venerdì 12 novembre 2021

Mons. Viganò: "Dopo la crisi sanitaria arriverà quella ecologica e transumana"

Il dr Robert Kennedy jr. con la sua Fondazione sarà in Europa nei prossimi giorni [vedi] e parteciperà a due importanti eventi, a Milano e a Berna in Svizzera. Oggi, Venerdi 12, a Berna ci sarà una grande manifestazione, in occasione della quale è stato chiesto a mons. Viganò di offrire un Messaggio, che riprendo di seguito. Qui il video. Qui l'indice a precedenti e correlati.

Messaggio dell’arcivescovo Carlo Maria Viganò, già nunzio apostolico negli Stati Uniti d’America, per la manifestazione contro le misure pandemiche nella Confederazione elvetica

Cari amici, molti di voi non avrebbero mai pensato che la Svizzera avrebbe alla fine seguito l’Italia ed altre nazioni nell’adeguarsi supinamente ai diktat dell’élite anche in materia di emergenza pandemica. La vostra Confederazione, infatti, è già molto avanti rispetto ad altri Paesi sulla via della globalizzazione e l’impronta del Nuovo Ordine Mondiale è molto marcata nella vita delle grandi città svizzere. E come alla Svezia sono stati risparmiati i lockdown e le mascherine, avreste creduto che anche in Svizzera le misure di presunto contenimento del contagio non avrebbero adottato il fallimentare modello di cui l’Italia è invece tragico esempio. D’altra parte, avendo il World Economic Forum la propria sede proprio a Davos, potevate sperare che Klaus Schwab vi avrebbe evitato di sperimentare in prima persona quel che attende l’umanità intera, se solo lasciamo portare a compimento il suo delirante Great Reset[1], condiviso dall’Onu con il nome di Agenda 2030[2]. Eppure, se pensate a quello che vi è stato mostrato il 1° giugno 2016 con l’inaugurazione del traforo del San Gottardo, vi dovreste essere fatti un’idea circa i principi ispiratori di questo Nuovo Ordine[3].

Voi siete qui, oggi, per protestare contro l’inasprimento di misure sanitarie e di controllo, adottate dal governo federale elvetico con il pretesto della cosiddetta pandemia. Quello che si prospetta per la Svizzera, come sapete, è stato adottato in tutto o in parte anche in altre nazioni, tra cui l’Italia e la Francia. La discriminazione per i non vaccinati è già una realtà in molti Paesi, così come il tracciamento dei cittadini tramite passaporto vaccinale, la sospensione dello stipendio per chi non si sottopone al controllo e la possibilità per le autorità pubbliche di legiferare in deroga alle leggi ordinarie e alla stessa Costituzione.

Ma lasciatemi porvi qualche domanda.

Voi protestate per una limitazione delle vostre libertà costituzionali, o perché vi rendete conto che queste prime misure di controllo sono solo il primo passo di un progressivo annullamento della vostra libertà individuale, assorbita da uno Stato/Medico che decide al posto vostro come curarvi, di uno Stato/Padrone che decide se e quando potete uscire di casa, lavorare, andare al ristorante, viaggiare?

Voi state manifestando contro il green pass ma accettate comunque la narrazione sulla pandemia e sui vaccini, o avete compreso che questa farsa colossale si basa su un virus prodotto in laboratorio, diffuso per creare un’emergenza pandemica che desse il pretesto per mettere sotto controllo l’umanità intera?

Siete scesi nelle piazze perché vi dà noia dover scannerizzare il vostro QR-code per entrare in ufficio e in fabbrica, e comunque vi siete inoculati il siero genico sperimentale, o vi è ben chiara l’inefficacia di questi cosiddetti vaccini, il rischio di effetti avversi anche gravi a breve e lungo termine, e l’assenza di responsabilità per le case farmaceutiche che vi stanno usando come cavie e che se vi ammalate o morite non dovranno risarcire alcun danno né rispondere penalmente ad alcun tribunale?

