lunedì 3 maggio 2021

«Papà, preferirei morire!» - don Elia

Una ragazzina di tredici anni risponde così al padre che, sondando il terreno delle sue convinzioni personali circa il cosiddetto “vaccino” fabbricato a partire da bambini abortiti, non pago di aver accertato il suo netto rifiuto, si è spinto a domandarle se la sua posizione rimarrebbe invariata anche nel caso di un’emergenza sanitaria gravissima, come un’epidemia di Ebola o di peste nera. Limpida e secca, scevra da artificiosi distinguo e cavilli sofistici, la fulminante sentenza, anziché angustiare il genitore, lo ha profondamente commosso. In quella giovanissima cattolica praticante, in effetti, c’è più fede e buon senso che in tanti prelati dalla mente corrotta: si può rischiare perfino la morte, se così Dio vuole, piuttosto che peccare in modo grave contro la vita di esseri umani innocenti non ancora nati. Questo non è sentimentalismo, ma semplice coerenza di una coscienza pura, la quale permetterebbe a tanti giovani di reagire alla dittatura, piuttosto che riempire gli obitori suicidandosi. Come ricordato da monsignor Schneider, non c’è bisogno di dottorati in teologia per comprendere l’illiceità della moderna barbarie: bastano il sensus fidei e il sensus communis.

Mi vien da domandarmi come si possa onestamente organizzare manifestazioni in difesa della vita senza far parola di questo allucinante problema, anzi promuovendo attivamente l’abominio con una grottesca campagna propagandistica a favore. Visti gli esiti di quella che, in contrapposizione ad altre organizzazioni, si era arrogata l’esclusiva di essere una battaglia senza compromessi, si è reso davvero necessario che nasca un nuovo movimento pro life; se quelli che sembravano i più rigorosi e intransigenti si son di colpo schierati col nemico, quale collaborazione è più possibile? Il varco dischiuso alla giustificazione dell’aborto diventerà rapidamente una voragine: una volta ammessa un’eccezione, su quale base si potrà ancora condannare il ricorso ai benefici da esso derivati? Quel Magistero che fino a ieri era tanto vituperato per le sue incrinature, inoltre, è improvvisamente assurto, a quanto pare, al rango di insegnamento infallibile. Perché non ammettere, allora, anche le aperture all’erotismo e al concubinaggio contenute nella famigerata esortazione apostolica Amoris laetitia? [vedi] Si può forse praticare un’obbedienza à la carte?

Colpisce l’inedita convergenza tra tradizionalisti di ferro e clero modernista, tra un “tomismo” di maniera e il pensiero “liquido” dei gerarchi imperanti. Mi giungono notizie di vescovi e superiori religiosi che spingono i loro sottoposti a “vaccinarsi”. A coloro che non vogliono, raccomando di rimanere assolutamente irremovibili: tale richiesta, infatti, è del tutto arbitraria, in quanto esula dalle attribuzioni dell’autorità ecclesiastica. Si tratta di un gravissimo abuso di potere al quale bisogna opporsi appellandosi al diritto, sebbene lo abbiano buttato dalla finestra; non è comunque consentito rimuovere un chierico senza una causa grave definita dal codice. Benché il ricorso a Roma non dia molte speranze di essere risolutivo, in caso di provvedimenti ingiusti va comunque presentato, se non altro per prendere tempo in attesa che crolli questo castello di carte innalzato sul nulla. Ci si può pure appellare all’ultimo documento in materia della Congregazione per la Dottrina della Fede, il quale ribadisce chiaramente che la vaccinazione rimane una scelta volontaria e, pertanto, non può essere imposta come un obbligo.

Un altro quesito che si pone alla coscienza è se superiori che esigono dai sudditi che pecchino in materia grave (in questo caso, contro il quinto comandamento) esercitino ancora legittimamente la propria autorità anche nel resto o non decadano per incompatibilità con il loro ufficio. Il problema è che, sul piano giuridico, non abbiamo la facoltà di giudicarli in foro esterno; se però chi dovrebbe farlo non solo se ne astiene, ma commette lo stesso abuso, siamo liberi di dissociarcene almeno in foro interno. Rimane il fatto che chi subisce un provvedimento iniquo o irregolare e non riesce a dimostrarne l’invalidità quanto alla decisione o alla procedura si trova in una situazione per niente piacevole. Contando indefettibilmente sulla Provvidenza, egli deve continuare la battaglia legale senza piegarsi, specie se il suo Ordinario sta seduto sopra la bomba inesplosa di casi insabbiati di abusi sessuali, la quale inevitabilmente, prima o poi, scoppierà con catastrofiche ripercussioni entro le Mura leonine.

A parte queste spinose circostanze in cui si son venuti a trovare molti vescovi, fin nel cuore della cristianità, son parecchi i segnali di implosione del sistema artificiale di potere che sfrutta le strutture della Chiesa Cattolica e si ammanta del suo prestigio, ma è cresciuto in seno ad essa come un tumore. È proprio l’arbitrarietà che lo caratterizza a costituire la causa principale della sua fragilità: poiché non possono ottenere obbedienza con il diritto e la persuasione, ai suoi rappresentanti non rimane altro che l’arma delle minacce e delle imposizioni. L’arroganza, la temerarietà, la violenza del loro agire si sforza invano di nascondere il vuoto della falsa religione che si sono inventati a loro uso e consumo puntellando l’inconsistenza di un’autorità volutamente dimentica della sua origine divina, ma poggiante unicamente sul consenso umano prestato da chierici interiormente destrutturati. Chi, per grazia, ha resistito al lavaggio del cervello degli studi e della “formazione”, oppure è riuscito a disintossicarsene con il ritorno alla Tradizione, è per loro la peggiore minaccia, in quanto egli non è riconducibile alla sottomissione né abbocca più alle loro lusinghe.

Coloro che hanno smascherato l’inconsistente propaganda diffusa agli incontri del clero, ignorato le ridicole indicazioni pastorali diocesane, perseverato nell’obbedienza ai precetti divini e alle giuste leggi ecclesiastiche, per quanto appaiano sfavoriti ed emarginati, sono in realtà in una posizione di forza: l’autorità che li opprime, infatti, può contare unicamente sull’esercizio di un potere che potrebbe perdere in qualunque momento. Qualora poi si sanzioni un chierico che abbia acquistato una certa notorietà mediatica, ciò raddoppia la sua popolarità e si ritorce contro i superiori: non conviene di certo. Moltissimi fedeli, ormai, danno credito ai sacerdoti perseguitati proprio perché tali (anche se, in certi casi, la loro fiducia non è ben riposta), mentre ciò che proviene dalla gerarchia è percepito con immediato sospetto, quando non con aperta avversione. Bisogna che si rendano conto, lassù in alto, che il consenso puramente sociologico di cui hanno finora goduto, suscitato da un’ingannevole apparenza bonaria e accomodante, si sta sgretolando con una rapidità impressionante; si avvicina il momento in cui dovranno pensare a salvarsi la pelle.

