lunedì 6 giugno 2022

Giugno, mese dedicato al Sacro Cuore, è diventato il mese di un Pride troppo spesso provocatoriamente blasfemo

Giugno, mese dedicato al Sacro Cuore, è diventato il mese del Pride ed è tristemente noto, purtroppo, di quale pride si tratti. Intanto, mentre a Cremona sfila il gay-pride sbeffeggiando in modo volgare la Madonna e il Papa, in Nigeria vengono ammazzati 50 cristiani durante la messa di Pentecoste, c'erano anche bambini. Ma non sono ucraini e non gliene importa niente a nessuno. Ieri sera su Rete4 la notizia ha avuto (per la prima volta a mia memoria riguardo al massacro di cristiani) lo spazio asettico e fuggevole di pochi secondi privo di alcun commento, mentre proseguiva senza rete la solita guerra mediatica propagandata minuto per minuto...
Ora apprendiamo che L'Ambasciata USA presso la Santa Sede espone ancora una volta in Vaticano la «bandiera del pride» e altrettanto fa l'Ambasciata a Roma in Via Veneto, mentre il "cattolico" Biden rilancia il sostegno ai bambini che si dichiarano trans...


Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti finanzia la difesa dei diritti Lgbtqia+ in tutto il mondo attraverso il suo Global Equality Fund. Tra i suoi numerosi paesi associati c’è l’Italia. I partner non governativi del fondo includono la campagna per i diritti umani e la Fondazione Arcus, finanziata dall’erede miliardario Jon Stryker. La suddetta fondazione ha sostenuto i gruppi cristiani Lgbtqia+ e altri che rifiutano gli insegnamenti cristiani sul matrimonio e la moralità sessuale auspicando un rinnovamento culturale e dottrinale.

Che dire se non che le forze della dissoluzione sono più potenti che mai, oltre che capillarmente diffuse e si fa fatica a star dietro alle miriadi di iniziative e soprattutto a continuare indefessamente la 'riparazione' necessaria in preghiere e opere! 

31 commenti:

Anonimo ha detto...

Pretendono rispetto ma non ne hanno per gli altri. Non erano quelli del dialogo, contro ogni forma d'odio?!?

Anonimo ha detto...

"L'Africa a Peschiera". Questo lo slogan dello "street rave" (tutto ciò che è più bieco oggi parla inglese) organizzato lo scorso 2 giugno da giovanissimi immigrati nordafricani, che dopo avere vandalizzato in ogni modo (ci sono i video) il ridente centro sul lago di Garda hanno poi preso il treno per Milano (anch'esso vandalizzato) per costringere a scendere delle giovanissime lombarde di Milano e Pavia. al grido "le donne bianche non salgono". L'apartheid al contrario è qui tra noi.
A questo ci sta conducendo il suicida culto dirittista delle minoranze, impostoci dal politicameete corretto "progressista" e americanoide. Mentre un'altra minoranza coccolata e vezzeggiata dai liberal in tutti i modi, quella omoerotista arcobaleno, insulta sistematicamente nei suoi "pride" Cristo e la Madonna (ultimo episodio l'altroieri a Cremona) senza mai pagare dazio della più ignobile blasfemia.
Quando una società opulenta e viziata vuole perire, si inventa il culto delle minoranze, o per meglio dire lo adotta, visto che è stato inventato in quel mondo anglosassone che con la sua plutocrazia è ormai fucina di quasi ogni iniquità.
Noi idolatriamo le minoranze perchè odiamo noi stessi e la nostra identità religiosa, storica, culturale, etnica. Alle minoranze tutto è permesso, in nome della lotta alla "xenofobia", all'"omofobia", all'"islamofobia", eccetera. Quando i veri fobici cioè malati, malati spirituali, sono i masochisti che diprezzano la propria religione, cultura, popolo così nel profondo da usare il culto dell'"altro" e del "diverso" per fare harakiri collettivo cioè seppuku, suicidio rituale.
Ovviamente noi vogliamo morire perchè le società del capitalismo avenzato hanno perso qualsiasi riferimeno spirituale (anche a causa di un clero modernista, idolatra e traditore ) e senza spirito il corpo muore. Occorre riscoprire le nostre vere radici spirituali e uscire al più presto dal mortifero e suicida culto delle minoranze. O è finita.
Martino Mora

Il trionfo definitivo degli ideali arcobaleno ha detto...

