venerdì 22 ottobre 2021

Il green pass è la piattaforma dell’euro digitale. Cioè della vostra schiavitù

Un articolo di importanza capitale è apparso sul quotidiano La Verità. Il pezzo, complesso e dettagliato, si intitola «La card non è un mezzo ma lo scopo: erogherà “diritti” solo agli schedati».
Le rivelazioni dei due giornalisti Claudio Antonelli e Giulia Aranguena, che hanno indagato sull’architettura legale e informatica del green pass, confermano quanto Renovatio 21 scriveva qualche giorno fa: il green pass è il mezzo sul quale correrà l’euro digitale promesso dalla Lagarde alla BCE. Cioè, l’installazione di una società del controllo totale, dove il cittadino è sottomesso biologicamente, economicamente, elettronicamente al potere centrale.
«La creazione di questa grande piattaforma di sorveglianza del cittadino – addirittura di capillarità più profonda di quella cinese – è il vero grande compito che i padroni del vapore si sono dati in questi anni» scrivevamo. «Con l’euro digitale, come con il green pass, voi dipendete dall’Istituzione: persino per le attività più basilari, perfino per i diritti «prepolitici»: mangiare, bere, muoversi…».
«È legittimo dunque porsi la domanda di fondo. Il green pass serve a spingere la vaccinazione di massa o il contrario?»
Ora l’identità profonda delle due cose – green pass ed euro digitale – è dimostrata dal reportage del giornale milanese, che ha scavato a fondo in documenti.

Il green pass, essenzialmente, è una piattaforma elettronica pensata per esistere anche senza il vaccino:
«Il green pass nudo e crudo è quindi un account che mira ad attestare il possesso di determinate condizioni in base alle quali un utente può dirsi abilitato e verificato rispetto a una piattaforma che eroga diritti e libertà (vedi il semaforo verde) concessi dal gestore». «In questo caso il gestore della piattaforma è lo Stato, la piattaforma è proprietaria e a totale controllo statale, i diritti e le libertà di accesso a un determinato luogo vengono restituiti sotto forma di concessione da parte del gestore stesso».
L’Europa, ha emesso un regolamento (2021/953 del 14 giugno 2021) attraverso cui è stato creato il DGCG – Digital green certificate gateway.

Tale euro-gateway è costituito da una rete di database «in ordine all’interoperabilità dei certificati verdi e alla capacità di riconoscimento reciproco tra Stati membri, definiti come semplici punti di backend della rete».

Si tratta di una grande operazione informatico amministrativa «essenzialmente riconducibile ai tecnocrati dell’e-Health network, il gruppo di soggetti pubblici istituito dalla Direttiva 2011/24/EU» che raggruppa enti sanitari digitali di vari stati membri. I progetti, che vertevano sull’integrazione dei sistemi di identità digitale erano stati lanciati anni prima della pandemia ma sono stati implementati da una Decisione esecutiva della Commissione solo il 28 giugno 2021.

Su questa base, si è mosso con velocità e precisione impressionanti il governo dell’ex capo della BCE Mario Draghi:
«Il governo Draghi, già dallo scorso aprile con il decreto Sostegni, poi a maggio e giugno, rispettivamente con l’introduzione della governance per il PNRR ex decreto 31 maggio 2021 e con il decreto del 17 giugno 2021, ha tirato in piedi, non certo dal nulla, la ciclopica macchina della piattaforma nazionale Digital green certificate (Pn-Dgc) per l’emissione, il rilascio e la verifica dei certificati verdi».
Il tema al centro è sempre quello della comunicazione tra database.

Così, Draghi
«ha reso interoperabili le banche dati dell’anagrafe nazionale vaccinale (ANV), quelle regionali e le ha collegate al sistema della tessera sanitaria gestita dal ministero dell’Economia e dell’EU-DGCG sopra menzionata, facendo diventare il tutto il gateway portante dell’intera infrastruttura digitale. Il compito della certificazione è stato affidato, per l’Italia, al Poligrafico della Zecca dello Stato».
Si tratta insomma dell’unificazione di tutte le banche dati in un unico sistema elettronico.

I due giornalisti del quotidiano milanese risalgono la morfologia, criptica, opaca, del sistema e della sua genesi.
«In pratica, il cuore stesso del green pass si basa sulla tecnologia della blockchain, destinata a conservare e aggiornare tutte le chiavi pubbliche di firma attribuite alle autorità di certificazione designate nei singoli Stati membri per convalidare i certificati verdi, prima della loro definitiva convalida, nonché tutte le aggregazioni alle chiavi private corrispondenti all’identità di ciascun holder abilitato dal possesso certificato di una delle tre condizioni di rilascio del pass (vaccinazione, tampone negativo o guarigione)».
La struttura «grazie a questa forte interoperabilità (finanche con i framework in corso di sviluppo a livello internazionale come quello dell’OMS datato agosto 2021)» si conforma quindi
«come un sistema complessivamente dotato di modularità e scalabilità, costruito cioè come idoneo ad adattarsi a picchi di carico improvvisi senza diminuire il livello di servizio (…) adatto quindi anche a impieghi addizionali, usi, scenari e tipologie di certificazione diverse».
«È facile allora concludere che il GP account non è null’altro che la stessa identità digitale pubblica degli utenti, o portatori di certificazione verde, da custodire nei portafogli digitali iOS e Android istallati sui cellulari».
Quindi
«tale ID account sembra proprio essere subordinato nel rilascio alla tenuta di una determinata condotta o al possesso di un determinato status da porre in essere sulla propria persona senza alcuna reale possibilità di libera scelta».
«Insomma, siamo di fronte a uno strumento di censimento anagrafico nella sua forma più evoluta. Il cittadino diventa così un Id account a cui sarà possibile collegare funzioni, servizi e diritti di varia natura».
Cioè: siamo sicuri che il vaccino sia il fine ultimo di tutta l’immensa architettura elettronica del green pass?
«Dinanzi a una siffatta potenza del lasciapassare verde e l’immensa impalcatura della blockchain si può forse dedurre che la vaccinazione non sia il suo fine ultimo o surrettizio. Ma che il green pass sia fine a sé stesso. E una volta messo a terra, non ci sarà marcia indietro» «È chiaro che una volta ottenuta e rilasciata a tutti gli italiani l’ID digitale pubblica, per ora condizionata a condotte sanitarie, tale identità digitale possa essere in futuro non solo condizionabile, ma anche plasmabile facilmente per altre esigenze. Controlli fiscali, pagamenti, multe. Anche se la più importante si candida a essere l’applicazione dell’euro digitale, che così come previsto dalla BCE non potrebbe mai essere introdotto senza un’autostrada blockchain come quella del green pass».
In pratica, dietro al green pass vaccinale c’è lo stesso software, lo stesso sistema (informatico e legale) che può stravolgere le nostre vite: con il green pass pagherete le tasse, con il green pass salderete le multe. Anzi, non farete nulla: il danaro vi sarà direttamente prelevato senza che voi facciate nulla, perché tutto sarà gestito da un potere centrale che vuole la trasparenza totale. La trasparenza delle vostre finanze, la trasparenza del vostro stato di salute: la privacy non è più un diritto e nemmeno un valore.

