martedì 21 aprile 2020

Fase 2. Discriminazione per fasce d'età e mappature della popolazione...

Il crollo etico e politico di fronte all'epidemia pone interrogativi e richiede risposte. Precedenti qui.

Com’era prevedibile e come avevamo cercato di ricordare a chi preferiva chiudersi gli occhi e le orecchie, la cosiddetta fase 2 ovvero il ritorno alla normalità sarà ancora peggiore di quanto abbiamo vissuto finora.
Due punti fra quelli che si preparano sono particolarmente odiosi e in palese violazione dei principi della costituzione: la possibilità di muoversi limitata per fasce di età, cioè con l’obbligo per gli ultrasettantenni di restare chiusi in casa e la mappatura sierologica obbligatoria per tutta la popolazione.
Com’è stato puntualmente osservato in un appello che sta ora circolando in Italia, questa discriminazione è anticostituzionale in quanto crea una fascia di cittadini di serie B, mentre tutti i cittadini devono essere uguali davanti alla legge, e li priva di fatto della loro libertà con una imposizione dall’alto del tutto ingiustificata, che rischia di nuocere alla salute delle persone in questione e non di proteggerla. Ne è una testimonianza la notizia recente del suicidio di due ultrasettantenni, che non potevano più vivere nella condizione di isolamento.
Altrettanto illegittimo è l’obbligo di una mappatura sierologica, dal momento che l’art. 32 della costituzione stabilisce che nessuno può esser sottoposto a visita medica se non per disposizione di legge, mentre ancora una volta, com’è avvenuto finora, le misure verrebbero stabilite per decreto del governo.
Restano inoltre le limitazioni concernenti le distanze da mantenere e i divieti di incontrarsi, il che significa l’esclusione di qualunque possibilità di una vera attività politica.
Occorre manifestare senza riserve il proprio dissenso sul modello di società fondato sul distanziamento sociale e sul controllo illimitato che si vuole imporre. 
Giorgio Agamben - Fonte

42 commenti:

Catholicus ha detto...

Il trombettiere suona la sveglia per l'adunata, per i volontari della resistenza al nuovo totalitarismo bolscevico che si sta attuando nel nostro Bel Paese, complice una falsa chiesa, una congrega di massoni o servi della massoneria travestiti da presuli eccresiastici: Italiania, svegliatevi! suona la tromba della libertà, serve una reisstenza passiva di massa, una nuova Solidarnosc contro l'imperialismo mascherato da falsi buonisti, i fascisti mascherati da antifascisti, i traditori mascheratki da servitori della patrtia. http://www.accademianuovaitalia.it/index.php/contro-informazione/le-grandi-menzogne-editoriali/8751-processare-i-traditori
"le nostre autorità – civili o ecclesiastiche che siano – odiano coloro per il servizio dei quali esistono… a meno che non stiano pedissequamente eseguendo degli ordini.
E’ sempre più difficile reprimere tale sospetto..."; proprio così, nasce il sospetto che lavorino per conto dei nemici dell'Italia, della Chiesa, dell'umanità intera:
http://www.unavox.it/ArtDiversi/DIV3504_Elia_Ritorno_degli_idoli.html

Anonimo ha detto...

A proposito delle accuse alla Lombardia

Nessun contagio nella rsa di San Fermo (Como)

...Ma come è stato possibile? «Ci siamo semplice attenuti alla disposizioni del Governo e della Regione Lombardia...

https://www.ilgiorno.it/como/cronaca/coronavirus-casa-riposo-1.5116083

Anonimo ha detto...

ALCUNI DI VOI IN QUESTO PRECISO ISTANTE STARANNO DICENDO CHE NIENTE E NESSUNO LI CONVINCERA' MAI AD INSERIRE UN OGGETTO ESTRANEO NEL LORO CORPO, MA LA QUASI TOTALITA' DELLA POPOLAZIONE VERRA' CONVINTA A PASSARE AL MICROCHIP CON LA STESSA FACILITA' CON LA QUALE HANNO CONVINTO LA GENTE A PASSARE ALLO SMARPHONE (CON LA QUALE GIA' CI CONTROLLANO). MEDITATE...
Luca Bonin

Anonimo ha detto...

https://www.byoblu.com/2020/04/21/la-messa-e-finita-byoblu24/

La messa è finita
È accaduto a Gallignano, in provincia di Cremona. Don Lino Viola, il parroco del paese, si è rifiutato di interrompere la messa, nonostante i carabinieri fossero lì ad intimargli di farlo. Il parroco si è giustificato dicendo che in una chiesa di trecento metri quadri vi erano solo quattordici persone e che erano state prese tutte le precauzioni. I carabinieri però non hanno accettato le giustificazioni di don Lino Viola, che ha poi parlato di “abuso di potere” e “metodi da Russia sovietica”. Vi mostriamo poi in dettaglio che cos’è l’app “Immuni”, come funziona e da chi è prodotta. Nella società di software Bending Spoons hanno una quota anche un’azienda cinese, la Nuo Capital di Hong Kong e la H14 dei figli di Silvio Berlusconi, Barbara, Eleonora e Luigi. Infine negli Stati Uniti il Presidente Donald Trump chiude temporaneamente le frontiere agli immigrati, per proteggere i lavoratori americani e arginare la pandemia. #Byoblu24

Anonimo ha detto...

AIDS. Doveva far strage di ggente. Mai trovato il vacccccino, non c'è una cura 100%, anche se son stati fatti dei progressi. Le morti collegate all'Aids sono diminuite a circa 770mila nel 2018, il 33% meno del 2010 quando furono 1,2 milioni. Ma sostanzialmente l'Aids non se lo incula più nessuno. La ggente ha imparato a conviverci anche mentalmente.