Le forze della dissoluzione sono onnipotenti. Ormai, i gay pride fanno parte della normalità e sono ben voluti da tutti, così come il Natale e la Pasqua e, nella mia città - Reggio Emilia - molto seguiti. La Chiesa Cattolica è in prima fila. I giovani sono tutti guadagnati agli ideali arcobaleno. L'unica cosa che possiamo fare è questa: non andare alle sfilate!

Anonimo ha detto...

E comunque a Cremona, dietro di tre metri dalla falsa madonna presa per i fondelli, c'era gente con la bandiera del PD. Diciamo che almeno non si nascondono, il problema è che molti non hanno invece ancora capito la vera natura di quel partito.

Anonimo ha detto...

"La suddetta fondazione ha sostenuto i gruppi cristiani Lgbtqia+ e altri che rifiutano gli insegnamenti cristiani sul matrimonio e la moralità sessuale auspicando un rinnovamento culturale e dottrinale."

Appunto,se rifiutano gli insegnamenti dei discepoli fedeli a NSGC..de che stamo a parla', ancora di cristiani?

SCOMPARSI I GIORNALI, COMPAIONO LE NOTIZIE ha detto...

Sul mio cellullare mi compare una rassegna di notizie in base alle preferenze, con predilezione di alcune testate.
In pratica ho messo "blocca" a tutte le testate perché tutte dicono puttanate a cominciare dal più vergognoso dei "giornali", Libero, che è una offesa all'intelligenza dei lettori oppure ha lettori di quel livello. Infine ho bloccato anche Il Giornale, perché semplicemente pubblica le veline dei Servizi Inglesi e li spaccia come notizie.
Ora che non compaiono più giornali, comincia ad apparire qualche notizia, seria, vera soprattutto: opera di eroici blogger, talora non pagati da nessuno.
In Italia il lavoro di giornalista lo fanno i blogger, gratis. E ho detto tutto.
Cit. Antonio Margheriti

Vincenzo ha detto...

@ anonimo 6 giugno ore 15:44

La vera natura di quel partito e di quella ideologia in generale la si è capita, per lo meno chi l'ha voluta capire, ed è quella demoniaca! Del resto, anche la Madonna in diverse apparizioni ha parlato di costoro definendoli come "i senza Dio", per cui...

Anonimo ha detto...

Il fatto è che le manifestazioni citate fruiscono spesso di contributi a carico di comuni, regioni, fondazioni varie.
Occorrerebbe riuscire a censire questi contribuenti e trarne le dovute conclusioni.

Anonimo ha detto...

Come per la strage dei cristiani, essere sgozzati al grido Allahu akbar non è una notizia
https://www.tempi.it/francia-cattolico-sgozzato-non-notizia/

Catholicus ha detto...

Chapeau, mon ami, chapeau!!!

Catholicus ha detto...

"la chiesa in prima fila non è la Chiesa Cattolica, ma solo una congrega di apostati e traditori, che faranno la fine che meritano; la vera Chiesa è altrove, nella diaspora, perseguitata e nascosta ( ma ben nota al suo Signore) ed il suo pastore è Mons. Viganò...

Anonimo ha detto...


L'immagine blasfema della Madonna portata in parata dai perversi cortei di gay e lesbiche.

