martedì 17 novembre 2020

"Dobbiamo amare la Chiesa più che mai ": Intervista con la dottoressa Alice von Hildebrand (Esclusiva di Rorate)

Nella nostra traduzione da Rorate Caeli (Peter Kwasniewski, 11/10/2020) un'intervista alla moglie di Dietrich Von Hildebrand [qui - qui], che va ad ingrossare le fila dei testimoni autorevoli in ordine alle circostanze denunciate da Mons. Viganò. Nel testo riportato di seguito usiamo, come ha fatto Rorate, il grassetto per le risposte dell'intervistata.

Rorate è grato ad Annemarie e Thomas Thimons per aver fornito questa trascrizione di un'intervista che hanno condotto con la dottoressa Alice von Hildebrand il 3 settembre 2018, poco dopo le rivelazioni di Viganò sull'ex cardinale Theodore McCarrick, su cui è imminente l'apparizione del tanto atteso dossier vaticano [pubblicato l'11 novembre qui e indice], anche se resta da vedere se, di fatto, smaschererà le molte connessioni effettive e sospette, che dovrebbero abbattere molti potenti membri della gerarchia. Questa intervista con la Dr.ssa von Hildebrand non è stata pubblicata fino ad ora.

Gli intervistatori iniziano con la notizia che McCarrick era stato spogliato del cardinalato da Papa Francesco un mese prima di quell'incontro e che doveva vivere una vita di penitenza. 
Alice von Hildebrand [AVH]. 
È stata una buona decisione. 
  
Ma diventa un po' più complicato. Ha sentito del rapporto del Grand Jury della Pennsylvania? 
No, sto diventando sorda e, a meno che qualcuno non mi dia le informazioni, non ho modo di saperlo. 

Allora le daremo le informazioni. Il procuratore generale dello stato della Pennsylvania ha dichiarato che, per un periodo di 40 anni o più, c'è stato il resoconto di oltre 301 sacerdoti cattolici romani che hanno abusato di oltre mille minori. La maggior parte di loro ... circa l'80% dei casi erano ragazzi oltre la pubertà. E giovani seminaristi. Poi, la scorsa settimana, l'arcivescovo Carlo Maria Viganò, l'ex nunzio papale negli Stati Uniti, ha emesso un documento di 11 pagine affermando che quando era nunzio apostolico negli Stati Uniti, Papa Benedetto XVI era venuto a conoscenza dei misfatti del cardinale McCarrick ... 
Era consapevole! 
  
Ha imposto sanzioni private al cardinale McCarrick, fondamentalmente gli è stato detto che doveva astenersi dal ministero pubblico e vivere una vita di preghiera, soprattutto lontano dai seminaristi. Il cardinale McCarrick ha disobbedito a queste sanzioni, e quando è stato eletto Papa Francesco, ha chiesto all'arcivescovo Viganò del cardinale McCarrick e poi ha revocato le sanzioni contro McCarrick. Lo ha lasciato andare libero. Alla fine costui è diventato un protagonista nei negoziati vaticani con la Cina e nei rapporti vaticani con Cuba. Poi un mese e mezzo fa, sono uscite le accuse. Che in effetti, prima del concilio, una mafia gay omosessuale aveva cominciato a infiltrarsi nella Chiesa non solo in Vaticano ma in tutto il mondo. 
Quindi la nostra domanda, dr.ssa von Hildebrand, riguarda le preoccupazioni di suo marito durante il Vaticano II, quando si era rivolto a Papa Paolo VI. Vede qualche correlazione tra ciò che Dietrich sospettava - ciò di cui era così turbato: che avevano "profanato la Santa Madre Chiesa". Vede una correlazione? 
Mi sta chiedendo di mio marito e di Paolo VI? 
  
