martedì 26 ottobre 2021

Bergoglio nomina Jeffrey Sachs, attivista per il controllo demografico, alla Pontificia Accademia delle Scienze Sociali

Continuiamo a registrare, nelle attività del Vaticano, atteggiamenti e decisioni ormai neppure più ambigui ma, ancor più che al dialogo, orientati alla collaborazione con esponenti della realtà distopica che ci stanno imponendo. Potete trovare i precedenti disseminati nei seguenti indici: Articoli su Covid, vaccini e dittatura sanitaria [qui]; Articoli su transumanesimo e realtà distopica [qui] e Articoli sulla Chiesa in tempo di pandemia [qui].

Lo abbiamo appreso dalle comunicazioni della Sala Stampa Vaticana. Bergoglio ha nominato “Membro Ordinario della Pontificia Accademia delle Scienze Sociali” Jeffrey Sachs, socio-economista e attivista per il controllo della popolazione. Ciò che più colpisce è proprio il fatto che Sachs ha a lungo sostenuto di porre fine alla povertà attraverso la regolazione della popolazione con strumenti come aborto, contraccezione, sterilizzazioni, contrariamente all'insegnamento cattolico. Era il nemico numero uno della Santa Sede in tutti i consessi internazionali che trattavano l'argomento. Almeno fino al 2013. Una cosa è dialogare, altra cosa è nominare un uomo del genere come membro di una Pontificia Accademia. 
Il prof Sachs è nato il 5 novembre 1954 a Detroit, si è laureato in Economia alla Harvard University. È un economista e analista di politiche pubbliche, esperto di sviluppo sostenibile, sviluppo economico e lotta alla povertà. Ha insegnato presso l’Harvard University ed è stato Direttore dell’Earth Institute della Columbia University. Attualmente è presidente della Sustainable Development Solutions Network dell’Organizzazione delle Nazioni Unite, e direttore del Center for Sustainable Development della Columbia University, dov’è anche professore universitario.
Ne parla anche LifeSiteNews, che definisce la nuova nomina una mossa che ha suscitato critiche significative da parte dei cattolici preoccupati. E segnala un'esperienza diretta nel corso di una conferenza vaticana nel 2017, quando Sachs ha urlato a John-Henry Westen di LifeSite, "Sei disgustoso, sei disgustoso, disgustoso", in risposta a un articolo dello stesso  Westen che descriveva Sachs come un "globalista pro-aborto"...”
Del resto cosa c'è da meravigliarsi quando l'Accademia delle Scienze Sociali, analogamente a quella per la Vita è stata degradata, sia nei componenti che nelle attività, proprio sotto questo pontificato? [potete documentarvi qui, anche a partire dai link di riferimento inseriti nell'articolo]

18 commenti:

Anonimo ha detto...

Noto che con certi personaggi il volto è sorridente, si vede che funziona solo in certi casi, una news, il presidente della Germania, in visita in Vaticano, avrebbe chiesto al facente funzione, di rendere la chiesa più credibile al cospetto del mondo e dell'opinione pubblica, detta da un luterano, è una bella cosa, un po' spiazzante, ma........

Anonimo ha detto...

L'ASSOLUTO STATO DEL POSTCONCILIO

Nel mentre che è in corso una guerra civile fra populares no pass e ottimati pro pass, nei giorni scorsi è andato in scena l'ennesimo incontro ecumenico in Vaticano con i Luterani.

Al netto di tutto, una considerazione.
Allora: noi saremo anche i brutti e cattivi, i retrogradi che puntano il dito sempre, i criticoni, i profeti di sventura, gli "scismatici", quelli che pensano che da 70 anni all'interno della Chiesa è entrato chi non doveva.
D'accordo saremo anche tutto questo ma mettendo la foto di Lutero accanto al Papa di Roma attuale non è che ci aiutiate a non pensare male eh.

(Chi vuole vada su VaticanNews e troverà tutto sull'incontro ecumenico appena svoltosi).

Anonimo ha detto...

