martedì 2 novembre 2021

Stefano Puzzer è a Roma, in Piazza del Popolo. Attende risposte. Nella confusione delle lingue

Intorno a lui, per ora, solo la grande confusione delle lingue...

Dal governo nessuna risposta. O meglio, forse è proprio in questo silenzio tutto il disprezzo e il succo del messaggio: dovete desistere e basta.

Stefano Puzzer aveva detto: "martedì farò qualcosa che conosce solo mia moglie". E che fosse qualcosa di eclatante lo si immaginava. Ed eccolo, seduto da solo su una panchina, in piazza del Popolo a Roma. Davanti a sé ha allestito simbolicamente un piccolo tavolo - tra persone civili desco di condivisione e di trattative - e alcune sedie per diversi interlocutori illustri finora silenti: il Papa, il Presidente, i membri del G20 che fino a ieri passeggiavano per Roma. Nulla di più semplice,  nulla di più eloquente. Stefano resterà lì finché qualcuno di importante non si degnerà di ascoltarlo. Ovviamente non parla per sé ma a nome di molte coscienze deste. Non possiamo sapere come finirà ma ha coraggio e fermezza da vendere.
Speriamo che non resti solo a lungo e che il suo coraggio la sua determinazione e le speranze di molti siano premiati. Anche se la vedo dura; ma noi possiamo affiancarlo, oltre che raggiungendolo in Piazza del popolo, anche continuando a pregare e e gridare al cielo. 

Ma c'è un problema nel problema. In sintonia con la deriva sincretista del trono più alto, insieme ai gruppi di veri cristiani, nelle varie piazze pullulano i santoni e gli esoterici. Li si riconosce anche sui social, dagli scritti e dalla dirette. Ad esempio, ho dovuto rispondere, a chi richiamava i comandamenti, di non confondere le prescrizioni noachide (i comandamenti senza Cristo) col cristianesimo.... Certo la lotta politica deve mettere insieme molte componenti a prescindere dalla religione. Ma almeno chi è consapevole che con o senza Cristo Signore fa la differenza non accolga la confusione. Comprese le tante sirene esoteriche spuntate nel contesto... A Firenze, per Trieste e per l'Italia tutta, insieme al coro struggente di Va pensiero è risuonato forte un coro di "Om".  
Inoltre ha fatto scalpore Nunzia Schilirò - la poliziotta sospesa per le sue esternazioni a San Giovanni - e la sua manifestazione di massa al femminile. Ne parlo perché è diventata nota e si è posta come figura di riferimento esprimendosi tra l'altro in termini superficiali e pressappochisti in un'agorà televisiva. È solo una alleata comune contro il green pass e l'obbligo vaccinale, niente di più: sostanzialmente, per quanto espresso pubblicamente, è una cittadina di buona volontà che sta rischiando molto. Poi personalmente a cosa crede è affar suo nella misura in cui non trascina altri. Ma tutte queste isole a macchia di leopardo generano confusione e non permettono una vera unità e quella fortezza, insieme ad umiltà verità e quant'altro, che noi sappiamo solo il Signore può dare. Però non possiamo sapere quante di queste istanze così emergenti, quando non sono dei Suoi, non siano già orientate a Lui. Resta comunque da guardarsi dal sincretismo che caratterizza questo nostro tempo e la sua complessa realtà, sempre più Babilonia, sia sotto l'aspetto della schiavitù nell'esilio (morale e spirituale) che nella confusione delle lingue... 

84 commenti:

Anonimo ha detto...

«Non me ne andrò da qui finché qualcuno di loro non verrà a parlarmi»

Avanti! ha detto...

"i membri del G20 che fino a ieri passeggiavano per Roma "
Quest'uomo che ha detto di se' di aver fatto solo la terza media dimostra di essere un "vero uomo" come non se ne vedono piu'e fronteggia a testa alta quelli che sulla scena di questo mondo dicono di governare e che passeggiando per Roma, hanno fatto sì che la intera popolazione della citta' ritardasse il rientro nelle proprie case. Hanno fatto arrivare in ritardo anche il nostro Confessore.

Chi e' libero da impegni, chi vuol metterci la faccia e le energie, residui Italiani andate a sostenerlo con la Corona del Santo Rosario,l'Immagine della Vergine delle Vittorie e S.Michele Arcangelo.Prof.Viglione, Triarii ,per favore andate anche voi.

mic ha detto...

hanno fatto sì che la intera popolazione della citta' ritardasse il rientro nelle proprie case. Hanno fatto arrivare in ritardo anche il nostro Confessore.
Son dovuta tornare indietro, dopo giravolte infinite, senza poter partecipare alla Messa, perché tutte le strade per Via Merulana da casa mia erano bloccate...

Anonimo ha detto...

Bellissimo vederlo solo su una sedia, in attesa...e poi di colpo tanta gente, spontaneamente. Quando un'ideale, un sogno, finisce di appartenere a uno e diventa di una moltitudine. Coraggio Stefano!

Anonimo ha detto...

La piazza si sta riempiendo

Antonio ha detto...

Mah, come gesto è fortemente simbolico e nobile agli occhi di persone che hanno ancora valori umani e “antichi”, ma purtroppo (senza nulla togliere alla grandezza di questo personaggio romantico in un mondo prosaico e decadente — a voler usare eufemismi), conoscendo l’arroganza e l’indifferenza dei vari oligarchi criminali e massonico-globalisti (Bergoglio, Mattarella, Draghi e via dicendo), finirà per rimanere un atto chisciottesco (e mi duole dirlo).

Antonio ha detto...

Aggiungo: contro criminali del genere l’ora delle manifestazioni pacifiche è finita (servono in uno Stato democratico, non in Italia), il risultato finale e scontato è solo quello di essere presi in giro o a manganellate. Si badi bene: con questo NON voglio incitare a manifestazioni violente, per il semplice fatto però che, laddove l’uso della forza è opportuno e necessario (come lo sarebbe in questo caso), ci vogliono molti soldi, molte armi, una solida disciplina, un’organizzazione capillare e un addestramento paramilitare, elementi purtroppo oggi assenti tra la gente pur eroicamente in protesta (se non fosse così sarei il primo a gettarmi nella mischia, costi quel che costi).

Anonimo ha detto...

Carissimo Antonio, e' un segno di speranza e lo ringraziamo di vero cuore questo coraggioso marito e padre che avendo percorso 675,76 km si espone per 60 milioni di italiani per la maggior parte inebetiti e per tutti quelli che dovrebbero parlare e restano muti perche' loro "tengono famiglia"(tutti gli altri,no).

Anonimo ha detto...

Dunque giovani drogati francesi vengono ad organizzare un rave party illegale a casa nostra.....
Noi siamo terra di nessuno...solo da noi potevano farla franca.
Grazie Lamorgese...

Anonimo ha detto...

L'Holdomor di DRAGHI - sta giocando con la vita di chi per ragioni sanitarie ed etiche non vuole sottoporsi ad un trattamento genico sperimentale.