L’euro digitale mira all’abolizione totale del contante. Con esso l’Europa potrebbe portarsi persino più avanti della Cina nell’evoluzione dello Stato moderno verso il totalitarismo della sorveglianza assoluta. Con l’euro digitale, ogni vostro acquisto sarà tracciato. Quanto spendete in cibo, vestiti, servizi. I prodotti stessi che consumate: la marca dei gelati, la griffe del maglione, il titolo del film, il medicinale omeopatico per l’ansia. Dove andate in vacanza, in che albergo, quale ristorante. Tutti dati che al fisco interessano – e non solo al fisco. Interessano alla Sanità, al Ministero degli Interni, a quello degli Esteri. Interessano anche a «terze parti». I dati sono il petrolio del XXI secolo si dice. Il green pass è un’automobile che vi costringono a comprare per attaccarvi al nuovo ciclo del combustibile.

Di più: ogni vostra transazione può essere impedita. Avete il diabete? Il sistema potrebbe impedirvi di comprare la Nutella. Domenica senz’auto? Vi possono impedire di acquistare la benzina. Voglia di approfondire? Certi libri no-vax non si possono comperare – su Amazon, lo sapete, è già così: tanti autori sono spariti.

Tutto può essere controllato in tempo reale da algoritmi talmente potenti da non poter nemmeno spiegare se stessi. Incrociano i dati in modi incomprensibili per la mente umana, e danno un responso che decide della vita di una persona: è quello che si vede in Cina, dove il sistema del pass è stato implementato immediatamente durante la pandemia, con le persone controllate all’uscita della metropolitana – se ti capitava il coloro rosso, dovevi ritornartene a casa e metterti in quarantena. Nessuna spiegazione. Lo Stato e il suo cervellone non ve ne devono alcuna.

Questa è la destinazione del mondo moderno: la sottomissione dell’individuo. La nuova schiavitù economica, informatica e biotica che tocca al XXI secolo.

Qualche lettore potrà dire: comodo, non avere più la roga di pagare più le multe, ora che te lo potranno prelevare direttamente. La realtà è che alla vostra comodità non pensano minimamente. L’idea è quella di abolire ogni passo intermedio, cioè lo spazio per la reazione ad una decisione calata dall’alto: non avrete il tempo di opporvi, subirete la sentenza e basta. È la disruption, la disintermediazione dello Stato di diritto. Lo stiamo già vedendo con i social media, che bannano e censurano, «depiattaformano» migliaia di persone senza nemmeno dire loro cosa hanno fatto che non va. Nessun processo, tantomeno un «giusto processo». È la nuova civiltà autoritaria che si nasconde dietro il mito della trasparenza.

E, visto che parliamo di processi, pensiamo davvero a cosa succederà al sistema legale. Sarà più facile, sarà immediato, ottenere i danari in un decreto ingiuntivo – o vederveli sottratti. Al contempo, immaginate quando un giudice potrà bloccare o cancellare tutti i vostri beni con un clic. Non avrete più di che vivere, perché non ne avrete nemmeno di nascosti sotto il materasso, perché il contante sarà illegale, e anche l’elemosina avverrà (se sarà ancora consentita) per via digitale – quindi potranno stopparvi anche quella.

Ora capiamo meglio perché hanno insistito tanto con il vaccino. Ora capiamo meglio perché per il green pass sono andati allo scontro totale con la società e con un numero cospicuo di lavoratori – con il rischio di innescare un autunno di lotte operaie che potrebbe paralizzare l’Italia e l’Europa. 
I pagamenti saranno facili e rapidissimi, spariranno i bancomat e forse anche le cassiere. 
Tanti ebeti (quelli che hanno votato, magari, un partito il cui guru aveva promesso in effetti tutto questo) saranno felicissimi: «io non ho niente da nascondere». Con l’ID account del green pass, avremo il conto dove metteranno gli euro digitali creati dal niente della Eurotower. 
Magari, per aiutarci ad iniziare a usarli, potrebbero addirittura regalarcene in quantità. Milioni cadranno nella trappola. Qualsiasi cosa faranno, dovrà avere il marchio elettronico.
Il futuro prossimo dello Stato moderno, e delle nostre vite, passa di lì. Un sistema di sorveglianza totalista che non ha precedenti nella storia.
Un sistema che, tuttavia, ci era stato descritto da migliaia di anni.
«Faceva sì che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi ricevessero un marchio sulla mano destra e sulla fronte; e che nessuno potesse comprare o vendere senza avere tale marchio, cioè il nome della bestia o il numero del suo nome» (Apocalisse 13, 16-17)
Roberto Dal Bosco - Fonte

47 commenti:

Anonimo ha detto...

Nel suo massimo punto di forza è nel massimo punto di debolezza: niente internet niente totalitarismo. Il vaccino è per sempre, anche se non voglio mi rimane nel corpo. Un identità digitale si cancella con un click. Ma il mio corpo, la mia vita e la mia volontà rimangono. Il gp è un mezzo che si può cancellare in un attimo. Il marchio apocalittico è una colpa profonda, un asservimento dato dalla volontà di chi vuole esplicitamente rinnegare il Signore per servire e vivere nel male. È un pò più ostico da rimuovere. Le deviazioni dello spirito sono ben più ardue da correggere e controllare che una banale creazione della tecnica.

Anonimo ha detto...