Quando quelli che han dato retta alle loro indicazioni cominceranno a morire come mosche a causa del “vaccino”, la gente ne chiederà loro un conto salato. Il sistema potrà pur tentare di aizzar le folle contro coloro che non si saranno vaccinati additandoli come la causa di diffusione delle varianti più aggressive del virus prodotte dalla vaccinazione stessa, ma chi perderà i propri cari non potrà fare a meno di domandarsi come mai sarà accaduto nonostante le ripetute iniezioni del siero di salvezza, inoculato perfino nelle chiese e con l’incoraggiamento dei vescovi. Non si sarebbe potuto trovare un metodo più stupido per indurre la gerarchia cattolica a condannarsi da sé; i suoi membri che si stan prestando al gioco, di conseguenza, o sono complici o sono sciocchi, salvato il sacro. Il loro capo, che continua ad invitare in Vaticano esoteristi e fautori dello spopolamento, appartiene evidentemente alla prima categoria, ma il rischio che corre è analogo. Chi può temerlo, se non chi ha accettato di partecipare al suo gioco criminale? Circondarsi di collaboratori che, violando il coprifuoco, si fan beccare dalla Polizia in situazioni a dir poco imbarazzanti, a lungo termine non è una buona strategia. A parte questo, per chi non si converte c’è pur sempre l’Inferno.

Quid gloriaris in malitia, qui potens es in iniquitate? […] Dilexisti malitiam super benignitatem; iniquitatem magis quam loqui aequitatem. […] Propterea Deus destruet te in finem […]. Ego autem, sicut oliva fructifera in domo Dei. In Deo speravi: non timebo quid faciat mihi homo (Sal 51, 3.5.7. 10; 55, 11).

58 commenti:

Anonimo ha detto...

Con l'affaire Fedez si chiude la 'settimana dell'egemonia culturale', contrassegnata anche dalle sconcertanti reazioni (con tanto di manifesti firmati dai soliti noti) agli arresti dei terroristi rossi in Francia.

L'unica cosa che conta è saper muovere la δόξα, aizzare, polarizzare, attivare stati d'animo collettivi.

Servono quindi 'i bei nomi' del circuito culturale, mediatico, d'immagine, che si stanno via via sostituendo agli intellettuali, buoni, oggi, solo per elaborare sostrati, puntelli, da recuperare via links la guerra delle opinioni.

Anche la stessa legge, il diritto (non parliamo dello Stato), sono ormai ancillae dell'egemonia culturale: la funzione regolativa e repressiva, infatti, va considerata sì importante ma ormai secondaria rispetto a quella 'educativa' ('lo dice pure la legge!').

Questo sta ridando sempre più vita ad un mondo arcaico, in cui i processi si svolgono sempre più al di fuori dello spazio giuridico, chiamato semmai a 'ratificare' lo stigma applicato altrove sul reietto, l'espulso, l'outsider.

La novità è che questo processo sarà non più locale, ma globale.

E, proprio per questo, più feroce e disumano.
Sebastiano Mallia su Fb

Anonimo ha detto...

"La paura, quando si ha fede in Cristo, è sconveniente e disonorante. Non bisogna avere nessun complesso di inferiorità nei confronti del pensiero moderno, che è già cadavere"
( Card. Giuseppe Siri )

Anonimo ha detto...

SMETTETELA CON STA STORIA CHE SIAMO IN DITTATURA, NON C'È NESSUNA DITTATURA.
Di Denis De Paoli.

La dittatura è quando il governo si attribuisce poteri speciali a tempo indeterminato, quando non c'è opposizione, quando c'è il coprifuoco per strada, quando puoi uscire di casa solo per approvigionarti di cibo e medicine e comunque con un' autorizzazione, quando la polizia ti insegue per multarti, quando le strade sono presidiate dai blindati e i droni controllano i cieli.
La dittatura è quando é vietato assembrarsi al chiuso e anche all'aperto, quando c'è il divieto di uscire dopo una certa ora, quando cinema, teatri, stadi e locali vengono chiusi, quando le funzioni religiose vengono limitate, quando i centri di aggregazione culturale vengono chiusi, quando l'istruzione e la scuola vengono sottomesse al potere.

La dittatura è quando i convegni sono vietati, é vietato manifestare, quando la gente comune fa la spia per ingraziarsi il potere, quando viene negato il diritto al lavoro e alla libera impresa, quando vengono sospese le libertà costituzionali.

La dittatura è quando la stampa diventa un organo di propaganda, quando chi la pensa diversamente viene censurato, messo in cattiva luce o segnalato con cartelli o bollini di inattendibilità o addirittura minacciato di perdere il lavoro, quando alcune persone vengono discriminate.

La dittatura è quando hai bisogno di un buon motivo per uscire di casa, quando inizi a diffidare del tuo vicino, quando una parte degli scienziati per paura o per tornaconto si allinea al pensiero dominante mentre l'altra viene denigrata e zittita.

La dittatura è quando il dissidente viene considerato un infetto e la causa di tutti i problemi, quando alcune categorie vengono obbligate ad accettare trattamenti sanitari, quando le persone vengono schedate, tesserate e ne vengono monitorati gli spostamenti, quando alcuni sono obbligati a restare in casa, quando la gente viene ridotta alla fame.

La dittatura è quando il potere ti obbliga ad indossare un segno di sottomissione, quando devi applicare cartelli fuori al tuo ufficio o al tuo esercito commerciale per dimostrare la tua fedeltà al regime, quando la polizia ti chiude l'attività se non lo fai.
La dittatura è quando il regime vuole sapere perfino cosa fai a casa tua e chi fai entrare, quando la gente è spaventata ed esegue ordini e procedure assurde senza più pensare a quello che sta facendo, quando inizia a pensare che la sicurezza venga prima della libertà.

La dittatura è quando gli stolti non si accorgono di essere in dittatura”

Anonimo ha detto...

