giovedì 25 febbraio 2021

Il vescovo Schneider chiede un «nuovo movimento pro-vita» contro i vaccini e i medicinali «contaminati dall’aborto»

Nella nostra traduzione da LifeSiteNews il resoconto dell'intervento di Mons. Athanasius Schneider nella conferenza online dal titolo «Unmasking COVID-19: Vaccines, Mandates, and Global Salute» in cui egli auspica la formazione di un «nuovo movimento pro-vita» che rifiuti di avere a che fare con medicinali o vaccini derivati in qualunque modo da bambini abortiti. 
Osservo che il problema non è solo di ordine morale in relazione all'uso di cellule fetali ma riguarda anche l'incognita rappresentata dalle non sufficientemente testate conseguenze (anche a medio/lungo termine) sull'organismo umano di prodotti concepiti e realizzati nell'ambito delle nuove bio-tecnologie. Essi sono impropriamente definiti vaccini, posto che non corrispondono alle caratteristiche dei vaccini propriamente detti usati fino ad oggi, contenenti i virus attenuati, che agiscono conferendo l'immunità attraverso la creazione indotta di anticorpi. I nuovi prodotti, invece, peraltro non adeguatamente sperimentati, sono terapie geniche che agiscono invasivamente sui delicati equilibri del meccanismo di funzionamento delle cellule; un meccanismo complesso, neppure compiutamente noto oltre che interconnesso in maniera mirabile ma non del tutto esplorata, con tutti gli innumerevoli apparati fisiologici dell'organismo umano. Con cittadini inopinatamente trasformati in cavie umane. In conclusione, riguardo ai vaccini anti-Covid, non si tratta di essere no-vax, ma di esercitare liberamente il proprio diritto di scelta sia per ragioni di ordine morale che in attesa di maggiori elementi di valutazione. (M.G.)

Vaccino, un vescovo chiede un «nuovo movimento pro-vita»
contro i medicinali «contaminati dall’aborto»

Un vescovo cattolico chiede la formazione di un «nuovo movimento pro-vita» che rifiuti di avere a che fare con medicinali o vaccini derivati in un modo o nell’altro da bambini abortiti.
«Dobbiamo creare un nuovo movimento per la vita», ha detto il vescovo Athanasius Schneider, vescovo ausiliare di Astana, Kazakistan, il 19 febbraio durante il suo intervento ad una conferenza online dal titolo «Unmasking COVID-19: Vaccines, Mandates, and Global Salute», organizzata da LifeSiteNews 

Mons. Schneider ha detto che fino ad ora il movimento pro-life è stato «molto meritorio» nell'assumere una posizione univoca contro l’aborto. Ed ha aggiunto: «Penso tuttavia che ora sia arrivato un nuovo tempo, una nuova fase, un nuovo periodo per tutti i movimenti pro-vita perché protestino, in modo chiaro e inequivocabile, contro le medicine contaminate dall’aborto, contro l’abuso di parti del corpo del nascituro». «Questa è una nuova fase e dobbiamo essere coraggiosi»

L’invito all’azione di Schneider arriva sulla scia delle rivelazioni su come i ricercatori, per disporre di tessuto utilizzabile, si procurano da bambini abortiti vivilinee cellulari utilizzate nello sviluppo di numerosi vaccini – tra cui un certo numero di vaccini COVID – 

Le linee guida della Chiesa cattolica del 2020 consentono ai cattolici di ricevere vaccini contaminati dall’aborto, sottolineando che i cattolici che ricevono un vaccino COVID connesso in qualche modo all’aborto possono farlo in «buona coscienza» con «la certezza che l’uso di tali vaccini non costituisce cooperazione formale con l’aborto» (corsivo nell’originale).