Ci stupiamo? E qualcuno si stupisce che la Chiesa ufficiale taccia di fronte a questi orrori?
Ma non è stato il papa regnante a profanare S. Pietro con il culto della Pachamama? Non è stato il papa a far mettere l'osceno idoletto di legno della donna incinta al posto della Vergine Santissima? A farlo mettere e a farlo adorare, mettendoci lui la faccia per primo?
Logico che le forze del male si facciano sempre più audaci e offensive.
Ci siamo dimenticati di quella autentica pervesione della teologia cattolica rappresentata dalla c.d. "teologia india", che Bergoglio ha avallato e fatto inserire in tutto l'allucinante discorso sulla "Chiesa dal volto amazzonico"?
Chi semina vento, raccoglie tempesta. Chi semina errores in fide e tradimenti a iosa, ne raccoglierà un giorno i frutti che sta facendo amaramente raccogliere a noi. Li raccoglierà con gli interessi nel frattempo maturati.
Z.

Stabat mater dolorosa, iuxta crucem lacrimosa, dum pendebat Filius. ha detto...

VIA CRUCIS
AL COLOSSEO

VENERDÌ SANTO 2005

MEDITAZIONI E PREGHIERE DEL CARDINALE
JOSEPH RATZINGER

https://www.vatican.va/news_services/liturgy/2005/documents/ns_lit_doc_20050325_via-crucis_it.html

Periferie polveriera ha detto...

Ragazze molestate, africani di seconda generazione scatenati, clandestini armati di machete scarcerati dopo l'ennesima violenza, spacciatori impuniti...

Così come non temo di dire che le periferie, spacciate dalla sinistra come “laboratori di integrazione” siano in realtà bombe ad orlogeria che prima o poi ci travolgeranno, non temo anche di dire che in questo articolo c’è anche molta verità. Ed è il motivo per cui in Italia la situazione futura sarà ben peggiore di quella che c’è in altri paesi europei. A differenza degli altri paesi europei che affrontano comunque enormi problemi, In Italia la questione cittadinanza è ancora sospesa, mentre sussidi e servizi alle periferie rimangono alquanto modesti. Probabilmente entrambe le misure non avrebbero risolto molto, ma sicuramente avrebbero attutito molti effetti negativi. Perché la rabbia c’è, si vede ed è inutile negarla. Altro che “laboratori di integrazione”: fra alcuni anni saremo travolti dall’onda d’urto di questa realtà.

Anonimo ha detto...

“…Non soltanto Ella deve annientare i foschi piani e le opere inique dei nemici di una umanità unita e cristiana, ma ha da comunicare altresì agli uomini di oggi qualche cosa del suo spirito. Intendiamo con ciò la volontà coraggiosa ed anche audace, che, nelle circostanze difficili, di fronte ai pericoli e agli ostacoli, sa prendere senza esitare le risoluzioni che s'impongono, e perseguirne la esecuzione con una energia indefettibile, in guisa da trascinare dietro le sue orme i deboli, gli stanchi, i dubbiosi, coloro che non credono più alla giustizia e alla nobiltà della causa che debbono difendere. Chi non vede in qual grado Maria ha attuato in sé stessa questo spirito e ha meritato le lodi dovute alla «donna forte»? Il suo «Magnificat», questo cantico di gioia e di fiducia invincibile nella potenza divina, di cui Ella imprende ad effettuare le opere, la riempie di santa audacia, di una forza ignota alla natura.

Diego B. ha detto...

