sabato 11 maggio 2019

Crux riporta che Papa Francesco avrebbe letto un libro sull'omosessualità in Vaticano... e che gli sarebbe piaciuto

Ricordiamo quiqui (vedi anche) alcuni precedenti sul libro ma soprattutto sul vertice vaticano di febbraio su cui intendeva influire. Se i gay "sono o non sono buone persone solo a causa del potere", ecco ribadito il principio che praticare l'omosessualità non appartiene all'ordine del peccato.....

10 maggio 2019 (LifeSiteNews) – Crux riporta oggi la notizia secondo cui un avvocato che sta combattendo contro gli abusi sessuali avrebbe recentemente incontrato Papa Francesco in udienza privata e che questi gli avrebbe detto di aver letto il libro di Frédéric Martel Inside the Closet of the Vatican: Power, Homosexuality, Hypocrisy(1) [Letteralmente: Nell'armadio del Vaticano: Potere, omosessualità, ipocrisia. Pubblicato in italiano col titolo Sodoma vedi – N.d.T.]. “Mi ha detto di averlo letto, che gli è sembrato un buon libro e che conosce molti dei gay menzionati al suo interno. Abbiamo parlato dei gay che sono buone persone e di quelli che non lo sono, ma a causa del potere”, ha affermato l'avvocato in un messaggio di testo ottenuto da Crux.
Papa Francesco avrebbe anche detto di conoscere alcuni degli omosessuali che lavorano in Vaticano.
La fonte di questa informazione è un messaggio di testo inviato allo stesso Martel, che Crux ha potuto leggere. L'autore di questo messaggio è stato contattato ma preferisce rimanere anonimo.
Questo il testo del messaggio:
“Dopo averti incontrato [Frédéric Martel] a Roma, ho incontrato anche il papa e gli ho chiesto che ne pensava del tuo libro[.] Mi ha detto che l’ha letto, che lo considera un buon libro e che conosce molti di loro. Mi ha detto che non c’è nessun problema nell’essere gay. Siamo arrivati alla conclusione che i gay siano buone persone e che quando non lo sono dipende dal potere”.
La tesi principale di Martel è che tra i sacerdoti in Vaticano vi sia un gran numero di omosessuali; egli propone alla Chiesa di far cadere la condanna dell'omosessualità. Secondo lui, la crisi degli abusi sessuali sarebbe vincolata a questi omosessuali “in incognito” che non sono liberi di ammettere la propria omosessualità.
Parlando con Crux, Martel ha affermato che nella Chiesa “si registra una singolarità se l'80-85% delle vittime di abusi di sacerdoti sono ragazzi o uomini”.
“Nella Chiesa questo vincolo è chiaro”, ha aggiunto. La sessualità della maggior parte dei sacerdoti omosessuali che ha intervistato “è sublimata e repressa”, il che secondo lui li indurrebbe non solo a condurre una doppia vita e a cadere nel crimine, ma creerebbe anche problemi a livello di affidabilità.
“Tutte le storie di casi coperti sono strettamente vincolate all'omosessualità”, Martel ha affermato. “Nel 90% dei casi gli stessi vescovi che li coprono sono omosessuali. Quando succede qualcosa si ha paura dello scandalo, della 'mediatizzazione', di essere messi sotto accusa se la propria omosessualità viene rivelata”.
Martel è convinto che questa cultura del segreto che vige in Vaticano apra le porte al ricatto. “Il ricatto è frequentissimo”, ha detto.
[Traduzione a cura di Chiesa e post-concilio]
_________________________________
1. Nota di Chiesa e post-concilio
Il libro dell'attivista gay Frédéric Martel, Sodoma, afferma che ogni uomo di chiesa che condanna l’omosessualità è un omofobo e ogni omofobo è un omosessuale represso. Si dice che il vero peccato sia l’ipocrisia di coloro che non si dichiarano pubblicamente omosessuali. 
Il libro ha rappresentato anche un tentativo di esercitare pressioni minacciose attraverso i media sui vescovi nell'imminenza del raduno a Roma (21-24 febbraio) per ridurli al silenzio. Un silenzio che si è cercato di rompere sia con l'azione simbolica del 19 febbraio di P.za San Silvestro [qui - qui] - che ci è sembrato potesse esprimere un messaggio più forte del linguaggio verbale -che con la successiva Conferenza con i rappresentanti anche della stampa estera.
Che il libro rapppresentasse una minaccia è dimostrato dal fatto che esso è il frutto di 4 anni di lavoro e ha comportato viaggi in trenta paesi e l'intervista di 1500 persone; il che ha richiesto un considerevole dispendio di fondi che non sono evidentemente mancati neppure alla spettacolare operazione mediatica dell'uscita contemporanea in 7 lingue e venti paesi, alla vigilia del citato vertice vaticano dei vescovi di tutto il mondo. 