Fin dall'inizio la gente si è siringata per poter continuare a fare le cose di prima.
Senza il green pass, di cui si è parlato a gennaio, in piena concomitanza con l'inizio della campagna vaccinale, solo il 10% della popolazione, si sarebbe vaccinata. Altro che 50%. Qui, dunque, non siamo di fronte a un'umanità dedita alla scienza. Qui siamo al nichilismo puro. Non c'è nessuna fede nella scienza. C'è semplicemente il doversi siringare. Ma il bello è che questo siringarsi, per-poter-fare (lavorare, andare a un concerto, prendere un treno), è quel crepuscolo degli idoli di cui parlava un filosofo il secolo scorso. E', di fatto, la piena attuazione, della fine delle ideologie. Di ogni valore, finora conosciuto. E' l'abbattimento della coscienza, della libertà, della persona, della storia. E' la fine dell'uomo, come l'avevamo conosciuto. E' chiaro che eravamo già pronti. Ma qualcosa avrebbe ancora resistito. Grazie alla pandemia, abbiamo definitivamente abbandonato tutto quel mondo. Ci siamo scoperti 'niente'. Cioè, oltre il lavorare, andare a un concerto, andare a un museo, non siamo niente. Solo fruitori, utenti, clienti. Più nessuna idea sulle cose e sul mondo. Sulla vita, e sugli altri. Nessuna idea. Nessun pensiero. Nessuna visione. Nessun desiderio. Nessun io. Nessuna prospettiva. Solo, la pura obbedienza. Obbedire, per poter fare le cose di prima. Obbedire, perché altrimenti non era possibile farle. Tutta la pandemia è stata indirizzata sul nulla dell'uomo, e nell'uomo. E la scienza, è stato il disperato tentativo, di far reggere un'ideologia che ti chiedeva invece di sottomettere il tuo corpo per prendere un treno, o mangiare una pizza al chiuso. Il nulla, quindi, se il discorso verte sul lato 'ideale'.

Nietzsche, senza dubbio, ha visto tutto. E credo lo si capirà bene quando dei racconti di Zarathustra si saprà cogliere l'aspetto conoscitivo, più che quello esortativo. Zarathustra, vede, e non necessariamente vuole, quello che racconta. La sua partecipazione è una finzione scenica. E' probabilmente l'umano troppo umano che c'è in lui, la sua 'malinconia'. La scena del siringaggio al mercato, tra la frutta e la verdura, di una persona che non sa neppure quello che sta facendo, con una risata senza senso, ricorda certe figure dello Zarathustra, nella sua forza dirompente, nell'intensità distruttiva che emana.
L'uomo covidiano è l'uomo privo di un qualunque pensiero sul mondo, senza più una ragione, una comprensione di quello che ha intorno. E' la risata ebete del pazzo, completamente staccato, da ogni universo di valori e significati condivisi.

Diego ha detto...

https://www.ecb.europa.eu/paym/digital_euro/html/index.it.html

Notate le date: attivazione a luglio 2021 e il 6 agosto in Italia 1°fase del gp. Inizio indagine a ottobre 2021 e in Italia dal 15 ottobre siamo nella 2°fase. L'indagine durerebbe due anni e cioè fino a ottobre 2023. Ma l'oms dichiara la pandemia il 11 marzo 2020 e tre anni e mezzo dopo (42 mesi) cade 11 settembre 2023 (se non ho sbagliato il conto). I numeri sono incredibili, li puoi piegare a tutte le tue esigenze.... Forse...

Anonimo ha detto...

Eravamo negazionisti, ora non più.

L'ISS ha detto finalmente la verità sulla mortalità di "COVID",clamorosamente sovrastimati.
https://lanuovabq.it/it/i-numeri-non-mentono-quei-morti-covid-non-erano-covid
https://www.nicolaporro.it/morti-solo-per-covid-i-numeri-choc-dal-rapporto-iss/

Il ministero della salute spagnolo ha detto di non disporre del virus isolato (parrebbe che finora sia stato soltanto sequenziato).

E' noto che l'efficacia vaccinale vada scemando più rapidamente dell'atteso e che nel frattempo l'immunità naturale si dimostri assai più protettiva.

E' noto che la proteina spike fatta produrre alle nostre cellule per ottenerne anticorpi è di per sé nociva per l'organismo, specialmente a livello vascolare.
Il CDC USA ha ormai ammesso i dubbi sul RT-PCR come metodo diagnostico, tanto più che dopo quasi due anni non c'è ancora un criterio univoco di amplificazione del segnale.

Tutti ammettono che il vaccino non impedisce di essere contagiati e di essere contagiosi.

I vaccini consegnati in camion che viaggiavano d'inverno e refrigerati sotto zero, sono stati somministrati senza nemmeno peritarsi di non centrare un vaso sanguigno sotto capannoni esposti al sole ferragostano. E chi s'è fatto siringare in ottobre ha probabilmente ricevuto lotti scaduti, ma con autorizzato un surplus di validità.

L'ISTAT dà solo le statistiche di mortalità over 60 anni, ma cela quelle che invece trapelano sulla mortalità in età più giovane, clamorosamente salita dopo la cura Figliuolo.
https://www.nicolaporro.it/paradosso-covid-vaccini-muoiono-piu-giovani-che-vecchi/

Chissà quando si accorgerà che in ospedale, per affezioni respiratorie, ci vanno i vaccinati. Magari non con-Covid o per-Covid, ma per qualche altro malanno + l'ADE.

I negazionisti dicevano molto meno. La realtà smaschera sempre tutti gli "isti"...

Anonimo ha detto...

Ti accorgi di essere nel giusto quando i poteri forti del mondo fanno eliminare un gruppo Facebook di piu di 200000 persone creatosi in un paio di giorni effettuando proteste pacifiche contro il green pass.
Piu loro ci censuano e più siamo nel giusto!!!!!
Tranquillo caro Mark Zuckerberg il social di Donald Trump sta arrivando e ti abbandoneremo tutti!

https://lagazzettadigitale.it/vergognosa-censura-di-facebook/

Anonimo ha detto...

Paolo Turinetti
Ognuno nella propria città.

Molti scrivono che vogliono la rivoluzione, ed ogni rivoluzione da che mondo è mondo è finita nel sangue.
So che questo mio appello sarà vano, perché la gente ormai è esausta e vede nella piazza la soluzione a tutti i suoi mali.
Fatti gravi e vergognosi come lo sgombero di un liceo a Roma da parte del reparto celere della polizia nei confronti di minori avvenuto questa mattina, la dice lunga sul fatto di voler volontariamente alzare il clima di tensione in modo da arrivare, sabato a Trieste, a ricalcare la triste pagina del G8 di Genova del 2001.
Solo che ora il finale (già scritto) sarà differente, perché è differente il clima d'odio sociale costruito minuziosamente in ogni servizio tv, intervista o articolo di giornale da un anno a questa parte.
Il tutto è propedeutico a far infuocare il paese per ottobre/novembre per instaurare una nuova emergenza prima che termini quella in corso.
Tutto sincronizzato nei minimi dettagli affinché i disordini di piazza causati ad arte arrivino, con precisione chirurgica, a far impennare quel clima d'odio propedeutico all'approvazione da parte del governo , dell'obbligo vaccinale universale per la fine di novembre. ("tanto non possono farlo perché è un farmaco sperimentale!" dicono i più sprovveduti, immemori di quanto la nostra costituzione sia stata sino ad ora calpestata e vituperata in ogni sua parte, proprio da chi ha giurato di proteggerla.)
Questo "immobilismo" di cui vengo accusato da chi non ha capito, non vuol essere sinonimo di porgere l'altra guancia, tutt'altro; vuol far comprendere che NOI NON CI PIEGHEREMO MAI, al lavoro, in famiglia, nel tempo libero. Noi siamo il popolo, e seppur in minoranza siamo milioni.
E se pensate di essere soli intorno a voi non è così, molti hanno ancora paura a manifestarsi, hanno paura ad alzare la testa e si nascondono dietro a 3 tamponi a settimana.
Ma la testa non si alza solo sedendosi per terra in una piazza con il rosario in mano sperando di non venire massacrati di botte. Questo serve a loro non a noi.
Dobbiamo essere fermi, immobili,
granitici, un blocco invisibile ma compatto.
Siamo il fornaio, l'insegnante, l'idraulico, il sindaco, l'infermiera, il commercialista e l'artigiano, e siamo MILIONI.
La piazza la controlli, e se non ce la fai la sedi.
Il caos è il loro obiettivo. Loro hanno un piano, (che noi non abbiamo) sono organizzati (noi no) e sono equipaggiati. Inoltre hanno il supporto del 70% della popolazione e di tutto il mainstream al completo.
Devo andare avanti?
La guerra civile è la LORO soluzione per uscire dall'impasse dove si trovano, non la nostra.

