giovedì 10 febbraio 2022

Siamo a una svolta e incombono le prossime emergenze strumentali

Di seguito considerazioni sulle recenti modifiche a due fondamentali articoli della costituzione. Qui l'indice degli articoli sulla realtà distopica. Qui quello degli articoli sulla dittatura sanitaria.

Ecco le basi per le prossime emergenze e per incentivare l'uso coercitivo del certificato verde, in mancanza di reazioni adeguate.
clicca sull'immagine per ingrandire
La modifica degli articoli 9 e 41 della Costituzione ha natura programmatica: ci indica chiaramente che le intenzioni in merito alla ristrutturazione del sistema economico e produttivo in ottica green sono molto serie e determinate.
In sostanza, lo Stato si attribuisce il compito di disciplinare l' "iniziativa economica privata" anche in merito al suo impatto su salute e ambiente, in vista della tutela di biodiversità e dell'ecosistema.
Il fatto che sia la prima volta che, (art.9, vedi poi anche  il n.41), viene modificato uno dei primi 12 articoli della Costituzione, ossia quelli che riguardano i principi i fondanti della nazione, dimostra quanto profondi e strutturali saranno gli interventi che si intende apportare. 
Non a caso, dopo anni di dibattiti, le modifiche giungono proprio ora, nello sgonfiarsi dell'emergenza pandemica, quando un grosso capitale di attenzione ed energie sociali è stato liberato ed è pronto ad essere investito in nuovi impegnativi obbiettivi con connesse nuove manipolazioni dell'immaginario e dell'emotività collettivi.
L'appello all'interesse delle nuove generazioni, infine, dopo lo stupro sistematico di psiche e diritti dei più giovani perpetrato negli ultimi due anni, suona decisamente sinistro e avvilente.
Per quanto si possa convenire che sia doveroso prendersi cura dell'ambiente, questa modifica alla Costituzione, con le parole chiave aggiunte al primo comma dell'articolo evidenziato in questa prima immagine, apre all’idea che la libertà di iniziativa economica debba essere subordinata a non meglio specificati “fini ambientali”, attraverso cui i condizionamenti ideologici consoni all'assetto politico eurosinistro tecno-globalista  pianificheranno l’evoluzione verso il prossimo orizzonte biologico-sociale del pianeta: il trans-umanesimo. Si prefigura il passaggio da una società costruita dagli esseri umani a una società dominata dalla tecnologia. 
Anche la modifica al secondo comma, potrebbe aprire a leggi che possono limitare l’imprenditoria privata in nome di ideologie che, a lungo andare, fanno più danni di quanti ne vorrebbero prevenire… Ed è così che la cosiddetta transizione ecologica e digitale viene promossa su basi socio-antropologiche esclusivamente materialiste, tra l'altro senza prevedere tempi e garanzie per la riconversione delle nostre imprese che ne saranno travolte. Così un'altra grossa fetta della nostra cultura e creatività rischia seriamente di andare irresponsabilmente perduta, mentre altre famiglie rimarranno sul lastrico. 
Di fatto ora la giusta tutela dell'ambiente risulta costituzionalmente convertita nel panteismo ecologista dai discepoli euro-italioti del Gretinismo.
Ma c'è di più, perché nell'orizzonte biologico-sociale in predicato si prevede di riprogettare e ricostruire i nostri corpi e cervelli, oltre che il mondo esterno, ben oltre i confini biologici ora conosciuti. L'ordine naturale insito nella creazione, viene totalmente oltrepassato in una hybris prometeica che sappiamo quanto possa essere distruttiva. 

Sulle modifiche all'altro articolo, il n.9, riprendo e integro il commento di un lettore:

Ecco il secondo articolo cambiato dall’ultima riforma costituzionale, passata con un solo voto contrario, tanto era bella. 
Si tratta dell’articolo 9, uno dei primi 12, vale a dire i Principi Fondamentali.
Un tempo nelle aule universitarie di insegnava che questi articoli erano di fatto intoccabili, costituendo un nucleo “super-costituzionale” che sta alla base della stessa Repubblica. E infatti mai prima d’ora sono stati toccati. 
Il 9, poi, parlando di tutela del “paesaggio”, intendeva - questo si insegnava - accennare in modo forse rudimentale proprio alla tutela dell’ambiente, e una sua interpretazione più aggiornata infatti non può che confermarlo. Era certo una norma figlia del suo tempo (il 1947, 75 anni fa!), e che appariva, giustamente, scarna e icastica come ben si addice a dei “principi fondamentali”. 

Oggi no, bisogna essere specifici e speciosi, inutilmente verbosi e capziosi, e allora ecco che nei Principi Fondamentali della nostra Repubblica entrano gli “ecosistemi” e la “biodiversità”, come se si trattasse di un articolo di una rivista. Così il pleonastico (e retorico) accenno alle future generazioni. Personalmente trovo poi imbarazzante che a sua volta sia un principio fondamentale la tutela degli animali. Proprio in un momento in cui l’articolo 1 della stessa Carta è subordinato a un pass legato a un trattamento sanitario. 

Chiaramente le generazioni attuali possono essere vessate per tutelare quelle future. Hanno gettato le basi per rendere costituzionali discriminazioni e lockdown.
Ora, io non sono certo di quelli che agita il feticcio della Costituzione Più Bella Del Mondo (definizione che non condivido per niente, anche perché se lo fosse davvero non proporrebbero di modificarla in ogni legislatura). Tuttavia è un dato di fatto che quasi ogni modifica non ha fatto altro che appesantirla, squarciarla, rovinarla. Andando avanti così ne uscirà una mostruosità abbastanza deforme. Ma forse è quello che ci meritiamo. 

PS il Ministro Cingolani si è detto molto contento “come cittadino e come proprietario di cani, gatti e pappagalli”. Bene!
Di fatto il ministro Cingolani amerà pure gli animali ma poco i suoi simili: ha detto l'estate scorsa che la terra è fatta per ospitare 3 miliardi di esseri umani (su che basi avrà fatto questo conto lo saprà solo lui). Basta fare una sottrazione da prima elementare: se siamo quasi 8 miliardi occorrerà eliminarne 5.
Che sia questo il compito assegnato ai finti vaccini?

Siamo degli imbecilli in mano a politici traditori anche dall'opposizione... Ma forse più che con traditori, abbiamo a che fare con dei criminali e con una incredibile ipnosi mediatica della popolazione.

Poi capita di leggere e si torna a sperare almeno di rimuovere l'abominio del certificato verde, ma non so con quanto fondamento. 
Ultime notizie: "la Francia si appresta a revocare il superipermegamaxiultra GPRS, lo Stato di New York a togliere tutte le restrizioni compresi lasciapassare, obblighi di vaccinazione e mascherine, il Canada è paralizzato dalle proteste dei dissidenti, che sono accolte nella provincia dell'Alberta e la protesta sta per attivarsi anche in Nuova Zelanda e Australia. Fine del lasciapassare anche in Bulgaria. Draghistan sempre più isolato ma anche qui inizia a scricchiolare il terreno sotto i piedi del regime. Bassetti e Crisanti si smarcano, Lega e M5S frignano, il vento che spira da fuori travolge CTS e compagnia briscola. Manteniamo le posizioni perché per la prima volta da mesi siamo vicini a un punto di svolta importante! RESISTENZA! DIGNITÀ! CORAGGIO. Non siamo soli!"  Fosse vero! Ma le incognite permangono e non sono da poco!

61 commenti:

Anonimo ha detto...