40 commenti:

Anonimo ha detto...

O.T.
Si scopre poi che la famiglia rom alloggiata a Casal Bruciato è bosniaca. Qualcuno diceva fosse italiana.
Si scopre che avevano una automobile con targa falsa e senza assicurazione, quindi probabilmente rubata.
Il Papa dice: "soffro perché questa non è civiltà".
Ha ragione.

Anonimo ha detto...

http://ilgiornaleoff.ilgiornale.it/2019/05/11/francesca-totolo-altaforte-edizioni-ong-inferno-spa/

E' evidente.. che ingrosseranno le fila della malavita , e' evidente che saranno al soldo di questi e di quelli , e' evidente che voi giornalisti ve ne occupate solo per riempire le temporanee pagine di un giornale per passare subito dopo ad altro , e' evidente ....che non interessa un fico secco a chi dovrebbe , sradicare un bel niente .

Anonimo ha detto...

I giornalisti tutti hanno omesso di informarci sui trascorsi di questa bella famigliola rom ricevuta in udienza privata dal vescovo di Roma.Per tornare al libro ,che piace alla gente che piace,quanta corruzione c'è all'ombra del potere di tutti i tipi.Ormai rotti tutti gli argini il vizio ,la vanità e la follia dilagano e dal vertice si espandono verso la base ammorbando sul loro cammino tutto è tutti.

Anonimo ha detto...

Questo possibile apprezzamento di Bergoglio riguardo al libro in questione, fa pensare che per lui il peccato risiede a livello di una mal gestione del potere (un gay che gestisce il potere in modo criticabile) non a livello morale in riferimento a principi stabili ed eterni indicati dalla Rivelazione. Bergoglio avrebbe quindi un concetto unicamente sociale di "peccato", non un concetto rivelato e trasmesso dalla tradizione ecclesiale. E con ciò questo lo pone esattamente sulla linea della lettera che lo indica come eretico nel senso che questa è un'azione in più che lo specifica come tale. Siamo dinnanzi ad una rifondazione della Chiesa non più sulla roccia della fede e della Rivelazione ma su tutt'altre basi. Ne sono coscienti i fedeli e i vescovi? Quanto è possibile tollerare ancora questa situazione velenosa e mortifera? Ognuno si ponga la mano sulla coscienza e risponda!

Anonimo ha detto...

C’è chi dice che “niente sarà più come prima”. Lo ha confermato anche il vescovo Overbeck: la struttura gerarchica della Chiesa sarebbe sotto esame così come la moralità sessuale e l’immagine del sacerdozio. Anche il ruolo delle donne dovrebbe essere riconsiderato.

Ma vedete: “niente è più come prima” da oltre 50 anni, solo che prima lo yogurt era scaduto, oggi… beh, immaginatevi. Il tempo e gli uomini han fatto la loro parte.

Anonimo ha detto...

Difficile è capire per quale motivo gli omosessuali non scelgano altre professioni, evidentemente deve esserci stato un passaparola che vitto, alloggio, onorabilità e svago erano assicurati a vita.

Anonimo ha detto...

https://gloria.tv/article/iEhMKCtZDvyS21yNFCbrrP8a8

Gesuita spagnolo star del gay-pryde in Giappone.

Anonimo ha detto...

Giovane campione di football americano USA ritorna alla pratica della Fede con la scoperta della liturgia tradizionale. nel video lo vedete fare il turiferario.

https://www.youtube.com/watch?v=FEfq7PFLypY&feature=player_embedded

Alfonso ha detto...