Mons. Schneider, mentre certamente potrebbe essere d'accordo sulla non cooperazione formale (cioè una partecipazione volontaria) da parte di un vaccinato ad un aborto da cui è stata procurata una linea cellulare per produrre vaccini, sostiene anche che i cristiani non possono "semplicemente dissociarsi" dal fatto che la produzione di vari medicinali è legata alla macellazione di bambini prematuri dei quali vengono utilizzate parti del corpo.

«La voce del sangue dei bambini non ancora nati grida a Dio dai vaccini contaminati dall’aborto, dalle medicine contaminate dall’aborto», ha dichiarato Mons. Schneider. «Questa voce sta gridando in tutto il mondo e dobbiamo svegliarci». Ed ha aggiunto: «Nessuno che sia veramente profondamente preoccupato per la difesa della vita e della legge morale può tacere o rimanere tranquillo e rassegnarsi a questa situazione».

Il vescovo si è lamentato dei leader della Chiesa, soprattutto quelli legati alla Santa Sede, «che purtroppo non vedono la gravità» della questione.

Schneider ha sottolineato che c’è un «accumulo di crimini» riguardanti la creazione di medicinali contaminati dall’aborto. 
«Il primo crimine è l’omicidio, l’assassinio del nascituro. Poi c’è l’estrazione delle cellule: è un crimine, è orribile. E poi c’è il riciclaggio di queste parti del corpo. E poi c’è la commercializzazione e via dicendo. E poi c’è la fabbricazione di medicinali e la fabbricazione di vaccini».

«Sono tutti aspetti collegati. Non si possono separare», ha detto. «Quando si assume un certo medicinale o un certo vaccino, non si può dire: 'Oh, tutti questi mali scompaiono, e io sono molto lontano [da tutti].' Ciò non è vero. Si entra in questa catena». «È giunta l’ora che tutte le persone di buona volontà, in particolare i cattolici credenti, tutte le organizzazioni pro-vita si alzino in piedi e protestino ardentemente con voce unanime dicendo: “Non saremo mai d’accordo, non  ammetteremo mai [nelle nostre vite] questi mali”».

Schneider ha citato da I fratelli Karamazov di Dostoevskij, l'avvertimento dell'autore russo circa il costo morale della creazione di un'utopia di «pace e inattività» fondata sulla tortura, la morte e le «lacrime invendicate» di «una piccola creatura - quel bambino che si batte il petto con il pugno».

«Dobbiamo protestare contro questo e dare inizio ad un nuovo movimento nel settore farmaceutico, in medicina, senza alcun collegamento, nemmeno il più remoto, a questi crimini», ha detto il Vescovo.

Schneider ha dichiarato che i cristiani in questo nuovo movimento dovrebbero essere disposti ad affrontare la «prigione» e persino la «morte» piuttosto che ricevere benefici per la salute derivanti dall’omicidio di bambini non nati.

«Come si può sfruttare per la propria salute temporale l’omicidio e tutti questi orribili crimini su bambini non nati più deboli e innocenti? Il fine non giustifica mai i mezzi. Non si può entrare in questa catena».

Ha indicato l’esempio dei primi cristiani che, affrontando tempi di persecuzione, scelsero il martirio piuttosto che salvare le loro vite, le loro famiglie, i loro figli col porre un grano d’incenso davanti alla statua di un idolo. «Essi hanno rifiutato qualsia si atto di ambiguità o cooperazione contro il primo comandamento di Dio», ha detto. 

«Penso che ci stiamo avvicinando a un tempo in cui i veri cristiani entreranno in una sorta di periodo di persecuzione. I segni ci sono già. Ma non dobbiamo avere paura perché Dio è con noi […]  Se Cristo vive in noi, non dobbiamo avere paura», ha aggiunto.

«Dobbiamo essere convinti di essere vincitori e guardare all’eternità. Cos’è un cristiano? Direi una persona dell’eternità. E poiché guardiamo oltre questa vita solo temporale, stiamo guardando l’eterno, stiamo cercando la volontà di Dio. E quando lo faremo, Dio ci darà sempre la forza di Gesù, persino la sua consolazione e le sue benedizioni».