Io non sono stupito della scelta di Bergoglio. Infatti il prescelto ha tutte le carte in regola per riuscire ottimamente nel perfezionamento del nuovo ordine mondiale nascente. A Bergoglio e a suoi amici di Davos importa solo questo.

Forse.. ha detto...

Ah vabbe'..forse non ci son piu' cattolici per le udienze per cui e' necessario ricorrere ai protestanti.Ma erano tutti vaccinati?
https://gloria.tv/post/1MVA79d4CH3AEuEvy2reouPx3

Anonimo ha detto...

https://gloria.tv/post/4ntC88sppzBu3ZdD88JjcE49c
Ma che cosa gli "riportano" a 'sto povero Papa..

Anonimo ha detto...

https://www.youtube.com/watch?v=GbaEKFNQGEg

Santa sede complice del crimine vaccinale - Dietro il Sipario - Talk Show

visione tv

mic ha detto...

Ma che cosa gli "riportano" a 'sto povero Papa..

Ho programmato per domani l'articolo intero nella nostra traduzione.

Anonimo ha detto...

non ci stupisce nulla, il senso morale tramutato in optional
Gianni Costanzo

JRBXVI ha detto...

Non capisco. Da cristiano, mi pare di vivere in una distopia che manco Gibson avrebbe immaginato.

Anonimo ha detto...

Chiedo per un mio vicino di casa : ma dentro la Santa Sede è rimasto qualcosa di cattolico?????

Anonimo ha detto...

Per la celebrazione dei defunti Bergoglio celebrerà una Messa al cimitero dei Marocchini della II guerra mondiale. Non commento. Sulle Marocchinate esiste un interessante articolo di Andrea Cionci
sul giornale ” La Stampa” - 2017/03/16 - che sarebbe il caso di far leggere al superbo Argentino. L’Ass. parenti delle vittime esprime la propria profonda indignazione.

Anonimo ha detto...

LA "COERENZA" DI BERGOGLIO.

È vero, non è una novità, eppure Bergoglio ci sorprende sempre. Anche questa volta si è ripetuto un cliché già visto nel passato: ad un'affermazione pienamente condivisibile, l'attuale Papa, fa seguire una scelta concreta che smentisce i contenuti di tale affermazione.
A settembre, di ritorno dal viaggio in Slovacchia, parlando coi giornalisti ha usato parole forti contro l'aborto. Tuttavia, dopo pochi giorni, ha nominato come membro ordinario della Pontificia accademia delle Scienze sociali, Sachs, noto per essere un convinto sostenitore di aborto e contraccezione.
A Bergoglio accade spesso che, data una premessa, giunga ad una conclusione diametralmente opposta e totalmente incoerente con quella medesima premessa.
Delle due l'una: o è una bieca e discutibile strategia, o il personaggio in questione soffre di una sorta di sdoppiamento di personalità. Tertium non datur.

Viator ha detto...

https://www.marcotosatti.com/2021/10/27/mons-ics-il-papa-partecipera-a-una-serie-di-netflix-che-altro-ci-attende/

Anonimo ha detto...


La Messa per i caduti marocchini.

Ma non erano mussulmani? Che senso ha la Messa per loro?
Sulle innumerevoli atrocità a sfondo sessuale, sodomitico e pederastico, compiute dalle truppe arabe e senegalesi portate dai francesi in Italia, dall'estate del 1943 a quella del 1944, esiste una documentata monografia di Fabrizio Carloni, "Il corpo di spedizione francese in Italia. 1943-1944", Mursia, Milano, 2006, pp. 244, € 19,00.
Si tratta di una seria collana storica, quella che Mursia ha sempre dedicato alla storia delle guerre. Varrebbe sicuramente la pena di leggerla, anche se si tratta di una lettura assai triste.
I "marocchini" erano marocchini, algerini, tunisini ma in prevalenza berberi delle lunghe zone montagnose parallele alla costa nordafricana.Gente fiera, guerriera, ottimi soldati per il combattimento in montagna, ma selvaggia. Gli ufficiali erano francesi e fecero poco o nulla per impedire lo scempio. Sembrava di essere tornati alle efferatezze dei pirati musulmani sulle nostre coste, Saraceni prima e Barbareschi poi, provenienti sempre dalle stesse zone. Comunque, di violenze carnali (secondo natura) si macchiarono ampiamente anche le altre truppe dei "liberatori".