Togliamoci le mani dagli occhi e guardiamo la realtà: il Vaticano è saldamente in mano agli omosessuali. Non so se ci siano ancora fornicatori! Da quelle parti ci sarà un bergogliano casto? Correva l'anno 2016: "Ecco, qui si fa riferimento alla sodomia, parola oggigiorno in disuso. Cosa diciamo, che si perdona sic et simpliciter anche questo peccato che grida "vendetta" al cielo, declassandolo d'ufficio a debolezza umana, che va semplicemente "accettata e tollerata"? Sembrerebbe proprio di sì, considerando che essa pare proprio alquanto diffusa nel recinto di Pietro, laddove, l'impressione è che il modello di "homo vaticanus modernissimus" della nuova era pontificale sia da identificare in quel tal monsignore che, sorridente, serafico e soddisfatto, ha proclamato urbi et orbi la sua graziosa omosessualità, ovvero di essere un sodomita."
Con questi lussuriosi nulla a che spartire.

Anonimo ha detto...

Sì, perché voi pagate tutte le tasse, o ipocriti! I bosniaci hanno sopportato una brutta guerra e ancora prima una terribile dittatura. Giorno verrà anche per voi giudici ipocriti!

Catholicus ha detto...

@ Anonimo 14:00 . "Ognuno si ponga la mano sulla coscienza e risponda!": "est modus in rebus", caro amico, e il modus operandi di Bergoglio e dei suoi disgraziati gerarchi (disgraziati poiché con il loro agre attirano si sé la peggior disgrazia che possa capitare ad un essere umano, cioè la dannazione eterna) è facilmente individuabile: "delenda Cartago" (Cartago=Chiesa Cattolica) e "damnatio memoriae" (memoria e ricordo della retta dottrina bimillenaria), con sostituzione della vera Chiesa Cattolica con una falsa "chiesa", una "chiesa a rovescio", secondo i desiderata di Satana. Ostinarsi a non voler riconoscere questo fatto significa aver perduto il ben dell'intelletto o qualificarsi come collaboratori delle forze infernali lanciatesi all'assalto della Chiesa di Cristo, l'ultimo assalto della storia umana.
Come concludere questa riflessione se non con le parole del Divin Maestro?, cioè "non praevalebunt" (Bergoglio ed i suoi collaboratori terrestri, nonché il suo mèntore preternaturale...).

Anonimo ha detto...

Non ci importa molto dei condizionali e congiuntivi, quello che ci importa è che in peccato mortale non possono celebrare Messa. A meno che siano confessati PENTITI e volenti non ricadere. Il che risulta non essere anzi cercano approvazione.Sono sacrileghi oltre che omoeretici, senza false questioni di potere o luce della notte, non li vogliamo alla luce del sole e neppure simulanti. E che uno che si definisce papa, seppure doppio, abbia il coraggio di dire che li conosce, oltre che promuoverli e dire che non può giudicarli "chi sono io?" significa ancora una volta che è dimostrato che è apostata totale, oltre che per sua ammissione non avere il potere delle chiavi (chi sono io? x giudicare? non ho le chiavi).

Anonimo ha detto...

Anche Lamendola non lo considera più papa dopo la trovata delle religioni, della libertà di sessi, generi e credi….firmata, apostasia totale di cui scrive il 99% dei cattolici non si accorge...la percentuale è realistica o forse no, ma senza scisma dichiarato molte anime si dannano. Lo scisma già c'è aveva scritto sempre Lamendola, infatti la Chiesa vera non fa scismi, sono gli altri che si separano e vanno solo dichiarati separati per salvare molte anime.

https://www.riscossacristiana.it/siamo-aggrediti-dai-sensi-di-colpa-creati-dal-rancore-di-francesco-lamendola/

Anonimo ha detto...

A Londra, nella cattedrale di San Paolo, si celebra il ramadan. Un tempo gli islamici imponevano agli "infedeli" di convertirsi, pena la morte. Ora non ce n'è più bisogno. Sono gli Occidentali a consegnarsi a loro. L'Occidente non è stato ucciso. Si è suicidato.
Cesare Sacchetti

Anonimo ha detto...

