giovedì 18 novembre 2021

Bergoglio: "La costruzione di muri anti-migranti è un ritorno al passato". Ma i ponti si reggono solo su robusti muri!

I polacchi hanno subìto dolorose invasioni da tedeschi e da russi. Sono cattolicissimi e ora non vogliono essere invasi da islamici. E come loro ogni europeo che ancora riconosce le sue radici greco-romane oltre che cristiane. Qui l'indice degli articoli sull'immigrazionismo e sul filo-islamismo.

Prendo le mosse dall'incipit dell'Huffingtonpost per poi proseguire nella mia riflessione.
La storia in questi ultimi decenni ha dato segni di un ritorno al passato: i conflitti si riaccendono in diverse parti del mondo, nazionalismi e populismi si riaffacciano a diverse latitudini, la costruzione di muri e il ritorno dei migranti in luoghi non sicuri appaiono come l’unica soluzione di cui i governi siano capaci per gestire la mobilità umana. In questi quaranta anni e in questo deserto, tuttavia, ci sono stati segni di speranza che ci permettono di poter sognare di camminare insieme come un popolo nuovo verso un noi sempre più grande”. Così Papa Francesco in un messaggio inviato per i 40 anni del Centro Astalli. Le sue parole suonano come una critica aperta e durissima nei confronti della cattolica Polonia, che proprio ieri ha annunciato la volontà di costruire una barriera lunga 180 chilometri lungo la frontiera con la Bielorussia. L’inizio dei lavori è previsto per dicembre, la conclusione entro la metà del 2022, per un costo complessivo di 353 milioni di euro
La riflessione del Papa arriva nel giorno in cui il quotidiano dei vescovi, Avvenire, pubblica un’edizione speciale che documenta la voglia del Continente di sigillare le frontiere e di chiudersi nel proprio egoismo. “Se questa è l’Europa”, il titolo scelto, su uno sfondo blu incorniciato da una corona di filo spinato giallo, a ricordare la bandiera europea.

Al commento allineato al pensiero unico del direttore di Avvenire, che rappresenta la voce dei vescovi, fa eco l'allarme lanciato dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella che, durante un intervento all’Università di Siena, dopo un pistolotto conformista evoca i “principi irrinunciabili dell’etica della convivenza”... Ma quale convivenza e a che condizioni?

In ogni caso la situazione dei confini europei è drammatica. Sorvoliamo sulle minacce e ricatti di Erdogan, da decenni ormai perennemente sul tappeto dal confine orientale. Mentre il nostro ministro dell'interno continua a fare orecchie da mercante e l'Italia è divenuta la discarica del traffico di clandestini da parte delle varie ONG di turno a ritmi che da tempo hanno oltrepassato ogni livello di guardia, sul fronte nord-est, a poche decine di chilometri dal futuro muro polacco-bielorusso è appena iniziata la costruzione di un muro d’acciaio di 508 chilometri lungo il confine lituano-bielorusso. Nuove difese fisiche contro la ’minaccia dei migranti’ che si aggiungono alle imponenti ’barriere di separazione’ presenti sin dal 1993 nelle exclavi spagnole sul continente africano di Ceuta e Melilla, sui cui 20 chilometri complessivi si infrangono da anni le aspettative di migliaia di persone intenzionate a entrare nell’Unione Europea.

Il muro fisico della Polonia non è altro che una delle soluzioni per frenare l'immigrazione clandestina. Ma non basta se non cambia l'andazzo attuale. Occorre anche creare un muro giuridico e sociale che penalizzi l'immigrazione clandestina e ne prosciughi gli interessi ideologici ed economici nonché le relative connivenze. Le cose vanno di pari passo! 

