martedì 23 novembre 2021

Questa la sapevate? Il DNA umano contiene la Firma del Padre Creatore.

Ringrazio il lettore che mi segnala il testo che segue. Sarò grata a chi potesse confermarne l'attendibilità. Interessante trovare chiavi di lettura significative in ogni aspetto della realtà fisica e fisiologica. L'ordine e la bellezza ci riorientano e ci consolano.

Il DNA umano contiene la Firma del Padre Creatore. Oggi lo dimostra la biologia molecolare.
La forza che tiene unito il DNA è un ponte solforico. I due filamenti (l'uno parte femminile, l'altro maschile) sono agganciati da  questo ponte : ma quando compare questo ponte? 

QUATTRO  sono gli acidi nucleici che formano la catena  del DNA ovvero  macromolecole  deputate alla conservazione e al trasporto dell'informazione genetica: adenina (A), guanina (G), citosina (C) e timina (T). 

La catena DNA, abbiamo visto, è tenuta unita da ponti solforici che di tanto in tanto appaiono nella catena: il "di tanto in tanto" segue questo schema : ogni 10 acidi un ponte, poi ogni 5 acidi un ponte, poi ogni 6 acidi ed ancora dopo 5 acidi. Pertanto il ponte è costruito su sequenza   10-5-6-5  che sono il significato numerico della parola in ebraico biblico יהוה, YAVE, parola composta da quattro lettere (yodh, he, waw, he, in qualche modo corrispondenti alle quattro lettere dell'alfabeto latino YHWH, o JHVH) e perciò detta "tetragramma". Infatti, in ebraico  la lettera IOD vale 10 ; la lettera HE vale 5; la lettera waw vale 6; la lettera HE vale 5. 

Quindi nella sequenza che il ponte descrive Dio Creatore ha messo la Sua Firma attraverso i numeri che la compongono : 10 (י) -5 (ה)  -6 ( ו)  -5  (ה)  =  YAVE'. 

 Dio Creatore ha scritto in noi "IO ti ho creato, IO unisco il MASCHIO e la FEMMINA" e questa firma è in ogni cellula del nostro corpo.

32 commenti:

Anonimo ha detto...

Magnifico!
Dio vi benedica.

Anonimo ha detto...

Che si può dire? Sempre più si scoprono cose incredibili che fanno pensare ad un disegno, ma vedrai che diranno che è solo una coincidenza o il voler vedere delle forme nelle nuvole...
Salvatore Canto

Anonimo ha detto...

Togliete il Nome impronunciabile e non estraibile dai testi sacri che state profanando

Anonimo ha detto...

Giusto ieri leggevo S.Alfonso e seppure conosciamo per filo e per segno l'amore dell'Infinito Amore, da parte mia non mi basta mai di riempirmene il cuore.

Anonimo ha detto...

Stupendo. Anonimo delle 11,46, stai delirando?

Anonimo ha detto...

h11,46. Chi profana chi?

mic ha detto...

Anonimo 11:46
deve essere un lettore ebreo o giudaizzante.
Già rav. Di Segni anni fa mi invitò a eliminare il tetragramma (di cui avevo realizzato l'immagine) da un documento.
In effetti loro il Nome divino neppure lo leggono (lo pronunciano Adonài=Signore) e anche nel dialogo-confronto che ho sperimentato all'epoca del mio impegno nel contesto ebraico-cristiano, ricordo la grande loro ritrosia nel parlare di Dio.
Ma noi, in Cristo, conosciamo il Padre nella Sua rivelazione concreta e definitiva e lo Spirito Santo nella sua opera costante per noi e con noi (e di noi in Lui)... e dunque parlarne e scriverne il Nome, ovviamente col dovuto rispetto, diventa testimonianza e, in definitiva, evangelizzazione...
Ed ecco che il Nome che è al di sopra di ogni altro nome, oltre che nel nostro cuore e nella nostra vita, è anche sulle nostre labbra e nei nostri scritti. E dunque anche il tetragramma, che significa letteralmente "io sono colui che si fa presente come mi faccio presente" (in ogni momento e situazione in cui possiamo riconoscere la Sua azione), ben può rimanere presente e visibile nel nostro scritto...

Anonimo ha detto...

Leggendo mi sono commosso ed anche adesso ho dei brividi lungo la schiena.Siamo proprio fortunati noi che crediamo in Dio e nella Santissima Trinità.

Anonimo ha detto...

Commovente,in questo caos è veramente commovente sapere che siamo Creature firmate dal Creatore!

Anonimo ha detto...