Come se bastasse un'anagrafe per andare in Paradiso! Allora un giusto
che non è cattolico dovrebbe andare all'inferno? O un buon ateo? Il Vangelo dice chiaramente chi si danna in Matteo 25, 46

tralcio ha detto...

Quanto nella psiche si fa complicato e bisognoso di specialisti per dipanare certi garbugli che imprigionano le menti più aggrovigliate, nello spirito si scioglie invece nella somma semplicità di Dio.
L'uomo affamato di mondo, concentrato sulle relazioni orizzontali, assorbito da bisogni materiali e dal bisogno di riscontri relazionali, inevitabilmente sceglie alcuni schemi, stili e riti persino nel farsi/dirsi religioso. Ad esempio in Gesù cerca innanzitutto la giustificazione al proprio modo di essere, interessi (e vizi) inclusi.
Una fede così è ridefinita dentro un'ideologia "adatta" (e soprattutto comoda), che possa supportare le proprie priorità e dia anche alimento agli strali contro chi non ci sta.
La differenza con la fede proposta dal vangelo è questa:
-la fede precede la conoscenza (conosco Gesù attraverso la fede che ho in Lui:è Dio al centro, non l'io, come avviene nel caso in cui ciò che dico di saperne mi giustifica).
-l'umiltà precede la presunzione (è Dio a farsi conoscere, con la fede come opportunità di conoscenza ben maggiore del mio sapere e disporre secondo logiche psichiche).
-la grazia anticipa il merito (il nostro fare è sempre conseguenza dell'essere: non è il mio fare a farmi essere; tuttavia il rifiuto della grazia, il peccato, mi priva del resto).
La vita di fede, vita dello spirito, passa da mezzi, stili e riti (la fede, la grazia, l'umiltà, l'adorazione, la preghiera...) ossequiosi e timorati di una Verità e una Bellezza (che sono in Dio) accessibili solo a cuori puri, o disposti a purificarsi: il mezzo principale è di rinnegare se stessi e portare la propria croce per seguire Gesù.
Ogni altro mezzuccio o rituccio, condito di compromessi e dei vari "lieviti" (l'ipocrisia dei farisei, la lussuria di Erode, la gestione del potere di Pilato) non fa che corrompere lo spirito, allontanandoci dalla pienezza di grazia di chi si fa umile ancella del Signore, dicendoci semplicemente "fate tutto quello che vi dirà" (Gesù, non qualche potentato umano, interessato a sdoganare e propalare questo o quel vizio), disposti a quella stessa croce, per corredimere il mondo dal peccato e dalla schiavitù in cui satana ingarbuglia la psiche di chi si attorciglia al peccato in tutti i suoi legami mondani, incapaci di Cielo.
Per cibarsi di azzimi (purificati dal lievito vecchio) di Cristo-pane e bere la bevanda di salvezza del sangue versato dall'agnello Cristo-sangue, bisogna accettare un linguaggio e una profondità spirituali impossibili agli psichismi del mondo. Serve fede.
Gesù si chiese se ne avrebbe trovata al suo ritorno. In effetti il dubbio era pertinente...

mic ha detto...

Anonimo 9:01
La Chiesa non ha mai insegnato che un giusto non cattolico non si salva. Chiunque conosce il Signore ed è chiamato in virtù del battesimo, invece, ha una responsabilità diversa che si misura sulla fedeltà.

mic ha detto...

"Per cibarsi di azzimi (purificati dal lievito vecchio) di Cristo-pane e bere la bevanda di salvezza del sangue versato dall'agnello Cristo-sangue, bisogna accettare un linguaggio e una profondità spirituali impossibili agli psichismi del mondo. Serve fede."

lister ha detto...

Proprietà transitiva:
Se A è in relazione con B e B è in relazione con C, A è in relazione con C
Dove:
A=Bergoglio
B=Martel
C=omosessuali
Intelligenti pauca.

Marisa ha detto...


Il terzo segreto di Fatima riguarda Bergoglio?

https://www.youtube.com/watch?v=cHEyoc9rMsA

Anonimo ha detto...

