sabato 4 febbraio 2012

La crisi della Chiesa è una crisi dei vescovi. A Londra, la messa "Pride"

Rorate Caeli ha pubblicato oggi questa denuncia e ci chiede di diffondere. Il testo è stato redatto in italiano.

Lettera aperta alla Curia Romana

Eminentissimi signori Cardinali! Eccellentissimi signori in Curia!

Guardate questo video.

Aspettiamo le Vostre considerazioni e reprimende. Noi, piccole pecorelle, non possiamo vivere così - i lupi sono in chiesa, celebrano le messe...

Scandalizzati, aspettiamo il Vostro intervento per fermare questa vergogna che succede regolarmente nell'Arcidiocesi di Westminster, centro del cattolicesimo inglese - e che avrà ripercussioni in tutta la Chiesa. È uno scherno a Nostro Signore Gesù Cristo, al Redentore Immacolato, alla Sua Croce, al Suo Santissimo Corpo, al Suo Preziosissimo Sangue, a Sua Madre Immacolata, ai Suoi Angeli e Santi, alla Sua Santa Chiesa di tutti i tempi e luoghi e alla Sua Dottrina perenne.

Non girate lo sguardo. Vi preghiamo di fare qualcosa subito – la nave sta andando a fondo. Chiediamo questo con rispetto filiale. Non permettete che questa sciagura continui.


Questo distrugge l’unità con Pietro (da San Pietro fino a Benedetto XVI) più di migliaia di discussioni dottrinali irrisolte.
Dal ‘team’ di Rorate Caeli

11 commenti:

Icabod ha detto...

L'unico rimedio è la Messa di sempre!

don Camillo ha detto...

La Santa Messa che Dio ci ha donato è un culto perfetto a carattere assolutamente universale che rendeva tutti uguali cattolici e romani sia gli africani come gli americani come gli italiani senza distinzione di razza cultura identità..
Fu la Riforma di Bugnini che pensò di stravolgere e manomettere, impugnando questo Culto donato piegandolo per gruppi particolari mortificandone il linguaggio i segni la mistagogia per una pre-comprensione ripiegata su se stessa. Messe dei NC, Messe scout, Messe di AC, CL, poi etniche Messe congolesi, sud americane, dei nord americani, dei casi particolari anziani, sordi, ciechi, ecc, ecc, ecc, ecc, ecc, ecc, ecc.... Ora perché non una messa per i gay? Tras? E similari? Discriminante, no? E poi è conforme a certa mentalità che non dispiace ai tradizionalisti sintetizzata nella preghiera che tante lacrime fa scendere: "amami come sei" non a caso coniata per chi non lo sapesse proprio durante il concilio.
Insomma se sperano di avere un cenno di disapprovazione da parte dei Cardinali... Ebbene questo video non può che avere applausi da tutti B16 compreso, confermando la solita vulgata che "i tradizionalisti sono oscurantisti e razzisti e pure omofobi".

Gederson Falcometa ha detto...

Carissimi,

Guarda un video, della nuova evangelizzazione:

http://www.dailymotion.com/video/xo99fm_flashmob-brother-sister-act-missionnaires-de-l-esperance-avec-600-jeunes-religieux-ses_webcam?start=72#from=embed

Anonimo ha detto...

VIETATO VIETARE ora e sempre....
e io vorrei proprio sapere se il vicario di Cristo ritiene che questi eventi abbiano un minimo peso oppure no....
vorrei sapere se tutto va bene, purchè si vada avanti, e ovviamente nella direzione indicata dal concilio, (compresa questa, visto che non si impose nessuna sanzione per la Ultima cena gay esposta a Vienna).
vorrei sapere se questa roba rientra nella famosa CONTINUITA'...e se tutto compreso, ci stanno prendendo per scemi dal concilio in poi.
Continuità significa continuare lo spettacolo di ogni oscenità, purchè TUTTI stiano allegramente dentro questa chiesa-teatro-circo, tutti i catto-clown che si svegliano la mattina con voglia di far baccano e saltellare, e la chiamano evangelizzazione, per andare verso il Nuovo mondo catto-idiota, forse ?
e gli allegri pastori della chiesa-circo pensano che questa è la volontà di Nostro Signore ?
allora per favore i dotti teologi e prelati ci dicano che alla fine dei conti e DISCUSSIONI INFINITE quel "magistero solenne" (ut Gherardini dixit) del concilio si concretizza in questo.
Questa DEDUZIONE è naturale e lecita, non ve ne sono altre possibili: lo scopo ultimo era che la Chiesa doveva diventare un graN CIRCO che diverte i suoi fedeli (=panem, cioè eucaristia profanata, dissacrata, et circenses a volonjtà!)li DIVERTE, DI-STRAE dai Novissimi, altro che chiacchiere ermeneutiche ! solo questo sarà l'approdo della Chiesa conciliarizzata, perchè il papa regnante continua a non voler affatto spiegare CHE COSA IL MEGA concilio V.II abbia voluto insegnare di bello e di grande a tutto l'orbe cattolico.
Lui continua a ripetere: continuità, continuità e dite tutti "continuità", e così tutti i fans del concilio, che accettano tutte le blasfemie, purchè lo show orrrendo continui !
E mai viene dalle alte sfere un castigo o una parola di biasimo, mai !
pensano che Dio è contento di tutto ciò, come un gran Babbo natale che dà pacche amichevoli a tutti, hoo...hoo...hoo ! come in un bel musical disneyano ! 'perchè Dio è amore, amooore, amoore, di che state a preoccuparvi ?
la FSSPX è troppo truce e seria, non ha capito che deve adeguarsi al grande SHOW che continuerà, viva i bestemmiatori vestiti da religiosi....(tanto chi li castiga? chi glielo spiega il SACRO E IL PROFANO?)
applausi....e lasciate la FSSPX ai suoi pesanti penjsieri di fedeltà alla Santa Messa di sempre: lei non vuole entrare nel gran circo allegro, e peggio per lei (...> chi non beve con me, peste lo colga....chi vuol esser lieto sia, del doman non v'è certezza!)
vietato vietare
e così sia