Negli anni 1932 - 1933 Stalin causò una carestia per far morire di fame milioni di Ucraini.
Ora Draghi sta facendo sta facendo la stessa cosa con gll ITALIANI che non possono lavorare perché privi di green pass.
L'ONU, la FAO, l'UNIONE EUROPEA, IL PAPA NON POSSONO TACERE.

Anonimo ha detto...

Un tempo il Signore ispirava i Profeti per dar sentire la sua Voce. Dopo Gesù i Santi. Molti di loro per carisma si riconoscevano già in vita. Perché oggi non manda lo Spirito Santo su qualcuno di loro? Se tramite la loro bocca parla lo S.S. nulla potrà resisterGli.
Abbiamo peccato per carità e ci meritiamo queste sofferenze, ma non tutti! Io Prego il Signore affinché riempia qualcuno di Spirito Santo e dia una mano al piccolo gregge che gli è rimasto. Ma la mia voce è un grido nel deserto...fatelo anche voi con me. Pregate affinché lo Spirito Santo infuochi un'anima che vuole servire il Signore.

Pio ha detto...

Fare molta attenzione ai tamponi orofaringei; ho parlato giusto oggi col mio otorino di fiducia (ventennale) e mi ha sconsigliato vivamente i tamponi nasali, in quanto vengono fatti sovente in modo dozzinale e non professionale (il dottore ha tenuto dei corsi per le farmacie, ma i riscontri che sta vedendo mi ha detto che sono allarmanti e sono dovuti a tamponi eseguiti male).

Anonimo ha detto...

Comunicare la Fede:
"La prima opera di CARITÀ e ASCOLTARE la ragione dell'altro"
Pubblicato dal Card. Ravasi.
Nei fatti, non si ascoltano gli amici e testimoni di CRISTO, la nuova moda di essere oggi.
I Politici seguiranno i fautori di chi ha agito non ascoltando

radioradio.it ha detto...

Stefano Puzzer innesca la protesta spontanea a piazza del Popolo: a decine raggiungono il presidio
Di Francesco Amodeo- 02 Novembre 2021

Dopo che la polizia a Trieste ha colpito nelle settimane scorse con gli idranti e manganellato dei cittadini inermi che protestavano per il diritto al lavoro, in tanti abbiamo evidenziato la deriva autoritaria del Governo. La risposta di qualcuno è stata: “Se fosse davvero in atto un’involuzione autoritaria come dite, non solo vi manganellerebbero nelle piazze, ma non vi permetterebbero più di manifestare“. Bene, poche settimane dopo arriva la decisione del sindaco di Trieste che va proprio in quella direzione: manifestazioni di piazza negate almeno fino al 31 dicembre. Qualcuno addirittura vorrebbe farci credere che tutto questo sia dovuto al fatto che sia dimostrabile una correlazione tra manifestazioni e aumento dei contagi, cosa che non è stato possibile stabilire dopo le manifestazioni sportive in piazza, cosa che non è stato possibile stabilire dopo le manifestazioni in favore del Ddl Zan, cosa che non è stato possibile stabilire dopo i cortei della sinistra e della CGIL.

Pare invece che adesso sia possibile stabilire questa correlazione per le specifiche manifestazioni di protesta contro il green pass a Trieste. Ma dietro questa scusa, assolutamente poco plausibile ma facilmente utilizzabile e spendibile dai media, viene negato anche il diritto di manifestare.
Il prefetto ha addirittura aggiunto testuali parole: “È il momento di comprimere la libertà di manifestare“.
Credo che a questo punto non ci sia più nulla da dimostrare neanche ai più scettici. Chi non vuol vedere adesso la deriva intrapresa dal Governo non può più essere considerato un distratto o un disinformato. E’ ovviamente una persona in malafede, complice di quanto sta accadendo.

Stefano Puzzer, leader del Movimento 15 Ottobre – quello nato come la protesta dei portuali di Trieste – appena appresa la notizia e deluso dal fatto che il Governo avesse mandato il ministro Patuanelli a parlare con i portuali promettendo una risposta mai pervenuta, ha pensato di trasferire la protesta a piazza del Popolo.
Si è recato inizialmente da solo, con un tavolo e due sedie con su scritti i nomi dei rappresentanti delle istituzioni che lui aspetta in piazza. Una iniziativa molto provocatoria su cui i media si sono fiondati come iene pronte ad approfittare della preda sola. Fortunatamente tanti cittadini romani si stanno riversando in piazza per raggiungere Puzzer, e credo che dovremmo farlo tutti: questo non è l’inizio di una manifestazione no-vax o no green pass, ma una protesta contro un Governo che sta comprimendo i diritti come mai prima d’ora, per non parlare di quanto sancito dalla Costituzione a tutela degli stessi. Lo sta facendo gettando definitivamente la maschera, non importa quale sia la tua posizione sui vaccini o qualunque cosa tu possa pensare sul green pass: se hai a cuore la democrazia e vuoi evitare che ti venga scippata da sotto il naso, non puoi che andare a occupare un posto al fianco di Stefano Puzzer.

Esattamente!Alzatevi dalle poltrone voi che avete ancora energie! ha detto...

Ogni brav’uomo racconterà al figlio, e il giorno di Crispino e Crispiano non passerà mai, da quest’oggi, fino alla fine del mondo, senza che noi in esso non saremo menzionati; noi pochi. Noi felici, pochi. Noi manipolo di fratelli: poiché chi oggi verserà il suo sangue con me sarà mio fratello, e per quanto umile la sua condizione, sarà da questo giorno elevata, e tanti gentiluomini ora a letto in patria si sentiranno maledetti per non essersi trovati oggi qui, e menomati nella loro virilità sentendo parlare chi ha combattuto con noi questo giorno di San Crispino!».

Anonimo ha detto...

Tacciono.

Anonimo ha detto...

Addio Italia, il ricatto europeo è servito: verranno per comprare a prezzi di saldo aziende e case.
https://www.youtube.com/watch?v=KWp_J2QUL_g

mic ha detto...

Da non credere . In attesa di verifica.
Puzzer dal pomeriggio è stato trattenuto 5 ore in questura e avrebbe ricevuto un provvedimento di allontanamento da Roma per un anno.
Non ci sono più parole!

Anonimo ha detto...

Grazie Lamorgese...

la morgue, sala autopsie l'ufficio del coroner, all'obitorio, nella camera mortuaria, obitori, alla camera mortuaria.

Anonimo ha detto...

Hanno semplicemente moltiplicato ed allungato le presenze degli Italiani in piazza.

Anonimo ha detto...

Parlamentari,non avete ancora capito?

mic ha detto...

Conferma.

Unknown ha detto...

Sono cinzia da empoli sono con Stefano Puzzer. E andato a roma a manifestare pacificamente, e gli hanno dato la daspo che vergogna non hanno il coraggio di parlare a un cittadino che chiede un confronto.Neanche il papa.