Volevano “sangue di non vaccinati” per il figlio malato: sospesa potestà genitoriale
Il tribunale per i minorenni di Bologna ha sospeso provvisoriamente la potestà genitoriale ai genitori del bimbo del Modenese che per motivi religiosi vogliono che il sangue delle trasfusioni necessarie a un intervento chirurgico, per curarlo da una cardiopatia, non venga prelevato da vaccinati contro il Covid-19.

Il 2 febbraio la Procura per i minorenni aveva presentato ricorso.

A quanto si apprende, è stato nominato tutore il servizio sociale competente per territorio. Nei giorni scorsi il giudice tutelare di Modena aveva accolto le ragioni del policlinico Sant’Orsola sulla necessità dell’intervento e sulla sicurezza del sangue.
https://gloria.tv/post/Jrzhh7T1b3Ly1gtqtBEkk9mca

Vale ancora? ha detto...

“La nostra Costituzione non contempla un diritto speciale per lo stato di emergenza sul modello dell’art. 48 della Costituzione di Weimar o dell’art. 16 della Costituzione francese, dell’art. 116 della Costituzione spagnola o dell’art. 48 della Costituzione ungherese. Si tratta di una scelta consapevole. Nella Carta costituzionale non si rinvengono clausole di sospensione dei diritti fondamentali da attivarsi nei tempi eccezionali, né previsioni che in tempi di crisi consentano alterazioni nell’assetto dei poteri.”
“La Repubblica ha attraversato varie situazioni di emergenza e di crisi che sono stati affrontati senza mai sospendere l’ordine costituzionale, ma ravvisando all’interno di esso quegli strumenti che permettessero di modulare i principi costituzionali in base alle specificità della contingenza: necessità, proporzionalità, bilanciamento, giustiziabilità e temporaneità sono i criteri con cui, secondo la giurisprudenza costituzionale, in ogni tempo deve attuarsi la tutela sistemica e non frazionata dei principi e dei diritti fondamentali garantiti dalla Costituzione e dei relativi limiti.”
(dalla "Relazione annuale della Corte Costituzionale" del Presidente Marta Cartabia, ora Ministro della Giustizia, 28 aprile 2020)
Cito Roberto De Albentiis

Viator ha detto...

La modifica degli articoli 9 e 41 della Costituzione per inserire tra i suoi princìpi prioritari la tutela dell'ambiente e degli animali è, per la forma che ha assunto, un fatto molto pericoloso, che apre la porta a innumerevoli futuri abusi di potere e violazioni della libertà dei cittadini. Non è un caso che questa riforma - in stridente contrasto con tante altre revisioni della Carta che sarebbero ben più necessarie - sia stata attuata in fretta e nell'unanimismo praticamente totale di un parlamento pressoché privo di qualsiasi dignità, spina dorsale e coscienza delle radici autentiche di un regime liberale.

Nella nuova formulazione dell'articolo 9 la Repubblica non tutela più soltanto il paesaggio e il patrimonio artistico-culturale - strettamente connessi tra loro in una prospettiva di ambientalismo umanistico fondata sulla continuità tra natura e civilizzazione - ma "l'ecosistema" e "la biodiversità": orribili e vaghi neologismi ideologici per indicare un ambiente amorfo in cui l'uomo è soltanto un contorno, se non un potenziale disturbo. Per tutelare questo "qualcosa", per giunta "nell'interesse delle future generazioni", quindi in un tempo indefinito e ancor più vago, potranno essere giustificate per legge le più varie e illimitate restrizioni ai comportamenti umani, alla qualità della vita umana, a libero sviluppo della civiltà, con la scusa che danneggerebbero o potrebbero danneggiare queste nuove divinità o "le future generazioni": una autocastrazione preventiva, una carta bianca per qualsiasi governo autoritario e paternalista che voglia obbligare cittadini a "fare i bravi" secondo un codice etico totalmente astratto. E l'introduzione della tutela degli animali come principio costituzionale giustificherà prima o poi la proibizione di ogni uso degli animali per qualsiasi scopo che non sia quello dell'"affezione" e della compagnia, additando come colpevole il consumo di carne e di prodotti di origine animale di qualsiasi genere, in omaggio al fanatismo "antispecista".

In quanto alla modifica dell'articolo 41, essa è forse ancora più grave. Essa aggrava Fulteriormente i già esagerati vincoli posti dalla Carta all'attività economia in nome dell'utilità sociale, aggiungendo ad essi anche la salute e l'ambiente. Appellandosi a questo articolo così riformulato si potrà colpire l'economia in ogni modo, bloccando ogni sviluppo e crescita, e condannando la società alla paralisi totale, in una idea di "salute" che coinciderà sempre più con la miseria e il pauperismo di massa.

Insomma, queste modifiche sono l'omaggio conformista a un ambientalismo ideologizzato e antiumano, regressivo, mortifero, intimamente autoritario, e contribuiranno ad accelerare la decadenza dell'Italia nel contesto di un Occidente già sempre più tendente all'autolesionismo autodistruttivo.

Eugenio Capozzi.

Valeria Fusetti ha detto...

Lega e Fratelli d'Italia mi fanno schifo, molto di più del M5s perché sono anni che stigmatizzato il tradimento dei grillini e poi si comportano nello stesso, identico modo. Sono ancora in convalescenza per il covid ed ho lo stomaco debole, per cui non posso dilungarmi a dire cosa penso dei figuri della semi-opposizione e della opposizione-che-farei se ... già "se". In Spagna Vox ha fatto opposizione seria e coerente, anche se in minoranza, ed ovviamente accusata di essere "fascista", "franchista" e via di questo passo. Non si sono lasciati intimorire ed i frutti si vedono. Anche qui si vedono, e si vedranno ancora meglio in futuro.

Fael ha detto...

Questo articolo dice che modificano la costituzione inserendo ambiente e salute per mettere al riparo da denuncie o risarcimento per i vaccini.
https://www.mittdolcino.com/2022/02/10/schifo-la-casta-politica-romana-cerca-di-sfuggire-alle-proprie-responsabilita-sugli-effetti-del-vaccino

Catholicus ha detto...

E' mancato il professor Luc Montagner : peccato, era un grande scienzioato e uomno di grande dirittura morale, se ne sentirà molto la mancanza; Riposi in pace, amen.

Anonimo ha detto...

L'orribile forza colpisce ancora
La famiglia non vuole la trasfusione di sangue vax nel corpo del bambino. É un'opinione come un'altra in un periodo di estrema incertezza scientifica, forse ingenua, ma non del tutto irrazionale: il bambino deve essere operato al cuore, e la sostanza sembra provocare infarti. Il buon senso vorrebbe che si chiuda, senza danni per alcuno, la questione, ricorrendo a sangue "no-vax" certamente disponibile. No, l'apparato statale toglie ai genitori la potestà genitoriale (come fossero dei delinquenti) e sottopone il bambino all'esecuzione del protocollo unico.
Andrea Sandri

Da Fb ha detto...

E brava la Cartabia(nca) che prende gli italiani per il ***. Ora alla presidenza della Corte Costituzionale c'è (non)Amato che farà anche di più.

Anonimo ha detto...

