martedì 17 settembre 2019

I Gattopardi

Analisi lucida e realistica. Speriamo di poter dire anche per questo: "Ma Dio aveva altri progetti" (per l'Italia, per l'Europa e per le influenze che verranno). Un po' dipende anche dal nostro Ora et labora.

Renzi si unirà con Berlusconi, come stabilito ormai da anni, per ricostruire il "Grande Centro" e questa volta senza nemmeno la patina ipocrita di cattolicesimo (ma sempre con il sostegno del clero della neochiesa). I Cinquestelle crolleranno, e quel che rimane si unirà con il PD, per rifare la "grande Sinistra" (sempre con il sostegno dell'altra parte del clero della neochiesa). Tutto il resto convergerà verso il "centro-destra" (sostenuto di nascosto da qualche prelato tremebondo qua e là).
E così, come sempre in Italia... Che tutto cambi perché nulla cambi!
Del resto, il sistema ha funzionato perfettamente nel suo fine della distruzione dell'Italia e degli italiani, della loro ricchezza, della loro identità, della loro fede, della loro umanità. Meglio ripristinarlo in pieno: ora vengono infatti  i giorni della totale e definitiva trasmutazione e scomparsa degli italiani. E questo non può che essere attuato tramite la Sinistra con l'appoggio "responsabile" dei "moderati" e del clero della neochiesa, di sinistra e di centro.
Come infallibilmente accade ormai da sessant'anni. (Massimo Viglione)

59 commenti:

Anonimo ha detto...

C'è il rischio che Renzi prenda un granchio... controlla oltre il 50% dei gruppi parlamentari del PD, ma pare lo seguiranno circa 6 senatori e una manciata di deputati.. Fra chi lo seguirà i poco popolari Bellanova e Scalfarotto, con cui vorrebbe conquistare il centro? E manco può staccare la spina al governo giallo-rosso con 6 senatori. Renzi in quanto tale non attrae più voti, solo riconquistando la segreteria del PD poteva avere chance. Se si uniscono Renzi e Berlusconi faranno il 5 o 6% al primo colpo, per poi scomparire in pochi anni... [Berlusca ha anche una certa età].

Anonimo ha detto...

Però fa un partito per avere voce in tutte le nomine che ci saranno tra poco: 400, mica una: una barcata di clientes.

Anonimo ha detto...

Qualcuno pensa che l'attuale governo durerà pochissimo, poi arriverà Draghi per una manovra lacrime e sangue e dal 2022 sarà PdR. Secondo me si lavora troppo di fantasia. Sarà l'attuale governo a fare la manovra e sarà abbastanza soft, l'UE sarà abbastanza indulgente. In questo momento Lega e FdI sono i grado di scatenare la piazza, a differenza di FI nel 2011 e Draghi, secondo me, non è interessato a guidare un tal governo. Infine l'Italia non è la Grecia. Mettere in ginocchio l'Italia vorrebbe dire tirar giù tutta l'area Euro. Francia e Germania hanno troppi interessi in Italia, proseguiranno con la politica di conquista a piccoli passi. Ci vogliono asserviti, ma non distrutti. Almeno per ora.

Anonimo ha detto...

Ma diceva Mentana ieri che saranno compatti contro Salvini, si tratta cioè solo di smistarsi per proporre diverse soluzioni contro Salvini, accaparrarsi più voti ed a tal fine, parole sue, rifaranno la legge elettorale in modo proporzionale in modo da riportare tutti gli estinti a risurrezione. Un quasi proporzionale, disse ieri.

Anonimo ha detto...

Quando ti stavi auto-convincendo che stava andando di nuovo tutto bene, che il paese era di nuovo retto e giusto, che la narrazione doveva cambiare, che non bisogna mai abbassare la guardia contro il fascismo di ritorno, arriva una notizia come questa. Un militare ferito alla gola e alla schiena con due colpi di forbici davanti alla stazione Centrale di Milano al grido di "Allahu Akbar". A breve sapremo che era soltanto uno scappato dai tetti rossi, che non ha mai gridato il takbir islamico e che la notizia, che non avevano dato con evidenza, non era questo granché...
E, sulle maggiori testate, la stampa cambia 'gergo' e lo straniero clandestino diventa un 'passante'.

ANSA ha detto...

ANSA Notiziario Regionale, martedì 17 settembre 2019
Ferisce un militare a Milano e poi urla 'Allah akbar'

(ANSA) - MILANO, 17 SET - Ha urlato 'Allah akbar' mentre veniva bloccato dai carabinieri l'uomo che stamani ha ferito un militare davanti alla Stazione Centrale di Milano con due colpi di forbici. Lo straniero ha sorpreso il soldato alla spalle
colpendolo alla gola e alla schiena e procurandogli ferite lievi.
In quella fase non ha detto niente. Poi, mentre veniva disarmato, ha urlato 'Allah akbar'. Al caso sta lavorando anche il Nucleo informativo dei carabinieri per verificare se l'aggressione sia o meno di matrice terroristica. (ANSA).

Anonimo ha detto...

Rai tg3 regionale di ieri h.19.00

si parla della ricostruzione del duomo di Carpi (alla buon'ora), l'unica chiesa che verrà ricostruita, le altre sono state spianate, si fa una panoramica dell'interno, vuoto, con le volte cuspidali e le cappelle laterali desolatamente spoglie, poi uno zoom americano sui lampadari e qui mi si è gelato il cuore, sono cerchi metallici sospesi con lampadine tutto intorno alla circonferenza come si vedono in ogni moschea, se qualcuno è mai entrato in una moschea, sa di cosa parlo, dopo questa poco edificante immagine e dopo tanti blabla di sovrintendenti di ogni genere, costruzione antisismica, doccette anti incendio ed amenità varie, finalmente una ripresa dell'antico bellissimo altare barocco che è in via di accurato restauro, tabernacolo compreso e Dio voglia che venga rimesso al suo posto, al centro.Lupus et Agnus.

Masochismo ha detto...

