giovedì 26 novembre 2020

L'Abu Dhabi ante litteram di Benedetto XVI

Guardando a ritroso con attenzione alcuni documenti ecclesiastici non ci stupiamo più di nulla, visto che non è il primo caso in cui veniamo a scoprire i concreti prodromi delle scandalose conclusioni messe in atto dall'attuale pontificato. Eccone un'altra prova che, secondo il metodo efficace di Andrea Mondinelli, scioriniamo direttamente attraverso la lettura del testo con le adeguate evidenziazioni ad hoc, insieme ad alcune chiose col rinvio ai relativi approfondimenti. Ve lo sareste mai aspettati in questi termini? Anche se ci eravamo già imbattuti in questo precedente [vedi]. Vi ricordo che in ogni caso già Mons. Schneider e l'Arcivescovo Viganò erano passati per Assisi in relazione ad Abu Dhabi qui. Richiamo anche i precedenti sull'abominio di quella dichiarazione con annessi e connessi [qui]

L'Abu Dhabi ante litteram della Fondazione
per la Ricerca e il Dialogo interreligiosi e interculturali
*

Tra i fondatori, oltre Neil Bush (figlio del Presidente USA) scopriamo il Cardinale Joseph Ratzinger (il futuro Papa Benedetto XVI) [vedi]. Il testo che segue è tratto dal suo Discorso ai membri fondatori del 1° febbraio 2007, dalla cui lettura con evidenziazioni ad hoc emergono molti elementi che non ci saremmo aspettati e che dimostrano quanto già anticipato nell'incipit. 