25 commenti:

Anonimo ha detto...

Mons. Athanasius Schneider, è un vescovo cattolico, dal 5 febbraio 2011 nominato da Benedetto XVI Vescovo Ausiliare di Maria Santissima in Astana (Kazakhstan). È noto per essere uno dei maggiori difensori della tradizione cattolica e della messa tridentina. In una intervista aveva dichiarato: “Coloro che non credono e non professano completamente l’integrità della fede cattolica occupano spesso posizioni strategiche nella vita della Chiesa, ad esempio diventano professori di teologia, educatori nei seminari, superiori religiosi, parroci e anche vescovi e cardinali”. E recentemente, riguardo alla situazione attuale della Chiesa Cattolica, ha ancora dichiarato: “Uomini senza fede hanno raggiunto le più alte cariche della Chiesa; ci sono membri della gerarchia ecclesiastica che promuovono relativismo, protestantesimo e “un’altra Chiesa”. Usano il loro potere per opprimere i fedeli, per proibire la Vecchia Messa in latino. Questo gruppo non ama il catechismo e dato che l’unità della Fede è stata persa, i vescovi sono divisi e questa divisione è visibile in pubblico”. Per cui, ha affermato Schneider, è evidente che i cardinali Marx e Kasper non condividono la stessa fede dei cardinali Burke e Muller.

Anonimo ha detto...

Menomale!

Anonimo ha detto...

Bisognerebbe fondare una farmacopea cattolica, ma oggi nessuno sa più quale sia il significato di cattolico e di farmacopea. Qui bisognerebbe fare un reset del reset.
Firmato: Resettari Perpetui del reset!

PAX! ha detto...

Io vado a curarmi dalle Monache benedettine di Orte :Laboratorio Santa Ildegarde.

Anonimo ha detto...

Quella dei movimenti pro-life (all'americana, direi quasi) mi sembra una formula un po' anacronistica e forse anche superata.

Anonimo ha detto...

Crimine che grida vendetta al cospetto di Dio.In merito si è levata netta anche la voce dell'arcivescovo Viganò e mons.Joseph E.Strickland .La gravità del vaticano di affermare mors tua vita mia,ormai son defunti, è urlo che chiede giustizia a Dio.I feti sono estratti vivi e dice il prof.Montanari soffrono molto perchè ancora non dispongono di endorfine, e da vivi viene prelevato la parte del corpicino.A Quito la Madre avvisò che satana avrebbe gioito di cibarsi dei cuoricini dei bimbi innocenti.Il cannibalismo che deriva da tal vaccini è causa pure di cancro ed effetti a lunga scadenza, retrovirus.

mic ha detto...

Andrea Sandri:
Attualmente i migliori canali di informazione in lingua italiana del cattolicesimo tradizionale sono Roma-Perenne.blogspot.com di Maria Guarini, il classico messainlatino.it e il blog di Sabino Paciolla. Un riconoscimento va a Radio Spada per gli interessanti articoli e le recensioni di Luca Fumagalli e altri approfondimenti culturali. Per il resto, attenzione alla fuffa settaria.

Rispondo:
Grazie. Non me l'aspettavo! Sono molto più ricchi i contenuti di Chiesa e post concilio che non posso pubblicare perché non c'è verso di far togliere la censura da Facebook... Per questo ho realizzato il clone dell'altro blog (http://roma-perenne.blogspot.com/) su cui duplico alcuni articoli selezionati per poterli condividere su Fb...

Anonimo ha detto...

I movimenti pro-life anacronistici?
Capisco che facciano schiumare di rabbia Satana ed i suoi servi abortisti, ma questa è una ragione in più per istituirli e rafforzarli!

tralcio ha detto...