Il ministro-scienziato Roberto Cingolani è la dimostrazione vivente di quanto la "scienza", materialisticamente intesa, possa nuocere all'intelletto umano. Cito sue tre perle, convinto come Agatha Christie che tre indizi facciano una prova (di totale ottusità mentale). "L’essere umano è un parassita perché consuma energia senza produrre nulla". "Non serve studiare quattro volte le guerre puniche, servono più digital manager"- "Noi abbiamo impegato 4 miliardi di anni a evolverci dal batterio a ciò che siamo. Capisco che è fantascienza però non posso escludere che fra un milione di anni gli umanoidi (computer) siano progrediti fino a conquistare coscienza di sè". Se le facoltà universitarie (Cingolani è un fisico e docente universitario) devono produrre menti del genere, sarei propenso a proporne la chiusura immediata e il ritorno all'analfabetismo di massa. Il contadino analfabeta del secolo scorso era infatti infinitamente più saggio, innanzitutto in senso spirituale, di questi tecno-scienziati che ci governano. Dai quali c'è da temere ancor più l'ignoranza (quella vera, spirituale) che la malizia. Martino Mora

Anonimo ha detto...

Appunto, una revisione costituzionale votata praticamente all'unanimità e, dunque, per una volta di più, tocchiamo con mano come, in realtà, nel Parlamento, venga ad essere effettivamente rappresentata la sola tendenza politica della sinistra.
Personalismi a parte, quando i componenti del nostro ceto politico fingono qualche dissenso, si tratta soltanto della solita commedia, allestita ad esclusivo uso e consumo di quanti ancora si ostinino a recarsi inutilmente a votare, così fornendo le basi della loro formale legittimazione.
In questo senso, osserverei come Pannella (che io ho sempre profondamente disistimato), già negli anni '70, sia riuscito a dimostrare come, con soli tre deputati, attraverso le c.d. "tecniche di filibustering", si rendesse possibile bloccare la Camera.
Ora, tutte le sedicenti opposizioni, se realmente fossero tali (anziché delle mere articolazioni della sinistra, variamente camuffate per ragioni tattica elettorale) riuscirebbero ad impedire l'adozione di tutta una serie di provvedimenti rispetto ai quali si dicono contrarie; se non lo fanno (limitandosi a votare contro o addirittura ad astenersi soltanto), ciò sta a dimostrare che sono perfettamente d'accordo con la linea politica dei loro formali avversari ...
Michele Gaslini

Anonimo ha detto...

Mass- ICKSP
https://www.youtube.com/watch?v=Idp-42alQLU

Anonimo ha detto...

Noi possiamo sia pregare che agire. E' una vita che sento dire: possiamo solo pregare. Se tua figlia sta male tu sicuramente preghi, ma, allo stesso tempo, fai tutto il possibile, l'umanamente possibile, fino al sudore, fino alle lacrime, fino al sangue, fino ai nervi, fino all'urlo spasmodico di dolore, per salvarla. E agisci, con forza e energia, veloce e forte, e poi leggi, studi, chiedi, fai le nottate, lavori, spendi i soldi, viaggi, ti arrabbi, piangi, parli, ascolti, dici, gridi, litighi, speri, cadi, ti rialzi ... no non preghi, non preghi soltanto ... preghi e agisci ... ora mi chiedo: perché i cattolici, quando si parla di crisi della Chiesa e di crisi della civiltà, dicono: possiamo solo pregare? Rdv

Una modifica incisiva della Costituzione. ha detto...

Senza quasi darne notizia, gli articoli 9 e 41 della Costituzione sono stati cambiati, introducendo la tutela dell’ambiente e della salute: sembrerebbe una cosa buona, ma in realtà cela una trappola pericolosissima! ...Che forse è il motivo per cui hanno cercato di far passare la cosa inosservata.
Avv.Fusillo
https://www.youtube.com/watch?v=EfQ3bL5N8jc

Anonimo ha detto...

E all'improvviso, da Floris (rigorosamente di sistema), il notizione: con la terza dose aumenta l'effetto ADE. Ma dai? Non vorrai dire che aveva ragione chi si fidava della dottoressa Bogan, tacciata da tutti come peccatrice no-vax??? Il problema italiano è che ci sono troppi ritardati per motivi ideologici e troppi scienziati che stanno alla scienza come la figlia di Fantozzi alla grazia.

Anonimo ha detto...

E l'arbìtrio e' servito!

Anonimo ha detto...

Repubblica a saldo.

Valeria Fusetti ha detto...

Non lo so e me lo sono chiesta spesso anch'io. Domenica, ad esempio, il parroco ha fatto l'omelia sul tema del grano e della zizzagna. La si può immaginare. Mi era venuto voglia di chiedergli perché, anni fa, l'avevo sentito parlare con un certo entusiasmo dei Cristeros e dei Vandeani. Che siano dei martiri sono d'accordo, che abbiano pregato anche, ma che si siano limitati alla preghiera no. Per cui mi sono detta che avere molta distanza temporale da un evento puo cambiare molto il giudizio che se, al contrario, l'azione e la preghiera rischiano di dover essere simultanee. La virtù della prudenza sembra giganteggiare.

Anonimo ha detto...

Quando dicevi o non dicevi eri fascista, quando facevi o non facevi eri fascista, quando te ne fregavi o non te ne fregavi eri fascista...questo termine non è stato più usato quando loro, fascistissimi, hanno preso il potere.

Anonimo ha detto...

Il Vescovo di Bergamo non condivide l’iniziativa e il cammino di don Emanuele Personeni, nessuna parrocchia è autorizzata a concedergli spazi pastorali e lo solleva dall’incarico di vicario parrocchiale di Mapello.
Il vescovo Francesco Beschi di Bergamo lo sospende dalla cura pastorale e con quali motivazioni? Dottrinali? E quale parte della dottrina avrebbe infranto?
Fa sorridere il solo pensiero della sospensione perché non si è fatto inoculare.
I nuovi martiri nascono per opera dei vescovi “dottori”.

Anonimo ha detto...

il link
https://www.bergamonews.it/2022/02/10/prete-no-vax-il-vescovo-beschi-non-condivide-il-cammino-e-lo-solleva-dallincarico/

Anonimo ha detto...

... è proprio questo sbattere la testa contro il muro, se aperto alla grazia, il miglior modo di pregare in azione ... dio fa così ... vuole che siamo noi a risolvere cose più grandi ... Lui fa la grazia solo se e quando abbiamo sbattuto la testa contro il muro per affrontare la vita ... non ci regala nulla gratis, ma ci regala tutto, più dell'immaginabile, se lavoriamo contro noi stessi ... rdv

Anima errante ha detto...

Ma prima di dire che 'ecosistemi' e 'biodiversitá' sono vaghi neologismi vuoti ha provato a vedere cosa significano?
La biodiversità comprende anche l'essere umano come parte del tutto

a gennaio 2020, già era nell’aria che qualcosa di malefico stesse per avvenire. ha detto...

I RISPARMI DEGLI ITALIANI – Fanno gola a loro
https://www.maurizioblondet.it/i-risparmi-degli-italiani-fanno-gola-a-loro/

Beh, avro' pure le scarpe grosse ma come si dice dalle mie parti:" E' da quel dì che l'avevamo capito"!

Anonimo ha detto...

Ho amici più vicini ai cento anni che non ai sessanta, tutti certi che la vita fisica è a termine divino e simultaneamente certi che anche un giorno ed una settimana in meno rispetto al termine divino è assassinio.

Ora i novanta anni del Premio Nobel Luc Antoine Montagnier hanno chiuso la bocca a tutti davanti alla sua morte... l'età. Già l'età! L'età constato, proprio nei nostri disgraziatissimi giorni, non dice tutto, anzi dice pochissimo. Vedo intorno a me spiriti in combattimento estremo che strenuamente stanno combattendo nel loro letto, sono spiriti religiosi, nati e vissuti cattolici romani, nati nel famigerato ventennio. Loro stanno, non mollano.

Luc Antoine Montagnier cercava il vero e non si curava di quello che dice il mondo, ha combattuto strenuamente e strenuamente ha resistito...di là si stanno formando schiere di innocenti, morti prematuramente, radunati sotto le insegne di San Michele, Luc Antoine Montagnier, certamente, è tra loro.

