sabato 6 novembre 2021

Vaticano: Card. Gambetti lancia la fondazione 'Fratelli Tutti'

Abbiamo una nuova fondazione: "fratelli tutti" per "contribuire a progettare e realizzare un "nuovo umanesimo", promuovendo il contributo di ciascuno in modo sinodale secondo le proprie aree di impegno e competenza". Bel connubio delle più nefaste derive del Vaticano, soprattutto da otto anni a questa parte! ... 
Il cardinale Mauro Gambetti, arciprete della Basilica di San Pietro, lo ha ufficializzato presso il Senato italiano: "La politica e l'economia, la qualità delle nostre relazioni sociali e personali hanno bisogno di umanesimo integrale". 
Oltre che dall'approfondimento dei testi di cui ai link segnalati, possiamo vedere da questi precedenti quanto poco ci sia di cristiano nell'umanesimo promosso dalle gerarchie più alte [qui - qui - qui. E se poi aggiungiamo questo, non sembra nemmeno più la Santa Sede ma un partito del nuovo governo tecnocratico]...  
Qui l'indice degli articoli su  'Fratelli tutti'. Qui l'indice sulla sinodalità. Qui l'indice degli articoli sul trans-umanesimo.

Per la crescita sostenibile e un nuovo umanesimo
“L’occasione mi è propizia per spiegare in anteprima un sogno che sta per concretizzarsi intorno alla Basilica di San Pietro e al suo colonnato che simbolicamente abbraccia il mondo ed è la soglia di chi ricerca il vero, il bello e il giusto. Un sogno coltivato fin da Assisi e ora condiviso in particolar modo con padre Francesco Occhetta, mio stretto collaboratore, e con alcuni Dicasteri vaticani che trattano temi afferenti i nostri obiettivi. Attraverso una Fondazione che sarà chiamata Fratelli Tutti, vorremmo contribuire a progettare e a realizzare un “nuovo umanesimo”, promuovendo in modo sinodale l’apporto di ciascuno secondo i propri ambiti di impegno e di competenza”.
Con queste parole, il cardinale Mauro Gambetti, arciprete della basilica di San Pietro, ha ufficializzato stasera in una sala del Senato alla presenza del ministro della Salute, Roberto Speranza, il lancio della nuova fondazione vaticana intitolata all’ultima enciclica di Papa Francesco.
“La politica e l’economia, la qualità delle nostre relazioni sociali e personali - ha spiegato- hanno bisogno di “umanesimo integrale”, direbbe Papa Francesco, per rimettere al centro l’idea di giustizia sociale, il senso di solidarietà, la costruzione del bene comune, una crescita umana e sostenibile, condizioni trasparenti per favorire il merito e il desiderio di essere comunità, che supera la concezione solipsistica dell’individuo in tal senso, occorre riscrivere un “dizionario dell’umano” che ci faccia riconoscere anche quando non ci conosciamo di persona e ci consenta di chiamarci tutti per nome: “fratello mio”, “sorella mia”.”.
Ha proseguito:
“Così - ha proseguito - la fondazione che nascerà dalla Fabbrica di San Pietro avrà almeno tre grandi ambiti di azione: l’area che afferisce all’arte in particolare a quella sacra, quella che si occuperà di formazione e quella del dialogo con popoli, culture e religioni. Sarà uno strumento agile e trasparente al servizio delle persone. Vogliamo investire sulle “persone”, offrire loro uno spazio, permettere che si ritrovino, costruiscano una comunità di pensiero e di vita e si impegnino nel mondo come ha fatto la generazione di Mariella Enoc, del nostro Presidente della Repubblica e, ancora prima, la generazione dei padri costituenti. Sulla loro fede e spiritualità hanno fondato la laicità e nutrito le loro competenze come un dono al servizio di tutti”.
“Organizzeremo eventi e percorsi, esperienze e momenti intorno alla Basilica madre della Chiesa cattolica per favorire l’interiorizzazione dei valori della libertà, dell’uguaglianza e della fraternità”.   Fonte
Nota di Chiesa e post-concilio
A prescindere dalla esplicita affermazione dei valori illuministi e a prescindere che la Basilica madre è San Giovanni in Laterano, più che una notizia a me sembra una minaccia! E non vedo bene il ruolo della Basilica sorta sulla tomba di Pietro, centro della cristianità, che rischia di essere ridotta ad un museo, visto che sono state abolite le Messe private presso gli altari laterali [qui - qui - qui qui].