E' lodevole il tentativo di molti di provare un moto di orgoglio per il nostro Paese ma prima si comprende che esso ha un destino già segnato e prima si potrà "elaborare il lutto" e lavorare per il futuro. Dimenticate di poter ripristinare uno stato "ante". E' impossibile.
A mio modesto avviso vanno solamente rafforzati i legami tra di noi e preparati dei piani di contingenza; in sostanza bisogna salvare i bambini: i nostri (più semplici da gestire) e quando sarà vera emergenza avere un piano per salvare anche quelli degli altri.
Il resto seguirà la sua naturale evoluzione, che è quella tipica delle vigne a cui il Signore ha tolto la siepe di protezione. Ci sarà una prima ondata che sarà molto amplificata dai media (un po' come la prima ondata di covid) e rappresenterà uno shock più che altro emotivo (che può essere mitigato con l'addestramento e la preparazione e non la negazione), poi seguirà un momento di pausa dove lo Stato reagirà anche in maniera scomposta. Questo sarà il momento dove andranno messe in atto tutte le tattiche a protezione dei più piccoli e dei più bisognosi perché poi la marea monterà in maniera devastante e sarà troppo tardi.
Una parte degli uomini e dei ragazzi dovranno proteggere il "centro". Gli altri dovranno restare per aiutare quanti più possibile tra le rovine dell'Italia con tutta la carità cristiana che potranno esprimere, quasi certi che ciò costituirà il loro martirio.
Estote parati

«A chi mi chiede se c’era proprio bisogno di questo Cremona pride, rispondo: Sì. C’era proprio bisogno». ha detto...

La Nuova Bussola Quotidiana
Sindaco e vescovo prendono le distanze dalle immagini blasfeme del Cremona pride, ma tutti sono allineati all'omertà Lgbt e nessuno riconosce che è il gay pride ad essere progettato ontologicamente per essere cristianofobo: questo porterà ad accettare pride clericalmente corretti in cui trionferà l'ideologia anticristiana. Mentre il vescovo prega per il dialogo e contro le discriminazioni, 100 fedeli e solo tre preti riparano in cattedrale.

Mentre il vescovo prega per il dialogo ecc.ecc.chi deve tuonare, chi deve ammonire : "Tornate in voi ciechi,non capite che state perdendo la vostra e altrui anima ?".

Vescovo di Cremona:
https://www.diocesidicremona.it/vescovi/vescovonapolioni

Sindaco:
https://www.comune.cremona.it/taxonomy/term/443

Anonimo ha detto...

@6 giugno 2022 22:04
Stiamo buoni, non gridiamo, restiamo defilati,non disturbiamo il padrone del vapore...ma che e' 'sto mortorio del pastore? Ma che e' tutta sta peace and love !

Anonimo ha detto...


I mussulmani emigrano per dominare non per integrarsi.

Hanno sempre fatto così, è la loro religione. Non ci sono servizi sociali che tengano. Fanno tanti figli per conquistare il mondo, non per amore della famiglia. La donna la disprezzano, anche se nella famiglia loro per forza di cose gode di una certa autorità e prestigio (le madri sanno a loro modo difendersi, spesso). Creare situazioni sociali ingovernabili, cominciando dalle periferie delle città degli infedeli, sommergendole con il loro numero e le attività criminose, è un loro sistema di conquista.
Il loro piano è ora agevolato dalla politica suicida dell'Occidente, le cui classi dirigenti, con l'aiuto potentissimo di una Chiesa cattolica apostata e moralmente assassina dei popoli che essa stessa ha contribuito e contribuisce fortemente a scristianizzare, sembrano intente a distruggere non solo la loro storia e cultura ma le loro stesse popolazioni, facendole sparire con la Rivoluzione Sessuale (con la corruzione dei costumi permessa e protetta da leggi inique) e sommergendole con l'emigrazione di massa afro-arabo-asiatico-maomettana.
L'islam capisce solo il linguaggio della forza.
0.

Strage di Pentecoste in Nigeria ha detto...

Strano che nessun globalista, progressista e politicamente corretto non abbia ancora frignato contro l'islamofobia e le Crociate del medio evo.

Per ora siamo alla notizia ordinaria, perché massacrare i cristiani è normale: ogni tanto la cruda notizia (una ogni dieci taciute), però senza clamori, senza nessuno stracciamento di vesti in TV, senza nessuna indignazione di personaggi pubblici.

Ma i cristiani si uccidono in vari modi anche nel "democratico" Occidente del green pass, dove le squadracce arcobaleno possono profanare la Madonna durante il Gay Pride di Cremona, o per eliminare la Sua statua in Piazza Sempione, a Roma.