Ciò che di questo evento disturba l'establishment (comprese le gerarchie ecclesiali) è che, con la chiusura del confine, la Polonia mette in piena luce davanti ai popoli europei l'invasione giornaliera senza tregua, che poi è quella che colpisce sotto silenzio l'Italia e la Grecia... È lo shock delle immagini che mette in imbarazzo sia l'UE che i vescovi immigrazionisti, dal misericordismo unidirezionale e irresponsabile, perché non esiste misericordia slegata da ogni logica nonché dalla giustizia verso gli autoctoni a rischio di sostituzione etnica e, prim'ancora, culturale e identitaria... Non vogliamo e rigettiamo il globalismo neutro fluido e senza confini. I confini devono essere valicabili - a determinate condizioni che garantiscono l'ordine civile oltre che naturale, se qualcuno ancora lo riconosce - non aboliti!
E basta col mantra dei ponti al posto dei muri! Non c'è ponte che non si regga su robusti muri di sostegno!

16 commenti:

Anonimo ha detto...


La politica della fermezza da parte della Polonia e dell'Estonia ha pagato. Oggi la Bielorussia ha evacuato il grosso attendamento al confine e smistato i "migranti" all'interno, verso un aeroporto, dal quale già più di 400 sono ripartiti verso l'Irak, volontariamente dicono.
Certo, meglio tornare a casa piuttosto che morire di freddo nelle foreste tra Bielorussia e Polonia, paesi dove l'inverno è micidiale.
Ci sono stati anche dei morti, non per colpa della polizia polacca comunque. È morto assiderato un bambino di un anno, i cui genitori presentavano ferite, anche da taglio. L'episodio non è del tutto chiaro. Dispiace per il bambino ma la colpa è di chi illude e inganna questa gente, inserendola in un movimento migratorio il cui scopo è la conquista del corrotto Occidente da parte degli altri popoli, non solo mussulmani (vedi America Latina), che stanno cercando di schiacciarci con il numero, per la gioia dei fabbricanti di rivoluzioni.

Il presente pontefice parla come se fosse il capo di queste masse in movimento, il capo di un'umanità sofferente, che è in realtà falsamente sofferente. Sofferente soprattutto per i disagi del viaggio verso l'Europa o il Texas. IL papa si esprime secondo l'ideologia della liberazione, della quale è un adepto, nella forma chiamata "popular" professata dalla c.d. "teologia india", un concentrato allucinante di eresie e subcultura, inflazionataci con i culti pagani della Pachamama.
È stato Giovanni XXIII a dare il via alla teoria di un "diritto ad emigrare" come diritto umano che impone di accogliere sempre e comunque il c.d. migrante. Un diritto che non esiste, che non ha fondamento né nella storia né nel diritto naturale.
P.

Anonimo ha detto...

Che non esista più nessuna identità è la meta agognata da chi vuole il governo mondiale. Questo governo può essere instaurato solo sull'assenza oggettiva di qualsivoglia identità. Un gruppo di persone che si riconoscono maschi e femmine sarebbe un pericolo per questo globalismo,un gruppo di persone che parlano bene le stessa lingua sarebbe un altro pericolo, parimenti quelli che professano la stessa religione e quelli che chiamano l'acqua acqua, e il vino vino. Ogni identità che connota l'essere umano è pericolosa perché l'identità è una forza in sé e un gruppo umano strutturato da valori reali, naturali, culturali è forte. E' forte in forza dei valori che lo strutturano in mezzo anche ad un gruppo numerosissimo che non lo è. Non avere identità infatti non significa sapersi adattare a tutto e tutti, ma venire formato/sformato da tutto e tutti, cioè significa non essere. L'essere viene solo dall'imitazione di Gesù Cristo, il resto sono tutte macchiette e/o caricature demoniache, che alcuni chiamano 'il doppio'o la nostra 'parte non redenta'. Il Santo ha una forte identità, per intenderci, noi che non siamo santi abbiamo un'identità così così. J.M.B. non conosce l'identità, conosce la caricatura, è una caricatura formata/sformata dal mondo.

Anonimo ha detto...