Per questo qualcuno sta lavorando sul DNA...
Marco Baranzini

Antonio ha detto...

Scusate tanto, ma in una successione continua di numeri si può arbitrariamente isolare la serie 10,5,6,5, ma altrettanto legittimamente 5,6,5,10 o 6,5,10,5 oppure 5,10,5,6. E allora?
Antonio Volpato

Anonimo ha detto...

Sono quelli che pretendono di avere l'esclusiva?

Anonimo ha detto...

23 novembre 2021 19:23

Intuizione geniale!

Anonimo ha detto...

E se fosse una vendetta a freddo su larga scala? Potrebbe essere.

Chissà cosa si sono detti? ha detto...

Solo apparentemente OT con tutto quel che bolle in pentola

Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha incontrato oggi pomeriggio, a Palazzo Chigi, il Fondatore e Presidente esecutivo del World Economic Forum (WEF), Klaus Schwab. Il colloquio si è incentrato sul prossimo Meeting Annuale del WEF previsto a Davos a gennaio del 2022 e sui principali dossier globali oggetto anche della Presidenza italiana del G20, con particolare riferimento al tema della ripresa economica e sociale post pandemica.

https://www.governo.it/it/articolo/il-presidente-draghi-ha-incontrato-il-presidente-esecutivo-del-world-economic-forum/18614

Anonimo ha detto...

Klaus Schwab a colloquio privato da Draghi, come un capo di stato.
Secondo un comunicato della presidenza del consiglio avrebbero messo a punto gli argomenti del prossimo forum di Davos.
Ovviamente, visto che c'erano, hanno verificato che l'operato del governo sia stato, fin qui, il più possibile compatibile con gli obiettivi di Davos e del Great Reset.

Anonimo ha detto...

Linguaggio dei media da brividi: “reprimere ogni spazio di socialità per i non immunizzati”.

Anonimo ha detto...

Fratelli carissimi, di che genere è, qual è, quanto opportuno, quanto necessario il fatto che codesta epidemia e codesta peste, che sembrano orribili e letali, mettano alla prova il senso di
giustizia di ognuno, esaminino i sentimenti del genere umano;
questo flagello mostra se i sani siano al servizio dei malati, se i parenti amino i loro consanguinei come devono, se i padroni
abbiano compassione dei servi malati, se i medici non abbandonino i malati che chiedono loro aiuto, se i violenti reprimano la loro rabbia, se gli avidi spengano l'ardore sempre insaziabile della loro folle avidità almeno per la paura della morte, se i superbi abbassino la testa, se gli sfrenati moderino l'audacia, se, morendo i loro cari, i ricchi largiscano almeno qualco sa e destinati a morire facciano doni senza lasciare eredi.

Anche se questa circostanza funesta non avesse recato niente altro, giova moltissimo a noi cristiani e ai servi di Dio per il fatto di iniziare a desiderare volentieri il martirio, mentre si impara a non temere la morte. Per noi codesti eventi sono esercizi, non lutti: offrono all'animo la corona della fermezza, preparano alla vittoria grazie al disprezzo della morte.

San Cipriano, La condizione mortale dell'uomo

Anonimo ha detto...

Grazie per questa citazione

Anonimo ha detto...

Del resto non siamo fatti a immagine e somiglianza di Dio?

mic ha detto...

Antonio Volpato 21:14
Chi ha fatto l'osservazione non è detto abbia seguito una successione arbitraria ma deve essere partito da un punto nevralgico. E la sequenza è lì....

mic ha detto...

E non è l unica traccia del Creatore...

Laminina: la firma di Dio
"Sono un biologo sono diventato un cristiano studiando la biochimica"...

Ed EGLI è avanti in ogni cosa, e tutte le cose sussistono in LUI.
Poiché in lui si compiacque il Padre di far abitare tutta la pienezza e di riconciliare con sé tutte le cose per mezzo di lui, avendo fatto la pace mediante il sangue della croce d’esso; per mezzo di lui, dico, tanto le cose che sono sulla terra, quanto quelle che sono nei cieli. (Colossesi 1)

La laminina è una glicoproteina ed è la componente più abbondante di tutte le lamine basali, una rete di proteine presente nella maggior parte delle cellule e degli organi. Rappresenta una parte importante, biologicamente attiva, che durante gli stadi embrionali, insieme ad altre molecole, contribuisce all’adesione delle cellule in una struttura sferica. Durante lo sviluppo del sistema nervoso, inoltre, i neuroni migrano lungo i percorsi formati dalla matrice extracellulare che contiene proprio la laminina.

