mercoledì 31 agosto 2016

1° settembre. Continuiamo l'Operazione 'Assalto al Cielo' del 1° di ogni mese col Cardinale Burke

Vedi precedenti quiquiquiqui - qui - qui - qui - qui.
E davanti alla Vergine di Czestochowa: qui - qui.

Domani 1° settembre, come il primo giorno di ogni mese, Sua Eminenza il Cardinale Raymond Leo Burke celebrerà la Santa Messa a La Crosse, WI, USA alle 7.00 ora locale e, dopo, pregherà il Santo Rosario per 'prendere d'assalto il Cielo' con la Preghiera.


Ricordiamo a tutti voi, compagni Guerrieri del Rosario che ci uniremo dai quattro angoli della terra per elevare insieme la nostra voce al Cielo. Gli oltre 53.000 Guerrieri del rosario reciteranno il Santo Rosario e prenderanno d'assalto il Cielo con la Preghiera, in unione alla Santa Messa celebrata dal Cardinale Burke.
Quando direte il vostro Rosario, ricordate di pregare per le intenzioni di tutti i Guerrieri del Rosario, così come loro pregano anche per le vostre.
« Il potere del Rosario è superiore ad ogni descrizione! » affermava l'Arcivescovo Fulton Sheen. Usate dunque questa preghiera potente per prendere d'assalto il Cielo e rivolgere a Dio e alla Benedetta Vergine Maria le seguenti intenzioni:
  • Per la Santa Madre Chiesa: che nostro Signore guidi il Papa, i vescovi e tutti i membri del clero, ad essere santi in ogni cosa, pastori fedeli, fari della Verità, e difensori del Bene;
  • Perché possa essere dissipata ogni confusione dai cuori e dalle menti di tutti gli uomini e possa risplendere in essi la Luce della Verità;
  • Per le nostre famiglie e per l'istituto familiare così sotto attacco nel nostro mondo;
  • Per la conversione di tutti alla vera fede e perché i peccatori cambino vita;
  • Per la salvezza della mia anima, delle anime dei miei cari, e delle anime di tutti;
  • Per la santificazione di tutti e di ogni cattolico, soprattutto per la mia santificazione personale. Che io possa santificare ogni momento di ogni giorno della mia vita. Che io possa essere un vero seguace di Gesù Cristo in ogni cosa;
  • Perché ognuno di noi sia reso un soldato fedele di Cristo nella lotta contro il mondo, la carne e il diavolo;
  • Per ottenere le grazie necessarie per fermare l'aborto, fermare l'assalto della rivoluzione omosessuale, per ribaltare il matrimonio omosessuale legalizzato, per fermare la diffusione del suicidio assistito e l'eutanasia e per fermare la cultura della morte in tutte le sue forme e stabilire la cultura della vita in tutte le anime, in tutte le menti e in tutti i cuori;
  • Per la nostra amata Nazione e per ogni nazione della terra. Noi italiani preghiamo anche perché l'Italia non venga travolta dal nemico esterno (invasione musulmana + poteri forti) e da quello interno; perché ritrovi la sua unità nel vero Cattolicesimo;
  • Per tutte le intenzioni personali che vengono affidate alla Operation Storm Heaven 'Operazione Assalto al cielo'
Le intenzioni personali di ogni mese - inviate a catholicaction@catholicaction.org e che vengono mantenute riservate - sono collocate sull'altare durante la messa celebrata dal cardinale Burke e incluse nel suo rosario. 

9 commenti:

Blondet ha detto...

Spero si siano resi conto, frati e suore e qualche bravo vescovo che hanno avuto la mano addentata da questi (chiamiamoli) fedeli, della triste realtà:  che quello  che provano a predicare dal Concilio in poi, il Dio al servizio dell’uomo “centro cima, creatore e governante della creazione” è un falso Dio. Che può  funzionare più o meno nelle giornate della gioventù,  nei raduni festosi e  le domeniche in piazza san Pietro (più o meno), ma non ha nulla da dire  a chi ha perso  le figlie sotto le macerie; non ha la parola giusta per “spiegare”   quel che è successo  e succede da migliaia di anni all’uomo, il mistero della sofferenza inflitto da quella natura di cui sarebbe “il coronamento” e il signore. Il Signore è un altro, e  si vede qui.

“perché soffrire, se è inutile?”
Terribile  la condizione di una Chiesa ammutolita, morsicata dai ‘fedeli’. Terribile la condizione dei fedeli, degli uomini d’oggi davanti alla tragedia: subire una irrimediabile sofferenza senza motivo, di cui non ci  si sa dar ragione, che si rigetta invece di accettarla, che non porta alcuna espiazione, è già un condizione  molto simile all’inferno; se ci aggiungi le imprecazioni, la rabbia e le bestemmie,  la somiglianza con la dannazione eterna  diventa quasi identità.

Anonimo ha detto...

http://sinodo2015.lanuovabq.it/spagna-la-benedizione-di-una-coppia-omosessuale-contrasta-con-amoris-laetitia/
Preghiera e silenzio .

Anonimo ha detto...

Signore Gesù vivere con Te spesso richiede anche la Croce che c’è
ma è quella del Risorto …
e tu ci ami anche nei momenti più bui e in cui
non riusciamo e non ti vediamo; che ci rialziamo sempre e.poi gioia e..

Signore Gesù, aiutaci a vivere in umiltà e semplicità e in gioia;
senza superficialità e distrazione facendo della nostra vita e del
nostro lavoro uno strumento di amore e dedizione a Te e ai
fratelli nella quotidianità e affidandoci a te... affidando la vita a te..
Senza affanno.... e Ave Maria e avanti !
Maria, Madre di misericordia, veglia su tutti noi, perché non venga resa vana la Croce di Cristo, perché l’uomo non smarrisca la via del bene, non perda la coscienza del peccato, cresca nella speranza di Dio, ricco di misericordia, e sia così, per tutta la vita, a lode della sua gloria.
Amen
San Giovanni Paolo II
Salve Regina, madre di misericordia ...