Per un cristiano il fine NON giustifica i mezzi.
L'uso di linee cellulari di aborti provocati (e per arrivare a quello "utile" se ne sono necessariamente praticati prima altri, di "prova") rappresenta un enorme problema morale.
Inoltre (leggere l'episodio di Eleazaro in 2 Maccabei 6) se anche si potesse ridurre il problema a un solo bimbo abortito, l'accettazione della pratica costituirebbe un esempio che apre la strada ad altre repliche, motivate da sempre nuove emergenze e casi limite.
Chiunque ricorderà la tattica dei radicali per legalizzare l'aborto: così dai casi limite siamo passati alla routine e i "casi limite" in Italia dal 1980 sono quasi 7 milioni.
Senza minimizzare la quantità di follie che dall'uso prima concesso e poi preteso e poi spregiudicato di S.E. (staminali embrionali) può moltiplicare gli scenari più terribili.
L'hanno detto: l'uomo passerà dall'essere il centro di tutto a essere in funzione d'altro.
Ora i più aperti tra i cattolici hanno scoperto nuovi dogmatismi: scettici su ogni dogma cristiano e mariano, riguardante la fede, graniticamente convinti sui dogmi del mondo...
Credono al vaccino, a chi ne dispone e a chi lo impone. Ci saranno conflitti d'interesse?
La pandemia sta dividendo tra chi passerà alla storia e chi passerà alla cassa...
I secondi paiono presi dal far tornare i conti, senza pensare all'altra cassa a fine corda.
Sembra che ci sia solo una smania di grandi reset di tutto quello che esiste, cancellando ogni rimando all'Assoluto, assolutizzando il relativo.
Come se avessero poco tempo, ma senza pensare all'eternità.
E' un parossismo faustiano, da vendita dell'anima a tonnellate. L'acquirente è noto.
Cinque G, m-RNA, ricchi che parlano di togliere i soldi, mentre vendono ciò serve per loro.
Torme di parolai prezzolati diffondono l'infodemia, falsi profeti così fanno con l'eresia.
Un calcagno della Regina... Basta quello sul capo del serpente. E un comando a San Michele.
San Giuseppe l'obbediente interceda per questi passi a tempo debito. E intanto Penitenza.

Anonimo ha detto...

ESCLUSIVO: CONSIGLIO DI PADRE PIO A UNA FIGLIA SPIRITUALE PER QUESTI TEMPI DI APOSTASIA

«Quando arriveranno quei tempi RICORDATI:
Preghiera del mattino e della sera, Santo Rosario, Sacramenti, Catechismo di San Pio X, studia la Vita dei Santi e fate tutto nella fede dei nostri padri.
Fate tutto nella fede dei nostri padri. Nella fede dei nostri padri. NELLA FEDE DEI NOSTRI PADRI E NON ASCOLTATE PIÙ NESSUNO».

Anonimo ha detto...

Per censura fb ...chi è stato bloccato come lei mic, facendo ricorso l'ha spuntata.Avv.Polacco.Sandri,Musso,Sinagra....

Appuntamento 27 Feb p.v. ore 15:30 ha detto...

VACCINI OTTENUTI CON L’AUSILIO DI FETI ABORTITI VOLONTARIAMENTE: È MORALMENTE LECITO?
•Programmato per il giorno 27 feb 2021

Confederazione Triarii
Ore 15:30

Una trasmissione di grande importanza e drammatica attualità morale e pratica che affronterà una questione altamente divisiva eppur moralmente dirimente, che vedrà confrontarsi sacerdoti, moralisti, filosofi e studiosi del tema che non cedono né all'ideologismo scientista totalitario, né indulgono a facili scappatoie intellettualistiche.

Alberto ha detto...

Si potrebbe cominciare con una legge che obblighi a specificare sulle etichette di ciascun prodotto (farmaco, cosmetico, ...) se contiene cellule derivate da bambini abortiti oppure se cellule di bambini abortiti siano state usate in fase di produzione o di test.