Dopo l'episodio dell'attrice Gloria Cuminetti, che colpita al volto da un pugno di un marocchino, ha detto : " No al razzismo!" decine di attori, cantanti, saltimbanchi di sx di spettacolo e intellettuali si sono messi in fila davanti a migranti strafatti e violenti per farsi prendere a pugni sul naso e per poter dire trionfanti e sanguinanti: "No al razzismo!" Son fatti così. Alfio Krancic

Da Fb ha detto...

Torna l'attessissima serie "The Government. Pd e M5S in viaggio verso l'abisso".
Dopo i primi episodi "Abbraccio al Sistema" e "Porti Aperti" ecco il sequel di oggi: "Il ritorno del pentapartito". Un'avvincente storia di come una rivolta al sistema si tramuta nella più buia restaurazione.
È tutto così merdaviglioso.

Anonimo ha detto...

Stralcio da Radio Spada sulla capriola di Renzi (circa l'ipotesi di voler colmare il vuoto al Centro)
....
Vedete, il centro è un terreno strategico ma difficile. Non sempre il fatto che lì regni il deserto significa che sia possibile trasformarlo in prateria. Anche il Gobi ha molti spazi liberi ma pochi ci vanno. Il motivo è che al centro se non si ha stoffa o vasti appoggi si rischia di essere cannibalizzati dalla destra e dalla sinistra che per natura polarizzano.
In Italia c’era una volta la DC, ma più che un centro era una confederazione di anime da destra a sinistra, tenute sotto lo sguardo semi-vigile di una autorità ecclesiastica che conta in Italia oltre il 90% di battezzati.
Un centro strategico, col cuore a sinistra, era il Partito Socialista di Craxi. Faceva da ago della bilancia finché un muro caduto a Berlino e una nuova stagione giudiziaria (non fatemi entrare in merito, per favore) hanno determinato nuovi poli, su cui gli ex-socialisti si sono spalmati.
Siete giovani e forse non potete ricordare ma Craxi si firmava sull’Avanti! con lo pseudonimo “Ghino di Tacco”. Sapete da cosa nacque? Dal fatto che Eugenio Scalfari aveva accostato la sua «rendita di posizione» a quella del bandito medievale che, strategicamente, da Radicofani poteva colpire l’unica via di comunicazione dell’epoca tra Firenze e Roma. Un punto ineludibile.
....

Anonimo ha detto...


Fantapolitica su Draghi

Viene dipinto sui blog "tradizionalisti" come un nemico dell'Italia. Ma com'è allora che i tedeschi lo odiano? Di recente ha di nuovo fatto ripartire il c.d. "quantitative easing", cioè lo sfoltimento o pareggiamento quantitativo = acquisto sostanzioso BE di titoli di Stato dei paesi europei, dopo aver abbassato ancora il tasso di interesse. Questa politica aiuta oggettivamente le banche italiane (e non solo), imbottite di titoli del Tesoro e cerca di immettere liquidità nel mercato, per gli investimenti. Manda invece in bestia i tedeschi, che accusano Draghi di avergli fatto perdere miliardi di interessi sui loro Bund, da quando è lui a capo della BE. Una copertina di giorni fa del tabloide Bild lo rappresentava con la faccia di Dracula ("Questo è l'uomo che ci ha succhiato i risparmi").
Dicono gli esperti che in Germania c'è aria di recessione, la politica di Draghi dovrebbe aiutare ad affrontarla, ma i tedeschi non se ne danno per intesi. Draghi ha fatto una politica di respiro europeo, che è stata untile anche all'Italia. E'un uomo del sistema, certamente, ma non si vede perché debba esser considerato nemico dell'Italia in base alla politica che ha fatto.
La Germania dovrà forse sforare il famoso limite del 3% e questo potrà aiutare la "manovra" italiana.
Renzi sta facendo per ora un gran polverone. Aspettiamo a vedere quanti seguaci avrà nel suo nuovo partito. Con le previsioni bisogna andarci cauti. E' legittimo comunque sperare che, come già in passato, le divisioni interne della Sinistra (dove si odiano quasi tutti fra di loro) portino all'ingovernabilità e obblighino alle elezioni anticipate, nonostante tutto.

Anonimo ha detto...

Hanno arrestato l'attentatore del militare , adesso cosa gli faranno? Verrà espulso?Non sia mai,al suo paese rischia un'iradiddio di persecuzioni ,torture e quant'altro.Non si capisce perché visto che il reato lo ha commesso in Itaglia, ma secondo i buoni è così e basta.Verrà arrestato e tenuto in galera per anni ed anni?Non si può perché se ha tentato di far fuori il militare è perché in Libia è stato torturato.Gli faranno una multa? Neppure perché è nullatenente.Allora cosa bisogna fargli? La cosa migliore,sempre secondo i buoni, sarebbe farlo studiare ,educarlo e procurargli un buon lavoro ed una casa affinché finalmente possa sentirsi accolto , accompagnato ed integrato.E poi anche volendo dove mandarlo se non ha documenti e nessuno può dire con precisione da dove questa risorsa sia arrivata?Anzi,sappiamo che viene dalla Libia anche se non è libico, e che quello è un paese dal quale si può solo partire ma non è un posto sicuro per tornare.

Anonimo ha detto...

"Renzi ha fregato 5 Stelle e Pd. E ora sì 'Giuseppe stai sereno...' "Scissione renziana nel Pd.
Riccardo Molinari - capogruppo della Lega alla Camera - ad Affaritaliani.it

"In una sola mossa Renzi ha fondato i 5 Stelle e il Partito Democratico. E quindi, da oggi, Giuseppe deve stare sereno". Il capogruppo alla Camera della Lega, Riccardo Molinari, intervistato ad Affaritaliani.it, sintetizza così le conseguenze politiche della scissione da parte di Matteo Renzi che ha lasciato il Pd per fondare gruppi autonomi.

"Da oggi sono più deboli i partiti di maggioranza, M5S e Pd. Renzi non ha alcun interesse ad andare a votare, quindi non credo che sia in discussione, almeno per ora, la tenuta della maggioranza. Ma creerà forte instabilità all'esecutivo".