E infine: avete deciso di protestare perché la libertà che invocate di non essere sottoposti a controllo sanitario, è quella stessa libertà in nome della quale ritenete giusto il diritto di uccidere i figli nel ventre materno, gli anziani e i malati nel letto d’ospedale? Quella stessa libertà che legittimerebbe le unioni omosessuali e la teoria gender? È questa la libertà a cui vi appellate? La libertà di offendere la Legge di Dio, di bestemmiare il Suo Nome, di violare la legge naturale che Egli ha inscritto nel cuore di ogni uomo?

Perché se ciò che voi volete è solo essere liberi di fare quello che vi pare, la vostra manifestazione non ha senso: sono proprio quelli che vi parlano di parità di genere, di diritto alla “salute riproduttiva”, di eutanasia, di maternità surrogata e di libertà sessuale che oggi vi tengono tutti in pugno, decidendo cosa è giusto per voi in nome del “vostro bene”, della salute pubblica o della tutela del pianeta. Sono loro che tra un po’ uniranno il green pass con il vostro ID digitale, con il vostro conto corrente, con la vostra posizione fiscale, retributiva, contributiva e sanitaria, e così facendo – per il “vostro bene” – potranno decidere se potete lavorare, viaggiare, andare al ristorante, comprare una bistecca o piuttosto degli insetti.

Quella libertà vi ha fatto credere di essere “liberi”, mentre chi vi vuole servi obbedienti vi lascia scorrazzare allungando il guinzaglio, dandovi l’illusione di poter fare quello che volete, di avere “il diritto” di abortire, di vivere contro i precetti della Morale naturale e cristiana, di potervi comportare come se Dio non esistesse, come se non doveste mai presentarvi davanti a Lui il giorno del giudizio.

Ma questa non è libertà: è licenza, è libertinaggio. La libertà di dannarvi l’anima, non certo quella di vivere onestamente e di meritare il paradiso. La vera libertà è invece la facoltà di agire nei limiti del Bene, ed è questa la libertà a cui dovete ambire, questa la libertà che dovete rivendicare con coraggio e con fierezza, questa la libertà che «vi farà liberi» (Gv 8, 32).

La libertà di scegliere di non lasciarvi ingannare dalle promesse di chi vi prospetta un futuro migliore ecosostenibile, inclusivo, tollerante, resiliente e gender fluid, mentre vi costringe a comprare solo i prodotti che ha reso disponibili su internet, a ordinare pranzo e cena con il delivery, a farvi curare con la telemedicina, a seguire le lezioni in didattica a distanza, a non andare in ufficio con lo smart working.

Parlo della libertà di dire di no a chi, prospettando un progresso nel mondo del lavoro e mostrandovi con entusiasmo il tempo libero di cui potrete godere con un orario ridotto, vi sta riducendo lo stipendio, eliminando le tutele sindacali, privando dei mezzi di sussistenza per mantenere una famiglia, costringendo a vivere in appartamenti sempre più piccoli, sempre più anonimi, sempre più in periferia. Dire di no a chi prima vi priva dell’autonomia di un lavoro creando disoccupazione e eliminando le specializzazioni professionali, e poi vi offre il reddito di cittadinanza con cui rendervi schiavi, ricattati da uno Stato che decide a che condizioni potete lavorare.

La libertà che dovete rivendicare è quella di non accettare supinamente la narrazione mediatica, la colossale frode di un’intera categoria asservita all’élite, impegnata nella diffusione di menzogne e nella censura della verità, pagata per assecondare il potere e reprimere il dissenso; la libertà di pretendere che i giornalisti ritrovino la dignità dell’etica professionale, della deontologia, e non l’infamia dell’asservimento cortigiano a padroni mai sazi di potere.

La libertà di parola che dovreste invocare tutti voi, e soprattutto quanti tra voi hanno ruoli di responsabilità o svolgono professioni legate all’attuale emergenza – medici, paramedici, forze dell’ordine, magistrati, politici – è la libertà di svelare la corruzione, i conflitti di interesse, le connivenze, i silenzi, le complicità di un sistema che si regge sull’inganno, sulla frode, sul terrorismo psicologico e sulla manipolazione della realtà. La libertà di negare il proprio consenso ad un crimine contro l’umanità compiuto con spietata determinazione.