Se anche per il Covid 19 non dovesse esserci vaccino, né cura certa subito, ma la malattia si dimostrasse controllabile con alcune norme igieniche e adeguate strutture ospedaliere, i caghella, cagasotto, pandemisti vari che farebbero? Rimarrebbero in lockdown perpetuo a sparare contro Tarro e Montagnier o inizierebbero a mettere timidamente il musetto fuori di casa?

Anonimo ha detto...

Ci accorgiamo adesso che la costituzione è carta straccia? Se si toglie Dio come fondamento ultimo da qualsiasi ordinamento giuridico ogni Carta Costituzionale ha il valore della carta da formaggio. Quando ero studente all'Università Cattolica di Milano, i miei compagni di giurisprudenza uscivano dalla facoltà tutti i gasati Perché l'Italia ha la Costituzione più bella del mondo...e mo teniamocela,la costituzione più bella del mondo

Anonimo ha detto...

https://www.lanuovabq.it/it/savanza-unintollerabile-discriminazione-verso-i-nonni

Home Editoriali
SOCIETÀ
S'avanza un'intollerabile discriminazione verso i nonni
EDITORIALI18-04-2020 Peppino Zola
Con sempre maggiore insistenza si parla di misure per continuare l'isolamento degli anziani anche dopo la ripresa delle attività. Una decisione che sarebbe gravissima, in quanto negherebbe la funzione che i nonni hanno in ogni famiglia e nell'intera società.

Ireneo ha detto...

per Catholicus:

è lampante che ci siano Forze Oscure che stanno giocando la stessa identica partita in tutto il Mondo, nessuno ne deve restare escluso perchè altrimenti si scoprirebbe la Menzogna.
Ci devono necessariamente essere ordini ferrei di Entità che manovrano i governanti.
Vediamo se Dio permetterà loro di schiavizzare la gente comune, temporaneamente, è comunque sempre più chiaro che siamo in una dimensione Escatologica apocalittica.
Manca davvero un soffio a Giovanni 13, 16-18

Anonimo ha detto...

Caro Catholicus, dimentichi che Solidarnosc ebbe il successo che ebbe perché Lech, Danuta e i loro otto figli otto, con tutto il movimento partito dalle Acciaierie di Nowa Huta, furono foraggiati da un connazionale che per sostenerli gli mise praticamente in mano lo IOR, divenendo debitore persino della Magliana...situazione completante diversa per noi poveri disgraziati, oggi.

RR ha detto...

...AIDS. Doveva far strage di ggente. Mai trovato il vacccccino, non c'è una cura 100%, anche se son stati fatti dei progressi. Le morti collegate all'Aids sono diminuite a circa 770mila nel 2018, il 33% meno del 2010 quando furono 1,2 milioni. Ma sostanzialmente l'Aids non se lo incula più nessuno. La ggente ha imparato a conviverci anche mentalmente...

NON E' AFFATTO COSI: La gente normale, l'Italiano medio non se ne preoccupa più, perché, nonostante il politically correct imperante, ha capito che è una malattia che affligge coloro che sono sessualmente promiscui ("vanno con tutti/e") ed i tossicodipendenti ("drogati"). La stampa non ne parla più, perché dovrebbe toccare il mondo LGBTQ...Apriti, cielo !
Ma l'AIDS, come la sifilide, la gonorrea, le altre malattie sessualmente trasmesse, la TBC...,ci sono eccome. Al "Sacco" di Milano solo un medico segue 600 HIV +. Ci sono almeno altri due servizi ospedalieri ambulatoriali a Milano dedicati solo agli HIV +, calcolate...
Le morti sono diminuite, vero, ma ci hanno messo anni a farlo - ricordo che l'AIDS è "cominciato" nel 1981, 40 anni fa, perché a) la malattia viene curata molto meglio, b) i soggetti a rischio hanno imparato ad adottare precauzioni: non certo i tossici di strada o i "puttani", ma gli altri, quelli da "sabato sera", si. Anche se, purtroppo, con il ri-diffondersi dell'eroina, ricominceremo a vedere più casi e più morti, mi sa.

L'HIV è un virus che si trasmette con i liquidi corporei (fondamentalmente sangue e sperma , ha perciò tutt'un'altro tipo di contagiosità. Se non sono un medico, un infermiere, un analista di laboratorio, un addetto alle pulizie, una prostituta/o, un tossico, e sono tendenzialmente casto/a, l'HIV non mi riguarda.
Ma il SARS -Cov-2 si trasmette con le droplets, sostanzialmente con l'aria che espiriamo e la saliva che vaporizziamo parlando, quindi interessa TUTTI, nessuno escluso.
Sono perciò DUE SITUAZIONI assolutamente NON PARAGONABILI.

PS: a volte certi miei commenti non sono stati pubblicati, altre volte criticati da alcuni lettori un po' snob. Ma io una cosa così, e con quelle parolacce, non l'avrei mai scritta e inviata, neanche fossi stata ubriaca.

Anonimo ha detto...

https://www.youtube.com/watch?v=gFSj2_9grvk&feature=youtu.be

Milano
LA MESSA È FINITA #Byoblu24

Anonimo ha detto...