L'unica critica consentita, politicamente corretta, è che sono "contro il buon gusto", ma della grande offesa ai cristiani chissene frega.
L'importante è non offendere i mussulmani, perché loro difendono col machete il profeta Maometto.
Quindi se la fanno sotto a dissacrare la loro religione.
E poi i migranti sono in gran parte mussulmani, quindi sino buoni per definizione, a priori.
Tutto questo, naturalmente, in nome dell'accoglienza, della lotta alle discriminazioni, contro la violenza e altre stomachevoli ipocrisie.
Paese che vai, discriminazione che trovi.
Aloisius

Anonimo ha detto...

Poveri noi, siamo stati privati di verita', irrorati di menzogna,siamo senza olio e senza farina.

Deo gratias! S. Giuda Taddeo, prega per noi! ha detto...

Certo! Lo so benissimo che non si tratta della Chiesa Cattolica Apostolica Romana, bensì di una contraffazione al servizio di satana. Ho avuto la grazia di conoscere Mons. Lefebvre tanti anni orsono, quando per assistere al S. Sacrificio della Messa di sempre ci si arrangiava in locali di fortuna o addirittura, nel mio caso, a Bologna, nel salotto della signorina G. Samuel, in via Irnerio, e conosco bene i termini della questione.
Dio vede e Dio provvede. Stamattina sono felice perché ho ricevuto del bel materiale devozionale riguardante S. Giuda Taddeo, dalle Suore Carmelitane di S. Teresa di Roma. Deo gratias!

tralcio ha detto...

Le periferie allo sbando... i laboratori di integrazione pericolosi e falliti.
I centri storici infestati di turisti, banche e uffici, senza più residenti.
Più cani al guinzaglio che passeggini. Più carrozzine con badanti che passeggini.
I ragazzini sembrano per lo più abbandonati: dalla scuola, dai parenti e dalla chiesa.
Non sorprenda perciò che si assemblino secondo l'invito del tik tok, l'unico che ascoltano.
Il controllo è a base di telecamere, se mai qualcuno le guarda da un ufficio.
Le "forse" dell'ordine contrastano solo gli eventi estremi o presidiano le manifestazioni.
E' triste vedere le cose così, ma un po' di realismo non guasta.
Pensavamo di volare e in volo lo siamo, ma come chi sta per precipitare.
L'impatto farà male, ma messi i piedi in terra, anche fratturati i vivi avranno molto da fare.

Anonimo ha detto...

Il PD che ha cambiato non so quanti nomi dall'originale PCI, perde sempre voti, ma continua a governare, andando dietro a tutte le lotte perse in partenza, inutili, ma politically correct, d'altra parte che ci si deve aspettare da chi nel secolo scorso 'lottava' per le classi operaie, per il popolo, per la libertà delle idee (quelle loro), e prendeva milioni di $ dal PCUS? Ancora là stiamo, adesso pappa e ciccia con la NATO e gli USA, quando andavo a scuola io si bruciavano le bandiere stelle e strisce, si urlava contro la guerra in Vietnam, si adorava El Che, esibito con orgoglio sulle magliette rosso sangue, ovvio, ero piccolo, ma non ho dimenticato, tralasciando il discorso BR, guerra civile e omicidi a comando........avessero un minimo di dignità, ma non l'hanno mai avuta, non si può pretenderla adesso.

Anonimo ha detto...

Gli invasori delinquono, e la colpa è nostra!!!

Il lavorìo della massoneria e' come quello d'o pappece.. ha detto...

@7 giugno 2022 14:15
Mi scusi, perche' "invasori" quando in realta' sono andati a prenderli per scaricarli qua, graziosamente, perche' ci meticciassimo, perche' non avessimo piu' una chiara identita'. Infatti: possiamo ancora definirci italiani? Possiamo ancora definire l'Italia una Patria? Possiamo ancora definirla cristiana solo perche' alcuni genitori ancora battezzano i figli? O non siamo forse cittadini del mondo nuovo?
Mi sembra calzante questo proverbio napoletano:
"Dicette o pappece vicino a' noce: ramm' o tiemp' ca te spertose".
"Disse il verme alla noce: dammi tempo che ti perforo".
Proverbio che al tempo stesso allude alla pazienza dell'attesa ma anche al momento della vendetta.