Emblematica la visita alla Moschea blu
[...] Ringrazio il vostro Presidente, Sua Eminenza il Metropolita Damaskinos di Andrianopoli, che mi ha presentato il primo frutto del vostro lavoro: l'edizione congiunta, nella loro lingua originale e secondo l'ordine cronologico, dei tre libri sacri delle tre religioni monoteiste. È stato in effetti il primo progetto che abbiamo considerato nel creare insieme questa Fondazione, per "apportare un contributo specifico e positivo al dialogo fra le culture e fra le religioni"
[...] sulla scia della Dichiarazione conciliare Nostra aetate e del mio caro predecessore, Papa Giovanni Paolo II, siamo chiamati, Ebrei, Cristiani e Musulmani, a riconoscere e a sviluppare i vincoli che ci uniscono. È questa l'idea che ci ha portato a creare questa Fondazione, il cui fine è di ricercare "il messaggio più essenziale e più autentico che le tre religioni monoteiste, ossia ebraismo, cristianesimo e islam, possono rivolgere al XXI secolo", al fine di dare un nuovo impulso al dialogo interreligioso e interculturale, attraverso la ricerca comune [cosa deve ancora cercare insieme a fedi diverse chi custodisce la Rivelazione di Cristo Signore e degli Apostoli, consolidata da una Tradizione bimillenaria? Fa il paio col falso ecumenismo : vedi e implica anche la 'libertà religiosa' di conio conciliare : vedi -ndr] e mettendo in luce e diffondendo ciò che, nei nostri rispettivi patrimoni spirituali, contribuisce a rafforzare i vincoli fraterni fra le nostre comunità di credenti. Per queste ragioni, la Fondazione si è proposta, in un primo tempo, di elaborare uno strumento di riferimento che aiutasse a superare i malintesi e i pregiudizi e offrisse una base comune ai lavori futuri. Così avete realizzato questa bella edizione dei tre libri che sono all'origine di credi religiosi, creatori di culture, che segnano profondamente i popoli e a cui noi siamo oggi debitori.
La rilettura e, per alcuni, la scoperta dei testi che tante persone in tutto il mondo venerano come sacri obbligano al rispetto reciproco [il problema è che vengono messi tutti sullo stesso piano: vedi], nel dialogo fiducioso [vedi]. Gli uomini di oggi attendono da noi un messaggio di concordia e di serenità, e la manifestazione concreta della nostra volontà comune di aiutarli a realizzare la loro legittima aspirazione a vivere nella giustizia e nella pace. Hanno il diritto di aspettare da noi il segno forte di una comprensione rinnovata e di una cooperazione rafforzata, secondo l'obiettivo stesso della Fondazione, che si propone di offrire "così al mondo un segno di speranza e la promessa della benedizione divina che accompagna sempre l'azione caritativa" [come se quella senza Verità, che ha Nome Cristo Signore, possa mai essere autentica carità o non soltanto una misera e illusoria imitazione -ndr].
I lavori della Fondazione contribuiranno a una crescente presa di coscienza di tutto ciò che, nelle diverse culture del nostro tempo, è conforme alla saggezza divina e serve la dignità dell'uomo, per discernere meglio e per rifiutare meglio tutto ciò che è usurpazione del nome di Dio e snaturalizzazione dell'umanità dell'uomo. Siamo pertanto invitati a impegnarci in un lavoro comune di riflessione, lavoro della ragione che auspico con voi con tutto il cuore, per scrutare il mistero di Dio alla luce delle nostre tradizioni religiose e delle nostre rispettive saggezze, per discernerne i valori atti a illuminare gli uomini e le donne di tutti i popoli della terra, qualunque sia la loro cultura e la loro religione.  [Dov'è l'unico Salvatore, Cristo Signore? - ndr]
[...] Potremo così progredire nel dialogo interreligioso e interculturale, dialogo oggi più necessario che mai: un dialogo vero, rispettoso delle differenze, coraggioso, paziente e perseverante [sul dialogo a ogni costo vedi link supra], che trae la sua forza dalla preghiera e si nutre della speranza che dimora in tutti coloro che credono in Dio e che ripongono la loro fiducia in Lui [ Poggia sull'affermazione erronea chde ebrei musulmani e cristiani adorano lo stesso Dio vedi].
[...] Dio benedirà le nostre iniziative [sostanzialmente fa il paio con l'affermazione contenuta nella dichiarazione di Abu Dhabi che la "diversità delle religioni" è "voluta da Dio": qui - qui - qui - qui] se contribuiranno al bene di tutti i suoi figli e se consentiranno loro di rispettarsi gli uni gli altri, in una fraternità dalle dimensioni mondiali.  Con tutti gli uomini di buona volontà, noi aspiriamo alla pace. Per questo ripeto con insistenza: la ricerca e il dialogo interreligiosi e interculturali non sono un'opzione, ma una necessità vitale per il nostro tempo.
__________________________
* La Fondazione per la ricerca e il dialogo interreligioso e interculturale (FIIRD) è stata fondata nel 1999, sponsorizzata dalla Fondazione Levant con l' Università di Ginevra in Svizzera "per perseguire i suoi obiettivi accademici e umanistici con l'obiettivo principale di promuovere la comprensione delle tre religioni monoteiste: Cristianesimo, Islam ed Ebraismo". 
Il programma principale del FIIRD è quello di migliorare la conoscenza e l'esame critico delle sorgenti di ogni tradizione religiosa e quindi acquisire gli strumenti linguistici e strategici necessari per studiare le scritture normative di queste religioni senza sincretismo o proselitismo. [Con questo richiamo al proselitismo in una malintesa chiave negativa, fin troppo spesso reiterato [vedi], la Chiesa rinuncia all'Annuncio che è una delle sue funzioni primarie]

35 commenti:

Anonimo ha detto...

https://www.dogmatv.it/se-santa-caterina-di-alesandria-fosse-vissuta-oggi/

Valeria Fusetti ha detto...

Sarebbe a dire che quando Bergoglio rivendica di essere in continuità con i suoi predecessori è assolutamente veritiero. Più è veritiero meno è nella Verità. Lui e i suoi predecessori. Che tragico paradosso ! Per lui, per i suoi predecessori e per la Chiesa che però non dipende da costoro, se non che in modo derivato visto che "È bene obbedire a Dio anziché agli uomini". E se l'hanno detto Pietro e Giovanni al Sinedrio (che avrebbe dovuto già saperlo), chi siamo noi per giudicare diversamente ?

Anonimo ha detto...

ATTO SACRILEGO ALLA CHIESA DEL SANTO SEPOLCRO; CONDANNA DEL VILE ATTO DA PARTE DELL’AMMINISTRAZIONE E SOLIDARIETÀ A PADRE CUSTODE
https://comune.bagheria.pa.it/atto-sacrilego-alla-chiesa-del-santo-sepolcro-condanna-del-vile-atto-da-parte-dellamministrazione-e-solidarieta-a-padre-custode/

Anonimo ha detto...