All'anonimo 9,01, un buon ateo si salva secondo lei ma io direi di no in base alle parole del Vangelo: chi crede in ME si salva, chi non crede in ME si danna. Inoltre un buon ateo rifiuta Dio, a prescindere, e ciò è contro Dio in radice. E Dio si può conoscere dalle sue opere, ed anche il Magistero vero lo afferma. Diverso è il caso del buon credente in Dio di altre religioni che rispetta la legge naturale e non possa conoscere il Vangelo.Ma oggi chi ci può essere in questa schiera? Pochissimi direi.

Anonimo ha detto...

A Marisa, io direi che il terzo segreto di Fatima , collegato sia alla visione raccontata nel 2000 e spiegata con bugie anche dall'ottimo Ratzinger che la interpretò , sia pure collegato al segreto di La Salette, la parte di solito resettata nel caso, ma che può trovare su internet (l'anticristo arriverà a Roma che perderà la fede) e che riguardi la morte del papato avvenuta nella seconda metà del XX secolo, a suor Lucia infatti Maria Ss parlò di castigo peggiore della guerra, fame, guerra e persecuzione al Santo Padre in quell'epoca, e tale castigo iniziò col segno preannunciato dell'aurora boreale nel 1938 ed ancora nel 1939....sotto il regno di Pio XI è iniziato tuthttp://www.storiaechiesa.it/fatima-laurora-boerale-annuncio-la-ii-guerra-mondiale/to, parole della Madonna.Infatti né Benedetto XV nel 1929, quando venne la richiesta, né Pio XI fecero la consacrazione richiesta. Questo fu rivelato al mondo nel 1941 quando il nazismo trionfava ed invece si avverò che il comunismo issò bandiera rossa con Angelo Roncalli a Roma.
http://www.storiaechiesa.it/fatima-laurora-boerale-annuncio-la-ii-guerra-mondiale/

Anonimo ha detto...

i 5 atti della correzione formale
https://www.radiospada.org/2019/05/le-tappe-5-per-ora-della-correzione-di-mons-schneider-a-bergoglio/

Anonimo ha detto...

https://www.youtube.com/watch?v=UAaBwsmFgTY

I contenuti del Terzo Segreto riguardano la Chiesa

In Burkina Faso intanto... ha detto...

Gentile dott.ssa Guarini, mi permetto di fare appello alla sua ben nota sensibilità cattolica e umana per suggerirLe di dedicare un post a questa tragica notizia che non so fino a che punto si potrà leggere sui vari giornali domani e ascoltare nei vari TG.

In Burkina Faso (Africa) un gruppo di jihadisti - tra venti e trenta - ha fatto irruzione in una chiesa e ha ucciso il sacerdote e con lui 5 fedeli.

http://www.ilgiornale.it/news/mondo/burkina-faso-attacco-jihadista-chiesa-uccisi-prete-e-5-1693373.html

Grazie anticipatamente per ciò che potrà fare per dare risalto a questa ennesima tragica notizia che ci racconta di vittime innocenti tra i fratelli cattolici ad opera di fondamentalisti islamici.

Valeria Fusetti ha detto...

Consiglio, a chi non l'ha ancora sentita l'intervista a don Morselli pubblicata ieri da dogma tv. Una vera e propria lectio magistralis sulle eresie presenti, ed operanti, in Amoris Laetitia.

Anonimo ha detto...

http://www.ilgiornale.it/news/politica/immigrazione-blitz-forza-nuova-allangelus-oggi-papa-domani-1693320.html

Migranti, blitz di Forza Nuova all'Angelus: "Bergoglio sei come Badoglio"
I militanti di estrema destra contro Papa Francesco: "Guerra al fronte immigrazionista". E sfidano il divieto della questura: "Domani in piazza per contestare Mimmo Lucano"


Cristina Verdi - Dom, 12/05/2019 - 15:13

Papa Francesco è il “simbolo universale del tradimento più vergognoso". Lo scrivono i militanti di Forza Nuova che oggi, durante la preghiera dell’Angelus in Piazza San Pietro hanno contestato proprio il pontefice e in particolare le sue posizioni sull’immigrazione...