Anonimo ha detto...

Eminenza Reverendissima,

abbiamo ascoltato il suo grido di allarme, che lei ha recentemente lanciato, circa l’ulteriore aggravio della questione dell’aborto a seguito dell’allargamento del perimetro di modalità e finalità per cui oggi viene promosso e perpetrato.

Condividiamo la sua preoccupazione circa le abominevoli conseguenze che saranno provocate dall’uso di feti abortiti nella ricerca farmaceutica per la produzione di farmaci e vaccini, ed il suo richiamo alla necessità di un cambio di passo e di un riposizionamento nella lotta all’aborto che includano anche questi nuovi fronti di combattimento, che già si erano estesi con l’uso di nuove tecniche “fai da te”, come la RU-486.

Ha ragione quando afferma che l’uso di feti nella somministrazione medicinale e vaccinale rappresenta un ulteriore salto di qualità, dal sapore satanico, della già abominevole pratica dell’aborto.

Il nascituro, infatti, non è più soltanto rifiutato da chi, in questo mondo, più dovrebbe amarlo e proteggerlo, e non basta più che sia mutilato del suo fondamentale diritto alla vita, ma diviene esso stesso un prodotto di consumo, da ingerire o da inocularsi, per i più disparati scopi.

Ci duole denunciare, infatti, che oltre che dalle BigPharma, in alcuni paesi come la Cina, i feti vengono, ad esempio, seccati in speciali forni, ridotti in polvere e mescolati con erbe per produrre “miracolose” pillole ritenute curative di ogni male o creme di bellezza. Cosa c’è di più satanico del ridurre l’uomo, immagine di Dio, a semplice “materia prima” di produzione?

Siamo anche consci che i tempi imminenti che ci attendono potranno portare a serie conseguenze, a persecuzioni e forse, come lei paventa, perfino alla morte per coloro che si opporranno a questa logica di morte.

Tuttavia, “la voce del sangue dei bambini non ancora nati che grida a Dio dai vaccini contaminati dall’aborto” è troppo assordante per essere ignorato, per cui non possiamo disattendere il suo invito ad alzarci in piedi e protestare ardentemente “Non saremo mai d’accordo, non ammetteremo mai questi mali” e questo abominio.

Italia Cristiana, che ha tra i suoi fondamenti quello della difesa della dignità umana, della vita e della legge morale risponde quindi "Presente!" al suo accorato appello e si dichiara pronta a scendere in trincea nell’ora più buia per l’umanità.

Siamo infatti convinti che attaccare il diritto alla vita faccia diventare zoppi tutti gli altri diritti che da esso derivano. È come una libreria con una gamba più corta delle altre. Tutti gli altri diritti che vi sono sopra finiranno col vacillare o cadere.

Italia Cristiana rivolge quindi un appello a tutte le realtà, gruppi e associazioni che nella lotta all’aborto operano nei vari campi della cultura, dell'assistenza, della comunicazione, della sanità, dell’educazione e dell’informazione, ad unire le forze e a coordinarci per elaborare nuovi piani di azione per fermare questa deriva di morte.

Italia Cristiana condividerà tutte le sue risorse, i suoi mezzi, la sua base, il suo seguito con coloro che vorranno fare altrettanto in questo momento di grande pericolo.

Il tempo dei silenzi e del quieto vivere è finito; è giunto quello della testimonianza, della lotta e della resistenza.

Sotto la guida spirituale sua e di gente di Chiesa come lei, ancora sensibile alla difesa dei valori non negoziabili, siamo certi di appartenere ai vincitori e di confidare nella benedizione di Cristo Re,

Con filiale ossequio

ITALIA CRISTIANA

Anonimo ha detto...