Anonimo ha detto...

I dittatori sono caduti quasi sempre per qualche congiura ordita dai loro pari.
Stiano attenti quelli chiusi nei palazzi, il vero vostro nemico è quello con cui scambiate saluti, sorrisi, parole e pareri lungo i corridoi del palazzo.

Unknown ha detto...

Cinzia da empoli sono totalmente disgustata da tutto quello che fa la politica, ho sentito quello che hanno fatto All'Infermiera di novara per la maglia a strisce non c'erano soltanto Ebrei anche di altri Nazioni. Non la vedo niente di male perche anchio ho stella gialla nel 2021 come la tessera del pane.A proosito di libri di campi di concentramento ne ho letti tanti ho cominciato a 12 anni ,gli esperimenti dei medici tedeschi, siamo di gia in dittatura purtroppo il grande reset poveri noi.Ma la politica un cuore là, penso soltanto nel loro portafoglio.Da come ci vogliono bene aumenta la luce ,gas alimentari disel,e l'ultima canone rai su cellulari e altro, ma sanremo delle canzoni ho capito mi tocca pagarlo anche se non lo guardo.SONO CON STEFANO E L'INFERMIERA E CON TUTTI

Anonimo ha detto...

Espulsione? Un cittadino italiano viene espulso dal suolo del suo paese? Con tutti gli irregolari immigrati che girano in Italia, viene espulso un lavoratore italiano che nessun reato ha commesso? Caro Stefano mi duole dirlo, ma su una cosa dissento con te. Ho paura che una soluzione pacifica a questo punto non esista

Anonimo ha detto...

La cosa più grave è che la maggioranza degli Italiani non ha capito dove ci stanno portando. E chi ha capito non sa cosa fare.

Anonimo ha detto...

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=10226730453958374&id=1560168391

Anonimo ha detto...

Però i francesi del rave party di Torino che hanno anche ferito i poliziotti possono tranquillamente tornare … vero?

Anonimo ha detto...

Puzzer ha passato il pomeriggio a Roma per protestare seduto su una panchina in attesa. Arrestato, 5 ore di questura e daspo. Roba da ventennio. Quelli col daspo invece accompagnati in cgil come eroi.

Anonimo ha detto...

Avrà dove andare a dormire?

Antonio ha detto...

Con tutto il rispetto per la gran persona che è Puzzer, secondo me chi non si aspettava un finale chisciottesco come questo è di un’ingenuità spaventosa. Ripeto, contro i dittatori ci vogliono un leader vero, soldi e armi (vedi i miei commenti qui sopra). Datemi un vero leader e un fucile e sono pronto. Basta coi gesti da cavaliere medievale contro il mondo transumanista. Si diventa — sia detto col massimo affetto — grotteschi.

Anonimo ha detto...

A Trieste sindaco e prefetto uniti: «Comprimiamo la libertà di manifestare sul pass». La piazza sarà interdetta fino al 31 dicembre. Dissenso demonizzato ovunque, anche se non ci sono violenze e si difende un diritto costituzionale. Però se migliaia di persone occupano luoghi privati per drogarsi, nessuno fiata.

Anonimo ha detto...

Dunque, un uomo seduto con un cartello, nell'interpretazione governativa della Costituzione, minaccia "sicurezza" e "sanità"? In realtà il foglio di via consegnato a Puzzer dopo cinque ore passate in Questura rientra nell'ultima fattispecie: limitazione politica della libertà di movimento. Se si fosse accampato l'idoletto isterico svedese con il suo cartello sullo "sciopero climatico globale", si sarebbe scomodati sindaco, governo, parlamento, sindacati, il PD al completo, i giornalisti, per portagli doni. É regime, ogni giorno che passa sempre più regime.

Art. 16 c. 1 Cost. «Ogni cittadino può circolare e soggiornare liberamente in qualsiasi parte del territorio nazionale, salvo le limitazioni che la legge stabilisce in via generale per motivi di sanità o di sicurezza. Nessuna restrizione può essere determinata da ragioni politiche».
Andrea Sandri

Foglio di via a Puzzer ha detto...

La cosa più grave nell'abuso di potere su Puzzer è che nessuno, dico nessuno, dell'opposizione sta dicendo una parola. Quindi l'opposizione non c'è. Quindi siamo al partito unico. Cioè alla dittatura. I veri fascisti stanno tutti nel Palazzo.

- Max Del Papa, via Twitter

Valeria Fusetti ha detto...

Mi pare che grottesco sia lei che invoca qualche cosa che non c'è, se non che negli USA e che la trimurti Biden-Harris-Pelosi temono. Puzzer ha usato una strategia intelligente e coraggiosa, dimostrando la realtà priva di umanità di una classe politica e religiosa a tutto il mondo. È un gesto profondamente politico,di vera politica, che con ogni probabilità apre gli occhi a persone indecise. Sembra seguire la "strategia" di Nostro Signore, esce in una zona ostile per guadagnare anche una sola pecora smarrita. Non so se lo faccia consapevolmente, ma lo fa. E la reazione del potere ha dimostrato la verità della sua essenza,che è la paura: un colosso dai piedi di argilla. Ed i piedi su cui si regge il colosso si chiamano Draghi e Bergoglio.Bravo Stefano. L'unico grande stratega che mi sembra sia comparabile è Quinto Fabio Massimo detto Il Temporeggiatore.

Anonimo ha detto...

Quello che è inquietante è che non ci sia un'opposizione a questa dittatura ormai conclamata e che chi tira le fila dei burattini che stanno al governo lo sappia bene, a tal punto da arrivare a provare a soffocare senza ritegno ogni minimo accenno di dissenso.
La realtà è che il regime comincia a temere che noi ci si possa contare e ci si renda conto che siamo tanti: le piazze sono piene e mai prima d'ora si era visto un malcontento così crescente.
Per questo vogliono punire Trieste, facendola diventare zona gialla e dando la colpa alle proteste, per suscitare odio verso i portuali ed i loro sostenitori; per questo giornalisti patetici asseriscono che il green pass è bello e giusto; per questo hanno colpito Stefano Puzzer come ogni dittatura che si rispetti fa con i dissidenti.
Hanno paura che il loro gioco, fatto di menzogne, numeri gonfiati, mistificazione e violenza sia presto scoperto.
Ora più che mai si deve scegliere da che parte stare. Qualsiasi cosa possiate perdere a schierarvi dalla parte della ragione, sarà sempre meno preziosa di quella che perderete continuando a tacere davanti allo scempio che questo regime sta facendo del nostro paese.
Stefano Burbi

Supersintesi ha detto...

Amici del centrodestra (tutti eh…), il punto non è stare o no in un film di Bud Spencer. Il punto è se in quel film sei nel ruolo di Bud Spencer e Terence Hill, che i pugni li davano (e si divertivano), o nella parte delle comparse che prendevano sganassoni.

mic ha detto...