COMMENTI

finalmente! bergoglio vuole fare il politico? e allora che si abitui. cominciamo a raccogliere firme per farlo deporre questo apostata amico dei maomettani, sarà la rovina del mondo occidentale e del cristianesimo

jn ha detto...

Dal momento che siamo immersi in una confusione crescente, e fatichiamo a trovare luci di orientamento nell'apostasia galoppante, se questo è un ottimo blog di salvaguardia della Fede cattolica secondo la Dottrina perenne, pregherei la dott.ssa Mic di precisare meglio la risposta riguardo alla salvezza dei non cattolici.
Da anni mi capita di discutere su questo problema in famiglia e con amici su un tema che 40-50 anni fa era insegnato senza fumoserie, ma dopo il cv2 si sa....tutto è diventato nebuloso e "inclusivo " nel senso della libertà di errore e della nefasta par condicio tra cristianesimo e false religioni e della salvezza garantita a tutti indistintamente senza MERITO, per cui si è favorito il peccato della PRESUNZIONE di salvarsi senza merito, ora promosso alla grande dal bergoglismo imperante.
Una volta si diceva: "Chi SENZA SUA COLPA non ha conosciuto Cristo può salvarsi se vive obbedendo alla legge morale naturale ecc....."
Ma riguardo agli atei, cara Mic, non dovremmo rispondere a quell' anonimo 9.01 che l'ateo NON può affatto essere buono, dal momento che calpesta il 1° e sommo comandamento:
Io sono il Signore Dio tuo ?
tanto più se è un ateo di area cattolica o protestante cioè battezzato, e che conoscendo benissimo Gesù Cristo lo rifiuta scientemente e volontariamente, v. tanti personaggi noti e arcinoti della cronaca mondana, politica e scientifica, che sbandierano con orgoglio il loro ateismo e creano scandalo tra le persone di fede incerta (peccando così contro il 5 comandamento) !
Inoltre oggi con il diffondersi delle comunicazioni su tutto il pianeta, credo che siano pochissimi quelli che non hanno mai sentito parlare di Gesù Cristo: quanti primitivi senza notizie, quanti non raggiunti dai missionari ?
e i missionari negligenti avranno anche le loro colpe di omissione se in quelle culture - per il falso RISPETTO DEGLI ERRANTI, di marca ecumenista - non annunciano ai pagani il Vangelo integralmente, senza cambiare uno iota.
La gent. dott.ssa Mic integri e corregga le mie considerazioni, così farà un'ottima opera di Misericordia spirituale, indispensabile in questo tempo di tenebra.
Attendo e GRAZIE, come sempre.

Aloisius ha detto...

No, Anonimo 23.12, non bisogna cadere in questa tentazione.

È vero che la laicizzazione e politicizzazione della Chiesa cattolica operata da questi eretici modernisti che la guidano, porta a conseguenti reazioni, come quella di Forza Nuova.

Ma striscioni e proteste su aspetti politici come l'immigrqzionismo (che hanno anche ripercussioni sulla fede e la Chiesa-istituzione, ma che rimangono problemi politici) non sono la via cristiana per risolvere il difficilissimo problema si questo pontificato oggettivamente eretico, che è un problema spirituale di gravità maggiore.

Sostenere queste manifestazioni e' anzi dannoso, perche' la difesa del magistero bimillenario e della sana dottrina, questione essenziale per la sopravvivenza della nostra fede cattolica, verranno accomunati dai media a proteste ideologiche e politiche.
Passa in secondo piano la questione che invece è primaria.

Catholicus ha detto...

@ jn : se la dr.ssa Guarini mi consente, la risposta alla sua domanda circa la salvezza dei non cattolici (dei cristiani divenuti atei, in particolare) sta tutta nel catechismo di S. Pio X, che un vero cattolico non può considerare superato od abrogato dai catechismi e dagli sproloqui modernisti. Per coloro che non hanno conosciuto Cristo ed il Suo Vangelo, valeva e vale il "battesimo di desiderio", implicito o esplicito, per gli altri l'ignoranza invincibile, in buona fede, difficile però da applicarsi ai pagani di ritorno, agli atei di provenienza cattolica; questa può andar bene per le pie donne di parrocchia, piene di buona volontà e di desiderio di rendersi utili al prossimo (anziani, ammalati, bambini...), che non riescono a concepire come i pastori possano decidere di ingannarle, di depistarle, indirizzandole su di una strada che non conduce in Paradiso, bensì al culto di Satana, al Regno Sociale di Satana, imminente prossimo venturo)

Anonimo ha detto...