Viator ha detto...

Qualcuno sta decidendo che non potete più sapere quello che è bene o male per la vostra vita, perché non avete più la capacità di intendere e volere. Che solo altri possono dirvi - per il vostro bene, ovvero per il bene della community -, che cosa fare, cosa assumere, come comportarvi, cosa desiderare. Per il nuovo ordine mondiale, l'uomo è un demente.
Certo, l'avevamo capito dalla televisione degli ultimi 30 anni, ma col progetto co*id, se ne è data applicazione scientifica. Gli esseri umani non hanno le competenze per vivere la propria vita. Non sono esseri viventi. Sono organismi che funzionano secondo regole scientifiche. Anzi, senza queste regole, non potrebbero neppure sopravvivere, perché fuori dal sapere scientifico, nessuna vita è possibile. Nessuna scelta, nessuna libertà, nessun pensiero.
All'alba del 2020, abbiamo potuto osservare il progetto più devastante che sia stato mai pensato, il completo disprezzo per la natura umana, nelle sue forme di libertà e spontaneità. Il passaggio obbligato che l'avanzamento tecnologico si è dovuto imporre, per trascinare l'uomo con sé. Per chiudergli casa e portarlo nel futuro.

i mejo der Colosseo ha detto...

"Gli esseri umani non hanno le competenze per vivere la propria vita."

Mi permetta: "non tutti gli...",
Gli illuminati di Lucifero hanno le competenze per se' e per tutto il resto dell'umanita'. E questo mi fa tornare indietro con il ricordo a quello scrittore italiano inveterato comunista fino alle midolla di cui non ricordo il nome ma che ho ben chiaro nell'aspetto che disse anni orsono:"Noi dobbiamo pensare per loro",piu' o meno era questo il senso,quattro gatti rossi carminio autodefinitisi piu' intelligenti sopra tutti gli altri.

Anonimo ha detto...

L'avanzamento tecnologico ignora di aver rubato, risucchiato, meccanizzato tutte le capacità umane di sempre. L'avanzamento tecnologico è copione, ladro ed ora non contento si fa plagiatore. E l'essere umano derubato, svuotato, plagiato guarda alla tecnica con servile riverenza. Riprendiamoci le nostre capacità di pensiero, di parola, di azione, omettendo, evitando le tentazioni, fuggendo le superbe tentazioni. Onnisciente ed Onnipotente è solo Dio, la scalata al Cielo non è avvenuta con la torre di Babele, ma con l'ascesa al Cielo partendo dalla pista di lancio della Croce.

La tecnologia, che pretende di passare attraverso l'essere umano, spirito anima corpo sangue, instaurando il transumanesimo, è blasfema, ladra, vampira, invidiosa della grandezza del più misero degli esseri umani, creatura voluta, amata, protetta, innalzata da Dio e da Dio rispettata nella sua libertà. Tutto questo la tecnologia non lo potrà avere mai e questa certezza genera nella tecnologia la sua invidia, verso Dio Uno e Trino e verso la Sua Creatura. Ma, come ben sappiamo, perché la Storia Sacra a noi lo ha mostrato, l'invidia, non potendo avere quello che suo non è, né mai sarà di sua proprietà, vuole e persegue la morte, l'annientamento totale di chi naturalmente ha quello che essa non ha, né mai potrà avere.

Il giudizio sprezzante dei tecnocrati, plutocrati, cosmopoliti verso l'essere umano non deriva da un loro sapere superiore, ma dalla loro invidia invincibile verso Dio, Uno e Trino e verso la sua Creatura, chiamata ad essere Santa, cioè a ricevere naturalmente, attraverso la Sua Grazia, quei doni che la tecnologia, goffamente e malignamente, si illude di poter imitare ed invano sostituire.

La tecnologia è figlia di quella bestia infernale che impedisce il cammino dell'uomo:

...Molti son li animali a cui s'ammoglia,
e più saranno ancora, infin che 'l veltro
verrà, che la farà morir con doglia.
Questi non ciberà terra né peltro,
ma sapïenza, amore e virtute,
e sua nazion sarà tra feltro e feltro.
Di quella umile Italia fia salute
per cui morì la vergine Cammilla,
Eurialo e Turno e Niso di ferute .
Questi la caccerà per ogne villa,
fin che l'avrà rimessa ne lo 'nferno,
là onde 'nvidia prima dipartilla.
...

mic ha detto...

Per Anima errante 7:22
Non è che non si conosca il senso di termini come 'ecologismo' e 'biodiversità', si critica il senso ideologico che viene loro attribuito dal pensiero dominante.
E dovrei scrivere un altro articolo per spiegare la differenza tra uomo-parte-del-tutto e uomo parte ma anche vertice del Creato e custode della Creazione, collaboratore del Creatore...

Anonimo ha detto...

Vorrei raccontare quanto ho scoperto sul cell. di parente con 3+1 dosi di sacro vax e anti influenzale, digitando per caso ho scoperto che mi venivano forniti date e ore e luoghi di spostamento e negozi in cui si è entrati dal che ho dedotto, non ci voleva Einstein, che il famoso qr altro non è che un microchip tracciante che ti controlla manco fossimo nel Grande fratello di Orwell, ergo non serve solo a certificare, ma controllare, controllare, controllare, apposta adesso non vogliono più il cartaceo....... okkio ci stanno riducendo a masse senza volto, senza appartenenza e senza cervello, utili solo per obbedire a comando.

Anonimo ha detto...

Confederazione Triarii è in diretta ora.
25 min ·
TRIARII TV - VENERDÌ 11 FEBBRAIO 2022, ORE 14:15
COSTITUZIONE DEL COMITATO “LIBERI IN VERITATE”
PRIMA TRASMISSIONE PER LA PRESENTAZIONE DEL COMITATO “LIBERI IN VERITATE”, ALLEANZA CONTRORIVOLUZIONARIA PER LA DIFESA DELL’ORDINE DEL CREATO
IN STUDIO: ANTONIO BIANCO, ANDREA COMETTI, FRANCESCO FONTANA, FRANCESCO LAMENDOLA, DANIELE LOGOLUSO, CORRADO RUINI, MASSIMO VIGLIONE
PER INFORMAZIONI: liberiinveritate@protonmail.com

Anonimo ha detto...

K'ecologismo è malthusianesimo, antiumanismo e in definitiva satanismo... non una minaccia tra le tante come lo “spread”...

Anonimo ha detto...

Roberto De Albentiis
Qualche giorno fa Sergio Mattarella è stato definito da Padre Antonio Spadaro "capo spirituale della Repubblica"; tale espressione sarebbe stata in effetti usata nell'Assemblea Costituente, poi non inserita in Costituzione, e anche un altro Stato repubblicano, l'Argentina di Juan Domingo Peron, usò l'espressione "capo spirituale dello Stato" con riferimento alla famosa Evita, nè sarebbe errata dal punto di vista cattolico della politica e del diritto anche nell'ambito di una Repubblica.
Lascia invece perplessi, o fa sorridere, l'assurdità dell'espulsione del sacro dalla vita anche legislativa di un popolo e poi comunque usare tali termini, segno ciò di una mancanza che (non) si vuole colmare...

Anonimo ha detto...