Scusate, ma io quelli di voi che si incazzano con chiunque parli di riapertura perché hanno paura, sono responsabili e restano a casa, non li sopporto più. Il cervello non va mandato all'ammasso nemmeno in pandemia.
Volete restare a casa? Restateci, nessuno vi obblighera' mai a uscire.
Ma per il resto cacciatevi in testa che il governo non ha un piano sanitario: non ha la capacità di fare test a tappeto anche agli asintomatici con esito immediato e nemmeno di curare a domicilio i casi positivi prima che si aggravino.
Il governo non ha un piano economico: le imprese non hanno ricevuto ancora un Euro e sono sottoposte quotidianamente alla tirannia ai limiti dell'usura delle banche. Le famiglie devono pagare tasse bollette affitti e mutui esattamente come prima. Niente cassa integrazione, dall'Europa solo promesse di soldi a strozzo. In compenso abbiamo decine di commissioni e Task Force composte da professori amichetti degli amici. E abbiamo una app che ancora non si capisce a cosa servirà ...
Non c'è un modello italiano, nel resto dell'Europa e del mondo hanno fatto in modo diverso e sono già fuori dalla emergenza più severa, non credete alle bugie della propaganda.
Il modello italiano è quello cinese o se preferite quello manzoniano. Tutti chiusi sotto il controllo di uno uomo solo a colpi di decreti presidenziali, in attesa che il virus se ne vada come è venuto, da se'. Nel frattempo ogni tipo di restrizioni e vessazioni e sanzioni autoritarie sono diventate la norma, si tratta di libertà fondamentali calpestate da misure illegittime, come qualunque costituzionalista onesto ha già inutilmente denunciato.
Tutti prigionieri virtuali, tutti colpevoli per principio. Dove sono i cittadini? Dov'è la no taxation without representation?
La chiusura totale è stato un metodo accettabile per qualche settimana, non per due mesi, e doveva essere solo una delle strategie da adottare.
Capite che il Parlamento non sta decidendo nulla? Capite che l'opposizione è stata messa nell'angolo, non è neanche in grado di organizzare una manifestazione? Fatevele due domande, smettetela di essere vittime consenzienti, se non complici.
(Maria Giovanna Maglie)

Anonimo ha detto...

Riassunto dall'informstiva di Conte di oggi.
In poche parole, le libertà saranno limitate fino all'arrivo del vaccino. Quindi si parla di settembre - ottobre. Distanziamento sociale,in poche parole robot che camminano, obbligo di usare guanti e mascherine in piena estate,si insomma sarete voi a voler restare in casa con l'aria condizionata.I vaccini non saranno obbligatori per tutti, ma se volete vivere e ritornare alla vita di prima, sarete obbligati a farlo. Ora tutti noi sappiamo bene i danni che creano questi vaccini, soprattutto non testati sufficientemente, e al fatto che essendo un virus mutante, servono a poco o niente! Loro sanno benissimo che questo virus si distruggerà da solo. Ma le case del farmaco hanno ordinato questo per fare miliardi sulla nostra pelle, e i politici si sa ,sono facilmente corruttibili.... Adesso sta a noi cambiare le carte in tavola!

Anonimo ha detto...

Apprendiamo dal quotidiano online il Giornale:

«Il 23 aprile avrà inizio il mese sacro di Ramadan ed è dunque plausibile che molti musulmani in Italia e in Europa in generale, rivendichino il diritto di recarsi in moschea e nei centri islamici per le relative funzioni religiose, scontrandosi però con le restrizioni da Covid-19.
Non vi è poi soltanto l'aspetto legato alla religione, ma anche tutto un meccanismo socio-economico che gira attorno ad affollatissime macellerie islamiche, negozi di kebab, bazar, tutte attività commerciali che fioriscono durante il mese sacro dell'Islam e con una vita sociale della Ummah che si intensifica fortemente.
Le autorità italiane si troveranno dunque a fronteggiare questo problema e avranno una bella gatta da pelare visto che se saranno più tolleranti nei confronti dei musulmani, rischieranno di scatenare l'ira dei cristiani che sono stati costretti a fare Pasqua a casa. Se metteranno in atto la stessa intransigenza, rischieranno di imbattersi nell'ostilità dei musulmani, spesso non molto inclini ad accettare regolamentazioni istituzionali sul "sacro". Basti pensare che in Bangladesh decine di migliaia di persone si sono riversate al funerale di Jubayer Ahmed Ansari, leader del partito islamista Bangladesh Khelafat Majlish, ignorando totalmente le disposizioni del governo sul Covid. Un problema che potrebbe riguardare anche le banlieue francesi e belghe, ma anche i quartieri a maggioranza islamica in Gran Bretagna e in altri Paesi europei.

È bene tener poi conto che è molto forte tra i musulmani più radicali la teoria del complotto in relazione al Covid-19, come già ampiamente emerso sui social. Tra le più comuni vi sono la "creazione sionista" del virus, la creazione e importazione del Covid da parte degli Usa e relative lobbies per "dominare e controllare il mondo", ma anche quella del virus manipolato dai cinesi "massacratori di musulmani ugiuri" (seppur meno diffusa rispetto alle prime due).
Considerato che gran parte dei musulmani in suolo italiano è fortemente attaccata alle proprie abitudini derivanti dai Paesi d'origine, c'è il rischio che si verifichino tensioni e disordini».

Anonimo ha detto...