Questa glicoproteina, quindi, risulta fondamentale non solo per organizzare le cellule in tessuti, ma anche durante lo sviluppo, poichè indirizza la migrazione delle cellule. La sua importanza si attesta nella distrofia congenita da deficit di merosina, una malattia ereditaria dovuta ad un difetto di laminina che si verifica a livello dei muscoli e del sistema nervoso.

Osservando la proteina al microscopio, non può passare inosservata la particolare struttura tridimensionale che essa assume: quella di una croce. A tal proposito, un noto biochimico disse: “La nostra conoscenza della verità è più chiaramente rivelata sulla croce di Cristo, e ciò che tiene il nostro corpo umano insieme (la Laminina), è casuale che abbia la forma proprio di croce? Qualcuno potrebbe dire di sì, ma io penso che sia ancora un altro modo con cui Dio rivela la sua gloria a noi. Penso che Dio è colui che tiene insieme tutte le cose, i nostri corpi, il nostro mondo e le nostre vite. “. Il dr. Fazale Rana, anch’esso biochimico, osservando la forma a croce della laminina ha affermato: “Ci sono molti modi più sostanziali per utilizzare la biochimica: discutere della necessità di un Creatore…Sono diventato un cristiano quando studiavo la biochimica. La cellula nella sua complessità, l’eleganza, la raffinatezza e l’inadeguatezza degli scenari evolutivi sul conto dell’origine della vita, mi hanno spinto a concludere che la vita deve derivare da un Creatore.”

Spesso ammiriamo la complessità e la perfezione dei cicli biologici della natura e della vita presente in questo pianeta: questa non è altro che la “scrittura” di Dio. Il nostro pianeta rifletteva la Sua perfezione, finchè l’uomo non ha causato il caos che attualmente ci circonda, ma possiamo ancora apprezzare ciò che ci è stato donato: Dio è perfetto ed ha voluto riflettere questa perfezione nel Suo creato, indice del Suo amore per noi, mentre l’abuso delle risorse che abbiamo a disposizione, riflette, purtroppo, soltanto l’amore che l’uomo ha per se stesso…

Fonte Mario Scisci

Anonimo ha detto...

Per Antonio Volpato 21:14
Comunque il fatto che ci siano quattro possibilità di lettura non significa niente se le altre tre parole non hanno significato. Mi spiego: nella sequenza ..casacasacasa... solo la parola 'casa' ha senso, mentre non lo hanno 'asac', 'saca' e 'acas'. Quindi la corretta chiave di lettura è quella da cui scaturisce una parola in sequenza che ha significato, una specie di chiave intrinseca con un ovvio punto corretto di avvio.
Salvatore Canto

Anonimo ha detto...

La firma di un Creatore si scopre man mano che con la ricerca scientifica si palesa sempre di più l'estrema complessità strutturale e organizzativa degli esseri viventi, a partire dalla cellula sino all'organismo completo. Sono convinto che in ultima analisi l'accusa di ignoranza e fideismo rivolta dagli evoluzionisti a coloro che credono in un Disegno Intelligente nella Natura gli si possa ritorcere contro perchè, chiusi nella loro specialità e ciechi verso ciò che deborda dal loro campo di studio, è per ignoranza di queste complessità che la maggior parte di loro afferma che sia tutto frutto del caso. L'ho detto e lo ripeto: sono convinto che in un futuro più o meno prossimo o lontano, la dottrina evoluzionista si rivelerà come la fake scientifica più grande di tutti i tempi!
Salvatore Canto

Valeria Fusetti ha detto...

Il linguaggio dei media ha sempre anticipato le decisioni Draghi/Speranza/Mattarella.Il resto non conta, sono lì a fare da cornice. D'altra parte, con le prebende succose e consistenti che i Governi che rallegrano la nostra vita da due anni, elargiscono ai giullari di corte è ovvio che essi ripaghino con assoluto zelo e fedeltà. Le rare volte che do un'occhiata ai titoli dei giornali so cosa stanno progettando per noi. Ciò mi conforta, così so in anticipo di qualche giorno cosa ci aspetta. Per cui non posso nemmeno dire che sono solo dannosi...

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...
Togliete il Nome impronunciabile e non estraibile dai testi sacri che state profanando
23 novembre 2021 11:46

E' un comandamento "Non nominare il nome di Dio invano..."
E' scritto nella Sacra Scritturaa: Gen: 2,4 - 7 ...allora il Signore Dio plasmò l'uomo con polvere del suolo e soffiò nelle sue narici un alito di vita e l'uomo divenne un essere vivente.
Chi allora può nominare il nome di Dio?
Appena il neonato nasce dal ventre della madre con i suoi vagiti: urla piangendo con tutta la forza che ha , il Nome di Dio : yah, yà- uveh, e suoni simili a dimostrazione che siamo tutti creature di Dio.
Se poi nell'età adulta accettiano il Figlio Gesù : " YHWH " diventa Padre e diveniamo figli adottivi di Dio Uno e Trino.