Possiamo chiederci se, con la vittoria di questo referendum del 28 novembre, qualcosa cambierà. La Costituzione elvetica privilegia la partecipazione attiva dei cittadini e darà un forte segnale al Consiglio federale perché desista dai suoi intenti. Ma non pensate che la vostra battaglia per i diritti fondamentali si esaurisca qui: l’attacco è globale ed occorre che ciascuno sia ben consapevole della minaccia che incombe su tutti noi.

Non è, questo, uno scontro nel quale possiamo vincere il comune nemico con sole forze umane: è una battaglia epocale, in cui sono in gioco i destini dell’umanità nel suo insieme e quelli di ciascuno di noi singolarmente, nel tempo e nell’eternità. Ne va della nostra stessa vita, della nostra identità, della nostra individualità. E soprattutto: i fautori del Great Reset sono intrinsecamente anticristiani e anticristici, perché questo “Nuovo Ordine” altro non è che il caos infernale.

Vi è data la possibilità di decidere. Non tanto se il green pass sia illegittimo, ma se volete rinnegare definitivamente quel che rimane della vostra libertà, lasciandovi imporre l’incubo distopico di una tirannide oggi sanitaria, domani ecologica o transumana. E che Dio assista e protegga i Suoi.
_______________________________
[1] Cfr. il sito del World Economic Forum: https://www.weforum.org/great-reset/
[2] Cfr. il sito delle Nazioni Unite: https://unric.org/it/agenda-2030/
[3] https://www.youtube.com/watch?v=g0B28vi3u8c

28 commenti:

Anonimo ha detto...

Per chi non lo sapesse, il Dr. Robert Kennedy Junior, che onora il nome che porta, è il figlio postumo del Sen. Robert Kennedy.

mic ha detto...

A chi critica mons. Viganò definendolo, oltre a no vax, «...la punta di lancia della resistenza curiale del clericalismo anti-bergogliano», Andrea Sandri risponde:

Denunciò la lobby gay presente nell'episcopato USA: un cardinale è stato costretto alle dimissioni dallo stesso Papa. Quanto ai terrapiattisti segnalo questo interessante convegno di socialisti non fabiani:
Generazioni Future - Mattei Cacciari Agamben - Le Politiche Pandemiche
https://www.youtube.com/watch?v=n_fgI0yBPXc

Anonimo ha detto...

Se uno usa il proprio cervello, il proprio senso critico e' un no-vaccino che lo ribadiamo per la milionesima volta vaccinonone' visto che il virus non e' stato isolato!!

Anonimo ha detto...

Grazie sentinella Mic!

Anonimo ha detto...

Stavo ascoltando alcuni minuti dell'incontro "Le politiche pandemiche" organizzato da Generazioni Future Rodotà, con ospiti Ugo Mattei, Massimo Cacciari, Giorgio Agamben. Nei primi minuti Mattei e Geminello Preterossi si chiedevano che posizione avrebbe preso oggi Rodotà rispetto al Green Pass e alle nuove tecno-politiche. Ho trovato un testo profetico e orwelliano dello stesso Rodotà risalente al 1973, totalmente innovativo rispetto alle letteratura giuridica del tempo, ripubblicato nel 2018 da Jovene, che merita di essere letto.

"La novità fondamentale introdotta dall'elaboratore consiste nella trasformazione di informazioni disperse in informazione organizzata. Infinite sono le tracce che ciascuno lascia durante le sue giornate: contravvenzioni per infrazioni al codice stradale, soggiorni in albergo, rimborsi da enti mutualistici, denunce a fini fiscali, operazioni di cambio di valuta, acquisti soggetti a registrazioni, operazioni bancarie, domande amministrative (passaporto, patente di guida, porto d'armi, ecc.), e via dicendo. Ciascuno di questi dati, considerato a sé, può essere poco o nulla significativo: meglio, poco o nulla dice al di là della specifica questione a cui direttamente si riferisce. Nel momento in cui diviene possibile conoscere contemporaneamente e connettere tutta la massa delle informazioni riguardanti una determinata persona, ecco che dall'intreccio delle relazioni emerge un profilo complessivo del soggetto considerato, che ne permette la valutazione e il controllo da parte di chi dispone del mezzo idoneo ad effettuare tali operazioni".

tralcio ha detto...