"I guerrieri vittoriosi prima vincono e poi vanno in guerra, mentre i guerrieri sconfitti prima vanno in guerra e poi cercano di vincere.”

Sun Tzu -L'arte della guerra.

Da Fb ha detto...

Qualcuno mi diceva che non potevo dimostrare quanti fossero contrari al GP.
Affermando ingenuamente ed esplicitamente che ognuno sia libero di credere quel che vuole. Sentendosi quindi libero di credere che il numero di prime dosi coincida col numero di favorevoli al GP.
Beh, capisco che in un Paese con estrema libertà sia possibile anche credere che gli asini volino, e similmente che tutti quelli vaccinati siano favorevoli al GP.
Però non ci vuole molto, un piccolo sondaggio tra gli amici, parenti, etc. Per scoprire che qualcuno ha fatto due dosi, è pronto a farne altre 10 se necessario, ma è comunque contrario al GP.
Non ci vuole nemmeno molto poi per sapere che qualcuno di quelli che fatto due dosi non ha nessuna intenzione di fare la terza.
E che qualcuno che ne ha fatto due, lo ha fatto perchè si è sentito costretto e non perchè contento.
Chiaramente una stima esatta dei favorevoli e dei contrari non è un lavoro di poco conto.
Ma nemmeno un'informazione impossibile da ottenere.
Ci sono gli istituti che fanno sondaggi, ci sono i referendum.
E poi a qualcuno sfugge che esiste anche la ricerca scientifica.
E la ricerca scientifica non ha limiti imposti (almeno in un mondo normale).
Per cui ecco un tentativo dell'Università Cattolica, che ribadisce l'Italia sia spaccata in 2.
Un referendum dunque lo si può anche vincere. E per questo va tentato.
Potete firmare anche online.
Poi come scrive il prof. Sergio Porta l'imposizione di una scelta per maggioranza non può essere in qualunque ambito e senza limiti.
Esiste(va) una costituzione.

https://engagemindshub.com/green-pass-italia-spaccata-in-due/

Anonimo ha detto...

Che la farsa del virus influenzale sia un pretesto per la moneta elettronica, per il controllo totale, per il great reset e per l'instaurazione del nuovo ordine mondiale a me è stato evidente fin dal mese di marzo del 2020. Niente sarà più come prima: più chiaro di così... È stato programmato accuratamente tutto quanto nei minimi dettagli e, come scrivo da un anno e mezzo, i mondialisti hanno stravinto, non molleranno mai la presa, il great reset procede a meraviglia, presto il nuovo ordine mondiale massonico vedrà la luce (Putin sta insistendo perché i Russi si vaccinino, non mi sono mai fidato di Putin, il quale fa parte del gioco, e ho fatto benissimo).
Nessuno può opporsi a questi eventi. Tanto più che Dio è con i mondialisti, li protegge e li benedice continuamente.
Al momento, non si può affermare il contrario.
Anzi! Ho appena visto il video di Visione TV sulla morte di Camilla, Omicidio di Stato. Se Dio volesse intervenire... invece: silenzio di tomba!
Quindi, noi possiamo solamente registrare i fatti, commentarli e mettere il cuore in pace.

Anonimo ha detto...

Quasi tutti sono vaccinati, quasi tutti hanno il green pass e quasi tutti sono d'accordo per mantenere il green pass per sempre. Con "quasi tutti" indico un 90% circa degli italiani.
Mi accorgo da tempo, quando vado a fare la spesa, che io sono uno dei pochi ad usare il denaro contante. Sono tutti pronti per il nuovo ordine mondiale.
Per la verità, la torta era pronta da tempo, con l'influenza è stata infornata ed ora è cotta, anzi, strinata!

Anonimo ha detto...

Il referendum lo vincerebbe per forza chi è favorevole al green pass. Il referendum è un'altra trappola per rafforzare il governo, per procedere ancor più speditamente e legalmente verso il great reset e il nuovo ordine mondiale.
Gli ultimi due sono una realtà e ogni tentativo di contrastarli sarà vano e soprattutto ridicolo. E il ridicolo uccide!

Anonimo ha detto...

SURREALISTI E MASSONI.
Paolo Franchi sul Corriere sostiene che la libertà reclamata dai "no -vax" è una libertà rovesciata rispetto al suo autentico senso. Per farci capire quale sarebbe il vero senso della libertà -rovesciato dai "no- vax"- il Franchi cita i versi di un poeta surrelista (Paul Eluard, 1895-1952) e le dichiarazioni del presidente liberal-massone americano Franklin Delano Roosevelt (1882-1945).
La vera libertà (che i no vax rovescerebbero) sarebbe quindi quella massonica e surrealista. Quella partorita dalle logge americane o proclamata durante la Seconda guerra mondiale da un poeta francese filo-comunista, dichiaratamete pornofilo e appartenente al surrealismo, cioè quel movimento culturale (non estraneo, tramite Andrè Breton, a influenze occultistiche) che aveva dichiarato guerra mortale al cristianesimo in nome del primato degli istinti sulla ragione e sulla tradizione.
Insomma: nell'uno e nell'altro caso (l'avanguardia artistica più nichilista e la loggia massonica) il trionfo del soggettivismo più sfrenato contro la Trascendenza.
Se quindi la libertà dei "no-vax" rappresenta il rovesciamento della libertà massonico-surralista sostenuta dal Franchi, già in sè completamente deviata, allora tanto meglio per i "no-vax". Un motivo in più per sostenerli.
Tanto più che la libertà malata, tanto amata dal Franchi, è sempre pronta a rivelarsi disponibile al servizio di concretissimi (cioè venali) quanto spregevoli interessi dispotici.
Martino Mora

tralcio ha detto...