L'altra sera, davanti alla farmacia del mio rione, vi erano diverse persone anziane in coda per prenotare la vaccinazione anticovid. Mi sono messo a dialogare con una che conoscevo e così ho chiesto se non fosse a conoscenza del problema che molti di tali vaccini erano genetici e potevano causare danni certi al DNA delle nostre cellule e creare gravi problemi permanenti alla nostra salute, trasmissibile anche di generazione in generazione, e poi ho anche detto se sapesse di questi vaccini (molti? alcuni? NO, con certezza quasi tutti!) prodotti usando linee cellulari di bambini abortiti.
E' caduta dalle nuvole. Risposta: ho chiesto al dottore se il vaccino è sicuro e mi ha detto che è sicuro, nessun problema!. E' rimasta comunque perplessa.
Ho parlato anche con un mio vecchio amico, proprio in chiesa dopo la Messa, ed è rimasto anche lui meravigliato, non sapeva tutto questo. Mi ha detto che tutti i medicinali possono avere effetti collaterali..basta leggere il bugiardino.
E gli effetti molto pesanti e altri ancora sconosciuti e misteriosi di questo vaccino?. Comunque, l'amico, il vaccino lo farà perchè ha fiducia nella scienza e nell'intervento di Dio che accompagna sempre (?) le azioni dell'uomo. Ma gli ho detto: e Dio secondo te sarebbe d'accordo di utilizzare bambini abortiti per fare vaccini?
Mi ha risposto: ma sì, perché non utilizzare questi aborti (non quelli volontari però) per un bene maggiore cioè la salute di noi malati, che rimaniamo sulla terra?
Aborti non volontari? Ecco cosa ho letto e non gli ho detto:
“Fanno nascere questi bambini tramite il parto cesareo. I bambini sono ancora vivi quando i ricercatori iniziano ad estrarre il tessuto; al punto che il loro cuore batte ancora, e generalmente non viene loro somministrato alcun anestetico, perché ciò altererebbe le cellule che i ricercatori stanno cercando di estrarre. Quindi, stanno rimuovendo questo tessuto, per tutto il tempo in cui il bambino è vivo, provocandogli un dolore atroce. Questo lo rende ancora più sadico» – Intervista a dr. Pamela Acker, in Dottoressa di fama mondiale sui vaccini: «I bambini sono “ancora vivi” quando i ricercatori estraggono il tessuto» – Gloria.tv (aggiornato al 02.02.2021).
segue....

Anonimo ha detto...

…......
Mi sono chiesto: certamente la “benemerita” Planned Parenthood, amata dal cattolico Biden, è avanti a tutte le organizzazioni abortiste nel fare questi abomini.
Comunque, sull'utilizzo delle cellule di feti a seguito di aborti volontari e non, ho detto all'amico che stava affermando quello che la stessa Chiesa cattolica diceva per bocca di Papa Francesco, ma che molti (?) cattolici non erano affatto d'accordo, erano amareggiati per non dire scandalizzati: non si può fare del male per avere del bene! Con questo fatto poi della “Fratellanza e Sorellanza umana”, Papa Francesco ha detto delle cose non esatte.
Ho parlato anche con un sacerdote in confessione e mi ha detto che non era molto informato, vi erano molte opinioni (opinioni?) a tale riguardo e che le persone sono libere di scegliere...
Ecco, questa è la situazione: si rimane sconsolati e incerti.
E' proprio vero, è questo il problema: nessuno ne parla, non vi è stato un dibattito scrupoloso sui vaccini. Anzi coloro che hanno detto cose contrarie alla narrazione ufficiale sono stati messi a tacere e ridicolizzati.
I sacerdoti dall'altare dovrebbero parlare per informare i fedeli.
Grazie Mons Schneider.
La narrazione ufficiale e menzognera dai mass media, mondiali e non, con l'accordo di tutti i partiti politici è quella che sappiamo: bisogna fare in fretta i vaccini, tutti devono essere (obbligatoriamente?) vaccinati.
Eppure se si va in internet molti siti cattolici pongono il problema del virus e della liceità morale di tali vaccini sviscerandolo da tutti i punti di vista.
Ne ho parlato anche in famiglia e una parente mi ha detto: ma come, sei scemo se non fai il vaccino! Vuoi infettare gli altri? Ma ho risposto che non avrei creato nessun problema in quanto anche se non mi vaccinavo il vaccinato rimaneva comunque protetto .. E il fatto morale e il problema delle conseguenze sconosciute del vaccino? E la risposta: ma queste notizie sono vere? E chi sono questi esperti, pochi in verità, che dicono il contrario rispetto alla totalità ufficiale del mondo medico? In giro non se ne parla proprio! Sì, ho detto, sappiamo bene come questi esperti si comportano per quanto riguarda la liceità dell'aborto, del gender o di altre condotte morali.
segue...