"Renzi ha prima obbligato Zingaretti, che inizialmente voleva le elezioni, a scendere a patti con il Movimento 5 Stelle e a mettere insieme due forze politiche che si sono insultate per anni come cani, poi, appena fatta la squadra di governo e ottenuta la fiducia in Parlamento, ha rivendicato il suo spazio così da poter cannoneggiare il governo standone fuori ma senza farlo cadere. Li ha fregati tutti e ha affossato 5 Stelle e Pd riprendendosi il centro della scena politica con una tipica manovra di palazzo".

Renzi abile e furbo? "Bisogna vedere che cosa si intende per abile e furbo. Dal mio punto di vista - argomenta Molinari - è spregiudicato e non conosce vergogna. Sapendo che non ha alcun consenso popolare ha lavorato per ritagliarsi uno spazio con giochetti da Prima Repubblica".

Anonimo ha detto...

La signorina Gloria ha detto no al razzismo. Non sarebbe stato più logico dire no ai pugni in faccia agli ignari passanti? Comunque se lei è contenta ,si faccia pure scazzottare in nome dell'antirazzismo. I gusti son gusti.

Antonio Manzionna su Fb ha detto...

CHE PACE È MAI QUESTA? SI SOTTRAGGONO BAMBINI AI GENITORI, LO STATO SI ARROGA IL DIRITTO DI UCCIDERE FIGLI MALATI CONTRO LA VOLONTA' DEI GENITORI, TI OBBLIGANO A SUBIRE INVASIONI PRIVANDOTI DEL DIRITTO DI TUTELARE I PROPRI CONFINI, TI COSTRINGONO A COSA PRODURRE, A RACCOGLIERE E COMMERCIARE, COSA METTERE NEL TUO PIATTO, COSA PESCARE NEL TUO MARE, STATI DA SOTTOPORRE CON L’ECONOMIA, TI OBBLIGANO AD ACCETTARE PER MORALI ATTI IMMORALI, TI PRIVANO DEL DIRITTO DI ESPRIMERE UNA TUA VOLONTA' SE CONTRARIA AL MAINSTREAM ARTEFATTAMENTE COSTRUITO CONTRO IL LIBERO ARBITRIO, TI OBBLIGANO AD ACCETTARE LA CULTURA DELLA MORTE PIUTTOSTO CHE QUELLA DELLA VITA, STRAVOLGERE IL SENSO DELLA FAMIGLIA UMANA RENDENDOLA SIMILE A QUELLA ANIMALE,TEMPORANEA E OCCASIONALE ! QUALE PACE È MAI QUESTA DOVE IL SOTTERFUGIO E L'INGANNO, L'USURA E LA PREVARICAZIONE SONO LA NORMA, E IL VOLERSI SOTTRARRE A TUTTO CIO' LASCIA INTRAVVEDERE ANCHE L'USO DELLA FORZA! IL SOTTERFUGIO DEL FITTIZIO NELL’IMPEGNO DELLA DISTRIBUZIONE, SALVO POI DEFILARSI IN MODO INDEGNO (VENTIMIGLIA, BARDONECCHIA, RIPORTARE IN ITALIA CLANDESTINI IN AEREO, SEDATI E AMMANETTATI!). QUALE PACE È MAI QUESTA, IMPEDIRE A UN POPOLO DI DECIDERE IL PROPRIO GOVERNO, SENZA CHE ALCUNO SI ARROGHI IL DIRITTO DI INSEGNARE COME E CHI VOTARE! SE QUESTA È PACE, È MOLTO SIMILE A UNA GUERRA SENZA SOLUZIONE DI CONTINUITA'!

P.S. TANTI DEI, NESSUN DIO; NESSUN DIO, SOLO L’UOMO! C'E' QUALCUNO CHE PREDICA LA PACE, MA NON COME LA VUOLE CRISTO, MA COME LA VUOLE IL MONDO! SE È COSI', INCOMINCIAMO AD ABITUARCI ALL'ODORE DELLO ZOLFO! TRA NOI C’È QUALCUNO CHE USA IL SOFFIETTO A RAVVIVAR LA BRACE!

Anonimo ha detto...

Le multinazionali sono le paladine e finanziatrici di tutte le ideologie distruttive (gender, clima, aborto etc) proposte come “nuovo umanesimo”. Ecco il loro vero volto morale.
L’obiettivo della distruzione delle nazioni è chiarissimo e funzionale a sottrarsi a ogni obbligo e ogni controllo.
Abbinata alla nuova legge californiana che taglia le unghie a Uber, la riflessione in atto (forse stimolata dal trumpismo) descritta nell’articolo potrebbe dare un po’ di speranza.
Alzare lo sguardo, partecipare al vero dibattito sui grandi temi dovrebbe essere il nostro orizzonte. Non lasciarci dettare l’agenda dai bergoglisti che sono il passato, sono superati dagli eventi che noi spesso non vediamo.

Cordiali saluti.
Paolo Montagnese

http://www.dagospia.com/rubrica-4/business/39-europa-ha-serpe-seno-nome-lussemburgo-ci-pensa-fmi-213859.htm

Anonimo ha detto...



Oltrelalinea

Contestaisereno: il blitzkrieg trasformista di Matteo Renzi

Una guerra lampo, sul piatto già vinta, quella che Matteo Renzi ha dichiarato al suo Partito Democratico; e già lo vediamo noi, trend su Twitter, l’hastag Contestaisereno. Povero Conte, povero Zingaretti e povero Di Maio. Hanno sacrificato tutto, credibilità, voti, supporto, sondaggi, nomine e contronomine, pur di non andare al voto, ed ora, il buon Matteo li pugnala alle spalle. Perché di questo si tratta, niente di nuovo per Renzi, l’arrampicatore politico che non ha mai vinto un’elezione nazionale ma è riuscito a diventare premier a colpi di hastag.

https://oltrelalinea.news/2019/09/17/contestaisereno-il-blitzkrieg-trasformista-di-matteo-renzi/amp/

Questo è il punto, intanto ha detto...

Contestaisereno, il capogiro di Renzi

In questo modo ha lasciato ad altri il dovere di sporcarsi le mani, ha fatto sì che il PD, mischiandosi ai pentastellati, passasse per il partito della poltrona, per poi abbandonarlo quando i giochi sono fatti. E con lui si porta via un buon numero di parlamentari: tutti voti necessari per far stare in piedi il governo horror giallorosso. Per Di Maio, Conte e Zingaretti questo è un incubo. Ora dovranno trattare con Renzi su ogni singolo punto. Su-ogni-singola-virgola.