Ho letto solo poche righe. Riprendo il commento in giornata. Per il momento vorrei sottolineare che tutto questo mettere al corrente i ragazzi dell'Inferno in cui stiamo vivendo non lo condivido, cercherei di tenerli riparati il più possibile senza scendere in particolari orrendi. La responsabilità fino ai diciotto anni è dei genitori, si possono tenere adeguatamente informati gli adolescenti a grandi linee, lasciando da parte l'orrore. Specialmente quando quasi tutto il mondo è schierato dall'altra parte ed i ragazzi non hanno ancora gli strumenti per affrontare il 'normale complesso' figuriamoci poi quando il mondo parla la lingua ipocrita della violenza, dissimulata appunto. Piuttosto cercherei di fare con loro letture edificanti, lavori insieme per gli altri, scrivere poesie sulla primavera, dipingere, disegnare, fotografare i tramonti,le albe...insomma cercherei di irrobustirli col bello, col buono, col vero buono e bello. A mio parere il padre ha sbagliato. Finirò di leggere il post più tardi.

Anonimo ha detto...

Dopo due anni il punto dolente e' ancora che :
"la genesi e l’origine del Covid-19, ancora non chiarita."

https://lanuovabq.it/it/vaccini-sperimentali-o-cure-il-giallo-del-regolamento-ue

Punto vaccinale..col pentafoglio.. ha detto...

Mi ha veramente spaventato , o per meglio dire raggelato , vedere in via Merulana l'assembramento di giovani e meno giovani assetati della " terapia genica sperimentale mondiale che si concludera' nel 2023"!!

Antonio ha detto...

Non a caso, “dalla bocca dei bambini e dei lattanti
Ti sei procurata una lode” e “lasciate che i bambini vengano a Me”. Non dai lavandati.

Anonimo ha detto...


"quando quelli che hanno datto retta alle loro indicazioni cominceranno a morire come le mosche.."

L'autore dell'articolo afferma con assoluta sicurezza che quelli che oggi si stanno facendo il vaccino in un futuro prossimo "cominceranno a morire come le mosche".
Speriamo che questo non accada, ovviamente. Non per dar ragione al governo ma per spirito di carità nei confronti della gente. Sarebbe una tragedia di proporzioni inaudite.
Pur considerando sbagliata la politia dei governi, che ha voluto puntare tutto sui vaccini fatti in fretta e ancora sperimentali (!), mi sembra che dichiarazioni come quella sopra riportata siano del tutto irresponsabili, oltre che superficiali nel merito.

Anonimo ha detto...

Il governo dei massoni / tira fuori i paroloni / e ci prende per coglioni:

“Ministero della transizione ecologica”
“Cashback” -
“Smart Working”
“Recovery Plan”
“Piano di Ripresa e Resilienza”

Resilienza : la differenza fra “Resistenza” e “Resilienza” : chi è “resistente” subisce un evento imprevisto esterno e “resiste”, reagendo con un atteggiamento negativo; la persona “resiliente”,invece, al momento che si verifica un problema, “resilie” positivamente : capito mi hai? direbbe il mio amico sardo, alla faccia della resistenza antifascista, del 25 aprile e della lotta di liberazione : fu un atteggiamento negativo? Sarebbe stato meglio limitarsi alla “resilienza”?, magari con la sola esibizione di “Bella ciao”?
Ma ve lo immaginate il dottor Borrelli che replica all’annuncio del progetto di riforma della giustizia del governo Berlusconi non con le parole “resistere, resistere, resistere”, bensì dicendo “resiliere, resiliere, resiliere” ?; he sì, perché con queste ultime parole la sua reazione sarebbe stata positiva, mentre con quelle che pronunciò (pace all’anima sua) fu sicuramente negativa…
Alla faccia del linguaggio “politically correct” :
a quando l’istituzione di un “Ministero della presa per il cuxx” degli italiani?


Anonimo ha detto...

Ho visto che poi il discorso volge su un piano diverso, ecclesiale. Questa prostituzione della chiesa modernista, non comincia con J.M.B né col Covid 19. E' una prostituzione essenzialmente del pensiero. Un pensiero individuale, personale, singolare che non è in grado di distinguere il 'vero' e si appoggia al pensiero degli altri, quello plurale, comunitario, a quello dell'autorità foss'anche la Tradizione. Se i consacrati non sono in grado di riconoscere il vero nella Tradizione, nella Dottrina, non sono in grado di farlo proprio, di assimilarlo, di verificarlo e vivificarlo con la loro vita. Diventa poi ovvio che cerchino la vita che offre il mondo e i sincretisti di ogni genere e grado. Quindi al meglio un pensiero mnemonico che non è diventato carne e sangue in un contesto in cui le seduzioni mondane sono carne e sangue fin troppo palpabili e non richiedono alcuno sforzo personale. Nei fatti oggi siamo davanti ad una moltitudine di consacrati carnali dalle cui labbra non esce alcun verbo spirituale. Ricordo benissimo, all'inizio di questa nostra tragedia, che l'argentino regalò le scatolette di plastica con cuore incorporato, volendo significare la Misericordia.In Argentina funzionerà così, pensai sul momento. Presto, troppo presto, mi confermai che era lui che stava spacciando il suo preteso buonismo come Misericordia Divina.
Onestamente non credo che in quattro e quattr'otto si possa modificare questa mentalità di gruppo ecclesiale che vive in una società dalla 'mente prigioniera'. Oltre il tempo occorrono anche maestri che insegnino di nuovo a pensare. Si può solo appoggiarsi ai Grandi Classici del Cattolicesimo e della Cultura Italiana ed Europea. Occorrerà almeno un secolo, se cominciamo subito, per liberare le moltitudini di 'menti prigioniere'.

mic ha detto...

Mi sono meravigliata anch'io di vedere ieri pomeriggio, in via Merulana, una gran folla in attesa per ore davanti al centro vaccinale del san Giovanni...

Apartheid medico ha detto...

COSA AVREI DETTO A VITTORIO VENETO? L'APARTHEID MEDICO
Ieri mi è stato impedito di tenere un comizio a Vittorio Veneto. Tra le altre cose di carattere politico (di cose mediche parlano i medici) che magari scriverò sul mio profilo social, avrei parlato del grave pericolo connaturato all'introduzione del cosiddetto "passaporto vaccinale" che tanto piace al signor Zaia.
Il “passaporto vaccinale” è una forma di coercizione non etica che comporta il rischio che si crei una società a due livelli, un "apartheid medico" in cui una sottoclasse di persone che rifiuta la vaccinazione è esclusa da aree significative della vita pubblica.
Non solo; v'è anche il legittimo timore che il “passaporto vaccinale” sul CoViD-19 possa rappresentare un precedente: un domani la libera circolazione potrebbe essere limitata anche a chi non si sottopone ad altri trattamenti sanitari.
Ai signori della Lega non piace che io parli in pubblico, soprattutto dove prendono tanti voti. Scommettiamo che senza il mio nome in locandina, il Questore nulla avrà più da obiettare per le prossime manifestazioni?
Davide Lovat su Fb

mic ha detto...