Ma cosa c’entra una Fondazione per il diaologo con quanto scritto eventualmente di sbagliato nel documento sulla Fratellanza umana? Vedete il male ovunque! Siete accecati dalla vostra rozza ignorante pregiudizievole limtata visione del mondo e della realtà. Siete ottusi in una maniera soffocante. Vecchi cervelli decrepiti già sepolti! Guide cieche di ciechi! Ah, se poteste vedere e comprendere per un solo istante la vostra miseria intellettuale!

Anonimo ha detto...

https://www.sabinopaciolla.com/spaemann-sono-rimasto-un-po-senza-parole-nel-sentire-una-cosa-del-genere-dalla-bocca-del-papa/

"Non ti occupare di certe miserie altrui perche' non ne sei tu il responsabile , umiliati pero' ."

Anonimo ha detto...

Ratzinger fa parte del problema, non della soluzione.
Non ha mai ritrattato le sue deviazioni sincretistiche e non ha più né la lucidità NÉ TANTOMENO LA VOLONTÀ per farlo.
La sua ermeneutica della continuità è aria fritta.
La sua opinione (che ha pure difeso con arroganza) che gli ebrei non abbiamo bisogno di convertirsi per salvarsi è PURA ERESIA.
L'aver detto che siamo debitori di libri come il Talmud e il Corano grida vendetta al Cielo.

pinco ha detto...

Sta fondazione FHDR- o come si chiama- è solo un petuzzo dell'incancrenito movimento ecumenico.

IL CV2 da cosa è nato se non dalla conferenza di Seelisberg?

E, vogliamo, andare ancora più indietro?

Ma si sta a parlare di McKarrick di Abu Dabi, di amorislaetitia e simili conseguenze del cancro.

Viator ha detto...

- Dialogo ad oltranza (possibile solo tra culture e non tra fedi)
- rifiuto del 'proselitismo'
- 'ricerca comune' propria del falso ecumenismo
- fratellanza universale di conio gnostico-massonico

Gli ingredienti dello sfacelo conciliarista ci sono tutti ...

mic ha detto...

L'anonimo 9:32 non è in grado di fare 2+2 ; ma di giudicarci senz'appello riempiendoci di insulti si mostra molto capace...

mic ha detto...

Ma si sta a parlare di McKarrick di Abu Dabi, di amorislaetitia e simili conseguenze del cancro.

È certo che se ne parla. Se non altro per mettere in guardia chi le prende per oro colato. E sono la maggior parte! Ma, soprattutto, sentiamo l'imperativo categorico di riaffermare la Verità.

Anonimo ha detto...


Hé, chère Mic, quand je disais sur ce blog, il y a une demi-douzaine d'années, que Ratzinger et Bergoglio "c'est bonnet blanc et blanc bonnet", toute la bien-pensance "conservatrice" me tombait, avec vous, sur le paletot… Comme quoi, il ne faut jamais désespérer. Et à tout pécheur miséricorde…

mic ha detto...

Cher ami,
La mia formazione è tradizionale e il con ilio l'ho attraversato senza assorbire tutti ma senza capire molte cose ... lacune colmate dagli studi, dall'approfonndimento della fede e dalle esperienze successive. Certe cose le ho scoperte esplorando. Queste le sto vedendo ora.
Quello che a suo tempo non accettavo molto era un certo linguaggio tranchant...

Anonimo ha detto...

In una divertentissima gag Solenghi e Marchesini si collegavano con uno scienziato (lopez ) che aveva il merito di aver scoperto l'acqua calda.
La tragedia di oggi è che, molti, non hanno scoperto ancora nemmeno quella.
Tra poco scenderanno in campo i difensori d'ufficio di GPII e Benedetto XVI con i loro sofismi, preparatevi a subire le loro rampogne.

Anonimo ha detto...

L’Italia agli italiani? ma quando mai…l’Italia è di chi la vuole depredare, in primis gli islamici afroasiatici… (su ordine di Bergoglio, Conte,&C Ltd) : vedasi http://www.accademianuovaitalia.it/index.php/storia-e-identita/eurabia-e-civilta-occidentale/9698-l-italia-agli-africani
Ad un passo dal baratro: vedasi http://www.accademianuovaitalia.it/index.php/contro-informazione/le-grandi-menzogne-editoriali/9699-i-nodi-vengono-al-pettine
Ma com’erano belli gli anni in ci si potevano ascoltare canzoni come queste, altro che i cantanti satanisti odierni:
https://www.youtube.com/watch?v=k1EBhYEmt1M
https://www.youtube.com/watch?v=B3talmlllX0

Fotocopie ha detto...