Sebastiano

RR ha detto...

Due cdommnti:
adenina, timina, guanina, citosina sono chimicamente basi, che compongono la molecola del DNA, che è L'acido nucleico. Non sono esse stesse acidi.
Le due catene di DNA, complementari ancora di più di una chiave ed una toppa (o degli organi sessuali maschili e femminili) si "leggono" in un'unica direzione, diciamo sin-dx e dx-sin, quindi i ponti solforici sono "letti" in un'unica direzione, come detto nell'articolo.
Non si possono leggere arbitrariamente, prima 5, poi 6, poi 10, poi 5 o come ci pare, perchè non c'è nulla di arbritario nel funzionamento del nostro DNA.
RR

Anonimo ha detto...

A proposito dei neonati sembra che, sotto ogni cielo, la loro lingua sia la stessa eppoi piano piano vada differenziandosi.

h.20,30 e' l'ora che pia.. ha detto...

LUX MUNDI - Appuntamento con il Catechismo della Chiesa Cattolica
Don Luca Paitoni
https://www.youtube.com/watch?v=Yq3GT_PK4gs
I 10 Comandamenti
5° Comandamento: Non uccidere
20.30: S. Rosario
21.00: Catechesi

C'e' qualcuno che vuole unirsi a noi in comunione di preghiera per lodare Dio e ripassare la Sua Legge?

Anonimo ha detto...

@ RR
felice di rileggerti! Quando puoi, torna.

Anonimo ha detto...

“Sarete odiati da tutti a causa del mio nome"(Lc 21,17)

E' incredibile come le letture di questi giorni facciano il reportage di ciò che sta succedendo oggi, in questo tempo scristianizzato, un tempo dove la furia omicida si riversa su persone e su cose indiscriminatamente.
Il furore e la rabbia è contro l'uomo, qualunque sia la sua religione, l'età, il sesso, la nazione d'origine, perchè quando l'odio acceca spara nel mucchio e colpisce testimoni e indifferenti, atei e credenti, ricchi e poveri, piccoli e grandi.
Ciò che dice Gesù è rivolto a chi crede in lui, ma a quanto pare ci vanno di mezzo anche gli altri.
Nascondere i cristiani e i segni del loro culto non credo servirebbe a salvare la loro vita.
E' l'uomo, fatto a Sua immagine e somiglianza di Dio nel mirino dei terroristi, chiunque ricordi l'immagine impressa nellla terra da cui furono plasmati gli "adam ( i terrestri)".
In un trasfert diabolico per cancellare il timbro, l'effigie in essi impressa la vogliono eliminare in tutti quelli che gliela ricordano,
Ma si può cancellare il DNA , come si fa raschiando la matrice nelle pistole?
Certo che no.
"E non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo, ma non hanno potere di uccidere l'anima; abbiate paura piuttosto di colui che ha il potere di far perire nella Geènna e l'anima e il corpo. (Mt 10, 28)" dice Gesù.
La differenza tra chi crede e chi non crede, tra chi cerca di somigliare al modello a cui Dio si è ispirato e lo ascolta e agisce di conseguenza e quelli che invece se ne infischiano è la pace e la serenità che Gesù dona a quelli che gli sono fedeli.
La liturgia ci mette davanti in questi giorni figure di martiri: ieri erano 100 i Santi Martiri Vietnamiti (Andrea Dung Lac e 116 compagni) quelli che abbiamo ricordato.
I martiri ci aiutano a vivere la nostra fede senza tentennamenti, paure e angosce.
Io sono solita dirmi, quando le cose proprio non vanno e gli eventi mi travolgono
" Meno male che non finisce qui!"
E ringrazio il Signore che mi ha aspettato e mi ha aperto la porta perchè potessi rifugiarmi al sicuro nella sua casa.
Lo ringrazio perchè nella Bibbia per 365 volte mi dice “ Non temere!”
Jacqueline Masi Lanteri su Fb

Anonimo ha detto...

Sant’Alfonso Maria De’ Liguori la mia lettura ascetica preferita in assoluto!
Mi ha cambiato la vita. “Del gran mezzo della preghiera“ “Uniformità alla volontà di Dio”