Non si tratta tanto dei "signori della Lega" che, per quanto deludenti, non sono tutti allineati al pensiero unico, quanto, nello specifico, di Zaia e di quanti pensano e agiscono nello stesso modo...

In ogni caso la cosa seria è che siamo davvero circondati, nel tentativo di silenziarci, su tutti i fronti!

Anonimo ha detto...

Gli italiani, e massimamente i giovani, sono entusiasti della dittatura sanitaria e della terapia genica e, coerentemente, corrono a farsi iniettare l'intruglio.
Quanto alla Lega, volendo aver la sua parte nel great reset e nel nuovo ordine mondiale, con somma astuzia, si è unita al partito che dirige le operazioni per conto della cabala: il PD!
La Sinistra mondiale è onnipotente. La Sinistra mondiale si prende la libertà di provocare Putin e la Russia di continuo perché sa che ha la vittoria in pugno, in caso di un conflitto contro la Russia.
C'è chi adora coltivare illusioni.
Io preferisco tenere sempre a mente i saggi consigli di Schopenhauer.

tralcio ha detto...

Abbiamo molti alleati imbattibili, in Cielo e in terra, naturali e soprannaturali.

-la fedeltà (è il momento di rimanere saldi nella fede in ben Altro da noi)
-la realtà (le narrazioni possono truccarla, ma lei c'è, inossidabile)
-il tempo che è galantuomo e chiede speranza, non il ministro: la verità è figlia del tempo
-la fatica del diviso di fingere: la verità sta da sola, la menzogna ha bisogno di complici
-le contraddizioni del nemico: sempre le contraddizioni fanno emergere le verità
-l'umiltà, se non cerchiamo il nostro trionfo e nemmeno il male altrui
-la luce che viene a scacciare le tenebre dentro le quali si nascondono i trucchi
-la verità (in tempi di menzogna universale, dire la verità è un atto rivoluzionario)
-la Verità (le Sue promesse, con riscontri e ripercussioni in questa vita, croce inclusa)

Possiamo stare relativamente tranquilli: ad agitarsi e ad avere fretta sono altri.

Anonimo ha detto...

"Alterazioni genetiche degli spermatozoi negli uomini vaccinati ?..."
E' vero o è una bufala ?
Gli scienziati "esperti" hanno fatto le analisi in questo senso ?

Anonimo ha detto...

Boh, io ho solo letto che una giovane donna ha avuto un aborto 2 giorni dopo la somministrazione del vaccino e che un lattante è morto pochi giorni dopo la vax della madre succhiando il latte dal suo seno, queste notizie compaiono su diversi blog USA, che renda sterili uomini e donne è una notizia che circola da parecchio, poi chissà se è vero, pare cambi l'RNA, staremo a vedere.

Anonimo ha detto...

I "sentimenti" di una bambinetta ora valgono più del discorso teologico?! Da quando il cattolicesimo è diventato anti-razionalista? La ragione "la puttana del diavolo"? Siamo tradizionalisti o protestanti? In giorni come questo mi vergogno del movimento tradizionale, come ha detto molto bene Padre Richard G. Cipolla:
https://rorate-caeli.blogspot.com/2021/04/the-threat-to-traditional-movement.html

"morire come mosche a causa del “vaccino""? Ma la pianti! Ovviamente tutti quelli che muoiono col COVID e un'altra patologia seria sono "numeri gonfiati", mentre tutti quelli che muoiono dopo aver fatto il vaccino sono sempre e in ogni caso vittime di questa miscela micidiale.

Il dibattito sulla ricerca con le staminali embrionali è giusto e sacrosanto, ma non può essere falsato da bufale grossolane, argomenti capziosi e irrazionali! La verità è che, forse anche grazie alle stupidaggini e alle minimizzazioni propalate da esaltati come il nostro (che alterna l'anonimato per le panzane più infuocate alla diffusione via streaming de visu, ovviamente dall'interno del tempio per dare credibilità alle proprie approssimazioni) l'unico sacerdote che nella mia zona dice la Messa di Sempre è oggi ricoverato per COVID, in terapia intensiva.
Vi chiedo di pregare per lui.

Pensino fino a 100 prima di parlare, questi teologanti carburati ad articoli sensazionalistici e ben poche nozioni di bioetica. Le azioni hanno conseguenze, e nulla sfuggirà al Giudice Eterno.

mic ha detto...

Pensino fino a 100 prima di parlare, questi teologanti carburati ad articoli sensazionalistici e ben poche nozioni di bioetica. Le azioni hanno conseguenze, e nulla sfuggirà al Giudice Eterno.

Ognuno parla dalla sua visuale e mi rendo conto che i toni di questo intervento partono non solo da una posizione ma anche da esperienze diverse.
Questo discorso dei vaccini è controverso e io, oltre ad un buona dose di diffidenza tratta dai testi consultati finora, non ho ancora avuto il tempo e l'energia di approfondire fonti su base scientifica tra quelle accreditate e non di regime...
Spero poter fare un punto appena possibile e, nel frattempo, vi ringrazio per i vostri contributi.

mic ha detto...

l'unico sacerdote che nella mia zona dice la Messa di Sempre è oggi ricoverato per COVID, in terapia intensiva.
Vi chiedo di pregare per lui.


Non mancheremo di portarlo nelle nostre preghiere!

Anonimo ha detto...


Gli italiani e massimamente i giovani sono entusiasti della terapia genica e corrono a farsi vaccinare...

non credo ne siano entusiasti. Sono semplicemente stufi, come negli altri paesi, dove la gente si sta avvicinando al limite della sopportazione ed è preoccupatissima per la situazione economica causata dal Covid.
Sperano che il vaccino sia il toccasana, che anche metta fine alla "dittatura sanitaria", riportandoli ad una vita normale, come quella di prima.
Non stanno tanto a sottilizzare. Le questioni etiche, le cellule di aborti utilizzate nelle ricerche in materia (e forse non solo in quelle), non li toccano, anche perché non vengono dibattute dai grossi Media. Del resto, l'aborto non è considerato ormai un "diritto"? Allora, che vogliamo?
I grandi Media hanno dovuto prender atto di morti indubbiamente collegabili al vaccino.
Ma sono, in tutto il mondo, una manciata di poveretti sfortunati, accanto a numerosi milioni di vaccinati, una percentuale quasi invisibile, che non spaventa la massa, finché resta così bassa (bassa, dal punto di vista dell'uomo comune). O meglio, forse la spaventa ma in modo ancora astratto, teorico ("sembra impossibile che lo 0,00...% debba toccare proprio a me..").
Bisogna continuare ad opporsi alla gestione sbagliata dell'epidemia, al tentativo di utilizzarla per stabilire una c.d. "dittatura" a sfondo sanitario della sinistra, insomma a tutti gli aspetti negativi dell'attuale situazione.
Ma non diamo la colpa al popolo, vittima dell'incoltura propagandata dalla scuola e dai media e dei cattivi maestri.