Anonimo ha detto...

Ed ecco un'altro inizio di ri-posizionamento. Un centro che erode la destra....

Mara Carfagna sempre più preoccupata: «Partito renziano è un problema anche per Forza Italia»
La Deputata di Forza Italia teme la «scalata» renziana: «Stretti tra Salvini e l'ex Segretario PD, dobbiamo ricominciare a fare politica»

https://www.diariodelweb.it/politica/articolo/?nid=20190917-543070

Anonimo ha detto...

Il partitino che Renzi sta costruendo non è un partito di centro. E' un partito di estrema sinistra in fatto di temi etici e di immigrazione. Ed è un partito di estrema destra in fatto di economicismo e globalismo. Il Matteo di Firenze è l'amichetto italiano dei banchieri di JP Morgan.
Infine Renzi è un gran guerrafondaio americanista, se si considera la sua incondizionata stima per il defunto John McCain. E per Obama e la Clinton.
La nuova creatura di Renzi è quindi' il partitello del più malvagìo estremismo invasionista, omosessualista , ultracapitalista, globalista e guerrafondaio che l'Italia abbia mai visto. Altro che centro! Ed è pure centralista giacobino, voleva sopprimere le Regioni.
Quello che comunque consola è che non ha seguito popolare e non l'avrà, perché Renzi si è bruciato da tempo. Al massimo prenderà qualcosa dalla vecchia cariatide di Forza Italia, già ai minimi storici. Al di fuori del Palazzo, non sarà lui l'antagonista del Matteo di Milano. Lo danno al 5% e già sono generosi.
Mora Martino

Anonimo ha detto...

La Guardia costiera ha recuperato un barcone con 90 migranti in acque di competenza maltesi. Con il governo M5S-PD, la Guardia costiera non viene usata per difendere i confini italiani. Viene usata per favorire l'immigrazione clandestina.

Anonimo ha detto...

I casi sono due:
1) Renzi si è tirato la zappa sui piedi
2) il PD è in via di estinzione insieme a M5s.
Ai posteri l'ardua sentenza

Anonimo ha detto...

E' stato fondato da Diego Fusaro e amici il partito sovranista Vox Italia che si situa al centro.

https://www.youtube.com/watch?v=eqy-PyOALqc

NASCE VOX ITALIA, IL NUOVO PARTITO SOVRANISTA DI DIEGO FUSARO

mic ha detto...

....
Luigi Di Maio, se non vuole la sua morte politica e quella del MoVimento (che sta diventando una costola minoritaria del Pd), ha un’opportunità più unica che rara. Dovrebbe giocare d’anticipo e aprire lui una crisi di governo evidenziando che non erano queste le condizioni politiche iniziali che lo hanno portato a sedersi, a fatica, col Pd. La situazione è mutata, un fatto nuovo così importante è idoneo a rimettere in discussione la tenuta politica del governo. Sedersi al tavolo con Renzi è troppo, “io non ci stò”: questo è ciò su cui Di Maio potrebbe puntare, ed avrebbe tutte le ragioni di questo mondo. Il capo politico dei 5Stelle ha ancora l’ultima chance per salvare se stesso e tutto il M5S, facendo fuori i suoi rivali interni Grillo e Conte, che della sopravvivenza del MoVimento non gliene frega assolutamente nulla. Una mossa del genere da parte di Di Maio salverebbe in extremis il M5S, che ne uscirebbe politicamente rafforzato, con Renzi e il Pd a pezzi.
La politica è visione, strategia. Chi non rischia non ha futuro. Forse potrà conservare per qualche anno la poltrona, ma prima o poi tutti i nodi vengono al pettine e si rischia di fare la fine di un Alfano qualsiasi: da Ministro degli Esteri a Res nullius.
Giuseppe Palma
https://scenarieconomici.it/di-maio-ha-lultima-occasione-per-liberarsi-del-triangolo-della-morte-pd-conte-renzi-di-giuseppe-palma/

mic ha detto...

Il problema è che Di Maio figura come Capo del partito dotato di abile dialettica ma, nel contesto settario dei 5stelle, è un esecutore con poco margine di decisione personale...

Anonimo ha detto...

La pochezza politica di Zingaretti è apparsa in tutta la sua evidenza con l'ultima mossa di Renzi, inattesa almeno quanto alla sua repentinità. Grazie all'acquiescenza al disegno renziano di protrarre artificiosamente la legislatura perde l'occasione di ridurre all'insignificanza il ducetto di Rignano e gli restuisce alla grande la scena facendolo diventare centrale per l''esistenza del governo. Renzi depotenzia i pentastellati, ridimensiona draticamente Conte e lo mette alla mercè di un nuovo pentapartito, inizia da posizione di forza una lunga lotta strategica per la conquista del centro lanciando la sfida a Salvini.

Anonimo ha detto...


Ma se fossero solo 4 gatti a seguire Renzi nel partitello che sta fondando,
allora Renzi che farebbe? Tappezzeria, farebbe.

mic ha detto...

allora Renzi che farebbe? Tappezzeria, farebbe.

Ma nel frattempo potrebbe mantenere il suo controllo sulle oltre 400 nomine in enti pubblici, società partecipate e Authority... cioè potere denaro e strategie...

Anonimo ha detto...

Bergoglio, capo di stato del Vaticano, continua a intromettersi negli affari italiani. “La RAI, nella sua lunga storia, ha sempre offerto un contributo importante per aiutare il popolo italiano a sentirsi tale, con la sua lingua e la sua cultura. E in questi tempi, più che mai, si avverte la necessità di notizie comunicate con completezza, con un linguaggio pacato, in modo da favorire la riflessione; parole ben ponderate e chiare, che respingano toni aggressivi e sprezzanti”.

Così il Papa alla delegazione della Testata Giornalistica Regionale della RAI. Parole “in verità, in bontà e in bellezza”.

Non dimentichiamo Bibbiano ha detto...