Fino a quando sarà possibile far finta di nulla davanti a questa invasione continua dell'Europa?Il problema dell'Italia è ancora più grave perchè nella nostra Costituzione,"la più bella del mondo",ci sono forti vincoli giuridici che ostacolano il blocco dei confini ed i rimpatri dei clandestini. Aggiungere a questo una magistratura che attraversa una crisi morale devastante,un partito post comunista che è fortemente inserito in tutti i centri di potere,una stampa corrotta e corruttrice ed il gioco è fatto. Malgrado che la maggioranza dei cittadini sia contraria a questa invasione neanche più mascherata nessuno anche volendo può far nulla.La chiesa sembra "la bella addormentata"ma dovrebbe assumere una posizione più cauta. Il 90% di questi clandestini sono islamici.Fate sapere a Roma che se è il martirio che cercano è inutile affannarsi: i boia son già qui.

Non e' per l'articolo..e' per l'orrore dell'immagine che stampero' e affidero' alla Vergine Maria. ha detto...

https://gloria.tv/share/nQrvsR1pC9Lr6LG8KmE18nV6D
Ho ingrandito questa immagine per orripilare di piu'.
Signore,cosa fanno del Tuo Corpo Sangue Anima e Divinita'!?!
Abbi pieta' di loro,fa che vedano!

Anonimo ha detto...

La Turchiadi Erdoğan è una minaccia per l'Europa
https://m.youtube.com/watch?v=_QWwlSwIgFg&feature=youtu.be

Anonimo ha detto...

Premesso che per i 2 paesi summenzionati è più facile chiudere le frontiere su terra, per noi, con 8.000 km di coste è molto più difficile, considerando che le ONG che ci scaricano amorevolmente ogni giorno decine e centinaia di invasori con in mano smartphone ultimo modello, sono tutte, o quasi, battenti bandiere tedesche, olandesi e anche MSF, Emergency ed altro, è ovvio che ci sia un piano dietro, da noi restano i fancazzisti, futuri spacciatori e ladri e delinquenti comuni e prostituti/e, altre categorie partono subito per altri lidi in quanto molto appetite, ciò detto finché Dragonball e soci saranno lì....... una riflessione sull'enfasi gonfia di ipocrisia pelosa sul bambino di 1 anno morto di freddo ecc.ecc. un altro Aidan creato ad effetto, ma i mln. di aborti annuali, stime ufficiali, 50 mln. ufficiose molto più del doppio, di quelli frega niente a nessuno? Ah, ma servono anche per fare i vaccini e prodotti cosmetico-farmaceutici, capisco che pecunia non olet, ma i tg stile Pravda fanno vomitare letteralmente.

Bernardo Guerrini ha detto...

proprio vero una persona che parla tutto il giorno in pubblico e non sa cosa dice sarebbe meglio stesse a casa sua.. e lui sa qual'è casa sua ... un vero ingegnere sa benissimo che i ponti per essere forti e robusti devono poggiare su grandissimi muri robusti.. se sotto non ci sono i muri di sostegno i ponti crolla.. ne abbiamo molti esempi ... crollano.... come è crollato questo muro che sembrava un muro mentre era ed è soltanto un falso ingannatore... forse il Signore non può fare di peggio che darci i falsi profeti.... quanti danni... ci vorranno secoli per riparare i danni.. ma questa gente deve sparire come cenere al vento di bora..

Anonimo ha detto...

Giulio Meotti
"Sono ateo, vengo dall'Islam e piango il crollo del cristianesimo in Europa". Gran saggio dello scrittore algerino Boualem Sansal, l'autore di "2084". "Desacralizzando e decostruendo tutto, abbiamo creato le condizioni per il nostro fallimento senza ritorno. Chi riaccenderà il fuoco sacro?"

Islam polacco autoctono appoggia il governo . ha detto...

https://www.totalitarismo.blog/il-destino-dei-tatari-di-polonia/

Anonimo ha detto...

Giulio Meotti
Londra o Londonistan? I critici dell'Islam sotto scorta sono banditi dalla capitale inglese, dove chi orchestra la jihad controlla le strade. Il declino pazzesco del paese simbolo delle libertà civili...
Il sindaco di Londra ... Musulmano
Il sindaco di Birmingham ... Musulmano
Il sindaco di Leeds ... Musulmano
Il sindaco di Blackburn ... Musulmano
Il sindaco di Sheffield ... Musulmano
Il sindaco di Oxford ... Musulmano
Il sindaco di Luton ... Musulmano
Il sindaco di Oldham ... Musulmano
Il sindaco di Rockdale ... Musulmano

E cosa accadrà quando saranno il venti per cento della popolazione totale?