Anonimo ha detto...

Non è qui che si può spiegare per filo e per segno il perché, ma il succo è che per far ammalare #di meno# quel 5% di popolazione che si sarebbe ammalato a causa di questo virus, curabile in vari modi ed educando la popolazione ad una prevenzione adeguata (fatta di vitamine e non di mascherine, di studio e non di paura e di attenzione e non distanziamento) si creeranno seri problemi sanitari #di più# a un 10% di popolazione che senza vaccinarsi quei problemi non li avrebbe avuti. Non è roba da astrochiromanti: basta applicare la logica ai numeri già esistenti, considerando l'efficacia dei vaccini (inferiore al 100%), la presenza di effetti collaterali immediati (superiore allo 0,5%) e la realtà documentata dell'ADE e della vaccino resistenza, che si somma ad una ridotta efficienza generale del sistema sanitario.

Anonimo ha detto...

Grazie di cuore a don Elia per i suoi scritti!
Egli dice la verità.

Anonimo ha detto...

http://www.accademianuovaitalia.it/index.php/cultura-e-filosofia/mondo-donna/10108-l-idea-di-normalita

E se la psicologia recuperasse l’idea di normalità?
di
Francesco Lamendola


P.S. Non ho capito molto il tracciato dei pensieri. Trovo sacrosanto il recupero del concetto di normalità. A mio parere si dovrebbe partire dal VI Comandamento e da lì capire, scandagliare, approfondire perchè non fornicare. Quali sono i motivi del no prima, durante e dopo.

Aloisius ha detto...

In una prospettiva strettamente religiosa, il solo aspetto scientifico da accertare è se è vero, oppure no, che sono state usate cellule di feti abortiti.

Questo perché,prima di ogni considerazione scientifica e sociologica, il criterio fondamentale, per un cattolico, dovrebbe essere quello di accertare se è religiosamente lecito farsi inoculare un vaccino creato con cellule di feti abortiti.

Il Papa ha detto che non solo è lecito, ma che "è un obbligo morale" vaccinarsi.

Come dice giustamente Don Elia, l'attuale gerarchia modernista, ma anche molti rimasti cattolici (rifiuto l'etichetta di 'tradizionalista'), sono convinti che sia lecito e supportano tale convincimento con il fatto che i fedeli che decidono di iniettarsi il vaccino, essendo quasi costretti per evitare il rischio di una malattia mortale, non commetterebbero peccato davanti a Dio, in quanto i responsabili del crimine sarebbero solo i responsabili che li hanno utilizzati vendendo poi il conseguente prodotto.

Francamente questa giustificazione non mi convince affatto, perché in questo modo, se è vero che l'hanno utilizzati e io lo so, ma nonostante ciò me lo inietto lo stesso, utilizzo anch'io quelle cellule per per evitare il rischio del covid, anche se molto indirettamente.

Le pur gravi perplessità sugli altri aspetti scientifici, come il fare da cavia per un trattamento genico di nuova generazione, per ora le metto da parte, perche è questo il punto cruciale.

Aloisius

Anonimo ha detto...

L'anonimo indignato 16.55 ignora tantissime informazioni che ormai circolano a dispetto della propaganda di regime che impone ANCORA i protocolli criminali del 2020. Non so se sia in buonafede, ma èurgente che si informi:
- che queste sostanze che stanno iniettando a milioni di italiani NON SONO STATE TESTATE NEANCHE sui topi, e il gen. Figgliuolo ha affermato chiaramente di felicitarsi dei milioni di dosi iniettate, dagli esiti soltanto "sperimentali" !!! e continueranno a testarli su di noi fino al 2023 !
- che non sono affatto vaccini, ma TERAPIE GENICHE in grado di alterare in profondità il nostro DNA e indurre nel nostro corpo malattie incurabili (autoimmuni) e consenguenze devastanti di varie specie
- che la morte per una gran parte dei vaccinati è prevista entro pochi mesi (come visto nel caso delle trombosi indotte da Astrazeneca) o pochi anni, favorita dalle nuove dosi di "richiamo", che saranno iniettate ogni 7 mesi !
- che queste nozioni non le hanno iventate alcuni "teologanti" (come lui chiama con disprezzo un religioso che mi pare informatissimo e che non parla mai a sproposito di nessun argomento
- che tutto ciò che è urgente sapere su queste terapie lo stanno divulgando illustri scienziati da vari mesi a questa parte, avvisando con la massima serietà i governi mondiali
- che il CODICE DI NORIMBERGA VIETA DI SPERIMENTARE FARMACI SUGLI ESSERI UMANI NON CONSENZIENTI e informati, come facevano i medici criminali nazisti che furono condannati a morte nel processo di Norimberga !
L'anonimo vada a sentire i resoconti e le PREVISIONI SCIENTIFICAMENTE FONDATE di conseguenze nefaste e mortali in gran numero, esposte dalla dott.ssa Tenpenny, dott.ssa Bolgan, dott. Montanari, dott.ssa De Mari, Dott. Citro, e tantissimi altri che stanno informando con SCIENZA E COSCIENZA i cittadini ignoranti e inermi di fronte al presunto vaccino-salvatore, e succubi del FALSO OBBLIGO ASSOLUTAMENTE ILLEGITTIMO, (con minacce, stalking e vere estorsioni negli ambienti di lavoro); vaccinazione coatta (o con persuasione maligna, come circonvenzione di anziani e persone fragili) che avvia da 3 mesi lo sterminio progressivo - sì, questa è la parola esatta- delle popolazioni del mondo, con quello italiano in prima fila, per la sua passiva e volontaria IGNORANZA di ciò che contiene un farmaco a cui si sottopone volentieri come cieca e stupida CAVIA !
Infine: il covid, che è una forma di influenza, da affrontare tranquillamente ai PRIMI SINTOMI, ma NON cON TACHIPIRINA ED ATTESA (...del peggio, come voluto dal governo) è stato curato per un anno (e ancora oggi) A CASA CON FARMACI NOTI DA OLTRE 50 ANNI e i medici di coscienza che hanno usato quelle cure DOMICILIARI IN TEMPO precoce, li hanno guariti tutti !
Vada a vedere l'opera meritoria (e per questo osteggiata e perseguitata dal governo) del dott. Szumski tra tutti ( ma anche di tanti altri che formano oggi il centro di medicina ippocrateorg.org e l'altro: terapiadomiciliarecovid19 )
Quindi la storia del sacerdote ricoverato per covid è TUTTA da verificare, (il come, i sintomi, il decorso, il perchè/come del ricovero e dell'intensiva, la solita routine mortale per lo più....)
che tutta la tragica farsa si regge sui TAMPONI FASULLI E INUTILI PER LA DIAGNOSI !
e ce ne sono centinaia di storie ALLUCINANTI su come i sanitari italiani (e altrove) hanno portato al massacro tanti pazienti senza necessità, che potevano essere guariti benissimo! anche le pietre (vive e informate) sanno ormai sanno che c'è in atto da un anno e mezzo una strage di Stato (non solo in Italia) di cui i governi dovranno rispondere di fronte al tribunale penale dell'Aja: ivi infatti sono state firmate già le denuncie contro 11 governi per CRIMINI CONTRO L'UMANITA': tra di essi spicca il governo Conte-Speranza, dietro denuncia del giudice A. Giorgianni con vari avvocati e CENTINAIA DI TESTIMONIANZE di parenti delle vittime!