Sì. Vede qualche connessione tra ciò che sta accadendo ora e ciò che è successo allora? Monsignor Viganò sta dicendo che Papa Francesco era consapevole di tutto ciò che sta succedendo, chiedono che Papa Francesco si dimetta perché ha permesso al cardinale McCarrick di continuare ... 
Sa, non ne so niente perché ... ero in ospedale con un'anca rotta, e davvero è lei a informarmi di questo. Ma posso solo dire questo: mio marito era lungimirante. E dopo il Vaticano II era estremamente preoccupato per quello che stava accadendo. Ed è per questo che abbiamo chiesto un'intervista a Paolo VI e ne abbiamo ottenuta una, e Dietrich gli ha detto cosa ne pensasse. Ma voglio dire, non c'è assolutamente alcun dubbio che Paolo VI non considerasse molto bene mio marito. 

Canonizzeranno Paolo VI il mese prossimo. 
(AVH scuote la testa.) 
  
Questo è ciò su cui stiamo facendo ricerche. Questo non può accadere - non dovrebbe accadere per il bene della chiesa. 
Sì. 
  
Ha altri commenti in merito? 
Posso solo dire quello che ha detto mio marito dopo il Vaticano II: "Il diavolo ha invaso la Chiesa!" 
  
Suo marito vedeva qualche legame con la Massoneria nella Chiesa? 
Sì! Era assolutamente convinto che i massoni avessero invaso la Chiesa fino in cima. Questo è quello che mi ha detto. Posso solo dire che gli ultimi mesi di vita di mio marito sono stati molto tristi perché era consapevole che la Chiesa era in uno stato di pericolo come mai prima d'ora. Era convinto.
  
E ne stiamo vedendo i risultati ora ... ciò che Dietrich aveva previsto. 
(AVH annuisce d'accordo.) 
  
Suo marito pensava che Paolo VI fosse connivente o coinvolto direttamente nella mafia gay che aveva influenza sul Vaticano? 
Intende il Vaticano II? Ebbene, era assolutamente convinto che avessero tentato di farlo, e poi mi ha detto sul letto di morte: "Le porte dell'Inferno non prevarranno!" Ma era terribilmente, terribilmente preoccupato per lo stato della Chiesa. 
  
Aveva dei sospetti su Paolo VI? 
Sì! Possiamo dire ... era molto riservato nei confronti di Paolo VI. 
  
Era rispettoso ma aveva dei sospetti. 
Beh, voglio dire, rispettoso se si legge quello che dice - "il papato è un dono" - ma non intendeva i singoli papi. Nell'ultimo mese della sua vita potete immaginare quanto spesso singhiozzasse e dicesse: "La Chiesa è stata invasa". Ne era convinto. 
  
Da più gruppi? 
Sì. Principalmente Massoneria. 
  
Questo è il mio sospetto con il cardinale Angelo Sodano. Era il successore del cardinale Casaroli. Ha avuto un ruolo diretto nella nomina di alcuni cardinali come McCarrick. Conosce la mafia di San Gallo? 
Vagamente.
  
(Lo abbiamo spiegato in una certa misura.) 
Penso che [Benedetto] sia stato costretto a dimettersi. Per l'amor del cielo, grazie a Dio è vivo e sta bene. Senta, una cosa è certa, sto citando San Giovanni. Alla fine dei tempi, ci sarà una tale confusione nella chiesa, che anche gli eletti saranno confusi. Ed è quello che stiamo attraversando adesso!
  
La grande apostasia. 
Assolutamente la grande apostasia! Chiedo a Dio di prendermi prima che possa confondermi. 

In relazione a Fatima: Crede che l'intero Terzo Segreto di Fatima sia stato rivelato dalla Chiesa? 
No, sono convinta che non abbiamo l'intero segreto. Ma voglio dire, questo è il mio giudizio personale. Perché se fosse stato rivelato completamente, le persone sarebbero state sconvolte da ciò che è stato rivelato. La domanda è: potrebbe fare loro più male che tenerlo segreto? Sto citando mio marito: "viviamo in tempi apocalittici. È così grave, così grave. Prego Dio di prendermi prima che abbia la possibilità di essere sedotto". 
  
Pensa che l'attuale crisi che stiamo affrontando sia collegata al Terzo Segreto? 
Penso di sì. Ma questa è la mia opinione personale. 
  