Un dettaglio su Bibbiano
Il PD NON è implicato perché il sindaco del paesino è del PD.
Il PD è implicato perché a Bibbiano è stato spinto a regime un sistema di affidamento dei minori in difficoltà lasciato alla totale discrezionalità di cooperative, magistrati, assistenti sociali, con un insieme di interessi perfettamente allineati fra loro, liberi di fare prezzi, fare perizie, assegnare bambini, giudicare genitori.
Tutto questo senza un bilanciamento di controlli oggettivi, esterni, reciproci. E senza strumenti di difesa per i genitori.

In tutta Italia questo ha provocato inevitabilmente abusi, ovunque i singoli operatori implicati fossero furbetti, o anche solo ideologicamente orientati. In altri luoghi gli operatori sono bravissime persone e tutto fila liscio.
E questo perché il sistema è, ripeto, totalmente discrezionale!

Ora.
La legge che ha accelerato questo magna magna sui bambini è di Livia Turco (328/2000).
Le coop sono 99% di sinistra.
La magistratura...
Gli assistenti sociali...
Oltre a tutto questo, le persone indagate a Bibbiano sono legate al PD o ideologizzate a sinistra.

L'approccio giusto era:
1) Attivare una commissione ministeriale non di inchiesta, ma di esame della normativa e delle sue aberrazioni;
2) Proporre una riforma della materia che limitasse gli abusi per il futuro.

Invece eccoci qua.
Sempre "noi siamo buoni, voi siete cattivi", e intanto la legge rimane una schifezza disumana.

Anonimo ha detto...

Adesso il governo giallorosso/rosso comincia ad avere troppi attori .Inizialmente i contraenti sarebbero dovuti essere due :Pd e 5 stelle.Poi Conte pur non avendo parlamentari propri venne considerato il terzo polo di questo accordo ,quasi un garante indipendente,che servisse da ago della bilancia agli altri due partiti. Poi non avendo abbastanza voti in senato i compagnucci della parrocchietta tirarono dentro leu e tutti i nostalgici del comunismo duro e puro ,garantendo loro arrivi numerosi e puntuali dall'Africa. Adesso ,a pochi giorni dal varo del governicchio ,nasce una quinta gambetta che si chiama Itaglia viva .Considerando la capacità di dividersi dei pidioti se adesso siamo a 5 gruppi per Natale quanti saranno? Secondo me per la fine della legislatura ( ci arrivano ?)si scomporranno in nuclei famigliari.

mic ha detto...

Che faccia tosta!
Dopo che ha passato un anno e mezzo a criticare e insultare il governo Conte-uno, adesso che al governo ci sono i suoi amichetti cattocomunisti, riscopre l'amore per le istituzioni.

"Basta insultare i politici e chi è al governo"!
ilmessaggero.it/vaticano/papa_francesco_politica_governo_conte_salvini_odio_web_vaticano-4738162.html

Anonimo ha detto...

Mattarella è "padre" di un'accozzaglia parlamentare messa su solo per l'occupazione abusiva di comode poltrone e per neutralizzare Salvini e la sua politica.
Un governo fantoccio "formato e voluto dai poteri forti" (banche, multinazionali e lobby anticristiane) per poter continuare a spremere denaro dalle peggior cose. Mai si era vista in questo Paese una simile unione, cosi determinata nel voler distruggere la Nazione. L'UE soddisfatta ringrazia (e dispone).

Anonimo ha detto...

L'infiltrazione comunista nella chiesa cattolica romana è oramai un dato di fatto incontrovertibile. Basta guardare ai tanti vescovi "atei" che (scendendo in campo apertamente e spudoratamente) hanno fatto l'impossibile perchè il precedente Governo cadesse. Se non bastasse, la teologia della liberazione e la chiesa modernista (che vanno a braccetto coi voleri del mondo) ci fanno assistere allo spettacolo indegno dello scandalo quotidiano, fatto da gente che neanche si vergogna più.
Si va dal prete che si denuda prima di dire messa a quelli che cantano e ballano, da quelli che organizzano pranzi e apericene a quelli che inneggiano orgogliosamente alla loro pederastia, da quelli che negano l'inferno (e il diavolo) agli orchi che abusano dei piccoli e degli indifesi. Uno spettacolo pietoso e ributtante, una cloaca a cielo aperto nauseabonda e dal puzzo fetido di carogne decomposte.
Lo SPIRITO SANTO li ha abbandonati ai loro pensieri perversi e alle loro azioni abominevoli, chiedendo al contempo ai veri figli di Dio di uscire da Babilonia (palesatasi in modo chiaro agli occhi increduli di tanti). Questa chiesa (romana) non ha più nulla di ciò che fu, come non ha più nulla di "cristiano cattolico" (se non la parvenza di quelle vuote strutture ormai prive della presenza "reale" dello Spirito Santo).
(Francesco Morena)

Anonimo ha detto...

Il sito di Italia Viva registrato già il 9 agosto
Prima della nascita del governo fra Pd e Cinque stelle, Renzi ha avviato il suo piano per lanciare il suo nuovo partito

ilfoglio.it/politica/2019/09/17/news/il-sito-di-italia-viva-registrato-gia-il-9-agosto-274689/

Anonimo ha detto...

Ho già detto anche prima della scissione che Renzi tiene sotto scacco il governo! Conte non ha un partito che lo sostiene.... ha bisogno di tutti gli altri e dunque siccome è il M5S che non vuole le elezioni, deve sottostare al PD e ora anche a Renzi! Renzi adesso verificherà con i sondaggi quanto potrà "recuperare" e se andrà a suo favore aprirà la crisi e chiederà le elezioni!
Elisabetta Urzì Mòsciaro

Anonimo ha detto...

Fratelli d'Italia, Forza Italia, Vox Italia, Italia viva...la lingua batte dove il dente duole...e si ignora Chi può risanarlo.

mic ha detto...

Ok Elisabetta,
ma sarà lui a scegliere i tempi. E non è detto che siano già maturi per il consolidamento in chiave elettorale della nuova formazione. Anche perché ciò che gli preme sono le famose nomine... Nel frattempo resta operante, con molte più aggravanti, l'obbrobrio attuale. E povera Italia!

Anonimo ha detto...