Mi ha impressionato la progressione delle domande di Mons. Viganò.

1-Voi protestate:
A-per una limitazione delle vostre libertà costituzionali,
B-o perché vi rendete conto che queste prime misure di controllo sono solo il primo passo di un progressivo annullamento della vostra libertà individuale?

2-State manifestando:
A-contro il green pass, accettando la narrazione sulla pandemia e sui vaccini,
B-o avete compreso che questa farsa colossale si basa su un virus prodotto in laboratorio, diffuso per creare un’emergenza pandemica che desse il pretesto per etc etc?

3-Siete scesi nelle piazze
A-perché vi dà noia dover scannerizzare il vostro QR-code per entrare in ufficio e comunque vi siete inoculati il siero genico sperimentale,
B-o vi è ben chiara l’inefficacia di questi cosiddetti vaccini, il rischio di effetti avversi anche gravi a breve e lungo termine etc etc?

4-Avete deciso di protestare perché la libertà che invocate
A-è quella stessa libertà in nome della quale ritenete giusto il diritto di uccidere i figli nel ventre materno etc etc? La libertà di offendere la Legge di Dio, di bestemmiare il Suo Nome, di violare la legge naturale che Egli ha inscritto nel cuore di ogni uomo?
B-o un altra?

Le combinazioni di risposta possono essere:
AAAA
AAAB
AABA
ABAA
BAAA
AABB
ABBA
BBAA
ABAB
BABA
BAAB
ABBB
BABB
BBAB
BBBA
BBBB

Mons. Viganò in questo scritto non sviluppa la descrizione corrispondente a 4B.

Se siamo arrivati a BBBB ogni soluzione solo umana è deludente: negli altri casi spereremmo ancora in una qualche via d'uscita giuridico-sanitaria.
Ci sono 15 combinazioni per essere contro il great reset che ci lascerebbero con una palla al piede, in modi differenti. Poi c'è la risposta che prevede il greatest reset.

Anonimo ha detto...

Come parla La Stampa del convegno segnalato da Sandri

https://www.lastampa.it/torino/2021/11/11/news/il_convegno_che_unisce_i_no_pass_a_torino_le_prove_di_un_movimento-406665/

Da La Verità oggi ha detto...

L’analisi choc di Mario Menichella (Fondaz. Hume, diretta da Luca Ricolfi) sugli effetti avversi del vaccino Covid. Morti per milione di dosi 20 volte superiori a altri vaccini nei precedenti 10 anni. Urge dibattito, senza anatemi o scomuniche

Voi che ne pensate? ha detto...

A proposito di Puzzer con Cacciari e Mattei ricordato sopra c'è chi dice:

TRAPPOLA DEL SISTEMA PER INGENUI
Questo è qualunquismo, come il Movimento 5 Stelle, ovvero un recinto preconfezionato dal Sistema per tenere sotto controllo le pecore che escono dal gregge!
No! Non fidatevi! Se opposizione al Sistema deve esserci, questa deve essere radicale e non circoscritta al Green Pass. Il Nemico è il mondialismo progressista in tutti i suoi contenuti!
Io con questi non posso stare, è una questione di logica e di coerenza con le mie battaglie di sempre!

Anonimo ha detto...

Quindi, non è che si navighi a vista, ma è tutto programmato da tempo. La pandemia è solo un pretesto.
Castellaz Giovanni

Anonimo ha detto...

' Voi che ne pensate? '

Personalmente ne penso bene. Gli ospiti erano di ottimo livello. Agamben splendido, peccato il tono della voce basso, da riascoltare.
Quasi tutti sono professionisti noti, che stanno combattendo da tempo in solitaria e questa volta si son riuniti per confrontarsi. Ho sentito citare la presenza di Puzzer, che ha fatto benissimo ad essere andato ad ascoltare, sono momenti dove tutti abbiamo imparato molto. Veramente grazie agli organizzatori, a Mattei in particolare!

mic ha detto...

Questo il titolo:
La Corte Costituzione avverte il Governo sulla proroga dell’emergenza: “Non più tollerabile la compressione dei diritti costituzionali oltre il 31 dicembre”.