Anonimo 13.24

Passi quello che lei ha ben visto già dal 2020 e magari altri dopo di lei.
Passi che lei abbia capito che è tutto accuratamente programmato da tempo.
Passi che lei sia arcisicuro che i mondialisti abbiano stravinto.
Passi che lei veda nel futuro che non molleranno la presa.
Passi che lei sia dell'idea che Putin faccia parte della combriccola.

La bestemmia no. Quella non può passare. Stia attento a quel che scrive.
Lei ha bestemmiato. Se ne penta! Anzi: pentiamoci tutti!
Intanto riparo e la invito a fare altrettanto:
Glória Patri et Fílio et Spirítui Sancto.
Sicut erat in princípio, et nunc et semper et in sǽcula sæculórum. AMEN

Dio rivelato Trinità non è né pachamama, né l'architetto dell'universo, né altri idoli.
Dio che ha preso carne per consegnarsi e morire crocifisso non merita altre bestemmie.

Anonimo ha detto...

@ 22 ottobre 2021 13:56
Anche io pago in contanti e la Banca in cui e' depostoil mio non per mia scelta non mi consente neanche di ritirare cio' che e' mio se non a piccole dosi al mese. Anche io ho notato come piaccia ai piu'usare quante piu' app, non solo il solco e' stato tracciato ma sembra approfondirsi vieppiu'.

Anonimo ha detto...

Se nell'anno di grazia 2020 al posto della puntura genica avessero detto :
" Dalla faccia della terra sara' abolita la moneta reale a favore di quella virtuale pertanto vi invitiamo a mettervi l'animo in pace perche' e'd'obbligo impiantarvi un microchip (non incide sul Dna così come la terapia sperimentale)", voi come avreste risposto?

Anonimo ha detto...

Infine più di tanto non mi preoccupo, se uno vuol vivere diversamente, diversamente vive senza tanti strombazzamenti. Naturalmente non ho mai dato piena fiducia agli uomini, sapendoli deboli come io lo sono. Se invece della vaccinazione a tappeto avessimo detto un no, grazie nazionalpopolare,la storia sarebbe stata diversa ed i vinti sarebbero stati loro. Noi abbiamo il numero dalla nostra parte, ma lo usiamo solo allo stadio. Anche per questo lasciapassare verde, siamo disposti a buttare a fiume, a mare i nostri mega cellulari? No. Allora perché questa gnagnera? Per ossequio alla chat? Allora teniamoci la chat,il siero genico e il tracciamento fino all'ultimo minuto dei movimenti della nostre budella. Amanti schiavi della tecnologia tutto ha un prezzo ed il prezzo che richiede la tecnologia è potervi osservare nei vostri più segreti atomi, si la tecnologa è guardona, abbiamo rifiutato di vivere sotto l'occhio di Dio, Uno e Trino? Bene, ora viviamo sotto l'algoritmo scrutatore incorporato nelle nostre viscere.

Anonimo ha detto...

Cosimo Massaro: "La battaglia si deve combattere in primo luogo sul piano spirituale.
Quando si vede palesemente che il potere demoniaco sta portando avanti i suoi piani, in primo luogo, attraverso i suoi riti (vedi ad esempio la porta dell'inferno esposta al Quirinale, il festival della blasfemia organizzato a Napoli e tanto altro che in questi anni ci hanno abituato a vedere) non possiamo pensare che su tale piano la battaglia la si può combattere manifestando in maniera solo laica.
Pertanto, ai loro riti demoniaci e blasfemi, bisogna opporsi e difendersi con ulteriori riti, in questo caso positivi, rappresentati dalla forza della preghiera e dai nostri principali simboli religiosi, il crocifisso e il santo rosario.
L'analisi riportata nella lettera scritta Dall’Arcivescovo Mons. Carlo Maria Viganò al popolo dei manifestanti di Trieste la ritengo perfetta e precisa in tutti i suoi passaggi, ma la parte più importante di tutto il suo scritto (a parer mio) è la seguente:
“La vostra arma, un’arma terribile e potentissima, deve essere il Santo Rosario. Invocate la Vergine Santissima, pregatela insieme ai vostri cari, ai vostri figli e ai vostri fratelli; impugnate la Corona benedetta!
Chiediamo insieme Maria Madre e Regina di Monte Grisa e alla Madonna della Salute venerata a Santa Maria Maggiore, di soccorrere la nostra Italia, di proteggerla, di liberarla. Pregate con fede, e sarà Lei a sbaragliare e sconfiggere inesorabilmente il nostro avversario”.

Anonimo ha detto...

Draghi a Bruxelles: tutti sapevano e sanno che il mio è un governo europeista, anche Salvini....
No ai muri anti immigrazione, quindi tutti qui, in italia....
Rifinanziato il RdC , i divanisti possono continuare a poltrire. ...
Stop a quota 100 che a Draghi non è mai piaciuta......
Mi domando qual è il ruolo di FI e della Lega in questo scellerato governo...
Salvatore Napolitano

Bell'esempio,grazie di cuore. ha detto...

Trieste, istantanee dalla piazza No Green Pass: processione religiosa e canti
Una dozzina di persone danno vita ad una piccola processione religiosa lungo il perimetro di Piazza Unità d'Italia, che da giorni ospita manifestanti contro il Green Pass. Altri intonano dei canti, mentre in due giocano a pallone. Le forze dell'ordine continuano a sorvegliare la piazza.
https://www.youtube.com/watch?v=TUwKJ2XiPeU
Nella piccola processione e' ben riconoscibile l'Avv.Amato al minuto 2:43.

Anonimo ha detto...

Fonte: Lafinanzasulweb.
The Italian people are demonstrating en masse against the government and the main ports are manned by workers and thousands of citizens. The Italians are fighting against an unelected government that wants to cancel freedoms, but their battle is for the freedom of all.
Il popolo italiano sta manifestando in massa contro il governo e i principali porti sono presidiati da lavoratori e migliaia di cittadini. Gli italiani combattono contro un governo non eletto che vuole cancellare le libertà, ma la loro battaglia è per la libertà di tutti.
https://gloria.tv/post/r4AYYqbHy18A3ozXKDDMisFXi

Anonimo ha detto...

