinistra- v. legge matrimonio omo in francia - anche se contro il loro credo. quando saran di piu' e piu' potenti, si faran sentire contro l' occidente degenerato.
La Chiesa comunque dovrebbe farsi sentire ad alta voce senza attendere alleati, secondo me infidi.
Rosa