L'omelia la decide la D'Urso: prete alla gogna se parla di gay e aborto
https://lanuovabq.it/it/lomelia-la-decide-la-durso-prete-alla-gogna-se-parla-di-gay-e-aborto

Io Vi Accuso! Un Insegnante Scrive a D’Urso, Marcuzzi e Compagnia Cantante.
https://www.marcotosatti.com/2020/11/26/io-vi-accuso-un-insegnante-scrive-a-durso-marcuzzi-e-compagnia-cantante/

Lia ha detto...

Purtroppo bisogna prendere atto che dopo Pio XII l'illuminazione ai cardinali non è arrivata dallo Spirito Santo ma da qualche altra entità. La quale forse una volta deve avere sbagliato con l'elezione di Luciani ma ha anche sollecitamente provveduto. Mettiamoci l'animo in pace. Guardiamo dritto verso Gesù e al quasi bimillenario Magistero della Chiesa facendoci guidare da Colei "che ha distrutto tutte le eresie del mondo intero"

Anonimo ha detto...

https://it-it.facebook.com/madonnadelmiracolo/videos/3355130454596206/
Che impressione questi Sacerdoti con la mascherina come fosse loro richiesto di non parlare, di stare zitti .

Rodbertus ha detto...

Mi sembra che questo discorso e la dichiarazione di Abu Dhabi siano ben diversi. Nel documento di Abu Dhabi si parla di fede, e tra le fedi non è possibile il dialogo e nemmeno l'equiparazione. Nel discorso di Ratzinger si parla di collaborazione politica che invece è possibile con chiunque. E' sufficiente che ci si possa fidare. Ma questo è un altro discorso.

Anonimo ha detto...

Evidentemente è da molto prima del CVII che nella chiesa era presente un fiume carsico, quello dello gnosticismo massonico con tutte le sue diramazioni. Il cattolicesimo ha finito con l'essere per queste persone consacrate una copertura. La situazione è difficile perché è difficile identificare i veri cattolici dai falsi.

Anonimo ha detto...

E intanto il ministro boccia dice che Gesù Bambino puó nascere due ore prima (flash ANSA). Si vergogni!

Antonio ha detto...

Facce Tarzan. E prenditi un ansiolitico. Scemo.

mic ha detto...

AGI - Con 5 voti a favore e 4 contrari, la Corte Suprema degli Stati Uniti si è espressa contro le restrizioni alle funzioni religiose decretate dal governatore di New York, Andrew Cuomo, per combattere l'epidemia di Covid.

E' la prima decisione presa dalla Corte nella quale è decisivo il voto del nuovo giudice, Amy Coney Barrett, scelta dal presidente uscente Donald Trump per sostituire Ruth Bader Ginsburg, morta a settembre. 

La pronuncia della Corte è arrivata a seguito di una denuncia della diocesi cattolica di Brooklyn e ia due sinagoghe, insieme a un'organizzazione ultra-ortodossa e due persone. 

La decisione odierna è opposta a quella presa dalla stessa Corte Suprema sul medesimo tema durante l'estate, in casi riguardanti California e Nevada: allora i giudici avevano votato 5 a 4 a sostegno delle restrizioni imposte dai governatori alle funzioni religiose per cercare di contenere l'epidemia di Covid. Ma con l'arrivo di Coney Barrett, l'equilibrio si è spostato nettamente a favore dei conservatori. 

Il primo emendamento

Nel caso di New York, i giudici hanno sostenuto che l'ordinanza di Cuomo viola il primo emendamento che protegge la libertà di esercitare il credo religioso.

Neil M. Gorsuch, giudice associato della Corte Suprema, è arrivato ad accusare il governatore di New York di aver avuto un atteggiamento più favorevole nei confronti delle attività laiche rispetto a quelle religiose. 

L'ordinanza anti-Covid prevedeva che nelle zone rosse, dove il rischio è molto alto, alle funzioni religiose fossero consentite al massimo 10 persone; nelle zone arancioni, il limite era di 25.

https://www.agi.it/estero/news/2020-11-26/usa-covid-corte-suprema-boccia-cuomo-10438786/

Antonio ha detto...

Mic, è un discorso che faccio da tempo con te: alla fine ovviamente decidi tu, io do solo consigli, ma il tafazzismo nel gestire i troll non lo capisco e giuro che il prossimo lo prendo a insulti pesantissimi. (Che poi magari è quello che vogliono.)