Anonimo ha detto...

….....
Mi pongo alcune domande:
le linee cellulari di bambini abortiti per la produzione di tali vaccini sembrano usate con certezza da diverse industrie farmaceutiche: prodotti (es: da AstraZeneca, Johnson&Johnson) o sperimentati (da Pfizer/BioNTech, Moderna). Comunque sembra che queste cose si sanno e non dicono, come quando si usa il metodo “qui lo dico e qui lo nego”.
D'altronde come avere la possibilità di scegliere vaccini non prodotti con l'ausilio degli aborti? E' impossibile.
I vaccini antinfluenzali recenti sono anche essi prodotti con tali linee?
Anche i vaccini obbligatori che facciamo ai nostri figli piccoli, sono prodotti con tali linee embrionali?. In tal caso... siamo proprio a posto!
Dietro questi vaccini, quale grande movimento di miliardi scorre sulla nostra pelle!
Come si fa a gridare la nostra disapprovazione per tutto questo? Dovremmo rifiutarci categoricamente di vaccinarci con tutte le eventuali conseguenze umane e sociali : quindi parlare nel nostro piccolo, in famiglia, al bar, al lavoro. Dare testimonianza di quello che sappiamo essere vero, senza timore alcuno, senza usare violenza alzando i toni e offendendo anche se davanti al grido dei milioni di bambini abortiti e al dolore dell'Innocente per eccellenza bisognerebbe veramente urlare...
Dobbiamo essere felici di essere fedeli al Signore. La vita umana è breve e veniamo messi alla prova per verificare la nostra fedeltà alla Verità.

Il problema è grave, mettiamoci in preghiera guardando Volto del Signore, avendo il contatto fisico con Gesù con i sacramenti.
Dio ci ama moltissimo e Lui sa come aiutarci se ci abbandoniamo nelle Sue mani.
Il Signore ci illuminerà e ci darà la convinzione e la forza di andare anche contro corrente per il nostro e altrui bene fisico e spirituale.

G.O.

Anonimo ha detto...

Circa gli sviluppi della questione ho trovato interessante, esaustivo e formativo questo studio effettuato dall'Istituto Sangue di Cristo
https://www.marcotosatti.com/2021/02/16/aufhausen-istituto-del-sangue-di-cristo-vaccino-si-o-no/

G.O.

Anonimo ha detto...

Dice bene mic: "I nuovi prodotti, invece, agiscono invasivamente sui delicati equilibri del meccanismo di funzionamento delle cellule; un meccanismo complesso, neppure compiutamente noto oltre che interconnesso in maniera mirabile ma non del tutto esplorata, con tutti gli innumerevoli apparati fisiologici dell'organismo umano. "

"Ogni cellula dispone di un intero arsenale di meccanismi di controllo e di riparazione per ridurre la frequenza degli errori durante la replicazione... La precisione è talmente alta che solo un paragone può aiutare a comprendere: la Bibbia contiene circa 4 milioni di lettere; se una segretaria lavorasse con la stessa precisione della sintesi del DNA della cellula di un batterio, il primo errore di battitura avverrebbe non prima di aver fatto circa 200 copie della Bibbia, e se volesse misurarsi con la velocità dell'enzima DNA-polimerasi, per copiare un'intera Bibbia avrebbe a disposizione solo 10 minuti" (Da Junker e Scherer - Evoluzione - un trattato critico - a pag. 138)

Confederazione Triarii ha detto...