di Annalisa Peracchio

Questo non è un predicozzo ma una roba che esce da un cuore gonfio.
Avete notato che la psicodittatura ha portato la rinascita dell'Agora' nelle piazze del nostro paese? Quell'agorà dell'antica Grecia dove il popolo si radunava davanti alle migliori menti, agli uomini che ragionavano bene dove fiorivano la ragion critica, la libertà di pensiero, la vera democrazia. Non certo quella falsa, del liberismo moderno che ci ha precipitati nella dittatura più infame.
E su quelle basi e su quelle del diritto romano, Dio si è compiaciuto di far fiorire il cristianesimo, apice di civiltà. Quello di cui ci hanno fatto vergognare a scuola da un secolo a questa parte.
Questo frutto non va perduto. Non è vero che la piazza è inutile. Io trovo che invece stia diventando un luogo spirituale, come la tetta della mamma per il neonato. Luogo dove ritrovi te stesso e ciò che ti pulsa nel profondo. Non smettiamo di andare in piazza. Pacifici. Armati di fede e ragione. L'amore nasce da questo. Non dai sentimenti, non dalle pulsioni, non dagli istinti. Dalla fede e dalla ragione, come ci insegna Tommaso d'Aquino. Se un Giovagnoli ci scuote, immaginiamo cosa sarebbe accaduto nella nostra vita se avessimo ascoltato San Tommaso mentre parlava.
Possiamo andare dietro ai bravi oratori, saggi e profeti che stiamo ascoltando nelle piazze italiane, a ciascuno il suo. Sempre e mai dimenticando le radici più profonde del genio cristiano. Quelle che il male vuole cancellare. Noi le grideremo dai tetti.
E se poi si trasforma in una discoteca a cielo aperto vuol dire che qualcosa è andato storto. Che non abbiamo pensato come verticalizzare le nostre piazze. Perché non diventino la scimmia di quel mondo che detestiamo perché ci ha ridotto così.
E ricordate che l'uomo autodeterminato è un uomo finito. Questo era un predicozzo.
Quando tutti ci ricorderemo di chi siamo figli e creature potremmo uscire da questo incubo. In cui ci troviamo per questo preciso motivo.
Fede ragione fermezza radici cultura. L'Amore nasce così.

Signore converti questi Pechino ha detto...

Nel caso non fosse abbastanza chiaro, Fontana continua: «Convinceremo i resistenti, ma la stragrande maggioranza è d’accordo. Sentirò, uno ad uno tutti i miei preti e ho già iniziato [...] ma certo che non può fare il parroco uno che non ha il Green pass».
https://lanuovabq.it/it/pass-minacce-che-carita-si-stringe-il-cappio-sui-preti

Anonimo ha detto...

Solo persone rinnegate, infiltrate, vigliacche governano usando intimidazione, paura, ricatto in favore della finanza e contro il loro stesso popolo.

Anonimo ha detto...

Ieri sera ho avuto modo di ascoltare le sconcertanti dichiarazioni della signora Licia Ronzulli, che ha offeso pesantemente coloro che hanno scelto legittimamente di non vaccinarsi senza infrangere alcuna legge e senza commettere alcun illecito.
Poi mi sono ricordato che la signora è una senatrice della Repubblica in quota ad un partito che un tempo era parte predominante nella coalizione denominata Il Popolo della Libertà.
Avrei voluto rispondere alla signora che quelli che lei ha chiamato con disprezzo "parassiti", pur di conservare il proprio posto di lavoro e di restare nello stesso tempo fermi nella loro decisione in materia sanitaria, si sottopongono a tre test invasivi alla settimana pagandoli di tasca propria e facendo immani sacrifici per trovare posto nelle farmacie in orari impossibili e spesso con lunghi e scomodi spostamenti.
In questi giorni, ricevo tanti messaggi da parte di persone in seria difficoltà che hanno l'unica colpa di avere preso una decisione che loro ritengono migliore per la loro salute.
A tutti loro mi rivolgo dicendo di avere fiducia e di resistere a questa terribile prova, fuggendo anche dalla umana tentazione di ripagare tanto insensato odio con la stessa moneta, perché, credetemi, chi odia è destinato a rimanere vittima del suo stesso veleno. Non invidio coloro che sono artefici di questo scempio, perché un giorno il male che stanno facendo, li divorerà sotto forma di rimorso e voi vincerete con l'arma della dignità e del sacrificio di cui sarete ripagati.
E' l'ora più buia, ma è la vigilia dell'alba.
Stefano Burbi
P.S. : Ieri sera, ascoltando le parole di quella senatrice mi è venuto spontaneo esclamare: "Padre, perdonala, perché non sa quello che dice".

Anonimo ha detto...

DOMANDONA DELLA NOTTE
Ora che l’Istituto Superiore di Sanità ha reso noto che i morti per Covid non sono stati 126.685 ma 3.783 e cioè meno di quelli provocati da una normale influenza invernale;
dopo che questi dati danno conferma che il Popolo italiano è stato immensamente e tragicamente ingannato;
dopo che si è fatto strame della Costituzione italiana con l’approvazione del Capo dello Stato, oltre che la violazione di un numero indefinito di leggi statali;
dopo che è stato violato metà del codice penale da parte di politici, giornalisti, militari, medici, virologi d televisione e boiardi di Stato di ogni più deprecabile specie,
ebbene, dopo tutto questo ci sarà un Pubblico Ministero che si ricorderà la ragione per la quale percepisce uno stipendio?
AUGUSTO SINAGRA

Anonimo ha detto...

Maurizio Belpietro
L'emergenza è finita, andate in pace. Anzi no, andate a farvi il green pass. A leggere i giornali e ascoltare le trasmissioni tv in questi giorni, c'è da perdere la testa. O forse ad averla persa sono i tanti che dall'alto del loro ruolo (e a volte della loro spocchia) impartiscono lezioni quotidiane, l'una regolarmente in contrasto con l'altra.

Anonimo ha detto...

Ogni persona che ha un minimo di coscienza e intelligenza dovrebbe leggere questo articolo...
Salvatore Canto

Anonimo ha detto...

Attenzione alla manipolazione dei dati:

-nel Regno Unito ci sono 50000 casi al giorno perchè testano in massa i giovani nelle scuole, che ovviamente possono presentare positività vivendo normalmente senza troppe limitazioni e senza presentare problemi di salute (in fondo hanno ottenuto quel che si voleva, cioè vaccinare, senza dover anche limitare la libertà).

-chi però vorrebbe ancora richiudere tutto dice che ci sono più ricoveri: ma questo dipende dal fatto che è cambiata la stagione e i ricoverati (quasi tutti vaccinati e in larga misura anziani con altre malattie) sono tutti testati e in una certa misura risultano positivi, anche per l'intrinseca imprecisione del PCR.

-attribuendo una correlazione tra la positività (rilevata ricoverando) e la morte entro 28 giorni dalla rilevata positività, è normale che con la brutta stagione vi sia una maggior incidenza di morti con Covid nella popolazione anziana e ricoverata, senza che questo abbia nulla a che vedere con i 50000 positivi al giorno tra i giovani sani.