Leggo e la sentenza riguarda gli sfratti... ma di fatto, penso, se vale per il diritto di proprietà,
dovrà pur valere per il diritto al lavoro ad esempio e altri diritti fondamentali...

Al n.15 del “Considerato in diritto” della Sentenza si legge:

“Mette conto, infine, rilevare che, se l’eccezionalità della pandemia da COVID-19 giustifica, nell’immediato e per un limitato periodo di tempo, la sospensione dell’esecuzione dei provvedimenti di rilascio degli immobili (anche perché, in particolare, vi è stato, da parte del legislatore, un progressivo aggiustamento del bilanciamento degli interessi e dei diritti in gioco, nei termini sopra indicati), d’altra parte però questa misura emergenziale è prevista fino al 31 dicembre 2021 e deve ritenersi senza possibilità di ulteriore proroga, avendo la compressione del diritto di proprietà raggiunto il limite massimo di tollerabilità, pur considerando la sua funzione sociale (art. 42, secondo comma, Cost.)”.

Anonimo ha detto...

La china che porta "le masse [...] in una situazione che impedisce loro di rendersi conto della violazione della Costituzione" comincia laddove si pretende di definire ed imporre in pezzi di carta i diritti e doveri dell'essere umano e delle nazioni. "Una volta perduta, questa consapevolezza non può essere artificialmente recuperata". È pertanto assolutamente inutile chiamare Mattarella "traditore". Dei veneti non è certo un traditore, nemmeno degli uomini liberi. Semmai è un rivelatore, di verità juengeriane:
"Lunghi periodi di pace favoriscono la convinzione che l'inviolabilità del domicilio si fondi sulla Costituzione, che di essa si farebbe garante. In realtà l'inviolabilità del domicilio si fonda sul capofamiglia che, attorniato dai suoi figli, si presenta sulla porta di casa brandendo la scure".

Anonimo ha detto...

Che Draghi si sia veramente svegliato? C'è da credergli?

https://www.askanews.it/video/2021/11/12/migranti-draghi-per-italia-sbarchi-insostenibili-accordo-ue-20211112_video_19370562/

Anonimo ha detto...

Una società che non si protegge da coloro che la minacciano è destinata all’estinzione, così come un corpo che non si difende dalle malattie ne è colpito e muore. Per questo motivo la Chiesa Cattolica si è sempre preoccupata sia di estirpare le minacce interne sia di prevenire e combattere quelle esterne. D’altra parte, nessun buon governante metterebbe in pericolo i propri cittadini sapendo che vi è un potere occulto che progetta un colpo di stato o che cerca di infiltrare delle spie.....

Anonimo ha detto...

' Voi che ne pensate? '

Dopo anni di detti e contraddetti, di menzogne e manipolazioni di chiesa, di stato, di stampa, di regime viene naturale pensar male di tutti anche della propria madre...ma così non si può vivere, allora per amor di Dio e amor proprio si rinnova l'umana fiducia al prossimo, sperando che sia Dio, Padre Figlio e Spirito Santo, a trasformare i cuori di pietra in cuori di umana onestà.

Anonimo ha detto...

Mons. Viganó ha il coraggio della verità e una vista d'aquila: il suo sguardo è a 360• e non teme di gridarla dai tetti, delle piazze, essendone venuta l'ora. Una sintesi formidabile che mette il dito sulla piaga delle piazze: gli om con il sono dio di me stesso,gli sponsor gay, l'assenza di Dio,le quote rosa Schiliró col sacro femminino di Venere.... No, Venere NON vincerà.

Anonimo ha detto...

Concordo pienamente. Si tratta di petardi bagnati, di una trappola per infinocchiare quanta più gente possibile.
Così come, a tempo suo, sono state solenni trappole col fiocco gli indulti, il motu proprio e i compromessi con l'errore (voi riconoscete il Concilio Vaticano II, la validità è la bontà del Novus Ordo Missae e noi vi concediamo le chiese, la possibilità di celebrare il Vetus Ordo Missae (lo chiamano così, ma in realtà si tratta del S. Sacrificio della Messa!), almeno fino a quando lo riterremo opportuno e poi con la preghiera del Venerdì Santo che sappiamo cambiata). Infatti, il 16 luglio 2021 è finita la storia del Vetus e del Novus e di ogni pia ingenua illusione.
Agli infinocchiati dagli indulti, da Salvini e compari, io grido: non lasciatevi infinocchiare da Puzzer, Cacciari e Mattei... e in guardia pure da Putin!