ABORTO - IL PIÙ GRANDE DEI GENOCIDI. REV. DON S.CECOTTI, G.AMATO, S.DE MARI, M.VIGLIONE
https://www.youtube.com/watch?v=a1Tcy91zLL0

Anonimo ha detto...

L'idea politica, dato che il vaccino scarseggia, di somministrare a tutti la prima dose, poi la seconda si vedrà, è del tutto errata e avversata anche da non pochi medici esperti. Meglio vaccinare del tutto chi il vaccino lo vuole e lasciare al proprio destino chi non lo vuole. Se no, alla fine, ammesso il vaccino serva e funzioni e non abbia effetti negativi, non avrai coperto nessuno veramente...

Anonimo ha detto...

Milano, Oggi a Piazza Duomo. Nasce “La Genesi” contro il Covid (E il Suo Uso)…
https://www.marcotosatti.com/2021/02/27/milano-oggi-a-piazza-duomo-nasce-la-genesi-contro-il-covid-e-il-suo-uso/

E' la categoria dei medici , quelli che volevano fare il medico e non il burocrate-notaio , a poter spezzare le catene della dittatura sanitaria ; certo insieme a magistrati onesti.

L’opinione di un medico ha detto...

“Io non ho niente contro i vaccini, tutt'altro. Ce ne sono stati di utilissimi (Vaiolo, Polio, Difterite, Tetano, TBC..) e hanno debellato ( solo due in realtà) malattie importanti. Ce ne sono stati altri, talvolta utili talvolta ridondanti (Pertosse, curabile con antibiotici o Parotite, a scarso impatto clinico). Ce ne sono di validi per zone dove ci sono patologie endemiche come Malaria, Colera o Febbre gialla). Ho vaccinato le mie figlie quasi per tutto e me medesima.
Detto questo ritengo che un vaccino dovrebbe attendere ad alcuni requisiti fondamentali.
Essere possibilmente "definitivo" o con richiami a lunga scadenza
Essere prodotto da organismi inattivati o attenuati.
Essere sperimentati e/o validati alla distanza
Essere giustificati da patologie altrimenti incurabili o difficilmente curabili.
Non avere una scadenza semestrale per la innegabile variabilità del microrganismo in questione.
Tutto qui.”
(TDF)

Anonimo ha detto...

Salvatore Canto:
Ho trovato in rete una scheda in cui per i vaccini già in commercio e per quelli ancora in sperimentazione è detto se sono state usate cellule da embrioni umani abortiti. Quelli con tre quadratini verdi non hanno usato cellule umane. Purtroppo invece per quelli distribuiti per ora in Italia (Pfizer, Astrazeneca e Moderna) sono state usate

Riprendo ha detto...

Silvana De Mari Blog era in diretta.
9 h ·
���� MESSAGGIO IMPORTANTE
CURARE IL COVID A CASA E' FACILE MA OCCORRE INTERVENIRE IMMEDIATAMENTE ALL'EMERSIONE DEI PRIMI SINTOMI
URGE arruolare medici che aderiscono alla rete dei medici che curano con terapie domiciliari il COVI19.
Tutti i medici interessati ad aderire contattino il sito www.ippocrateorg.org e comunichino la propria intenzione di aderire.
E' URGENTE arrivare ad avere almeno un medico ogni 100 mila abitanti.
Se siete medici o conoscete medici aiutate la rete della cura domiciliare ad evitare di intasare le terapie intensive e sconfiggere il COVID19 a casa !

Medici alzatevi in piedi !
Mostrate l'orgoglio della vostra professionalita'.