16 commenti:

Anonimo ha detto...

Bergoglio è l'ultima occasione per la vecchia guardia liberale di portare avanti l'agenda di un nuovo inizio per la Chiesa. Falliranno

Anonimo ha detto...

https://www.romait.it/il-paradosso-di-benedetto-xvi-liberatore-e-insieme-trattenitore-del-male.html

Anonimo ha detto...

Il nuovo paganesimo può essere definito come una visione della vita basata sulla convinzione che la scienza umana autosufficiente non ha bisogno della Fede, e il potere umano autosufficiente non ha bisogno della Grazia. In altre parole, i dogmi del nuovo paganesimo sono lo scientismo, che è la divinizzazione del metodo sperimentale, e l'umanesimo, che è la glorificazione dell'uomo che fa Dio a sua immagine e somiglianza.

(Fulton J. Sheen, da "Old Errors and New Labels" 1931)

Anonimo ha detto...

Di fondazione in fondazione hanno scalzato le fondamenta della Chiesa Cattolica.

Anonimo ha detto...

Ormai per restare in vita, e farsi accettare dalle élite MONDIALISTE, il Vaticano Stato, ha solo questa via.
Ma il popolo di Dio è altra cosa!!
Malisa Fani

Anonimo ha detto...

Martedì 9 novembre sarà in libreria, in lingua inglese, il secondo volume della biografia di Benedetto XVI, opera di Peter Seewald, giornalista e studioso tedesco. Si tratta com'è noto della biografia autorizzata più completa del Vescovo emerito di Roma, Benedetto XVI. Il primo volume di questa corposa e attenta biografia copre il periodo 1927–1965. Questo volume secondo copre invece gli anni che vanno dal 1966 sino ad oggi

Lattecognac ha detto...

Si faccia sapere al Card. Gambetti (o sgambetti?!) che:
Se il SIGNORE non costruisce la casa,
invano si affaticano i costruttori;
se il SIGNORE non protegge la città,
invano vegliano le guardie.
Invano vi alzate di buon mattino
e tardi andate a riposare e mangiate pane tribolato;
egli dà altrettanto a quelli che ama,
mentre essi dormono.

E tanti auguri alla sua fondazione!

Anonimo ha detto...

Questi atti suggellano la stretta collaborazione delle Autorità della Chiesa Cattolica con le Autorità della dittatura globalista vittoriosa. L'avvenire della Chiesa Cattolica è ormai strettamente legato a quello dell'ideologia globalista. L'ultima parola, però, spetta a Gesù Cristo Nostro Signore. Non dimentichiamolo mai!

Anonimo ha detto...

Tutti in Italia come sempre

https://www.ilgiornale.it/news/cronache/roma-apre-sea-eye-i-clandestini-sbarcheranno-trapani-1987295.html

Da Fb ha detto...