Anonimo ha detto...

Madonna decapitata da un rifugiato palestinese.

https://www.ilgazzettino.it/nordest/venezia/marghera_madonna_decapitata_mestre-5609409.html

Anonimo ha detto...

Rodbertus,che si tratti "solo" di una collaborazione politica lo dice lei ma non è quello che si evince dalla dichiarazione, ammesso e non concesso che si possano separare così nettamente le due cose. È per arrampicarci sempre sugli specchi che ci troviamo in questa situazione. Non vogliamo proprio aprire gli occhi.

Anonimo ha detto...


"e il prossimo lo prendo a insulti pesantissimi.."

E così mette magari nei guai Mic, che ci mette la faccia sul blog.
Non ci pensate mai alla responsabilità dell'amministratore?
Il blog è suo mica nostro. Ci vorrebbe più rispetto per Mic.
A che servono poi questi sfoghi? Sono infantili.
Io fossi stato Mic non avrei pubblicato neanche
il commento del "facce Tarzan".
Calma e sangue freddo. Troviamo invece sempre
nuovi argomenti per ribattere l'offensiva
dell'Avversario.
Z.

Anonimo ha detto...

@ Rodbertus

Collaborazione politica???
Non è quanto vi si legge:

"...sulla scia della Dichiarazione conciliare Nostra aetate e del mio caro predecessore, Papa Giovanni Paolo II, siamo chiamati, Ebrei, Cristiani e Musulmani, a riconoscere e a sviluppare i vincoli che ci uniscono. È questa l'idea che ci ha portato a creare questa Fondazione, il cui fine è di ricercare "il messaggio più essenziale e più autentico che le tre religioni monoteiste, ossia ebraismo, cristianesimo e islam, possono rivolgere al XXI secolo", al fine di dare un nuovo impulso al dialogo interreligioso e interculturale, attraverso la ricerca comune e mettendo in luce e diffondendo ciò che, nei nostri rispettivi patrimoni spirituali, contribuisce a rafforzare i vincoli fraterni fra le nostre comunità di credenti."

Anonimo ha detto...

Ultima parte della testimonianza del seminarista:
"Siamo stati così abusati dalla Chiesa, sessualmente ovviamente, ma anche spiritualmente, moralmente, liturgicamente, psicologicamente, ecc. Ho imparato a sopravvivere tenendo la testa bassa e la bocca chiusa. Il mio cuore è pieno di risentimento. Volevo solo essere cattolico, ma non sono il benvenuto nella Chiesa. La Chiesa non è quello che dovrebbe essere e io odio quello che è. Il mio cuore è pieno di amarezza e non voglio più vivere così.
Ho provato più volte a lasciare il seminario, sperando di trovare una comunità di fede più solidale, ma i miei piani e i miei tentativi non hanno funzionato. Cercherò, ancora una volta, di unirmi a un monastero più claustrale e tradizionale. Ho bisogno di un posto dove posso praticare la fede, lontano dal mondo e lontano dalla Chiesa. Non so cosa farò se questo ultimo tentativo non dovesse funzionare, magari diventare un senzatetto, allora potrei forse praticare la fede in pace, magari continuare in seminario a testa bassa, bocca chiusa e cuore che affoga nel risentimento. Non lo so".
https://www.theamericanconservative.com/dreher/catholic-seminarian-want-to-get-away-church/

A proposito di Boccia ha detto...

La Chiesa ha lottato per secoli per liberarsi prima dalle persecuzioni e poi dalle ingerenze dello Stato. Non esiste diritto più fondamentale che adorare Dio secondo la propria retta coscienza. Ed è inconcepibile che un ufficiale statale, con un fare che assomiglia alla burocrazia cecoslovacca o alla "libertà di culto con l'obbligo di un po' di sport" di Peppone, si spinga al punto di invocare limiti agli orari di culto per soddisfare un proprio assurdo puntiglio.

Anonimo ha detto...


FT, sino ad un certo punto.