Anonimo ha detto...

TERAPIE PRECOCI
Ultimatum dei medici in piazza: «Cambiate i protocolli»
https://www.lanuovabq.it/it/ultimatum-dei-medici-in-piazza-cambiate-i-protocolli

Anonimo ha detto...

Vaccino, la Danimarca non approva Johnson&Johnson. Bocciato per i rischi maggiori dei benefici ( www.iltempo.it ). Aveva già bocciato Astrazeneca, che in Italia si vuol ritornare ad iniettare ai minori di 60.
La direttrice di Pfizer Italia , a sua volta, annuncia: "Pronti a immunizzare gli under 16: su di loro il vaccino è efficace al 100%".



Marcello ha detto...

Il nazista e medico Eduard Pernkopf compilò un atlante di anatomia sfruttando le dissezioni anatomiche dei cadaveri provenienti dai lager. Su questo testo, ottimo pur avendo origini vergognose, hanno studiato ed appreso tutte le ultime generazioni di chirurghi.
Il rabbino Joseph Polak, sopravvissuto all’Olocausto e professore di diritto della salute, ritiene che il libro sia un “enigma morale” perché deriva dal “vero male, ma può essere usato al servizio del bene“.
Nel link seguente l'intera storia da leggere. Non conosco don Elia ma questo mio commento è stato censurato sul suo sito pur non avendo alcun intento provocatorio, ma solo chiarificatore. Credo sia opportuno non escludere dalla discussione alcune opinioni a priori.
http://www.storiadellamedicina.net/la-faccia-oscura-dellanatomia-pernkopf-ed-il-suo-testo/

Anonimo ha detto...

Félix Causas: LE COMBAT CONTRE LA SYNAGOGUE DE SATAN
Intégrale des articles parus dans Sous la Bannière de 1986 à 2017, 9 volumes, 3000 pages, aux Éditions Saint-Remi.

Anonimo ha detto...

Stato autoritario - Dietro il sipario - Talk Show
Trasmesso in streaming dal vivo 4 ore fa
Visione TV

https://www.youtube.com/watch?v=tiFkIyIssN8&t=31s

Gli italiani si sono oramai abituati a vivere dentro un sistema dove, con la scusa di proteggerci, lo Stato impone di fatto una stretta autoritaria che impedisce perfino la manifestazione del dissenso. Ai partiti politici di opposizione come Ancora Italia viene vietato il diritto di manifestare per presunti motivi di "sicurezza". Possibile che nessuno noti il grave pericolo che attraversa ora il nostro Paese? Ne parliamo a "Dietro il Sipario" in compagnia di Devis Bonaldo, Francesco Lamendola e Paolo Borgognone

Anonimo ha detto...

Ancora sul recupero del concetto di normalità, dall'articolo del Prof. Lamendola, e della necessità di partire dal nostro campo di battaglia:

Come introduzione, riflessione sulla 'scienza' che mai come negli ultimi secoli e come al presente ha mostrato non solo il suo lato fallace, ma ha mostrato inoltre che può finire in mano a 'scienziati' con deliri di onnipotenza, fuori di senno.

Il dott. Freud ha dato la sua interpretazione sulla vita psichica dell'esser umano come lui da medico l'ha conosciuto ed interpretato appunto con i suoi strumenti culturali.

Il terreno sul quale noi ci muoviamo è quello religioso, ricordando che alle origini sacerdote e terapeuta erano una sola persona, di questo troviamo conferma in Gesù Cristo, Sommo Sacerdote che ha insegnato e curato anime e corpi e via gli Evangelisti i suoi insegnamenti sono arrivati fino a noi, conservati dalla Chiesa che ne è la custode e la divulgatrice.

Ora per quello che riguarda la sessualità, tre sono i punti che mi sembra siano imprescindibili:
a) partire dalle prime pagine della Genesi, trasgressione e caduta, castigo e promessa;
b) I Comandamenti, con approfondimento del sesto, come già scritto in un precedente commento;
c) la Sacra Famiglia vista attraverso le litanie a cominciare da quelle Lauretane, appena illustrate in un precedente post.

Su ognuno di questi punti è necessario una seria concentrazione e meditazione individuale e comune che si estenda nel tempo su diverse e molte stagioni.
La sessualità oggi vive in una bolla che di giorno in giorno si espande e si è espansa inglobando la stessa Terra, il Sistema Solare e il gelido spazio siderale. E' necessario quindi riportarla alla dimensione, peraltro importantissima, NORMALE, che le fu data dalla Santissima Trinità.

Anonimo ha detto...

Su Visione tv ieri intervista a:

Francesco Fracassi,'Il Pentagono controlla diversi laboratori in stile Wuhan in giro per il mondo'

Interessante perché mi sembra dar corpo alle 'profezie' di un'epoca di pandemie.

Anonimo ha detto...

@ 3 maggio 2021 22:43


Interessante un accenno del Prof. Lamendola sulla nostra futura condizione di dipendenti in toto dal reddito di cittadinanza, che ci farà umili osservanti delle disposizioni del Potere.

Al che mi è tornata in mente la dichiarazione di Draghi che più o meno disse: 'la ue non può fallire perché noi le abbiamo dato tutto...'.