In Francia tendono a respingere le accuse, affermando che sono invenzioni o esagerazioni degli italiani. La Chiesa cercò di intervenire presso gli Alleati e i Francesi ma con poco successo. Ogni tanto qualche stupratore e/o rapinatore veniva fucilato, ma era tanto per dare un contentino. Nel saccheggio dell'Italia compiuto dagli Alleati, parallelo a quello fatto dai tedeschi (che era però uno sfruttamento agricolo-industriale in qualche modo concordato con la RSI) sembra che i francesi abbiano fatto la parte del leone.
H.

Detto tra noi:a chi interessa che si sappia urbi et orbe? Tra l'altro dov'e' finita la tanto sbandierata scopiazzata privacy?Perche' e' d'obbligo sapere tutto di tutti? ha detto...

Francesco e Benedetto: TERZA iniezione per Covid
A metà ottobre, Francesco ha accettato la terza dose di vaccino contro il Covid, una iniezione inutile dal punto di vista medico, potenzialmente pericolosa e moralmente controversa, riferiscono fonti interne al Vaticano a Télam.com.ar (27 ottobre).

Le prime due iniezioni le aveva ricevute a gennaio e a febbraio; il rito secolare era stato effettuato come parte della campagna vaccinale del Vaticano.

VaticanNews.va suggerisce che anche Benedetto XVI ha ricevuto la terza iniezione.
https://gloria.tv/post/99h8Uo3WxUx72JdQdjePJenKS

Anonimo ha detto...

Questo è piuttosto anomalo. La Santa Sede ha annunciato che non ci sarà la trasmissione in diretta dell'incontro tra Bergoglio e Biden. Questa decisione appare essere uno strappo al protocollo del Vaticano che ha sempre deciso di rendere pubblici gli incontri tra i presidenti americani e i pontefici. In questa occasione, non ci saranno le consuete strette di mano pubbliche e non avverrà pubblicamente nemmeno lo scambio di doni che avviene quando il papa riceve il leader della prima potenza mondiale. Soffermiamoci però su un dettaglio molto importante. È stato Bergoglio stesso a ordinare di non trasmettere la diretta dell'incontro.

La sensazione è che Bergoglio debba fare delle comunicazioni piuttosto riservate a Biden. Delle comunicazioni così delicate che richiedono un incontro a porte chiuse. Sappiamo che la situazione nei palazzi vaticani è piuttosto in fermento. La salute di Bergoglio non è delle migliori e lui stesso sembra essere perfettamente consapevole che il suo tempo sul soglio di Pietro potrebbe presto volgere al termine. A questo proposito, dobbiamo sempre tenere a mente che il controllo della Chiesa Cattolica è imprescindibile per la massoneria e le alte sfere di potere mondialista. Se questi poteri perdono la Chiesa Cattolica, il piano del Nuovo Ordine Mondiale va definitivamente in mille pezzi.
https://www.washingtonpost.com/world/vatican-cancels-live-broadcast-of-biden-greeting-pope/2021/10/28/6bd14752-37ef-11ec-9662-399cfa75efee_story.html

Riflessioni molto interessanti. ha detto...

Visione TV
Mons. Viganò tuona contro i vertici delle istituzioni ecclesiastiche che fiancheggiano il crimine vaccinale che prepara il "grande reset". Fino a che punto le coscienze dei cattolici accetteranno il totale appiattimento del Vaticano nei confronti del potere mondano? Ne parliamo a "Dietro il Sipario" in compagnia di Paolo Gulisano, Antonietta Gatti e Gianluca Marletta
https://www.youtube.com/watch?v=GbaEKFNQGEg&t=2s

Anonimo ha detto...

I disertori della fede

In realtà un disertore della fede, che poi è divenuto nemico accanito, è sicuramente peggiore di colui che abbandonò quel che non conobbe.

- Sant'Agostino, De civitate Dei, XX 21, 25, 3