Mi stavo chiedendo del documento che Dietrich ha scritto dopo il concilio, quando si è avvicinato a Paolo VI e gli ha detto 'Lo Scriva! Lo Scriva! "Ha ancora quel documento? Ne prenderebbe in considerazione la pubblicazione? Pensa che ci aiuterebbe a capire perché il papato si trova in questa situazione? 
Sì. Non è stato pubblicato. Chi ce l'ha? Sa chi ha il documento? 
  
No, non lo sappiamo. Dietrich ha scritto la lettera a Firenze a Paolo VI esprimendo le sue preoccupazioni. Pensa che quella lettera aiuterebbe il mondo a capir meglio la situazione in questo momento? 
Sì, penso di sì. 
  
Prenderebbe in considerazione la pubblicazione di quella lettera? Dal momento che proprio ora il papato è in una simile situazione. c'è chi chiede le dimissioni del papa. È rimasto in silenzio sulla questione; si rifiuta di parlare. 
Sì sì sì. La domanda è dove si trova questo documento... Sa, una cosa è certa. Questa situazione è apocalittica. Mio marito ha sempre detto che viviamo in tempi apocalittici e che dobbiamo pregare e pregare costantemente affinché Dio non permetta di perdere la fede o di confonderci. 
  
Come sa, serpeggiano diverse opinioni tra i cattolici: molti seppelliscono la testa nella sabbia e si girano dall'altra parte rispetto a quanto fanno i vescovi e a cosa accade nella Chiesa...
Sapete, personalmente ho una grande ammirazione per il cardinale Burke. E mi è stato detto che la sua situazione è così drammatica e così difficile ... 
  
Sì, in questo momento porta una croce molto pesante per la Chiesa. 
Penso molto bene di lui, penso che sia perseguitato in questo momento. Cosa può fare una vecchia signora così vicina alla morte? Pregare. 
  
Mi spiace se la stiamo disturbando con così tante domande ... 
No, siete i benvenuti: è così importante in tempi come questi che non ci sentiamo isolati e che collaboriamo gli uni con gli altri. 
  
Mi chiedevo che se Paolo VI sarà canonizzato il mese prossimo, credo che sarebbe la ciliegina sulla torta del coronamento dell'infiltrazione massonica nella chiesa cattolica. 
Dico semplicemente: stiamo vivendo in tempi apocalittici in cui anche gli eletti sono sedotti e dico semplicemente prendimi presto prima che io possa confondermi. E alla mia età è legittimo sperare in questo. Ma mi rivolgo al cardinale Burke, di lui mi fido. Affrontiamo il fatto che la situazione nel mondo e nella Chiesa è drammatica. Giovanni capitolo 21! Personalmente sarei molto felice se il Papa si dimettesse, ma non credo che lo farà. 
  
Qual è la sua reazione al suo silenzio? Ha detto ai laici che non risponderà alle accuse e sceglie di tacere. È una reazione appropriata?   
Non oso emettere giudizi finali. Continuo a ripetere "Non praevalebunt!" Questo è ciò che bisogna continuare a ripetere. Ovviamente, ammettiamolo: la situazione è grave. 
  
Come ci consiglierebbe di distinguere i veri pastori dai lupi? 
  
Preghiera. Pregare. Guardare cosa dicono e cosa fanno. Ripeto quel che ho già detto, il modo migliore per danneggiare la Chiesa è infiltrarsi in essa. Alcuni di noi sono chiamati a parlare o a scrivere. La maggior parte di noi è chiamata a pregare. 
  
Direbbe che Paolo VI è stato colui che ha spalancato la porta alla Massoneria nella chiesa? 
E' possibile. Non posso dirlo con certezza. Ma forse. Posso solo dire questo: mio marito era preoccupato per il suo papato, molto preoccupato. Ma non giudichiamo. Diciamolo chiaro e semplice: stiamo vivendo in tempi apocalittici. E il nostro dovere è pregare, pregare, pregare, fare sacrifici. E quelli di noi che hanno la missione di parlare dovrebbero parlare in modo chiaro e coraggioso anche se certe persone ne possono perderne la faccia. E la maggior parte di noi è chiamata a pregare. Ed è anche importante che tutti i tradizionalisti si uniscano. Non dovrebbero essere isolati; dovrebbero unirsi insieme. Dio non ci abbandonerà, ma viviamo in tempi apocalittici: questa è una realtà che dobbiamo affrontare. “Dio, non permetterci di tradirti! Non permetteteci di ascoltare le voci malvagie che continuano a raggiungerci! " 
  