Anonimo ha detto...

infatti dice l'art.:
Questo distrugge l’unità con Pietro (da San Pietro fino a Benedetto XVI) più di migliaia di discussioni dottrinali irrisolte.

appunto:
i FATTI sono questi, ancora questi, che continuano giorno per giorno, nel lassismo di chi doveva IMPEDIRLI e li ha permessi da mezzo secolo; e contano più di milioni di parole, che non hanno concluso nulla.

e soprattutto fanno SCUOLA:
VERBA VOLANT
EXEMPLA TRAHUNT

Anonimo ha detto...

Grazie, caro Gederson,
la tua segnalazione mi ha suscitato qualche riflessione, che ho condensato nel nuovo articolo.

Anonimo ha detto...

Non aspettatevi risposte dalla gerarchia...: sono troppo impegnati a studiare la risposta di mons. Fellay...e ad "ammacchiare" i conti del governatorato!

bernardino ha detto...

Da Rorate Caeli: Lettera aperta alla Curia Romana - Agli Em.mi Sig.ri Cardinali e Sig.ri di Curia. ADERISCO ALL'APPELLO di cui sopra, nella speranza che il Papa CHIESA VIVENTE E CRISTO IN TERRA, prenda coraggio a due mani e faccia pulizia dentro la chiesa, come disse nella famosa VIA CRUCIS del 2005. In tutto il Suo Pontificato ha dato molti buoni segnali. Ora aspettiamo il vero coraggio come Gesu' di fronte alla Croce. Nella Chiesa come individua Romano Amerio su Iota Unum, c'e' una grave crisi a tutti i livelli ed e' una crisi che sembra sovrastarla ma non l'ha ancora sovrastata. Dunque siamo ancora in tempo, pertanto il Papa deve mettere in atto tutti i mezzi che lo Spirito Santo gli da', deve fare ogni sforzo perche' questa crisi, che tutti sappiamo da dove deriva, venga resa inoffensiva. Il Papa ha la possibilita' di eliminare tutto cio' che contrasta la Chiesa e la Dottrina Cattolica, perche' ha dalla Sua parte milioni di veri fedeli e veri cattolici che credono in Lui e nella Chiesa di Cristo.

Anonimo ha detto...

bernardino!
...non ne sarei tanto convinto. Ormai la grande massa segue l'onda...sono tutti...criptoprotestanti...e la mentalità del mondo, anche i cattolic praticanti, l'hanno sposata, per non parlare del nuovo corso ecclesiale.

Gederson Falcometa ha detto...

Mic,

Grazie per la riflessione :)

Quanto la Messa Pride, la questione del suo blog "dove sta andando la Chiesa cattolica?", se può tradursi in "dove sta andando la liturgia romana?" o "dove sta si trova il Rito Romano?"

Purtroppo, la liturgia conciliare, soffre di un informalismo dialoguismo, trasformismo e de un nichilismo, che sembra ridurre il rito romano e la sua celebrazione a Roma. In fondo, in tutto il mondo si celebra nella liturgia, una libertà assoluta, non quello che dovrebbe essere adeguatamente celebrato.

Il motivo principale per Vietato Vetare, è il dialogo lungo le linee di Ecclesiam Suam:

Questa forma di rapporto indica un proposito di correttezza, di stima, di simpatia, di bontà da parte di chi lo instaura; esclude la condanna aprioristica , la polemica offensiva ed abituale, la vanità d'inutile conversazione. Se certo non mira ad ottenere immediatamente la conversione dell'interlocutore, perché rispetta la sua dignità e la sua libertà, mira tuttavia al di lui vantaggio, e vorrebbe disporlo a più piena comunione di sentimenti e di convinzioni”. Ecclesiam Suam

L'esclusione a priori dalla condanna, è un passaggio sicuro per una Messa omossexuale e tutte le altre strane Messe, perché ciò che non condanna a priori, per fine anda a partecipare dalla liturgia. Qui in Brasile abbiamo comunismo della teologia della liberazione e il protestantesimo del rinnovamento carismatico nelle omelie. Il comunismo è prevalente fino ad oggi i vescovi dalla CNBB continuano, ad esempio, sostenere le comunità ecclesiali di base (un fallimento) che sono comunisti. Così se osserva le cose, e si vede che il dialogo con il comunismo, per esempio, può fare un'intera nazione cattolica, diventare comunista e un'altra parte importante di questa nazione, diventare protestante. E 'qualcosa di completamente non sense. Come nel caso di Londra, o il Padre per dialogo con gli omosessuali mette in rischio di homosexualizare i fedeli della parrocchia o la parrocchia fa uso esclusivo degli omosessuali. E 'assurdo ...

Gederson Falcometa ha detto...

Mic,

un belo articolo:

Tradition at War with Tradition?
Plenary Session of the CDF to Decide SSPX Fate
http://www.remnantnewspaper.com/Archives/2012-0131-dupuy-tradition-vs-tradition.htm