Ai numeri si possono far dire cose contraddittorie. Ieri i dati dell'ISS hanno clamorosamente smascherato l'esagerazione.

Ripeto: anche nell'UK hanno ottenuto quel che serve, senza imporre obblighi. L'esperimento lo stanno facendo in Italia, che è la prescelta dagli strateghi per giungere al traguardo che l'articolo descrive perfettamente.

Valeria Fusetti ha detto...

Dio è con i mondialisti ? E da cosa lo deduce ? Perché invece di dire assurdità non si legge il Libro di Giobbe ? Tutto, non i pochi versetti più gettonati. Dopo può leggersi anche Apocalisse. Alla luce di Giobbe mi sembra che sia più semplice capire che il Signore sta lasciando il mondo a "gustare" gli effetti della sua apostasia. Un bambino si rende conto meglio cosa significa un ammonimento quando sperimenta, almeno in parte, che gli effetti negativi, di cui lo hanno avvisato i genitori,sono reali. Noi tutti siamo come bambini, ci siamo allontanati da Dio ed ora stiamo sperimentando la liberte', egalite' e fraternite' che un mondo, vuoto di Dio, può offrire. Gli Ebrei subirono una sconfitta brutale, una deportazione forse peggio,e settanta anni di deportazione. Lontano da Gerusalemme e con il Tempio in macerie, dove il Culto a Dio non era più possibile. Dove il Gran Sacerdote non poteva più né incontrare Dio né fare sacrifici per tutto il popolo. Ma le sembra che questo abbia voluto dire che Dio stava "con" Babilonia la Potente oppure che Dio avesse USATO Babilonia per correggere il Suo popolo ? Sono due atteggiamenti ben diversi, ci rifletta per favore. Fraternamente In cordibus Jesu et Mariae.

Valeria Fusetti ha detto...

Vede caro amico, la differenza non è ribellarsi alla moneta digitale perché la nostra libertà passa attraverso il contante. La differenza passa tra il manifestare pubblicamente, o no, contro la forma-Stato liberale, con le sue leggi che ammettevano ogni ignominia contrarie alla ragione, e perciò a Dio. Ed ora queste leggi, tutte, sono persino ammesse dalla neo-Chiesa. Anzi sono persino anticipate, e suggerite, dalla neo-Chiesa stessa. Al centro di tutto c'è Dio, non noi e le nostre miserabili comodità.

Murmex ha detto...

Eccezionalmente anch'io, che non guardo mai la tv, ho sentito le parole , o meglio gli strepiti, di quella senatrice , e mi è venuto spontaneo esclamare : " ma il senato si è trasformato in un pollaio?". Però non l'ho esclamato, sia chiaro , è stato solo un pensiero . Non vorrei essere svegliata di prima mattina dalla Digos

Valeria Fusetti ha detto...

La Lega e Fratelli d'Italia confidano solo nei rapporti di forza della Politica. Basta considerare che Salvini ha strumentalizzato la Madonna a fini elettorali. Cosa pericolosa per lui. Fratelli d'Italia basa il suo credo politico su "quello che vuole il popolo", e se il popolo, "educato" da insegnanti e mass media marxisti chiedono divorzio, aborto, libere unioni al posto del matrimonio allora va' accontentato. Perché questa è la democrazia. Questa è la libertà. Per cui sono dei perdenti.

Murmex ha detto...

Sì, teniamo presente che non possiamo essere contaminati da ciò che viene dall'esterno, ma da ciò che viene da noi. Quello che ci contamina è il peccato. Con ciò , vorrei chiedere a qualche serio moralista : come comportarsi in questa situazione per non commettere peccato? Di imprudenza, per esempio, ma all'opposto di ignavia , ecc .

Murmex ha detto...

Temo sia così

Valeria Fusetti ha detto...

Nell' Agorà c'era, ed alla grande, anche la Sofistica, come c'è anche oggi in ogni tipo di Agorà. Non lo dico per lei, cara signora Annalisa, ma non possiamo non vedere il lato oscuro delle cose. Ad Atene la cultura era pagana, ed a Trieste c'erano pure neo-pagani di ogni tipo. Dio ha combattuto e combatte il paganesimo, e così dobbiamo fare noi. Gesù non è venuto ad integrare le religioni, è venuto a chiamare a pentimento, a convertire ebrei e greci. La processione a Trieste non poteva che essere un esorcismo contro le forze del male che, non a caso, anche lì sono state evocate. Come lo sono state dagli OM che, davanti alle Cattedrali, hanno cercato di annullare la forza spirituale del Santo Rosario.

Murmex ha detto...

Purtroppo però a Visione tv( che ascolto con molto interesse) hanno idee confuse sul punto principale : è giusto dare importanza primaria alla spiritualità , ma non a ogni cosiddetta "spiritualità ". Se apprezziamo il "tamburo sciamanico" , ci mettiamo dalla parte del nemico.

Murmex ha detto...

Anche qui esprimo un mugugno: la processione religiosa è atto di culto pubblico, disciplinato dal Diritto canonico. Bene per il Rosario, devozione santissima ma privata, che si può dire ovunque . Per il resto rigore non approssimazione

Streaming avviato 87 minuti fa ha detto...

LIVE No Green Pass Trieste, incontro ministro Patuanelli - "Coordinamento 15 Ottobre"
https://www.youtube.com/watch?v=qxLET5lOTi0

Anonimo ha detto...

Giuseppe Palma
La pandemia, come la crisi del 2011, ha portato all'adozione di misure molto invasive nei confronti di pensionati e partite Iva:
- abolizione Quota100;
- fattura elettronica per forfettari (in corso di discussione);
- limite del contante a 1.000 €.
Ma cosa ci sta a fare il centrodestra al governo?

Anonimo ha detto...