È una linea sottile ...
Sì. Ma non credo che dovremmo sorprenderci perché tutto questo è stato annunciato. Perché alcune persone potrebbero dire: "Per questo lascio la Chiesa". No. Dobbiamo amare la Chiesa più che mai. 

E la Chiesa come Corpo mistico di Cristo sta patendo la sua passione proprio ora. 
Sì. Non dovremmo sorprenderci perché tutto questo è stato annunciato, che ci sarebbe stata una confusione tale da sedurre anche gli eletti. 
  
Conosce Don Luigi Villa? Dall'Italia? 
Don Villa? Si si! L'ho conosciuto anni fa. È ancora vivo? 
  
No, è morto. 
Lo conoscevo molto, molto bene. In effetti, ogni volta che andavo in Italia, mi premuravo di fargli visita ....Ciò che dobbiamo fare più che mai è dire "Credo che le forze del male non prevarranno, ci credo!" Anche se a volte sembra che la nave stia affondando. 
  
Alla fine, il suo Cuore Immacolato trionferà. 
Sì è così. Ma questa situazione è molto, molto grave. Voglio dire, questo è quello che diceva mio marito negli ultimi mesi della sua vita: ha singhiozzato più volte che da quando l'ho conosciuto. Perché mi ha detto - ed era proprio laggiù in quel soggiorno: “Le forze dell'Inferno hanno pervaso la Chiesa. Sono nella Chiesa". Vedi, se attacchi la Chiesa dall'esterno essa diventa sempre più forte, ma se vi ti infiltri... Questo è un fatto che non si può negare. Ma non è un buon motivo per perdere la fede perché la Santa Vergine trionferà di nuovo. Sempre più preghiere, sempre più atti di fede!
[Traduzione a cura di Chiesa e Post-concilio]

10 commenti:

Anonimo ha detto...

La dottrina cattolica di sempre esalta le differenze qualitatitive tra gli uomini, a partirire da quelle spirituali (poichè ogni autentica gerarchia è gerarchia spirituale, non materiale), per passare a quelle intellettuali, quelle culturali, quelle locali e e nazionali, quelle sessuali tra maschio e femmina, fino a quelle etniche e persino razziali (queste ultime sono meno importanti, perchè biologiche, cioè materiali, ma comunque significative). Perché sono differenze che, nella tavolozza del mondo, Dio ha voluto.
L'unica differenza che la Chiesa di sempre poteva tollerare, ma mai accettare in linea di principio, era quella di religione, poichè la Verità è una, e solo essa salva. Come non poteva legittimare l'ateismo.

Al contrario la Chiesa attuale, dal Concilio vaticano II in poi, e ancora di più con Bergoglio, che fa?
Sovverte completamemte tutto questo. Perchè esalta le differenze religiose e ideologiche (ecumenismo wojtylian -assisiate filo ebraico e filo-islamico; liberalismo religioso; diritti umani eccetera) mentre al contrario rifiuta tutte le differenze di ogni altro tipo.
Fino al mondialismo più uniformante. Fino all'esaltazione dell'immigrazione di massa, e a quella del "meticciato", continuamente ribadìdita da Bergoglio.
Fino al colmo dei colmi, l'accettazione dell'ideologia omosessualista, nemica delle differenza sessuale in nome dell'individualiso egualitario e del pansessualismo. Kalergismo totale, con spruzzate energiche di omosessualismo ideologico.