Quindi anche Draghi e gli altri hanno dato tutto come noi, volenti o nolenti, dovremo dare tutto per dipendere solo dal reddito di cittadinanza.

Quindi, se così fosse, Draghi è servo come servi vuol far diventare noi e diventare umili osservanti del Potere Orgiastico- Mercantile, per dirla con Martino Mora, senza fare tante storie sui principi e le virtù fondanti la civiltà bimillenaria, giudaico/ greco/ latina, Cattolica.

Anonimo ha detto...

Sul prezioso notiziario Médias-Presse-Info, vi sono articoli interessantissimi sul virus e la terapia genica. Per non lasciarsi impressionare dai "tradizionalisti" al servizio mascherato (sic!) del nuovo ordine mondiale!

Anonimo ha detto...

per tutti i disinformati che circolano nel web e anche qui, sprezzanti delle informazioni PREZIOSE che non possiedono, consiglio la lettura di questo resoconto di dicembre

https://www.oltre.tv/200-medici-italiani-hanno-curato-tutti/
200 medici italiani fin dal FEBBRAIO 2020 hanno curato i pazienti a casa: tutti guariti e nessun decesso. Ospite a RadioRadio il dott. Andrea Mangiagalli
La chat “Medici in prima linea” in poco tempo ha coinvolto circa 200 medici: «È stata una salvezza».
200 medici di base trovano il protocollo vincente...(sfidando naturalmente i protocolli di regime che comandavano "tachipirina e viiile attesa.... favorendo così l'evoluzione in polmonite, aggravamento, e ricovero in intensiva, intubazione mortale, che causava ustione dei polmoni, anzichè l'EPARINA che avrebbe sciolto i trombi e avviato la guarigione !)

Anonimo ha detto...

https://www.ilgiornale.it/news/cronache/rispunta-astrazeneca-ecco-lipotesi-vaccinazioni-1943785.html

Volevo avvisarvi che il bugiardino di astrazecca è stato nuovamente modificato. Quello nuovo prevede il 10% di reazioni avverse a lungo termine. Hanno cosi' messo tutte e due le mani avanti in caso di eventuali azioni legali.
Naturalmente non posso postare il link, tra l'altro scritto in olandese, perché faccialibro democraticamente non lo permette.
Però potete cercarlo in rete.
So che molti di voi danno il loro consenso poco informato senza leggere nulla e fidandosi de "Lascienzah" e dei "professionisti dell'informazione".
Sono molto preoccupato per amici e parenti che già hanno avuto la prima somministrazione.
Auguri a tutti

Anonimo ha detto...

Può essere benedetto solo ciò che è conforme ai disegni di Dio.
Le persone possono certamente essere benedette, ma perché si convertano, non perché si confermino nel loro peccato.
Vorrei sottolineare la forza di questa posizione: non si tratta soltanto di una cosa che la Chiesa ha deciso di non fare, ma di una cosa che la Chiesa non può fare.

https://www.secoloditalia.it/2021/05/ruini-la-chiesa-non-ha-il-potere-di-benedire-le-unioni-gay-non-sono-conformi-al-disegno-di-dio/

Anonimo ha detto...

Gentile anonimo ore 10:18 , ho trovato due bugiardini Vaxzevria , https://farmaci.agenziafarmaco.gov.it/aifa/servlet/PdfDownloadServlet?pdfFileName=footer_000690_049314_FI.pdf&retry=0&sys=m0b1l3 del 16-4-21 (8 pagine)
e https://www.ema.europa.eu/en/documents/product-information/vaxzevria-previously-covid-19-vaccine-astrazeneca-epar-product-information_it.pdf del 30.4.21 (31 pagine). Non credo siano gli ultimi perché non avvisano di 10% di reazioni avverse a lungo termine, indicano però come evento comune (fino a 1 su 10) la trombocitopenia, in pratica il rischio di ictus emorragico.
Indicata per il sovrappopolamento?
Il motivo per cui le cure domiciliari DOVEVANO essere impedite si trova forse nel seguente documento (Gazzetta Ufficiale UE, pagina 3, articolo 4):
https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/PDF/?uri=CELEX:32006R0507&from=DE

Anonimo ha detto...

Un conto è concentrarsi sull’efficienza del sistema immunitario, attivandone i meccanismi e mettendogli a disposizione gli strumenti (probiotici, vitamine, oligoelementi etc).
Altra cosa è ignorare che molte persone non hanno tutto questo, evitare di educarle ed aiutarle a migliorare, illudendole che un “vaccino” (che non è tale) risolva i problemi.

Un conto è un sistema immunitario che riconosce gli antigeni e produce anticorpi.
Un altro conto è indurre il mio sistema immunitario a fabbricare antigeni perché vengano prodotti gli anticorpi.

Se a un gendarme debilitato e semicieco metto in mano una foto segnaletica di uno che normalmente si trucca e gli dico, al buio, di riconoscerlo e arrestarlo, sto scherzando.
Se invece prima lo rimetto in forze, poi gli procuro gli occhiali giusti e gli accendo la luce, posso stare sicuro che saprà riconoscere chi deve arrestare.

Un conto è se il sistema immunitario reagisce ad un antigene reale, quello, nel momento in cui lo incontra.
Altra cosa è prepararsi all'incontro su una copia fatta in casa, sbiadita e superata, dell’antigene vero, insegnando al sistema immunitario che l’antigene reale è proprio così.

Se poi l’antigene che faccio produrre somiglia tantissimo a tante altre cose che non sono antigeni (e sono utili alla mia salute) lo sceriffo rischia di spararsi sui piedi (autoimmunità).
E' meglio lasciare che il sistema immunitario non produca confusione, ma solo gli anticorpi per quei casi in cui sa di doverlo fare. Imparando se proprio da vaccini tradizionali, che innescano il meccanismo in modo naturale, nei mesi in cui va fatto e non adesso.

E si potrebbe continuare... Ma evidentemente non interessa, conta solo vaccinare.

Aloisius ha detto...

A coloro che sono più informati di me: esiste la prova che i vaccini, tutti o alcuni, sono stati realizzati con feti abortiti?
Aloisius

Elle ha detto...

Per 4 maggio 2021 16:41
Sì , ne ha parlato il nanopatologo Prof.Montanari , la D.ssa Bolgan , la D.ssa De Mari ed altri .

Ho copiato e incollato questo appello : ha detto...

E...a B---i
​buonasera a tutti siano lodati Gesù e Maria. chiedo preghiere x suor Mariangela in ospedale dopo vaccini le hanno trovato grumi sangue coagulato nel cervello domani altri esami. è su di una barella.

Anonimo ha detto...