NON DITELO A NESSUNO

Nel 2027 l'Unione Europea metterà fuori legge tutte le case che avranno una classe energetica inferiore alla F e nel 2030 alla E, il che equivale a una buona parte del patrimonio immobiliare italiano.
Questo comporterà che, nel giro di 5 anni, tutti i possessori di case al di fuori dei parametri si troveranno di fronte a due scelte: investire in costosissimi lavori di adeguamento, oppure ritrovarsi con un immobile che varrà 0 €, perché sarà impossible venderlo o fittarlo. Data l'ingente spesa che richiederà un simile intervento edilizio per non essere tagliati fuori dal mercato, non tutti protanno permetterselo; del resto ci saranno anche quelli a cui, pur avendo teoricamente la possibilità di farlo, non converrebbe, perché si tratta di seconde o terze case che usano per la villeggiatura un paio di mesi all'anno. Di conseguenza molti saranno costretti a vendere l'immobile - anche in ragione di una tassazione feroce - prima che entri in vigore la direttiva. E cosa accadrà quando questa gran mole di case verrà messa sul mercato in un breve lasso di tempo? Ovviamente che i prezzi delle case non adeguate crolleranno e i grandi gruppi finanziari potranno mettere le mani sul 70% del patrimonio immobiliare italiano per pochi spiccioli, per poi ristrutturarlo e così rivenderlo a prezzo maggiorato, realizzando enormi plusvalenze. Ma prima che ciò avvenga le case di classe C o superiore, che sono una minoranza, subiranno una netta rivalutazione, diventando inaccessibili alla maggior parte delle persone; di conseguenza il mito della casa di proprietà, sul quale l'Italia ha costruito le proprie fortune passate e intere generazioni la propria vita, non sarà che un lontano ricordo. Tutti in affitto da quegli stessi speculatori che si saranno appropriati delle abitazioni degli italiani; magari con altri coinquilini, perché le tariffe saranno troppo alte per potersi permettere da soli un trilocale.
Ma questa dinamica non riguarderà solo la casa. Alle auto accadrà lo stesso. Alle attuali auto a benzina o a diesel verrà presto impedito di circolare ed è già previsto il passaggio alla produzione di soli veicoli elettrici. I quali costeranno di più, ma avranno un'autonomia limitata, perché per ricaricarne le batterie si impiegano diverse ore. Ecco allora che si passerà anche all'auto affittata, magari per una sola tratta: si prende il veicolo alla stazione x, lo si lascia a quella y a ricaricare e poi se ne prende un altro. Probabilmente col pilota automatico, col tracciamento di tutti gli spostamenti e pagamenti e sottoscrizioni attraverso microchip o scansione del volto come in Cina (nessun impiegato dietro a una cassa, moduli da compilare e file agli sportelli, è un sistema a risparmio occupazionale che presto renderà quasi tutti disoccupati).
Il passaggio dalla proprietà alla fruizione riguarderà pure altri oggetti, perché magari un computer o un televisore invece che comprarli (anche perché ormai durano poco e la spesa conviene sempre di meno) li si potrà affittare, anche per poche ore. Come dice il World Economic Forum in un suo spot, non possederemo niente ma saremo felici; felici nel senso di appagati da piccoli piaceri effimeri e totalmente inconsapevoli, privi di ogni barlume di coscienza. D'altro canto questo processo di espropriazione e già in atto. Basti pensare alle foto, ai film, alla musica e persino ai libri, che prima conservavamo in supporti materiali, cartacei o analogici e adesso sono immagazzinati in un "cloud".

Anonimo ha detto...

....segue
Cioè, anche se non ce ne rendiamo conto, non li possediamo più, ma paghiamo per poterne usufruire. In effetti ciò di cui usufruiamo è una pura astrazione, un nulla, perché non esiste, è solo una sequenza di codici informatici.
Assisteremo, e già ora sta avvenendo sotto i nostri occhi, alla smaterializzazione del mondo, alla scomparsa delle cose e presto anche delle persone, che che assumeranno le sembianze di avatar digitali con cui interagire nel "metaverso".
Espropriazione e smaterializzazione saranno i due processi che cambieranno l'Uomo, perché distruggeranno il mondo in cui vive e ne soppianteranno il lavoro e la creatività con le macchine e l'intelligenza artificiale. Sempre che una piccola parte di società non decida che non è ancora giunta la fine della nostra specie, salvando almeno una porzione di quel mondo, magari riordinandolo e riorganizzandolo, creando cose fatte di materia, interagendo con persone in carne ed ossa e allestendo comunità REALI.

Anonimo ha detto...

Gli inoculati (non tutti spero) non riescono proprio a capire che siamo di fronte a un nuovo totalitarismo perché togliere il lavoro a una persona, impedirle di salire sui mezzi pubblici o di entrare in determinati negozi, non è diverso dal condannarla a morte. Niente, non lo capiscono.
Antonio Rossix

Anonimo ha detto...


Queste demenziali modifiche costituzionali sono state approvate anche dai partiti di Salvini e Meloni, a quanto pare. Si sono rammolliti, tutti e due. Si tratta forse anche di lacune culturali, non si rendono conto della gravità di questo voto.
Un buon articolo su di esse ha pubblicato Capozzi su La Nuova Bussola Quotidiana. Le modifiche permettono praticamente di paralizzare l'economia italiana, già adesso costretta ad una lotta improba per sopravvivere. Scenario eccessivo? No, se si considera l'ideologia woke dominante anche da noi.

Intanto la situazione al confine tra USA e Canada sta diventando critica, il blocco dei camionisti sta arrecando danni enormi all'industria automobilistica americana. Biden è uno che va per le spicce, ha chiesto in pratica al Canada di usare la forza per liberare il valico. Le autorità canadesi stanno minacciando severe sanzioni, se non si smetterà l'azione. Vedremo se anche qui la protesta inizialmente pacifica non degenererà in tragedia.
Per Biden e altre fonti americane, l'invasione russa dell'Ucraina sarebbe ormai imminente. Vero, falso? È un fatto che i russi continuano a dire che non intendono invadere l'Ucraina, però continuano ad aumentare il loro dispositivo d'attacco. A meno che non facciano finta. Ma Putin non pare il tipo.
Dice Le Figaro che Macron avrebbe portato a Putin la proposta della neutralizzazione dell'Ucraina.
L'America continua a mandare tonnellate di munizioni agli ucraini, che devono avere equipaggiamento soprattutto americano, a quanto pare.
Inoltre, ha minacciato severe sanzioni (economiche) se ci sarà l'invasione. Non sembra proprio che la Nato pensi ad intervenire militarmente, sarebbe quasi sicuramente una follia, viste le condizioni nelle quali è ridotta.
I guai maggiori potrebbero venire dopo. Se Putin si pappa l'Ucraina, l'appetito potrebbe venirgli mangiando, come si suol dire, vista la debolezza e la fragilità da marciume morale inguaribile che affligge l'Occidente. Ci sono però le armi atomiche, non dimentichiamolo.

Riassunto: ha detto...

L’AGENDA 2030, IL VOLTO INVERSO DEL PROGRESSO. MARIO IANNACCONE, IN STUDIO: WANDA MASSA
CONFEDERAZIONE TRIARII TV - VENERDÌ 11 FEBBRAIO 2022 - 0RE 21:15
https://www.youtube.com/watch?v=iOFvJZavc60

A getto continuo... ha detto...

Nuovo DL e Nuovo DPCM 11 feb.2022
https://www.youtube.com/watch?v=Q9_sVpza5f0
Commentiamo questi ultimi due provvedimenti, che non impongono nuove regole, ma mostrano l’idea di società futura che intende perseguire il nostro governo... se non riusciremo a fermarli.

Anonimo ha detto...