Anonimo ha detto...

Dopo l'"ultima regina cristiana" Elisabetta salirà al trono il re del Londonistan. "In 40 anni il Cristianesimo in Inghilterra scomparirà". Una ricerca accademica calcola il giorno in cui chiuderanno le ultime chiese anglicane e cattoliche. "Sono diventate centri di correttezza culturale, cambiamento climatico, multiculturalismo, razza e gender, un centro yoga destinato all'estinzione". E per quella data, l'Islam triplicherà...

Anonimo ha detto...

https://www.ricognizioni.it/la-guerra-degli-occultisti/

Anonimo ha detto...

Quella sera ascoltai le confessioni e chiesi ad ogni penitente di recitare il rosario per la conversione di un peccatore. Alla fine il peccatore venne a confessarsi.

Per questo è così importante pregare e sacrificarsi per gli altri, specialmente per coloro che sono caduti moralmente e spiritualmente.

Come le nuvole catturano l'umidità del mare e la trasportano sulle cime delle montagne facendola piovere sulla terra arida, così anche le nostre preghiere e i nostri sacrifici sono trasportati dallo Spirito Santo e fatti piovere su altre anime che hanno bisogno di queste preghiere e sacrifici.

In questo modo si continua l'opera della salvezza.

(Fulton J. Sheen)

Anonimo ha detto...


Elisabetta II, ultima "regina cristiana".

"Cristiana" per modo di dire. Ha firmato le leggi che concedevano il
"diritto" di liberamente abortire e tutte quelle che davano via libera all'avanzata dell'omosessualità nella società.
Nel Regno Unito da qualche secolo il re regna ma non governa. Le leggi devono però esser firmate anche dal re, per esser valide.
Diciamo pure che Elisabetta è stata costretta dalla situazione costituzionale e politica a firmare quelle leggi infami.
Se si fosse rifiutata, avrebbe aperto una crisi costituzionale grave.
Insistendo il parlamento nelle sue inique leggi, che sono nemiche non solo della morale cristiana ma anche di quella naturale, la regina avrebbe dovuto abdicare.
Ma Elisabetta non aveva e non ha una personalità tale da spingersi a queste vette.
Nell'insieme ha svolto il ruolo decorativo e benevolo, politicamente opaco, che evidentemente piace agli inglesi di oggi, storicamente autori della prima rivoluzione "democratica" dell'Occidente, nella seconda metà del Seicento, quella conclusasi con la vittoria del parlamento e l'instaurazione della monarchia costituzionale.
H.

Anonimo ha detto...

Forse c'entra poco o forse sì, giudicate voi, ieri, per l'ennesima volta ho dovuto risintonizzare la dtv perché spariscono i canali, saltano le trasmissioni ed altro, ho constatato che certi canali che trasmettevano solo film in b/n, capolavori assoluti di ogni cinematografia, si sono volatilizzati, sono scomparse reti cattoliche che prima prendevo regolarmente, in compenso ho trovato 3 canali occupati da congregazioni protestanti USA, uno in italiano, gli altri 2 sottotitolati, le solite performances, predicatore invasato e pubblico che ripete a comando , balli, canti e 'preghiere' creative o fuori dal nostro modo di vivere o manifestare la fede, ora non vorrei che succedesse come in Sudamerica, un tempo cattolica e ora invasa, divisa e suddivisa in sette protestantoidi, curanderos, brujos maghi e imbroglioni di ogni. Ho capito che gratis offrono solo televendite di paccottiglie varie, cartomanti e fornitori di numeri per il lotto, se si vorrà vedere qualcosa di decente bisognerà pagare......