...segue
Pertanto, noi cristiani, cui è stata negata la possibilità di poter partecipare ai riti della Settimana Santa e alla gioia della Domenica di Pasqua, non possiamo tacere dinnanzi a qualsiasi provvedimento dello stato italiano che permetterebbe agli ospiti islamici residenti nel nostro paese di poter adempiere alle loro pratiche cultuali liberamente, al fine di evitare tumulti e disordini, che costoro potrebbero arrecare alla civile società.
Inoltre ci rivolgiamo alla Santa Sede, che sappiamo essere sempre così premurosa nell'inviare gli auguri di Buon inizio di Ramadan, affinché, così come per i suoi figli cattolici si è premurata di sospendere le pie adunanze (leggasi Santa Messa) per evitare i contagi, si dimostri altrettanto ansiosa nel consigliare gli islamici sul da farsi per le loro adunanze di Ramadan. L'ecumenismo di Nostra Aetate, così profusamente professato durante questi sessant'anni, varrà anche in questa occasione o è solo unilaterale per asservire e omologare il cristianesimo alle false religioni o al nuovo pensiero unico e fluido?
Infine, vorremmo rammentare alla Santa Sede e alla CEI che vi è ancora in vigore un Concordato, che sembra in questi giorni esser andato nel dimenticatoio. Nella cronaca molti sono i fedeli e alcuni chierici che sono fatti ostaggio delle minacce delle forze pubbliche, le quali, al pari di un regime comunista cinese, interrompono sacri riti e multano chiunque non rispetti i decreti emanati dallo stato, che a loro volta trasgrediscono sia la Carta Costituzionale sia il suddetto Concordato. Gli stessi fedeli e chierici sono lasciati alla mercé di questo stato poliziesco e sono abbandonati dai "pastori con l'odore delle pecore" a squallide e teatrali trasmissioni streaming, senza potersi fortificare coi Sacramenti.
Speriamo che i pastori possano destarsi dal loro torpore e difendere i diritti della Chiesa, così come fecero San Tommaso Becket e Sant'Anselmo d'Aosta, e la Sua libertà.

Anonimo ha detto...

La sintesi di quello che dicono i medici AMPAS:
1) conteggio morti completamente inaffidabile;
2) il vaccino non serve perché il virus muta;
3) mettere fine allo Stato di polizia;
Questi sono i medici che i media di regime continuano a censurare.

https://www.medicinadisegnale.it/?p=1052

tralcio ha detto...

Fratelli, possiamo ringraziare il Signore per quest'ultimo tratto di cammino che ci ha concesso di percorrere. Ognuno di noi potrebbe riportare indietro le lancette dell'orologio di qualche tempo per fissare il primo istante in cui ha iniziato a capire. Tra i viventi c'è chi ha conosciuto, già in età cosciente, i rigori della seconda guerra mondiale e delle dittature che la precedettero e la seguirono. C'è chi può far riferimento all'epoca conciliare o al sessantotto. C'è chi può pensare -in ambito italiano- allo stranissimo anno 1992, un condensato di stranezze. O risalire più vicino a noi nel tempo, per esempio alle strane dimissioni di Benedetto XVI e all'esperienza di Chiesa che ne è seguita. Fino all'attuale pandemia e sospensione della normalità, anche quella liturgica e sacramentale, con sullo sfondo agghiaccianti ipotesi di controllo sociale, tracciamento biologico ed eugenetica dissimulati dal mito di benefattori che ci garantiranno salute e benessere.

Perché dovremmo ringraziare Dio di questo incedere di tragedie e tenebra, mentre l'informazione ufficiale afferma la diffusione dei diritti, vanta i meriti del progresso e promette ulteriori fortune?
Perché la Verità non è mai tanto chiara come succede nel pieno del buio della notte.

Se chi la pensa diversamente da molti di noi (come ad esempio i bergogliani o gli estimatori dell'attuale capo del governo o dell'amata Europa che ce ne vorrebbe sempre di più...) non solo non è in grado di ammettere qualche ragione nella controparte, ma addirittura arriva a delegittimarla per il solo fatto di esistere e di esprimersi, è un inequivocabile segno di perdita del senso della realtà, sintomo del prossimo tracollo.

La croce non è mai stata così pesante come sul finire del mattino del venerdì santo.
Il buio non è mai stato così inspiegabile e inquietante come dall'ora sesta alla nona.
Ma il buio della notte e di molte coscienze è stato squarciato da Dio poche ore dopo.
Da Dio: solo Lui poteva in quel modo. Allora la Verità già detta e non capita s'è chiarita.
La Beata Vergine Maria lo sapeva: si troverà con lei chi rivedrà la luce della Grazia.
C'è tanto buio, fratelli. La croce pesa e la spada del male trafigge l'anima...

Ringraziamo Dio se vediamo sempre meglio dove vanno le ragioni dei potenti del mondo, secondo il mondo e la logica del principe delle tenebre. Prepariamoci ad accogliere lo Sposo, tenendo accese le lanterne non con il nostro olio, ma della Verità che già brilla.

mic ha detto...

è un inequivocabile segno di perdita del senso della realtà, sintomo del prossimo tracollo.

La perdita del senso di rssltà è il dato più eclatante. Quanto vorrei fosse vera la conclusione!
Comunque ringraziamo il Signore di tutto e andiamo avanti....

Anonimo ha detto...

Matteo Salvini e Giorgia Meloni sono stati tra i primi ad alzare la voce. «Sono evidenti alcune gravi criticità - ha detto il leader della Lega - chi gestisce i dati raccolti, dove vengono conservati e per quanto e di chi è la proprietà dei dati? La strada scelta dal governo è pericolosa. La nostra libertà non è in vendita». E la presidente di Fdi ha aggiunto: «È assolutamente impensabile che basti una semplice ordinanza per diffondere il software: un passaggio in Parlamento è d’obbligo: i dati sensibili dei cittadini siano tutelati e non entrino in nessun modo nelle disponibilità di società private».
https://www.lastampa.it/cronaca/2020/04/21/news/la-liberta-degli-italiani-non-e-in-vendita-salvini-e-meloni-contro-l-app-anti-contagi-1.38742286

Anonimo ha detto...

https://www.youtube.com/watch?v=AczpBIVXtb0

Milano
TRA MICROCHIP E PUNTI QUANTICI DIVENTEREMO ANTENNE UMANE? - Manlio Dinucci #Byoblu24

Anonimo ha detto...