+++Per chi non avesse compreso+++
Draghi ha detto no all’idea che qualcuno usi lui per progettini centristi e politicanti/politicisti. Ma nessuno può escludere che sia lui a usare ogni circostanza eventuale per reimporre il commissariamento che non gli è riuscito una prima volta nel suo primo anno di governo (scadente), e che non gli è riuscito una seconda volta con l’ascesa al Colle, ma che potrebbe tornare d’attualità visto che il 2022 sarà un anno orribile (altro che locomotiva: ciao core…), che i partiti sono fragili, e che le elezioni del 2023 hanno al momento un esito incerto. Già le voci (ridicole) di chi lo dipinge come un riformatore frenato dai partiti disegnano la sceneggiatura. I partiti dovrebbero svegliarsi: sistema elettorale non proporzionale, sfida alternativa tra csx e cdx, rinnovo di classi dirigenti spesso imbarazzanti, sfida sulle idee. Altrimenti il solito giochino del commissariamento si riproporrà…
Cit. Capezzone

Anonimo ha detto...

Italia mi sei anima e terra!

Amata Italia onore a te!
E' scritto: onora il padre e la madre!
E Tu, Patria mia, mi sei padre e madre
Popolo italiano svegliati e sii te stesso,
sii degno della bellezza d'Italia
convertiti al bene che hai rinnegato, e che è Dio
difendi la tua libertà e la tua sovranità
custodisci i tuoi figli e il tuo patrimonio
non sottometterti a nessun Drago di casa
e a nessun Maggiordomo al servizio dello Straniero
segui l'angelo buono e non l'angelo cattivo,
ritorna ai tuoi Padri e al tuo valore
ricordati che da te è nata la civiltà libera
ricordati che l'Italia è Roma
e che Roma è l'Italia
e che da Roma irradia la Luce nella storia
e che esiste un Fondamento di Vita
che sorregge l'anima e il corpo d'Italia
... onde Cristo è Romano, recita il Poeta.
E' arrivato il tempo del Veltro annunciato,
in cui i padri torneranno ai figli e i figli ai padri,
torna al Padre, torna ai Padri, torna alla Patria,
apri le porte ai figli, proteggili, innalzali al cielo!
Non c'è amore più grande di questo:
dare la vita per i propri amici,
dare la vita per Te.
In Te, infatti, l'Eterno ha camminato nella storia
e noi abbiamo l'onore d'essere tuoi figli.

12/02/22 rosario del vecchio
da legnano della libertà italiana
perché ovunque è legnano

Anonimo ha detto...

@12 febbraio 2022 11:01
Partiti?
Vogliate perdonarmi, non ne vedo.
Vedo solo occupanti di poltrone al caviale (o al tartufo bianco d'Alba,se preferite)

Anonimo ha detto...

Il green pass è lo strumento più utile all'apprendimento del nuovo mondo. E' più un patentino che non un passaporto sanitario. Usarlo, significa seguire la strada tracciata dai nuovi padroni.

Anonimo ha detto...

Sono gli atlantisti USA e inglesi che vogliono a tutti i costi una guerra fratricida fra Russia e Ucraina, nazioni divise solo formalmente perchè si tratta di uno stesso popolo. Che Dio li protegga dall'assalto dei criminali della NATO! Come italiano mi vergogno che i nostri soldati siano stati schierati al confine con la Russia nei paesi baltici. L'Italia dovrebbe marciare con la Russia, baluardo di civiltà contro la pervesione nichilista di USA e UE.

Anonimo ha detto...

Roberto De Albentiis
“Bisogna cercare di vedere se ci sono ragionevoli argomenti per dichiarare ammissibili referendum che pure hanno qualche difetto” (Giuliano Amato)

un ragionamento grave e orribile oltre ogni aspetto, specie se detto dal presidente della Corte Costituzionale, organo ancora più criticabile della Corte di Cassazione per certi suoi ragionamenti e decisioni, decisioni poi dalle quali non si può tornare indietro; questa è pura eversione giuridica e giudiziaria, alla quale peraltro si è abituati da tempo: ogni "conquista di civiltà", ogni "diritto (in)civile" è nato così.
Un referendum che ha “qualche difetto” genererà poi leggi che hanno “qualche difetto”, che poi dovrebbero essere dichiarate incostituzionali dalla Consulta stessa; già ho personalmente scarsa fiducia nella Consulta, così va sotto le scarpe: questo, da parte progressista, è trattare la legge come la mafia tratta le cose degli altri, come "cosa nostra"...

Viator ha detto...

“Finché si tratta di calzolai che siano incapaci o che sian corrotti, o che si vantino di essere abili pur non essendolo, non ne verrebbe una gran perdita per lo Stato. Ma vedi bene che se fossero i Custodi delle leggi e dello Stato a fingere di essere custodi, mentre non lo sono, sarebbe la Città intera a correre il rischio di una completa distruzione, proprio perché la sua felicità e la sua buona amministrazione sono nelle loro mani.”

Platone, La Repubblica, IV, 421A

Da Fb ha detto...

Blindati presidiano le strade di Parigi. I ceti abbienti si trincerano nella fortezza dei riccastri, sperando di sentirsi protetti dalle armi dei figli del popolo, mentre tutt'attorno alla metropoli i convogli della libertà cingono l'assedio anti-globalista. La Francia periferica, i penalizzati dalla globalizzazione liberale, si rivoltano e assediano il fortino dei cosmopoliti benestanti e con la puzza sotto il naso. La questione sanitaria è il pretesto, il detonatore. La questione culturale e di classe è il fulcro della vicenda. La gestione politica del morbo ha fatto emergere, una volta di più, le contraddizioni principali che agitano il conflitto sociale in Europa: 1) globalisti/anti-globalisti; 2) centro/zone rurali e deindustrializzate; 3) capitale/lavoro. La quarta e ultima contraddizione, quella decisiva, il tabù principale, rimane sottotraccia perché il solo farvi cenno è pericolosissimo per l'ordine sociale dominante: fino a quando i figli del popolo che indossano una divisa se la sentiranno di presidiare le fortune dei riccastri dall'assedio portatovi dalle classi popolari in rivolta? Fino a quando i figli del popolo presteranno i loro servizi a una classe sociale che, se da un lato ne invoca per opportunismo la protezione, dall'altro ne disprezza l'estrazione di classe e i riferimenti culturali? Fino a quando il popolo resterà diviso? Cosa accadrà SE e quando i figli del popolo che portano una divisa matureranno un'autentica coscienza nazionale provvista di visibile identità di classe? La risposta è molto semplice e porta un nome che fa paura (ai dominanti): RIVOLUZIONE.

Disavventure anche con i permessi ha detto...

Stamani IKEA
ENTRATA controllo green pass mio e dei miei figli, tutto ok!
Mattia al bar vuole l'acqua e la macchinetta non lo legge, la commessa non lo fa entrare, alla mia domanda sul motivo lei risponde che al ristorante ne serve un 'altro....ma noi abbiamo tutto quello super rinforzato.... Risultato Mattia non ha bevuto

Anonimo ha detto...

