sabato 16 maggio 2015

Processione mariana costretta a bloccarsi dagli insulti di giovani musulmani

Apprendiamo da Imola oggi. Conselice: giovani “talebani” insultano i fedeli in Processione. 
Ma perché siamo costretti a subìre questi invasori e non ospitiamo e non affidiamo le nostre chiese dismesse ai profughi cristiani del Medio Oriente? Perché le diocesi non si occupano di loro, piuttosto che calarsi le braghe con chi ci odia?  

[...] La Processione di Conselice è conosciuta come quella di via Dante, si svolge da sempre in memoria dell’Oratorio della Piazzetta e passa anche davanti al cosiddetto centro culturale islamico, ma domenica scorsa, alcune teste di straccio in malafede, hanno voluto intendere il passaggio della tradizionale processione come una provocazione e, davanti al ritrovo maomettano, i fedeli cristiano-cattolici sono stati oggetto di ingiurie, insulti e minacce provenienti da un gruppetto di giovani “talebani” che si trovavano dentro e fuori il centro islamico.
I partecipanti sono rimasti basiti; quelle urla e quegli insulti hanno lasciato sbigottiti tutti i parrocchiani. Ad un certo punto, la Processione ha dovuto addirittura fermarsi a causa dell’intensità, del livore e la violenza verbale prodotta da questi futuri italioti di terza generazione, se non addirittura nati qui. Questi sarebbero gli immigrati ‘integrati’ nella cittadina delle campagne romagnole dove, tra gli altri mille aiuti, è stato anche autorizzato il cosiddetto centro sociale islamico?
Non stiamo parlando di clandestini appena sbarcati, o gente appena fuggita dalla guerra e dalla miseria magari provocata da noi (come alcuni tengono sempre a precisare), ma parliamo di coloro che dovrebbero essere già integrati e che, alla luce dei fatti, più che immigrati è il caso di definire immingrati.
L’aspetto legale: le autorità stanno indagando e ci auguriamo facciano luce su questa intolleranza e che i responsabili del centro islamico rispondano alla Legge italiana che, se applicata, può e deve far chiudere rapidamente questa cloaca di odio religioso nei confronti dei cristiani. L’odio che pervade questa gente è confermato dal fatto che a tutt’oggi, anche in considerazione del clima internazionale, i responsabili non hanno ancora espresso uno straccio di scuse.
Non credo che le Autorità faranno chiudere questo pseudo centro culturale solo perché alcuni bulletti di 8/10 anni hanno fatto questa bravata. Spero però che seguano provvedimenti efficaci. Capisco anche il mal di pancia dei sinistri politici buonisti, accondiscendenti su tutto ciò che questa gente esige e che ha sempre voluto imporci un modello di integrazione senza regole, ma, con queste realtà vede fallire sotto i proprio occhi tutti quei presunti buoni propositi.

Armando Manocchia

17 commenti:

Antonio C. ha detto...

Come una Via Crucis...

Juanne ha detto...

Sono i frutti di 50 anni di dialogo. Il dramma è che tanti pastori anzichè accorgersi del fallimento di tale dialogo......credono che si debba intensificare ed approfondire ancor di più. Quando ai nostri pastori verrà tolta la pagnotta allora cambieranno idee. Oh! se le cambieranno.

Anonimo ha detto...

Ai nostri pastori purtroppo verrà tolta non la pagnotta ma la testa.Eppure c'è gente che nega l'evidenza e cerca sempre di minimizzare.Bobo

chi parla forte e chiaro ha detto...

....
In Regione la cosa è risaputa, basterebbe modificare la normativa e rendere più stringenti i permessi, ma questo comporterebbe il passaggio in consiglio comunale per le approvazioni urbanistiche avvitando la questione in favorevoli e contrari. Meglio procedere così.

Fino a quando qualcuno non si sente in diritto di cacciare dal proprio suolo alcuni fedeli che da quelle vie passano con statue e ostensori da almeno mille anni. Con il senso di sfida che questo gesto lascia con sé. Che cosa succederà se il prossimo anno qualcuno particolarmente zelante consigliasse di cambiare itinerario per non “urtare la comunità islamica”? E se la proposta dovesse passare per quieto vivere?

I bambini che hanno inveito contro la statua devono aver respirato un clima ostile al cristianesimo da qualche parte. Dove? Forse nelle stesse scuole coraniche approntate con il benestare dei Comuni sotto l'effige di normale attività culturale? Saranno anche ragazzate, ma bisognerebbe che qualcuno si interrogasse su chi ha reso il terreno fertile perché accadessero.