Io mi aspetto che adesso, senza troppo chiasso, Puzzer faccia le sue mosse con l'aiuto di un legale, anche se al posto della legge c'è l'arbitrio e della costituzione hanno fatto carta straccia ...
Bisogna trovare una strategia, ma si tratta di questioni da elaborare e non da affrontare a caldo....

Anonimo ha detto...

Lo schifo ha ormai coperto plutocrati, politici, ecclesiastici e le loro legioni.

Anonimo ha detto...

SIAMO IN DITTATURA E NON LO SI VUOLE AMMETTERE
Quello che sta accadendo in Italia, e solo in Italia, è qualcosa di inaudito dopo le esperienze totalitarie del XX secolo.
I membri delle forze dell'ordine dovrebbero vergognarsi di appoggiare un Governo che avremmo definito criminale se ne avessimo letto la descrizione dell'operato in un romanzo distopico, fino a due anni fa. Lo stesso dicasi per giornalisti, benpensanti ed esponenti politici di tutte le estrazioni.
Malissima tempora currunt e, con l'arrivo imminente della mannaia invernale che causerà gravi problemi sanitari proprio a chi crede di essere immunizzato, la colpevolizzazione dei sani renitenti alla leva del siero diverrà parossistica.

Anonimo ha detto...

"...con l'aiuto di un legale..."

Qui occorre un collegio nazionale ed internazionale di avvocati, occorre almeno il meglio della rappresentanza seria degli avvocati seri del mondo. Questo abbiamo detto, ed i fatti hanno dimostrato, essere un problema di valenza universale. Stefano Puzzer è il semplice, il mite chiamato a suonare la tromba. Il collegio nazionale ed internazionale degli avvocati è chiamato alla caricaaa!!! E non è affatto strano che questo 'caso' sia 'casualmente' nato in questo paese che cammina anche dormiente sul Diritto Romano.

Incongruenze. Bisogna essere minus habentes per non vederle ha detto...

anche la stessa giustificazione sulla tutela del diritto alla salute vacilla, di fronte all’uso della ragione. Chiunque, infatti, può chiedersi: perché gli assembramenti di manifestanti a Trieste hanno causato un’impennata di contagi (come i media, a reti unificate, dicono da una settimana) e non la manifestazione di Cgil-Cisl-Uil (200mila persone, dichiarate, in piazza a Roma)? E perché nemmeno la protesta per il mancato Ddl Zan ha dato adito a contagi, anche se abbiamo le prove fotografiche che molti non avevano neppure la mascherina? E qualcuno sta prendendosi il disturbo di tracciare i contagi dopo il rave party, totalmente incontrollato, nei pressi di Torino, appena concluso? A quanto pare, solo a Trieste una manifestazione di portuali (metà dei quali vaccinati) e di no Green Pass crea un problema di contagi e fa scattare un divieto di manifestazioni nel nome del diritto alla salute.

La dignità di Puzzer di fronte ai provocatori ha detto...

Un gesto rivoluzionario? Non proprio, ma a distinguere Stefano Puzzer da altri “leader” è proprio l’atteggiamento pacato. Tanto basta per spiazzare tutti, soprattutto alcuni giornalisti.

Oggi pomeriggio tra gli ospiti del programma Tagadà c’era David Parenzo, che si è reso protagonista di una scena pietosa.

Ma partiamo dall’inizio, quando la conduttrice riesce a collegarsi con Puzzer per intervistarlo. Mentre il leader dei portuali risponde a una domanda, l’inviato ha fatto notare che poco prima c’era stato un assembramento e per giunta senza mascherine.

Con la pazienza che lo contraddistingue Stefano Puzzer ha spiegato che il suo intento non era quello di creare una piazza.

L’apoteosi si è raggiunta quando Tiziana Panella ha lasciato parlare il collega Parenzo. “A Londra c’è un posto meraviglioso che si chiama Hyde Park, dove tutti i matti della zona di Londra, ma anche quelli che vengono da fuori, si mettono col banchetto e fanno il loro proclama”.

Poi ha aggiunto: “Siamo in democrazia è meraviglioso. Ora abbiamo questo simpatico signore che viene a Roma e dice «il Papa mi deve chiamare»”.

Senza cadere nella provocazione, Stefano Puzzer ha preferito chiuderla lì e andar via. Una scena di pochi secondi ma molto rappresentativa di una categoria che ormai non ha più alcun rispetto per nessuno.

Tanto più se si tratta di un cittadino comune che, senza infrangere la legge e nel pieno rispetto delle regole, manifesta pacificamente la sua contrarietà a un provvedimento che ritiene sbagliato. A questo si è ridotto il giornalismo italiano? Sembrerebbe proprio di sì.

Anonimo ha detto...

Che strano
La figlia di Draghi fa affari con le case farmaceutiche ... sono tutti "nel formaggio"...
Un giorno verrà il Giudizio di Dio. Nel frattempo mala tempora per l'Italia!

Anonimo ha detto...

"... sono tutti "nel formaggio"..."

In nessun altro modo si spiega la sinistra presente in tutti i governi, eletti ed elettori tutti 'nel formaggio'.
Bravo!!!

Anonimo ha detto...

"La figlia di Draghi fa affari con le case farmaceutiche..."

Anche lei è un piezz 'core... e papà la mette in farmacia, nel grande stile finanziario che è proprio della famiglia.

...finanzia lu padre,
finanzia la madre,
finanzia la figlia della sorella,
era finanziere pure quella,
la famiglia di finanzieri...

Da La Verità ha detto...

Tutte le giravolte di una tessera da sciamani

All'inizio scadeva dopo sei mesi poi portati (non si sa perché) a nove. Per la validità occorreva attendere 14 giorni, ora è immediata. E che si fa con i vaccini che offrono coperture diverse? Le contraddizioni del certificato lo confermano: non ha una base scientifica.

Apriamo gli occhi! ha detto...

"Avete visto Report?"

In questi giorni tutti parlano della trasmissione di Ranucci.

Ribadiamo un concetto che per molti è antipatico e snob, ma che deve essere chiaro: trattasi di opposizione controllata.

Molti non vogliono sentire criticare i Report o i Fuori dal Coro perché, bene o male, almeno qualche verità esce fuori.
È vero, da Giordano o da Ranucci qualche briciola di verità passa e può servire a qualcuno, non v'e dubbio su questo.

Ma ricordiamo che:

«Il modo più intelligente per mantenere le persone passive e obbedienti è limitare rigorosamente lo spettro di opinioni accettabili, ma consentire un dibattito molto vivace all'interno di tale spettro – incoraggiando persino le opinioni più critiche e dissidenti. Ciò dà alle persone la sensazione che ci sia il libero pensiero in corso, mentre per tutto il tempo i presupposti del sistema vengono rinforzati dai limiti posti nel campo del dibattito.»