Ricapitoliamo: la dottrina di sempre esaltava le differenze volute da Dio nella tavolozza del mondo. Ma rifiutava le false dottrine.
La Chiesa conciliare e modernista, ora bergogliana, accetta tutte le false dottrine su un piano di parità con se stessa, in nome dei nuovi totem della "libertà religiosa" , del "dialogo" e dell'"ecumenismo", mentre rifiuta in nome dell'egualitarismo e della dottrina dei "diritti" ogni differenza costitutiva e qualitativa tra gli uomini, proponendo il melting pot "meticcio" e ora anche femmminista e omosessualista. Insomma: l'esaltazione del mondialismo e della globalizzazione culturale. In amorosi sensi con quel capitalismo plutocratico che a parole Bergoglio finge di condannare (e per giunta sempre per motivi materiali, le "disuguaglianze" e mai spirituali).
Quale completa trasmutazione dei valori! Quale completo ribaltamento grottesco e parodistico della religione cattolica!
E chi non lo vede si dia alla pesca con la lenza.
Martino Mora

Anonimo ha detto...

Le voci della verità:

Nella marea montante di menzogne diffuse a piene mani dai media mainstream (TV e giornali, locali e nazionali, laici e falsamente religiosi), complici del golpe massonico di Joe Biden & C., e cassa di risonanza della massoneria satanista al potere nei governi dell’Occidente e nella Chiesa ex Cattolica (anche se solo con dei prestanome, commedianti prezzolati) queste voci emergono come fari nella notte che avvolge il mondo intero per colpa dei satanisti massoni e dei loro complici conniventi, tutti tesi all’instaurazione del Nuovo Ordine Mondiale e della Religione Unica Mondiale (senza SS.ma Trinità, Cristo unico salvatore degli uomini, Madonna, Santi, Chiesa Cattolica) :
http://www.accademianuovaitalia.it/index.php/archivi/video-del-decimo-toro/9654-vigano-e-i-brogli-contro-trump
http://www.accademianuovaitalia.it/index.php/archivi/video-del-decimo-toro/9666-video96
facebook.com/…hiaramente-/10221595629752116/
http://www.accademianuovaitalia.it/index.php/archivi/video-di-francesco-lamendola/9670-video2
http://www.accademianuovaitalia.it/index.php/contro-informazione/le-grandi-menzogne-editoriali/9674-lei-e-medievale (ringraziamenti dei numerosi ascoltatori)

Roberto ha detto...

"La grande apostasia.
Assolutamente la grande apostasia! Chiedo a Dio di prendermi prima che possa confondermi."

Se persone come queste, che sono indubitabilmente fuori del comune, fanno questo tipo di richieste, c'è da tremare.
E tuttavia, "Il Signore", come si dice nel più bel romanzo italiano, "c'è anche per noi".
Un caro saluto a tutti.

Roberto

Anonimo ha detto...

La Sacra Scrittura in molti punti ci ha avvisato che sarebbe avvenuto questo, tra i principali il profeta Daniele, san Paolo II Tess., il Vangelo stesso con Matteo 24, ma anche Giovanni mi era parso, ed ora la dottoressa conferma con il richiamo a Giovanni 21: un altro ti cingerà la veste e ti porterà dove non vuoi, alla fine....seguimi (alla morte ma anche come papato alla morte) e "colui che aveva detto chi è che Ti tradisce... e lui? ...se voglio che lui rimanga finchè io venga....". La profezia e l'apostolato gerarchico resta ed il papato muore, stesso segreto di Fatima e La Salette a Melania, l'anticristo a Roma che perde la fede. La visione del 2000 di Fatima (di cui manca ancora il testo del segreto, confermato anche dal pensiero della dottoressa, leggo) conferma anche la morte del Papato e dei veri cattolici. Siamo alla fine dei tempi, ecco perchè è opportuno restare vigilanti e non ignorare i messaggi del Cielo che Dio ha elargito: "Dio non fa nulla senza avvisare i suoi servi, i profeti". In conclusione se non se ne va, va costretto: domenica all'Angelus i fedeli hanno gridato in piazza san Pietro Viganò, Viganò. Dopo la purificazione sarà la Parusia, guardate i segni ci dice il Vangelo.

Anonimo ha detto...