Dunque Macron rifiuta il tampone gentilmente offerto da Putin e ci dicono chiaramente anche il perché.
Non perché potesse risultare caso mai positivo, ma per non farsi tracciare il DNA e consegnarlo all'amico Vladimir.
Quando questo dettaglio lo facevamo presente fin dalla prima ora di questa follia, raccoglievamo risate e insulti, anche da chi la pensava come noi, complottisti che non eravamo altri.
Del resto ci chiedevamo: ma se basta il respiro a contagiare, perché mi devono penetrare, attraverso il naso, fino ad arrivare alla barriera encefalica?
E giù sganasciate e disprezzo.
Chissà se adesso ridete ancora, di fronte a questa evidenza, che fa ormai compagnia a mille altre, prima considerate deliri.
I fatti si stanno incaricando di dimostrare invece chi era che delirava, ebbro di un amore scientifico, che era solo idiozia marmorea e conclamata.
E che è ormai inguaribile.
Provate a mettere qualche puntino in fila: pandemia - buco di massa - guerra alle porte - aumento fuori controllo di prezzi e tariffe - schedatura e discriminazione - mancanza materie prime - inflazione al galoppo - spread che cresce - povertà inarrestabile - crisi e prossimo shock energetico - ambientalismo di rango addirittura costituzionale.
Mescolate il tutto e continuate a ridere.
Ridete, ridete e ridete.
Così farete scorta, per i tempi in cui non avrete neanche più occhi per piangere.
Ieri, degli illustri commentatori quotidiani, ci hanno chiaramente annunciato che la pandemia si sta ormai "normalizzando", sarà quindi compagna eterna di vita, l'emergenza cesserà, unicamente perché diventerà ordinaria e persino il tanto amato marchio verde, ormai resterà attivo come una carta di identità inderogabile e irreversibile.
Basterà un aggiornamento annuale, ma in una cornice tranquillamente routinaria, senza più parole e concetti emergenziali.
Ma quando vi si diceva che era il controllo totale l'obiettivo, vi spezzavate la schiena a sghignazzare, ostentando la vostra fiducia nella "scienza - stato", che diventava fideismo tossico.
Ne dovevate essere già fuori da un pezzo, avreste dovuto riacquistare la vita di prima, e state ancora con le pezze in faccia (e pure da un altra parte) e ancora ridete.
Ora poi siete contenti, perché non rinnoveranno probabilmente lo stato di emergenza di prossima scadenza.
Un opera raffinata e calcolata, sulla sostanza della vostra stupidaggine infinita: vi metto in galera, vi tengo due anni, e poi vi dico che siete liberi. Perché il "carcere" non si chiamerà più così, ma si chiamerà "casa". Ma sempre in galera state. Solo che ha cambiato nome. Spettacolare.
Continuate a ridere. Prego. Tanto solo questo sapete ormai fare.
Ma segnaliamo anche le buone notizie: saranno bloccate le porte girevoli tra politica e magistratura. Mirabolante.
Peccato la stessa cosa non valga tra banchieri e istituzioni.
Il primo livello è già disintegrato (il popolo), il secondo è in disfacimento (la politica e connessi) e il terzo si prende tutto.
Ma voi ridete. Ridete.
A proposito, altra bella notizia: il suicidio assistito è ad una svolta.
Come il cacio sui maccheroni proprio. Immancabile ciliegina sulla torta, di una terra che lo ha cercato ardentemente da tempo.
E finalmente lo ha trovato. In tutti i sensi.

Anonimo ha detto...

"LA DESTRA", OVVERO DEL NULLA POLITICO di E.Galoppini

Completamente assente dai radar ed appiattitasi da due anni sulla psicopandemia (green pass compreso), negli ultimi giorni - forse perché "il co*id" ha stufato - sta ricominciando ad ammorbare coi suoi stupidi argomenti da quattro soldi, al centro dei quali finisce sempre il capro espiatorio da gettare in pasto ai suoi elettori non meno idioti di quelli della Sinistra: l'immigrato.

Fanno così circolare video sul "degrado" delle periferie, nei quali per la verità si può apprezzare solo il vitalismo di certa gioventù al confronto della quale la nostra può dirsi pronta per l'ospizio. Un calcio a una volante diventa motivo per "stare senza se e senza ma con le forze dell'ordine", tacendo su due anni di assurde ed inqualificabili vessazioni ai danni di quegli stessi italiani che la Destra difenderebbe per 'statuto'.
Poi c'è la questione dei "furbetti del reddito di cittadinanza", e che fa la Destra per racimolare un consenso straccione? Tira fuori dei romeni "furbetti", come se gli italiani non lo fossero abbondantemente, a parte il fatto che in questi due anni hanno ampiamente dimostrato di meritare il primo posto nel 'ranking' mondiale della microcefalia.

Ci facciano un piacere i patiti di "legge e ordine". Trovino qualche argomento un tantino più serio, altrimenti si dedichino ad attività più decorose.

Altro che virus... ha detto...

sul "degrado" delle periferie
Mi riferisco a Roma , via Serra de' Conti, dove una tizia del partito di Rutelli inserì in illo tempore il mercato di via Val melaina (in pratica un hangar col nome di mercato). Non son capace di fare fotografie altrimenti ve le manderei..un monnezzzzaro dentro e all'intorno e noi dobbiamo mettere la pezza delle mascherine?

Anonimo ha detto...

Un bel pacco nella storia umana
E' tutta una operazione politica (non una manovra politica né un occulto piano ... ma una grande e immensa operazione ideologica tecnica culturale psychological economica istituzionale militare simbolica, in un certo senso religiosa) ... infatti: il virus, il vaccino, la salute, i danni collaterali, le proteste, le polemiche, due anni di panico e di ossessione mediatica ... tutto è servito per coprire la vera operazione ... imporre una dittatura digitale e morale (morale: cioè un linciaggio spietato contro i dissidenti con l'appoggio, oltre ceh delle gerarchie religiose e intellettuali, di tutta la popolazione complice schiava ignava cieca ... col cuore di pietra) ... digitale significa che non serve il manganello, o il campo di concentramento, per sterminare una minoranza colpevole di tutti i mali - per sterminarli basta cancellarli dalla società, dal lavoro, dalle professioni, dai media, dalle chiese, dai codici, dai QR code, dalle garanzie legali e sociali ... e metter loro contro tutto il resto della società ... questo consente una unificazione del popolo contro il gruppo dei mostri dissidenti e portare la maggioranza come causa del potere ... rdv

Anonimo ha detto...

Dunque il tracciamento del DNA è avvenuto per tutti i tamponati, mentre i vaccinati sono avviati, dal di dentro, al magico mondo transumano.
E' così, no?

Anonimo ha detto...

Credo comunque che il piccolo, esiguo, resto troverà il modo per sciogliere l'incantesimo, vanificarne le conseguenze e mettere dietro le sbarre per sempre i pazzi plutocrati tecno/materialisti, che hanno concepito questo abominevole piano, insieme ai servi che lo hanno eseguito.

Persino il Fatto Quotidiano ha detto...

Marco Travaglio
13 Febbraio

Immaginate se il governo in pieno inverno imponesse il maglione di lana, il cappotto e la sciarpa, ma a far data dal 21 giugno: un’ambulanza lo porterebbe in blocco alla neurodeliri.

Ma è esattamente quel che han fatto Draghi e i suoi Migliori il 5 gennaio, imponendo il Super green pass e l’obbligo vaccinale per gli over 50 a far data dal 15 febbraio, quando tutti sapevano che la curva della quarta ondata Covid sarebbe scesa in picchiata e gli altri Paesi (che mai hanno neppure immaginato il Green pass per lavorare, figurarsi quello Super) avrebbero levato le proprie ben più blande restrizioni.

Rinuncerà alla manodopera di almeno 1,5 milioni di lavoratori over 50 (senza stipendio né reddito di cittadinanza), con disagi nei servizi pubblici e nelle aziende. Terrà lontani milioni di turisti stranieri. E aggraverà le discriminazioni tra vaccinati e non (inclusi i guariti in attesa di pass, i fragili in attesa di esenzione e i vaccinati con due dosi: tutti trattati come No vax terrapiattisti).