Cesare Sacchetti:
Conte: "mascherine fino a che non ci sarà un vaccino." Il coronavirus si può già curare ora con risultati eccellenti con l'ozonoterapia e farmaci a basso costi. Il vaccino non serve alla salute. Il vaccino serve a togliere la libertà al popolo italiano.

Anonimo ha detto...

https://gloria.tv/post/mBkmFwhxTYp228YkzBZcM72Ds

Per saperlo, lo sanno...

Anonimo ha detto...

Sarà vero che per un decreto del nostro presidente del consiglio i mafiosi di oltre 70 anni dovranno uscire dal carcere per salvaguardarli dal covid?

Anonimo ha detto...

Formidabile intervento del prof. Bagnai in replica a Conte:
"Il momento più buio della storia della Repubblica e forse dell'intera storia d'Italia"
https://www.youtube.com/watch?v=Rs_VgwVx89A
"IL PREZZO DEL TRADIMENTO: 30 MILIARDI DI DENARI!"

Anonimo ha detto...

Bagnai, ha parlato da economista, perciò da esperto,..... l'avranno capito?

Anonimo ha detto...

Benvenuti nella distopia più totale, nella dittatura dove la guerra è pace, la schiavitù è libertà, e l’OMS è il governo.
A questo servirà la task force di Colao Meravigliao, e questo significa due cose:
1. che il governo ha fallito COMPLETAMENTE nella gestione e nella lotta a questa epidemia nazionale
2. che visto che il governo non è stato capace di tutelare le persone più fragili, le persone morte a casa senza tampone e senza cura, le persone morte di infarto ma messe nella categoria del covid19, e che ogni giorno “danno i numeri”, adesso per farci credere che hanno a cuore la nostra salute, ci vorrebbero mettere l’anello al naso, ma “per il nostro bene”.
oppure
3. https://nostreradici.blogspot.com/2020/04/ecco-chi-si-nasconde-dietro-la-task.html

Questo mentre ci fanno morire di fame, fallire le imprese, fare default, perché hanno tenuto su il teatrino mediatico per non far capire alla gente che gli altri paesi stampano moneta mentre in realtà noi potremmo solo chiedere l’elemosina umiliante a Bruxelles.

mic ha detto...

Questo l'intervento di alto profilo di Giorgia Meloni

https://www.youtube.com/watch?v=glcEbfAilbE

Anonimo ha detto...

OTTIMI GLI INTERVENTI DI BAGNAI E MOLINARI rispettivamente in Senato e Camera.

Ottimi dal punto di vista politico (e giuridico).

Campanaro ha detto...

Secondo me in merito alle fasce d'etá ci si sta approcciando in modo partigiano. In una società che sempre meno mette al centro l'anziano al punto che non viene minimamente tenuto da conto che mettere dei potenziali malati Covid in case di riposo può essere quantomeno un azzardo; quindi non obbligare ma consapevolizzare gli anziani altrimenti di sto passo arriviamo al vaccino che abbiamo decimato le nostre colonne portanti, è fondamentale sensibilizzarli sul tema; una volta consapevolizzati decidessero loro. Nell'ospedale vicino a casa mia è venuto fuori che il responsabile di terapia intensiva nel momento del picco viste le postazioni limitate dava la priorità ai cinquantenni rispetto che agli ottantenni ed io ho condannato ciò ma se dal 4 maggio i nostri anziani si ritroveranno nuovamente ammassati nei centri ricreativi comunali a ballare e giocare a carte non me la sentirei più di condannare pubblicamente le scelte di un medico che in un nuovo focolaio si trova obbligato a scegliere tra il padre di famiglia e l'anziano lasciato a se stesso da anni in una casa di riposo!

Anonimo ha detto...

Io faccio parte della categoria over 70 e ne sono orgogliosa.
Sono a rischio, lo so.
Come sono a rischio tutti.
Perché privarmi dell’aria, del sole, della pioggia, delle mie abitudini di sempre che mi hanno reso la vita
-fino ad oggi, almeno-
quella che è... serena, in salute, gioiosa spesso e volentieri...
Devo aspettare Voi che verrete a farmi l’iniezione letale a casa ...mi date già per vinta... prima ancora di essere vinta, non solo dal virus, quanto dalla depressione,
dall’avvilimento, dalla solitudine... che sono, credo, forse, ben più letali del virus...
E per chi vive da sola, perché i figli lavorano fuori città o, nel caso non li abbia mai avuti, ci sarà, allora, da aspettarsi solo la morte?
Lo trovo fuori luogo e scorretto e non é di aiuto a nessuno, in alcun modo.
Io non sono immunodepressa...
ma se queste sono state
- più che le indicazioni - i DICTAT dall’alto dei “soloni “che ci governano"... siamo davvero alla fine.
Morte programmata per noi poveri reietti allora, così ci pensate Voi a noi e, così Vi togliamo il disturbo ... prima che giunga l’ora.
Dal momento in cui si é iniziato a parlare del virus, la parola d’ordine, quasi una specie di grido di vittoria di chi ha tuonato più di Giove pluvio contro i vecchi... così, tanto per sbarazzarsene prima, è stata : CONFINIAMOLI
nell’anticamera dei “morituri te salutant”.
Ma questi presunti amici che ci hanno scambiati per untori sono NEMICI e basta.
Siamo tutti a rischio, come la popolazione tutta, la cui fragilità non è legata solo all’età...
IO NON ASPETTO CHE L’INFEZIONE MI FACCIA UNA VISITA URGENTE
DOMICILIARE A PAGAMENTO PER SBARAZZARSI DI ME.
Aspetto giustizia per i “vecchi” che sono stati condannati alla pena capitale ancor prima di aver commesso un qualsiasi delitto.
Se continuate sulla strada intrapresa ... ci discriminate ed ho paura, tra l’altro, che siate Voi tutti a non discriminare il VERO dal FALSO... e questo... io, si, la VECCHIA ...lo trovo più che falso.... moneta falsa con la quale ci state ripagando di tanti anni nei quali, ognuno di noi, più o meno, sarà stato d’aiuto, in un modo o nell’altro, ad ognuno di voi.
Se sarà davvero così:
GRAZIE di quanto NON avete avuto il cuore di fare per noi e ....
A R R I V E D E R C I ....LASSÙ o...più sotto
Annalisa Lucchetti