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-insulti-islamicialla-processionenon-si-puo-direso-ragazzi-12662.htm

Anonimo ha detto...

Mah, bisognerebbe bloccare tutti i conti bancari, non solo i bancomat come sotto il pontificato di BXVI, ah, ma quello serviva per farlo sloggiare.....essendo, mio malgrado, romagnolo, devo dire alcune cosine sui migranti 'integrati'.....l'80% di quelli ultimamente arrivati e sistemati in alberghi di loro gradimento, infatti ne hanno cambiati diversi, non hanno la benché minima voglia di fare una beneamata cippa, hanno scarpe sportive ed abiti firmati, costosissimi cell. di ultima generazione, sono cafonal ed arroganti e non se ne può più, costo stimato per il mantenimento di questi fancazzisti, 35/40 euro al giorno, stante il brutto tempo e la cazzosa guerra russo-ucraina e la conseguente fuga dei turisti russi, ormai gli unici a venire in questo bordello, gli albergatori stanno zitti, ma non durerà a lungo; altro discorso meritano quelli arrivati da anni e che hanno aperto attività, oltre e non pagare 1 euro di tasse, non pagare scuole, mense, libri e quant'altro, hanno le macellerie halal, ed il macellaio halal,ora vivendo in condomini, macellavano le bestie nei cortili condominiali, la cosa è andata avanti per un po' poi la gente si è inca....ta ed ha fatto intervenire i NAS, risultato il comune, a nostre spese, ha fatto costruire un macello, ben distante dal nostro, per mussulmani, dove nessun veterinario e nessun ufficio di igiene metterebbe mai piede pena essere sgozzato col collo girato verso la Mecca; sono iniziati i lavori di costruzione del cimitero islamico su terre espropriate dal comune (con soldi nostri ovvio), scelte dagli imam, centri islamici di ogni tipo a gogo, moschea ancora no perché la lega che pure qua non conta granché, ha fatto un casino spaventoso e per ora, per ora, tutto tace......ma certi quartieri sono no man's land e neppure la polizia ci mette piede,figurarsi noi. Degli zingari non parlo perché, grazie alla generosità di qualcuno, ne siamo pieni fino all'orlo e i furti ormai non si denunciano più, però il comune, tramite donazioni, ha costruito per loro un PEEP, con case nuovissime, gratis e senza pagare un filo di tasse, mentre tanti italiani stanno in graduatoria per avere una casa popolare.......ho finito perché sennò apro il cassetto dei vaffa' e non è mio stile. Lupus et Agnus.

Mazzarino ha detto...

Fare una processione Mariana in tutta la Romagna oggi significa essere eroi. Ma non a causa dei mussulmani. A causa del clero locale che se li coccola.

Rr ha detto...

Lupus,
Scusa, io capisco il,lavaggio del cervello da70 anni a questa,parte dei comunisti, ma possibile che tutti campino bene in questa situazione?
Fra un po' è estate, va be che i russi non vengono, ma comune turisti ne arriveranno. E gli immigrati dive li mettono?
Ma come si fa, poi, ad accogliere v musulmani che sono l' opposto dei romagnoli per matta lita e mod di vivere ?
Ma votano?
Sugli zingari comincio a pensare che paghino mazzette a certi politici locali, che se no non si spiega.
Rr

Rr ha detto...

Macellerie halal...ma la protezione animale si agita solo per gli esperimenti sui Beatles?
Rr

Josh ha detto...

Rr...anche le mense scolastiche sono halal ormai.
Tutto, pur di piacere a Muḥammad e in nulla, non sia mai, dispiacergli.

Rr ha detto...

Josh,
nella patria del prosciutto e della Bologna, cioè la mortadella, mense scolastiche HALAL ?!!
Fossi una mamma bolognese, manderei mio figlio a scuola con un panino alla mortadella da consumare alla ricreazione,e voglio vedere se me lo impediscono!!
Eh, i cari compagni...non emigravano in URSS, la patria dei lavoratori, ma volevano imporcela a noi non comunisti, non emigrano in Arabia Saudita, ma vogliono imporcela! non cambiano mai, il concetto di libertà gli è proprio estraneo. Servi erano e servi sono
restati
Rr

Anonimo ha detto...

DIS-integrazione che avanza.... ius soli.... Ave Maria, ora pro nobis

Anonimo ha detto...