Ognuno ha il suo compito, come ha detto la signora Alice von Hildebrand, nessuno di noi può annichilire questa demente organizzazione del governo mondiale e neanche tutti insieme siamo in grado di stanarli tutti ma, ognuno di noi nel suo piccolissimo può essere testimone della verità, della giustizia, della carità; anche se fino a ieri abbiamo mancato qui e là, oggi possiamo chiedere con tutto il nostro essere a Gesù Cristo di aiutarci ad essere migliori, a migliorare quei nostri peccati di sempre, forse solo veniali ma, ormai a noi connaturati e diventati barriera insormontabile verso la nostra santità. Questi giganteschi poteri umani hanno i piedi di argilla e un piccolo sasso ne determina il crollo. In alto i cuori, ognuno di noi nel segreto del suo piccolo quotidiano è cooperatore del Signore Gesù Cristo e delle Sue schiere celesti che stanno combattendo con noi. Per quanto umile e nascosta possa essere ogni nostra azione non dimentichiamo che in ogni momento la nostra azione, le nostre intenzioni, i nostri sentimenti, i nostri pensieri sono decisivi sul campo di battaglia. Uniti al Signore nostro, alla Vergine Madre, a San Giuseppe, a tutti i Santi. Questa consapevolezza deve accompagnarci 24 ore su 24. Sempre. Perché è la verità. Perché ognuno di noi ha il suo posto ed il suo compito che nessun altro deve usurpare o fare suo stravolgendolo.

Anonimo ha detto...

Solo chi vive di fede sa veramente cosa sta succedendo nel mondo; le grandi masse di uomini senza fede sono inconsapevoli dei processi distruttivi in atto, perché hanno perso la visione delle altezze da cui sono caduti.

- Mons. Fulton J. Sheen by Andrea Sandri

mic ha detto...

" domenica all'Angelus i fedeli hanno gridato in piazza san Pietro Viganò, Viganò"

Da dove risulta?

Anonimo ha detto...

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/08/29/bergoglio-contestato-a-san-pietro-fedeli-acclamano-vigano-lex-nunzio-che-lo-accusa-di-aver-coperto-gli-abusi/4588317/
Ho sentito il video in cui si distingueva bene il grido Viganò ripetuto. Ne parla il fatto quotidiano, e pure il Foglio ho sentito, ma in modo deviato, modificando il grido. Io l'ho sentito nel video, era Viganò e non la parola che dice il foglio, che ora non ricordo quale dica fosse.

Anonimo ha detto...

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/08/29/bergoglio-contestato-a-san-pietro-fedeli-acclamano-vigano-lex-nunzio-che-lo-accusa-di-aver-coperto-gli-abusi/4588317/
Ho sentito il video in cui si distingueva bene il grido Viganò ripetuto. Ne parla il fatto quotidiano, e pure il Foglio ho sentito, ma in modo deviato, modificando il grido. Io l'ho sentito nel video, era Viganò e non la parola che dice il foglio, che ora non ricordo quale dica fosse.

Anonimo ha detto...

"...bergoglio-contestato-a-san-pietro-fedeli-acclamano-vigano-..."

Dall'inizio era chiaro che la piazza avrebbe fatto sentire la sua voce. Al tempo dei 'dubia' era forse ancora troppo presto ed il popolo non aveva compreso in lungo ed in largo la gravità del problema. Piano piano, fatto si è aggiunto a fatto, ed ora il popolo parla in coro. Loro hanno fatto i sordi davanti ad ogni supplica devotamente presentata, ora il popolo ha detto la sua. Hanno fatto spallucce verso ogni gruppo di fedeli e verso i singoli che avrebbero voluto essere ricevuti. Dov'è la meraviglia? Si raccoglie quello che si è seminato e...questo è un inizio! Può anche darsi che il coro sia stato organizzato da quei consacrati che non possono all'interno parlare.Può darsi che sia così. Un grido di aiuto indirizzato al vescovo che ha parlato chiaro. Forse è proprio così, il coro è un'eco dell'urlo muto interno. Sì, forse è proprio così! Quelli che sono dentro hanno parlato! Bravi! Vi abbiamo sentiti ed abbiamo capito.