O Gesù mio
Gesù mio, perdona le nostre colpe, preservaci dal fuoco dell'inferno, porta in cielo tutte le anime, specialmente le più bisognose della tua misericordia.

NON AFFANNATEVI DUNQUE PER IL DOMANI
PERCHE’ IL DOMANI AVRÀ 'GIÀ'' LE SUE INQUIETUDINI.
A CIASCUN GIORNO BASTA IL SUO AFFANNO. (MT. 6,34)
La pazienza, per tante situazioni della vita, è faticosa ma anche necessaria e utile
Qualche piccola gioia c'è sempre, si deve accontentare e



----
Maria, Madre di misericordia, veglia su tutti noi, perché non venga resa vana la Croce di Cristo, perché l’uomo non smarrisca la via del bene, non perda la coscienza del peccato, cresca nella speranza di Dio, ricco di misericordia, e sia così, per tutta la vita, a lode della sua gloria.
Amen
San Giovanni Paolo II


Le parole di questa preghiera ... rileggendole bene ... fanno pensare.... ci sono dei rischi ...indicati... smarrire la Croce, smarrire la coscienza del peccato ... come se non ci fosse peccato.
Eppure Maria ci aiuta, chiediamo il suo aiuto anche con questa preghiera.




ascolta radio Maria ...
vedi sito wwww.iltimone.org e http://www.lanuovabq.it/it/home.htm




Paolo Castellari, da Milano

Luisa ha detto...


"Enigma Benedetto e la necessità di chiarezza"

di Riccardo Cascioli

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-enigma-benedettoe-la-necessita-di-chiarezza-17270.htm

miri ha detto...

mentre il card.Burke assalta il Cielo, l'attuale gerarchia del vaticano assalta ciò che rimane della cristianità con il motu proprio " HUMANAM PROGRESSIONEM "

maria ignazia Usai ha detto...

il Signore con l'intercessione della Madonna ci soccorra al più presto per tutte le intenzioni di Sua Eminenza e quelle che abbiamo a cuore per noi e i nostri cari amen!

Anonimo ha detto...

Io sono molto contento, quando in uno dei miei giri quotidiani che faccio arrivo a questo blog e trovo il Cardinale Burke che mi ricorda il Rosario che, colpevolmente, ogni tanto smetto di recitare quando invece lo dovrei quotidianamente.
Ad ogni modo ci pensa il Cardinale, questo blog e prendo spunto per rimboccarmi le maniche e rimettermi in carreggiata. E per esperienza so che ogni volta le mie settimane sono migliori di quelle in cui il Rosario non lo recito.

Si, noi continuiamo la nostra crociata di Rosari, sicuramente ci sono cattolici che pregano molto più di quanto faccia io e a costoro va la mia gratitudine.

So che per il Signore nessuna preghiera è perduta, non esiste atto penitenziale, Rosario, preghiera che viene dal profondo del nostro cuore, che non serva. Anche quelle con le quali chiediamo una Grazia che, noi non lo possiamo sapere, ma magari non può essere concessa perchè contraria alla Volontà di Nostro Signore (e quindi bene superiore), anche queste preghiere che rivolgiamo al Cielo serviranno e andranno magari a vantaggio di qualche povera anima del Purgatorio per la quale nessuno prega. Insomma la Preghiera è arma potentissima.

Ma un pensiero triste ogni tanto mi prende, quando penso a questi nostri Rosari, a quelli di tante anime pie, a questi piccoli focolari che alzano la loro preghiera in Cielo, mentre la povera Chiesa di Roma, i suoi principi, i suoi ministri, chiaramente disobbedisce, stravolge, deturpa, fa la guerra a Cristo stesso.

Dio è Misericordioso, ma Dio non fa mancare la Sua Giustizia.
Quando Mosè disobbedì a Dio (la storia del bastone battuto due volte sulla roccia anzichè una sola volta come gli aveva comandato Dio), Dio gli promise che non avrebbe visto la terra di Canaan, perchè volle fare di testa sua, disobbedendo. E stessa cosa avvenne per tutti gli israeliti che andarono col vitello d'oro, nonostante gli enormi segni che Dio fece per loro. Non furono quegli israeliti, nè Mosè a vedere la terra promessa.
Certo, Mosè restò uomo di Dio quando morì, ma quella semplice disobbedienza gli costò tanto in vita.

Questo è il mio pensiero triste, la consapevolezza che per il nostro "assalto al Cielo", per i nostri Rosari, Dio non ci regalerà la Pace (che vorrebbe darci, che avrebbe già voluto darci) lasciando che la SUA Chiesa continui ad essere infangata, deturpata, ridotta ad una specie di meretrice che vìola sempre più il primo Comandamento.
Non sarebbe Giusto, non sarebbe giusto

Giuseppe M

A. ha detto...

Per la conversione di tutti i peccatori alla vera fede.
Quando ho rilanciato la presente crociata di preghiera, mi sono permesso di modificare un po'questa intenzione. L'ho resa con altre parole, che, chissà, forse quale delle versione è più vicina, non dico alla lettera del testo inglese, ma alle reali intenzione di S.Em. Rev. Ho scritto non "Per la conversione di tutti i peccatori alla vera fede", bensì : "Per la conversione di tUTTI (sottinteso: di TUTTI gli ESSERI UMANI) alla vera fede e affinché i peccatori cambino vita".

mic ha detto...

Grazie di questa intenzione meglio espressa. La recepisco anch'io.