Dov'è l'inganno? Dal Corrierino ex corrierone:Steinmeier dichiara che "COL NUOVO GOVERNO ITALIANO INTESE SUI RIFUGIATI". Sottotitolo del Corriere di Pinocchio :MIGRANTI (?) si accellera.Ma il crucco non aveva parlato di rifugiati? Io continuo a chiedermi dov'è il loro guadagno in questa gigantesca opera di disinformazione.E non venite a raccontarmi delle coop perché quelli son guadagni secondari anche se importanti. Per me questi delinquenti cercano semplicemente di mischiare le razze per vedere l'effetto che fa.Creare a tavolino una specie di Brasile al posto della vecchia Europa.Sradicare usi,costumi,sesso,famiglia e religione per creare l'uomo nuovo libero,prospero e felice(?).C'è solo il gigantesco problema DIO per cui questo progetto non potrà mai realizzarsi.

Anonimo ha detto...

1. I 101 voti mancanti per l’elezione di Prodi alla presidenza della repubblica di chi erano? Di Renzi. Che poi ha fatto eleggere Mattarella;
2. PD di Zingaretti + M5S di Grillo/Fico = governo di sinistra sinistra e quindi iper minoritario nel paese. Si rende necessario tentare la consueta operazione di schermo/tradimento attraverso la creazione di una sedicente componente centrista. Conte appare troppo debole (anche come testa di legno) e quindi viene ricommissariato attraverso i gruppi parlamentari renziani;
3. Renzi è furbo e mira certamente anche alle nomine, ma l’operazione è più complessa e non la guida lui. E’ evidente che il Conte 2 è un fallimento annunciato e quindi va costruita (dalla sinistra liberal) l’alternativa all’alternativa. Immediatamente;
4. riusciranno i nostri “eroi” (Salvini – Meloni) a vedere con lucidità la strategia in atto? Occorrerebbe una vera  iniziativa politica oltre la tattica oppositiva e parlamentarista. Liberi da FI (che non esiste più nella componente di centro destra e parteciperà all’operazione “liberal” con la componente “carfagnana”) potrebbero finalmente diventare politicamente maggiorenne e farsi carico dei problemi del paese con una visione non statalista che è il vero discrimine. Infatti di dice “liberal” ma in effetti è “soviet” e si dice “sovranista” ma si sottintende  statalista che “non è zuppa ma pan bagnato”;
5. per tutti il nuovo messia è il Draghi della BCE che in realtà sta distruggendo e non salvando l’economia e la società italiana ed europea con l’attacco sistematico al risparmio ( cosa c’è di più sovietico?) per salvaguardare gli sprechi di una burocrazia sempre più pervasiva e abnorme;
6. la sinistra in Europa è ai minimi e le burocrazie si ridipingono (dal rosso al verde). Anche i 5S infatti cercano casa lì. I soldi devono andare ad una conversione “green” dell’economia e della società assolutamente irrazionale ma funzionale al superamento di ogni ultimo barlume di democrazia (Salvini-Meloni sono pro o sono contro? A me pare che siano pro);
7. La “mossa Renzi” mi sembra troppo tattica e legata alle tradizionali cordate italiche per avere un futuro elettorale dignitoso. Pur tuttavia pone il problema di un centro destra  attaccabile perché di fatto subordinato alla stessa agenda liberal di cui, in teoria, sarebbe all’opposizione. Sovranisti subordinati: è un bel rebus;
8. non credo che Prodi arrivi mai alla presidenza della repubblica: si lavora (soprattutto Mattarella) per un Mattarella bis;

Cordiali saluti.
Paolo Montagnese

Anonimo ha detto...

Le decisioni “improvvise” sono sempre già state prese in altre stanze e secondo altre gerarchie. E a tutti gli altri sembrano colpi di genio.
(Andrea Sandri)

Qelsi.it ha detto...

Valutazione attendibile:

Ha ostentato irritazione il Presidente Giuseppe Conte di fronte alla nuova creatura di Matteo Renzi. “Italia viva” sarà la terza gamba della maggioranza e questo un po’ di complicazioni tattiche nelle trattative può procurarle. Ma, tra breve, vedremo come si collocherà questa terza gamba.

Tutti i commentatori politici e giornalistici dicono di temere la rissosità di Renzi e quindi il rischio che “Italia Viva” sia il detonatore che farà esplodere le tante bombe politiche su cui sta camminando il nuovo governo giallo-rosso. Ma pensare una cosa simile, significa ritenere che l’ex-segretario del PD sia più che un bullo un cretino. Italia Viva è appena nata, deve strutturarsi e radicarsi prima di affrontare la prova decisiva delle elezioni politiche. Renzi dal canto suo si sta giocando l’ultima possibilità di tornare sulla ribalta dello scenario politico nazionale. Può rischiare di mandare tutto all’aria semplicemente per delle intemperanze caratteriali?

La realtà sarà molto diversa: Italia Viva si collecherà in mezzo tra PD e 5 Stelle, proponendosi come supporto diretto del Presidente Conte in tutte le difficili controversie che gli sono davanti. I grillini tornano a fare i populisti? I Democrat difendono qualche vecchio centro di potere delle sinistra? Sarà Italia Viva a dire l’ultima parola, a far pendere la bilancia da una parte o dall’altra, il tutto in sintonia (talvolta esplicita, altre volte mascherata) con il Premier Conte.

Perchè questo è l’obiettivo: usare questo governo e questi mesi/anni prima delle elezioni politiche come incubatori del nuovo schieramento macroniano che avrà Renzi come capo politico e Conte come candidato premier.

Anonimo ha detto...

Renzi "moderato"? In fatto di (dis) valori etici è più a sinistra di Luxuria, in fatto di sottomissione ai poteri economici è più a destra di Gengis Kahn. Sull'immigrazione, poi, frontiere spalancate. Alla faccia della moderazione
Mora Martino

Per il bene di quale paese? ha detto...

La mia domanda e' : L'associazione di supercervelli ad alto QI Bil..... avrebbe invitato e istruito quelli "senza pelo sullo stomaco "?

Affari italiani ha detto...