Anonimo ha detto...

Dovere dei cristiani è vigilare sugli sbandamenti in chiave malthusiana dell'ideologia dominante
Alberto Lacchini

Da Fb ha detto...

Tornare a ragionare

Lo dico senza acredine, le nostre teste non funzionano più bene. Le spiegazioni dotte le lascio ai dotti, a mio parere è solo importante tornare a fare ragionamenti semplici, quelli di una volta, del tipo: se c'è il mondo, c'è qualcuno che l'ha fatto; se c'è fumo, c'è fuoco; se c'è un uomo c'è una mamma e un papà. Ad ogni causa un effetto e viceversa.
È come quando ti gira un po' la testa, senti un odore acido e un bambino che piange; è inutile che sgridi il bambino, ed è inutile anche che gli spruzzi addosso il deodorante. Il bimbo non ha fame, non va portato dallo psicologo e non c'è nessun guasto al gabinetto. Il ragazzino se l'è fatta sotto.
Allo stesso modo, se vedo immigrati che circolano liberamente per la città, mentre io devo essere recluso in casa, significa che qualcuno vuole che questo accada, che il virus non è così pericoloso, o se è pericoloso, nessuno è realmente interessato alla nostra salute, ed è quindi legittimo dubitare anche di tutte le altre regole che ci stanno dando.
E così se vedo uno vestito da papa che non lotta per portare i sacramenti alle persone e poi dice le frasette affettuose durante le omelie, significa che il tempo lo passa a preparare le frasette e non a combattere per i diritti della Chiesa.
Insomma, sono certo che tornando senza paura a ragionare sulle cose, noi saremo in grado di cambiare il mondo, il governo, il papa e pure il ragazzino.

Anonimo ha detto...

Immuni, perché (molto probabilmente) sarà inutile

No, neppure le app salveranno il mondo. Non dalla pandemia, almeno. Anche sorvolando su ogni non sorvolabile considerazione di tipo etico e costituzionale sulla libertà individuale, non si può infatti non considerare quanto illustrato dal biologo Enrico Bucci, intervistato oggi su Repubblica – testata non tacciabile di complottismo -, e cioè che al momento il 66% degli italiani possiede uno smartphone ma, per essere utile, Immuni – la app di tracciamento avente il placet governativo – dovrà essere utilizzata da almeno il 70% della popolazione.
Bucci spiega di aver chiesto ai programmatori di Immuni se avessero calcolato tale quota, necessaria per render utile loro invenzione: hanno risposto di no. E come non lo sapevano loro, pare non lo sappiano neppure gli esperti convocati ai tavoli governativi. Il che è abbastanza grave, esattamente com’è grave il fatto che si riponga in queste app eccessiva fiducia dato che persino a Singapore – Paese inizialmente applaudito come tecnologicamente virtuoso nella lotta al Covid-19 – solo il 18% dei cittadini ha scaricato le app di tracciamento e appena la metà di questi li ha attivati.
La stessa Corea del Sud – la cui prima politica vincente è stata un’altra: quella dei tamponi – non si è fermata alle app, monitorando anche l’utilizzo delle carte di credito, usando le telecamere di videosorveglianza, insomma andando molto più in là di quanto tanti pensino. Senza dimenticare che parliamo di un Paese che ha per decenni convissuto con un vicino di casa, la Corea del Nord, estremamente pericoloso, cosa che ha generato nella popolazione (già reduce dalla Mers e dalla Sars) una disciplina che altri, semplicemente, non possono avere. Dicendo questo, si badi, non si vuole demonizzare Immuni, ma solo evitare illusioni.
Giuliano Guzzo

Anonimo ha detto...

La vera domanda da fare ai genialoidi esperti è: cosa avete fatto e cosa state facendo, in questi due mesi, per creare posti ospedalieri e di terapia intensiva a sufficienza per sostenere un'ulteriore espansione del contagio? come mai avete riempito case di riposo, e altri presidi paraospedalieri di Covid e non vi state preoccupando di rimettere in moto nuovi posti semipermanenti per affrontare il "ritorno di fiamma" che avverrà dopo la ripresa di certe attività? come mai non state pensando a svuotare gli ospedali di malati Covid per permettere di riprendere la cura delle altre patologie (che non sono sparite) con una certa sicurezza?

RR ha detto...

Anonimo 11.53:
ci saranno almeno tre ospedali o reparti SOLO Covid in Lombardia, almeno uno a Torino, sicuramente almeno uno in Veneto, uno in ER, uno nelle Marche, uno a Roma.

Anonimo ha detto...