Interessante ha detto...

https://www.google.com/amp/s/www.ilmessaggero.it/AMP/vaticano/vaticano_vigano_no_vax_covid_papa_francesco_rai_bruno_vespa-6313569.html

Non l'ha detto Viganò ma evidentemente non è il solo a mettere in guardia ha detto...

Lo stato d'emergenza

Lo stato di emergenza non finirà: c’è l’intenzione di trasformare il Green Pass in uno strumento di controllo e sorveglianza permanente sempre più pervasivo.

- Massimo Cacciari, Torino 11.11.2021

Già Goering aveva messo in pratica il concetto di emergenza in occasione dell’incendio al Reichstag. Ora si comincerà a fare il controllo e la mappatura del Dna: l’eugenetica non l’ha inventata il nazismo.

- Mariano Bizzarri, Torino 11.11.2021

Anonimo ha detto...

Il "Che Dio lo perdoni" rivolto da Bruno Vespa a Mons Viganò è evidente segno di smisurata presunzione basata sul vuoto assoluto. Qualcuno dovrebbe spiegargli che tra i due il perdonando è proprio lui... ma non recepirebbe

Anonimo ha detto...

"ma come, disse a Gianni Rivera, non lo sai che nessun sessantenne ha avuto problemi col vaccino? mi meraviglio di te, Gianni". Era sicuro che non avrebbero consentito va nessuno di smentirlo, i suoi mentori. Così Burioni, che definì Rivera " campione nello sport, ma babbeo nella vita". Chi ha bisogno di perdono? Ma difficilmente lo chiederanno, accecati come sono dal loro delirio di onnipotenza, dalla loro superbia e supponenza. Peccato, si destinano da soli a finire all' inferno, peccato...

Anonimo ha detto...

https://www.localteam.it/video/robert-kennedy-a-milano-strette-di-mano-tra-la-folla?jwsource=fb&fbclid=IwAR0ck5kcbRzi01hsAKAyxGBtEcEPQ65-Sdn88qu1neHNoWtykiwZkYH74F8

mic ha detto...

Si sono focalizzati su quell'ha detto proprio che «uccidevano deliberatamente i contagiati».
C'è da riflettere che anche nella giusta e sacrosanta denuncia pesare di più le parole aiuta a non prestare il fianco alle malevole strumentalizzazioni degli allineati...
Infatti tanto è bastato per delegittimare un discorso complesso, drammaticamente serio e importante.

https://www.liberoquotidiano.it/news/personaggi/29409967/monsignor-vigano-no-vax-dimartedi-bruno-vespa-indiscrezioni-vaticano.html

Anonimo ha detto...

...perchè non cita piuttosto gli om o la Schiliró? Puzzer non fa la terza dose perchè ora ha capito, si dice credente e recita il ss rosario, e non afferma di voler denunciare chi lo chiama un infiltrato... come invece la Schiliró minaccia dicendo di aver interrotto i legami vaticani e non smentendo i legami attribuiteli con le logge...

Anonimo ha detto...

Ormai sono a un livello di parossismo totale per cui mentono e falsano tutto senza pudore qualsiasi cosa si dica: si tratta ormai di denigrazioni illogiche e false a chiunque usi ancora la ragione. Non temeteli e dite la verità, sono ormai nella follia illogica...

Che pena... ha detto...

Nobile: Bruno Vespa vs. mons. Viganò. Che pena…
https://www.marcotosatti.com/2021/11/15/nobile-bruno-vespa-vs-mons-vigano-che-pena-che-dio-lo-perdoni/

giornalista. ha detto...

https://gloria.tv/post/HBs8np4ks1qU4iSurozziittD
Giulietto Chiesa Morte: 26 aprile 2020