Un filmato breve, efficace ed approfondito sulla questione dei feti abortiti nei vaccini

https://youtu.be/KbstS2ncpMg

Anonimo ha detto...

Io ho letto su Corrispondenza romana che si tratta di cellule coltivate in laboratorio per testare i vaccini.
A monte però, questo sì, c'è una cellula madre di un feto abortito nel 1972. Ma quella resta in laboratorio e non va nei vaccini.
Si diceva, inoltre, che questo metodo di usare cellule fetali come cellule madri è in uso da tempo per testare molti altri farmaci di uso comune.
E,dulcis in fundo,per la conservazione dei cibi nell'industria alimentare.
Fortunato chi mangia i cibi freschi del proprio orto... ..

Anonimo ha detto...

Gli esperti dicono che sono casi rari, ma ci sono.
A proposito di pregare ho saputo di un altro caso triste da raccomandare a Dio.
In Romania una poveretta, madre di sette figli, è stata costretta a vaccinarsi per potere vedere il marito che era finito in carcere.
Non è morta ma è rimasta paralizzata a seguito del vaccino, così i piccoli hanno perso padre e madre.

Anonimo ha detto...

"Un nuovo studio peer-reviewed del dottor Pierre Kory e colleghi sull' Ivermectina è stato pubblicato sull'American Journal of Therapeutics. Intitolato " Review of the Emerging Evidence Dimonstrating the Efficacy of Ivermectin in the Prophylaxis and Treatment of COVID-19 ", fornisce una nuova panoramica autorevole delle prove fino ad oggi e chiede che il farmaco ampiamente disponibile venga "distribuito globalmente e sistematicamente nella prevenzione e trattamento di COVID-19 ”.
Lo studio riassume l'impressionante base di prove per l'uso di Ivermectina."

Un tantinello diverso da tachipirina e vigile attesa previsti per le cure domiciliari invece di cure precoci anche con altri farmaci noti... tachipirina e vigile attesa tenuti in piedi nonostante la pronuncia del TAR allo scopo evidente di consentire l'uso dei vaccini (a tutto beneficio delle case farmaceutiche produttrici di cosiddetti vaccini e di chi le sponsorizza), la cui obbligatorietà non potrebbe sussistere in caso di possibili cure.

Anonimo ha detto...

A ben guardare questo mondo e' diventato tutto un vorticare di quattrini .

Anonimo ha detto...

Non è così difficile da constatare

*hanno parlato di malattia mortale e incurabile, e non lo è
*hanno impedito le autopsie
*hanno demonizzato ogni scetticismo sulla narrativa martellante e manipolatoria
*hanno pagato per mentire, incutere timore, condizionare: pagato per pavoneggiarsi in TV
*hanno usato tutte le armi della retorica e dell'ipnosi, finestre di Overton e rane bollite
*hanno impedito di curare precocemente con i farmaci già esistenti, e persistono ancora
*hanno consigliato farmaci perniciosi, come la tachipirina
*hanno screditato l'efficacia di farmaci stranoti con protocolli d'uso su malati terminali
*hanno gridato subito che solo i vaccini avrebbero potuto essere la soluzione
*hanno creato un criterio -il tampone- adatto a gonfiare (o sgonfiare) i numeri come serve
*hanno creato psicosi e limitato progressivamente le libertà più basilari
*hanno aggirato le procedure per ottenere autorizzazioni all'immissione dei vaccini
*hanno creato le condizioni per ricattare chi non si vaccina
*hanno impedito il dibattito su vaccino resistenza, autoimmunità e ADE che però esistono
*hanno persino inventato una nuova morale, una nuova salvezza e una nuova religione

Sembrerebbe che stiano trionfando e invece stanno già perdendo, o meglio: hanno già perso!

A chi fosse sfuggito ha detto...

Vaccini contaminati dall’aborto: LifeSiteNews replica a Corrispondenza Romana
https://www.confederazionetriarii.it/vaccini-contaminati-dallaborto-lifesitenews-replica-a-corrispondenza-romana/

Anonimo ha detto...

IL PASSAPORTO VACCINALE RICORDA L'AHNENPASS
Durante il Terzo Reich fu introdotto l'Ahnenpass, ovvero il "passaporto di certificazione ariana" che al suo interno conteneva una lunga e minuziosa lista dei progenitori, una sorta di albero genealogico in cui si valutava la discendenza di un individuo.
Fu inizialmente utilizzato in Germania nazista nel 1933 per discriminare le persone, soprattutto per quanto riguarda gli ebrei. In seguito fu utilizzato anche durante le opzioni in Alto Adige per vagliare chi poteva trasferirsi all'interno del Terzo Reich.
La Storia si ripete secondo le stesse modalità, anche se assume sempre forme diverse.

Anonimo ha detto...

Mi soffermo sul cosiddetto "passaporto" suesposto : prima si decide che in Europa c'e'libera circolazione , che non occorre piu'spostarsi con il passaporto , non piu' dogane , non piu' frontiere e poi......grossa inversione di marcia fino ,a tra poco,non si potra' uscire dal condominio senza un lasciapassare (ogni tanto per favore andiamo a consultare il pingue vocabolario italiano.

Anonimo ha detto...

Vaccini e feti abortiti, il peccato di scandalo (e una domanda)
https://www.renovatio21.com/vaccini-e-feti-abortiti-il-peccato-di-scandalo-e-una-domanda/

Anonimo ha detto...

"«Papà, preferirei morire!»

Se fossi il padre: "Amor mio, affila invece le armi della Fede e della cultura per la dura battaglia che ci attende e ti attende lungo tutta la vita."

Trasmesso in streaming dal vivo 64 minuti fa . ha detto...

Puntata 07 - 05 - 2021 - Medici in piazza: la verità sul Covid
https://www.youtube.com/watch?v=7Vz9EC0hA3A&t=26s

Anonimo ha detto...

Caro anonimo, vedremo chi avrà ragione. Purtroppo.

Ama il tuo prossimo come te stesso anche se non sei credente in Cristo .. ha detto...

La domanda e' :
1)Se c'e' la possibilita' di curare perche' non farlo subito ?
2)Che razza di medico e' quello che non visita , palpa , ausculta?
3)Perche' assegnargli 1500 pazienti che non potra' seguire ?

Medici se volete essere tali , fatevi valere , tornate a visitare , tornate a ragionare ,mettete a frutto quello che avete appreso nel lungo corso di studi .
O forse volete solo apparire , svolazzare col vostro camice?
Dormite bene la notte ?

Anonimo ha detto...

https://www.filodiritto.com/vaccino-e-feti-abortiti-il-tradimento-del-vaticano