Il Fedele che procede nell'ortodossia viene perseguitato e tacciato subdolamente di essere "portatore" di sterile e "superato" integralismo/fondamentalismo.
Ha bisogno di essere "richiamato all'"ordine", all'ordine della ortoprassi corrente, ha bisogno di essere curato tramite un forte richiamo al "riallineamento" alle "indiscutibili" dinamiche dettate dai rappresentanti della chiesa attuale che non ammettono discussioni di sorta.
Anche quando si parla di un Dogma o di un principio dottrinale, risulta che c'e' qualcosa di piu' "inattaccabile" che sarebbe il primato delle prassi introdotte dalle autorità reggenti piuttosto che la Tradizione e la bimillenaria Dottrina.
Il recinto della "misericordia" deve essere occupato solo dal popolo allineato alle dinamiche ideologiche correnti che si evolvono a pari passo con la storia lasciando spazio solo alle nuove "sfide" chiamate: apertura al mondo, tolleranza, dialogo, pluralismo, aggiornamento, ecologia, liberazione, pastorale, partecipazione attiva, etc.
La maternita' e la magisterialità della Chiesa vengono falsamente interpretate nei confronti dei Fedeli ed abusate contro chi di loro risulta critico, e praticamente inutilizzate con i "lontani" con i quali bisogna intessere legami dialoganti che conducano ad una perversa unione.
Per questa realtà distopica c'e' ancora poco tempo pero'.
Il Cuore Immacolato di Maria ha gia' vinto e presto tutto sara' manifesto.

Ireneo ha detto...

promuovendo il contributo di ciascuno in modo sinodale ...... la lingua di legno di chi invece di essere il sale della terra è divenuto il sale insipido di cui parla il Signore.
Ormai i cardinali parlano come i massoni....ops, mi è scappato....l'umanesimo integrale.

Bah! ha detto...

@7 novembre 2021 05:20
Ogni volta che leggo/sento il termine "integrale" mi viene in mente quel buon pane a otto semi fatto con farina "integrale": un pane ecumenico,legati insieme dalla farina lievitata ci stanno insieme tutti i semi. Dev'essere questa la linea programmatica della nuova Chiesa? Gesu' e gli Apostoli stilavano un programma di conquista?

Anonimo ha detto...

Ma questi vogliono a tutti i costi prendere il posto di Dio!! Allora provino a battezzare tutti nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, così vediamo quanti si mostrerebbero fratelli!!
Viviana Bruno

Trovate la differenza ha detto...

Pio XII in quasi vent’anni di pontificato fece solamente due promozioni cardinalizie: nel 1946 e nel 1953. La prima fu eccezionale e così ne parla L'Osservatore Romano

“Nell’immediato dopo guerra, e tut­tavia ancora senza la pace – commentò L’Osservatore Romano della Domenica – ad un attento osservatore degli eventi storici maestosa appare in questo Concistoro la spirituale preminenza e l’affermazio­ne conciliatrice ed unificatrice della Chiesa di Roma la quale, su tante ac­cumulate rovine di tante umane ambi­zioni rivelatesi disastrose, s’aderge pa­cificamente proclamando al mondo l’af­fratellamento dei popoli e l’unione del mondo nel Cristo, nonché la necessità inderogabile d’un ritorno ai principi divini ed all’ordine da Dio stabilito”.

Anonimo ha detto...

" Molto è stato scritto sui motivi per i quali, a partire dal Medioevo, l'Occidente ha sopravanzato il resto del mondo. Le spiegazioni più comuni hanno riguardato la felice configurazione geografica, l'espansione dei commerci, il progresso della tecnologia. Ma è stato completamente trascurato un fatto: nessuno sviluppo sarebbe stato possibile senza una profonda fiducia nella ragione, che affonda le proprie radici nella religione cristiana.
Le più significative innovazioni intellettuali, politiche, scientifiche ed economiche introdotte nello scorso millennio sono riconducibili al cristianesimo e alle istituzioni a esso collegate. Non sono state la contrapposizione tra la società laica e quella religiosa, né la competizione tra scienza e fede a farci progredire. Al contrario, è alla teologia cristiana che bisogna attribuire la vera origine della ragione. Mentre infatti le altre grandi religioni hanno posto l'accento sul mistero, sull'obbedienza e sulla meditazione, il cristianesimo ha abbracciato la logica e il pensiero deduttivo aprendo la strada alla libertà e al progresso.” (Rodney Stark) GRAZIE A ETICA E MORALE

Anonimo ha detto...

Credevo che per l'umanesimo integrale bastasse l'avvento in terra della seconda persona della Trinità. Ma con Bergoglio...
Elio Mascia