"Ho solo consigliato ai colleghi della Lega di rimettere la foto di Renzi sul comodino". Con queste parole l'ex sottosegretario alla presidenza del Consiglio e vicesegretario della Lega, Giancarlo Giorgetti, interpellato da Affaritaliani.it, commenta l'uscita di Matteo Renzi dal Partito Democratico, il lancio di 'Italia Viva' e la formazione di gruppi autonomi dell'ex presidente del Consiglio in Parlamento.

Dopo le elezioni del 4 marzo 2018 e all'inizio del governo M5S-Lega, lo stesso Giorgetti aveva consigliato a tutti i colleghi di partito di mettere la foto di Renzi sulla scrivania in ufficio come monito per evitare gli stessi errori dell'ex premier e leader del Pd.

Unknown ha detto...

Perfettamente d'accordo!

Anonimo ha detto...

Renzi è stato esplicito, almeno in questo :
il suo nemico è Salvini, che sta riaggregando il centro destra e parte dei cattolici italiani!
Purtroppo per Salvini, Renzi alle spalle ha i pezzi grossi del Vaticano e la massoneria imprenditoriale ....
La partita per ora si svolgerà dentro il PD e al Parlamento, perché la maggioranza dei parlamentari del PD è di marca renziana.
Tale gruppo ora avrà autonomia finanziaria e comunicativa ...ed influenzerà le scelte di Conte e 5stelle anche nelle amministrative!
Il gioco di Renzi è quello di far contare di nuovo le sue mire contro Zingaretti per assimilare a sé parte del partito e dei 5stelle per influenzare le prossime amministrative e per saggiare il terreno!!
Aspettiamo i risultati delle amministrative!! m.l.

Da Fb ha detto...

Diverse persone, anche amici stimati, ritengono che Renzi abbia fatto una mossa geniale, e può pure darsi. Belpietro scrive che ha messo nel sacco in un colpo solo Conte, Zingaretti, Di Maio e non so chi altri.
A me sembra che, se mossa geniale è stata, lo è stata solo considerando la politica in termini machiavellici, di crudo potere. Non mi pare il colpo d'ala di un grande, piuttosto la mossa di uno scacchista furbo. I vantaggi (eventuali) sono solo per lui.

pinco ha detto...

quanti biscazzieri!

Anonimo ha detto...

Sono in totale 13 i senatori che partecipano allo "scisma Renzi": il gruppo è determinante per la maggioranza al Senato

Anonimo ha detto...

Tutte compagnie di ventura. Vaticano in testa. Coartati a ripetere finché non riconosceremo i nostri errori.

Anonimo ha detto...

Renzi che comanda. Perché?

Accendo oggi, del tutto casualmente, la tv alle 13 per vedere l'inizio del TG2 (più di 5 minuti non reggo).
E chi ti trovo in apertura?
Renzi intervistato. Da solo. Al TG2 delle 13. In apertura.
Un semplice deputato.
Perché dico questo?
Perché solo a lui accade una cosa simile. Perché?
Perché ha seguito Gramsci.
Perché l'intera RAI è nelle sue mani.
E buona parte del mondo della "cultura" e dell'informazione pure.
Una sola cosa ha fatto mentre era governo: ha piazzato tutti i "suoi" nei gangli vitali del condizionamento mentale degli italiani.
Tutti gli altri invece non hanno seguito Gramsci, o lo fanno solo per le banche, schiavi come sono dei soldi e della finanza.
E così lui, che in fondo è una nullità assoluta e pure ridicola e bugiardona, ma maledettamente furba, comanda.
Gli altri no.
Perché lui... occorre dargliene atto... vede più lontano dei suoi compagni.
Figuriamoci di quelli di Destra, dove... "non sia mai che noi occupiamo i media, la scuola e l'università!".
"Non sia mai che governiamo l'Italia per anni per cambiarla veramente!".
"Non sia mai che costruiamo un sistema di formazione e informazione politica e culturale per convincere gli italiani sul Bene e sul Male!".
"Non sia mai che diamo aiuto concreto al mondo delle forze intellettuali, culturali e informative non di sinistra!".
"Queste cose... le fa Renzi... Noi siamo persone serie...".
(Massimo Viglione)

Anonimo ha detto...

Lampedusa. Sbarcati altri 570 migranti, la protesta della Polizia: «Per noi è un massacro»
https://www.secoloditalia.it/2019/09/sbarcati-altri-570-migranti-la-protesta-della-polizia-per-noi-e-un-massacro/

Anonimo ha detto...

Anche se uno cerca di impegnarsi e si evita con tutte le proprie forze ogni pur minima intemperanza, non si può fare a meno, riguardo a questi sbarchi pianificati e messi in atto come bombe umane, di rivolgere un pensiero all'antica professione delle madri e alla professione, collaterale a quella, dei padri di coloro che pianificano e di coloro che mettono in atto e di coloro che in ogni modo sostengono questo bombardamento umano quotidiano con pensieri, parole opere ed omissioni. A tutti costoro, guai!

Anonimo ha detto...


Vox Italia.

Ma non si dovrebbe dire: Vox Italiae, voce dell'Italia, al genitivo?
In latino la seconda parola non è sempre un genitivo?
In latino classico anzi si sarebbe forse dovuto dire: vox italicorum,
voce degli italiani (come rex iudeorum, re degli ebrei).
Ma sarebbe stato troppo complicato.
G.

Anonimo ha detto...

Il machiavellismo di Renzi ha poco a che vedere con Machiavelli

Che non ha mai consigliato politiche "machiavelliche", nel senso deteriore e meschino che il termine ha assunto.
Machiavelli parte dal presupposto che il Politico (Principe o che) sia mosso dalla necessità di conservare lo Stato e quindi di difendere e mantenere il bene comune dei sudditi o cittadini nei suoi vari aspetti, civili e militari.
Dato il valore assoluto e predominante della conservazione dello Stato, M. ammette che si possa fare eccezione alle regole della lealtà e della morale in certe circostanze: in caso di necessità o forza maggiore, quando gli altri non osservano la fede, quando si tratta di distruggere le fazioni. In politica deve valere il principio della reciprocità di trattamento, se non si vuole fare una brutta fine. Data la malvagità umana, dice M., il Politico deve anche saper fingere e dissimulare, per non farsi colpire a tradimento ed eventualmente colpire lui, se necessario, chi stava per colpirlo o le fazioni, che vanno distrutte. Ma in linea di principio il politico (anche per M.) deve osservare i patti, essere fedele alleato, puntare al sostegno del popolo, governare nell'interesse comune.