Abbiamo seppellito i morti senza funerale, Pasqua celebrata senza popolo ma le associazioni partigiane possono partecipare alle celebrazioni del 25 aprile nelle forme compatibili???
Queste forme compatibili che per tutti gli altri NON valgono?!

Anonimo ha detto...

È proprio il caso di dire - invertendo i termini dell'adagio - quod non licet Iovi licet bovi.... Si concede ad un'associazione privata ciò che si nega - in forme compatibili con l’attuale situazione di emergenza - al Padre Eterno e ai cattolici a cui è stata interdetta la partecipazione alla Messa e la frequenza ai sacramenti e sono stati lasciati morire - non solo i deceduti da coronavirus - senza esequie cristiane. Ma con pastori mercenari era lecito attendersi qualcosa di diverso.

Anonimo ha detto...

"Libera Chiesa in libero Stato"

Nota di Palazzo Chigi:
«Le associazioni partigiane e combattentistiche potranno quindi partecipare alle celebrazioni per il 75esimo anniversario della Liberazione, naturalmente in forme compatibili con l'attuale situazione di emergenza».

Quindi, a Messa i cattolici non possono andare, nemmeno in 13 in 300 mq, come abbiamo visto con lo scandaloso atteggiamento di quel carabiniere e il fermo di un sacerdote ottantenne.
Nemmeno a Pasqua.
Invece, il 25 aprile gli pseudopartigiani possono festeggiare per le strade.
Sapete cosa mi manda in bestia?
Non questo infame comportamento di un governo che si manifesta per quello che è e che altro non potrebbe essere, visto da chi è composto. Ma il fatto che esistono "cattolici" che votano a sinistra. Il fatto che esistono torme di preti che invitano i fedeli a votare a sinistra. Il fatto che la CEI sostiene questo governo. Il fatto che esistono cardinali che ci dicono di votare queste forze politiche.
Devo continuare? Non credo che ce ne sia bisogno.
Secondo voi la CEI protesterà per questa infamante discriminazione?
Secondo voi qualche vescovo si deciderà a far celebrare la Messa?
Secondo voi la CEI denuncerà quel carabiniere? E sarà pronta a denunciare chi dovesse fermare una Messa da oggi in poi?
Io credo che a questo punto non andare a Messa il 25 aprile sia una bestemmia contro Dio. Oltre che un intollerabile atto di sottomissione al male, l'accettazione passiva della fine della nostra libertà di culto e quindi l'umiliazione della Costituzione.
Il problema però è sempre lo stesso: trovare la Messa.
Ovvero, trovare un vescovo cattolico, un prete cattolico.
Trovare persone libere. Italiani veri.
Ecco il problema.
Vergognatevi tutti!
Vergogna! Vergogna! Vergogna!
Forse, in quanto italiani e in quanto cattolici, dovremmo adire alle vie legali non solo chi contro la Costituzione ci ha tolto la libertà di culto, ma pure chi si è reso complice passivo e continua in questo scandaloso comportamento! Che non è meno grave. Anzi, è peggiore, visto che per questo esistono e percepiscono le loro laute prebende.
Frequentarvi è un disonore! (MV)

Anonimo ha detto...

Immaginate se il "Cavallo di Troia" per ingannare il Popolo di Troia -
prender di sorpresa nottetempo la città - non fosse quello di legno, lasciato sula spiaggia dagli Achei e con a bordo Ulisse e compagni, ma fosse la carrozza di Priamo, il cavallo di Ettore, la casa di Enea. Ecco. Questa è la nostra Chiesa cattolica di oggi. Il Cavallo di Troia del nemico dentro la chiesa non lo portano i nemici, ma c'è già, posto all'interno da decenni. I nostri capi supremi sono il Cavallo di Troia del nemico. Questa è la semplice, evidente e amarissima verità. I nostri stessi capi ci hanno abbandonati, traditi, venduti, demoralizzati, isolati, indeboliti. sono i nostri capi che ci hanno messi in Quarantena. Se i capi avessero ragionato come i Partigiani noi ora non saremmo in questa umiliante e desolante situazione di deserto. Lo Stato "laico-democratico", - instaurato 72 anni fa dalla Democrazia Cristiana, longa manus del Modernismo cattolico post-fascista, - governato da una cricca - non eletta di ex comunisti e pentastellati nichilisti - alleati con la grande finanza europeista e intuitivamente massonica, non ha fatto altro che approfittare della reale volontà dei capi della Chiesa. La ferma volontà - di questi capi mercenari e pusillanimi - di ridurre la fede cattolica dei nostri padri, che hanno sudato sangue e sudore per instaurare la fede cattolica in Italia per 2000 anni, a un supplemento d'anima sentimentale. Una religione cattolica così ridotta - dopo mezzo secolo di modernismo interno e di aborto pornografia libertarismo e divorzio esterni - merita di finire all'ultimo posto delle esigenze morali e spirituali di un Popolo. E così è stato. I nostri capi supremi ci hanno fatto abbassare "lo scudo della fede". Hanno introdotta nella casa di Dio idoli e capricci di tutti i tipi. Pachamama, Abu Dabi e il dileggio della Tradizione Sacra cattolica, fino a colpire il Sacramento per eccellenza della Eucarestia. Ora, oramai, e grazie a Dio, solo un grande miracolo di Dio ci può salvare. Dio ha detto per bocca di sua Madre cosa vuole, con molta forza e semplicità a Fatima. Dio vuole Penitenza, consacrazione, Conversione e Ritorno - della chiesa e della civiltà una volta cristiana - ai santi padri adoratori del Padre. Una volta posta al centro il ritorno ai Santi Padri bisogna passare alla riforma della politica e della società. Dio esige - come prima riforma politica e morale - che si smetta di uccidere bambini innocenti nella pancia delle mamme e si smetta di divorziare. Che Cristo sia messo al centro della città degli uomini e a Fondamento della Costituzione politica italiana, se vogliamo salvarci. Libero Stato sottomesso a Libera Chiesa. Altro ideale politico per salvarci non esiste. - rdv

Pura follia! ha detto...