Stiamo parlando di trasmissioni che partono sempre con una premessa: "qui siamo tutti vaccinati con 850 dosi annuali, ci teniamo a sottolinearlo".

Si dirà che se non si affermano determinate cose non si può neppure iniziare a discutere. Ma è proprio questo il punto, se servono tali premesse, tutto il resto del dibattito è falsato, ci si trova in un recinto di finta opposizione.

In tutta risposta la gente, in un mix di soddisfazione e rabbia sbraiterà "Ora li censurano!", "La verità sta venendo a galla!".

In realtà cosa accade? Il teatro messo in piedi non fa altro che amplificare le dissonanze cognitive, oltre che far sbollire la tensione ("meno male che ci sono loro che li smascherano", pensano).
Nel frattempo il governo continua ad andare avanti come un caterpillar, mentre la gente si convince che ci sia qualcuno che sta indagando e che prima o poi la verità verrà fuori con gli input derivanti dai palinsesti televisivi.

Ci spiace deludervi ma non è così.
L'opposizione controllata è necessaria al sistema per dare una parvenza di contraddittorio.

Anonimo ha detto...

Dal "papa" non si aspetti niente altro che silenzio di tomba.

Ma non mi rassegno ha detto...

Stefano Puzzer può piacere o non piacere ma saperlo portato in questura per 5 ore e daspato per un anno da Roma per essersi seduto in una piazza a parlare con la gente pacificamente, fa capire che l'Italia è diventata un infame stato di polizia, per il quale non si può provare altro che disprezzo e schifo (ed altro che qui non si può scrivere)...

Anonimo ha detto...

Stefano Puzzer ha un cuore grande ed anche una mente intelligente e pregava a Trieste col Rosario, ss preghiera sollecitata da Maria da secoli per poterci aiutare, il dono dell'intelletto è uno dei doni dello Spirito Santo, e la sua mossa era molto intelligente, non la capiscono i plurilaureati ma l'ha compresa il nemico che approfittando forse di due sedie di plastica ed un tavolino di plastica( li aveva ritirati perchè gli avevano fatto rilievo in merito, l'ho sentito dire) gli hanno affibbiato un daspo di un anno: li ha terrorizzati, ora tocca ai romani ed a noi. Quanto all' om in piazza che sottende reincarnazione, demoni travestiti da angeli di luce e magari invocazioni all'anticristo, Dio ce ne liberi: preghiamo e digiuniamo ed in piazza preghiamo col ssRosario anche da soli, perchè questa è una guerra spirituale e va combattuta dai veri cristiani.

Anonimo ha detto...

@ 3 novembre 2021 09:00
Concordo.
Personalmente mi rivolgerei all'Avvocato Mauro Sandri, l'unico che ha tratto in salvo i ragazzi bloccati a Malta mentre i cosiddetti "parlamentari" profumatamente pagati e privilegiati per rappresentare solo se' stessi si giravano i pollici.
Per raggiungere l'Avvocato Sandri questo e' il link:
https://www.santalex.eu/

e permettetemi di aggiungere che dovremmo pagarglielo noi italiani facendo una bella colletta.

Anonimo ha detto...

L'immortale Enrico V

Anonimo ha detto...

La legge serve chi la scrive. Loro, non noi. Si devono utilizzare metodi extra-legislativi (o illegali, non si deve avere paura del termine). Ha ricevuto la daspo? Stia a Roma lo stesso. I romani che credono nella libertà lo aiutino. Si finisce in galera? Andiamo un galera. Anche solzenycin ci finì. Forza. Senza la loro legge. Seguire la legge significa darle credito. Quando lo capirete tutti si potrà iniziare non solo a lottare, ma a vincere.

Anonimo ha detto...

"... Si diventa — sia detto col massimo affetto — grotteschi."

Non è detto e non è vero. Nella mia vita, all'improvviso, mi son trovata a dire e fare parole e azioni che mai avevo detto o compiuto prima, né mai avevo pensato perché l'accaduto a me non era mai accaduto né mai lo avevo pensato neanche nel raggio delle mie fantasie. E invece in quegli attimi certamente il mio Angelo Custode entrò in azione attraverso me stessa e portò a buon fine l'imprevisto. Il risultato delle azioni di Stefano Puzzer, non è ancora visibile nella sua completezza e dal punto di vista spirituale mai lo sarà completamente. Anche Gesù lo si volle grottesco con la corona di spine e nulla vi era di divertente, gli stolti risero, pochi poi capirono e si ricredettero. Questo per dire che fino in fondo non conosciamo compiutamente neanche le azioni di Puzzer che abbiamo visto e rivisto nei video. Fin qui le sue azioni sono state nobili come le sue parole e ora tanto basta.

Forse cittadini onorari del paese rosso delle meraviglie. ha detto...

"L’apoteosi si è raggiunta quando Tiziana Panella ha lasciato parlare il collega Parenzo. “A Londra c’è un posto meraviglioso che si chiama Hyde Park, dove tutti i matti della zona di Londra, ma anche quelli che vengono da fuori, si mettono col banchetto e fanno il loro proclama”."

Essidue (neutro)sanno,essidue conoscono,essidue fanno i giornalisti,essidue possono permettersi ...

Anonimo ha detto...

I diritti di libertà vanno riconosciuti, purché non rechino molestia al Governo e al suo progetto di bene comune.
Così si riduce la convivenza civile a organizzazione burocratica e il diritto a insieme di disposizioni amministrative.
Trova le differenze con: fascismo italiano, comunismo sovietico, comunismo cinese.

Anonimo ha detto...

ANIMA NERA.
Mentre Matteo Salvini, per la prima volta da mesi compie la scelta giusta, decidendo di incontrare a Pistoria il legittimo presidente brasiliano Bolsonaro (persino il sindaco meloniano di Pistoia si era vergognosamente rifiutato di incontrarlo), l'anima nera della Lega, Giancarlo Giorgetti, propone apertamente un golpe istituzionale. Propone infatti che Draghi venga eletto presidente della Repubblica (per un settennato, poi si vedrà) continuando a guidare palazzo Chigi (cioè il governo) dal Qurinale. Insomma: un presidenzialismo incostituzionale modello Bonaparte, visto di quale assenza di autonomia goda oggi il Parlamento. La sinistra, sempre pronta a polemizzare con la Lega, non trova nulla da ridire nelle aberranti parole del paramassone di Varese. Costui infatti, come Giorgia Meloni (ma da molto più tempo) fa parte dell'Aspen Institute, la paramassoneria globalista e atlantista finanziata da tre grandi Fondazioni americane : la Rockefeller, la Ford e la Carnegie. Tutte e tre fanno parte del CFR (Council for Foreign Relations) che fu creato dai Rockefeller e dai Morgan alla fine della Grande Guerra e che di fatto dirige plutocratcamente la politica estera degli Usa. Giorgetti non è solo l'anima nera della Lega, ma di fatto è eterodiretto dalla finanza e dagli Usa. Che sembrerebbero avere deciso che l'Italia divenga il grande laboratorio politico della "società aperta" post-democratica.
Martino Mora

Anonimo ha detto...