A mare le regole! Er papa,uno come noi ha detto...

http://blog.messainlatino.it/2021/11/pasquinate-esiste-ancora-un-dress-code.html
"Qua dentro, Santità, ce sta un calore:
Posso scoprì le spalle nella casa del Signore?"
"Signò, io le formalità l'ho tutte sfatte,
Pensi che la Boldrini se presentò in ciavatte"

http://blog.messainlatino.it/2021/11/pasquinate-esiste-ancora-un-dress-code.html#more
Si pròpio 'na bella ciaciona... Che in romano significa: donna dai tratti esageratamente femminili,

Anonimo ha detto...



"Che in romano significa..."

Forse l'anonimo pasquinante voleva dire :
"che in romanesco significa..."

Non confondiamo il "romano" con il
"romanesco".
La dimensione dialettale, acuta e
mordace, ma anche becera e a volte
volgare, è appunto quella del
"romanesco".
G.

Anonimo ha detto...

@ 21 novembre 2021 09:39
Esattamente!
Grazie per la puntuale precisazione circa la definizione di donna opulenta stile Rubens..

Anonimo ha detto...

Ricordo che, quando, in occasione di un concerto di fronte a GP2 Buonanima, la cantante Noa si presentò con la stessa scollatura alla Brigitte Bardot, indossata dall'ambasciatrice, uno dei presenti prese un foulard e, nolente o volente la signora, glielo fece indossare in modo da coprirle le spalle .

Sano ragionamento copiato e incollato.. ha detto...

PENSIERO DI UN FARMACISTA ...
Tra tutti i vaccini che ho conosciuto nella mia vita (pertosse, difterite, tetano, vaiolo, morbillo, rosolia, parotite, epatite, meningite e tubercolosi), non ho mai visto un vaccino che prevede che si debba indossare una mascherina e mantenere il distanziamento sociale anche quando si è completamente vaccinati.
Non ho mai sentito parlare di un vaccino che fa contrarre o diffondere il virus anche dopo la vaccinazione.
Prima di questo, non abbiamo mai sentito di premi , sconti, incentivi per fare un vaccino.
Non esistevano discriminazioni per chi non li avesse fatti.
Se non facevi un vaccino nessuno ha mai cercato di farti sentire una cattiva persona.
Non ho mai visto un vaccino che minacci il rapporto tra familiari, colleghi e amici.
Non ho mai visto usare un vaccino per minacciare il sostentamento, il lavoro, la scuola.
Non ho mai visto un vaccino che permettesse ad un bambino di 12 anni di sostituire il consenso dei suoi genitori.
Dopo tutti i vaccini che ho elencato sopra, non ho mai visto un vaccino come questo, che discrimina, divide e giudica una società come quella di oggi.
E mentre il tessuto sociale si sfalda...mentre lottiamo uno contro l'altro....
Elettricità +40%
Gas +30%
Metano Auto RADDOPPIATO
benzina 1,8 euro
etc etc etc...
È un vaccino potente!
Fa tutte queste cose menzionate eppure non fa quello per cui dicono sia stato progettato....

Anonimo ha detto...

Da quando e’ stato nominato Vescovo di Roma, molti si sono chiesti e si chiedono se Bergoglio sia Cristiano.
In tanti hanno concluso per il no, sulla base di fini argomenti teologici.
Non sono abbastanza istruito per entrare in questo tipo di discussioni, però anch’io penso che non lo sia.
Per un motivo terra terra.
Il Cristiano si inginocchia dinanzi a Dio.
Ed e’ quantomeno restio ad attribuire il medesimo onore a chi Dio non è.
Bergoglio si prostra davanti a qualsiasi potente.
Capi di stato ma persino uomini comuni e di pessima fama, come certi finanzieri.
Ergo non può essere Cristiano.
Franco De Lauro