Arrivano altre denunce da parte dei cittadini del VII municipio che chiedono chiarezza circa gli alberghi tramutati in strutture covid che continuano a ricoverare pazienti di cui non si conosce la provenienza

Dopo la nostra intervista al consigliere regionale Daniele Giannini, che dichiarava le numerose segnalazioni di cittadini su alcune strutture alberghiere trasformate in ricoveri covid di cui non si conosceva la provenienza dei pazienti, aveva inoltrato un’interrogazione al presidente della regione Nicola Zingaretti e all’assessore della Sanità Alessio D’amato. Malgrado questo, continuano gli spostamenti di persone, principalmente extracomunitari, denunciati da video di cittadini preoccupati per la reale situazione sanitaria e per la sicurezza che questi hotel possono avere rispetto alla trasmissione del virus.

https://m.ilgiornale.it/news/roma/continuano-arrivi-negli-alberghi-tramutati-strutture-covid-1857191.html

Anonimo ha detto...

http://italvideonewstv.net/dopo-50-autopsie-la-verita-sulla-diagnosi-del-coronavirus-a-cura-del-dott-giampaolo-palma-guppo-veritas/

Anonimo ha detto...

Coronavirus: speranze dalla scoperta di Sandro Giannini dell'Università di Bologna.
Coronavirus: speranze dalla scoperta di Sandro Giannini dell'Università di Bologna.

In un periodo in cui le notizie si accavallano e la speranza è riposta in fondo al cuore di tutti noi,

nell'emergenza del Coronavirus abbiamo cercato di evitare sia allarmismi che notizie che non fossero agganciate ad una realtà quanto meno concreta. Riportiamo una notizia che circola da un paio di giorni dai social e che a noi, pur nella delicatezza del momento è apparsa opportuno leggere pur con la massima cautela. (La redazione).

Bologna – Dai social arriva una buona notizia sul Coronavirus, forse risolutiva, che ha fondamenta scientifiche ed è diffusa da un medico autorevole del Rizzoli di Bologna, Sandro Giannini. Il suo è un curriculum molto qualificato: Professore ordinario di Ortopedia e Traumatologia e di Medicina Fisica presso l’Università di Bologna dal 1989, direttore della Clinica I presso l’Istituto Ortopedico Rizzoli e del Laboratorio di Gait Analysis, partner in progetti europei e in programmi di ricerca nazionali e internazionali, autore di più di 600 presentazioni a congressi nazionali ed internazionali e più di 400 articoli in riviste Science Citation Index. Il suo messaggio dà grande speranza. Leggiamolo:

“Non vorrei sembrarvi eccessivo ma credo di aver dimostrato la causa della letalità del coronavirus. Solo al Beato Matteo ci sono 2 cardiologi che girano su 150 letti a fare ecocardio con enorme fatica e uno sono io. Fatica terribile! Però, di quello che alcuni supponevano, ma non ne riuscivano a essere sicuri, ora abbiamo i primi dati. La gente va in rianimazione per tromboembolia venosa generalizzata, soprattutto polmonare. Se così fosse, non servono a niente le rianimazioni e le intubazioni perché innanzitutto devi sciogliere, anzi prevenire queste tromboembolie. Se ventili un polmone dove il sangue non arriva, non serve! Infatti muoiono 9 su 10. Perche il problema è cardiovascolare, non respiratorio! Sono le microtrombosi venose, non la polmonite a determinare la fatalità!

E perché si formano trombi? Perché l’infiammazione come da testo scolastico, induce trombosi attraverso un meccanismo fisiopatologico complesso ma ben noto. Allora? Contrariamente a quello che la letteratura scientifica, soprattutto cinese, diceva fino a metà marzo era che non bisognava usare antinfiammatori. Ora in Italia si usano antinfiammatori e antibiotici (come nelle influenze) e il numero dei ricoverati crolla. Molti morti, anche di 40 anni, avevano una storia di febbre alta per 10-15 giorni non curata adeguatamente. Qui l’infiammazione ha distrutto tutto e preparato il terreno alla formazione dei trombi. Perche il problema principale non è il virus, ma la reazione immunitaria che distrugge le cellule dove il virus entra. Infatti nei nostri reparti COVID non sono mai entrati malati di artrite reumatoide! Perche fanno il cortisone, un potente antinfiammatorio!

Pertanto, in Italia ospedalizzazioni si riducono e sta diventando una malattia che si cura a casa. Curandola bene a casa eviti non solo ospedalizzazione, ma anche il rischio trombotico. Non era facile capirlo perché i segni della microembolia sono sfumati, anche all’ecocardio. Ma questo week end ho confrontato i dati dei primi 50 pazienti tra chi respira male e chi no e la situazione è apparsa molto chiara. Per me si può tornare a giocare e riaprire l’attività commerciali. Via quarantena. Non subito. Ma il tempo di pubblicare questi dati. Vaccino può arrivare con calma. In America e altri stati che seguono la letteratura scientifica che invita a NON usare antinfiammatori e’ un disastro! Peggio che in Italia. E sono farmaci vecchi e che costano pochi euro.”

(Associated Medias – Red/Giut)

<1>Molto attendibile!