STEFANO PUZZER, UNO DI NOI Come è noto, la Lamorgese Luciana non si occupa della sicurezza dei cittadini, dell'ordine pubblico e della criminalità organizzata o non, cresciuta esponenzialmente con l'ingresso illimitato, consentito e voluto, di genti straniere delle quali non si conosce né l'identità e né le condizioni sanitarie. Il giovanotto straboide, anche esso voluto, imposto, dal figlio di Bernardo Mattarella (come anche il Draghi Mario che si occupa di ben altro rispetto agli interessi nazionali e al bene comune dei cittadini) risponde ad interessi stranieri e non capisce una cippa di sanità pubblica e privata. In questo contesto si colloca il cd "DASPO" irrogato a Stefano Puzzer al quale viene impedito per un anno di essere presente a Roma. La Polizia di Stato ha scritto un'altra tristissima pagina della sua storia per assecondare il "potere" politico. Questo viene in primaria considerazione: hanno paura, hanno paura di un uomo mite, pacato, dedito al lavoro. E se gli occhi sono lo specchio dell'anima basta guardarlo negli occhi. Dunque, l'illegittimo governo ha paura, ha una paura fottuta che gli fa cadere ogni ultima maschera di decenza, mostrando tutta la sua bassezza morale ed evidenziando i suoi scopi illeciti. Né la Polizia di Stato e né i vertici ministeriali si preoccupano della illegalità del provvedimento adottato in violazione della legge che lo prevede e in violazione dell'art. 16 della Costituzione (che non esitano, in forza di condotte ripetute, a mettersi sotto i piedi). La Costituzione consente limitazioni di spostamento del cittadino sul territorio nazionale solo per ragioni di pubblica sicurezza o sanitarie. Ebbene, quale sicurezza mette a rischio Stefano Puzzer? La verità è che gli si vuole impedire di parlare. Hanno proprio un gran fottuta paura. Quali rischi rappresenta Stefano Puzzer per la salute pubblica? Egli diffonde malattie e contagi? Certo che no. Lo scopo è quello ancora di impedirgli di parlare contro la criminosa politica "sanitaria" di questo governo illegittimo. Contro la "compressione" (come dice incautamente e freudianamente il prefetto di Trieste) di diritti e libertà civili del cittadino, non negoziabili. Compressione rivolta ad altri scopi parimenti illeciti. Come sarebbe bello che i cd "Mille avvocati per la Costituzione" sottoscrivessero tutti il ricorso al Tribunale Amministrativo del Lazio, in difesa di Stefano Puzzer, per l'annullamento dell'illegittimo e indegno provvedimento. Io ci sono. Stefano Puzzer ha portato alla attenzione nazionale la Città di Trieste e voglio dunque concludere con le parole del grande Vescovo di Trieste, Antonio Santin: "Le strade della iniquità non sono infinite". Lo tengano ben presente coloro che saranno un giorno chiamati a rispondere della loro malvagità e del male che hanno fatto e che fanno a questa nostra sfortunata Patria.
AUGUSTO SINAGRA

Anonimo ha detto...

@ Martino Mora
Possibile non ci sia un vero giornalista d'inchiesta capace di verificare l'entita' dei conti all'astero?

Anonimo ha detto...

Per i clandestini che commettono reati fanno fatica a emettere fogli di via che poi vengono usati come carta igienica.
Per quest’uomo tutti mobilitati pronti e reattivi.
Nemmeno per Provenzano sono così efficienti.

Viator ha detto...

Parlo di un concetto più generale del certificato verde.
Visto che a Roma hanno deciso di allontanare con un daspo urbano un “criminale” armato di sedie e tavolino, immagino che la prossima volta che vado a Roma non troveró più accattoni, venditori abusivi, molestatori e bivacchi non autorizzati, ovvero tutti quei personaggi per il cui comportamento è stato istituito il daspo urbano. Anche perché tale misura è stata introdotta per contrastare il degrado cittadino.

Anonimo ha detto...

L'UOMO CON IL TAVOLINO

E’ bastato un uomo con un tavolino, che si è seduto pacificamente in Piazza del Popolo, per far scattare la reazione scomposta ed esagerata del governo: via da Roma per un anno.

Questo è il livello di paura che serpeggia in questi giorni ai piani alti del potere. Hanno avuto paura di un uomo con un tavolino.

Stefano Puzzer ha fatto una mossa geniale: “Visto che ci avevano promesso una risposta che non è mai arrivata – ha detto - vado io a Roma e mi siedo in piazza ad aspettare”. Nulla di più semplice e nulla di più eloquente allo stesso tempo. Quella presenza in piazza, con quelle sedie vuote davanti al tavolino di Puzzer, era un’immagine insopportabile per un governo di vigliacchi che non riesce a giustificare in alcun modo la scelta scellerata del green pass ai suoi cittadini.

E così è scattato l’allontanamento, rivelando il nervo scoperto dei nostri aguzzini: hanno paura.

Le piazze spaventano. A Trieste hanno usato la patetica scusa dei “contagi” per chiudere a tutti la piazza principale fino al 31 dicembre. La Confcommercio chiede lo stop alle manifestazioni del sabato pomeriggio, “perchè così si danneggia l’economia”. Le manifestazioni nelle varie città d’Italia vengono taciute nei telegiornali, affinchè gli italiani non sappiano. E un singolo uomo con un tavolino viene allontanato dalla capitale d’Italia, perchè in poche ore era riuscito a raccogliere intorno a sè centinaia di cittadini che erano venuti a dargli supporto.

Questo dimostra una sola cosa: è il momento di insistere. Abbiamo tutto il diritto di protestare, in modo pacifico, contro la privazione delle nostre libertà e contro il ricatto ignobile di un greenpass che lede ogni più elementare principio costituzionale.

Chiunque resti a casa oggi, pur potendo andare in piazza, potrà serenamente ritenersi responsabile nel giorno in cui ci accorgessimo che le nostre libertà individuali sono state soppresse per sempre. E quel giorno sarà troppo tardi per piangere.

Massimo Mazzucco

mic ha detto...

Non basta andare in piazza. E non penso abbiano paura. È che non sopportano che qualcuno metta in discussione e rischi di togliere efficacia alle loro narrazioni strumentali mascherate di scientismo (visto che è la pseudo-scienza il loro alibi per provvedimenti liberticidi contro ogni buon senso).
Ovvorre mettere in campo strategie sovranazionali, come sovranazionale è la cancrena che sta uccidendo la nostra civiltà.

Anonimo ha detto...

Come dicevano i normalisti fino a pochi giorni fa?
"Se vi fanno manifestare liberamente, significa che non siamo in dittatura"
Divieto di manifestare a Trieste, Udine, Pordenone, Gorizia, Treviso... e la daspo a Roma per Stefano Puzzer.
Vi serve altro?
Ora arrampicatevi sugli specchi!