Il tutto per l’ottusa vanità del premier e dei suoi pessimi consiglieri che spacciarono una misura politica per sanitaria e i vaccinati per immuni, scordandosi di revocare la carta ai positivi, che seguitano a infettare travestiti da negativi.

Intanto piangiamo 3-400 morti al giorno (media per abitante superiore agli altri grandi Paesi Ue), anzi non li piangiamo più, per non dover ammettere di avere sbagliato: anziché ridurre i contagi con distanze e ffp2 nei trasporti pubblici e nelle scuole e con lo smart working nella Pa, si è preferito coprire il nulla col derby Vax-No vax (irrilevante sui contagi)....

Ai tempi di Conte i morti erano un’arma da scagliargli addosso: ora con Draghi – per paura che qualcuno ricordi quella macabra propaganda – la strage si consuma in clandestinità.

E tg e stampa di regime titolano “Draghi riapre l’Italia”, “Ritorno alla normalità”.

La normalità dei bambini che scoprono a scuola di essere dei cattivoni da punire solo perché i genitori (in ossequio alla legge) non li hanno vaccinati.

La normalità di milioni di persone che non possono salire su un bus, viaggiare, fare acquisti, andare dal barbiere, bersi un caffè all’aperto perché sprovviste della carta verde che non garantisce null’altro che un minor rischio di morte e malattia grave (ma chi le difende da se stesse non vuole il suicidio assistito?).

Ci avevano detto che era per impedire il collasso delle terapie intensive (mai riempite oltre il 15%): ora che si svuotano, insieme alle tasche degli italiani, c’è una logica in questa follia?
Marco Travaglio

FQ 13 febbraio

Anonimo ha detto...

"...c’è una logica in questa follia?"

Sì, quella di affermare: 'Io so' Io e voi nun siete un cxzzx!'

Crudo, ma c'è del vero ha detto...

«Purtroppo la psicosi pandemica, e il regime tecno-paternalista che si è attaccato ad essa come un parassita, hanno messo a nudo impietosamente la VERA, ORRIBILE NATURA DI TANTI ITALIANI, sedimentata e fermentata nella loro lunga storia.

Hanno fatto venire prepotentemente alla luce il CONFORMISMO più fetido e opportunista, la voglia di SOTTOMETTERSI A UN PADRONE protettore, l'ODIO PER LA LIBERTA' PROPRIA E SOPRATTUTTO ALTRUI, l'INVIDIA SOCIALE, la VIGLIACCHERIA congenita, l'irrefrenabile istinto alla DELAZIONE, il pignolo attaccamento alle complicazioni normative e burocratiche, la passione per l'esegesi dei cavilli più assurdi, la retorica ampollosa e inconcludente, il VITTIMISMO maligno, e infine l'ideale che tutte queste caratteristiche sinistre riassume in sé: vivere scaricando ogni responsabilità su qualcuno e/o qualcos'altro.

Non sono stati i vent'anni di dittatura fascista, i settant'anni di intruppamento pecoresco e trinariciuto dietro il partito comunista, le monetine del Raphael, l'idolatria giustizialista, la jacquerie plebea dell'"uno vale l'altro" ad aver prodotto questi mostri, questa BANALITA' DEL MALE E DEL NULLA, questa MASSA INFORME DI SECONDINI, KAPO', azzeccagarbugli, don Rodrigo e don Abbondio. No, quelli sono stati solo i sintomi, le eruzioni cutanee più recenti.

Questa profonda mancanza di dignità viene molto più da lontano. È il risultato di SECOLI DI SERVAGGIO, approfittamento, umiliazione, adulazione accumulati nella memoria di un VOLGO DISPERSO DI SERVI che, nonostante le illusioni a lungo coltivate, NON E' MAI DIVENTATO UN POPOLO perché gli individui dotati di coscienza e responsabilità sono stati in esso sistematicamente isolati, disprezzati, demoliti.

Puoi portare fuori gli italiani dal servaggio, ma non puoi portare il servaggio fuori da loro.»
(Eugenio Capozzi)

Anonimo ha detto...


Questa condanna in blocco del popolo italiano mi sembra eccessiva.
Anche in molte altre nazioni la gran maggioranza obbedisce pedissequamente alle norme e crede senza problemi a tutto quello che le vien detto dall'autorità, anche per quieto vivere e soprattutto quando è convinta che, così facendo, opera non solo per il proprio utile ma anche per quello della società (il vaccino sarebbe un dovere civico perché blocca - o riduce al minimo l'epidemia - le reazioni avverse sarebbero minime).
Ci sono vigorose proteste in paesi come il Canada, gli Stati Uniti, la Francia e qualcun altro. Ma anche lì a protestare e ad opporsi alla vulgata governativa è sempre una minoranza, che lamenta il "pecoronismo" della maggioranza.

Anonimo ha detto...


Il governo Draghi, nel mantenere quest'obbligo vaccinale così crudele e ingiusto, mentre l'epidemia comincia a calare spontaneamente, dimostra una ottusità simile a quella degli "uomini dell'apparato" delle burocrazie comuniste, quando esisteva "l'impero sovietico".
Un'ottusità e una grettezza da trinariciuti.
Z.

Anonimo ha detto...

Un giudizio tale, non lo meritano gli italiani. Da dove sono usciti l'amore del bello, la genialità, la santità? Questi son giudizi di uno straniero che si è nutrito di luoghi comuni. Certamente la storia ha insegnato loro a cavarsela da soli, a non riporre troppa fiducia nel potere, ecclesiale incluso. Forse solo la Chiesa, nei suoi tempi migliori, ha stretto a sé in un unico abbraccio l'Italia divisa. Forse. L'altro ieri stavo leggendo su Wikipedia la scheda su Benedetto Croce, senatore per censo, iscritto a Giurisprudenza che non terminò, ma incontrò intellettuali, viaggiò, approfondì gli studi...per censo. E' pur vero che molti per censo fanno solo danni. Croce studiò. Come altri benestanti e nobili. Secoli di emancipazione familiare dai campi, dalle armi, di commerci, consentono ad un rampollo dotato di svettare sulla stessa propria famiglia.
La scuola avrebbe potuto essere, il cambio di marcia dell'intero paese, ma ben presto fu usata come bacino di sicuri voti politici, presenti e futuri. Si imbastardì la chiesa, si imbastardì lo stato ed il popolo con tv e telefonino retrocesse allo stato servile. Ma non tutto il popolo, l'Italiano segue la sua strada in solitaria, oggi come centinaia di anni fa. E a questi Italiani bisogna rendere onore. Sono loro che, malgrado la storia del loro paese, hanno reso e renderanno ancora grande l'Italia. Onore a voi Italiani, conosciuti e sconosciuti, spina dorsale dell'Italia!

mic ha detto...

Sono d'accordo sul giudizio tranchant di Capozzi. Indugiavo nel pubblicarlo oer aver tempo di replicare. Poi l'ho inserito certa che qualcuno mi avrebbe preceduta... E bene ho fatto!

Anonimo ha detto...


Ma il problema dell'Italia, da secoli, non è tanto la presunta inaffidabilità del popolo quanto l'inadeguatezza dei capi,
della classe dirigente.
Era un concetto già espresso da Machiavelli.
Nel caso della pandemia, il popolo, in generale, non è apparso più conformista e "pecorone" dei popoli degli altri paesi.
È invece la classe dirigente, il governo a dimostrare l'ennesma mancanza di sensibilità ed elasticità mentale, intestardendosi in misure inutilmente crudeli quando nelle altre nazioni stanno allentando tutto.
Dimostrando quindi una deficitaria caratura intellettuale ed anche etica, nel senso della virtà civica.