Insomma, le furberie spregiudicate di Renzi, giochi tipici del parlamentarismo che mai non muore, condotte con spirito di fazione e non per il bene dello Stato, un Machiavelli le avrebbe liquidate come prodotto della confusione mentale che regna nelle "repubbliche" quando la loro libertà è degenerata in "licenza".

(Lampedusa sta giungendo già al collasso, la "mossa" di Salvini si sta forse rivelando come
l'apertura di un vaso di Pandora per i giallo-rossi, oltre che per l'Italia? La sinistra, 5S e Dem vive di odii incrociati. Li tiene insieme lo "anti" di turno, oggi l'antiSalvini, il "fascista" di turno. Ma Grillo è forse condizionato dalla per ora oscura vicenda giudiziaria del figlio? Al momento, possiamo solo sperare che i sinistri al governo si paralizzino tra di loro, costringendo il Colle ad indire le elezioni. Renzi è odiatissimo dalla vecchia guardia postcomunista, quella fedele a Bersani, lo considerano un parvenu che, venuto dal nulla, ha messo le mani sul loro partito. IL dinamismo di Renzi, "fiorentino spirito bizzarro", sembra frutto di incontrollabile narcisismo, obbedisce alle spinte irrazionali oggi dominanti in politica e in tutto il resto).

Giorgia Meloni a Porta a Porta ha detto...

Per il presidenzialismo siamo disposti anche a rischiare il doppio turno nella legge elettorale: a Porta a Porta, ieri sera, la svolta di Giorgia Meloni. Una trasmissione tambureggiante, con Bruno Vespa a incalzare la leader di Fratelli d’Italia, pronta a rispondere come al solito.
“Ci prepariamo ad una dura opposizione ma non sarà lunga”. Questa la convinzione della Meloni a proposito della durata possibile del governo Conte Bis.
E non appare preoccupata del nuovo movimento politico di Matteo Renzi per quel che riguarda la sua eventuale attrattiva verso il centrodestra: “Non ci sarà un’emorragia” verso il nuovo partito di Matteo Renzi, che ha definito come una “creatura che non andrà lontanissimo”.

Presidenzialismo come architrave

Poi, appunto, la legge elettorale, con la discussione che sembra vertere sul ritorno al proporzionale. Di tutt’altro avviso – ed è davvero una notizia – la posizione della presidente di Fratelli d’Italia. “Sono disposta a pagare qualunque prezzo”, anche una legge elettorale a doppio turno, “per l’elezione diretta del capo del governo”. Il presidenzialismo, insomma, come architrave della proposta politica della destra italiana deve campeggiare su tutto.
Bruno Vespa ha ovviamente domandato che cosa succederà alle elezioni regionali. Per i candidati del centrodestra alle elezioni regionali, a partire dall’Emilia Romagna, “bisogna parlare ancora di tutto – ha detto la Meloni – bisogna partire dai candidati più spendibili per vincere”. E la Meloni ha poi annunciato anche un vertice del centrodestra per la prossima settimana

Orban ad Atreju 2019

La leader della destra ha commentato anche i tentativi di alleanze locali della maggioranza di Conte: “L’ipotesi di alleanza M5S-Pd alle regionali è una strada che tenteranno per ammissione di debolezza, altrimenti rischiano di perdere molte Regioni”. Comunque – ha aggiunto – è anche “una buona notizia, un fattore di semplificazione, finisce il bluff del Movimento 5 stelle forza anti-sistema che drena voti a destra. La sinistra da una parte, M5S-Pd, dall’altra il centrodestra”.
E a questo proposito “mi fa molto sorridere l’ipotesi di candidati civici” M5S-Pd alle Regionali, “perché è un’ammissione di impresentabilita'”.
Poi, il tema dell’immigrazione, partendo dalla notizia della presenza di Viktor Orban ad Atreju 2019 che si terrà in questo weekend. Sull’accoglimento dei migranti – ha detto la Meloni – “sono d’accordo con Orban”, perché “non voglio la redistribuzione, voglio il blocco navale, voglio fermare il flusso“.
“Trovo che sia più ipocrita – ha aggiunto la leader di Fdi – la posizione di Macron, non si può parlare di redistribuzione dei rifugiati, quando poi l’85 per cento sono immigrati clandestini e restano da noi”.

Anonimo ha detto...

“L’Europa non c’è più. C’è l’Eurabia. Che cosa intende per Europa? Una cosiddetta Unione Europea che nella sua ridicola e truffaldina Costituzione accantona quindi nega le nostre radici cristiane, la nostra essenza? L’Unione Europea è solo il club finanziario che dico io. Un club voluto dagli eterni padroni di questo continente cioè dalla Francia e dalla Germania. È una bugia per tenere in piedi il fottutissimo euro e sostenere l’antiamericanismo, l’odio per l’Occidente. È una scusa per pagare stipendi sfacciati ed esenti da tasse agli europarlamentari che come i funzionari della Commissione Europea se la spassano a Bruxelles”.

(Oriana Fallaci)

Da Fb ha detto...

Solo un pazzo potrebbe pensare di accogliere milioni di africani in Italia.
Trump, per frenare l'immigrazione illegale, ha utilizzato l'effetto "deterrente": ha minacciato aspre sanzioni per chiunque varchi i confini USA senza averne i titoli. Ha dichiarato in mondovisione che gli immigrati illegali sono indesiderati. E' bastato questo per ridurne drasticamente il numero.
Al contrario, il nostro attuale governo non manca di fare annunci e proclami internazionali in occasione di summit e convegni, per far sapere al mondo che l'Italia ha le porte aperte per chiunque voglia avventurarsi a varcare il confine italiano, ormai solo simbolico, e che gli verrà data assistenza, alloggio, lavoro e la possibilità di ricongiungersi con un numero illimitato di mogli e familiari. Il tutto graziosamente offerto dal contribuente italiano.