Anonimo ha detto...

Non hanno paura di niente e di nessuno. Figuriamoci! Fanno tutto quello che vogliono. Stanno già pensando a come prolungare lo "stato di emergenza", il quale del resto non finirà mai finché non avranno completato il great reset e instaurato il nuovo ordine mondiale. Stanno facendo le stesse cose ovunque. Andranno avanti a furia di iniezioni, farse pandemiche e farse climatiche, fra l'entusiasmo generale. Non molleranno mai la presa. Mai. Credere il contrario vuol dire non conoscere coloro che hanno "per padre il diavolo".

Anonimo ha detto...

@ 3 novembre 2021 14:07
Completamente d'accordo!

Chi fa da se' fa per tre. ha detto...

Il fatto e' che i mezzi di comunicazione sempre piu' rapidi hanno accelerato l'avvento della oligarchia finanziaria.Vedete il parlamento italiano: nessuno fiata!Vedete la magistratura italiana:nessuno fiata! Vedete il personale medico italiano:fiatano solo 4 gatti!Guardate i sindacati italiani:tutti zitti e mosca!

Questo e' ! Punto e a capo: ha detto...

FOGLIO DI VIA PER 1 ANNO A STEFANO PUZZER
https://www.maurizioblondet.it/foglio-di-via-per-1-anno-a-stefano-puzzer/
Fa paura il Sig.Stefano Puzzer?
Certo che no!
I signori dal colletto bianco sono iper protetti, per loro e' solo una fastidiosa mosca.
Solo che il Sig.Stefano Puzzer e' il classico sassolino che disturba l'ingranaggio così bene profumatamente (!) oliato dei telegiornali e dei giornali dei vari Elkann e company.
Il sassolino Sig.Stefano Puzzer disturba piu' dell'Avvocato Erich Grimaldi del Comitato Cure domiciliari precoci.
Il sassolino Sig.Stefano Puzzer disturba piu'dell'Associazione Ippocrate.
Il sassolino Sig.Stefano Puzzer dev'essere schiacciato.

La via della mitezza ha detto...

A proposito delle varie notizie che circolano in rete fra cui che Stefano starebbe chiedendo asilo politico alla Svezia e cose simili, be sono tutte false. L'unica notizia sicura, me lo ha detto personalmente sua moglie poche ore fa al telefono è che Stefano è in viaggio verso Trieste, e che sta bene.

Ovviamente la vergognosa questione Daspo sarà impugnata per via legale e credo che quanto prima Stefano potrà tornare, come da dettato costituzionale dell'articolo 16, a potere andare e soprattutto per motivi politici in qualsiasi luogo della repubblica. Non si molla nulla. Solo si procede attraverso la via della mitezza. Lontano da contrapposizioni frontale più spettacolari che sostanziali.

Sappiamo bene che altre persone in una situazione del genere, forti di un formidabile appoggio popolare come lo ha Stefano, avrebbero colto la palla al balzo per esasperare le cose.

Stefano no, coerentemente con il suo aver sempre parlato di rispetto della costituzione e della legge, di resistenza pacifica, dimostra ancora una volta la mitezza, la pacatezza, la ragionevolezza di questo grande uomo, che con umiltà si rimette alla guida della sua macchina e macina chilometri con la stanchezza e la tensione addosso per tornare a Trieste.

Il governo ha invece completamente perso le staffe lasciando cadere a terra ormai definitivamente la maschera con cui interpreta il carnevale della democrazia, cosi ora lo abbiamo visto tutti in faccia il vero volto del governo.

mic ha detto...

In fondo Stefano la risposta l'ha ottenuta. Quella vera, senza più maschere...

Ave Maria! ha detto...

Carissimi siamo tutti invitati a partecipare almeno al S.Rosario ; per la nostra santificazione, per la santificazione di Vescovi e Sacerdoti, per il Sig.Stefano Puzzer e per la nostra causa comune:la conversione degli empi,la salvezza della loro anima,l'anticipazione dell'Avvento del Cuore Immacolato di Maria !

LUX MUNDI
Appuntamento con il Catechismo della Chiesa Cattolica
5° Comandamento: Non uccidere

Mercoledì 3 novembre 2021
ore 20.30: S. Rosario
ore 21.00: Catechesi

YT
https://youtu.be/IJqHbGWWERw

FB
https://bit.ly/3nUhteb

https://bit.ly/2ZTCz4s

Vi aspetto tutti…Don L:uca Paitoni

Anonimo ha detto...

PUZZER, DRAGHI MOLLI IL MINISTRO LAMORGESE

L’unanime condanna da parte della Camera dei deputati del Daspo emesso nei confronti del sindacalista Puzzer, al quale va la mia solidarietà, mette in mostra l’ennesimo scivolone del ministro Lamorgese. Arrivare a comminare un anno di divieto a entrare nella capitale a un cittadino che pacificamente manifestava in piazza del Popolo, ha il chiaro sapore di un intimidazione rivolta a chiunque intenda contestare provvedimenti del governo. Una decisione liberticida e palesemente anticostituzionale di cui si chiede l’immediata revoca. Cosa sta accadendo al Viminale? I mancati rimpatri degli immigrati clandestini in piena pandemia, gli agenti infiltrati che scuotono i blindati della stessa polizia di cui fanno parte e poi picchiano brutalmente un manifestante inerme, l’autorizzazione data a Forza nuova per recarsi sotto la sede della Cgil da cui è scaturito il famigerato assalto che ha cambiato verso alla campagna elettorale e, ora, l’espulsione di Puzzer. Una spirale senza precedenti che necessita un intervento non più rinviabile di rimozione del Ministro dell’interno. Il presidente Draghi ne prenda atto e lo induca a fare un passo indietro. Chi non la pensa come Draghi deve poter manifestare il proprio dissenso liberamente, con l’unica condizione di farlo civilmente e pacificamente. E poi questa modalità finirà per irrobustire gli scettici del vaccino invece che persuaderli. Un boomerang oltre che una violenza intollerabile.
(Fabio Rampelli)

Anonimo ha detto...


Il foglio di via imposto a Stefano Buzzer appare un provvedimento ridicolo e ottuso, prima ancora che ingiusto.
Buzzer comunque, per esser precisi, non è stato "arrestato". È stato "fermato" e condotto al Commissariato per accertamenti, conclusisi con l'irrogazione del suddetto provvedimento (di per sé un provvedimento amministrativo di pubblica sicurezza più che legittimo nell'ambito della discrezionalità legale concessa ai funzionari di polizia - solo che in questo caso è stato usato nel modo sbagliato, facendo persino cadere nel ridicolo chi l'ha ispirato).
La situazione generale resta molto difficile. Ma certi bollenti spiriti, che traspaiono da qualche intervento, andrebbero comunque calmati.
La nostra battaglia (giova ripeterlo) è per forza di cose soprattutto culturale, in appoggio a tutte le iniziative valide contro la c.d "dittatura sanitaria" e le sue evidenti ingiustizie.