Aloisius io trovo che hanno fatto bene, ma dovrebbero attaccarlo in primis su eresia: non lo vogliamo, e quindi hanno fatto benissimo ad attaccarlo anche su errori politici e non solo politici, è un politico che si spaccia per cattolico e capo loro senza esserlo. Ha letto che il suo elemosiniere si è permesso di attaccare corrente agli abusivi? Ora paghi arretrati e bollette prossime, tutte. Perché i tartassati italiani devono pagare loro per dei clandestini? E' rubare loro, in vaticano stanno bene economicamente, che paghino.

Anonimo ha detto...

@ Aloisius
Le lingue sono tante, quella del 'mea culpa, mea culpa, mea maxima culpa' lui non la conosce, portargli sotto il naso una spiegazione esemplare non può che aiutarlo ad uscire dalla sua visione laica e politicizzata della religione. Il magistero bimillenario e la sana dottrina, lui, se li è messi sotto le suole da subito. I media hanno sostenuto le sue istanze ideologiche e politiche, mentre il fior fiore dei fedeli Cattolici, con tutto il rispetto per il suo ruolo e la sua persona, evidenziavano i suoi sviamenti, eresie ed apostasie, dal magistero bimillenario. Ogni correzione l'ha messa in non cale, se siamo arrivati al punto dell striscione, dei commenti, di buon senso che stanno gemmando in ogni dove, non è perché si sta parlando una lingua offensiva ma, perché lui ha dimostrato e dimostra di conoscere solo quella. Lo stile cristiano non ha funzionato con lui, sappiamo tutti che il problema è spirituale ma, se per lui lo spirituale è arabo, che si deve fare?

Anonimo ha detto...

OT: Diocesi di Sassari all'avanguardia. La diocesi di Sassari fa un passo ulteriore: oltre al saluto in arabo introduce anche il calendario islamico, gli auguri sono per il Ramadan del 1440 (si contano gli anni dall'esodo di Maometto dalla Mecca a Medina).

Anonimo ha detto...

@jn - Sono anonimo 901. Io ho conosciuto atei buoni e atei cattivi. Per esempio, una categoria tronfia che quasi ti dice Non voglio che Dio esista, non desiderò nessuno sopra di me. Ebbene, questi non credo che abbiano speranza anche se nulla è impossibile a Dio fino alla fine. Ci sono poi alcuni che con molta umiltà dicono come riverirebbero l'Altissimo "se esistesse" e vorrebbero che esistesse! E sono buoni in famiglia, nel vicinato,al lavoro. Questi sono gli atei che ho definito buoni.

Anonimo ha detto...

anonimo 12,30 sono talmente buoni e completamente deficienti allora? Dato che l'intelligenza fa capire che esiste l'Altissimo.

jn ha detto...

@Catholicus
concordo in pieno, sottoscrivo e la ringrazio.

Anonimo ha detto...

@anonimo13.18. La sola
intelligenza fa capire a chi già crede e senza merito.

mic ha detto...

Non passo altri commenti su atei buoni o cattivi e loro destinazione ultima. Chiuderei dunque qui il discorso su chi va in paradiso e chi no. L'essenziale lo sappiamo e nel foro interno solo Dio è giusto giudice. Pensiamo a noi stessi e comportiamoci di conseguenza.

Marisa ha detto...

https://apostatisidiventa.blogspot.com/2019/05/vox-clamantis-in-deserto.html?m=1

Anonimo ha detto...


Ma il libro di questo Martel, fino a che punnto è attendibile?
Sostiene una tesi preconcetta, vuole insinuare l'idea che in
Vaticano sono tutti "gay"[!].
Il papa "avrebbe letto" il libro; il libro "gli sarebbe piaciuto"...
Tutti questi condizionali...Fonti di seconda e terza mano...
Tutto questo appare poco affidabile.
O.