LSNews riporta le ultime notizie sui ricorsi di Trump.
Ci sono due diversi filoni: uno sulle frodi elettorali in senso stretto, l'altro sui profili di costituzionalità del comportamento di varie autorità locali.
Cominciano ad esser dati al pubblico i dati sulle frodi, messi insieme dalle squadre di esperti e avvocati impegnate a favore di Trump.
Sono dati impressionanti. Ci sono state frodi documentate dalle testimonianz giurate di diversi scrutatori (sworn affidavit), che riportano cose strane.
Poi, accanto a questi metodi tradizionali, ci sono i brogli provocati, a quanto pare, dal computer. Arriva un blocco di voti per Biden, circa 570.000. Di questi, solo 3,200 circa per Trump. Il dato viene dalla testimonianza (giurata) di uno scrutatore. Siamo in PA,
Pennsylvania.
Continuiamo a pregare per la vittoria, anche più di prima. È difficile, ma può ancora farcela. Se, ha detto un grosso avvocato americano, riesce, dimostrando i brogli, a far scendere Biden sotto i famosi 270 voti elettorali, nessuno dei due candidati avrebbe i voti sufficienti. Allora dovrebbe essere il Senato USA ad eleggere il Presidente, dove ogni Stato ha due voti. E qui Trump potrebbe avere la maggioranza.
Le elezioni sono contestate in PA, Georgia, e altri Stati.
I Dem stanno reagendo al modo loro: intimidazioni, minacce, manipolazioni dell'opinione pubblica. Un loro deputato ha chiesto agli ordini professionali di cacciare gli avvocati (barristers) che stanno difendendo Trump (debarring). Nientedimeno.
Forse molti americani si stanno preoccupando, al di là di chi vince, perché sta venendo fuori che il sistema elettorale è marcio. (Nelle nostre società ormai cosa si salva?)
Bisogna continuare a pregare.

z.

Anonimo ha detto...

Intanto in Pakistan accade ancora questo

www.ansa.it/amp/sito/notizie/mondo/asia/2020/11/27/pakistanaltra-cristiana-rapita-e-fatta-convertire-allislam_0a257904-93ad-4b05-81f6-1d4bf5ba1083.html

Anonimo ha detto...


Questo testo di Ratzinger sarebbe sicuramente piaciuto a Gotthold Ephraim Lessing, famoso drammaturgo tedesco del Settecento inoltrato, saggista illuminista e Gran Maestro della Massoneria tedesca, i cui principi propagandò nelle sue opere teatrali e non.

Anonimo ha detto...

Benedetto XVI ha parlato chiaro sulle differenze fra Islam e Cristianesimo tanto da essere stato minacciato
Il rispetto delle altre culture e delle altre religioni se mantenuta l assoluta certezza che l unica Salvezza è il Sacrificio Redentivo di Gesù Cristo Salvatore non è negativo
Gesù ai samaritani gli eretici di 2000 anni fa non ha detto voi adorate il Diavolo ma " voi adorate quello che non conoscete "
L ecumenismo dei pontefici post concilio pur con i suoi errori ha come obiettivo evitare le guerre di religioni Non fondere le religioni come l Antipapa Bergoglio
Ricordiamo la
REDEMPTOR HOMINIS (1979). È la prima enciclica, che fa seguito al suo appello iniziale ai fedeli di tutto il mondo: “Aprite, anzi spalancate le porte a Cristo”. Per Giovanni Paolo II, il Figlio di Dio è compiutamente e definitivamente l'unico e vero “redentore” dell'umanità, di tutti gli uomini di ogni tempo e nazione. L'enciclica è un testo forte e anche “provocatorio”, nel senso che si rivolge, senza timori, anche ai non credenti, affermando in positivo la “signoria” di Cristo sugli uomini, una “signoria” che è fondata non sul dominio ma sull'amore e sul rispetto della dignità profonda di ogni essere umano.
(Christian Nota)

Anonimo ha detto...


Non si riesce a vedere l'errore, non c'è niente da fare.