Anonimo ha detto...


In base alla nostra Costituzine il Presidente del Consiglio non può cacciare un ministro dal suo esecutivo.
Può solo "indurre l'indesiderato a fare un passo indietro".
È una delle lacune della nostra Costituzione, scritta da politici che sembravano perseguitati dal fantasma di Mussolini.
IL presidente del Consiglio dà un indirizzo e "consiglia" ma non ha i poteri del capo di un vero esecutivo.

Anonimo ha detto...

Stefano Puzzer
Ciao a tutti sono rientrato a Trieste dalla mia famiglia.
Prima sono passato dalla questura perché dovevano essere sicuri che fossi arrivato e mi hanno controfirmato il foglio di via.
Grazie a tutti per l affetto le dimostrazioni di stima.
Vi voglio bene buonanotte.
La gente come noi non molla mai.

Anonimo ha detto...

Noi ti vogliamo bene, Stefano.
Buonanotte a te e alla tua famiglia, Dio vi benedica!
La gente come noi non molla mai.

Anonimo ha detto...

Come mai il foglio di via solo a Puzzer? Erano in 3 da Trieste ma solo lui è stato portato in caserma.... che poi hanno eseguito gli ordini dall'alto ed in alto ci sono i Draghi, Speranza, Lamorgese... lo ha detto Stefano : sono stati gentili ma hanno dovuto eseguire gli ordini superiori... ed in piazza ci stavano centinaia di persone perchè non li hanno portati tutti in caserma con daspo? ... Stefano che si dichiara credente con in tasca il ss rosario voleva anche chiedere chiarimenti sulla costituzione violata e perchè ci sono 2 papi, bravo Puzzer, più acuto di tanti scribi odierni. Ci sta il video in cui dice queste cose nell'intervista a cento giorni da leone...

Anonimo ha detto...

Ma come Genny a' carogna ha fatto casini dappertutto, compiendo diversi atti passibili di denunce e solo dopo anni di scorrerie, che manco i Vandali, è stato fermato, ma si sa che a Napule entra lo stesso e nessuno fiata, e Puzzer in meno di 24 h. viene trattato come un criminale comune? Qualcosa non mi torna, il ministro degli interni andrebbe rimosso subito, ma non lo faranno, intanto Open Arms, notoria società a delinquere atta allo scarico indiscriminato di occupatori, ha ricevuto in dono da un magnate una nave molto più grande e dotata pure di elicottero per localizzare meglio i barconi degli invasori, siccome la ong è battente bandiera spagnola, rifiutare il porto sicuro e lasciare andare come fa Malta, no? Allora cari amici del blog un po' in là cogli anni, dovremo pregare per i nostri nipoti e pure tanto......

Anonimo ha detto...

https://www.youtube.com/watch?v=S6JJ8uEY8QI

Intervista a Stefano Puzzer da parte di Cento Giorni Da Leoni

Anonimo ha detto...

Ma perché limitare il diritto a manifestare se anche Burioni dice che all'aperto per questo tipo di virus la trasmissione è drasticamente abbattuta?

Ah, già! È un virus che circola solo se si manifesta in quel di Trieste.
Scusate...come non detto.

(Chi ha orecchie per intendere, intenda!)

mic ha detto...

L'avevo detto che c'era un po' di tutto. Il testo che riprendo di seguito chiarisce la posizione della poliziotta e di annessi e connessi

SULLA MANIFESTAZIONE “VENERE VINCERÀ” DI ALESSANDRA NUNZIA (NANDRA) SCHILIRÒ

La manifestazione per sole donne organizzata dalla Schilirò per il prossimo 14 novembre a Firenze è un rito magico pubblico come spiegano gli organizzatori che di seguito elenco:

ALBERTO FERRARINI, motivatore di campioni e numerologo. Nel video dice che pratica la magia bianca e spiega cosa significa “Venere vincerà” (vince-era-di-Venere). È un rito nel corso del quale ci si inchina a Venere essendo il 2022 il suo anno. Venere ha la stessa frequenza della Maddalena e la Maddalena ha come simbolo il giglio. Stesso simbolo appartiene a Trieste, Parigi e Firenze, quest’ultima città scelta per la manifestazione proprio per il valore simbolico che sottende. Il mondo cambierà grazie a una donna che risveglierà l’energia femminile.

MICHELE GIOVAGNOLI: scrittore, alchimista e amante del bosco. Lascia la sua benedizione agli organizzatori della manifestazione.

ALESSANDRA NUNZIA (NANDRA) SCHILIRÒ: la dea Venera è legata alla Maddalena, che era il discepolo più amato da Gesù Cristo. Bisogna leggere i vangeli apocrifi per comprendere perché il Cristianesimo che ci è stato trasmesso è frutto della manipolazione degli uomini. Il santo graal va interpretato come il ventre della Maddalena.
Bisogna partecipare alla manifestazione di Firenze per risvegliare l’energia femminile. Si tratta infatti di un rito al quale si partecipa con una sciarpa rosa e una candela bianca. Conclude ricordando le 30 milioni di streghe bruciate sul rogo tra il Medioevo e il Rinascimento (donne coraggiose, intelligenti, ribelli rispetto al potere, sacerdotesse e vestali custodi de fuoco sacro).

AVV. LINDA CORRIAS: ribadisce la necessità di liberare l’energia femminile e del valore simbolico dei numeri 6 e 9.

DOTT. ERMINIA FERRARI: partecipa alla discussione condividendo quanto detto sull’esistenza e affermazione dell’energia femminile.

Alla luce di quanto letto e ascoltato (verificabile sul canale telegram https://t.me/venerevincera e nel video https://www.facebook.com/AlbertoFerrarini/videos/421266606048356/), appare evidente che per un cattolico è inconcepibile partecipare a manifestazioni che contrastano il primo comandamento.

« Io sono il Signore, tuo Dio, che ti ho fatto uscire dal paese d'Egitto, dalla condizione di schiavitù: non avrai altri dei di fronte a me. Non ti farai idolo né immagine alcuna di ciò che è lassù nel cielo, né di ciò che è quaggiù sulla terra, né di ciò che è nelle acque sotto la terra. Non ti prostrerai davanti a loro e non li servirai » (Es 20,2-5).24

Rappresentano violazione del primo comandamento, secondo il Catechismo della Chiesa Cattolica, la superstizione, l'idolatria, la divinazione, la magia, la stregoneria, lo spiritismo.

Il fine (combattere la vaccinazione di massa, il green pass, la conclamata dittatura) non giustifica i mezzi.
Non si combatte il demonio usando le sue armi, perché significherebbe farlo vincere in ogni caso.

mic ha detto...

Ciò che sgomenta è che in molti, soprattutto donne, potrebbero aderire a queste tesi strampalate!