Anche oggi, in tutte le piazze d'Italia, continua la resistenza contro la deriva autoritaria di questo governo e le sue misure liberticide ed insensate: a Firenze alle 14.30 in Piazza della Repubblica ed alle 16.00 in Piazza della Signoria.
I nodi stanno venendo al pettine, anche se purtroppo i media continuano con la linea della reticenza e della mistificazione e minimizzano, nei numeri e nella sostanza tutte queste manifestazioni spontanee, non pilotate ed animate solo dall'amore per i diritti fondamentali dei cittadini.
Il vero nemico è la paura che ha completamente appannato la mente di troppi, vittime di un bieco ricatto morale inaccettabile (la promessa di una totale ed utopica sicurezza in cambio della tua libertà) e di una campagna mediatica palesemente sbilanciata e volutamente allarmistica.
Signori, tutti gli inverni, e ripeto, TUTTI gli inverni, l'influenza mette mezza Italia a letto, e miete anche numerose vittime fra i più fragili e gli anziani. Il ricatto "Greenpass o lockdown" che ha fatto piegare la testa a troppi, è intollerabile, perché le chiusure selvagge ed indiscriminate, che potevano avere un senso a marzo 2020, per un periodo limitato, per permettere la riorganizzazione delle idee e della sanità, non sono un'opzione obbligatoria ed è un puro arbitrio che non è, fra l'altro, nemmeno efficace. E' il governo che decide le chiusure arbitrariamente, e non si deve e non si può giocare con le sue regole e con la sua logica perversa.
Chi, terrorizzato, va in giro con la mascherina indossata quasi fino a sopra gli occhi anche da solo in macchina. vedendo ecatombi e stragi dove NON ci sono (a marzo l'anno scorso ci sono spiegazioni per l'anomalo numero dei decessi) va compatito, ma anche messo in condizione di non nuocere, perché deve capire che la logica del ricatto non è accettabile né produttiva.
La paura è il vero virus da temere, in questo momento, perché, quando, in luoghi affollati, viene lanciato l'allarme per un principio di incendio o una bomba, il maggior numero di vittime lo si registra a causa della calca creata dal panico, che fa sì che gli uni uccidano gli altri calpestandoli e soffocandoli.
Esortare alla calma ed alla ragionevolezza ed invitare a non farsi prendere dal terrore è cosa buona e giusta.
La paura non è mai una buona consigliera.
Stefano Burbi

Murmex ha detto...

Proprio così. Come quei preti che si arrabattano a contrastare l'eutanasia dicendo che la vita è bella o l'aborto perché ci potremmo privare di un Leonardo ecc. Argomentazioni perdenti in partenza. Dite chiaro che non è mai lecito uccidere intenzionalmente un innocente, abbiate questo coraggio. Bisogna confessare il cattolicesimo integrale, cioè nella sua interezza. È questa la via di salvezza. Ma anche i volonterosi che contrastano il nuovo ordine non lo fanno . Perché non lo conoscono, penso

Anonimo ha detto...


"Ad Atene la cultura era pagana....dobbiamo combattere il paganesimo.."

Detto così, non si generalizza troppo? Anche Aristotele era pagano.
E che facciamo, combattiamo Aristotele perché era pagano?
San Tommaso non si è certo curato del fatto che Aristotele fosse pagano.
Del resto, che altro avrebbe potuto essere?
Nel paganesimo, c'erano anche aspetti positivi (Platone, Aristotele, lo Stoicismo, Polibio, l'Arte Greca, il diritto romano, le tragedia greche, la commedia romana, il pensiero storiografico etc).
Intrecciati a quelli negativi, ben noti. Ma bisogna distinguere, no?

Miralanza. ha detto...

Un breve video di commento sulle recenti pronunce del Consiglio di Stato e della Corte Costituzionale.
Purtroppo lo stato di diritto è sotto attacco e i giudici continuano a legittimare le azioni illegali del governo.
Dobbiamo essere tenaci e andare avanti nella nostra lotta per la giustizia.
https://gloria.tv/post/9yzytC8FFT9h4HQyBoFRLtbjL

Giudici?!?
Alla faccia del bicarbonato di sodio!

Dal Paese occupato. ha detto...

La Pressa - Quotidiano on-line
https://www.youtube.com/watch?v=tmceU2CeomE

Lo storico Franco Cardini a La Pressa: 'Ho 81 anni, green pass e doppia vaccinazione. Un governo che manda in guerra un paese doveva assumersene la responsabiltà. Non si salva l'Italia con 12 milioni di persone sotto la soglia di sopravvivenza con la retorica antifascista'

Una farsa mediatica che mortifica l'Italia ha detto...

Secondo la procedura penale la testimonianza di Richard Gere nel processo a Salvini è:

1) un insulto alla giustizia;
2) un'offesa alla serietà del processo, che assume ancor di più le vesti di una farsa;
3) dal punto di vista tecnico è completamente inutile. In un processo serio sarebbe stata dichiarata inammissibile dal Tribunale.

È solo un grande show mediatico. Il Sistema non è cambiato, è più pericoloso di prima.

Anonimo ha detto...

@ 24 ottobre 2021 09:50
E' diventato di moda mettere le mani avanti sia che siano letterati sia che siano illetterati :"Ho il green pass/sono vaccinato" esattamente come coloro che appena aprono bocca ci tengono ad informarci :" Io sono omosessuale"...
La Nuova Costituzione: Art.1 e finale
L'Italia è una Repubblica fondata sul vaccino e sul green pass.

Anonimo ha detto...

" Quando i grandi di questo mondo si mettono ad amarvi è che vogliono ridurvi in salsicce da battaglia... È il segnale.... È infallibile. È con l'amore che comincia." (L.F. Céline)

L' idea di un green pass svincolato dall'emergenza sanitaria si fa sempre più forte, tangibile, viva. L'obiettivo, neanche troppo celato, è quello di far diventare il lasciapassare uno strumento non più legato all'eccezionale, ma all'ordinario. Non più subordinato alla presunta crisi sanitaria, ma presente nella quotidianità. Non più un dispositivo ancorato alla fictio della tutela della salute, ma un vero e proprio pass per la vita lavorativa e pubblica. La farsa dei tamponi, così come il teatro pandemico, non può durare in eterno. La vaccinazione, nei loro piani, dovrà essere necessariamente l'unica via percorribile per ottenere la carta verde, essendo essa un mezzo sicuro ed efficace per i propositi ricattatori dell'autorità. L'ottica di praemium intrinseca nel rilascio del QR code viene, così, ancor più esaltata. Con la "tessera del partito" si da, de facto, un riconoscimento psicologico all'individuo, che considera i suoi diritti fondamentali non più appartenenti a lui in quanto uomo, ma un permesso a tempo determinato che lo Stato fornisce come ricompensa per la sua buona condotta ed il suo conformismo. Tutto ciò è inaccettabile, disumano, giuridicamente e moralmente aberrante. Se ciò che è tuo, che compone la tua natura e la tua essenza, ti viene brutalmente tolto e ridato sotto forma di concessione governativa revocabile, nessuno è più al sicuro. Ed a quel punto siringarsi all'infinito, involversi in colabrodo per illudersi di "tornare alla normalità" non servirà a più nulla. Ogni libertà ceduta ora, senza combattere, per il quieto vivere, sarà pressoché irrecuperabile domani. Per questo motivo è vietato mollare. Per tutto ciò che ci è caro al mondo, è vitale non cedere. Oggi più che mai.

Anonimo ha detto...

Ormai da una settimana, per via della infame tessera verde della discriminazione, centomila lavoratori italiani si trovano vergognosamente senza stipendio. I sindacati sono, però, troppo impegnati a combattere l'emergenza del fascismo per potersi occupare di loro.