Dunque, chiedo scusa, ma rispondo, in ritardo, a Rosa, quest'anno il calo delle prenotazioni vacanziere si attesta sul 25/30%, almeno fino ad ora, se poi la stagione climatica fa i capricci, anche di più, si fa il pienone per quella scemata della notte rosa per 1 settimana, salvo complicazioni, per l'altissimo numero si sfattoni e imbriachi strappati alla Signora per i capelli col magico Lazzaro e tu sai cos'è, l' anno passato 3 morti soltanto,poteva andare peggio, per il resto si fanno vacanze brevissime, weekend, 1 settimana al massimo, i tedeschi non vengono più, i ragazzi ormai non ce n'è più e qua si era impostato tutto negli anni '90 sullo sballo e disco, vero Dee Jay? Alla faccia della merlina, qua è un bordello a cielo aperto ed in privé e lascio perdere sui travoni e viados di ogni etnìa......gli zingari, forse c'entra il presidente della D.A. o forse anche altri, non so, ti racconto l'ultima di tempo, in scuola periferica infarcita di Rom, 4 'scolari' hanno detto alle maestre di sentirsi poco bene, detto fatto, mandati a casa,che si trova davanti al container che accoglie la scuola elementare, arrivati a casa, si armano di pistole, giocattolo quanto vuoi, ma cominciano a sparare dalle finestre proiettili di gomma sui compagni e sulle insegnanti, queste chiamano i CC ed apriti cielo, tutto il quartiere,popolato quasi interamente da loro, insorge, strattona i 2 malcapitati caramba, il tutto finisce sulla cronaca locale,loro sporgono denuncia per diffamazione, perché trattasi di scherzo da bambini e non è giusto criminalizzare in base a giudizi faziosi e puramente razzisti......romagnoli duri e veri, cara mia, ce ne sono pochissimi, grazie ai tanti mafiosi e camorristi mandati al confino in ER con la benedizione del PC,DS,PD, sai che quasi tutti i negozi e le attività al mare pagano il pizzo?Finis. Lupus et Agnus.

Michele MAcIK Durighello ha detto...

Mi pare che, siccome l'Avvocata nostra non si è fatta grossi problemi a convertire miscredenti se e quando voleva, quella processione dovesse continuare e se non lo si è fatto non è colpa dei musulmani ma colpa nostra che viviamo tiepidamente il cattolicesimo.. Forza e onore, occorre riscoprire e vivere l'identità cattolica con la giusta dose d'orgoglio.

Rr ha detto...

La Romagna, un altra vittima del comunismo. Come l' URSS, l' est Europa, la Corea, il Vietnam, la Cina, CUba, mezza America Latina, TUTTA l' Africa...
E c' e' ancora qualcuno che ne parla bene ( ogni allusione al VdR è voluta).
Caro Lupus, non t' invidio.
Sec. Me, oltre al pizzo, pagano mazzette ai politici locali, che prendono soldi anche dagli zingari e dagli Africani.
Oltre i voti, naturalmente.
Rr

Davd ha detto...

E' solo l'inizio dei dolori. Non oso immaginare cosa succederà quando tutte le cellule dormienti dell'isis (i cui adepti stanno da tempo invadendo l'Italia travestiti da rifugiati politici) si sveglieranno all'improvviso (per ordine del capo). Chi sono questi nostri pastori? Dove sono finiti i veri pastori? Questi sono i frutti del dialogo interreligioso e dell'ecumenismo.

“Gesù usa il termine pastore ladro, in riferimento a colui che, alla mancanza di vocazione e a tutte le altre indisposizioni proprie del mercenario, aggiunge l'orrendo attentato di lanciarsi nell'ovile per le finestre, o per le aperture di una simonia e di una elezione illegittima, e una volta entrato non attende che a sedurre le pecorelle con le falsità della dottrina o con l'ipocrisia dei costumi.
Non solo dissimula i disordini, ma li mantiene, o li promuove. Adula i ricchi e i potenti del secolo; li ammira e li esalta, per il proprio interesse, nelle stesse loro prevaricazioni; indebolisce e allarga in loro favore le Verità del Vangelo, e fa spaziosa e comoda la strada che conduce al cielo. Rappresentando loro continuamente un Dio buono e misericordioso, non li rende degni infine che della Sua Giustizia, e delle Sua Collera. Hanno fatto coraggio ai malvagi, dice il Signore per bocca del profeta, acciò che gli uomini non si convertano delle sregolatezze della loro vita. Hanno ucciso le anime che non erano morte e hanno promesso la vita a quelle che non erano vive. (Dei Doveri E Dello Spirito Degli Ecclesiastici – Opera per i seminari – Antonio Riccardi – 1833 “2Ed.)”

Rr ha detto...

1833 o 2013 ?
Rr

David ha detto...

1833