Dove si nasconde?
Proprio dove si dice ciò che piace alla mentalità del Secolo, ossia che aprire le porte a Cristo significa sottomettersi (ma GP II non usa questo vocabolo) alla sua Signoria, che
non si basa sul dominio ma "sull'amore e sul rispetto della dignità profond di ogni essere umano."
L'amore per l'uomo di Cristo NS è in realtà la sua profonda compassione per la creatura decaduta, immersa nel peccato. Egli è venuto a salvarci dal peccato e dalla dannazione eterna non a proclamare il rispetto della nostra supposta "profonda dignità". Che dignità può avere il peccatore? Peccando, ci rendiamo indegni, agli occhi di Dio e degli uomini.
Con questi concetti sbagliati di amore di Cristo e rispetto della dignità dell'uomo, si è alterato il senso della missione della Chiesa, si è di fatto insegnata un'impostura. E
i risultati non li vediamo tutti i giorni?
"Dignità profonda" che vuol dire? Più corretto sarebbe dire "dignità innata" dell'uomo. Ma innata come? La dignità che avevamo in quanto somiglianti a Dio, con i suoi doni preternaturali, l'abbiamo perduta con il peccato originale. La dignità con cui ci ammorbano dal Concilio in poi, è quella dell'uomo in quanto tale, dell'individuo buono per natura di rousseauiana ed illuministica memoria. Un concetto non cattolico, che andrebbe finalmente denunciato.
Dire che l'uomo per il solo fatto di esistere possiede una dignità profonda, indipendentemente da come si comporta, a ben vedere non significa nulla. La dignità è una qualità che ci merita il rispetto altrui, quando c'è.
Bisogna dimostrare di possederla. È una qualità che deriva dal possedere certe virtù. Prendiamo l'onesta madre di famiglia e la meretrice: diremo che possiedono la stessa dignità, in quanto persone? Sarebbe assurdo. La meretrice, dato il mestiere che fa, la dignità l'ha persa. Non ha perso l'umanità cioè l'esser sostanza individuale dotata di natura razionale (persona, secondo Boezio). Recuperando la sua umanità, ossia l'uso della ragione e della volontà volta la bene, può redimersi, cambiar vita e riacquistare la perduta dignità.
In questo modo andrebbe impostato il discorso sulla dignità dell'uomo.
Basta con la falsa dottrina della dignità dell'uomo, calcata sulle astrazioni illuministiche.
T.

Anonimo ha detto...

Che Ratzinger abbia potuto abdicare anche sotto la pressione della "mafia di San Gallo" e magari di altre forze massoniche esterne alla gerarchia ecclesiastica (che avevano più fretta di concludere la fase operativa iniziata col Concilio) lo ritengo assolutamente plausibile. Ma se è così il tutto assomiglia molto di più a un regolamento di conti interno fra "gang" divise sulla tattica e sui tempi (ma unite sull'obbiettivo strategico) di far piazza pulita del cattolicesimo come lo abbiamo conosciuto da 2000 anni a questa parte. Altrimenti non si spiega nulla della sua storia, a partire dal conciliabolo (in cui era incendiario assistente del congiurato "renano" card. Frings con diretta responsabilità nella famigerata espressione "substitit in" di GS, su imbeccata di un fratello maggiore), alle eresie moderniste di cui è infarcito il suo "Introduzione al Cristianesimo" del 1968, mai ritrattato neanche quando lo ha fatto ristampare da papa nel 2005 (dalla Queriniana!) dichiarandone anzi la persistente attualità, alle sue pesanti corresponsabilità nel disastroso pontificato wojtyliano, con le sue promiscue e blasfeme riunioni di Assisi, le spietate ingiuste accuse in mondovisione ai suoi Predecessori coi "meaculpa" (che erano in realtà dei "suaculpa"), le preghiere con animisti, sacerdotesse di Shiva e stregoni (precursori di pachamama), i baci al corano, l'eresia della redenzione universale (errore, questo, figlio diretto del falso ecumenismo rahneriano e della sua dottrina dei "cristiani anonimi"), a quel che egli stesso ha perpetrato durante il suo pontificato (sinagoghe e moschee a gogò), per finire con la sua ritirata finale per motivi mai dichiarati (ridicolo quello della "ingravescente aetate", anche alla luce del prosieguo; come ridicola la motivazione del continuare a vestire di bianco - non c'erano tonache di altro colore - del mantenere nome ed anello papale, fatto assolutamente senza precedenti nella storia della Chiesa). Se fosse vera una lettura corrente "ad usum delphini" cioè che lui, papa cattolico, fu cacciato dalla massoneria da sempre ostile alla Chiesa (fino a Pio XII però, non dopo ...), ecco se fosse andata così non si capisce perché Ratzinger non avrebbe dovuto e saputo denunciare al mondo e soprattutto al suo gregge, dalla loggia di San Pietro, che i lupi stavano attaccando il Soglio di Pietro. Men che mai si capirebbe, infine, la sua ostinata e reiteratamente proclamata fedeltà e sottomissione a quel Bergoglio con cui condivide, fra l'altro, il famiglio e segretario particolare. Viva Cristo Re!
Luca Poli su Fb